2018_02_25 Nabucco in scena al Coccia di Novara per due recite venerdì e domenica

Venerdì 23 febbraio 2018_02_23 ore 20.30 – Turno A
Domenica 25 febbraio 2018 ore 16.00 – Turno B
Teatro Coccia di Novara - Stagione 2017-2018
GIUSEPPE VERDI - NABUCCO
Opera in quattro atti
Musica di Giuseppe Verdi, su libretto di Temistocle Solera
Prima rappresentazione: Milano, Teatro alla Scala, 9 marzo 1842
Personaggi ed interpreti:
Nabucco (Nabucodonosor), re dei Babilonesi ENKHBAT AMARTUVSHIN, baritono
Ismaele, nipote di Sedecia re di Gerusalemme TATSUYA TAKAHASHI, tenore
Zaccaria, gran pontefice degli Ebrei MARKO MIMICA, basso
Abigaille, schiava, figlia adottiva di Nabucco REBEKA LOKAR, soprano
Fenena, figlia di Nabucco innamorata di Ismaele SOFIA JANELIDZE, mezzosoprano
Abdallo, vecchio ufficiale del re di Babilonia GJORGJI CUCKOVSKI, tenore
Anna, sorella di Zaccaria MADINA KARBELI, soprano
Gran sacerdote di Belo DANIELE CUSARI, bass-bariton
Soldati babilonesi, soldati ebrei, Leviti, vergini ebree, donne babilonesi, Magi, grandi del regno di Babilonia, popolo (coro)

Orchestra della Fondazione Teatro Coccia
con Orchestra del Conservatorio Guido Cantelli
Coro San Gregorio Magno
Direzione d’orchestra Gianna Fratta
Regia, scene, costumi e luci Pier Luigi Pizzi
Coreografie Francesco Marzola
Allestimento della Rete Lirica delle Marche
Produzione Fondazione Teatro Coccia Onlus
Telefono: 0321 233 201
Info su http://www.fondazioneteatrococcia.it/

Parte prima e seconda 65'
Intervallo 20'
Parte terza e quarta 50 '

Nabucco (Nabucodonosor), re dei Babilonesi ENKHBAT AMARTUVSHIN, baritono


Abigaille, schiava, figlia adottiva di Nabucco REBEKA LOKAR, soprano


Zaccaria, gran pontefice degli Ebrei MARKO MIMICA, basso
Ismaele, nipote di Sedecia re di Gerusalemme TATSUYA TAKAHASHI, tenore
Fenena, figlia di Nabucco innamorata di Ismaele SOFIA JANELIDZE, mezzosoprano

Una prima che è stata accolta da un caloroso e fragoroso consenso di pubblico ha segnato questo nuovo allestimento andato in scena al Teatro Coccia di Novara del "Nabucco" di G.Verdi.
Opera che ha visto da una parte allestimenti sontuosi e dall'altra assurde trasposizioni di spazio, tempo e intenti.
Ma nelle sapienti mani di Pierluigi Pizzi ( in ottima forma ) diventa una rappresentazione, quasi di una partita a scacchi tra i "neri e bianchi" e i "neri e rossi", che  si chiude con uno scacco alla Regina, dopo il presunto scacco al Re. L'unica cosa che non mi è andata a genio, come in qualunque altro caso del genere, è la sceneggiatura della Sinfonia che distoglie dalla musica anche se pure creatrice di belle immagini. Il compito di aprire le scene e di apparire più volte nelle varie "marcette" come danzatori è affidato ai "sette" danzatori, guerrieri e dervisci, che creano bei momenti visivi con la gonna rotante nelle figure di danza.
Lo spazio scenico è un quadrato circondato da semplici quinte nere con uno sfondo luminoso dal chiaro al rosso all'azzurro verde. Oggetti si scena il candelabro ebraico nella scena del tempio e il trono per il duetto Abigaille-Nabucco.
Il cast ha brillato nei i ruoli dalla sontuosa coppia Nabucco-Abigaille, e nella voce raffinata del sacerdote Zaccaria.


TEATRO COCCIA - NOVARA
FONDAZIONE TEATRO COCCIA ONLUS
Via f.lli Rosselli, 47 - 28100 Novara (NO) – Tel. +39.0321.233200 – Fax +39.0321.233250
www.fondazioneteatrococcia.it – info@fondazioneteatrococcia.it

2018_03_17 Aida arriva al Teatro Martinetti - Garlasco PV

Sabato 17 Marzo 2018_03_17 ore 20:30
Domenica 18 Marzo 2018_03_18 ore 16:00
Teatro Martinetti - Garlasco PV
Stagione d'opera 2018
Giuseppe Verdi
Aida
Personaggi ed interpreti
Aida - Costanza Li Keng, soprano
Radames - Yunkyu Kim,tenore
Amneris - Erika Fonzar, mezzosoprano
Amonasro - Alessio Verna, baritono
Ramfis - Oliviero Pari, basso
Il Re dell'Egitto . Alfredo Conci, basso
La Sacerdotessa - Gloria Carminati,  soprano
Il Messaggero - Davide Capitanio, tenore
Maestro concertatore al pianoforte - Gianfranco Messina
Regia, scene e costumi - Fabio Buonocore

Quartetto d'archi femminile oper@lirica
Corale Antonio Vivaldi - Sannazzaro - Dir. Gian Marco Moncalieri
Quartetto di trombe di Luigi Bascapè
Corpo di ballo Omnia Dance A.S.D. - coreografie di Nelly Semenova
Assistente di produzione e realizzazione costumi Elena Martelli
Tecnico luci Biagio Castellani
Ingresso 20/15 Euro
Info 328 294 3439

2018_03_01 Narek Hakhnazaryan ai Pomeriggi con Andris Poga alla direzione

73ª STAGIONE SINFONICA
ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI
Musica a Colori
Direttore Artistico, M° Maurizio Salerno
Giovedì 1 marzo 2018 ore 21.00
Sabato 3 marzo 2018 ore 17.00
Generale aperta – giovedì 1 marzo ore 10.00
Teatro Dal Verme
Via San Giovanni sul Muro 2 – Milano
CONCERTO SINFONICO
Programma:
Šostakovič, Concerto per violoncello e orchestra n. 1, in Mi bemolle maggiore, op. 107
Schumann, Sinfonia n. 2, in Do maggiore, op. 61
Violoncello: Narek Hakhnazaryan
Orchestra I Pomeriggi Musicali
Direttore: Andris Poga

Primo dei due appuntamenti in programma con il direttore lettone Andris Poga, il quale, per il cartellone di Musica a Colori, 73ª Stagione sinfonica dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali, tornerà sul podio del Teatro Dal Verme di Milano a una settimana da ora.
A dividere il palco con il M° Poga e I Pomeriggi, giovedì 1 marzo, alle ore 21:00, e sabato 3 marzo, alle ore 17:00, sarà il giovane violoncellista armeno Narek Hakhnazaryan, vincitore nel 2011, a soli 22 anni, del Primo Premio e della Medaglia d’Oro al XIV Concorso Internazionale Čajkovskij.
Il programma presentato ci proporrà in apertura di serata il Concerto per violoncello e orchestra n. 1 di Šostakovič e si concluderà con la Sinfonia n. 2, in Do maggiore di Schumann.

VEDI FOTOSERVIZIO CONCERTODAUTUNNO foto by Paolo Vasco Dell'Oro

2017_11_10 SERATE MUSICALI 1718 OFF appuntamenti da non perdere

teatro dal verme serate musicali
Teatro Dal Verme via San Giovanni al Muro, 3 Milano
SERATE MUSICALI 1718 OFF
realizzato da WEC
in collaborazione con Serate Musicali
Tre originali appuntamenti teatro dal verme serate musicali off, una abbinata che propone l'unione della sede storica de I Pomeriggi Musicali ed una altra altrettanto storica manifestazione musicale di Milano quale le SERATE MUSICALI.

Venerdì 10 Novembre 2017_11_10 H 21.00
SERGEI NAKARIAKOV, tromba (flicorno)
e I SOLISTI AQUILANI
Programma
E. GRIEG: Holberg-Suite op. 40
F.J.HAYND: Concerto per violoncello in do magg.( versione di S.Nakariakov con flicorno soprano)
F.SCHUBERT Quartetto per archi n. 14 in re minore, D. 810 "Ver Tod und das Mädchen" (La morte e la fanciulla) versione per ensemble d'archi di Gustav Mahler
VEDI FOTOSERVIZIO CONCERTODAUTUNNO

ATTENZIONE IL CONCERTO DEL 1 DICEMBRE NON SI TERRA' IN QUANTO E' STATA ANNULLATA LA TOURNEE della Gypsy Philarmonic Orchestra
Venerdì 01 Dicembre 2017_12_01 H 21.00
Gypsy Philarmonic Orchestra
Orchestra diretta da SÀRKOZI LAJOS SENIOR
musiche di ROSSINI, BRAHMS, ERKEL, MONTI, STRAUSS jr., DE SARASATE, OFFENBACH, TCHAIKOVSKY, FERRARIS, STRAUSS, DINICU, WILLIAMS

Domenica 11 Febbraio 2018_02_11 H 17.00 <--- anticipato alle 17.00 non alle 21.00 !
MNOZIL BRASS
Cirque
i Magnifici sette ritornano con il loro nuovo irresistibile spettacolo: la terra è rotonda, l'umanità ride, la vita è un circo!
VEDI FOTOSERVIZIO CONCERTODAUTUNNO

Mercoledì 21 Febbraio 2018_02_21 H 21.00 
BAHRAMI/REA
Bach is in the air
musiche di J.S. BACH, nelle interpretazioni di Ramin Bahrami e nelle improvvisazioni di Danilo Rea
Programma
Sarabanda in sol minore BWV 839
Fuga in la minore BWV 897/2
Preludio e Fuga sul nome Bach BWV 898
Aria sulla quarta corda
Fantasia in sol minore BWV 920
Bach-Siloti: Preludio
III tempo dal Concerto per clavicembalo e archi in re maggiore BWV 1054
Fuga in mi minore BWV 945
Fuga in mi minore (frammento) BWV 960
Preludio dalla prima Partita BWV 825
Dalle Variazioni Goldberg: Aria e I Variazione
Preludio n.1 in do maggiore BWV 846
Invenzione a due voci n.1 in do maggiore BWV 772
I tempo dal Concerto per clavicembalo e archi in re minore BWV 1052
VEDI FOTOSERVIZIO CONCERTODAUTUNNO

SERATE MUSICALI OFF 2017 2018
Tra i vari appuntamenti musicali che nascono nella animatissima vita culturale di Milano Ecco un nuovo calendario di appuntamenti che avranno sede al teatro Dal Verme di Milano, ma che sarà organizzato in collaborazione con le SERATE MUSICALI.
Si tratta di quattro concerti particolari perché presentano dei concertisti di fama internazionale nell'ambito della musica classica uniti a jazzisti come nell'ultimo che si terrà il 21 febbraio 2018 e vedrà unito Ramin Bahrami con Danilo Rea, ad altri che sono espressione dell'arte circense in versione diciamo musical-attualizzata come il MNOZIL Brass circo l’11 febbraio.
Ad aprire questa rassegna toccherà invece al flicorno di Sergej Nakariakov con i Solisti Aquilani il 10 novembre 2017.
I concerti si terranno tutti alle ore 21:00  e alle 17.00 per i MNOZIL Brass ed è possibile acquistarli in modo singolo con un prezzo di ingresso di €25 oppure anche in abbonamento su TicketOne.
Per i giovani under 30 sarà possibile avere anche una promozione nell'acquisto di questi biglietti.

SITO UFFICIALE http://www.seratemusicali.it/stagione-2016-2017/serate-musicali-off/

2018_02_24 PALAZZINA LIBERTY IN MUSICA

PALAZZINA LIBERTY IN MUSICA
Stagione 2017/18
Un progetto Comune di Milano | Cultura, Area Spettacolo
Palazzina Liberty Dario Fo e Franca Rame, Largo Marinai d’Italia 1, Milano


24 FEBBRAIO 2018 – Sabato, ore 21.00
MILANO CLASSICA e NOVURGIA
Conoscere o riconoscere la musica?
SON'ORA: POESIA CHIAMA MUSICA
Spettacolo musicale con brani e tocchi percussivi di Davide Anzaghi
Arrangiamento di testi poetici a cura di Giusy Caruso
D. Anzaghi, Segni, Ritografia, Due intermezzi: Variazioni su tema esoterico, Rondò della notte, Tinum
Giusy Caruso pianoforte, percussioni e voce recitante
Ingressi
intero: € 10.00 | under30: € 5.00 | bambini sotto i 12 anni accompagnati: € 2.00
gruppi da un minimo di 6 persone: € 8.00
www.milanoclassica.it | segreteria@milanoclassica.it T. +39 02 28510173
www.novurgia.it | info@novurgia.it | M. +39 345 0505525


25 FEBBRAIO 2018_02_25 – Domenica, ore 10.45
MILANO CLASSICA. Stagione orchestrale
VIAGGIO A MILANO
Il fascino ritrovato della musica milanese del ‘700
A. Brioschi, Sinfonia per archi in Re maggiore
A. Vivaldi, aria Tornerò, pupille belle da “Teuzzone”, RV 736, Atto II, Scena II
A. Vivaldi, Gelido in ogni vena da “Farnace” RV 711, Atto II, Scena V
A. Zani, Concerto per violino e archi in Re maggiore
A. Vivaldi, Quell'augellin da “La Silvia” RV 734, Atto II, Scena VI
A. Vivaldi, Si ribelle anderò, morirò da “TeuzzoneRV 736, Atto II, Scena XI
A. Zani, Concerto per violino e archi in La maggiore op. 4, n. 12
W.A. Mozart, Exsultate, jubilate, mottetto per soprano e orchestra K 165
Gemma Bertagnolli soprano
Enrico Casazza violino e concertatore
Orchestra da camera Milano Classica
Ingressi
intero: € 13.00 | ridotto: € 10.00 | under30: € 5.00
bambini sotto i 12 anni accompagnati: € 2.00
gruppi da un minimo di 6 persone: € 8.00
www.milanoclassica.it | segreteria@milanoclassica.it T. +39 02 28510173


25 FEBBRAIO 2018_02_25 – Domenica, ore 15.30
FESTIVAL LIEDERÌADI
IL TATARO
Piero Rattalino racconta Sergej Rachmaninov
Oksana Lazareva contralto
Eddi De Nadai pianoforte
Piero Rattalino musicologo, voce recitante
INTENDE VOCI Chorus
Mirko C. Guadagnini maestro concertatore
Ingressi
unico: € 15 | € 13 soci Fai e Touring Club | under18: gratuito
www.festival-liederiadi.it | liederiadi@festival-liederiadi.it | M. +39 347 4202137
Prevendite: www.vivaticket.it

Per la programmazione settimanale di Palazzina Liberty in Musica sabato 24 febbraio, ore 21.00, Novurgìa, partner di Milano Classica, propone “Son’ora: Poesia chiama Musica”, spettacolo musicale con brani e tocchi percussivi del compositore Davide Anzaghi; al pianoforte Giusy Caruso, qui anche in veste di voce recitante e percussionista. Sempre di Giusy Caruso sono gli arrangiamenti dei testi poetici.
Con “Viaggio a Milano, il fascino ritrovato della musica milanese del ‘700”, domenica 25 febbraio, ore 10.45, l’Orchestra da camera Milano Classica, diretta da Enrico Casazza, violino e concertatore, affronterà pagine dei compositori Brioschi, Zuccarini e Zani, alternandole ad arie di Vivaldi e Mozart, affidate alla voce solista di Gemma Bertagnolli. Fra le arie in repertorio il soprano trentino eseguirà il celebre mottetto “Exsultate jubilate”, composto nel 1773 per il castrato Venanzio Rauzzini da un Mozart appena diciassettenne durante uno dei suoi soggiorni a Milano; il 17 gennaio dello stesso anno Rauzzini lo eseguirà nel convento dei Teatini a Milano, presso la chiesa di Sant'Antonio Abate.
Sempre domenica 25 febbraio, ore 15.30, l’appuntamento è con il Festival Liederìadi ne “Il Tataro. Piero Rattalino racconta Sergej Rachmaninov”, viaggio nella vita del pianista e compositore russo. In programma musiche per contralto e pianoforte, brani per coro femminile e a voci miste e la narrazione di passi che illustrano momenti decisivi nel percorso umano e artistico di Rachmaninov. L’appuntamento, con il prestigioso contributo dello storico della musica e critico musicale Piero Rattalino, vedrà sul palco della Liberty il contralto russo Oksana Lazareva, Eddi De Nadai al pianoforte e l’ensemble Intende Voci Chorus, diretti da Mirko Guadagnini.


2018_02_23 Musica e Parola nel tempo di Quaresima a Milano

L'ORA NONA
Musica e Parola nel tempo di Quaresima

Venerdì 23 Febbraio 2018_02_23 
ore 13
Basilica di Santa Maria presso San Satiro
Via Torino 17/19 MILANO
La cena
Lc 22, 1-23
Erika Renai, voce recitante
Claudio Cardani, organo
Ingresso libero e gratuito
La particolare proposta dei Concerti Spirituali tenuti presso la Basilica di San Satiro continua con un ciclo di sei appuntamenti che segnano lo sviluppo del tempo di Quaresima coinvolgendo anche la Basilica di San Giorgio al Palazzo. Si tratta di un modello ormai consolidato che caratterizza un importante aspetto dell’accoglienza in San Satiro. I sei momenti di sosta, tra musica e Parola, sono collocati il Venerdì alle 13, nella pausa pranzo, con una durata di circa trenta minuti.


Basilica Santa Maria presso San Satiro Via Torino 17/19 Milano

Venerdì 02 Marzo 2018_03_02
ore 13
Come colui che serve
Lc 22, 24-38
Antonio Gargiulo, voce recitante
Matteo Galli, organo

Venerdì 09 Marzo 2018_03_09
ore 13
La notte
Lc 22, 39-53
Erika Renai, voce recitante
Matteo Galli, organo

Venerdì 16 Marzo 2018_03_16
ore 13
Il canto del gallo
Lc 22, 54-71
Antonio Gargiulo, voce recitante
Matteo Galli, organo

Venerdì 23 Marzo 2018_03_23
ore 13
Pilato ed Erode
Lc 23, 1-32
Erika Renai, voce recitante
Claudio Cardani, organo

Basilica San Giorgio al Palazzo Piazza San Giorgio, 2 Milano

Venerdì 30 Marzo 2018_03_30
ore 13
Dall’ora sesta all’ora nona
Lc 23, 33-56
Antonio Gargiulo, voce recitante
Matteo Galli, organo

La passione di Gesù è il cuore di ogni Vangelo. Forse bisognerebbe leggere i Vangeli a partire dalla passione perché si comprenderebbe meglio tutto il resto. Questo vale, in particolare, per il Vangelo di Luca. La croce di Gesù è una discriminante per la fede e bisogna passarvi attraverso, con tutto il carico di domande, di dubbi, di perplessità, forse anche di tradimenti, per coglierne il pieno significato. Come è accaduto a Pietro, agli altri discepoli e a tutti i personaggi coinvolti nel racconto, la croce di Gesù evidenzia le fragilità, il peccato, la verità dell’animo. La croce porta a compimento la volontà del Padre, non solo su Gesù ma su tutti gli uomini. Perché la croce è la pienezza dell’incarnazione dell’amore di Dio, è la piena rivelazione che Egli vuole amare gli uomini, salvarli e coinvolgerli nella vita del Regno. In ogni passaggio della passione di Gesù traspare l’amore di Dio. Gesù perdona chi lo crocifigge e si fida del Padre. Guarda e vive il male e lo combatte ma non con la forza, bensì con l’amore: affida a Dio la propria difesa. Quando Gesù muore il velo del tempio si squarcia nel mezzo. Dio non è più nascosto ma è visibile da tutti. Il volto di Dio è Gesù crocifisso: un uomo vittima del male che consegna il proprio spirito al Padre; un Dio che si consegna come perdono e misericordia. Dio che vince il male con l’amore, come la luce vince le tenebre della notte.
Don Gianni Zappa, parroco

ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti
INFORMAZIONI
Le Voci della città tel. 02 – 3966 3547
info@levocidellacitta.it www.levocidellacitta.it you tube facebook twitter

2018_02_23 Musica al MaMu


MUSICA SULL'ACQUA. DA HÄNDEL A STRAVINSKIJ
Venerdì 23 Febbraio 2018_02_23
h 19.00
Il 23 febbraio 1685 nasceva in Sassonia Georg Friedrich Händel. Cogliamo l'occasione offerta dal suo genetliaco per presentare il libro di Alberto Rizzuti Musica sull'Acqua (Carocci Editore), dedicato alla musica composta su suggestioni provenienti dall'acqua e dalla sua vita multiforme (così vicina alla musica!), muovendo dalla Water Music del fulgido compositore barocco. "Alberto Rizzuti ha avuto l'idea originale e la capacità letteraria di scrivere un libro di grande presa, acuto nei giudizi e accuratissimo nell'informazione" (G. Pestelli). Dialogano con l'autore Oreste Bossini e Sonia Arienta. Sono previsti interventi musicali a cura del MaMu Ensemble. 

PIANO TRIO DEL NOVECENTO. CON DAVIDE CABASSI
Sabato 24 Febbraio 2018_02_24
h 19.00
Ciascuna delle opere per violino, violoncello e pianoforte che presentiamo in questo programma schiude un mondo a sé ed evoca una pagina importante della storia (non solo musicale) del nostro '900. Ravel compose il Trio in la minore nel 1914, eseguito per la prima volta il 28 gennaio 1915, a Parigi, in un concerto promosso dalla Società Musicale per la Croce Rossa. Il piano Trio n. 2, fu scritto da Shostakovich nel 1944, con dedica alla memoria dell'amico Ivan Sollertinskij, in un periodo particolarmente drammatico della storia sovietica. Oltreoceano, mentre Roosvelt cerca di rilanciare l'economia del Paese, nella prestigiosa università di Harvard un Bernstein diciannovenne componeva nel 1937 il suo unico Piano Trio. Li ascoltiamo nell'esecuzione di Clarissa Bevilacqua (violino), Marco Decimo (violoncello) e Davide Cabassi (pianoforte).

KANT, I GIUDIZI NELLA VITA QUOTIDIANA
Domenica 25 Febbraio 2018_02_25
h 10.30
Il terzo incontro filosofico condotto da Stefano De Luca prenderà spunto da un tema presentato da Kant nella sua Critica della ragion pura: la differenza tra giudizi analitici e sintetici. Kant introduce questa distinzione nell'ambito della critica della conoscenza, ma è possibile "forzare" la distinzione come strumento di riflessione esistenziale. L’incontro come d'abitudine si svolgerà non come una lezione ma come un dialogo e confronto tra i partecipanti nel tentativo di fare emergere quanto la filosofia e i suoi grandi esponenti possano essere importanti anche nella nostra vita quotidiana, nel nostro modo di vedere il mondo, gli altri e noi stessi. "Diversamente da tutti i suoi colleghi Kant vuole insegnare non la filosofia, ma a filosofare, vale a dire a sviluppare un pensiero critico, libero da pregiudizi" (Hoffe, Kant).

LA MUSICA NEI DRAMMI DI SHAKESPEARE
Domenica 25 Febbraio 2018_02_25
h 18.30
"Se la musica è il cibo dell’amore, non smettere di suonare!" Questa esclamazione del duca Orsino con cui si apre la Dodicesima Notte esprime emblematicamente la presenza ubiquitaria della musica nell’opera drammatica di Shakespeare, in svariate guise: musica di scena, musica come parte integrante o concomitante dell’azione drammatica, musica direttamente o allusivamente menzionata nelle battute dei personaggi, musica come miniera di suggestive metafore. In questa conferenza-concerto l'ensemble perAspera presenterà e offrirà all'ascolto con una esecuzione filologicamente informata su strumenti originali un florilegio di brani eseguiti o evocati in celebri drammi shakespeariani (Otello, La Tempesta, Romeo e Giulietta...) illustrandone brevemente circostanze, significato e rapporti. Musiche di A. Boleyn, W. Corkine, R. Edwards, R. Johnson, R. Jones, King Henry VIII, Th. Morley, H. Purcell, J. Wilson. Adattamenti musicali di Gianfranco Russo e Paolo Magnone. Presentazioni e testi italiani di Paolo Magnone.

Magazzino Musica
via Francesco Soave 3 | Milano | 02 36686303
mamu@magazzinomusica.it | www.magazzinomusica.it | facebook.com/magazzinomusica
Orari: da martedì a venerdì 11-19.30, sabato e domenica 10-19.30

2018_02_24 Novecento torna in scena al Verdi di Cassolnovo

CASSOLNOVO   TEATRO VERDI
Amm.e Comunale  ass.to Cultura  e Spettacoli invita
2^ Rassegna   TEATRO AL VERDI
Sabato  24 FEBBRAIO   2018 ore 21 
Il Pianista sull'Oceano
Novecento
Liberamente tratto da  Novecento di Alessandro Baricco
con
MAX Di LANDRO voce recitante
TAZIO FORTE  pianoforte “parlante”
(Gruppo PAROLE a MANOVELLA)
ENTRATA ad OFFERTA

Riprende il viaggio della stagione teatrale  cassolese con la rassegna IL TEATRO AL VERDI dopo la pausa festiva con un doppio appuntamento settimanale variegato e di grande interesse .L’Entrata è come sempre ad offerta e il ricavato andrà a progetti e materiali dell scuole di Cassolnovo e Molino del Conte
Si ricomincia sabato sera alle 21.00  trasportati  da Max DI LANDRO e Tazio FORTE  del Gruppo Parole a Manovella che saliranno sulla nave di  Alessandro Baricco e del suo “Novecento” in un adattamento teatrale “ IL PIANISTA SULL’OCEANO originale e molto accattivante. Lo spunto viene proprio da una scena dell’adattamento cinematografico del testo , la scena del film “La leggenda del pianista sull'Oceano” che Giuseppe Tornatore ha tratto dal monologo dove  si vedono i due protagonisti – un trombettista e un pianista – danzare con l'oceano seduti a un pianoforte che scivola e volteggia sul pavimento del piroscafo Virginian, seguendo la musica di Ennio Morricone. Proprio come in quell'immagine, il Gruppo Parole a Manovella presenta “Il Pianista sull'Oceano”, uno spettacolo di teatro musicale ispirato al celebre libro dello scrittore torinese.
La leggenda del pianista Danny Boodman T.D. Lemon Novecento viene narrata, interpretata e suonata - in una danza  fisica e mentale ,che unisce teatro e musica - da un attore (Max Di Landro) e un pianista (Tazio Forte).Un incontro magico di parole e musiche evocative di immagini poetiche in un fascinosa ambientazione storica.
I due compagni di viaggio – con la collaborazione della regista Alessia Gennari - prendono per mano il pubblico e lo conducono sul trnsatlantico “ Virginian” tra improbabili nomi di cavalli da corsa, musica ragtime, sfide all'ultimo virtuosismo e un'amicizia a prova di bomba.

Il Gruppo Parole a Manovella è un ensemble di musicisti, tecnici, autori e attori che si occupano dell'allestimento di spettacoli in cui musica, letteratura, teatro e arti visive dialogano tra loro. E' nato all'interno dell'associazione vigevanese Vox Organi nel 2015 e ha all'attivo spettacoli come "La fiaba d'amore di Eros e Psiche", "Il vizio della lettura", "Il Pianoforte vuoto: provando Beethoven". Ne fanno parte, tra gli altri, gli attori Tatiana Clerici, Max Di Landro, Eleonora Cattaneo, lo scenografo Paolo Bove e il regista Marco Aluzzi. Il gruppo collabora sia con i musicisti di Vox Organi che con altre realtà musicali e culturali.

Max Di Landro:  da anni si esibisce come interprete e ideatore di reading e spettacoli in cui si contaminano letteratura, musica e video-arte. Ha frequentato dal 2010 al 2012 il “Progetto scena” di Semeion Teatro. Nel 2013 ha partecipato al laboratorio professionale di performance teatrale tenuto da Massimiliano Bruno e nel 2018 la masterclass di recitazione condotta dall'attore Eugenio Allegri, interprete originario di “Novecento” di Alessandro Baricco. Tra il 2014 e il 2018 ha frequentato il corso di regia teatrale della Civica scuola Paolo Grassi di Milano ed i laboratori dei registi Alessia Gennari e Francesco Viletti. Si è esibito come attore e autore – in collaborazione, tra gli altri,  con il pianista Manuel Signorelli e il chitarrista Daniele Soriani - negli spettacoli “La vera storia del Fantasma dell'Opera”, “Il pianoforte vuoto: provando Beethoven”, “Balestre Svizzere”, “Frankenstein: le seduzioni della scienza”, in scena a Vigevano, Mortara, Milano e Roma. Fa parte della compagnia-laboratorio “Elementi Scalzi” di Scarpanò Teatro ed è fondatore e attore del Gruppo Parole a Manovella.
Tazio Forte: vigevanese,ben conosciuto anche dai cassolesi per i suoi splendidi concerti tenuti al teatro VERDI in questi anni sia a fianco della  cantante  Francesca DE MORI  sia con l’ensamble cantautorale  dei VINACCIA  che con i suoi gruppi a cavallo di generi dalla classica al blues, dal jazz allo swing .Dalla tecnica pianistica matura,  Tazio è da  sempre affascinato dalle innumerevoli influenze ritmiche e melodiche presenti nel piu raffinato cantautorato italiano e del jazz tradizionale  ed i marca New Orleans questo senza andare a discapito delle sue solide basi classiche . Inizia infatti  gli studi musicali e pianistici nella propria città con il M° Franco Sozzani, diplomandosi in seguito a pieni voti presso il conservatorio Guido Cantelli di Novara sotto la guida dei maestri Vincenzo Cerutti, Walter Bozzia ed Ettore Borri. Svolge regolare attività concertistica, venendo spesso invitato ad esibirsi in concerti dedicati al repertorio pianistico spagnolo e francese del XX secolo presso l'auditorium F.lli Olivieri, a Novara. Nel maggio 2008 ottiene il primo premio nel concorso pianistico ''Citta di Pesaro''
Info e prenotazioni   Biblioteca comunale  di Cassolnovo
A. DEL BO BOFFINO   tel 0381 910150

2018_02_25 Giochi, attività pratiche e visite guidate alla scoperta dell’archeologia al Museo di Gambolò

Comune di Gambolò
MUSEO ARCHEOLOGICO LOMELLINO
Piazza Castello Gambolò
Giochi, attività pratiche e visite guidate alla scoperta dell’archeologia
Domenica in museo con mamma e papà
ANCH’IO FACCIO L’ARCHEOLOGO!

DOMENICA 25 FEBBRAIO 2018_02_25, ORE 15.30
MA CHE STORIA LA PREISTORIA!
Giochiamo “all’uomo primitivo”! Sfariniamo i cereali, prepariamo una scure di pietra e realizziamo un vero gioiello preistorico ... da regalare alla mamma …

DOMENICA 4 MARZO 2018_03_04, ORE 15.30
I DIPINTI PREISTORICI
Terre di colore rosso, giallo o nero, la parete di una grotta … come l’uomo preistorico dipingiamo un mondo antichissimo, fatto di animali e cacciatori e realizziamo una vera opera d’arte preistorica da esporre in casa!
Alle 15.45 visita guidata al museo per genitori e accompagnatori

DOMENICA 11 MARZO 2018_03_11, ORE 15.30
CESARE O CLEOPATRA?
Scopriamo due fra i più famosi personaggi dell’antichità e poi dipingiamo degli scacchi con personaggi egiziani e romani … facciamo una partita? Ogni bimbo poi avrà un ricordino porta a casa: lo scacco che ha dipinto.
Alle ore 15.45 visita guidata dedicata alla preistoria e protostoria per genitori e accompagnatori

DOMENICA 18 MARZO 2018_03_18, ORE 15.30
E’ l’occasione per partecipare a uno scavo archeologico e sperimentare l’emozione della scoperta, ripercorrere i passi e le procedure degli archeologi.
Alle ore 15.45 VISITA GUIDATA ALLA PIEVE DI SANT’EUSEBIO per genitori e accompagnatori

Al termine dei laboratori ci sarà LA MERENDA. Su richiesta sarà disponibile l’ATTESTATO di partecipazione

Si consiglia la prenotazione, ai numeri 347/9507702 e 349/8929645,entro le ore 12.00 del venerdì precedente. Ingresso e partecipazione ai laboratori € 5,00, visite guidate per genitori e accompagnatori € 3,50
I PIU’ PICCINI (DAI 4 AI 6 ANNI) POSSONO PARTECIPARE ACCOMPAGNATI DA MAMMA O PAPA’ (segnalarlo al momento della prenotazione).
Questo e altro su www.museo archeologicogambolo.altervista.org






2018_02_28 Dante a teatro 2018. "La bellezza ch'io vidi"

Dante a teatro 2018. "La bellezza ch'io vidi"
alla sua nona edizione, esce dall'Università e da luoghi istituzionali per approdare al teatro del Buratto in Maciachini.
Saranno due spettacoli al mattino (28 febbraio e 2 marzo, ore 10.30) e 5 spettacoli serali (dal 27 febbraio al 3 marzo, ore 20.30).
Il tema, quest'anno è la bellezza: in tutte le sue forme, così come Dante la rappresenta nella Commedia. Francesca, Matelda, Beatrice, Maria sono le protagoniste di uno spettacolo che unisce insieme narrazioni, letture, recitazione, cinema, musica antica, musica pop e musica sperimentale.
Dante emoziona, sempre!




Per prenotazioni: prenotazioni@teatrodelburatto.it tel 02.27002476
La mattina: biglietto 9 euro
La sera: biglietto ridotto (10 euro) per docenti, under 26 e over 65.


2018_02_22 Broni a teatro con Maria Callas attraverso la voce di Angelica Cirillo

Giovedì 22 febbraio 2018 ore 21.15
Teatro Carbonetti - Broni
L'ULTIMA DIVA
Omaggio a Maria Callas
soprano Angelica Cirillo
pianoforte Cinzia Bartoli
voce narrante Loredana De Flaviis
Biglietteria via Leonardo da Vinci, 27 Broni
0385-54691 oppure 366 8190785
Un concerto "Omaggio a Maria Callas" in cui il soprano Angelica Cirillo interpreterà alcune delle arie alle quali la Callas era più legata e, affiancata da Cinzia Bartoli al pianoforte e dalla voce narrante Loredana De Flaviis. Il programma è frutto di un lungo lavoro di studio e di ricerca filologica volti a recuperare gli elementi vocali e interpretativi che hanno caratterizzato la presenza scenica della grande cantante greca. Sarà così possibile ripercorrere, nel breve spazio di un concerto, l'atmosfera irripetibile che, a partire dai grandi teatri come La Scala di Milano, l'Opera di Parigi e il Metropolitan di New York, caratterizzò, a cavallo degli anni '50, l'epoca d'oro del "bel canto" novecentesco.
Programma musicale:
G. Puccini - Intermezzo da Manon Lescaut (pianoforte)
G. Puccini - In quelle trine morbide da Manon Lescaut
V. Bellini - Casta Diva da Norma
G. Verdi - E' strano, è strano da Traviata
F. Liszt - Parafrasi su Rigoletto (pianoforte)
G. Verdi - Nel di della vittoria da Macbeth
G. Puccini - Vissi d'arte da Tosca
A. Catalani - Ebben? Ne andrò lontana da Wally
U. Giordano - La mamma morta da Andrea Chenier
http://www.teatrocarbonetti.it/

2018_03_10 8 MARZO - FESTA DELLA DONNA Teatro delle Temperie al Teatro Moderno di Vigevano

EVENTO SPECIALE IN OCCASIONE DELLA CELEBRAZIONE DELL'8 MARZO - FESTA DELLA DONNA
Sabato 10 MARZO 2018 - ore 21.00
“LO STRONZO”
Teatro delle Temperie
di e con Andrea Lupo
aiuto regia: Giovanni Cordì
elementi di scena: Matteo Soltanto, realizzati nel laboratorio ERT
suoni e musiche originali: D.A.D.D
una produzione: Teatro delle Temperie

E’ la sera del decimo anniversario di matrimonio di Luca e Lilli, la coppia è pronta per andare a festeggiare... una parola sbagliata... una reazione scomposta... lei si spaventa... si allontana... sbatte una porta... ci si chiude dietro sembra definitivamente... e a nulla servono le imprecazioni prima e le preghiere poi per farle aprire quella maledetta porta e farla tornare.

Da qui comincia un difficile percorso per Luca alla ricerca di una chiave che possa aprire quella porta e restituirgli la sua relazione. In scena troneggia al centro un’enorme porta chiusa volutamente anonima a simboleggiare tutte le porte, mentali, sociali, culturali o reali che separano il maschile dal femminile.
In scena Luca solo... in affanno... sperduto... rabbioso... in gabbia... chiuso dentro o lasciato fuori... escluso... rifiutato... incapace...
Si susseguono tre distinti piani narrativi: Luca che prova a farsi sentire da Lilli malgrado l’immensa porta chiusa; Luca che ci mostra, in una sorta di estremo riassunto, il proprio rapporto con il femminile in casa, sul lavoro e fra gli amici; Luca che cerca in se e nella propria storia famigliare quali esempi di maschile lo hanno portato ad essere quello che è diventato.
Nel frattempo nessuna risposta dalla sua Lilli che sembra sempre più aver chiuso tutte le porte ormai, lasciandosi definitivamente alle spalle Luca rimasto solo nel grigiore delle proprie convinzioni, insieme ai propri stereotipi obsoleti e alla propria incapacità emotiva e relazionale.
Il viaggio di Luca attraverserà tutte le fasi emotive possibili finchè stremato dovrà ammettere di non essere in grado di tenere il passo con una Lilli che vuole vivere intensamente e completamente la propria vita a prescindere da lui e da chiunque altro.

Resta solo, Luca, bloccato da quella porta che si renderà conto di non essere in grado di aprire non perché Lilli l’abbia realmente chiusa ma perchè è a lui che mancano i mezzi culturali ed emotivi per capirne i meccanismi e scardinarne l’impenetrabilità.
Luca esasperato dal silenzio e dall’assenza di Lilli... infuriato contro di lei e contro la propria incapacità... colmo di sensi di colpa e frustrato da una opprimente sensazione di inadeguatezza da alla fine sfogo a tutta la propria rabbia...

Note dell’autore
Cosa può portare un uomo a commettere atti di atroce violenza su una donna? Da dove arriva questa aggressività incontrollabile che, la maggior parte delle volte, si sfoga proprio tra le mura domestiche, sulle persone più vicine, sulle mogli, le compagne, le figlie?
Attraverso un lungo percorso di ricerca e documentazione ho cercato il luogo dove trova terreno fertile quella rabbia inspiegabile, quella violenza terrificante. Mi sono immaginato un uomo non aggressivo, tranquillo, un uomo comune. Ho cercato di costruire un personaggio senza alcuna specifica caratteristica che lo rendesse particolare: un uomo senza alcun trauma infantile specifico, senza alcun esempio di uomo aggressivo in famiglia... senza alcun alibi e senza scuse! Poi l’ho inserito in un contesto lavorativo di successo e soddisfazione in modo che anche questo aspetto non potesse dare alcun appiglio o pretesto. Poi gli ho assegnato una lunga e felice storia d’amore con Lilli (la sua compagna di sempre)... ed è qui che ho cercato di sperimentare più profondamente il suo essere maschio, uomo, marito.
In quanti modi e a quanti livelli può un uomo usare violenza nei confronti della donna che ama?! Quanti atteggiamenti o comportamenti che vengono da chiunque riconosciuti come “normali” e non particolarmente violenti sono in realtà veri e propri soprusi? Ho poi messo Luca in una situazione stressante che lo portasse a scontrarsi con tutte le proprie certezze e le proprie forme culturali e mentali.
Una situazione che lo mettesse profondamente alla prova e lo costringesse a fare i conti con se stesso e la propria mascolinità.

Ne è venuto fuori un viaggio massacrante in cui ogni caratteristica del maschile ne viene fuori fatta a pezzi, ridicolizzata, banalizzata al punto da risultare non solo obsoleta ma anche inutile e totalmente inconsistente. Arrivato a questo punto di consapevolezza e messo alle strette da una moglie che se ne vuole andare Luca ha solo due possibilità arrendersi e cercare di ricostruire un sé maschile differente e nuovo e personale, oppure richiudersi, irrigidirsi, rifiutare l’evoluzione e scacciare ogni dubbio e ogni possibilità di cambiamento e crescita compiendo il gesto estremo e risolutivo: eliminare ciò che lo fa sentire così inadeguato e incapace... eliminare il differente... abbattere quella maledetta porta che lo separa dal femminile che non riesce a comprendere né a tollerare più... Luca sceglie la violenza, l’aggressività... sceglie di non capire... Una sconfitta per ognuno di noi... una vergogna per ogni uomo... uno spunto di riflessione spero... perché mi piacerebbe che usciti da teatro gli uomini ripensassero a tutti quei piccoli gesti quotidiani in cui il loro essere e sentirsi uomini prevede in qualche modo l’umiliazione o l’oppressione dell’essere femmina... perché mi piacerebbe che le donne uscendo da teatro riconoscessero di essere ferite un poco ogni giorno... e non lo permettessero più a nessuno.

http://www.teatrodelletemperie.com

Info e prenotazioni al numero 348.1127776 oppure tramite la pagina facebook “Teatro Moderno di Vigevano” ACQUISTO BIGLIETTI ED ABBONAMENTI: www.teatroilmosaico.it

2018_02_24 TRIO CONTRASTI al Teatro Binario 7 di Monza

sabato 24 Febbraio 2018  ore 21.00
Teatro Binario 7 di Monza
"A MONZA IL TRIO CONTRASTI"
 un viaggio musicale in Latinoamerica
Il loro sound è frutto di contaminazione, incontri sonori, arrangiamenti, rielaborazioni. Il Trio Contrasti si esprime infatti grazie alla chitarra di Andrea Dieci, al clarinetto di Nicola Zuccalà e al contrabasso di Andrea Sala. Tre artisti di altissimo calibro che hanno trovato in questa formazione il miglior modo per esprimere il proprio talento.
A Monza propongono Latinoamerica, un viaggio tra le musiche di Lacalle, Villa-Lobos, Machado, Mores, Villoldo e l’immancabile Piazzolla, il tutto rielaborato e arrangiato in modo originale.
In un solo concerto sarà possibile ascoltare samba, choro, tango, bossa nova e milonga. In una sola serata il pubblico potrà emozionarsi spinto da un irrefrenabile desiderio di cantare le melodie, insieme agli artisti sul palco.
L’appuntamento è dunque per sabato 24 Febbraio con lo spettacolo Latinoamerica al Teatro Binario 7 di Monza con inizio alle ore 21.
E’ fortemente consigliata la prenotazione.
Teatro Binario 7 di Monza via Turati 8
Info tel. 039 2027002  biglietteria@binario7.org

2018_02_23 LA VOCE DI PEPPINO IMPASTATO al Libero di via Savona Milano

dal 23 al 25 febbraio 2018
TEATRO LIBERO - MILANO
3° Rassegna Teatrale PALCO OFF
Autori, attori e storie di Sicilia
LA VOCE DI PEPPINO IMPASTATO
di con Pierpaolo Saraceno e Mariapaola Tedesco
produzione Compagnia Onirika del Sud

La voce di Peppino Impastato sarà in scena, dal 23 al 25 febbraio, presso il Teatro Libero di Milano, nell’ambito della terza edizione della rassegna teatrale “Palco Off” dedicata ad “attori, autori, storie di Sicilia”. Prima degli spettacoli verrà offerta al pubblico una degustazione di vini e prodotti tipici siciliani. Concluderà la serata un incontro con gli attori.
La voce di Peppino Impastato racconta la vita del giornalista, attivista e poeta italiano ucciso dalla mafia nel 1978. Dalle frequenze di Radio Aut, radio libera fondata a Terrasini, Palermo, nel 1977, si poteva ascoltare la voce secca, diretta e sincera di un uomo semplice e umile, ma tanto forte da sfidare nella sua terra, martoriata dalla mafia, la sua stessa famiglia mafiosa. Quell’uomo è Peppino Impastato, grande lottatore, ma soprattutto grande spirito ribelle, ucciso a soli trent'anni su ordine del capo di “Cosa Nostra”, Gaetano Badalamenti (Don Tano), bersaglio preferito di Peppino nelle sue trasmissioni di Radio Aut.
I flashback sulla vita di Peppino, le sue lotte in un contesto anche familiare impregnato di omertà, il suo amore per la Sicilia, umiliata e saccheggiata, si sovrappongono nell’intreccio scenico alla voce narrante della madre, Felicia Bartolotta, divenuta, in seguito alla tragica morte del giovane, testimone ed erede delle sue idee di libertà e di antimafia brutalmente messe a tacere.
Peppino Impastato è un personaggio che è sempre stato trascurato. La sua storia è spesso stata rivisitata con qualche accorgimento (ne I Cento Passi di Marco Tullio Giordana per esempio) che per fini di spettacolo ne hanno risaltato immagini non troppo veritiere o conformi alla realtà. Parlando con il fratello, Giovanni, e raccogliendo fonti e pensieri sparsi tra chi era realmente vicino all’ambiente di Radio Aut in quegli anni, abbiamo deciso di denunciare ciò che concretamente e moralmente Peppino rappresentava per la sua gente, utilizzando la sua stessa ironia nel fare nomi e raccontare cose ed evidenziando il lato umano della sua creazione, attraverso la quale riusciva ad esprimersi e farsi sentire. PIERPAOLO SARACENO
PER INFORMAZIONI
www.palcooff.it   
www.teatrolibero.it

BIGLIETTERIA
Teatro Libero - via Savona 10, Milano
02 8323126   biglietteria@teatrolibero.it
PREZZI   
Biglietto intero: 18 euro
Biglietto ridotto: 13 euro
Scuole di Teatro, Under 18, Studenti: 10 euro
GruppOff 6: 6 biglietti a 12 euro l’uno (solo online)
GruppOff 10: 10 biglietti a 10 euro l’uno (solo online)
Abbonamento Palco Off 5 ingressi - 60 euro
ORARIO SPETTACOLI
Venerdì e sabato ore 21.00 Domenica ore 16.00
ORARIO DEGUSTAZIONI
Venerdì e sabato ore 20.30 Domenica - fine spettacolo

LINK
→ Sito Palco Off
http://www.palcooff.it/la-voce-peppino-impastato-pierpaolo-saraceno-mariapaola-tedesco/

→Facebook
https://www.facebook.com/events/172157983302109/

2018_02_22 CONCERTO SINFONICO con Direttore: Daniel Smith e Pianoforte: Nicholas Angelich

73ª STAGIONE SINFONICA
ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI 2017/2018
Musica a Colori
Direttore Artistico, M° Maurizio Salerno
Giovedì 22 febbraio 2018_02_22 ore 21.00
Sabato 24 febbraio 2018_02_24 ore 17.00
Generale aperta – giovedì 22 febbraio ore 10.00
Teatro Dal Verme Via San Giovanni sul Muro 2 – Milano
CONCERTO SINFONICO
Beethoven, Egmont, ouverture, op. 84
Beethoven, Concerto n. 2 per pianoforte e orchestra, in Si maggiore, op. 19
Wagner, Idillio di Sigfrido, WWV 103
Kodály, Danze di Galanta
Direttore: Daniel Smith
Pianoforte: Nicholas Angelich
Orchestra I Pomeriggi Musicali

Giovedì 22 febbraio ore 18.00
Musica a Colori
La pittura wagnerista
Conferenza a cura del Prof. Paolo Bolpagni

Altro appuntamento con il ciclo beethoveniano per Musica a Colori, la 73ª Stagione Sinfonica dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali, che giovedì 22, alle ore 21:00, e sabato 24 febbraio, alle ore 17:00, proporrà due superbe pagine del Maestro di Bonn.

L’orchestra dei Pomeriggi Musicali, guidata dal M° Daniel Smith, eseguirà infatti in apertura di concerto l’ouverture Egmont, facendola seguire dal Concerto n. 2 per pianoforte e orchestra, nel quale si esibirà lo statunitense Nicholas Angelich.

La chiusura del programma sarà affidata alle note di Wagner e al suo Idillio di Sigfrido, cui faranno eco i ritmi delle Danze di Galanta dell’ungherese Zoltán Kodály.


Ad impreziosire la serata sarà, inoltre, il terzo degli appuntamenti con il ciclo di conferenze Il Colore della Musica a cura del Professor Paolo Bolpagni, il quale, narrativamente e con ricchezza di esempi, giovedì 22 febbraio, prima del concerto serale, alle ore 18:00, condurrà un incontro dal titolo: La pittura wagnerista.

2018_03_01 I pianeti in musica ed immagini allo Spazio Teatro 89

Spazio Teatro 89 e Coop Lombardia presentano:
“In Cooperativa per Amare la Musica - Concerti Fior Fiore Coop”
17a Rassegna: “Rivoluzioni, Evoluzioni, Apparizioni"
in collaborazione con Serate Musicali
Domenica 4 marzo 2018, ore 17
Rivoluzioni planetarie
Duo OM (Osaka/Milano Piano Duo)
Aki Kuroda e Luca Schieppati, 2 pf.
Introduce il prof. Giuseppe Gavazzi, docente di Astrofisica all’Università di Milano Bicocca
Spazio Teatro 89 come un planetario sonoro: assecondando il significato astronomico della  parola“rivoluzione”, ovvero la rotazione dei corpi celesti intorno a un centro di gravità, ci immergeremo in uno spettacolo multimediale che affiancherà l’esecuzione dal vivo dei Pianeti di Gustav Holst (nella rara, particolarissima versione originale per 2 pf.) a proiezioni di immagini del sistema solare commentate dal professor Giuseppe Gavazzi, professore di astrofisica all’Università Milano Bicocca.
La Suite di Holst, rivelatrice degli interessi del suo Autore per l’astrologia e la teosofia, ebbe immediata fortuna presso il pubblico e fu poi fonte di ispirazione per tanta musica dei decenni successivi, in particolare nell’ambito delle colonne sonore cinematografiche, nonché importante punto di riferimento per quello che sarà il linguaggio del minimalismo.
A interpretare questa trascinante “Space Odyssey” musicale sarà il Duo pianistico OM (Osaka-Milano) recentemente formato da Aki Kuroda e Luca Schieppati, incontro tra culture diverse e lontane nel segno di una profonda affinità spirituale.
Programma:
Gustav Holst (1874-1934): The Planets, Suite op.32 (trascrizione dell’Autore per 2 pf.)
Mars, the Bringer of War
Venus, the Bringer of Peace
Mercury, the Winged Messenger
Jupiter, the Bringer of Jollity
Saturn, the Bringer of Old Age
Uranus, the Magician
Neptune, the Mystic
Biglietti: intero € 7; ridotto € 5
Per informazioni e prenotazioni: 0240914901 – 3358359131
www.spazioteatro89.org
Spazio Teatro 89, via fratelli Zoia 89 - 20153 Milano

2018_03_01 Frigor Mortis al Teatro Delfino ispirato a ARSENICO E VECCHI MERLETTI

Dall’1 all’11 marzo 2018
CANORA PRESENTA 
FRIGOR MORTIS
OVVERO
STRANO CASO IN CASA BROCCHI 
scritto da
PAOLA ORNATI
giocando liberamente con
ARSENICO E VECCHI MERLETTI 
con
GRAZIA MIGNECO / NICOLETTA RAMORINO
LUCA BOTTALE / DONATELLA FANFANI / ROBERTA PETROZZI
PINO PIROVANO / SERGIO ROMANO’ / GIULIANO TURONE
e con
GIORGIO VERDUCI 
regia di MARCO RAMPOLDI 
dedicato a NARCISA BONATI
Al Teatro Delfino dal 1 all’11 marzo sarà in scena il nuovo spettacolo prodotto da Canora, con protagoniste Grazia Migneco e Nicoletta Ramorino e la regia di Marco Rampoldi:
Frigor Mortis. Ovvero: Strano caso in casa Brocchi. Un’esilarante commedia della follia che, strizzando l’occhio a classici teatrali e cinematografici, fa del più insospettabile vicino di casa il più pericoloso dei serial killer!
n casa delle dolcissime sorelle Milly e Tecla Brocchi il tempo scorre lento e serafico: un tè accompagnato da buonissimi biscotti; una casa ordinata e accogliente, dove ricevere ospiti più o meno graditi, come la cara (ma un po’ impicciona, eh!) Wanda Ojetti; bottiglie di sciroppo di sambuco buono… ma buono da morire!
A condividere l’ospitalità e l’amore di queste due zie universali, i nipoti: Marcello, convinto di essere il C. T. Marcello Lippi, impegnato nell’impossibile ripescaggio della Nazionale Italiana ai mondiali di Russia 2018, e Roberto, un blogger, perennemente fidanzato con la Dottoressa Livia, direttrice sanitaria di un’importante struttura psichiatrica. Tutto precipita quando torna a casa il “figliol prodigo” Giorgio, nipote scappato di casa da ormai trent’anni, cuoco di una ricercatezza che… dà i brividi, accompagnato, per altro, da un non meglio specificato signor Pavarotti. È proprio il ritorno di Giorgio, nella notte milanese, mentre le patatine novelle e l’arrosto (teneri!) sono in forno a rosolare, ad aprire un vaso di Pandora di rivalità fraterne mai sopite, matrimoni rimandati, giocatori che proprio non ne vogliono sapere del defatigamento in criosauna. E, mentre tutt’intorno infuriano i venti dei litigi, la pia opera di accoglienza meneghina di uomini soli da parte delle sorelle Brocchi continua: il campanello suona, l’ospite entra, un bicchierino di rosolio di sambuco (corretto arsenico!) viene misericordiosamente offerto… e l’ospite non se ne più va da casa Brocchi. Mai più!
Frigor Mortis. Ovvero: Strano caso in casa Brocchi. Un’esilarante commedia della follia che, strizzando l’occhio a classici teatrali e cinematografici, fa del più insospettabile vicino di casa il più pericoloso dei serial killer!
Calendario repliche:
Dall’1 al 4 e dall’8 all’11 marzo
Giovedì 01 Marzo 2018_03_01
Venerdì 02 Marzo 2018_03_02
Sabato 03 Marzo 2018_03_03
Domenica 04 Marzo 2018_03_04
Giovedì 08 Marzo 2018_03_08 
Venerdì 09 Marzo 2018_03_09 
Sabato 10 Marzo 2018_03_10 
Domenica 11 Marzo 2018_03_11 

Ore 21 / domenica ore 16.00
Biglietti
Intero: 15,00€ | Ridotto: 10,00€ | Prevendita Online: maggiorazione 10%
Ridotti: over 60/under 25/studenti con badge/cittadini quartiere/promo newsletter
Teatro Delfino – Piazza Piero Carnelli, Milano
Gestito per la Stagione Teatrale da ASS. IL MECENATE
tel. 02 87281266 - 333 573 0340 (da lunedì a venerdì ore 14-19)

2018_02_23 Cielo sotto Milano Manuel Buda, Ashti Abo e Fabio Marconi in concerto

Venerdì 23 febbraio 2018, ore 20,45
Teatro il Cielo sotto Milano, il primo teatro al mondo in un metrò.
Viale Molise, all'interno della fermata del Passante di Porta Vittoria.
Incontro ad Est
Manuel Buda, Ashti Abo e Fabio Marconi in concerto

Un trio di corde, che qui e là non si contiene e imbraccia fiati, percussioni e voci, alla ricerca di quell'intreccio che da sempre lega le musiche del Mediterraneo, fra danze greche, Klezmer di ebrei balcanici, Taksim arabi e canti curdi; mentre armonie e ritmi così legati a una certa tradizione italica ci ricordano che in questo Mare nuotiamo anche noi.

Il progetto è quello di un incontro musicale ma anche umano, di storie e di persone: con Ashti Abdo in primis, lui venuto dal Curdistan siriano, e testimone di una storia e di una cultura che ancora oggi lottano per esistere. Manuel Buda, ebreo milanese con origini assai miste, legate a Livorno, a Roma e alla Calabria. Fabio Marconi, milanese, cristiano, famelico ricercatore e interprete di musiche popolari d’Italia e del mondo.

In un clima disteso eppure saturo di energia, come di taverna o salotto amico, le musiche raccontano un universo che da Vienna arriva fino al Caspio.
contributo di 15€ (concerto + un piatto + vino o birra)
per info e prenotazioni:
339 103 90 43 (Alberto - dalle 13.30 alle 19.30)
340 476 30 17 (Anna)

2018_02_24 RING MUSICALI 2018 al Teatro delle Ali

Sabato 24 febbraio tornano i RING MUSICALI 2018, la terza edizione della battle of the bands del Teatro delle Ali, con la partecipazione straordinaria del cantautore bresciano CHARLIE CINELLI...
5 band emergenti
5 giurati d'eccezione
1 concerto esclusivo
1 serata di grande spettacolo
Cinque band emergenti delle province di Brescia e di Bergamo si esibiranno sul palco del Teatro delle Ali - un palco prestigioso e importante (voi che ricevete la newsletter lo sapete bene) che negli anni ha ospitato artisti nazionali e internazionali di altissimo livello - e gareggeranno per ottenere i consensi della giuria popolare, formata dal pubblico presente in sala, e da una giuria di qualità di tutto rispetto:
- Davide Vedovelli, direttore artistico della rassegna Musica da Bere
- Laura "Lalla" Domeneghini, cantautrice
- Enrico Danesi, giornalista
- Stefano Malosso, giornalista
- Charlie Cinelli, musicista

Ed è proprio Charlie Cinelli, irriverente e amatissimo cantautore bresciano, che nel corso della serata, oltre a vestire i panni del giurato, si esibirà per i presenti con un set acustico per chitarra e voce.
A condurre la serata, una garanzia: la conduttrice e giornalista Costanza Zanardini alla sua terza esperienza con i Ring Musicali.
Ma chi sono gli artisti che si daranno battaglia nel corso dei Ring Musicali? Eccoli, in rigoroso ordine alfabetico:
- ADR animodiriso, un uomo e una donna e un personalissimo repertorio folk per chitarra e fisarmonica (da Vaprio d'Adda, BG)
- Diego Drama, crew rap dagli echi cantautorali, già vincitrice di una menzione speciale nell'edizione 2017 dei Ring (da Paisco Loveno, BS)
- Di Noi Stessi e Altri Mondi, quartetto di alternative rock molto intimista e ovattato (da Sarezzo, BS)
- Galateo Animale, sette elementi e abili polistrumentisti per un rock spinto, dalle atmosfere cupe (da Palazzolo sull'Oglio, BS)
- Žižkov, creatori di tappeti sonori e atmosfere da film dall'indole intimista e introspettiva (da Carpenedolo, BS)
BIGLIETTI SINGOLI
Platea: 3 euro
Galleria: 3 euro
PROSSIME DATE IN CALENDARIO:
- 24 febbraio: RING MUSICALI 2018, il Contest per band del Teatro delle Ali
- 3 marzo: Milo&Olivia in "Capucine", spettacolo di circo contemporaneo
- 8 marzo: Proxima Res in "La Locandiera"
- 17 marzo: compagnia blucinQue in Xstream
- 24 marzo: i Fratelli Merendoni in "Il Re Pescatore"
Via Maria SS. del Guadalupe 5 - Breno BS

2018_03_15 La Passione secondo Giovanni all'Agorà di Robecco

giovedì 15 marzo 2018, ore 21.15
venerdì 16 marzo 2018_03_16, ore 21.15
Cineteatro Agorà Robecco sul Naviglio
Gruppo Animatori
La Passione secondo Giovanni 
Spettacolo teatrale e musicale presentato dal gruppo animatori dell'oratorio San Giovanni Bosco di Robecco sul Naviglio
Prevendite disponibili dalle ore 21.15 alle ore 22.00 nei seguenti giorni:
Lunedì 26 febbraio
Lunedì 5 marzo
Lunedì 12 marzo
Biglietto intero € 6,00
Biglietto ridotto € 4,00 (under 10 compresi)
Diritto di prevendita € 1,50

2018_02_23 Totem Musica sinfonica a Magenta cameristica a Robecco

venerdì 23 febbraio 2018 alle 21.00
CineTeatroAgorà di Robecco
Quartetto di violoncelli 
Settimana in musica - Due appuntamenti in calendario: il 23 febbraio a Robecco e 24 febbraio a Magenta

La stagione di musica da camera del CineTeatroAgorà di Robecco propone quest’anno un cartellone interamente “in rosa” che dà spazio alla sensibilità femminile e alla scoperta di nuove sonorità. Giovani professioniste interpreteranno autori e programmi diversi che racchiudono alcune delle tappe più importanti degli ultimi tre secoli di musica classica. Si comincia venerdì 23 febbraio alle 21 con un quartetto di violoncelli che vedrà protagoniste Chiara Torselli, Ester Vianello, Veronica Marelli, Dagmar Bathmann. In programma musiche di S. Barber, W. Fitzerhangen, M, Ravel, D. Popper, G. Goltermann, J, Offenbach. Visto il positivo riscontro di pubblico delle scorse stagioni, è stata mantenuta la formula della lezione concerto. Per i dettagli su biglietti e abbonamenti si rimanda al sito del CineTeatroAgorà

sabato 24 febbraio 2018_02_24 alle 21.00
Teatro Lirico di Magenta
Concerto dell’Orchestra in Residenza “Antonio Vivaldi”
Sabato 24 febbraio riprende la stagione di musica del Teatro Lirico di Magenta con un concerto dell’Orchestra in Residenza “Antonio Vivaldi”, formazione nata nel 2011 e in poco tempo diventata realtà stabile nel panorama musicale italiano grazie a collaborazioni con le maggiori stagioni concertistiche del nostro Paese. I suoi componenti sono selezionati tra i più promettenti giovani musicisti del panorama europeo con all’attivo esperienze nelle maggiori orchestre del mondo. Sotto la direzione del maestro Lorenzo Passerini, con la partecipazione straordinaria dalla soprano Luciana Serra e con i solisti  Tommaso Benciolini al flauto e Marcello Miramonti al violino, verrà proposta una ampia selezione del repertorio vivaldiano. Tra gli altri, verranno proposti il Concerto Grosso “di Amsterdam” RV 562° per Violino, due Oboi, due Corni, Timpani, Archi e Basso Continuo e il Concerto “Il Gran Mogol” per flauto, composto nella prima metà del Settecento e ritrovato solo nel 2010 tra le carte di un nobile scozzese che lo aveva probabilmente acquisito nel corso di un Gran Tour in Italia. La partecipazione straordinaria di Luciana Serra offrirà l’occasione di eseguire anche brani di grande bellezza come l’aria Gloria da "Laudate pueri Dominum" RV 601 per Soprano, Flauto, Archi e basso continuo e l’aria “Il mio Core a chi la diede” da “La Fida Ninfa” RV 714 per Soprano, Archi e basso continuo. Per dettagli sui biglietti si rimanda al sito del Teatro Lirico
TOTEM la Tribù delle Arti
Via Novara,2 (casella postale n.33)
Magenta (MI) 20013 Italia
Email: info@totemagenta.org
Telefono e Fax: +39 02.97001455

2018_02_18 Meloni e Yoshikawa allo Spazio Teatro 89 di Milano

Domenica 18 febbraio 2018, ore 17.00
Rassegna “In Cooperativa per Amare la Musica”
Gran Duo, sconcertante!
Fabrizio Meloni (clarinetto)
Takahiro Yoshikawa (pianoforte)
Programma:
Ferdinando Sebastiani (1803-1860):
Fantasia da concerto sui motivi dell’opera “Norma” di V. Bellini
Fantasia da concerto sui motivi dell’opera “Semiramide” di G. Rossini
Carl Maria von Weber (1786-1826):
Gran duo concertante in mi bemolle maggiore Op. 48
(I Allegro con fuoco - II Andante con moto - III Rondo - Allegro)
F. Liszt (1811-1886): 
Lyon (Vivre en travaillant ou mourir en combattant)
Arthur Honegger (1892-1955):
Sonatine pour Clarinette et Piano
(I Modéré - II Lent et soutenu - III Vif et rythmique)
Darius Milhaud (1892-1974):
Sonatina per clarinetto e pianoforte Op. 100
(I Très rude - II Lent - III Très rude)

VEDI FOTOSERVIZIO CONCERTODAUTUNNO

Nuovo appuntamento della rassegna “In Cooperativa per Amare la Musica” domenica 18 febbraio nell’auditorium milanese di via Fratelli Zoia 89: le magie sonore di Fabrizio Meloni, primo clarinetto scaligero, daranno vita a un programma in perfetto equilibrio tra le seduzioni liriche delle Fantasie di Sebastiani su temi di Bellini e Rossini, gli slanci romantici del Gran Duo di Weber e l’elegante scorrevolezza di Milhaud e Honneger. Dal canto suo, il pianista giapponese Takahiro Yoshikawa proporrà un brano lisztiano di rarissimo ascolto, l’eroico e tempestoso “Lyon”
“Evoluzioni” è una delle tre parole-chiave (accanto a “Rivoluzioni” e “Apparizioni”) della diciassettesima stagione di classica “In Cooperativa per Amare la Musica”, organizzata dallo Spazio Teatro 89 di Milano. Evoluzioni intese nel senso di movimenti complessi, coordinati e avvincenti, risultanti da abilità e competenze fuori dall’ordinario: descrizione che ben si attaglia al virtuosismo impareggiabile del clarinettista Fabrizio Meloni, ospite domenica 18 febbraio nell’auditorium di via Fratelli Zoia 89 in duo con il pianista giapponese, milanese d’adozione, Takahiro Yoshikawa (inizio concerto ore 17; ingresso 5-7 euro).
Le magie sonore del primo clarinetto scaligero daranno vita a un programma in perfetto equilibrio tra le seduzioni liriche delle Fantasie di Sebastiani su temi di Bellini e Rossini, gli slanci romantici del Gran Duo di Weber e l’elegante scorrevolezza di Milhaud e Honneger.
Assecondando poi un altro tema della stagione, ovvero il fil rouge dedicato alle Rivoluzioni, Takahiro Yoshikawa proporrà un brano lisztiano di rarissimo ascolto, l’eroico e tempestoso “Lyon”, omaggio del grande ungherese alla rivolta dei Canuts, gli operai tessili lionesi la cui ribellione alle inumane condizioni di lavoro venne soffocata nel sangue nel novembre del 1831.

SPAZIO TEATRO 89, via Fratelli Zoia 89, 20153 Milano.
Tel: 0240914901; info@spazioteatro89.org; www.spazioteatro89.org
Biglietti: intero 7 euro; ridotto 5 euro (under 25, over 65, CartaPiù Feltrinelli, soci Touring Club).
Abbonamenti: 12 concerti, intero 80 euro, ridotto 55 euro.

2018_02_25 PENSIERI DIVERGENTI in scena al Verdi di Cassolnovo

Domenica 25 febbraio 2018 ore 16.00
C A S S O L N O V O Teatro Verdi
Amm.e Comunale ass.to Cultura e Spettacoli invita
2^ Rassegna TEATRO AL VERDI
MIRANDOLINO !
Liberamente tratta da “La Locandiera “ di Carlo Goldoni
Realizzata e portata in scena dalla
Compagnia Amatoriale Teatrale PENSIERI DIVERGENTI
Entrata ad Offerta
destinata alle Scuole di Cassolnovo e Molino del conte

Prosegue il week end teatrale cassolese domenica 25 febbraio alle ore 16,00 al Teatro Verdi in via Oberdan sempre con Entrata ad Offerta destinata a materiale e progetti scolastici delle scuole di Cassolnovo e Molino del Conte di scena sarà Carlo Goldoni; o meglio MIRANDOLINO ! Commedia brillante liberamente tratta dalla celebre “LOCANDIERA “ di Goldoni.
Si tratta di una libera rielaborazione e adattatamento partendo dal punto di vista narrativo di Mirandolino , ribaltamento di genere della protagonista goldoniana Mirandolina, appunto la locandiera fiorentina protagonista assoluta della “ commedia di carattere” che fu realizzata per il carnevale veneziano del 1752, forse la più famosa scritta dall’autore veneziano . Qui è una versione particolarmente rivolta ai bambini realizzata e portata in scena dai PENSIERI DIVERGENTI con lo spirito giocoso che li contraddistingue , andando incontro al gusto fanciullesco attraverso scoppiettanti momenti di gioco, divertimento e fantasia.
Costumi di scena,sfarzosi e fantasiosi ispirati alla commedia dell’arte , canzoni brillanti di ieri e di oggi con i testi rielaborati con ironia e gusto , appositamente riadattate per i nostri giorni che Non mancherà la particolare cura alle scenografie , pittoresche e colorate e le luci accattivanti che mantengono il fascino e l’eleganza dell’epoca .
I Divergenti ( come amichevolmente amano farsi chiamare in paese) promettono oltre alle ristate anche molte sorprese rispetto anche al teso originale e momenti di autentica suspance da lasciare il pubblico a bocca spalancata.
Divertimento e stupore quindi da ogni punto di vista, in MIRANDOLINO! c’è un po di giallo di commedia , di tragedia, un gustoso e colorato minestrone dai sapori carnascialeschi. E come sempre accanto alle tante risate alle grandi scenografie ai costumi non mancherànno gli spunti per riflettere , la morale (utile ed istruttiva come nelle intenzioni goldoniane) caratteristica che accompagna da sempre anche gli spettacoli della compagnia amatoriale PENSIERI DIVERGENTI nata dal riuscito connubio di genitori e insegnati guidati per mano dalla maestra Daniela Nai e della presidenta prof Bellazzi Alessandra . Un marchio di fabbrica quello di adattare classici della commedia e soprattutto del musical facendone divertenti e saporiti riadattamenti a tempi e luoghi contemporanei spesso legati al territorio , infaticabili protagonisti della scena cassolese degli ultimi anni con spettacoli il cui ricavato è finalizzato al sostegno della scuola pubblica sia per l’acquisto di materiali che di progetti anche coadiuvando le iniziative dell’Amministrazione Comunale.
Info e prenotazioni per entrambi gli spettacoli :
Biblioteca comunale di Cassolnovo
A. DEL BO BOFFINO tel 0381 910150

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)