2009 02 22 FISARMONICA "EL TANGO" per Classica e Lirica tra i Navigli

Classica e Lirica tra i Navigli XVIII edizione   
TEATRO EDI
Centro Barrio's via Boffalora ang. via Barona  - Milano
MM2 Famagosta/Romolo, ATM 74-71-76
Domenica 22 febbraio 2009 ore 16
FISARMONICA "EL TANGO"

FISARMONICA "EL TANGO"



Astor Piazzolla - Tzigane tango

Astor Piazzolla - JacintoChiclana/Chiquilin de baquin

Astor Piazzolla - Preparense
Carlos Gardel - Por una cabeza 

Gerardo Matos Rodriguez / Luciano Fancelli - La cumparsita

Angel Gregorio Villoldo - El Choclo

Pedro Laurenz - La milonga de mis amore
J. de Filiberto Caminito - Quejas De Bandoneon

Juan Carlos Cobian - Nostalgias

Osvaldo Pugliese - La Yumba 

Anibal Troio - Romance de barrio 

Horacio Adolfo Salgan - A Fuego Lento

Horacio Adolfo Salgan - Grillito

Horacio Adolfo Salgan - A Don Augustin Bardin

Richard Galliano - Tango pour Claude

Astor Piazzolla - Adios Nonino
Astor Piazzolla - Fotografia/Libertango


Massimo Signorini, fisarmonica
Musiche di I.Albeniz, E.Satie, O.Pugliese, A.Bardi, A.Piazzolla, R.Galliano
Biglietto unico € 8,00      Ingresso gratuito per bambini e ragazzi fino a 14 anni

INFO: Associazione Amici della Musica Milano Via Boffalora-ang. via Barona 20142 Milano  tel/fax 02/89.12.23.83  
info@amicidellamusicamilano.it    www.amicidellamusicamilano.it

2009 02 28 spettacolo dei GENS D'YS

GENS D'YS
Accademia Danze Irlandesi
Organizza a Roma
Sabato 28 Febbraio 2009
Ore 22.15
Le Notti di Ys
Musica dal vivo con The Shire

Appuntamento imperdibile con le grandi serate organizzate da ballerini per ballerini, amanti delle musiche irish, ma anche per amici e curiosi. Special Guest al bodhran: Lucrezia Testa Iannilli.
Intermezzo con musica registrata bretone.
Come ormai di apprezzata consuetudine è inoltre previsto
il "maestro di sala" che chiamerà le figure dei balli più complessi.
Entrata 19 euro, comprendente: Cena a buffet
Open bar Ingresso ore 21.30
Presso Tennis club Lanciani  via di Pietralata, 135 Roma

Per informazioni:
umberto.crespi@fastwebnet.it c.riccomi@virgilio.it   martina.spagna@katamail.com 

2009 03 05 STORIE DALL'ODISSEA - Primo incontro giovedì 5 marzo ore 18 - Teatro Dal Verme

Giovedì 5 marzo 2009 ore 18 - Teatro Dal Verme
STORIE DALL'ODISSEA
Un racconto in quattro puntate
A cura di Eva Cantarella e Giovanna Bozzolo
Musiche a cura di Franco Bezza


Dal 5 al 26 marzo presso la Sala Piccola del Teatro Dal Verme (Via San Giovanni Sul Muro, 2 – Milano) si terranno quattro incontri dal titolo "Storie dall'Odissea, un racconto in quattro puntate".
Il Progetto di Giovanna Bozzolo e Eva Cantarella nasce dall'incontro di due passioni. Da un lato l'amore di Eva Cantarella per Omero, storico globale del mondo greco arcaico e per la bellezza dei suoi racconti fantastici, dall'altro la passione di Giovanna Bozzolo per la tradizione orale della poesia epica. Giovanna Bozzolo e Eva Cantarella intrecciano il racconto di Omero con interventi di narrazione sul contesto storico e sociale da cui sono tratti gli episodi. Ogni puntata del racconto è stata pensata come autonoma in se stessa e nel contempo parte di un racconto globale che copra l'arco intero della storia nelle sue tappe salienti: la situazione di Penelope e Telemaco a Itaca in assenza di Ulisse, i viaggi e le avventure di Ulisse, il suo ritorno a casa e la strage dei pretendenti. La colonna sonora, che accompagna ciascun racconto è a cura di Franco Bezza, il quale utilizza prevalentemente musiche del '900 dai più diversi repertori, da Šostakovicˇ a Mina, da Ligeti a Nono.

Prima puntata – giovedì 5 marzo ore 18
Penelope e i proci
I pretendenti e la discutibile fedeltà di Penelope


Ulisse è lontano da Itaca da ormai vent'anni: sull'isola spadroneggiano i pretendenti alla mano di sua moglie Penelope. Tracotanti, villani, i celebri "proci" dilapidano i beni di Ulisse e comandano nella sua casa. Nel corso della prima puntata si parlerà di loro, della condizione di Telemaco (il figlio di Ulisse) e del comportamento di Penelope, divenuta modello proverbiale di fedeltà. Ma forse, a una lettura più attenta, l'Odissea ci presenta anche un'altra Penelope, una Penelope inattesa, più esposta alle tentazione di quanto si sia soliti pensare …

Seconda puntata – giovedì 12 marzo ore 18
L'incontro con Nausica : vita sul'isola beata
Vesti mutate, bagni caldi e l'amore


Trascinato dalle onde, Ulisse giunge, naufrago sulle coste di Scheria, un'isola felice, lontana da ogni altra terra abitata e incontra Nausica, figlia del re Alcinoo. Nausica è la figlia perfetta, la ragazza da marito che rispetta le regole. Ma appartiene a un mondo diverso da quello di Ulisse. La cultura dei Feaci, infatti, è diversa da quella dei Greci. Essi non conoscono la guerra, non sono competitivi, concedono più spazi di libertà alle donne. La regina, Arete, moglie di Alcinoo, addirittura amministra la giustizia fra i suoi sudditi. È un mondo vero, quello dei Feaci o è un utopia? In questa puntata, oltre alle storie dei Feaci, ascolteremo anche il racconto di un aedo, Demodoco, che durante il banchetto offerto da Alcinoo in onore di Ulisse, intrattiene gli invitati raccontando la storia boccaccesca di un adulterio divino: quello commesso da Afrodite, moglie di Efesto e amante di Ares.

Terza puntata – giovedì 19 marzo, ore 18
Le Seduttrici: Calipso, Circe e Le Sirene
Avventure d'amore


Dov'è Ulisse, quando si apre la scena dell'Odissea? Il nostro eroe si trova su un'isola, l'isola Ogigia. Seduto su uno scoglio, egli guarda il mare piangendo. Sull'isola ha vissuto sette anni d'amore con la ninfa Calipso. Ma ora è stanco, vuole tonare a casa. L'avventura extraconiugale è finita. O meglio, un'altra avventura extraconiugale. Nel suo peregrinare Ulisse ha incontrato molti personaggi femminili, che incarnano la seduzione. Ad alcuni ha ceduto, come a Circe, la maga. Ad altri ha resistito, come alle Sirene. In questa puntata impareremo a capire il modo in cui i greci vivevano le insidie della seduzione femminile, e la conseguente distinzione, che essi introdussero nel mondo occidentale, tra due categorie di donne: quelle pericolose (le seduttrici) e quelle oneste (sempre sedotte).

Quarta puntata – giovedì 26 marzo ore 18
Ulisse a Itaca
La strage e il riconoscimento

Ulisse è finalmente arrivato a Itaca. Atena lo ha trasformato in modo da renderlo irriconoscibile. Dopo aver incontrato il figlio Telemaco nella capanna del fedele porcaio Eumeo ed essersi a lui rivelato, Ulisse organizza la strage. Nella reggia, i Proci si accingono a gareggiare per stabilire chi, tra di loro, potrà sposare Penelope. La gara consiste nel tendere l'arco di Ulisse. Introdottosi nella reggia in veste di mendicante, Ulisse chiede e ottiene di potersi cimentare nella prova, e appena in possesso dell' arma uccide tutti i Proci, nonché alcuni dei suoi dipendenti. Ma la logica dell' uccisione è diversa. Nei confronti dei dipendenti egli non compie una vendetta, ma esercita il suo potere, come capo dell'oikos, di punire chi è venuto meno ai suoi doveri: nella specie, chi lo ha tradito alleandosi ai Proci. In questa veste, nell' esercizio della giurisdizione domestica, Ulisse anticipa l' arrivo di un principio fondamentale della civiltà giuridica: quello che pone la colpevolezza alla base della responsabilità.

Biglietti : Intero Euro 10,00, Ridotto Euro 8,00
Abbonamenti  : Intero 28 €, Ridotto 20 €
 

2009 02 27 Incontro con Michail Aleksandrovič Berman-Cikinovskij

Vigevano, venerdì 27 febbraio 2009 ore 21
Sala dell'Ottocento di Palazzo Roncalli, via del Popolo 17 (Vigevano)

Associazione culturale il Circolo
con il patrocinio di Fondazione Roncalli, Istituzione Cultura Città di Vigevano
e in collaborazione con la libreria Il Convivio

INCONTRO CON LO SCRITTORE RUSSO

Michail Aleksandrovič Berman-Cikinovskij
autore della raccolta di poesie
EMIGRAI IN OCCIDENTE
RICORDI IN VERSI DI UN ESULE SOVIETICO
traduzione dal russo e cura di MARIA PIA PAGANI
 
Saranno presenti la traduttrice Maria Pia Pagani, slavista e docente dell'Università di Pavia, e Gérard Abensour, professore emerito di letteratura russa presso l'Institut National des Langues et Civilisations Orientales di Parigi.
Durante la serata, Cinzia Bauci (contralto) e Pierantonio Gallesi (pianoforte) eseguiranno, in prima assoluta italiana, alcune romanze, composte su poesie di Berman-Cikinovskij, da Timur Kogan, musicista ebreo nato a Baku, la cui famiglia è stata quasi del tutto sterminata durante l'Olocausto.
Condurrà l'incontro il giornalista Marco Beretta.
Informazioni: 340 3579427
ilcircolovigevano@libero.it
 
Michail Berman-Cikinovskij
E' nato a Char'kov (attuale Ucraina) nel 1937. Medico e scrittore, è autore di romanzi, drammi e poesie. Nel 1978 ha abbandonato l'Unione Sovietica ed è emigrato negli Stati Uniti; vive e lavora a Chicago.
In Russia si è da poco conclusa l'edizione di tutte le sue opere. In italiano è già apparso il romanzo Il tempo in prestito. Biografia di un medico scrittore tra Char'kov e Chicago (edito da L'Harmattan Italia, 2008), tradotto dal russo da Maria Pia Pagani.
Per Berman-Cikinovskij l'emigrazione è stata una scelta difficile, ma inevitabile:
 
«Emigrai in Occidente
Non per interesse, non per guadagno:
Ho nell'animo l'odore del letame
E il delicato profumo dei meli.»
 
Le sue liriche sono segnate dallo scorrere del tempo e si confrontano con la condizione di esule. Nel 1978, poco prima della partenza per gli Stati Uniti, per prudenza e disperazione, la madre bruciò in una stufa i suoi manoscritti. La perdita fu grave, ma non irrimediabile: nel 1989, infatti, uscì a Chicago una raccolta in lingua russa, con i testi redatti negli Stati Uniti e con parte di quelli scritti (ma andati persi) in patria, ricordati a memoria.
A differenza di altri autori, come ad esempio Nabokov, con l'esilio Berman-Cikinovskij non abbandona la lingua russa. Anzi, del suo destino di poeta che, dall'Europa dell'Est si ritrova a vivere in un grattacielo d'Oltreoceano, egli avverte appieno l'importanza:
 
«Perché di questo miracolo raccontassi
Nella lingua madre agli amici laggiù.»
 
 
 

Maria Pia Pagani, scrittrice 
Docente di Letteratura Teatrale all'Università di Pavia, traduttrice e autrice di parecchi saggi sul teatro nell'Europa dell'Est e sul mondo dei giullari, dei cantastorie e dei "folli in Cristo" della tradizione bizantino-slava. Ha curato la prima edizione italiana de I santi dell'antica Russia (2000) del teologo e medievista Georgij Fedotov, e il volume Starec Afanasij. Un folle in Cristo dei nostri giorni (2005). Ha pubblicato le monografie Le maschere della santità. Attori e figure del sacro nel teatro antico-russo (2004, Premio Cesare Angelini Sezione Giovani), I mestieri di Pantalone. La fortuna della maschera tra Venezia e la Russia (2007, Premio giovani per studi e ricerche sulla Cultura Popolare Veneta), Un treno per Eleonora Duse (2008). Ha collaborato all'edizione italiana de L'Apocalisse (2005) del regista Andrej Tarkovskij, con prefazione di Mario Luzi. Nel 2003 ha ricevuto il Premio di Studi per Giovani Ricercatori in ricordo di Maria Corti, e nel 2006 il Premio Internazionale Foyer des Artistes per i suoi studi e le sue traduzioni di letteratura teatrale dell'Europa Orientale. Di Berman-Cikinovskij ha tradotto e curato l'edizione italiana del romanzo Il tempo in prestito. Biografia di un medico scrittore tra Char'kov e Chicago (2008).
 
Maria Cinzia Bauci, contralto e attrice.
Ha studiato violoncello e tecnica vocale presso l'Accademia di Canto Floriana Cavalli di Sesto San Giovanni (Milano). Tra i concerti: canti ebraici di sinagoga e canzoni popolari yiddish, canzoni spagnole di Federico Garcia Lorca e Manuel De Falla, O'King di Luciano Berio per mezzosoprano e piccola orchestra (partitura inedita). Ha fondato nel 1984 "Melodrama" con il musicista pop Mauro Sabbione (Matia Bazar, Litfiba), elaborando un originale progetto di teatro e di musica in bilico tra colto e popolare. Tra i lavori di teatro musicale, una sua rivisitazione del personaggio di Elettra, scritta a quattro mani con il poeta Giancarlo Majorino e citata dal Dizionario dello spettacolo del '900 di Baldini e Castoldi. Ha lavorato con Aldo Masella, Angelo Longoni, Alessandro Benvenuti, Massimo Castri, Paolo Pierazzini. Svolge attività didattica come insegnante di tecnica vocale per attori, è doppiatrice in fiction televisive. Segnalata come miglior giovane attrice al Premio Ubu 1986.
 
Pierantonio Gallesi, musicista e attore.
Diplomato in pianoforte e violoncello ai Conservatori di Milano e di Alessandria. Polistrumentista, predilige la fisarmonica. Ha studiato canto con il M° Gianni Maffeo e danza classica alla scuola di Orietta Boari di Vigevano. Ha frequentato la scuola di teatro CTA di Nicoletta Ramorino a Milano, e seminari con Giorgio Strehler. Si è occupato di teatro dialettale. Ha lavorato con Dario Fo e Franca Rame. Dal 2003 collabora con Mariacinzia Bauci, proponendo un repertorio per voce e fisarmonica che spazia dalla musica ebraica all'operistica, con piacevoli intermezzi teatrali alla maniera dei Kletzmorim (cantastorie di origine ebraica dell'Europa Orientale). Lo spettacolo La magia del canto è stato proposto con successo anche in comunità per disabili e per il recupero di alcolisti e tossicodipendenti. Sempre dal 2003, collabora come pianista del coro Gabriella Finzi di Milano, diretto dal M° Delfo Menicucci. Svolge attività di doppiatore. Protagonista del video Cerchium del gruppo ENIGMA. Con il M° Emilio Pietro Franchioli e Mariacinzia Bauci ha inciso nel 2005 un cd di poesia per la Warner Bross.
 
Marco Beretta, giornalista
Dopo la laurea in Lettere moderne all'Università di Pavia, è entrato nell'editoria nel 1991; ha lavorato in Einaudi, Touring Club Italiano e RCS Libri, Divisione Education. Dal 2007 è progettista editoriale presso il Gruppo Pearson Paravia Bruno Mondadori. È pubblicista e caporedattore per le pagine culturali del mensile "La Barriera" di Vigevano. Si occupa principalmente di critica letteraria e d'arte (ha curato i cataloghi delle opere di Chiara Cordone e Sonja Quarone). Progetta eventi culturali, collaborando con diverse associazioni. Tra le sue ultime realizzazioni, ricordiamo il ciclo di incontri per il 150° anniversario della nascita di Eleonora Duse "Vigevano per la Duse", tenutosi presso il teatro Cagnoni tra novembre e dicembre 2008.

2009 02 26 Concerto di Marco Clerici

OSPEDALE "G. Fornaroli",Via Al Donatore di Sangue 50 - Magenta MI

GIOVEDÌ 26 FEBBRAIO 2009

ore 20.45 Sala della Rotonda (ex piano rialzato)

MAMMA, NON TI SCORDAR DI ME

le canzoni di Luciano Pavarotti

Gruppo da Camera BAROQUE ENSEMBLE

voce: Marco Clerici, tenore

INGRESSO LIBERO

Per la XIX edizione della rassegna "Musica in Ospedale" del progetto IRIS-OSPEDALE APERTO *, giovedì 26 febbraio alle 20.45, nella Sala della Rotonda dell'Ospedale Giuseppe Fornaroli di Magenta, si terrà il concerto "Mamma, non ti scordar di me" per tutti i ricoverati, i familiari e il pubblico, con ingresso libero.

Il titolo della serata musicale rimanda al programma, interamente dedicato alle canzoni che Luciano Pavarotti ha più volte ha interpretato rendendole straordinarie con la sua voce.

L'arduo compito di far rivivere i testi è affidato al tenore Marco Clerici, vigevanese, discendente da artisti famosi nel panorama italiano nella musica leggera, per la prima volta ospite al Fornaroli. Egli si cimenterà con le note parole di Mamma, non ti scordar di me, Firenze sogna, Vivere, Parlami d'amore Mariù, Addio sogni di gloria, Chitarra romana, Vieni sul mar, Nel blu dipinto di blu, Vecchio Frack.

La parte musicale sarà eseguita dal Gruppo da Camera BAROQUE ENSEMBLE di Vigevano.

I cinque componenti, Elena D'Angelo (violino), Paolo Barbaini (violino), Roberta Garavello (viola), Alessia Vercesi (violoncello), Piero Corvi (oboe), Fiorenzo Interlandi clarinetto), suonano con l'Orchestra Accademica "Camerata de' Bardi" dell'Università di Pavia, che terrà il 26 marzo il prossimo concerto in ospedale.

Giovedì, con il Baroque suonano anche il clarinettista Fiorenzo Interlandi e il pianista Gianpiero Fornaro.

Come di consueto saranno presenti in sala i Volontari della Croce Bianca, dell'AiCiT (Associazione per la lotta contro i tumori) e dell'AVO (Associazione Volontari Ospedalieri) di Magenta che provvedono all'accompagnamento dei pazienti dalla loro camera alla sala del concerto, affiancati dai Volontari della Protezione Civile e dai Vigili del Fuoco di Magenta.

Al termine del concerto saranno distribuite in omaggio le primule offerte dalla Floricoltura Zanzottera di Magenta.

2009 03 07 Concerto all'Auditorium Lugano

Lugano (Svizzera) - Auditorium Stelio-Molo
Lugano-Besso
Sabato 7 Marzo 2009
ore 20.30
CONCERTO in DIRETTA RADIOFONICA
Orchestra di Fiati di Vallecamonica "Gianandrea Gavazzeni"
trasmesso da Radio Televisione Svizzera Italiana

In programma:

Gustav Holst
JUPITER, BRINGER OF JOLLITY (1916)
form "The Planets"

Percy Aldridge Grainger
LINCOLNSHIRE POSY (1937)

Lewis J. Buckley
BRIGHT COLORED DANCES (1995)

Johan de Meij
T-BONE CONCERTO (1996)

Frank Ticheli
VESUVIUS (1995)


Orchestra di Fiati di Vallecamonica "Gianandrea Gavazzeni"
Trombone: Diego Gatti
Direttore: Denis Salvini

Concerto trasmesso in diretta Radiofonica dalla RTSI e in Live streaming su
www.rtsi.ch   seguire il link "rete 2"
informazioni: www.fiativallecamonica.net

2009 02 21 The Bass Gang Auditorium di Mortara

 
     MORTARA ON STAGE 

2008/2009


Sabato 21 febbraio 2009
ore 21


THE BASS GANG

uno spettacolo "fuori dagli schemi" proposto dal più esilarante 
quartetto di contrabbassi, composto da:

Antonio Sciancalepore
Andrea Pighi
Alberto Bocini
Amerigo Bernardi

Gag e Musica
da Mozart a Beethoven,
da Carosone a The Blues Brothers,
fino alle colonne sonore dei più famosi film

info biglietti: 
Libreria "Le mille e una pagina"
Tel. 0384.298493

In Municipio il primo gonfalone del Comune di Vigevano (1848)

Il primo gonfalone del Comune di Municipio, risalente al 1848, è da pochi giorni esposto all'ingresso principale interno del Municipio ( dopo lo scalone). Questa preziosa testimonianza storica, fino ad ora custodita presso la Biblioteca Mastronardi, faceva parte della sezione risorgimentale dell'ex Museo Civico.

Il gonfalone in tessuto ricamato riproduce su di un lato lo stemma del Comune di Vigevano e sul retro porta la dicitura "Viva Carlo Alberto " e " Viva lo Statuto Albertino", chiaro riferimento alla concessione dello statuto Albertino avvenuta a Torino l'8 febbraio del 1848.

La nuova collocazione all'ingresso del Municipio risponde all'intenzione di valorizzare, anche con riferimenti alla storia della Città, il Palazzo sede principale del Comune a 100 metri dalla magnifica Piazza Ducale.

Haydn e Mozart all'Auditorium Filanda di Cornaredo

Stagione 2008/2009 Auditorium Filanda di Cornaredo
giovedì 19 febbraio 2009 - ore 21.00

Omaggio a Franz Joseph Haydn nel 200° dalla morte

Quartetto d'archi Arion
Violini: Plamen Dimitrov, Antonello Molteni
Viola: Antonina Antonova - Violoncello: Fabio Storino
Clarinetto Enrico Maria Baroni
 
In programma :
   
Franz Joseph Haydn (1732-1809)
Quartetto op. 20 n°4 Hob. III  n° 32 - "Sonnenquartett"
Allegro di molto -  Adagio e affettuoso - Menuetto alla zingarese - Presto e scherzando
 
Wolfgang Amadeus Mozart  (1756-1791)
Quintetto con clarinetto in la maggiore K 581
Allegro. Larghetto, Minuetto - Trio I - Trio II, Allegretto con variazioni

Ingresso € 10,00 - ridotto € 7,00con il patrocinio di Provincia del Milano  e con il patrocinio e il contributo del Comune di Cornaredo

ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI - 5 e 7 marzo 2009 al Teatro Dal Verme di Milano doppio Beethovena

ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI - 5 e 7 marzo - Teatro Dal Verme
64ª Stagione Sinfonica 
Giovedì 5 marzo alle ore 20.30 e sabato 7 marzo alle ore 17 presso il Teatro Dal Verme (via San Giovanni Sul Muro, 2- Milano) l'Orchestra I Pomeriggi Musicali sarà diretta dal Maestro francese Pierre Laurent Aimard che si esibirà nel duplice ruolo di direttore e solista.

Pierre Laurent Aimard – direttore e pianoforte
Orchestra I Pomeriggi Musicali

Programma:
Beethoven : Concerto n. 1 op. 15 per pianoforte e orchestra
Beethoven : Concerto n. 3 op. 37 per pianoforte e orchestra


Pierre Laurent Aimard, direttore e pianoforte
Nato a Lione nel 1957, Pierre-Laurent Aimard ha studiato al Conservatorio di Parigi ottenendo 4 Primi Premi. Ha avuto la possibilità di perfezionarsi con Yvonne Loriod e, successivamente, con Maria Curcio. Attualmente  suona nelle più importanti sale da concerto del mondo sia in recital che in programmi di musica da camera, collaborando con le migliori orchestre e con prestigiosi direttori come Pierre Boulez, Christoph von Dohnanyi, Christoph Eschenbach, Nikolaus Harnoncourt, Seiji Ozawa, Sir Simon Rattle, David Robertson, Esa-Pekka Salonen e Franz Welser-Möst.
Ha ricevuto il Primo Premio al Concorso Messiaen nel 1973 e a soli 19 anni è stato scelto da Pierre Boulez come pianista solista dell'Ensemble Intercontemporain. Sin dalla metà degli anni ottanta ha avuto una stretta collaborazione con Györgi Ligeti che gli ha affidato la registrazione dell'integrale delle sue opere per la Sony e che gli ha dedicato molti dei suoi Etudes. Pierre-Laurent Aimard è indubbiamente una figura chiave nel mondo della nuova musica.
Egli ha sempre esplorato con passione la vastissima gamma di sorgenti ed epoche musicali e si adopera continuamente per portare alla luce l'importanza del contesto storico, musicale e culturale come pure le reciproche influenze tra compositori sia all'interno di una generazione e di un secolo, che tra generazioni e secoli diversi. Attraverso la sua opera didattica al Conservatorio di Parigi e a quello di Colonia e con il suo programma a livello internazionale di concerti/conferenze (ad esempio, nella stagione 1994/1995, la serie di 8 concerti/conferenze a Lione e a Parigi per presentare la letteratura pianistica del XX secolo), Aimard riesce a diffondere la sua personale visione sulla musica del passato, presente e futuro.
Durante la stagione 2006/07 ha curato la serie Perspectives alla Carnegie Hall di New York, una "carte blanche" alla Konzerthaus di Vienna ed è pianista residente con i Berliner Philharmoniker. Dà il via ad una serie di recital al Palais Garnier ed è ospite regolare della Philharmonie di Colonia, Palais des Beaux Arts di Bruxelles e South Bank Centre di Londra. E' stato il primo Artista Residente  presso la nuova sala da Concerti Grande-Duchesse Josephine-Charlotte in Lussemburgo durante il 2005/06 mentre nel corso di questa stagione inizia un triennio di collaborazione artistica con la St Paul Chamber Orchestra.  Il 2008 lo vede Direttore Artistico del Southbank Centre per il Festival Messiaen ; Artista Residente sia al Mozarteum di Salisburgo che della Cleveland Orchestra. E' stato invitato inoltre dalla Cité de la Musique a curare un "Domaine Privé" e continua a collaborare con la St Paul Chamber Orchestra. Nella primavera 2005 ha ricevuto dalla Royal Philharmonic Society l'Instrumentalist Award e Musical America l'ha nominato Instrumentalist of the Year 2007.
Pierre-Laurent Aimard ha inciso per varie etichette, tra cui la Sony, Erato, Wergo  e Lyrinx. Ultimamente la Teldec/Warner Classics ha pubblicato molte sue incisioni,  tra cui l'integrale dei Concerti per pianoforte di Beethoven con la Chamber Orchestra of Europe diretta da Harnoncourt - premiata con l'ECHO Classic Award nel 2003 - e Etudes e Images di Debussy; premiata nel 2004.  Nel 2005 la Sonata n. 2 Concord di Ives come pure Songs eseguite con Susan Graham hanno vinto un Grammy Award. Recentemente sono stati pubblicati dischi con musiche di Ravel e Carter e Schumann e la registrazione dei Concerti per pianoforte di Mozart con la Chamber Orchestra of Europe diretta dalla tastiera da Aimard è stata salutata come "una delle  più squisite incisioni di Mozart di tutti i tempi" (Wolfram Goertz, Die Zeit del 13 ottobre 2005). Attualmente Pierre-Laurent Aimard incide in esclusiva per la Deutsche Grammophon e il suo primo disco per questa casa discografica, l'Arte della Fuga di Bach, ha vinto il Diapason d'Or, il premio Choc du Monde de la Musique, è stato numero uno nella classifica classica di Billboard e ha guidato la classifica degli album classici più scaricati su iTunes US.
Interi: Primo Settore € 17,00; Secondo Settore € 12,00; Balconata € 9,50
Ridotti: (Giovani under 26 ; Anziani over 60; Cral ; Associazioni Culturali ; Biblioteche ; Scuole e Università), Primo Settore €13,50; Secondo Settore € 10,50; Balconata € 7,50

La Prova Generale Aperta al Pubblico si terrà giovedì 5 marzo alle ore 10. I biglietti sono in vendita tutti i giorni, compresa la stessa mattina, al Teatro a Euro 5.00 l'intero e Euro 3.00 il ridotto.

Informazioni per il Pubblico:
Teatro Dal Verme: Tel 02 87905
http://www.ipomeriggi.it;
http://www.dalverme.org

Giornate della Società Dante Alighieri anno 2009

I prossimi 20 e 21 febbraio, il Comitato pavese della Società Dante Alighieri organizza la annuale

Giornata della Dante

Venerdì 20 febbraio 2009, alle 21
Collegio Universitario Santa Caterina da Siena di Pavia (via S. Martino 17/a)
I pavesi leggono Dante. Cominciamo dalle Istituzioni…
Agli archi: Quartetto "Il Demetrio"

Versi della Commedia scelti e letti da rappresentanti delle Istituzioni: S. E. Mons. Giovanni Giudici, Vescovo di Pavia, Angiolino Stella, Magnifico Rettore della Università di Pavia, Gianni Francioni, Pro Rettore alla didattica della Università degli studi di Pavia, Vittorio Poma, presidente della Provincia di Pavia, Marco Facchinoti, assessore ai beni e alle attività culturali della Provincia di Pavia, Maria Laura Bianchi, commissario prefettizio del Comune di Pavia, Antonio Sacchi, vice presidente vicario della Fondazione Teatro Fraschini e Pierangela Fiorani, direttore de "La Provincia Pavese". Accompagnamento musicale a cura del quartetto d'archi "Il Demetrio".

La manifestazione avrà una seconda puntata in provincia, e precisamente:

Sabato 21 febbraio 2009,  ore 21
Cigognola, Chiesa parrocchiale San Bernardo Abate
Lectura Dantis: Dante e Cacciaguida (brani da Paradiso, XV, XVI, XVII)
Al leggio: Enrico Barbieri (lettura) e Filippo Timo (commento).
Musiche di Paganini, Vivaldi, Corelli eseguite da Silvia Colli (violino) e Ugo Nastrucci (chitarra e tiorba).

Il mago di Vigevano Aurelio Paviato e le sue nuove attività

Storie di un Artigiano di Illusioni
L'arte delle meraviglie da Garzoni a Copperfield.
Il passaggio dal vecchio al nuovo anno è avvenuto sotto il migliore degli auspici con la partecipazione a quattro puntate su Rai Uno alla trasmissione Festa Italiana, condotta da Caterina Balivo, grazie all'invito ricevuto da Giorgio Gambino, autore televisivo con il quale avevo a suo tempo collaborato al Costanzo Show e che è ora capofila in questa produzione Rai.

Qui, ho anche avuto modo di fare esperienza dell'ottimo supporto professionale prestatomi dalla Cicuta Produzioni.

Due di queste puntate sono state messe su You Tube: se desideraste prenderne visione

In Gennaio, il mio curriculum si è arricchito di due nuove collaborazioni: la prima per la convention della Emmeti S.p.a. a Treviso; la successiva per la Mondadori Pubblicità a Riva del Garda.

Devo dire, con piacere ed orgoglio, che quest'ultimo ingaggio è dovuto, a distanza di alcuni anni, all'ottimo ricordo che avevo lasciato al Dott. Angelo Sajeva che, prima di giungere ad essere A.D. di Mondadori Pubblicità, aveva già avuto modo di utilizzare il mio intervento in Publikompass.

La parte finale del 2008 aveva invece visto prima un mio nuovo impegno per la Dott.ssa Fiorentini di Almeco S.p.a. (ancora una volta, un cliente che richiama è una conferma gradita), poi per la Expopoint di Rita Frassi.

Per quanto riguarda il futuro, oltre ad una conferenza che terrò in Francia a Marzo al congresso di Antibes / Juan-Les-Pins vi anticipo di essere stato "arruolato" come membro del comitato tecnico e scientifico esterno dalla Biblioteca Nazionale Braidense di Milano in vista di una mostra su antichi libri di prestigiazione che si terrà tra pochi mesi in questa prestigiosa sede.

A breve potrò essere più preciso a riguardo ma posso anticipare che in occasione della inaugurazione terrò un intervento dal titolo

Storie di un Artigiano di Illusioni
L'arte delle meraviglie da Garzoni a Copperfield.

Si tratta di una conferenza/spettacolo che avevo già avuto modo di presentare qualche mese fa a Milano anche grazie all'aiuto dell'amico Alberto Grua, A.D. di Grunenthal S.p.a. e, più recentemente, al Fuoriorario di Trezzo D'Adda. 

2009_02_18 Opera sul grande schermo e ... dal vivo

Rassegna: Opera sul grande schermo
Rinasce nella provincia l'amore per l'opera lirica. Dopo anni di semi oblio, con le grandi sedi storiche uniche detentrici del primato nella rappresentazione di opere liriche, dalla Scala alla Fenice, dall'Arena di Verona a quella di Macerata, stiamo vedendo risorgere un po' dovunque l'amore per l'opera lirica e l'inserimento di melodrammi nelle varie stagioni.
In provincia di Pavia, il Teatro Fraschini ha aderito al Circuito Lirico Lombardo ed ogni anno ospita ben cinque produzioni liriche, di cui almeno una è una produzione propria.
Ma anche Voghera, Stradella, Broni, San Martino Siccomario e Mezzana Bigli hanno dato il via ad una loro specifica programmazione lirica, creando anche stage di formazione per giovani cantanti lirici finalizzati alla messa in scena di un titolo, come sta succedendo da quattro anni a Mezzana Bigli.
Nelle immediate vicinanze troviamo il Teatro Lirico di Magenta, che è rinato dopo il restauro e che ha già prodotto, in proprio, un "Barbiere di Siviglia" di Rossini, aderendo poi, già da due stagioni, al circuito "Poket Opera" con il "Don Paquale" del 2008 e la "Madama Butterfly" del 2009. Oltre alla "Bohème" degli Amici della Lirica di Magenta, andata in scena nell'ottobre del 2008.
Quanto poi al Teatro Coccia di Novara, questo ha recuperato in pieno la sua tradizione lirica, che lo ha visto nel '900 ospitare grandi artisti, mettendo in scena ogni anno non solo titoli di repertorio come Aida, Barbiere, Traviata ecc. ma iniziando a riscoprire le opere di Carlo Coccia come l'Arrighetto o la Clotilde.
In questo generale fermento resta fuori gioco la nostra Vigevano.
Ma se l'opera non si rappresenta nel Teatro Antonio Cagnoni, abbiamo invece visto nascere e crescere di interesse la rassegna "Opera lirica sul grande schermo" che è stata ideata dalla Parrocchia della Immacolata con l'organizzazione della Ass. Culturale La Barriera e la consulenza artistica di Mario Mainino.
Partita nell'ottobre 2008, ha già presentato "Sonnambula" di Bellini, "Carmen" di Bizet, "Don" "Carlo" di Verdi, "Aida" di Verdi. Per ogni serata c'è stata una buona affluenza di pubblico, che ha indicato anche il gradimento verso un titolo piuttosto che un'altro, mettendo al primo posto "Carmen" ed in ultima posizione "Sonnambula," forse meno conosciuta perché richiede ai suoi interpreti qualità tecniche non indifferenti e viene meno rappresentata.
Nel circuito italiano di programmazione Microcinema la sala dell’Odeon si è collocata ai primi posti assoluti come numero di presenze in tutta Italia.
I prossimi appuntamenti per il 2009 prevedono la visione del "Barbiere di Siviglia" di Gioacchino Rossini, proveniente dalla Fenice di Venezia, mercoledì 18 febbraio - ore 20.15 - e della "Traviata" di G.Verdi mercoledì 17 marzo, ma alle ore 19.45 in quanto la ripresa arriverà in collegamento diretto con l'Operà de La Wallonie di Liegi.
Dopo questi appuntamenti con l'opera lirica sullo schermo arriverà invece dal vivo, nella versione per canto e pianoforte che permette di apprezzare ancora meglio il canto, la
"Bohème" di Giacomo Puccini in aprile - mercoledì 15 ore 20.15 - nell'allestimento già andato in scena con vivo successo al Teatro Lirico di Magenta.
Una compagnia di cantanti di grande livello, tutti professionisti, giovani e ottimi attori, che hanno reso al meglio la partitura pucciniana pur nella essenzialità dell'allestimento scenico ideato e diretto da Mario Mainino.


La rassegna chiuderà la programmazione, per la pausa estiva, con un concerto lirico vocale la sera le primo maggio "Ben venga maggio" rinnovando una antichissima tradizione che voleva in maggio festeggiare con canti e danze l'arrivo della bella stagione.
 


Mercoledì 18/02/2009 
h. 20:15
Teatro la Fenice di Venezia
Ripresa Cinematografica Stagione 2008
Il barbiere di Siviglia
Melodramma buffo in due atti
Libretto di Cesare Sterbini
Musica di Gioachino Rossini

Personaggi e interpreti principaliIl conte d’Almaviva Francesco Meli
Bartolo Bruno De Simone
Rosina Rinat Shaham
Figaro Roberto Frontali
Don Basilio Giovanni Furlanetto
Berta Giovanna Donadini
Un ufficiale Claudio Zancopè - Salvatore Giacalone

maestro concertatore e direttore
Antonino Fogliani
regia Bepi Morassi
scene e costumi Lauro Crisman
light designer Vilmo Furian
regista collaboratore Luca Ferraris

Orchestra e Coro del Teatro La Fenice
Maestro del Coro Alfonso Caiani
Maestro al fortepiano Stafano Gibellato
allestimento della Fondazione Teatro La Fenice


Martedì 17 marzo 2009 h. 19:45
Dall’Opera de Wallonie di Liége
Live!

La Traviata
Opera in tre atti
Musica di Giuseppe Verdi
Direttore d’orchestra: Paolo Arrivabeni
Regia: S. Mazzonis de Palafera
Personaggi e interpreti
Violetta Cinzia Forte
Flora Bervoix Veronica Simeoni
Alfredo Saimir Pirgu
Annina Federica Carnevale
Giorgio Germont Giovanni Meoni

Mercoledì 15/04/2009h. 20:15
In collaborazione con gli Amici della Lirica di Magenta
La BohèmeOpera in quattro atti
Musica di Giacomo Puccini
Spettacolo dal vivo - Fuori abbonamento
Mimì soprano - Margherita Tomasi
Rodolfo, poeta tenore -Tiziano Barbafiera
Musetta soprano - Elisa Maffi
Marcello, pittore baritono - Bruno Pestarino
Colline, filosofo basso - Giampaolo Vessella
Schaunard, musicista baritono - Dong-Il Park
Benoît, padrone di casa basso - Andrea Dufaux
Alcindoro, consigliere di Stato basso - Andrea Dufaux
Parpignol, venditore ambulante tenore Gianni Granata
Altro venditore ambulante tenore -coro
Sergente dei Doganieri basso - Angelo Oldani
Un doganiere tenore – Massimo Gavardi
Un ragazzo - coro
Sachiko Yanagibashi, pianoforte
Schola Cantorum San Gregorio Magno
di Trecate
maestro del coro Mauro Rolfi
Idea scenografica e regia di Mario Mainino
INGRESSO 15 Euro + offerta libera in beneficenza
Consulenza artistica ed organizzativa della Ass. Culturale Concertodautunno - Vigevano
Per questa iniziativa collabora l'Associazione Donne Pavesi, con la quale si è deciso di raccogliere le eventuali offerte - oltre i 15 Euro dell'ingresso - a favore della Ass. "Mauro Emolo" Corea di Huntington.

Venerdì 1 maggio 2009 h. 21:00
Ben venga maggio
Concerto straordinario sulla .. meraviglia della voce
Spettacolo dal vivo - Fuori abbonamento
Partecipano
(programma indicativo e artisti ancora in corso di definizione)
coro femminile
Kodaly di Villadossola
diretto dal Maestro Salvatore Sciammetta
coro alpino
La Vetta di Vigevano
diretto dal maestro Giampiero Bianchi
coro lirico Maestri Cantori di Vigevano
diretto dal maestro Alessandro Barlacchi
Maestro al pianoforte Giampiero Callegaris
Benedetta Yeo, soprano
Matteo Falcier, tenore
con la partecipazione straordinaria del soprano
Maria Malatesta Calabrò
Ideato e condotto da Mario Mainino

Il 12 Dicembre 2008 si è tenuto uno straordinario concerto di arie da Zarzuelas

Amici del Loggione del Teatro alla Scala
Via Silvio Pellico 6, Milano
 
Stagione concertistica 2008/2009
 
Venerdì 12 Dicembre, ore 21 - Ingresso libero
 
Cristina Barbieri,
soprano
Armando Ariostini, baritono
Gioele Muglialdo, pianoforte
 
presenta Andrea Merli

CONCERTO DI ZARZUELAS

Musiche di E. Acevedo, F. Alonzo, R. Chapi, J. Guerrero, R. Millan, F. Moreno Torroba, D.F. Perez, J. Serrano, P. Sorozabal, E. Granados.
Programma:

1a parte
Chueca / Valverde  (da "La gran via"): "Caballero de gracia" - baritono
J. Serrano (da "La cancion del OLvido"): "Junto al puente de la pegna" - baritono
R. Chapì (da "Las Hijas del Zebedeo"): "A mi novios yo le quiero… …" - soprano
J. Guerrero (da "Loza Lozana"): "Se me conoce en la cara" - baritono
J.Serrano (da "Alma de Dios"):"Canta mendigo errante" - baritono
R. Halffter: "Marinero en tierra, Op. 27 - soprano
R.Millan (da "La dogaresa") : "Un conde fuè" - baritono
E. Granados: Danza Spagnola n. 5 - pianoforte
F. A. Barbieri (da "El Barberillo de Lavapiés") - duetto
 
2a parte
F. Diaz-Giles  (da "El Divo"): "Soy de Aragon" - baritono
F.Moreno Torroba (da "Luisa Fernanda") :"Por el amor de una mujer" - baritono
G. Giménez / M. Nieto (da "El barbero de Sevilla"): "Me haman la Primorosa……" - soprano
J.Guerrero (da "Los Gavillanes"):"Mi aldea" - baritono
F. Alonso (da "La Parranda") : "Canto a Murcia" - baritono
"El Vito" (Canciòn popular, trascrizione di F. J. Obradors) - soprano
R.Millan (da "El pajaro azul"):"Cancion y fado de Esteban" - baritono
E. Granados: Danza Spagnola n. 6 "Epilogo" - pianoforte
J. Guiridi (da "El Caserio"): "Con alegria inmensa…" - duetto
Anton y Michelena: "A la luz de la luna" - duetto
 

I SOLISTI DI PAVIA- PRIMO CONCERTO IN STAGIONE AL FRASCHINI

Lunedì 23 febbraio 2009 21.00

Teatro Fraschini Pavia

CONCERTO I SOLISTI DI PAVIA

Felix Mendelssohn, Sinfonia per archi n.2
Franz Joseph Haydn, Concerto per violoncello in do maggiore
Pëtr Il'ič Čajkovskij Serenata per archi e il cantabile
Musicisti solisti:
Marco Rogliano, violino
Enrico Dindo, violoncello.

 
 
Enrico Dindo, fondatore dell'orchestra (9 dicembre 2001)  ha recentemente  festeggiato al Fraschini  i sette anni dalla nascita de I Solisti di Pavia.
In questi anni il gruppo musicale ha realizzato cicli di concerti nelle chiese cittadine, concerti nel Teatro di residenza, ma anche una ricca e prestigiosa tournée all'estero  (recentemente a Malta, luglio 2008). Lunedì 23 febbraio 2009,  alle ore 21.00  inizia la programmazione dei concerti al Fraschini, il programma prevede la Sinfonia per archi n.2 di Felix Mendelssohn, il Concerto per violoncello in do maggiore di  Franz Joseph Haydn,  la serenata per archi e il cantabile di Pëtr Il'ič Čajkovskij. Con i musicisti solisti: Marco Rogliano, violinista romano diplomato al Conservatorio di Santa Cecilia, lo stesso Enrico Dindo al violoncello.
 
PROVA APERTA PER LE SCUOLE
 
130 studenti delle scuole pavesi Leonardo Da Vinci, Felice Casorati, Ugo Foscolo,  San Giorgio, hanno aderito al progetto scolastico di avvicinamento alla musica classica, nato in collaborazione tra Fondazione Fraschini ed Ufficio Scolastico Provinciale. Assisteranno gratuitamente alle prove del concerto nel pomeriggio del 23 febbraio, guidati dal maestro Enrico Dindo.
 
 
ACQUISTO BIGLIETTI
Biglietteria del Teatro Fraschini, da lunedì a sabato, orari: dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 19.
La biglietteria apre anche un'ora prima di ogni spettacolo
Informazioni Tel. 0382/371214
Vendita on-line
www.teatrofraschini.it   www.isolistidipavia.com www.enricodindo.com
Biglietti  da 20,00  a 8,00 euro


 
 

Martedì 17 febbraio 2009 il violinista Daniel Hope in recital al Quartetto

I concerti della stagione 2008-09 144° Stagione Società del Quartetto di Milano
martedì 17 febbraio 2009, ore 20.30
sala Verdi del Conservatorio
Daniel Hope violino
Sebastian Knauer pianoforte


M. De Falla - Suite populaire espagnole
L. van Beethoven - Sonata n. 9 in la maggiore op. 47 "A Kreutzer"
F.Mendelssohn - Suleika op. 34 n. 4, Auf Flügeln des Gesanges op. 34 n. 2, Hexenlied op. 8 n. 8
E.Grieg - Sonata n. 3 in do minore op. 45

Versatilità e innovazione: Daniel Hope, una delle figure di spicco della scena musicale inglese, incarna il modello di un artista in costante ricerca di forme d'espressione nuove e più consone alle trasformazioni dei linguaggi culturali. Hope rimescola le carte proponendo programmi di taglio innovativo e mette a disposizione una tecnica violinistica impeccabile per progetti spesso rivolti a unire mondi espressivi diversi, come la musica, il teatro, le arti visive, collaborando con attori del calibro di Klaus Maria Brandauer e Mia Farrow.
Il pubblico del Quartetto ha già ascoltato il musicista sudafricano nel 2005, con il mitico Trio Beaux Arts. Ospite per la prima volta in un recital, assieme al pianista Sebastian Knauer, Daniel Hope ha scelto un programma in parte originale e in armonia con il suo approccio molto libero, pescando nel repertorio violinistico musiche un tempo di grande popolarità, in seguito un po' trascurate dai solisti. La Sonata in do minore di Grieg, con la sua fresca vena melodica e il carattere rapsodico della forma, potrebbe costituire forse il miglior emblema della particolare mappa di questi luoghi affascinanti e decaduti. Dall'altra tiene un piede ben fermo nel repertorio classico, come dimostra l'esecuzione della "Kreutzer" di Beethoven.

Domenica 15 febbraio alle ore 13 su Radio Classica (FM 94 http://www.radioclassica.fm/) il violinista Daniel Hope racconta il suo percorso di virtuoso versatile e innovativo. La trasmissione "L'offerta musicale" è a cura di Giorgio Bevilacqua.

Il programma di sala del concerto, in versione pdf, è disponibile sul sito dal venerdì pomeriggio precedente il concerto.
Biglietti: intero € 25, ridotto € 18 - Giovani (fino a 30 anni) € 5
Società del Quartetto di Milano
Palazzo Durini - Via Durini, 24 - 20122 Milano - Tel. 02 76005500 Fax 02 76014281
www.quartettomilano.it  - info@quartettomilano.it

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)