2013_03_20 Verso la Settimana Autentica


Mercoledì 20 marzo 2013_03_20 alle ore 21.00
Chiesa del Sacro Volto (via Sebenico 31, Milano)
Verso la Settimana Autentica:
Mottetti tardo-rinascimentali di scuola romana per la Settimana Santa
Ensemble Vocale Aenigma
insieme con la Schola Cantorum Sacro Volto propone musiche di Felice Anerio (Christus factus est), T. L. De Victoria (Amicus meus, Unus ex discipulis, Eram quasi agnus), A. Zoilo (Tamquam ad latronem, Animam meam dilectam, Tradiderunt me), L. Grossi da Viadana (Sicut ovis, Jerusalem surge, Plange quasi virgo), A. Agazzari (Stabat Mater). Concluderà il concerto il celeberrimo Miserere a 9 voci di Gregorio Allegri.
I mottetti saranno intervallati da interventi del biblista don Angelo Zardoni, che offrirà spunti di riflessione storico-liturgici per introdurci nello spirito della Settimana Autentica.
INGRESSO LIBERO

2013_08_21 Festival Balla coi cinghiali a Savona


Il premio Provincia Cronica vuole crescere ancora 
Scrittori e fotografi giudicati dalle star del rock 
Il territorio novarese ospite con una vetrina al festival “Balla coi cinghiali” in Liguria

Torna Balla coi cinghiali e mentre si rincorrono le prime indiscrezioni sul programma della quattro giorni di Bardineto, nel Savonese, (molto probabile la presenza di un ospite internazionale), già fissata dal 21 al 24 agosto 2013, sono ai nastri di partenza alcune attività collaterali che si sviluppano già con molti mesi di anticipo: tra queste il Premio Provincia Cronica, giunto alla quinta edizione. Il concorso è di “casa” nel Novarese, grazie all’organizzazione dell’associazione culturale “Asap – As Simple As Passion” e del Comune di Cerano.

Il premio, aperto a tutti senza limiti di età, è diviso in tre sezioni: 
  • racconti (inediti, max 12 mila caratteri), 
  • poesie (inedite, senza limiti di lunghezza), 
  • fotografie (da 3 a 5 scatti a colore, in formato analogico o digitale). 
Questi i sei temi su cui ci si può sbizzarrire:
  • Temporali e rivoluzioni; 
  • Accadde a un concerto; 
  • Le radici; Ticino; 
  • I denti; 
  • La mano. 

Per ogni ulteriore informazione è attivo il numero telefonico 328.2478329
Tutte le comunicazioni (eccetto i dettagli sulla premiazione dei vincitori) saranno date esclusivamente via mail e sul sito www.asapfanzine.it


Per partecipare è necessario versare una tassa di lettura di 10 euro e spedire gli elaborati entro il 15 maggio 2013 via posta cartacea all'indirizzo: “Redazione AsapFanzine, via D'Enricis 17, 28100 Novara” oppure via email secondo le modalità indicate nel bando. Necessario inviare anche la scheda coi dati personali disponibile sul sito www.asapfanzine.it e sui principali portali dedicati ai concorsi letterari.
La premiazione di Provincia Cronica è già stata fissata per sabato 24 agosto 2013 alle 16.30, all'interno del festival Balla coi Cinghiali, a Bardineto. In autunno, inoltre, come lo scorso anno, sarà proposto anche un appuntamento a Cerano nel quale saranno invitati gli autori, insieme ad alcuni musicisti ospiti.
I premi (opere d’arte, strumenti tecnologici e prodotti tipici del territorio) saranno comunicati alla scadenza del bando. Certa invece la realizzazione di un’antologia curata da Beltempo edizioni. Anche la giuria non è ancora al completo: sarà composta dagli ospiti di Balla coi cinghiali il cui parterre è in via di definizione. <Posso al momento solo anticipare un paio di nomi dell’area letteratura, di cui mi occupo direttamente – spiega Roberto Conti – avremo ospiti per un reading Emidio Clementi e Corrado Nuccini, che oltre ad essere scrittori quotati, sono i leader di Massimo Volume e Giardini di Mirò, due band di assoluto riferimento della scena musicale indipendente. Credo non sia cosa da poco sapere che i racconti partecipanti saranno letti anche loro>.
All’interno del festival in Liguria sarà inoltre presente uno stand dove saranno esposte le foto dei partecipanti e una carrellata di scatti che raffigureranno il Novarese e in particolare Cerano e la zona del Ticino.
<Anche quest’anno il Comune di Cerano non si è fatto scappare l’occasione di patrocinare il Concorso letterario “Provincia cronica” – commenta Ilaria Cornalba, assessore alla Cultura del Comune di Cerano -  La vitalità della manifestazione  e dei suoi organizzatori, la qualità e la profondità degli scritti presentati l’anno scorso mi hanno riempita di entusiasmo e mi hanno confermato quanto la cultura possa aiutare, in momenti di smarrimento come questo, a ritrovare la strada e il senso delle cose. Per questo non ho potuto fare a meno di guidare ancora il Comune di Cerano, che ho l’onore e l’onere di amministrare, attraverso questa bella avventura, con la speranza che sempre più giovani trovino il coraggio di cimentarsi nell’arduo compito di raccontare e raccontarsi>.
<La collaborazione del nostro Comune a questo concorso letterario, arrivato alla sua quinta edizione – prosegue Cornalba - vuole essere un segnale di fiducia nei confronti della cultura  e degli interrogativi che la letteratura sa porre all’intera società, mettendo al centro l’uomo e le sfide con il mondo circostante. Naturalmente la speranza è che anche molti giovani si cimentino con queste importanti tematiche, mettendo in gioco le proprie capacità e i propri pensieri, come lo scorso anno è stato fatto con il tema dell’inquinamento, di cui abbiamo rilevato, non si discute mai abbastanza>. 
Per informazioni Ilaria Cornalba: 347 1541345 - Roberto Conti 328 2478329

2013_03_19 Opera al Cinema dal Metropolitan di New York all'Agorà di Robecco S/N

Dal Metropolitan di New York
OPERA al CINEMA 2012/2013
Dal MET a all'Agorà di Robecco in near-live

Martedì 19 marzo 2013_03_19 h. 20.00

Riccardo Zandonai 
Francesca da Rimini
op.6, opera tragica in 4 atti e 5 quadri, libretto di Tito II Ricordi
(da Gabriele D'Annunzio)
Francesca (soprano)
Eva-Maria Westbroek
I figli di Guido Minore da Polenta
Paolo il Bello (tenore)
Marcello Giordani
Giovanni lo Sciancato (baritono)
Mark Delavan
Malatestino dall'Occhio (tenore)
Robert Brubaker
Samaritana (soprano)
Ostasio (baritono)
I figli di Malatesta da Verucchio
Le donne di Francesca
Biancofiore (soprano)
Garsenda (soprano)
Altichiara (mezzosoprano)
Donella (mezzosoprano)La schiava (contralto))
Ser Toldo Berardengo (tenore)
Il giullare (basso)
Il balestriere (tenore)
Il torrigiano (baritono)
I balestrieri e gli arcieri
I musici
Metropolitan Opera House Orchestra e coro
Direttore Marco Armiliato
Regia Piero Faggioni
Scene Ezio Frigerio
Costumi Franca Squarciapino
Luci Gil Wechsler
Coreografie Donald Mahler

20:00 ATTO I 40 minuti
20:40 Intervallo con interviste 28 minuti
21:08 ATTO II 25 minuti
21:33 Intervallo con interviste 25 minuti
21:58 ATTO III 38 minuti
22:36 Intervallo con interviste 27 minuti
23:03 ATTO IV 47 minuti
23:50 Chiusura del sipario 5 minuti

Francesca, figlia di Guido I da Polenta, deve sposarsi per ragioni di stato con Giovanni, detto Gianciotto, figlio deforme di Malatesta da Verruccio, ma si è perdutamente innamorata di Paolo, detto il Bello, fratello più giovane di Gianciotto. La lettura della storia di Lancillotto e Ginevrà farà da Galeotto per l'amore fra Paolo e Francesca, come ricordato nel celeberrimo passo dantesco.
L'opera in quatto atti di Riccardo Zandonai, diretta da Marco Armiliato per la regia di Piero Faggioni, vedrà in scena per il Live Hd dal Metropolitan Opera di New York Robert Brubaker, Mark Delavan, Marcello Giordani ed Eva-Maria Westbroek.
CineTeatroAgorà – Robecco sul Naviglio Piazza XXI luglio, 29

2013_03_25 Concerto Gospel “we sing as ONE” al Teatro San Babila

Lunedì 25 marzo 2013_03_25
“TEATRO SAN BABILA” e “FEDERGOSPEL CHOIRS”
Presentano
SPIRITUAL ENSEMBLE
FREE VOICES GOSPEL CHOIR
in
“WE SING AS ONE”

Teatro San Babila Corso Venezia 2/A 20121 Milano Telefono 02/795469

Quarto appuntamento con il gospel al Teatro San Babila  e della collaborazione con “FederGospelChoirs”  che raggruppa al suo interno le Associazioni Corali Gospel e Negro Spiritual Italiane ed è diretta da Pietro Catanese.Il concerto si intitolerà “We sing as ONE” sarà eseguito  da due cori. Gli “Spiritual Ensemble” nascono a Bologna nel 1982 e propongono i classici della musica Spritual e Gospel con arrangiamenti moderni e originali curati dal M°Raffaello Bettazzi; il coro canta sempre accompagnato da musicisti dal vivo ed è diretto da Roberta Sacchetti“Free Voices Gospel Choir”, ossia le voci libere, a  richiamare i prigionieri africani costretti a lavorare nelle piantagioni di cotone. 70 coristi divisi in 4 sezioni vocali, 4 musicisti, 1 direttore e oltre 500 concerti in 16 anni di attività. Questo coro in qualsiasi location si trovi riesce a rendere unico ogni proprio concerto: un evento in cui si fondono musica, luci, colori e spirito, tanto da averli tra gli ospiti per ben 13 edizioni di “Gospel sotto le Stelle” una delle maggiori manifestazioni di musica gospel a livello nazionale.
Parte del ricavato della serata sarà devoluto al progetto “Adottiamo le scuole” – Terremoto Emilia Romagna maggio 2012, sostenuto dal Comune di Camposanto (MO), il cui Sindaco sarà presente in sala, tra i più colpiti dal sisma della scorsa primavera.
PREZZI  DEI BIGLIETTI € 30.00 platea e € 20.00 balconata.
Riduzioni convenzioni:  € 20.00 platea e € 15.00 balconata.
tel. 02/795469- 02/76002985 – fax 02/76001621 ufficiostampa@teatrosanbabila.it 

2013_05_05 Parmadanza al via al Teatro Regio di Parma


ParmaDanza 2013 decennale
Ballet Preljocaj, Gala Svetlana Zakharova, Ballet Nice Mèditerranèe e Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto: due prime nazionali e otto appuntamenti, con prestigiose compagnie, maestri della coreografia classica e contemporanea e acclamate ètoile internazionali. Il Festival ParmaDanza torna dal 5 al 24 maggio 2013 ad arricchire il cartellone della Stagione del Teatro Regio di Parma, festeggiando quest'anno il suo decennale. 

Speciale giovani, Scuole di Danza, Lavoratori
Riduzioni del 25% su abbonamenti e biglietti per tutti gli spettatori fino a 30 anni e per gli allievi delle scuole di danza. Speciale promozione riservata anche ai lavoratori in stato di disoccupazione, cassa integrazione, mobilità, appassionati di danza, che potranno assistere agli spettacoli del secondo turno a € 5,00.

La danza dietro le quinte
Si rinnova inoltre il ciclo di iniziative formative collaterali a ParmaDanza. Prosegue il ciclo di ''classi'' aperte e rivolte in particolare agli allievi delle scuole di danza, ma anche al pubblico di appassionati. Il pubblico avrà inoltre la possibilità di incontrare, prima dello spettacolo, coreografi ed étoile delle prestigiose compagnie ospiti del Regio.

segui il Teatro Regio di Parma su FACEBOOK

2013_07_27 Percoto canta 26a edizione


L' 8 marzo 2013 si è tenuta nel Palazzo della Regione di Udine la conferenza stampa di presentazione di:
PERCOTO CANTA 2013 26° EDIZIONE 
Anche quest'anno il concorso è suddiviso in 3 categorie:  interpreti junior, interpreti senior e cantautori.
La serata finale della manifestazione si svolgerà sabato 27 luglio 2013 presso il parco festeggiamenti di Villa Frattina-Caiselli a Percoto di Pavia di Udine (UD).
Di particolare importanza la nuova iniziativa intitolata
PREMIO INTERNAZIONALE PERCOTO CANTA 2013.
Per tutte le informazioni e le iscrizioni si può consultare e scaricare il regolamento e la scheda d'iscrizione sul sito www.percotocanta.it alla voce "modulistica", oppure rispondere a questa mail richiedendo il materiale.
Oltre al sito www.percotocanta.it, vedi anche su Twitter e Facebook.
 facebook.it/percotocanta twitter: @percotocanta


A giudicare i concorrenti nelle rispettive categorie sarà una giuria d’eccezione, composta da figure di rilevanza nel panorama musicale nazionale: il pianista e compositore Remo Anzovino, il cantautore Bungaro, la cantante e insegnante di canto Paola Folli e la cantautrice Grazia Di Michele.
La grande serata finale eleggerà le migliori proposte di ogni categoria e premierà i vincitori dei concorsi abbinati alla manifestazione.




LE DATE DELLA MANIFESTAZIONE
Sabato 27 Aprile 2013_04_27
Incontro delle giurie di qualità che dovranno valutare gli elaborati dei due bandi di concorso rivolti agli allievi delle scuole

Sabato 11 e domenica 12 maggio 2013_05_11
Selezioni dei cantanti per la 25° edizione di "PERCOTO CANTA". Questa fase si svolgerà nella Sala Master della The Groove Factory Music Academy, dove la giuria di qualità valuterà i brani che passeranno alla finale. I giurati d’eccezione saranno, per questa fase, il cantautore Bungaro e la cantante ed insegnante di canto Paola Folli.

Maggio – Luglio 2013
“PERCOTO CANTA IN TOUR”, serie di serate di presentazione e di promozione della manifestazione, che si svolgeranno in località suggestive del nostro territorio, con lo scopo di avvicinare le persone alla manifestazione e promuovere la musica e la cultura artistica.

Sabato 27 luglio 2013_07_27
Serata finale della 26° edizione di “PERCOTO CANTA”, che si terrà presso il Parco di Villa Frattina - Caiselli a Percoto di Pavia di Udine. La giuria di PERCOTO CANTA 2013, composta da Bungaro, Paola Folli, Grazia De Michele e Remo Anzovino eleggerà i vincitori delle tre categorie del concorso canoro. Durante la serata saranno anche premiati i vincitori dei vari concorsi abbinati alla manifestazione.

Per iscrizioni e informazioni:
info@percotocanta.it
fax 0432/676736
BERTOLDI RAFFAELE 335/1359207
LESTUZZI GIULIANO 338/2017934
LESTUZZI NEVIO 348/2260818
ROSSI MARZIA 328/481479


2013_10_15 Vuoi organizzare nella tua regione le selezioni di MArteLive?


Roma dal 15 al 20 ottobre 2013 all’interno della Biennale
MArteLive 
cerca nuovi organizzatori per le selezioni nelle regioni di Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino,Veneto, Friuli, Emilia Romagna, Toscana, Marche e Sardegna e nelle province di altre regioni

MArteLiveItalia ha centinaia di artisti in tutta Italia da far esibire o esporre le proprie opere e cerca agenzie, associazioni culturali, locali o spazi artistici che vogliano far parte del più grande raduno artistico italiano del 2013! Oltre 150 premi in palio nelle 16 sezioni artistiche che compongono l'evento.
CONTATTI
Responsabile MArteLive ITALIA : Matteo Rossi - italia@martelive.it  +39 3337765731
Direttore Artistico MArteLive: Giuseppe Casa - giuseppe.casa@martelive.it - +39 3498734183 

Procult, l’associazione organizzatrice di MArteLive, cerca persone che creino nuclei organizzativi in Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino, Veneto, Emilia Romagna, Toscana e Sardegna. Oltre alle regioni citate e alle rispettive province cerchiamo nuclei organizzativi nelle province di Imperia, La Spezia, Savona, Gorizia, Pordenone, Trieste, Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Piacenza, Ravenna, Reggio-Emilia, Rimini, Perugia, Chieti, Pescara, Teramo, BAT, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Vibo Valentia, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa, Trapani. 
Il contest di MArteLive, infatti, è costituito da 16 sezioni artistiche e la selezione degli artisti viene operata in quattro fasi. La prima selezione avviene sui materiali pervenuti, la seconda dal vivo nei circuito dei LocaliFriendsMArteLive Italia, la terza, a partire da maggio 2013, sempre dal vivo con le finali regionali multidisciplinari. Infine, la quarta fase, che vedrà i migliori classificati delle rispettive regioni partecipare alla finale nazionale, che si svolgerà a Roma dal 15 al 20 ottobre 2013 all’interno della BiennaleMArteLive dove saranno premiati i migliori talenti per ogni sezione. 
In particolare si ricercano agenzie, associazioni culturali capaci di gestire una o più aree artistiche, o locali o spazi artistici interessati ad organizzare e coordinare la seconda e la terza fase selettiva del concorso. Se avete passione per la  cultura e voglia di contribuire a creare nuovi modi per fruire l’arte non vi resta che aderire al progetto inviando una mail a italia@martelive.it 
Diventerete così nel vostro territorio un nuovo punto di riferimento all’interno della nostra rete di conoscenze, esperienze e modalità espressive urbane.  

2013_03_21 Primavera con Alda Merini per Caffè corretto libri



Giovedì 21 marzo 2013_03_21 a partire dalle ore 21.00
nelle accoglienti sale del Caffè di Cristina Colombi, situato in Via Emilia 178

Alda Merini nell’anniversario della nascita
Il prossimo appuntamento con Caffè corretto libri, letture ad alta voce attorno ai tavoli del Caffè Grande di Broni si terrà giovedì 21 marzo 2013.


Sono nata il ventuno a primavera
ma non sapevo che nascere folle,
aprire le zolle
potesse scatenar tempesta.
Così Proserpina lieve
vede piovere sulle erbe,
sui grossi frumenti gentili
e piange sempre la sera.
Forse è la sua preghiera. [Alda Merini]


Non si poteva, quindi, non ricordare Alda Merini nell’anniversario della nascita (Milano, 21 marzo 1931 – Milano, 1 novembre 2009). A farlo sarà il Laboratorio Teatrale dell’Unitrè di Broni i cui attori leggeranno poesie e prose della poetessa milanese. I testi sono estrapolati dallo spettacolo Sono una piccola ape furibonda, creato da Alessandra Genola e rappresentato a Broni, Pavia, Borgio Verezzi e Finale Ligure.
Gli attori del Laboratorio sono: Paolo Franci, Zelinda Gasparini, Alessandra Genola, Roberta Marcone, Marisa Pecorara, Mario Reali. Accompagnamento musicale a cura di Gianmaria Scala.
L’iniziativa è patrocinata da Comune di Broni – Assessorato alla cultura, Assessorato al commercio e Biblioteca civica. 



2013_05_13 FESTIVAL "SUL PALCOSCENICO" al Teatro della Luna



Teatro della Luna - Assago (MI)
SUL PALCOSCENICO
Torna la rassegna di teatro di prosa che nella prima edizione dello scorso anno ha suscitato l’interesse di pubblico, critica e istituzioni.
Cinque spettacoli, cinque interpreti appassionate per portare in scena quello che le donne… dicono.

Lunedì 13 maggio 2013_05_13 e martedì 14 maggio 2013_05_14 ore 21
STABAT MATER
di Antonio Tarantino
con Simona Colombo
regia di Simona Colombo
Prima nazionale
È un grottesco e solitario sfogo di una madre in attesa di un figlio che non torna, divorata dall’ansia che si compia un destino ineluttabile. Una Mater dolorosa in cui volgarità e tratto popolare lasciano intatti i sentimenti materni evidenziandone l’eco ancestrale e la innata valenza emotiva. Il monologo è costruito intorno alla figura di Maria, un personaggio violento, a volte tenero, che sotto l’ossessione quotidiana della sopravvivenza, incarna l’immagine degradata ma vibrante delle figure della fede e del mito. Ritrovando nel suo squallore la traccia della sua umana dignità, ci parla con una lingua inventata fatta di una miscela di dialetti e un linguaggio da strada che crea effetti di verità e di ilarità irresistibile, dalla quale fuoriesce l’eresia, connaturata alla vita, di un dolore che non paga né redime, e della storia che ripete spietatamente il suo ciclo senza evolvere.

Mercoledì 15 maggio 2013_05_15 e giovedì 16 maggio 2013_05_16 ore 21
NINA – Un soggetto per un breve racconto
liberamente ispirato a “Il Gabbiano” di Anton Cechov
di Rossella Rapisarda e Fabrizio Visconti
con Rossella Rapisarda
regia di Fabrizio Visconti
Monologo per due: un’attrice e un’ombra, un fantasma, un personaggio. Ma a volte, in teatro, i personaggi della fantasia sono fantasmi più vivi e più veri d’ogni cosa viva e vera. Un treno. Un biglietto del treno. Uno spettacolo da fare prima di partire. Una scommessa da giocare fino in fondo: sull’Amore. La storia di questo doppio è la storia delle scelte, dei bivi, delle strade da prendere o da abbandonare. È la storia di tutti noi che dobbiamo decidere ogni volta, che dobbiamo fare i conti con i nostri orizzonti. Nascosto dietro un testo che scorre in modo semplice e aperto, come un flusso di pensiero, si nasconde, in realtà, tutto il testo del personaggio di Nina, l’unico tra i ritratti disegnati da Cechov ad avere una prospettiva forte sul futuro.

Sabato 18 maggio 2013_05_18 e domenica 19 maggio 2013_05_19 ore 21
INSEPARABILI
Testo e regia di Brunella Andreoli
con Brunella Andreoli, Gaia Barbieri, Rossella Guidotti
Prima nazionale
Uno spettacolo che prende ispirazione dall’eccezionale vita di una donna – forse donna e uomo insieme – che è stata Frida Kahlo. Lo spettacolo, spiega Brunella Andreoli, “nasce dal desiderio di far incontrare, nello stesso spazio e nello stesso tempo, le diverse – e fino ad ora totalmente autonome – anime attoriali che da anni mi si muovono dentro. Da una parte la narratrice ironica, attraverso la frequentazione dei palcoscenici del cabaret – dal prestigioso Zelig fino a quelli più sperduti ma non meno amati delle province siciliane – dall’altra l’interprete per il teatro per il quale, inoltre, scrivo, dirigo e insegno. In Inseparabili recito con Gaia Barbieri e Rossella Guidotti, due giovani bravissime attrici, perché ogni volta che le sento parlare o le vedo muoversi, mi ricordano quanto è bella la vita”.

Lunedì 20 maggio 2013_05_20 e martedì 21 maggio 2013_05_21 ore 21
GIAN ACHILLE SCARAMPO IN LABEL – Questioni di etichetta
testo e regia di Massimo Donati e Alessandra Nocilla
da un’idea di David Marchiori
con Claudia Facchini
Un monologo ironico e provocatorio per smascherare gli aspetti meno conosciuti e meno rassicuranti della grande distribuzione, , per svelare i trucchi della vendita e per rivedere con occhi nuovi certe nostre assurde abitudini di consumatori. Label racconta cosa si nasconde dietro l'etichetta dei prodotti che compriamo e dietro la facciata rassicurante del supermercato di fiducia. E riflette sulle responsabilità che stanno dietro gli scandali alimentari e quali interessi sono causa delle migliaia di chilometri che le merci devono compiere prima di raggiungere lo scaffale. Label è una nuova frontiera di teatro sociale, infatti è stato scritto per promuovere e diffondere il consumo critico.

Mercoledì 22 maggio 2013_05_22 e giovedì 23 maggio 2013_05_23 ore 21
UN GIORNO TORNERANNO
tratto da “La casa degli Spiriti” di Isabel Allende
con Silvia Pernarella
regia di Marcela Serli
Prima nazionale
“Ti guardo. E vedo in te tutte le donne che hai conosciuto”. E’ questa la frase che ha dato vita a questo adattamento de “La casa degli spiriti” di Isabel Allende, romanzo pubblicato nel 1982. In noi rimane davvero una traccia di coloro che incontriamo nella vita? Come si manifesta? Quando? Quali legami siamo destinati ad intrecciare? Perché ? Quali “ferite” lasciano coloro che ci hanno preceduto? Come l’autrice stessa nel romanzo ci parla della sua mania di “scrivere per vedere le cose nella loro dimensione reale e per schernire la cattiva memoria”, così l’attrice prende lo spunto per ri-disegnare i contorni di quei personaggi persi tra letteratura e realtà in un monologo nato dall’esigenza di fare una vera e propria “esperienza” nell’accezione latina di ex - per- ire (viaggio, intreccio di distacco e peregrinazione).

Per tutti gli spettacoli: posto unico Euro 22; ridotti under 14/over 70 e studenti Euro 16.50

I biglietti sono in vendita presso la Biglietteria del Teatro della Luna all'ingresso del Mediolanum Forum di Milano/Assago (aperta tutti i giorni dalle ore 10 alle 22), in tutti i punti vendita TicketOne, telefonicamente al numero 892.101 (numero a tariffazione specifica) e on line su www.ticketone.it

ACQUISTA SUBITO ON LINE I TUOI BIGLIETTI A QUESTO LINK!

2013_03_17 Si chiude la Stagione dei Ragazzi al Teatro Moderno di Vigevano


Domenica 17 marzo 2013_03_17 alle ore 16.00!
Eccentrici Dadarò di Caronno Pertusella (VA)
I CAVALIERI DELLA SCALA MUSICALE
di Davide Visconti e Rossella Rapisarda
Puoi prenotare i biglietti come ti è più comodo:
telefono: 348 1127776
Oppure, puoi acquistarli direttamente in prevendita senza sovrapprezzo presso il Teatro il sabato dello spettacolo dalle 17.30 alle 18.30.

 Lo spettacolo
"In un tempo lontano lontano..." Silenzio! Appare un cantastorie, ascoltiamo...
"Allarme al castello! La musica è stata rapita da un mago malvagio!"
Come si potrà festeggiare il compleanno della bella principessa, ormai alle porte? Chi avrà il coraggio di affrontare il terribile mago e di avventurarsi alla ricerca della musica rapita?
A cavallo di un veloce destriero arriva un capitano senza paura... e su un piccolo asinello, un menestrello senza nome e senza storia... Saranno gli eroi della nostra avventura, in un lungo viaggio dalle profondità buie della terra alla luna fino ai confini del mondo alla ricerca della Musica smarrita.
Uno spettacolo per far conoscere in modo avventuroso il mondo della Commedia dell’Arte anche al pubblico più giovane.


Gli Eccentrici Dadarò nascono nel 1997. Fin dall'inizio, il gruppo insegue un'eterogeneità di generi e stili che ha permesso la realizzazione di progetti artistici destinati a tipologie di pubblico differenti e proposti con linguaggi distinti.
Teatro Ragazzi, Teatro di strada, Teatro di Prosa sono paritariamente campi di indagine sulla comunicazione attraverso il linguaggio del Teatro. La prima ricerca è intorno alla clownerie, l’acrobatica, la Commedia dell’Arte, le arti circensi. L’incontro tra questa esperienza ed il teatro d’attore è il detonatore di quello che sarà il linguaggio della Compagnia in tutte le produzioni successive.
La Compagnia collabora da alcuni anni con EATC (European Association for Theater Culture) nella creazione e realizzazione di progetti e produzioni internazionali destinati a promuovere e sviluppare la ricerca e la cultura teatrale.
Su questa scia, Gli Eccentrici Dadarò nel 2009 fondano l’Associazione Arterie Theater Network, rete per la promozione e lo sviluppo di un percorso di Formazione Permanente nell’Arte Teatrale.
Nel 2004 inizia la collaborazione con la Fondazione Gaber per la diffusione della conoscenza del personaggio e dell’opera di Giorgio Gaber.  vai al sito della Compagnia

2013_03_23 FILUMENA MARTURANO al Teatro Moderno di Vigevano

Tempo Moderno 5, la stagione 2012-2013 del Teatro Moderno di Vigevano organizzata dall'Associazione Culturale Il Mosaico, con preghiera di pubblicazione sulla vostra testata.
Terminata la Stagione dei Ragazzi, Tempo Moderno accoglie una delle Compagnie più seguite ed acclamate delle scorse Stagioni, nonché vincitrice della 1^ edizione del Premio "Città di Vigevano" lo scorso anno, con un immortale capolavoro del teatro italiano:

Sabato 23 marzo 2013_03_23 alle ore 21.00.
Filodrammatica Gallaratese di Gallarate (VA)

Eduardo De Filippo
FILUMENA MARTURANO
commedia in 3 atti
Per informazioni e prenotazioni: - online: www.teatroilmosaico.it
- tel.: 348 1127776 - email: info@teatroilmosaico.it

La prevendita, senza sovrapprezzo, si effettua il sabato prima dello spettacolo dalle 17.30 alle 18.30.
Per altre informazioni sulla stagione: www.gliantinati.it/stagione.php.

Prossimo spettacolo : 6 e 13 aprile 2013 - ore 21.00 7 aprile 2013 - ore 16.00
Uni3 di Vigevano (PV) I MORTI NON PAGANO LE TASSE di Nicola Manzari


Dal 1996, la Filodrammatica Gallaratese porta in scena il teatro napoletano, rappresentando con puro spirito partenopeo testi che spaziano dai classici di De Filippo ad autori cosiddetti minori quali Fayad, De Santis, Canzano, Di Maio, ottnendo premi e riconoscimenti dovunque si esibisce.
E’ il dramma, non nuovo, della prostituta che diventa con il matrimonio una donna onesta e rispettabile. A complicare la storia c’è la realtà di tre figli ormai adulti e cresciuti segretamente, uno di essi è venuto alla luce dall’incontro con un ricco signore che per tanti anni l’ha tenuta accanto a sé; come amante, come serva e come sorvegliante dei propri affari, questo legame è l’arma di cui lei si serve per arrivare allo scopo; quello di dare un cognome “rispettabile” ai propri figli.
La donna si finge moribonda per farsi sposare, in extremis, da un amante restio e libertino. Filomena, celebrate le nozze, schizza subito in piedi vispa come un fringuello, ma il dramma di questa donna è ben lontano dal ridursi allo schema burlesco, perché la sua origine è nella figura di una madre partenopea, capace di capovolgere il suo modello tragico. Ella pretenderà una casa il cui calore non sia quello asfittico dei corpi accalcati, ma di una famiglia diversa da quella che ha avuto lei, non solo perché era povera ma perché non era una famiglia.
Questa donna s’è adattata sempre, nella sua travagliata esistenza ai cambiamenti di ambiente: “dal basso”, alla “casa di tolleranza”, all’appartamento a “San Potito”, fino all’approdo in “casa Soriano”.
Ma anche qui continua a fare la “serva” e la prostituta (di uno solo, anziché di tanti) …….
Scritta da Eduardo per la sorella Titina, che lamentava come il vero successo della ribalta fosse sempre riservato al protagonista maschile, al primo attore, e mai alla donna, e portata in scena per la prima volta al teatro Politeama di Napoli nel 1946, ”Filumena Marturano” ancora oggi è la sua commedia maggiormente  rappresentata all’estero.
Racconta Eduardo:
- L’idea di Filumena Marturano mi nacque alla lettura di una notizia; una donna a Napoli, che conviveva con un uomo senza esserne la moglie, era riuscita a farsi sposare soltanto fingendosi moribonda.  Questo era il fatterello piccante, ma minuscolo; da esso trassi la vicenda ben più vasta e patetica di Filumena, la più cara delle mie creature.-
Filumena, ex prostituta, si finge moribonda per farsi sposare dal suo amante, Domenico Soriano. Scoperta la beffa l’uomo vuole l’annullamento del matrimonio perché, sostiene, essergli stato estorto con l’inganno. A quel punto la donna rivela d’avere tre figli e che uno dei tre è figlio proprio di Domenico Soriano.
Inizialmente l’uomo è furioso ed insiste nella richiesta d’annullamento e nel voler sapere quale sia suo figlio, ma Filumena, testarda,  acconsente alla prima richiesta ed oppone un energico rifiuto alla seconda. Infine il conflitto si scioglierà e la donna riuscirà a farsi sposare con una cerimonia ufficiale e ad ottenere il riconoscimento dei tre figli.
Nel teatro eduardiano Filumena è l’unica protagonista femminile, ed unisce sia caratteristiche storicamente considerate maschili sia femminili, e cioè senso della realtà, ostinazione, perseveranza e determinazione che, come una novella don Chisciotte, la pongono contro tutto e tutti per affermare un sogno che da lungo tempo insegue: la famiglia.
Con un netto rifiuto della disgregazione familiare, in modo ossessivo, eroico e drammatico, attraverso l’orgoglioso amore di madre, ricerca ed impone quel bisogno di unità che non ha conosciuto nell’infanzia e non ha ritrovato nella sua vita da adulta, in un confronto continuo tra passato reale e doloroso e presente ideale, volendo a tutti i costi essere riconosciuta come moglie e come madre da Domenico Soriano, dai figli e dal mondo.
Medea al rovescio, non sacrifica i suoi figli, ma lotta per assicurare loro stabilità e dignità:
Hann’ ‘a sapé chi è ‘a mamma…Nun s’hann’ ‘a mettere scuorno vicino all’ at’uommene…’a famiglia…’a casa…’a famiglia.-
Filumena è ignorante, analfabeta, parla solo il dialetto, ma è egualmente capace d’affermare il suo principio e di difendersi dalle disquisizioni e dai cavilli della legge, opponendo esclusivamente la forza del sentimento.
Ben esprimendo in ciò il punto di vista dell’autore, si rivela la depositaria dei valori più autentici, quelli familiari e del riscatto della persona, entrambi rivendicati attraverso il tema della maternità, di qui la necessità di uscire dall’inganno e dalla simulazione, confidando prima al marito e poi ai figli di essere la loro madre. Ma il bisogno di riscatto e cambiamento, l’ ostinazione a volere una metamorfosi positiva, pur se attraverso l’inganno,  Vulevo fa’ ‘na truffa!Me vulevo arrubbà nu’ cugnome, inizialmente si scontrano con il rifiuto dell’uomo a cambiare, con l’immobilismo che lo lega al suo passato di uomo ricco, egoista e viveur.
In scena Filumena cerca continuamente di spiegarsi con le ragioni del cuore, ed invece Domenico si diverte ad umiliarla tentando d’imporle la legge scritta, quella vergata sulla carta, contro cui la donna oppone la sua legge personale, non sancita e non testimoniata da documenti, solo dai sentimenti e da una data, scritta su un angolo di banconota, che le permetterebbe di rivelare all’uomo, senza ombra di dubbio, chi sia suo figlio, però la donna non vuole un padre per uno solo dei suoi figli, vuole un padre per tutti e tre i figli, in concordia ed unione, per questo non scioglierà mai l’enigma.
E sarà proprio la rivendicazione femminile ad affermarsi, il bisogno di famiglia diversa e vera che ha sempre desiderato per sé e che ha voluto con determinazione per i suoi figli.
Nel finale del terzo atto la donna, che non ha mai versato una lacrima, che ha sempre avuto gli occhi asciutti perché, dice, Sai quanno se chiagne? Quanno se cunosce ‘o bbene e nun se po’ avé! Ma Filumena Marturano bene nun ne cunosce , si scioglierà in lacrime alla presenza del marito, ora comprensivo, esclamando in tono quasi liberatorio:
Dummì,sto chiagnenno…Quant’è bello a chiàgnere! -

2013_04_14 Burattini al Teatro della Luna


Teatro della Luna Assago (Mi)
I BURATTINI TI ASPETTANO A TEATRO
Nel foyer del teatro ore 17:30

Domenica 14 aprile 2013_04_14 ore 15.30 e ore 17.30
FIABE POPOLARI
Testo e Figure Ada Borgiani, Ludovica Benadduci; Musiche Aldo Passarini
Tratte dalla raccolta di “Fiabe Italiane” di Italo Calvino, in “Fiabe Popolari” si ritrovano gli elementi originari delle più grandi e famose fiabe antiche - sia regionali che internazionali - con un’attenzione particolare alle tradizioni e alle radici. I bambini potranno seguire con grande partecipazione le vicende di Peppinello, il ragazzo che doveva cercare il Diavolo, di Pitichì e l’Orco e di Cicella, la fanciulla costretta a trasportare l’acqua con un cestello, fino al delizioso finale con Gallo Cristallo, un intreccio di fiaba-filastrocca così carico di ritmo e musicalità da trasformarsi in un ritornello che resta in mente che tutti finiscono col cantare insieme ai burattini: “Gallo Cristallo, Gallina Cristallina, Oca contessa, Anatra badessa, Uccellino Cardellino si va subito alle nozze di Pollicino”.

Domenica 5 maggio 2013_05_05 ore 15.30 e ore 17.30
PINOCCHIO, storia di un burattino
Adattamenti e regia Ada Borgiani; Decorazione fondali e pupazzi Carla Accoramboni; Musiche Aldo Passarini
Il magico mondo dei burattini fa rivivere una favola senza tempo che da sempre appassiona generazioni di grandi e piccini: Pinocchio, il burattino impertinente e disobbediente, ma dal cuore grande, nato dalla penna di Collodi. Si racconta con ritmo e semplicità di quando Mastro Ciliegia trova un pezzo di legno che piange e ride come un bambino e lo regala al suo amico Geppetto, di come questi lo trasformi in un meraviglioso burattino che sa ballare, tirar di scherma e fare grandi acrobazie; delle sue trasformazioni e delle burrascose avventure in cui Pinocchio, vera birba matricolata, si caccia: “non mi serve niente io so far da me, sono libero, per un burattino basta che si fa vita facile, cerco per il mondo quel che servirà con la libertà, un po’ d’allegria, per la vita mia… mi basta così”. I bambini ritroveranno il Grillo Parlante, il Gatto e la Volpe, la Fata dai Capelli Turchini e gli altri leggendari personaggi che, tra momenti divertenti ed emozionanti, accompagneranno Pinocchio verso la realizzazione del suo desiderio più grande …!

Posto unico Euro 8

I biglietti sono in vendita presso la Biglietteria del Teatro della Luna all'ingresso del Mediolanum Forum di Milano/Assago (aperta tutti i giorni dalle ore 10 alle 22), in tutti i punti vendita TicketOne, telefonicamente al numero 892.101 (numero a tariffazione specifica) e on line su www.ticketone.it
ACQUISTA SUBITO ON LINE I TUOI BIGLIETTI A QUESTO LINK! 

2013_04_06 Teatro della Luna arriva Manuel Frattini con la sua ... sindrome da Musical

Teatro della Luna - Assago
Sabato 06 aprile 2013_04_06 ore 21
Domenica 07 aprile 2013_04_07 ore 15.30

Manuel Frattini
in
SINDROME DA MUSICAL
di Lena Biolcati
consulenza artistica di Stefano D'Orazio
con
Andrea Casati, Lucia Blanco, Angelo Di Figlia, Eleonora Lombardo,
Andrea Verzicco, Nadia Scherani
con la partecipazione di Silvia Di Stefano
regia di Alfonso Lambo

SINDROME DA MUSICAL
ACQUISTA SUBITO ON LINE I TUOI BIGLIETTI 
A QUESTO LINK! 
Poltronissima Blu € 33,00
Poltronissima € 27,00
Poltrona € 20,00
Ridotti under 14/over 70 e studenti:
Poltronissima Blu € 26,50 Poltronissima € 22,00 Poltrona € 16,50
I biglietti sono in vendita presso la Biglietteria del Teatro della Luna all'ingresso del Mediolanum Forum di Milano/Assago (aperta tutti i giorni dalle ore 10 alle 22), in tutti i punti vendita TicketOne (scopri qui il punto vendita più vicino a te), telefonicamente al numero 892.101 (per i costi del servizio clicca qui) e on line su ticketone.it UFFICIO INFORMAZIONI Via G. di Vittorio, 6  20090 Assago - Tel. 199.12.88.00
Fax. 02-48844898

Arriva i prossimi 6 e 7 aprile al Teatro della Luna il nuovo spettacolo che vede protagonista Manuel Frattini: Sindrome da musical, scritto da Lena Biolcati, per la regia di Alfonso Lambo. È uno show con cui Frattini, in modo ironico, ripercorre il proprio cammino artistico attraverso i più famosi brani del musical italiano e internazionale. Dopo aver affrontato con Toc Toc - a Time for Musical il tema degli artisti che, all'inizio, vivono nella continua ricerca di una scrittura, Manuel Frattini, dopo anni di brillante carriera, porta in scena la sua “dipendenza” dal mondo del musical. Grande performer e protagonista di acclamati spettacoli come Pinocchio il grande musical (rappresentato anche in Corea e a New York), Sette spose per sette fratelli, Aladin, Robin Hood e Peter Pan, Frattini si mette a nudo con autoironia, interpretando se stesso e sottoponendosi all’analisi di una psicologa, per cercare di guarire dalla sua ossessione per il musical; ovviamente non solo non guarirà, ma la “sindrome” finirà per contagiare l’algida dottoressa, che verrà trascinata dall’energia dello show! Il testo sarcastico e pungente, scritto da Lena Biolcati, diventa il collante per mettere in scena una successione di canzoni e coreografie originali tratte da grandi spettacoli italiani e internazionali come: Grease, Pinocchio il grande musical, Chicago, Sette spose per sette fratelli, Cabaret, La piccola bottega degli orrori, A Chorus Line, Cantando sotto la pioggia e molti altri; il tutto fra ricordi e flashback interpretati da un ottimo cast di performer: Andrea Verzicco, Angelo di Figlia, Andrea Casati, Lucia Blanco, Nadia Scherani e Eleonora Lombardo. Accanto a Manuel, nel ruolo della coprotagonista/psicologa, troviamo Silvia Di Stefano, apprezzata interprete di spettacoli come Pinocchio il grande musical, Aladin, Cabaret, cantante e insegnante di canto. Nel 2012 Silvia vince il premio come Miglior Performer Femminile per la sua interpretazione nei musical Aladin e Sindrome da Musical. La scenografia minimalista si compone di alcune pedane sovrapposte, ispirandosi agli allestimenti dei concerti, perché protagonista è soprattutto la musica. Sullo sfondo un videowall che rimanda citazioni e scene tratte dai musical più importanti, ma anche video con i contributi di artisti che irrompono nello spettacolo e dialogano con Manuel, come frutto della sua immaginazione e ossessione. Si sono prestati con grande ironia amici come: Saverio Marconi, Roberto Ciufoli, Raffaele Paganini, Rossana Casale, Garrison Rochelle, Paolo Ruffini, Katia Follesa e Stefano D’Orazio, che ha curato anche la supervisione artistica dello show. La regia è di Alfonso Lambo, giovane autore, regista teatrale e insegnante in diverse scuole sul territorio di recitazione e canto, che ha dato forma con grande gusto e equilibrio al testo narrativo. Il regista definisce Sindrome come una sorta di reality-musical poiché Manuel e l’intero cast non rappresentano personaggi inventati, ma portano davvero se stessi e le loro caratteristiche nella storia. Non si tratta di un one man show, ma di uno spettacolo corale e una dichiarazione d’amore per un genere che ha davvero contagiato tutti negli ultimi decenni.

Sindrome da musical, scritto da Lena Biolcati, per la regia di Alfonso Lambo, è uno show con cui Manuel Frattini, in modo ironico, ripercorre il proprio cammino artistico attraverso i più famosi brani del musical italiano e internazionale.
Dopo aver affrontato con Toc Toc - a Time for Musical il tema degli artisti che a inizio carriera vivono nella continua ricerca di una scrittura Manuel, dopo anni di brillante carriera, porta in scena la sua “dipendenza” dal mondo del musical.
Grande performer e protagonista di acclamati spettacoli come Pinocchio, Sette spose per sette fratelli, Aladin e Peter Pan, Frattini si mette a nudo con autoironia interpretando se stesso e sottoponendosi all’analisi di una psicologa per cercare di guarire dalla sua ossessione per il musical;  ovviamente non solo non guarirà, ma la “sindrome” finirà per contagiare l’algida dottoressa che verrà trascinata dall’energia dello show!
Il testo, sarcastico e pungente, scritto da Lena Biolcati, diventa il collante per mettere in scena una successione di canzoni e coreografie originali tratte da grandi spettacoli italiani e internazionali come: Grease, Pinocchio, Chicago, Sette spose per Sette fratelli, Cabaret, La piccola bottega degli orrori, Chorus Line, Cantando sotto la pioggia e molti altri; il tutto fra ricordi e flashback interpretati da un ottimo cast di performer: Andrea Verzicco, Angelo di Figlia, Andrea Casati, Lucia Blanco, Nadia Scherani e Eleonora Lombardo.
Accanto a Manuel, nel ruolo della coprotagonista/psicologa, troviamo Silvia Di Stefano, apprezzata interprete di spettacoli come Pinocchio, Aladin, Cabaret,  cantante e insegnante di canto. Nel 2012 Silvia vince il premio come Miglior Performer Femminile per la sua interpretazione nei musical Aladin e Sindrome da Musical.
La scenografia minimalista si compone di alcune pedane sovrapposte ispirandosi agli allestimenti dei concerti perché protagonista è soprattutto la musica. Sullo sfondo un videowall che rimanda citazioni e scene tratte dai musical più importanti ma anche video con i contributi di artisti che irrompono nello spettacolo e dialogano con Manuel come frutto della sua immaginazione e ossessione.
Si sono prestati con grande ironia amici come: Roberto Ciufoli, Raffaele Paganini, Rossana Casale, Garrison Rochelle, Paolo Ruffini, Katia Follesa e Stefano D’Orazio, che ha curato anche la supervisione artistica dello show.
La regia è di Alfonso Lambo, giovane autore, regista teatrale e insegnante di recitazione e canto in diverse scuole sul territorio; Alfonso ha dato forma con grande gusto e equilibrio al testo narrativo. Il regista definisce Sindrome come una sorta di reality-musical poiché Manuel e l’intero cast non rappresentano dei personaggi inventati ma portano davvero se stessi e le proprie caratteristiche nella storia.
Non si tratta di un one man show ma di uno spettacolo corale e una dichiarazione d’amore per un genere che ha davvero contagiato tutti negli ultimi decenni.  [Tratto da http://www.manuelfrattini.com]

2013_03_17 Milano: riparte DomenicAspasso iniziative al Barrio's

Domenica 17 Marzo 2013 dalle 14.30
in occasione della "DomenicAspasso" del Comune di Milano
BARRIO'S GUERRILLA GARDENING
Stanco dell'inverno? Libera il giardiniere che è in te e vieni a far fiorire il Barrio's.
Come un rito propiziatorio per l'arrivo della primavera, piantumeremo la fioriera sotto l'"astronave" del Barrio's, da sempre utilizzata come posacenere.
Vi aspettiamo (con qualsiasi tempo) con guanti e attrezzi da giardinaggio, domenica pomeriggio dalle 14.30 nella piazza del Centro Barrio's

DOV'E'?
a Milano, in via Barona angolo Boffalora 20142 Milano
INFO: www.barrios.it, www.amicidellamusicamilano.it tel. 02/89122383 - 3454220303

2013_03_17 Milano: riparte DomenicAspasso


Domenica 17 marzo 2013_03_17
in occasione della prima 
DomenicAspasso
del 2013 col fermo del traffico delle auto nel capoluogo lombardo, il Tci in collaborazione con il Comune di Milano propone un programma di attività gratuite per conoscere e scoprire i siti milanesi dell'iniziativa Aperti per Voi, resi accessibili grazie ai volontari Touring per il Patrimonio culturale, e i luoghi di una Milano romana poco nota. 
Per info consultate:
Nel Museo studio Francesco Messina dalle 10.00 alle 18.00 duo di violini con il seguente programma allieteranno le visite guidate:
Parte barocca
G.P. Telemann    Canoni melodiosi (sonate a due)
C.P.E. Bach    Duetto - andante, allegro, allegretto
M. Corrette    Sonata a due violini (da “L’ecole d’Orphée”) adagio, allegro, adagio, presto

Parte lirica
G. Verdi    La Traviata (selezione) - riduzione per due violini di A. Melchiori    
Marco Corsini, Silvia Maffeis, violini

2013_03_15 MEZZOTONO in concerto


Si apre con i Mezzotono la prima stagione musicale di Varese dedicata alla musica vocale.
Venerdì 15 marzo 2013_03_15 ore 21.00
Teatro Santuccio di Varese
MEZZOTONO in concerto 
Ingresso € 10,00

Lo spettacolo dei Mezzotono si propone di diffondere la “tradizione e cultura italiana” attraverso una chiave diversa e musicalmente molto originale. Lo spettacolo è eseguito interamente a cinque voci a-cappella, cioè senza l’ausilio di strumenti musicali. Sono le voci stesse a riprodurre il suono dei vari strumenti in uno show fatto di contatto con il pubblico sempre coinvolto in maniera simpatica e mai invadente.
Autentici ambasciatori della musica italiana nel mondo con un carnet che li vede impegnati in prestigiose tourneé in tutto il mondo.
Ben 20 paesi nel mondo hanno ospitato la loro musica facendolo diventare il gruppo vocale italiano con più presenze all’estero. L’originalità delle esecuzioni ben si sposa con il repertorio, fatto esclusivamente di musica italiana, che attraversa diversi stili musicali.
Sembrerà di ascoltare una vera orchestra: dallo swing, alla bossa nova, dal mambo al tango, dagli arrangiamenti per big band alla musica classica, lo spettacolo attraversa decenni della cultura musicale italiana con un impatto diverso dalle versioni originali, grazie all’imprevedibilità della sezione ritmico-vocale e all’approccio molto spesso comico dei cinque interpreti, che riescono così a coinvolgere il pubblico in maniera simpatica e mai invadente.
L’attrattiva del progetto è notevole in Italia e all’estero, in Festival jazz o di musica classica proprio per la natura del repertorio. L’esperienza maturata negli anni e il tipo di spettacolo presentato, fanno sì che il quintetto instauri facilmente una sorta di “dialogo” con il pubblico locale.
Spesso i Mezzotono hanno abbinato alla attività concertistica numerosi seminari legati alla vocalità corale e alla lingua italiana presso università in tutto il mondo.
I Mezzotono hanno all’attivo numerose apparizioni radio-televisive (RAI 2, Rai 3, RadioRAI 1, Radiomontecarlo), tour teatrali in tutto il mondo.
Prenota il tuo biglietto  € 10.00

Ufficio Stampa Solevoci
Via Guicciardini 128 - 21100 Varese, Italia
Tel: + 39 0332 260869
Fax + 39 0332 1641093
Mob: +39 345 5812326
www.solevoci.it

2013_03_20 Si ride al Teatro Libero con la più nota commedia di Michael Frayn


Dal 20 al 29 marzo 2013
Teatro Libero Via Savona 10 Milano
Rumori fuori scena
di Michael Frayn
regia Claudia Negrin
con Michele Bottini, Luca Criscuoli, Claudia Negrin, Alberto Pistacchia, Anna di Maio, Claudio Gherardi, Cecilia Broggini, Gabriele Amietta, Elena Redaelli  
luci  Ornella Banfi
scenografie Aldo Mandozzi 
costumi Paola Arcuria
traduzione Filippo Ottoni 

Dal 20 al 29 marzo torna a Teatro Libero Rumori fuori scena, la brillante commedia di Michael Frayn diventata negli anni uno dei cavalli di battaglia di Skenè Company Milano.
Notte prima del debutto, prova generale. Attori e regista definiscono gli ultimi dettagli prima del grande giorno. Peccato che lo spettacolo sia tutt'altro che pronto e la scalcinata compagnia sia guidata da un regista sull'orlo della crisi di nervi... 
Prende il via da qui una brillante commedia degli equivoci che gioca fra il teatro visto dallo spettatore in scena, e tutto ciò che in realtà accade fra i protagonisti dietro le quinte: tre atti esilaranti che portano alla luce tutte le disavventure, gli amori, le amicizie e le gelosie di una tournée teatrale, e le inevitabili e disastrose conseguenze che hanno sullo spettacolo in scena.
Una commedia in cui gli attori interpretano se stessi: difficile non lasciarsi coinvolgere dalle vicissitudini della Compagnia alle prese col tentativo di mettere in scena il proprio spettacolo! 
Ritmi serrati, grande humor e un brillante cast per uno spettacolo diventato un vero e proprio cult: all'ottavo anno di repliche, Skenè Company Milano lo ripropone in un nuovo allestimento.



Notte prima del debutto, prova generale.
Attori e regista definiscono gli ultimi dettagli prima del grande giorno.
Peccato che lo spettacolo sia tutt'altro che pronto e la scalcinata compagnia sia guidata da un regista sull'orlo della crisi di nervi...
Prende il via da qui una brillante commedia degli equivoci che gioca fra il teatro visto dallo spettatore in scena,
e tutto ciò che in realtà accade fra i protagonisti dietro le quinte:
tre atti esilaranti che portano alla luce tutte le disavventure, gli amori, le amicizie e le gelosie di una tournée teatrale, e le inevitabili e disastrose conseguenze che hanno sullo spettacolo in scena.
Ritmi serrati, grande humour e un brillante cast per uno spettacolo diventato un vero e proprio cult!

"In fondo è tutta una questione di porte e sardine..."

BIGLIETTERIA PREZZI BIGLIETTI
Intero: € 21,00 
Under 26: € 17,00
Over 60: € 13,00
allievi con carta TP CARD: € 10,00
ORARIO SPETTACOLI
da lunedì a sabato ore 21.00 domenica ore 16.00
ORARI E INFO BIGLIETTERIA
da lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 19.00
Nei giorni di spettacolo:
da lunedì a venerdì fino alle ore 21.30
sabato dalle ore 19.00 alle ore 21.30
domenica dalle ore 14.00 alle 16.30

2013_03_17 Corelli, Vivaldi e Haendel in programma per Milano Classica


domenica 17 marzo 2013_03_17, ore 11.00
Palazzina Liberty, Milano
OMAGGIO A CORELLI NEL 300° ANNIVERSARIO DELLA MORTE

il prossimo concerto della stagione concertistica di Milano Classica sarà domenica 17 marzo alle ore 11.00 in Palazzina Liberty dove tornerà protagonista l'Orchestra da Camera Milano Classica diretta da Federico Maria Sardelli. In programma un articolato omaggio ad Arcangelo Corelli nel 300° anniversario della sua morte. I concerti grossi, insieme alla celeberrima "La follia", dialogheranno con le pagine musicali di Vivaldi e Händel, grandi contemporanei di Corelli e ispiratori di tutto il Settecento musicale europeo. 

Arcangelo Corelli (1653-1713) Concerto grosso n. 1 in re maggiore op. 6
Antonio Vivaldi (1678-1741) Sinfonia da Il Farnace dramma per musica in tre atti RV 711
Georg Friedrich Händel (1685-1759) Concerto grosso n. 6 in sol minore op. 6 HWV 324
Arcangelo Corelli Concerto grosso n. 3 in do minore op. 6 
“La follia” variazioni sopra un tema di Farinelli per violino op. 5 n. 12 
(Enrico Casazza violino solista)

Antonio Vivaldi 
Sinfonia da L’Olimpiade dramma per musica in tre atti RV 725
Sinfonia da Griselda opera in tre atti RV 718

Arcangelo Corelli Concerto grosso n. 4 in re maggiore op. 6

Orchestra da Camera Milano Classica
Federico Maria Sardelli direzione

PROSSIMO CONCERTO

Milano Classica vi aspetta per il successivo concerto domenica 24 marzo alle ore 11.00, in Palazzina Liberty, con per I QUARTETTI DI MOZART CON FORTEPIANO, con Analiz Ojeda (violino), Alice Bisanti (viola), Paolo Ballanti (violoncello), Valeria Monatanari (fortepiano). 

VI RICORDIAMO CHE SONO GIA' IN PREVENDITA IN PALAZZINA LIBERTY I BIGLIETTI PER IL CONCERTO STRAORDINARIO DEDICATO A CHOPIN IN PROGRAMMA IL 18 APRILE ALLA SOCIETA' DEL GIARDINO CON L'ORCHESTRA DA CAMERA MILANO CLASSICA DIRETTA DA ENRICO POMPILI AL PIANOFORTE (per gli uomini è richiesta giacca e cravatta)
Se desiderate abbonarvi alla stagione concertistica oppure entrare nella community degli Amici di Milano Classica potete farlo fin d'ora, scaricando i moduli di adesione direttamente dal sito o chiamando in ufficio al n. 02.28510173.
ORCHESTRA DA CAMERA MILANO CLASSICA
Via Leoncavallo 8 - 20131 MILANO
Tel. 02-28510173   Fax 02-28510174

2013_03_16 Festival di chitarra patrocinato dal Comune di Milano



Incontri con la Chitarra
Festival di chitarra patrocinato dal Comune di Milano
XXXII edizione
16-23 MARZO 2013
In ricordo di Rocco Peruggini


Sabato 16 marzo 2013_03_16 ore 15
Expo-concerto di liuteria
Ascolto, esposizione e prova di chitarre da concerto, costruite da liutai ed aspiranti tali...


Sabato 16 marzo 2013_03_16 ore 20.45
Nicola Jappelli
http://www.concertodautunno.it/cur/jappellin.html
Musiche di Scarlatti, Malipiero, Bettinelli, Ghedini, Turina, Torroba, Manen

Sabato 23 marzo 2013_03_23 ore 20.45
Emanuele Buono
Musiche di Tàrrega, Rodrigo, Asencio, Aguado, José

Palazzina Liberty
Parco di Largo Marinai d'Italia
I concerti incominciano alle 20,45
Il prezzo d'ingresso è 8 €
Expo-concerto di liuteria ingresso libero.
http://www.ateneodellachitarra.it/festival.xml
http://www.facebook.com/pages/Ateneo-della-Chitarra-di-Milano/415213621861711


2013_03_25 Primo concerto della tournée dei complessi del Kazakistan

Lunedì 25 marzo 2013_03_25, ore 20,45
TEATRO ALFIERI TORINO
Concerto straordinario fuori abbonamento
Orchestra Sinfonica dell'Università Nazionale Kazaka delle Arti di Astana (capitale del Kazakistan)
direttore Aidar Torybaev
Coro, Balletto e Orchestra Tradizionale
direttrice del Coro G.K. Kuttybadamova
BIGLIETTO POSTO UNICO NUMERATO 12€ – RIDOTTO 10 – SPECIALE ABBONATI 8€
In programma:
Concerto per violino e orchestra in re magg. op. 35 di P. I. Tchaikovsky

Musica popolare Turkesh, Konil-Ashar - Orchestra Tradizionale
S. Baiterekov Kui (musica dei popoli di origine Kipcaki) - Coro a Cappella
A. Korazbaev Ush konyr - Coro a Cappella - testo di N. Nazarbaev (Presidente della Repubblica del Kazakhstan)
B. Baikadamov Su tasushi kyz (la ragazza che porta l’acqua) - Coro a Cappella
Musica popolare Shashu - Ensemble di dombristi
Musica popolare Ingaitok - Balletto - coreografo M. Tolebaev
E. Hussainov Korkyt - Ensemble folcloristico
Musica popolare Kusbegi dauilpaz - Balletto - coreografo A. Ismailov
Musica popolare Canzoni tradizionali kazakhe - Orchestra Tradizionale
solisti: Kairat Baibosinov, Sirim Muhametzhanov, Aidana Imanberdieva
M. Tolebaev Mereke bi (danza di apertura per le feste) - Coreografo Z. Raibaeva
A. Konanbaev Aittim salem Kalamkas - Orchestra Tradizionale - solista: Malik Azat
D. Nurpeissova Nauai - Orchestra Tradizionale
T. Kazhgaliev Kiz kuu - Orchestra Sinfonica
P. I. Tchaikovsky Marcia slava op. 31 - Orchestra Sinfonica
P. I. Tchaikovsky Concerto per violino e orchestra in re magg. op. 35 - Orchestra Sinfonica

Un'occasione unica per ascoltare una delle più grandi violiniste nel panorama mondiale, il cui virtuosismo e cantabilità ha stupito tutti i
critici. La sua tecnica impeccabile, esaltata da una intonazione assoluta e un vibrato di rara bellezza, permette alla melodia di raggiungere il cuore degli spettatori.

KAZAKISTAN GALA
Tournée debutto a Torino Teatro Alfieri 25 marzo – 26 marzo 2013_03_26 Milano Teatro dal Verme - 28 marzo 2013 Firenze Teatro Verdi – 30 marzo 2013_03_30 Roma Auditorium della Conciliazione
Musiche e balletti tradizionali Kazaki con Ensemble di dombristi
Il 19 marzo uscirà il CD della violinista Aiman Mussakhajayeva etichetta Deusche Grammophon con i Wiener Philarmoniker musiche di Tchaikovsky e Prokofiev.

Il pubblico torinese avrà la possibilità di assistere ad un evento assolutamente unico: "Kazakhstan Gala" presenterà il meglio della tradizione artistica e musicale del grande paese asiatico unita al repertorio russo rappresentato dalla musica di P. I. Cajkovskij. Per la prima volta in Italia si esibiranno l'Orchestra Sinfonica, l'Orchestra Tradizionale, il Coro e il Balletto dell'Università delle Arti del Kazakhstan e la grande violinista Aiman Mussakhajayeva: uno spettacolo grandioso con ben 200 artisti che si alterneranno sul palco. Il programma comprenderà nella prima parte : brani per Orchestra Tradizionale in costume Kazaki, brani per Coro a Cappella, Balletti con costumi tradizionali del Kazakhstan. Nella seconda parte l'Orchestra Sinfonica si esibirà in "Kyz Kuu" di T.Kazhgaliev, seguiranno di Pyotr Ilyich Tchaikovsky "Marcia slava" op. 31 e Concerto per violino e orchestra in re maggiore, op. 35. Violino solista sarà Aiman Mussakhajayeva. Un'occasione unica per ascoltare una delle più grandi violiniste nel panorama mondiale, il cui virtuosismo e cantabilità ha stupito tutti i critici. La sua tecnica impeccabile, esaltata da una intonazione assoluta e un vibrato di rara bellezza, permette alla melodia di raggiungere il cuore degli spettatori. Il 19 marzo uscirà il CD della violinista Aiman Mussakhajayeva, etichetta Deusche Grammophon e musiche di Tchaikovsky e Prokofiev. La tournée "Kazakhstan Gala" proseguirà al Teatro Dal Verme di Milano (martedì 26), al Teatro Verdi di Firenze (giovedì 28) e all'Auditorium della Conciliazione di Roma (sabato 30).



2013_03_20 Violino e pianoforte in concerto al Teatro Alfieri


I CONCERTI DEL POMERIGGIO al TEATRO ALFIERI DI TORINO
Stagione 2012 - 2013 Edizione XXIII
ISTITUTO NAZIONALE D'ARTE CONTEMPORANEA
COORDINAMENTO NAZIONALE CIRCOLI DI CULTURA IGNAZIO SILONE
INIZIATIVA CULTURA ARTE MUSICA TURISMO
Teatro Alfieri, mercoledì 20 marzo 2013, ore 16
Concerto “Le grandi sonate per violino e pianoforte”
SERGIO LAMBERTO violino
SANDRO LEONE pianoforte

W. A. Mozart Sonata K 296 in do maggiore
Allegro vivace - Andante sostenuto - Rondo. Allegro
L. v. Beethoven Sonata op. 24 in fa maggiore “La primavera”
Allegro - Adagio molto espressivo -Scherzo (Allegro molto)-Rondo (Allegro ma non troppo)
J. Brahms Sonata n. 3 op. 108 in re minore
Allegro-Adagio-Un poco presto e con sentimento-Presto agitato


I CONCERTI DEL POMERIGGIO 2012-2013 organizzazione: ISTITUTO NAZIONALE D'ARTE CONTEMPORANEA
Direzione Artistica : Secondo Villata – Direzione Organizzativa : Daria Patrucco - Segreteria : Maria Borasio ( tel.011.223.9138 )
Biglietto posto numerato intero € 9 - ridotto € 8
Biglietti e abbonamenti presso:TEATRO ALFIERI piazza Solferino 4, tel. 011.562.3800
TEATRO GIOIELLO via C.Colombo 31, tel. 011.580.5768 TEATRO ERBA corso Moncalieri 241, tel. 011.661.5447

2013_03_16 Novara Jazz Winter


2012-13
Novara Jazz Winter, terza edizione 


Auditorium Brera
Sabato 16 marzo 2013_03_16 - ore 21.00
Ab Baars: sax tenore, clarinetto, shakuhachi
Ig Henneman: viola 

Auditorium Cantelli
Venerdì 26 aprile 2013_03_26 - ore 21.00
Ken Vandermark: sax tenore, sax baritono, clarinetto
Stefano Ferrian: sax tenore, sax alto
Luca Pissavini: contrabbasso
Simone Quatrana: pianoforte
Mimmo “Sec_”: revox analogico, trattamento istantaneo del suono  

Auditorium Brera
Sabato 27 aprile 2013_03_27 - ore 21.00
Larry Ochs: saxofoni
Don Robinson: batteria
Primo degli appuntamenti entrati nella programmazione di Novara Jazz Winter 2012-2013: la rassegna che, iniziata a settembre 2012 per terminare ad aprile 2013, e che ha messo in calendario e offerto alla città di Novara e al grande pubblico del jazz dieci appuntamenti di qualità artistica indiscussa, ponendo le basi per i festeggiamenti per il decennale del festival estivo Novara Jazz (24 maggio – 9 giugno 2013).

La rassegna invernale porta la firma della direzione artistica di Riccardo Cigolotti, affiancato da Corrado Beldì. L’appuntamento di sabato 16 è alle 21 presso l’Auditorium dell’Istituto Musicale Brera di Novara con il duo Ab Baars e Ig Henneman.
Il duo Baars-Henneman è formato da due dei principali compositori-improvvisatori della fiorente scena jazz olandese: il polistrumentista Ab Baars e la violista Ig Henneman violista. A Novara presenteranno una selezione del loro nuovo lavoro, Autumn Songs: una serie di libere improvvisazioni e composizioni.
Partner nella vita così come la musica, Baars e Henneman hanno lavorato insieme dalla fine degli anni Ottanta. La loro prima performance come duo risale al 1999 per il Festival Controindicazioni di Roma, e da allora hanno girato in duo tutto il mondo dal Giappone agli Stati Uniti, dal Canada al Brasile e tutta l’Europa. Nel 2006 registrano il loro album di debutto come duo, Stof (Wig), che il critico Frans van Leeuwen ha descritto come "Un paesaggio sonoro poetico, una favola musicale, una passeggiata senza una mappa chiave. Questo CD è intangibile e ambiguo come la piccola parola ‘Stof’". All'inizio del 2013 hanno presentato il loro nuovo CD in duo Rain Curtains, registrato dal vivo al Bimhuis di Amsterdam il 30 novembre del 2012.
Lavorando con una combinazione di composizioni e brani completamente improvvisati, Baars e Henneman collaborano in un modo che è immediato quanto ricco di contraddizioni. Essi utilizzano elementi di generi diversi, tra cui jazz e musica classica occidentale, ma anche i canti dei nativi americani e canzoni con diversi idiomi popolari. Questo, unito a una profonda conoscenza del free jazz e del improvvisazione libera, li ha portati a una sorta di irriverente linguaggio personale che consente loro di guardare al passato mentre si distruggono le sue restrizioni. Questa irriverenza e giocosità è tipica della musica improvvisata olandese. Tuttavia all'interno del duo si sente una costante tensione verso la sperimentazione e il controllo. Mai contenti di intraprendere la via più facile il duo spinge sempre la musica, ed i suoi ascoltatori, fino al punto di rottura.
Ab Baars suona il sax tenore, clarinetto, shakuhachi con uno stile del tutto peculiare. Tra le sue formazioni il trio Ab Baars con il bassista Wilbert de Joode e il batterista Martin van Duynhoven, che ha guidato per più di 20 anni. In diverse occasioni, il trio ha accolto ospiti speciali, tra cui Steve Lacy, Ken Vandermark, Roswell Rudd, Chancy Vincent, e Fay Victor. Nel 1989, Ab ha ricevuto la più alta onorificenza un musicista jazz può ricevere nei Paesi Bassi, il Boy Edgar Award. "Il suo lavoro è sempre stato intelligente e caratterizzato da una cura maniacale", afferma il critico del Down Beat Peter Margasak.
Ig Henneman è "un’artista incapace di rimanere soddisfatto di qualsiasi tipo di musica che si trova rigorosamente entro i confini di uno stile”, scrive critico Ed Hazell in Signal to Noise. Ha creato "un mondo musicale bello e tutto suo che ha sviluppato tra poesia, jazz, classica, musica improvvisata e canto di uccelli." Ha composto e guidato la Ig Henneman Tentet e il Ig Henneman String Quartet. Inoltre, è membro del Queen Mab Trio con le canadesi Lori Freedman al clarinetto e Marilyn Lerner al pianoforte.

I biglietti per questo concerto sono acquistabili in sede di spettacolo al costo di 15,00 euro. I prossimi concerti di Novara Jazz Winter sono Venerdì 26 aprile all’Auditorium Cantelli con Ken Vandermark, Stefano Ferrian, Luca Pissavini, Simone Quatrana, Mimmo “Sec_” e sabato 27 aprile all‘Auditorium del Brera con Larry Ochs e Don Robinson.
Si ringraziano per il sostegno la Fondazione Comunità Novarese, Acqua Novara Vco, l’Istituto Superiore di Studi Musicali "Guido Cantelli", il Civico Istituto Musicale Brera e il Comitato d’Amore Casa Bossi e il Comune di Novara per il patrocinio.

2013_03_16 I colori della terra spettacolo musicale al Silvestrianum


Sabato 16 marzo 2013 - ore 20.45
TEATRO SILVESTRIANUM
Via A.Maffei 29 – Milano - tel.02.5455615 - www.teatrosilvestrianum.it
Associazione Musicale MONTEVERDI
presenta
I COLORI DELLA TERRA
Musiche di Satie, Butler, Sakamoto, Brouwer, Jenkins

Con la partecipazione di
Coro Calicanthus
Coro voci bianche Orecchioalato
Ensemble chitarristico
Fabricio Malaquias flauto
Jacopo Zonzin viola
Marco Renna percussioni
Paola Elli pianoforte

Dirige Sandra De Tuglie
Una panoramica parziale ma originale sulla musica moderna in costante bilico fra tradizione classica europea e world music, il gusto per la descrizione naturalistica e le atmosfere ambient music, il ritorno alle origini e la scoperta di nuove sonorità.
BIGLIETTI  INTERO € 12,00 RIDOTTO * € 10,00
ABBONAMENTO 3 SPETTACOLI MUSICA  INTERO € 25,00  RIDOTTO * € 20,00
* Riduzione applicata a ragazzi fino a 18 anni – adulti oltre 60 anni
INFO E PRENOTAZIONI www.teatrosilvestrianum.it
SEGRETERIA 02.5455615 dal lunedì al venerdì ore 16.00 – 18.00
SONO VALIDI GLI ABBONAMENTI MUSICA 2013 ACCESSIBILITÀ AI DISABILI

2013_03_20 Al San Babila di Milano pianoforte e flamenco


Mercoledì 20 marzo 2013_03_20 ORE 21.00
TEATRO SAN BABILA - Milano
Presenta

IOANA MARIA LUPASCU
in
NOTE CON FLAMENCO

IL PIANOFORTE CHE SOGNAVA IL FLAMENCO
   e con LUCAS MOLINA


La spettacolarità del flamenco unita al virtuosismo del pianoforte classico in una magica poesia di ritmo e passione .
Ioana Maria Lupascu, pianista solista di Stato e concertista della Filarmonica Nazionale “Paul Constatinescu”, è nata in Romania e si esibisce per la prima volta in pubblico all’età di sei anni. Dopo aver partecipato e vinto diversi concorso in tutta Europa, torna in Romania dove diventa la solista in quasi tutte le filarmoniche del Paese: Bucarest, Timisoara, Galati, …Ha tenuto recital e concerti in Italia, Svizzera, Croazia, Belgio, Lituania e dal 2012 porta in tourneè lo show che unisce musica classica e flamenco.
Lucas Molina, nato a Buenos Aires, oltre al flamenco studia pittura, percussione classica e araba. Ha ballato nei teatri di Spagna, Buenos Aires, Grecia, Olanda, Italia; vive e lavora in Romania dove collabora con grandi artisti e musicisti e ha una scuola di flamenco.
I pezzi che Iona Lupascu eseguirà e sui quali Lucas Molina danzerà sono:
  • Night in Buenos Aires, K.Andonian
  • Black Flamingo, L.Tieppo
  • Nocturna n° 1, P.Campanini
  • FridaKahlo, S.Pobereznic
  • Libertango, A.Piazzolla
  • Iconic suite, Lamothe
  • Lacrima, Zorro, S.Pobereznic
  • Country images, S. Sharifian
  • Adios nonino, A.Piazzolla
  • Pas de deux, Zorro, S.Pobereznic
  • Danza rituale del fuoco, M.De Falla

Ufficio Stampa:  tel. 02/795469- 02/76002985 – ufficiostampa@teatrosanbabila.it

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)