2016_11_05 Cenerentola Folk, della compagnia Teatro Invito presso l’ex Convento dell’Annunciata di Abbiategrasso

Il prossimo appuntamento di AssaggiAMO IL TEATRO è previsto per sabato 5 Novembre 2016 alle ore  16.00 presso l’ex Convento dell’Annunciata di Abbiategrasso (Via Pontida), con lo spettacolo Cenerentola Folk, della compagnia Teatro Invito.
In scena una curiosissima rivisitazione di uno dei più grandi classici, filtrata dagli occhi e dal canto di buffi aiutanti! 
Chi realizzerà la scarpetta di Cenerentola? Chi confezionerà il vestito buono con cui andare al ballo? Un sarto e un ciabattino alle dipendenze della perfida matrigna sono indaffaratissimi: tutte le ragazze da marito del paese hanno commissionato loro del lavoro per la gran festa. Gli artigiani trovano però il tempo di consolare e aiutare quella povera sguattera, costretta dalla crudele signora Lucrezia ai lavori più umili. E’ solidarietà quella che sentono: non sono anche loro umili lavoratori? Se otto ore vi sembran poche provate voi a lavorar!  Così, imbracciati ukulele e chitarra, alzano il loro canto per raccontare le gesta della loro eroina: Cenerentola, l’umile serva che diventerà regina. 
Età consigliata: dai 5 anni in su
Ingresso 3€ - prenotazione obbligatoria
Ultimissimi posti disponibili

INFO
 
TEATRO DEI NAVIGLI
teatrodeinavigli@gmail.com
348 0136683  – 324 6067434
Facebook: Teatro dei Navigli | Twitter: @TeatroNavigli

Ufficio – segreteria: ex Convento dell’Annunciata, Via Pontida, Abbiategrasso (MI)
Apertura al pubblico: dal MARTEDÌ al SABATO 15.00 – 19.00

2016_11_06 FisaElisir d'Amore di Francesco Montemurro al MaMu via Soave, 3 Milano

Domenica 6 novembre 2016 ore 17 al MaMu
Il FisaElisir d'Amore
offerta libera!
MaMu via Soave, 3 Milano simpatico evento per bambini (dai 5 anni in su) e adulti amanti dell'Opera!
Sinfonia, concertati, duetti, terzetti fino alla Furtiva lagrima e al gran finale in salsa “Commedia dell’arte”: quale mezzo migliore per far conoscere al pubblico le musiche, i segreti ed il divertimento del capolavoro di Donizetti? E tutto in un'ora! Nick Meloni, un italo-australiano da poco rientrato in Italia, decide di improvvisarsi impresario d’Opera. Per il suo progetto ingaggia il duo Paolo & Francesca (tenore e soprano) e sceglie un titolo di grande attrattiva: L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti, da mettere in scena in una versione “tascabile”. Il tenore e il soprano interpreteranno il ruolo di Nemorino e Adina, mentre lo stesso Nick Meloni, in qualità di capocomico, interpreterà di volta in volta il sergente Belcore (fiero antagonista), il dottor Dulcamara (un Pulcinella quanto mai cialtrone) e persino un’improbabile Giannetta!
Con: Nicola Olivieri, Francesca Pacileo, Paolo Cauteruccio
Testi e regia di Francesco Montemurro

2016_11_09 Teatro della LUNA di Assago arriva "la traviata" del XX secolo ovvero EVITA

Teatro della Luna
Via G. di Vittorio, 6, 
20090 ASSAGO

Evita - Malika Ayane
Di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice
Regia e adattamento in italiano: Massimo Romeo Piparo
Con Malika Ayan

Come per il destino di Alphonsine Du Plessis a pochi anni dalla sua morte Evita Peron diventa la protagonista di un musical tra i più straordinari del secolo scorso.

Malika Ayane veste i panni della protagonista nella nuova produzione targata Peep Arrow Entertainment, che presenta per la prima volta in italiano il celebre musical scritto da Tim Rice e Andrew Lloyd Webber, liberamente ispirato alla vita dell’indimenticabile moglie del presidente argentino Juan Domingo Perón.
Un debutto atteso per questa nuova versione di Evita, che promette forti emozioni e che consegna al pubblico le luci e le ombre di una figura entrata nell’immaginario collettivo popolare. Accompagnata dall’orchestra dal vivo, Malika Ayane si trova dunque faccia a faccia con questa icona di carisma e determinazione, in un musical sofisticato e curatissimo, che fa dell’intensità la sua carta vincente. Molto amata dal pubblico per la classe e le suggestioni della sua voce, l’artista mette il suo poliedrico talento al servizio di un personaggio complesso e affascinante, dalle mille sfaccettature. 
La regia è firmata da Massimo Romeo Piparo.

2016_11_10 Cinema Teatro Odeon Vigevano film della settimana

I film della settimana del Cinema Teatro Odeon
Vigevano, via Berruti
Giovedì 10 novembre 2016_11_10
‘’Sole alto’
primo spettacolo ore 16,00, secondo ore 21,15;
un film che racconta tre amori impossibili per un paese, la Bosnia, che ha smesso di esistere. Tre estati cariche di promesse e di sensualità per rievocare una guerra che ha chiuso nel sangue il Novecento. Tre episodi interpretati sempre dagli stessi attori, anche se dando vita ogni volta a personaggi diversi, ambientati in tre anni chiave: 1991, 2001 e 2011.

Domenica 13 novembre 2016_11_13
‘’Abel il figlio del vento’
due spettacoli ore 16,00 e ore 18,30;
la storia di una profonda amicizia fra un ragazzo e un’aquila, un film che racconta i sentimenti e le emozioni di un ragazzo che porta sulle sue giovani spalle il peso della morte della madre ma che sa offrire tutto l'amore e la compagnia che gli sono invece negati a casa.

Associazione La Barriera
Via Mons. Berruti, 2 
27029 Vigevano (PV)
tel. 0381- 692336
cell: 348-1269711

2016_12_01 Prima esecuzione assoluta al Coccia di Novara de LA RIVALE

Giovedì 1 dicembre 2016 ore 20.30
"LA RIVALE"
Opera contemporanea
Prima esecuzione assoluta
e dal 7 novembre al 12 dicembre, ogni lunedì,
gli appuntamenti del ciclo
"MEMORIE RIVALI"
L’opera è composta dal maestro Marco Taralli su libretto di Alberto Mattioli, la regia è di Manu Lalli e in buca l’Orchestra dei Talenti Musicali, diretta dal maestro Matteo Beltrami.
Giovedì 1 dicembre al Teatro Coccia in scena un omaggio divertente e arguto a Maria Callas, l’opera contemporanea LA RIVALE, ispirata all’omonimo racconto di Eric – Emmanuel Schmitt.
La storia di Maria Callas raccontata dalla sua più acerrima rivale, nella finzione chiamata Carmela Astolfi, da un inedito punto di osservazione, che consente una rievocazione della Divina in un approccio ricco di aneddoti gustosi e di osservazioni sul mondo della lirica.
Alla prima dell’opera si arriverà anche a seguito di un nuovo percorso di avvicinamento, ad ingresso libero, in compagnia di Daniele Bacci e dell’Associazione Venti Lucenti di Firenze.
Parte lunedì 7 novembre alle 17.30 nell’Arengo del Broletto Memorie Rivali. Ovvero i grandi duelli, da Ettore contro Achille a Bartali contro Coppi. Dopo il grande successo delle conferenze spettacolo Memorie Russe e Memorie di Guerra, un nuovo programma di incontri per rileggere i Classici, la Storia, l’Arte.
Primo incontro, lunedì 7 novembre sul tema I grandi archetipi della rivalità: da Caino e Abele a Ettore e Achille, a I Duellanti, a Coppi e Bartali.
Biglietteria Teatro Coccia
Da martedì a sabato, esclusi festivi, con orario continuato: 10.30 - 18.30; nei giorni di spettacolo da un'ora prima dell'inizio delle rappresentazioni.

2016_11_12 Concerto con il Requiem di Mozart raccolta fondi per popolazioni terremotate

Sabato  12 novembre 2016 alle ore 21,00
Chiesa di Santa Maria del Suffragio in C.so XXII Marzo a Milano
NON CI DIMENTICHIAMO DI LORO!
W.A. Mozart la “Messa di Requiem” K626” e il “Laudate Dominum”
Soprano I
Antonella Matarazzo
Soprano II
Stefanna Kybalova
Tenore
Oreste Cosimo
Basso
Paolo Battaglia
Orchestra della Fondazione Ettore Pozzoli
diretti dal Maestro Valter Borin
Offerta minima 5 Euro
Tutto il ricavato dalla serata verrà “veicolato” a quei bambini attraverso L’Associazione ONLUS “HO.PE”.

Sarà eseguito di W.A. Mozart la “Messa di Requiem” K626” e il “Laudate Dominum”: un Coro di oltre 100 Coristi, tra cui La Corale Lirica Ambrosiana, unafolto gruppo di Coristi professionisti – amici e collaboratori  abituali -  e il Coro di Voci Bianche dell’’Istituto Sacro Cuore di Milano.
Accompagnati dalla prestigiosa Orchestra della Fondazione Ettore Pozzoli e saremo diretti dal Maestro Valter Borin. 
Tutto il Cast che si esibirà e le persone che “dietro le quinte”  cureranno l’organizzazione di questo Concerto, parteciperanno in maniera completamente gratuita.
Tutto il ricavato dei generosi contributi raccolti andrà completamente a favore della popolazioni colpite dal terremoto del Centro Italia, in particolare a favore dei bambini di quelle popolazioni. Quei bambini che hanno perso il sorriso e i propri affetti  in quei terribili giorni... non vogliamo dimenticarci di loro e vogliamo cercare di farli sorridere con un aiuto concreto che porti loro un poco di quella serenità che hanno lasciato sotto le macerie e nel contempo rendere omaggio a tutti coloro che “non ce l’hanno fatta” con una splendida “Messa di Requiem”.
Chi sa cantare e suonare desidera mettere a disposizione gratuitamente il proprio “talento” per donarvi uno spettacolo ai massimi livelli artistici che voi potrete ricompensare e ripagare con la vostra consueta generosità.
HO.PEe. E’ un associazione che garantirà la completa assegnazione dei vostri contributi ai nostri piccoli destinatari e che comunicherà in modo esaustivo come sono stati destinati i fondi raccolti. Notizie che si provvederà a pubblicare sulle nostre pagine Istituzionali in Rete.

2016_09_22 TEATROMENOTTI presenta la ricca stagione 2016-2017

STAGIONE 2016 | 2017
TEATROMENOTTI
COINVOLTI
ORARI SPETTACOLI
feriali ore 20.30
mercoledì ore 19.30

domenica ore 16.30
TEATRO MENOTTI
Via Ciro Menotti 11, Milano - tel. 02 36592544 - biglietteria@tieffeteatro.it

ORARI BIGLIETTERIA
lunedì e mercoledì dalle 15.00 alle 18.00
martedì, giovedì, venerdì dalle 15.00 alle 19.00
sabato dalle 15.30 alle 19.00
domenica dalle 15.00 alle 17.00 solo per la vendita della replica pomeridiana

Acquisti online
con carta di credito su www.teatromenotti.org

PREZZI
intero 26,50 € (25,00 € + 1,50 € prevendita)
ridotto over/under 14,00 € (12,50 € + 1,50 € prevendita)
ridotto convenzionato aziende, cral etc.16,50 € (15,00 € + 1,50 € prevendita)
ridotto studenti e associazioni 11,50 € (10,00 € + 1,50 € prevendita)
ridotto operatori 6,00 € (5,00 € + 1,00 € prevendita)
ridotto scolastiche mattinée 10,00 € (9,00 € + 1,00 € prevendita) 
ridotto scolastiche serale 11,50 € (10,00 € +1,50 € prevendita)

ABBONAMENTI
 (offerte speciali entro il 29 luglio)

MENOTTI 10 - dieci spettacoli 105 € + una carta regalo per 2 ingressi (valore indicativo 50 €) per chi si abbona entro il 29 luglio*
(abbonamento libero e strettamente personale)

MENOTTI 5 - cinque spettacoli 60 € 
(abbonamento libero e strettamente personale)

*chi si abbona entro il 29 luglio 2016 riceverà contestualmente una carta regalo valida per due ingressi. I buoni non sono nominali (possono essere usati da persone diverse dall’intestatario dell’abbonamento Menotti 10) e sono spendibili nel corso dell’intera Stagione 2016/17 previa prenotazione e disponibilità di posti (per tutti gli spettacoli, compresi quelli fuori abbonamento e la rassegna Talkin Menotti al Teatro Verdi).


Calendario appuntamenti

Domenica 25 Settembre 2016_09_25 dalle ore 17.00
TEATRO MENOTTI Via Ciro Menotti 11, Milano - tel. 02 36592544 - biglietteria@tieffeteatro.it
OPEN DAY  PROGETTO ZONA MENOTTI
distretto culturale spontaneo
http://concertodautunno.blogspot.it/2016/09/20160925-open-day-progetto-zona-menotti.html

Teatro Menotti/Talkin’ – Parole e Musica
Giovedì 22 Settembre 2016_09_22
Venerdì 23 Settembre 2016_09_23
Sabato 24 Settembre 2016_09_24
Domenica 25 Settembre 2016_09_25
TieffeTeatro Milano( - PRODUZIONE - )
Mi amerò lo stesso ( - PRIMA NAZIONALE - )
con Paola Turci
drammaturgia Alessandra Rucco

Teatro Menotti/Talkin’ – Parole e Musica
Giovedì 06 Ottobre 2016_10_06
Venerdì 07 Ottobre 2016_10_07
Sabato 08 Ottobre 2016_10_08
Domenica 09 Ottobre 2016_10_09
L’ Orchestra di Piazza Vittorio
Credo OSPITALITA
direzione musicale e regia Mario Tronco PRIMA MILANESE
http://concertodautunno.blogspot.it/2016/09/20161006-credo-oratorio-interreligioso.html

ANNULLATO E RINVIATO A DATA DA DESTINARSI
CREDO oratorio interreligioso
con
L’ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO
Si comunica che lo spettacolo Credo_oratorio interreligioso con l’Orchestra di Piazza Vittorio, prodotto da Vagabundos s.r.l e Festival Todos-Caminhada da Culturas (Lisbona), annunciato dal 6 al 9 ottobre 2016 al Teatro Menotti, è stato annullato e rinviato a data da destinarsi per problemi tecnici e organizzativi. Le date in cui sarà nuovamente programmato lo spettacolo saranno comunicate tempestivamente.

Teatro Menotti/Storia e Storie
Martedì 11 Ottobre 2016_10_11
Mercoledì 12 Ottobre 2016_10_12
Giovedì 13 Ottobre 2016_10_13
Venerdì 14 Ottobre 2016_10_14
Sabato 15 Ottobre 2016_10_15
Domenica 16 Ottobre 2016_10_16
Epoché ArtEventi ( - OSPITALITA’ - )
Quante Storie ( - PRIMA NAZIONALE - )
con Vauro e Barbara Alberti
supervisione ai testi e regia David Riondino
Teatro Menotti/Talkin’ – Parole e Musica
Mercoledì 19 Ottobre 2016_10_19
Giovedì 20 Ottobre 2016_10_20
Venerdì 21 Ottobre 2016_10_21
Sabato 22 Ottobre 2016_10_22
Produzioni Fuorivia in collaborazione con Teatro Colosseo di Torino
RossinTesta ( - OSPITALITA’ - )
Paolo Rossi canta Gianmaria Testa PRIMA MILANESE
Paolo Rossi - voce
Emanuele Dell'Aquila - chitarre
e i Virtuosi del Carso
canzoni originali di Gianmaria Testa
Teatro Menotti/Storia e Storie
4 | 6 e 23 | 25 novembre
TieffeTeatro Milano( - PRODUZIONE - )
1927 - Monologo Quantistico ( - PRIMA NAZIONALE - )
di e con Gabriella Greison
regia Emilio Russo
Teatro Menotti/Visioni di Regia
Giovedì 10 Novembre 2016_11_10
Venerdì 11 Novembre 2016_11_11
Sabato 12 Novembre 2016_11_12
Domenica 13 Novembre 2016_11_13
Lunedì 14 Novembre 2016_11_14
Martedì 15 Novembre 2016_11_15
Mercoledì 16 Novembre 2016_11_16
Giovedì 17 Novembre 2016_11_17
Venerdì 18 Novembre 2016_11_18
Sabato 19 Novembre 2016_11_19  
La Fabbrica dell’Attore - Teatro Vascello
TieffeTeatro Milano
Teatro di Stato di Constanta (Romania)  COPRODUZIONE
Le Baccanti PRIMA MILANESE
Dionysus il Dio nato due volte
con Manuela Kustermann, Daniele Salvo, Paolo Bessegato
da Euripide

Teatro Menotti/Danza d’Autore
Lunedì 28 Novembre 2016_11_28
Martedì 29 Novembre 2016_11_29
Mercoledì 30 Novembre 2016_11_30
Compagnia Artemis Danza/Monica Casadei ( - OSPITALITA’ - )
Traviata PRIMA MILANESE
Coreografia, regia, luci, scene e costumi Monica Casadei

Teatro Menotti/Danza d’Autore
Giovedì 01 Dicembre 2016_12_01
Venerdì 02 Dicembre 2016_12_02
Sabato 03 Dicembre 2016_12_03
Compagnia Artemis Danza/Monica Casadei ( - OSPITALITA’ - )
Tosca X PRIMA MILANESE
coreografia, regia, luci, scene e costumi Monica Casadei

Teatro Menotti/Storia e Storie
Giovedì 15 Dicembre 2016_12_15 al Sabato 31 Dicembre 2016_12_31
TieffeTeatro Milano( - PRODUZIONE - )
Le Olimpiadi del 1936  RIPRESA
di e con Federico Buffa
regia Emilio Russo

Teatro Menotti/Visioni di Regia
Mercoledì 18 Gennaio 2017_01_18
Giovedì 19 Gennaio 2017_01_19
Venerdì 20 Gennaio 2017_01_20
Sabato 21 Gennaio 2017_01_21
Domenica 22 Gennaio 2017_01_22
Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale ( - OSPITALITA’ - )
Il deserto dei Tartari PRIMA MILANESE
regia Paolo Valerio

Teatro Menotti/Visioni di Regia
Martedì 24 Gennaio 2017_01_24
Mercoledì 25 Gennaio 2017_01_25
Giovedì 26 Gennaio 2017_01_26
Venerdì 27 Gennaio 2017_01_27
Sabato 28 Gennaio 2017_01_28
Domenica 29 Gennaio 2017_01_29Teatro Stabile di Catania – Teatro Stabile dell’Umbria ( - OSPITALITA’ - )
La pazza della porta accanto PRIMA MILANESE
con Anna Foglietta
di Claudio Fava
regia Alessandro Gassmann

Teatro Menotti/Visioni di Regia
Sabato 04 Febbraio 2017_02_04
Domenica 05 Febbraio 2017_02_05
Lunedì 06 Febbraio 2017_02_06
Martedì 07 Febbraio 2017_02_07
Mercoledì 08 Febbraio 2017_02_08
Giovedì 09 Febbraio 2017_02_09
Venerdì 10 Febbraio 2017_02_10
Sabato 11 Febbraio 2017_02_11
Domenica 12 Febbraio 2017_02_12
Teatro Metastasio ( - OSPITALITA’ - )
Porcile PRIMA MILANESE
regia Valerio Binasco

Teatro Menotti/Talkin’ – Parole e Musica
Venerdì 24 Febbraio 2017_02_24
Sabato 25 Febbraio 2017_02_25
Produzioni Fuorivia ( - OSPITALITA’ - )
Rock Bazar PRIMA MILANESE
di Massimo Cotto
con Massimo Cotto e Cristina Donà
Virgin Radio è partner dello spettacolo

Contemporanea al Menotti/Compagnie in residenza
Martedì 07 Marzo 2017_03_07
Mercoledì 08 Marzo 2017_03_08
Giovedì 09 Marzo 2017_03_09
Venerdì 10 Marzo 2017_03_10
Sabato 11 Marzo 2017_03_11
Domenica 12 Marzo 2017_03_12
Odemà – Tiktalik ( - OSPITALITA’ - )
Piombo ( - PRIMA NAZIONALE - )
regia Gipo Gurrado

Contemporanea al Menotti/Compagnie in residenza
Martedì 14 Marzo 2017_03_14
Mercoledì 15 Marzo 2017_03_15
Giovedì 16 Marzo 2017_03_16
Venerdì 17 Marzo 2017_03_17
Sabato 18 Marzo 2017_03_18
Domenica 19 Marzo 2017_03_19  
Teatro dei Gordi – TieffeTeatro Milano COPRODUZIONE
Sulla morte, senza esagerare RIPRESA
Ideazione e regia Riccardo Pippa

Contemporanea al Menotti/Compagnie in residenza
Martedì 21 Marzo 2017_03_21
Mercoledì 22 Marzo 2017_03_22
Giovedì 23 Marzo 2017_03_23
Venerdì 24 Marzo 2017_03_24
Sabato 25 Marzo 2017_03_25
Domenica 26 Marzo 2017_03_26
Oyes ( - OSPITALITA’ - )
Saved ( - PRIMA NAZIONALE - )
regia Oyes

Contemporanea al Menotti/Compagnie in residenza
date da definire
Spettacolo Vincitore Premio Scintille 2016

Teatro Menotti/Visioni di Regia
Martedì 28 Marzo 2017_03_28
Mercoledì 29 Marzo 2017_03_29
Giovedì 30 Marzo 2017_03_30
Venerdì 31 Marzo 2017_03_31
Sabato 01 Aprile 2017_04_01
Domenica 02 Aprile 2017_04_02
Teatro della Tosse ( - OSPITALITA’ - )
Prometeoedio PRIMA MILANESE
regia Emanuele Conte

Teatro Menotti/Talkin’ – Parole e Musica
Giovedì 04 Maggio 2017_05_04
Venerdì 05 Maggio 2017_05_05
Sabato 06 Maggio 2017_05_06
Domenica 07 Maggio 2017_05_07
Lunedì 08 Maggio 2017_05_08
Martedì 09 Maggio 2017_05_09
Mercoledì 10 Maggio 2017_05_10
Giovedì 11 Maggio 2017_05_11
Venerdì 12 Maggio 2017_05_12
Sabato 13 Maggio 2017_05_13
Domenica 14 Maggio 2017_05_14
TieffeTeatro Milano( - PRODUZIONE - )
Degni di nota RIPRESA
tra Gaber e Brassens
con Alberto Patrucco e Andrea Mirò
regia Emilio Russo
Teatro Menotti/Talkin’ – Parole e Musica

Giovedì 18 Maggio 2017_05_18
Venerdì 19 Maggio 2017_05_19
Sabato 20 Maggio 2017_05_20
Domenica 21 Maggio 2017_05_21
Lunedì 22 Maggio 2017_05_22
Martedì 23 Maggio 2017_05_23
Mercoledì 24 Maggio 2017_05_24
Giovedì 25 Maggio 2017_05_25
Venerdì 26 Maggio 2017_05_26
Sabato 27 Maggio 2017_05_27
Domenica 28 Maggio 2017_05_28
TieffeTeatro Milano con il sostegno di Regione Lombardia – Progetto NEXT 2015
Talkin’ Guccini( - PRODUZIONE - )
di amore, di morte e altre sciocchezze RIPRESA
con Lucia Vasini, Andrea Mirò, Juan Carlos Flaco Biondini
regia Emilio Russo

Teatro Menotti/Talkin’ – Parole e Musica
Tieffe Teatro Milano in collaborazione con Area M
Brecht Suite COPRODUZIONE
Un salto in cielo ( - PRIMA NAZIONALE - )
drammaturgia e regia Emilio Russo

direzione musicale Alessandro Nidi

2016_11_16 Arriva a Milano al Menotti Le Baccanti_Dionysus il dio nato due volte, con un cast stellare, diretto da Daniele Salvo e interprete principale dello spettacolo.

Dal 16 al 26 novembre 2016
La Fabbrica dell’Attore - Teatro Vascello
Tieffe Teatro Milano
Teatro di Stato di Constanta (Romania)
presentano
LE BACCANTI
Dionysus il Dio nato due volte
prima milanese
da Euripide
regia Daniele Salvo
con
Daniele Salvo (Dioniso), Manuela Kustermann (Agave), Paolo Bessegato (Cadmo),
Paolo Lorimer (Tiresia), Diego Facciotti (Penteo),
Simone Ciampi (Una Guardia/Primo Messaggero), Melania Giglio (Secondo Messaggero)
e con
Giulia Diomede, Giulia Galiani, Annamaria Ghirardelli, Melania Giglio,
Francesca Mària, Silvia Pietta, Alessandra Salamida (le Baccanti)
scene Michele Ciacciofera
costumi Daniele Gelsi
musiche Marco Podda
luci Valerio Geroldi, videoproiezioni Paride Donatelli, maschere e trucchi Creafix Firenze
assistente alla regia Alessandro Gorgoni
Durata 110 minuti senza intervallo
ORARI SPETTACOLI feriali ore 20.30 domenica ore 16.30

Arriva a Milano al Teatro Menotti dal 16 al 26 novembre Le Baccanti_Dionysus il dio nato due volte, con un cast stellare, diretto da Daniele Salvo e interprete principale dello spettacolo.

Le Baccanti rappresentano una finestra sull'irrazionale, su un mondo antico di reale libertà espressiva, di possessione dionisiaca, una riflessione sul senso del divino nelle nostre vite e su ciò che, nella nostra quotidianità, viene rimosso. La parola antica è un grido proveniente da un altro tempo, un appello alla riflessione, al risveglio dei sensi, un'esortazione a guardarci dentro in altri modi. Nel frenetico vivere odierno noi affidiamo gli ultimi scampoli di irrazionalità e presenza fisica ai momenti dell'eros, della malattia, del sonno. Le Baccanti, invece, agiscono in stato di automatismo mentale, di sonno perenne, sono in qualche modo agite dal Dio, Dioniso opera attraverso di loro, attraverso i loro corpi e le loro voci, li trasforma e ne fa strumento di ebbrezza, sensualità, stordimento, morte, dolcezza infinita, ambiguità demoniaca. Il Dio in qualche modo si fa corpo e plasma le loro voci. La febbre del nostro tempo ci porta a vivere in una realtà anestetizzata, un mondo fittizio, in cui l'emozione è bandita, al servizio di un intellettualismo sterile e desolante. I nostri occhi sono quotidianamente accecati da immagini provenienti dai media. La legge del mercato non perdona: si vendono cadaveri, posizioni sociali, incarichi pubblici, armi, sesso, infanzia, organi. Restiamo indifferenti. La dimensione borghese soffoca i nostri migliori istinti, la nostra sensibilità (che brutta parola oggi, considerata quasi scandalosa), la nostra sincerità e si porta via ogni forma di creatività, ogni volo. La nostra dimensione irrazionale viene completamente annientata. Il senso dell'affermazione dell'Io divora i nostri giorni. L'arte è svuotata della sua dimensione spirituale.I media, persuasori occulti, agiscono sui nostri cuori e sulle nostre menti addomesticando anche gli spiriti più ribelli, sigillando gli occhi più attenti. La dimensione spirituale è irrimediabilmente perduta.
Il senso del tragico è ormai sconosciuto. Il corpo viene cancellato. Siamo ormai definitivamente trasformati in consumatori e, nel medesimo istante, in prodotti, sconvolti da una guerra mediatica senza precedenti nella storia. Illusi della nostra unicità, della nostra peculiarità, in realtà pensiamo tutti nello stesso modo, pronunciamo le stesse parole, abbiamo tutti le stesse esigenze, le stesse speranze, le stesse ansie, la stessa quotidianità fabbricata in serie. Ci illudiamo di essere liberi.

NOTE DI REGIA
Abbiamo deciso di creare uno spettacolo che indaghi nel profondo il mistero di Dioniso,
assaporandone l'essenza più pura, abbandonandoci alla vertigine delle Baccanti di Euripide, lasciandoci ipnotizzare dal dio dell'Irrazionale, dal dio del Mistero, dal dio del Teatro. La prima domanda: dov'è Dioniso oggi? Dove si cela? Da circa 25 anni continuo il lavoro sulla vocalità e sul suono nelle sue più diverse forme, in stretta collaborazione con il Dottor Marco Podda, medico foniatra e compositore.

Questo lavoro passa da tecniche foniatriche sofisticate, dall'analisi e riproduzione di canti etnici del mondo, dalle tecniche riabilitative e rieducative del linguaggio, dallo studio dell'espressione sonora nel periodo prenatale, nel parto e nei primi anni di vita, dall'analisi dei suoni prodotti nelle sedute di trance regressiva e nelle danze tribali, dall'indagine sugli effetti delle frequenze sonore sul cervello umano (Psicoacustica).
Nel Dionysus si è mirato ad un lavoro sul suono estremo, perturbante, utilizzando suoni privatissimi, poco utilizzati nel quotidiano ed altamente significanti, suoni di false corde, falsetti estremi, stimbrati, sgranati e vocalità ipercinetiche non usuali. Si tenta quindi di utilizzare il mezzo vocale in modo non convenzionale, non solamente al servizio del linguaggio (soprattutto nei cori). Ma attenzione però: penso ad una recitazione non stilistica, senza elementi esibiti o innaturali. Questo lavoro sul suono non è fine a stesso, non ha intenti dimostrativi, anzi è celato all'interno della struttura linguistica.  Penso ad una recitazione senza tracce di elementi borghesi: le parole di Euripide sono radicate nel corpo e celate nella macchina attoriale più antica. Gli stati emotivi sono soprattutto stati vocali e fisici. Il coro, qui agisce in stato di trance perenne, come i protagonisti di Cuore di vetro di Werner Herzogh. Le Baccanti non comunicano solo attraverso il linguaggio ed i suoi significanti, ma attraverso un lavoro teso alla ricerca di una vocalità antica e di una fortissima emotività. L'emotività: ecco il punto focale di questo lavoro. Dal mio punto di vista, è proprio la tanto vituperata emotività il veicolo che rende possibile ancora oggi la fruizione del tragico e della catarsi.

È profondamente necessario per un interprete della tragedia greca, lavorare al raggiungimento di temperature emotive elevatissime, compromettere la voce ed il corpo per raggiungere degli stati davvero perturbanti. Non troverete quindi in questo lavoro elementi spettacolari esibiti, soluzioni visive bizzarre o avanguardistiche tese a stupire l'uditorio.
Credo fermamente che l'elemento della ricerca teatrale contemporanea sia da celare all'interno di una struttura apparentemente lineare dello spettacolo, senza compiacimenti o citazioni visive e sonore del teatro di ricerca anni '70 - '80.  Nel mio lavoro, seguendo l'esempio di molti artisti europei contemporanei, miro invece a ricostruire una possibile via ad un teatro di interpretazione, ad un teatro di attori/interpreti, che sappiano avvicinarsi con umiltà ad un testo, che lo possano decodificare e che possano indagare e ricostruire i meccanismi compositivi e di scrittura di quel testo, senza sovrapporre soluzioni gratuite od arbitrarie a buon mercato e soprattutto senza mettersi in competizione con l'autore.
Tutto ciò che vedrete, dunque, parte dal testo e ritorna al testo, passando per una percezione visiva e sonora contemporanea. Non troverete sovrapposizioni intellettualistiche, esibizioni tecnologiche o meravigliose idee del regista. Abbiamo deciso di creare uno spettacolo complesso, perturbante ed emozionante partendo da Euripide e ritornando ad Euripide.
Spero saremo in grado di raggiungere i nostri obiettivi.
Daniele Salvo
TRAMA
Dioniso, dio del vino, del teatro e del piacere fisico e mentale, era nato dall'unione tra Zeus e Semele, donna mortale. Tuttavia le sorelle della donna e il nipote Penteo (re di Tebe) per invidia sparsero la voce che Dioniso in realtà non era nato da Zeus, ma da una relazione tra Semele e un uomo mortale, e che la storia del rapporto con Zeus era solo uno stratagemma per mascherare la scappatella. In sostanza, quindi, essi negavano la natura divina di Dioniso, considerandolo un comune mortale. Nel prologo della tragedia, Dioniso afferma di essere sceso tra gli uomini per convincere tutta Tebe di essere un dio e non un uomo. A tale scopo per prima cosa ha indotto un germe di follia in tutte le donne tebane, che sono dunque fuggite sul monte Citerone a celebrare riti in onore di Dioniso stesso (diventando quindi Baccanti, ossia donne che celebrano i riti di Bacco, altro nome di Dioniso). Questo fatto però non convince Penteo: egli rifiuta strenuamente di riconoscere un dio in Dioniso, e lo considera solo una sorta di demone che ha ideato una trappola per adescare le donne. Invano Cadmo (nonno di Penteo) e Tiresia (indovino cieco) tentano di dissuaderlo e di fargli riconoscere Dioniso come un dio. Il re di Tebe fa allora arrestare lo stesso Dioniso (che si lascia catturare volutamente) per imprigionarlo, il dio però scatena un terremoto che gli permette di liberarsi immediatamente. Nel frattempo dal monte Citerone giungono notizie inquietanti: le donne che compiono i riti sono in grado di far sgorgare vino, latte e miele dalla roccia, e in un momento di furore dionisiaco si sono avventate su una mandria di mucche, squartandole vive con forza sovrumana. Hanno poi invaso alcuni villaggi, devastando tutto, rapendo bambini e mettendo in fuga la popolazione. Dioniso, parlando con Penteo, riesce allora a convincerlo a mascherarsi da donna per poter spiare di nascosto le Baccanti. Una volta che i due sono giunti sul Citerone, però, il dio aizza le Baccanti contro Penteo. Esse sradicano l'albero sul quale il re si era nascosto, si avventano su di lui e lo fanno letteralmente a pezzi. Non solo, ma la prima ad infierire su Penteo, spezzandogli un braccio, è sua madre Agave. Questi fatti vengono narrati a Cadmo da un messaggero che è tornato a Tebe dopo aver assistito alla scena. Poco dopo arriva anche Agave, munita di un bastone sulla cui sommità è attaccata la testa di Penteo, che lei, nel suo delirio di Baccante, crede essere una testa di leone. Cadmo, sconvolto di fronte a quello spettacolo, riesce pian piano a far rinsavire Agave, che infine si accorge con orrore di ciò che ha fatto. A quel punto riappare Dioniso ex machina, che spiega di aver architettato questo piano per punire chi non credeva nella sua natura divina, e condanna Cadmo e Agave a essere esiliati in terre lontane. Con l'immagine di Cadmo e Agave che, commossi, si dicono addio, si conclude la vicenda.

BIGLIETTERIA
PREZZI
intero 26,50 € (25,00 € + 1,50 € prevendita)

ridotto over/under 14,00 € (12,50 € + 1,50 € prevendita)
ridotto convenzionato aziende, cral etc.16,50 € (15,00 € + 1,50 € prevendita)
ridotto studenti e associazioni 11,50 € (10,00 € + 1,50 € prevendita)
ridotto operatori 6,00 € (5,00 € + 1,00 € prevendita)
ridotto scolastiche mattinée 10,00 € (9,00 € + 1,00 € prevendita) 
ridotto scolastiche serale 11,50 € (10,00 € +1,50 € prevendita)

 ABBONAMENTI
MENOTTI 10 spettacoli     150 € (abbonamento libero e strettamente personale)
MENOTTI   5 spettacoli          80 € (abbonamento libero e strettamente personale)

TEATRO MENOTTI
Via Ciro Menotti 11, Milano - tel. 02 36592544 - biglietteria@tieffeteatro.it
ORARI BIGLIETTERIA
lunedì e mercoledì dalle ore 15.00 alle ore 18.00
martedì, giovedì, venerdì  dalle ore 15.00 alle ore 19.00
sabato dalle ore 15.30 alle ore 19.00
domenica dalle ore 15.00 alle ore 17.00 solo per la vendita della replica pomeridiana
Acquisti online
con carta di credito su www.teatromenotti.org


2016_11_05 Concerto rock al Verdi di Cassolnovo

Sabato 5 Novembre 2016 ore 21.30
TEATRO VERDI Via Oberdan 6 CASSOLNOVO PV
Su di tono ! 2016 vol 2
STREET OPERA
Hip Hop RAP con
ALTRA CHINA CREW, DJ VILE, CASOTTA RECORDS , DOUBLE C ecc…
Buone VIBRAZIONI LIVE di RAP, ROCK, BLUES , JAZZ e Canzone d’AUTORE

Da SABATO 5 NOVEMBRE Ritorna con la seconda edizione di SU DI TONO !“la musica rock di qualità al Teatro Verdi di Cassolnovo

Rock nella sua accezione più ampia ovvero prog, blues, pop, canzone d’autore e jazz fino al rap sarà protagonista dei sabati di Novembre a Cassolnovo

L’amministrazione comunale, l’ assessorato alla cultura e spettacoli di CASSOLNOVO con la collaborazione dell’associazione ALAMBRADO ripropone dopo il buon successo dello scorso anno SU DI TONO ! , Buone vibrazioni Live, una serie di 4 concerti che con inizio alle 21.30 porteranno ai cassolesi una varietà di generi e artisti di grande qualità al teatro Verdi , un ambiente particolarmente adatto ad una ricezione attenta della musica e ad una partecipazione appassionata del pubblico che potrà avere un rapporto “ intimo “con gli artisti quasi da poterli toccare con mano .
In particolare il 12 Novembre salirà sul palco il grande cantautore veronese MASSIMO BUBOLA con la sua Eccher Band , sicuramente tra i più importanti autori di canzoni , probabilmente quello che meglio incarna lo spirito folk rock , lo dimostrano “il cielo d’Irlanda,” “Fiume Saint creek”, “Quello che non ho”...e le migliori traduzioni dei brani di Bob Dylan ( Avventura a Durango...) spesso a fianco di Fabrizio DE ANDRE’.
Ma altre ed importanti sono le novità a cominciare dall’entrata a tutti i concerti che sarà ad OFFERTA LIBERA con le offerte che saranno destinate esclusivamente ad implementare i beni e le attrezzature dell scuole del comune di Cassolnovo e del Molino del Conte ; una scelta precisa dell’Amministrazione di sostenere la Scuola pubblica ma anche di dare la possibilità a tutti di assistere a spettacoli di valore senza costi onerosi come del resto sta facendo con la stagione teatrale cercando di portare in teatro i cassolesi di età diverse con tutti mezzi possibili..
Altra novità è quella di creare un apposita serata dove far esibire le migliori band emergenti del nostro territorio selezionante con cura per originalità della proposta musicale e per i testi privilegiando quelli in italiano ,, caratteristica peraltro comune un po’ a tutte le band della rassegna .
In questo senso sia gli ABITUDE rock & pop , prog che gli SNATCH HEAVVY BLUES BAND che saranno di scena il 19 novembre pur con pregevoli innovazioni proseguono il loro percorso musicale mantenendosi sulla via maestra del rock anni 60-70 così come il quartetto della talentosa cantante sulla grande pache si esibiranno , dando spazio a band che prediligono le produzioni originali e non le ben più comode cover .Su questa linea anche il gruppo della talentosa cantante Francesca DE MORI con Tazio Forte al piano che il 26 proporrà il suo jazz swing n’ progressione nel concerto di chiusura della rassegna.
Non ultima in quanto ad importanza anche la collaborazione organizzativa di molti giovani sotto la guida dell associazione ALAMBRADO , che in passato è stata attiva protagonista della scena rock e della cultura undreground non solo lomellina con l’organizzazione di concerti , rassegne , festival proprio dedicati all’ “altra musica “.
Tra le novità proprio proposte dai giovani , oltre alla selezione delle band c’è anche l’introduzione di una serata interamente dedicata al RAP e alla cultura hip hop , la prima ad approdare in un teatro in Lomellina .Saranno proprio le migliori gangsta rap di Vigevano Cassolnovo e dintorni ad esibirsi nella serata di apertura il 5 Novembre sabato prossimo .
STREET OPERA , Hip Hop RAP con 
Altra China Crew, DJ VILE, CASOTTA RECORDS , DOUBLE C ecc… 
A coordinare la serata Bushi che con i suoi ALTRA CHINA CREW , collettivo o posse che dir si voglia, nato da un anno e che comprende Easy M,Zetaz, Wasabi,John Doe, Stige tutti con all’attivo già produzioni personali e che si apprestano a registrarne una collettiva . Insieme a loro molti altri a cominciare dai CASOTTA RECORD.a DOUBLE C, altro cassolese. 
A confezionare magicamente i tappeti sonori, drum n bass sarà DJ VILE , un nome una garanzia il quarantenne catapultato direttamente dal bronx catanese da diversi anni sulla ribalta vigevanese , è valente dj di lunga esperienza che sa assemblare ricomporre scratchare sulle onde sonore di hip hop, r’n’b’, funk e naturalmente rap a raffica
Una scena quella hip hop in forte crescita nel nostro territorio in questi ultimi anni che annovera artisti molto giovani , addirittura adolescenti a fianco di altri più "maturi " , caratterizzata da proposte le più variegate sia come tendenza di testi che di musica ,un melting pot che spesso ha come unico scopo quello di parlare del presente, delle menate quotidiane , per dirla con le parole dei Casotta “ non c’è tema fisso , c’ è un idea, ma .forse un sogno insomma solo ragazzi che fanno musica e la fanno bene" . Ma qua e la tra le parole e i versi di molti testi si possono ritrovare caratteristiche comuni.
In RICORDA IL NOME il gran bel video fatto in strada dagli Altra China new si scorgono diverse e forti critiche sociali, anche se loro non lo ammetteranno mai “l’ultima ruota del carro spinge più delle ruote di scorta..mentre i partiti già scremati come latte sui mercati..e poi sta merda è paraffina che ti secca ..” . inni alla forza del rap come unico linguaggio possibile “il rap è un paradosso ma è tosto.. sta roba suona più forte delle bombe.. , terzine come cingoli,, rime ..arte...confessare..” infine chiari messaggi di appartenenza , , voglia di essere una comunità perlomeno diversa se non alternativa a quella che esiste ,che è lontana anni luce da come vorrebbero che fosse; una comunità che parla anche in codice “ Il rapper è chi ti insulta senza fartelo sapere...questo è un clan ..alieno come kriptonite...è dal 1993 che sto aspettando il sole ..oppressione ...” 
Una serata quindi quella di sabato prossimo che promette di essere molto scoppiettante con i rapper che prima si esibiranno da soli e nei loro gruppi e poi si confronteranno con gli altri a colpi di strofe e beat improvvisate
Lo stesso titolo della serata STREET OPERA, HIP HOP/RAP è significativa di chi pur contrastando anche le normali programmazioni del teatro, l’ultimo appuntamento dedicato proprio all’Operetta e all ‘opera con i Maestri Cantori di Vigevano , vuole comunque confrontarsi in uno spazio più “accademico” e visibile di quelli underground frequentati abitualmente, mostrando l'esigenza di esprimersi e comunicare anche al di fuori della sola cerchia di fans e di adepti della grande famiglia dell’Hip Hop .
L’entrata è ad offerta libera destinata alle scuole di Cassolnovo e Molino del Conte ma è possibile prenotare i posti al 3335740348. 
Prossimo appuntamento 
12 novembre 2016_11_12 MASSIMO BUBOLA & Eccher Band 
Da “Fiume Sand Creek” a” il cielo d’Irlanda “ un mito della canzone d’autore italiana 
Info 333 5740348

2016_11_06 Secondo concerto 11^ Stagione Musicale Villa Oliva


11^ Stagione Musicale Villa Oliva

La Undicesima Stagione Musicale Comunale organizzata dal Comune di Cassano Magnago si svolge a Villa Oliva in via Volta l'apertura è affidata al pianoforte di Maurizio Moretti che terrà il suo concerto sabato 22 ottobre 2016 alle ore 21:00 seguiranno gli appuntamenti 
del 6 novembre alle ore 17:00 con Katia Markotici mezzosoprano e Alessandro Cesaro pianoforte.
domenica 20 novembre 2016 ore 17:00 Classico Terzetto Italiano composto da Ubaldo Rosso flauto Carlo De Martini violino e viola Francesco Biraghi chitarra
sabato 4 febbraio 2017 ore 21:00 Internazional Duo con Enea Leone e Christian el Khouri chitarra
sabato 18 febbraio 2017 ore 21:00 Quartetto Barocco del Mediterraneo composto da Drora Bruck e Giorgio Matteoli flauti dolci rinascimentali e barocchi Alessandro Andriani violoncello barocco Marina Minkin clavicembalo
sabato 18 marzo 2017 ore 21:00 Bosso Concept Ensemble composto da Ivana Zecca clarinetto Davide Vendramin fisarmonica bandoneòn Jorge A. Bosso violoncello Paolo Badini contrabbasso
ingresso gratuito
per informazioni Ufficio Cultura Cassano Magnago telefono 0331 283 373 organizzazione ASSOCIAZIONE PIÙ CHE SUONO

2016_12_21 La stella della world music Dulce Pontes al Teatro La Fenice

mercoledì 21 dicembre
Dulce Pontes
la stella della world music  al Teatro La Fenice.

Voce cristallina, amata da Morricone,
a lei si deve il rilancio 
del fado portoghese.
Unica data italiana firmata Veneto Jazz.
 
Brilla una nuova stella nel cartellone di Veneto Jazz. Dulce Pontes, una delle più grandi star mondiali della world music, sarà al Teatro La Fenice di Venezia, mercoledì 21 dicembre (ore 20.00), per l’unica data italiana di un concerto destinato a lasciare il segno.

Artista portoghese dalle straordinarie doti vocali ed interpretative, grazie allo stile unico, frutto dell'unione delle sonorità piene di saudade del fado con quelle più moderne del pop e del folk, è considerata una delle voci più belle e apprezzate della scena mondiale contemporanea, tanto da conquistare anche il maestro Ennio Morricone, che l'ha voluta per reinterpretare i suoi temi.

Nel 1995 arrangia il tema di A brisa do coracao insieme a Ennio Morricone, registrando a ruota il doppio CD dal vivo con lo stesso titolo che diventa il primo successo internazionale dell’artista e che spalanca le porte agli straordinari vocalizzi di Caminhos e a una serie di duetti insieme ad Andrea Bocelli e agli artisti brasiliani Simone e Caetano Veloso. Finché, nel 2003, corona il suo sogno interagendo con il maestro Morricone in una profonda rivisitazione di leggendarie colonne sonore del grande schermo come The mission, Mosé, C’era una volta il West, Nuovo Cinema Paradiso, raccolte nell’album Focus

Considerata l'erede di Amalia Rodrigues, a lei si deve il rilancio del fado, quando era considerato un genere ormai morto, e delle radici della cultura popolare portoghese. In realtà, la sua voce limpida e brillante non può essere rinchiusa in nessun genere definito, riuscendo a rappresentare indifferentemente stili diversi, senza che la sua impronta artistica perda i tratti unici che la caratterizzano.

Raramente in concerto in Italia e per la prima volta sul palcoscenico del Teatro La Fenice, la cantante nella sua esibizione sarà accompagnata da una band d’eccezione con Daniel Casares alla chitarra, Marta Pereira Da Costa alla chitarra portoghese, Davide Zaccaria al violoncello, Amadeu Magalhaes agli strumenti popolari, Paulo Silva alle percussioni, Juan Carlos Cambas al piano.

Inizio ore 20.00.

Biglietti:
60 € + diritto di prevendita: platea, palchi ordine parapetto
50 € + diritto di prevendita: palchi centrali ordine dietro, palchi laterali ordine parapetto
40 € + diritto di prevendita: galleria e loggione centrale
35 € + diritto di prevendita: ridotta visibilità
28 € + diritto di prevendita: solo ascolto

Prevendite (dal 7 novembre):

www.ticketone.it
www.teatrolafenice.it
In tutti i punti vendita HelloVenezia, nelle filiali della Banca Popolare di Vicenza e al call center 041.2424

Informazioni:
Veneto Jazz -
jazz@venetojazz.com - mob. (+39) 366.2700299 – www.venetojazz.com

Contatti per la stampa:
Mabi Comunicazione
Mara Bisinella

mara.bisinella@mabicomunicazione.com - mob. 339.6783954

2016_11_19 Veneto Jazz due leggende in concerto

Sabato 19 novembre 2016 ore 21.00
Billy Cobham e Stanley Jordan,
il grande jazz al Teatro Toniolo
Le due leggende in concerto il 19 novembre per la rassegna Cultnet

Nuovo appuntamento firmato Veneto Jazz al Teatro Toniolo di Mestre. In collaborazione con l’Assessorato alle Attività Culturali del Comune di Venezia, per la rassegna Cultnet, in scena, sabato 19 novembre (ore 21.00), due giganti della storia del jazz, Billy Cobham e Stanley Jordan.  La leggenda della batteria e la leggenda della chitarra daranno vita ad un concerto straordinario, un progetto speciale di suoni e arrangiamenti unici, che faranno volare nel tempo e che promettono un alto tasso di spettacolarità.

Stanley Jordan e Billy Cobham sono infatti due pietre miliari della fusion, acclamati in tutto il mondo.
Jordan, nato a Chicago nel 1959, ha rivoluzionato la tecnica della chitarra elettrica, creando il tapping, che gli consente un uso pianistico della chitarra. Artista che nello sperimentalismo maniacale ha imparato a trascendere i generi, conferendo la stessa maestria a ogni sua incursione musicale, si muove tra pop, rock, blues e jazz con sorprendente agilità.
Billy Cobham, classe 1944, batterista, percussionista e compositore statunitense innovativo e di talento, ha suonato con Horace Silver, Miles Davis, Randy e Michael Brecker, Carlos Santana, George Benson, Stanley Clarke e nel 1971 ha co-fondato con John McLaughlin la Mahavishnu Orchestra, formazione jazz-rock che ha influenzato la storia di molti musicisti. Nel corso della sua carriera ha saputo spaziare da un genere all'altro senza porre alcun limite alla sua musica, divenendo sin dagli anni ’70 uno dei musicisti più imitati nell'ambito jazz, fusione e rock.
La rassegna Cultnet è organizzata da Veneto Jazz in collaborazione con Assessorato alle Attività Culturali del Comune di Venezia, Regione del Veneto e Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Biglietti:
Intero: 28,00€ + diritti di prevendita
Ridotto: 22,00€ + diritti di prevendita (under 14, over 65, studenti):
Prevendite:
Biglietteria del Teatro Toniolo
Piazzetta Cesare Battisti, 1 - Mestre
Orario: 11.00 - 12.30 /17.00 - 19.30 (chiuso il lunedì)
Tel. 041 971666
e circuiti:
www.vivaticket.it - www.ticketone.it
Informazioni:
Veneto Jazz - jazz@venetojazz.com - mob. (+39) 366.2700299 – www.venetojazz.com
Ufficio stampa Veneto Jazz:
Mabi Comunicazione
Mara Bisinella  - mara.bisinella@mabicomunicazione.com - mob. 339.6783954

2016_11_12 RASSEGNA MUSICALE CITTA' DI PADOVA

Dal 12 novembre al 3 dicembre 2016
Studio Teologico del Santo, Basilica di S. Antonio di Padova
Al via la XXI Rassegna Musicale del Santo (Padova)
XXI RASSEGNA MUSICALE CITTA' DI PADOVA
Tutti i sabati alle ore 17
L’Associazione Musicale I Musici Patavini propone anche per l’anno 2016 allo Studio Teologico del Santo sempre alle ore 17 un programma d’ascolto assolutamente originale al suo affezionato pubblico. Il cartellone della XXI Rassegna Musicale, patrocinato dal Comune di Padova, vede la partecipazione di formazioni strumentali provenienti da varie regioni italiane e di una fisarmonicista polacca, in grado di proporre programmi musicali nuovi, frutto di una meditata fusione di aspetti tradizionali e aspetti legati alle nuove sensibilità sonore.
La Rassegna inizierà sabato 12 novembre alle 17 con il Trio Rospigliosi formato da Rieko Okuma flauto traverso, Lapo Vannucci chitarra, Luca Torrigiani pianoforte.
Sabato 19 novembre sarà la volta della fisarmonicista Kamila Olas e a seguire il 26 novembre il Trio Opera Tango, Matteo Mignolli flauto, Mirko Satto bandoneon, Maddalena Murari pianoforte.
Il programma della Rassegna si concluderà sabato 3 dicembre con il duo pianistico Aldo De Vero e Giuseppe Campisi.
Gli ascoltatori saranno condotti attraverso un percorso musicale vastissimo ed emozionante che spazia dal Belcanto italiano alla musica da film di Morricone, Mancini, Bacalov, dai grandi compositori del Classicismo Viennese al tango di Piazzolla, dall’impressionismo francese alla vivacità travolgente della musica folcloristica russa.
Alle fine di questo viaggio musicale, ascoltatori ed interpreti non potranno che dire “…e il naufragar m’è dolce in questo mare”, un infinito di sensazioni, ritmi e melodie che prende posto nelle pieghe della memoria e che inaspettatamente ritorna alla consapevolezza con nuovi accenti e nuove passioni.
Ingresso euro 4, biglietti in vendita un'ora prima del concerto. Calendario dettagliato nel sito www.imusicipatavini.it, info 3889507688.

2016_11_12 TORINO CONCERTO e Percorso guidato alla ACCADEMIA ALBERTINA DI BELLE ARTI

Sabato 12 Novembre 2016: “La Voce delle Arti”
ACCADEMIA ALBERTINA DI BELLE ARTI – PINACOTECA  | Via Accademia Albertina, 8 - TORINO

Il dialogo tra le Arti esplorato da un Trio d’eccezione: pianoforte, arpa e percussioni insieme per raccontare il rapporto Suono e Colore e il viaggio nella percezione tra Arti visive e Arte dei Suoni

Ore 16.30 CONCERTO |  Percorso guidato dall'Esperto: inizio ore 15.30 nell’atrio della Pinacoteca con visita alle collezioni permanenti e alla Mostra “ALLERETOUR - Filippo di Sambuy” a cura della Pinacoteca Albertina

FREE COLORS TRIO by ALCHIMEA
Christian Rossetti, pianoforte
Sara Terzano, arpa
Roberto Mattea, batteria

Musiche di: L.V. Beethoven, G.F. Haendel, N. Goostavson, P. Chertok, C. Salzedo, S. Terzano, E. Morricone
I ESECUZIONE ASSOLUTA di un brano composto per l'occasione da LORENZO MARINI

Concerto realizzato in collaborazione con l’Associazione Concertante “Progetto Arte & Musica”

Venerdì 25 Novembre 2016 : “Tesori Risuonati”

AUDITORIUM “A. VIVALDI” – BIBLIOTECA NAZIONALE| Piazza Carlo Alberto, 5A – TORINO

Il Patrimonio musicale di una delle Biblioteche più importanti del mondo risuona dopo secoli alternandosi per contrasto a pagine di musica a tema moderne come i Tanghi di Astor Piazzolla e il “falso Barocco” del Rondò Veneziano. Il tutto ambientato tra gli allestimenti temporanei della Biblioteca e all’interno del nuovo Auditorium dedicato ad uno dei protagonisti dell’archivio: Antonio Vivaldi.

Ore 18 CONCERTO | Ore 17: Presentazione a cura del Dottor Franco Cravarezza, Presidente Associazione Amici della Biblioteca Nazionale e percorso guidato alle Mostre: 1416 – 2016. 600° anniversario del Ducato di Savoia. Testimonianze di storia sabauda nei fondi della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino” e “A passo di danza. L’arte tersicorea nel Fondo Gianni Secondo e in altre raccolte della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino” a cura dell’Associazione Amici della Biblioteca Nazionale

ENSEMBLE TANGO Vs Gruppo Cameristico ALCHIMEA
Repertorio: balli piemontesi e musica di corte inedita dall’Archivio della Biblioteca Nazionale –Tanghi, Milonghe e Habaneras – Musiche di  A. Vivaldi e Rondò Veneziano (G.P. Reverberi)
I ESECUZIONE ASSOLUTA di un brano di SARA TERZANO

Opere dell’artista GABRIELE POLI realizzate in occasione della III Masterclass del Festival Internazionale di VILLA FARALDI (IM)



7) Lunedì 12 Dicembre 2016: “Suono di Luce”

CHIESA DEI SANTI MAURIZIO E LAZZARO | Via Milano, 20 – TORINO

Dalla cripta alla cupola della “Basilica Mauriziana” risuona il colore inconfondibile del duo flauto e arpa in un repertorio dalle sfumature delicate e intense.

Ore 18,00 CONCERTO |  Ore 17: Percorso guidato dall'Esperto a cura del Generale Alberico Lo Faso di Serradifalco, Presidente dell’Arciconfraternita dei Santi Maurizio e Lazzaro

DUO FLAUTO e ARPA "MANCO - TERZANO"
Andrea Manco,
flauto
Sara Terzano,
arpa

Musiche di: A. Marcello, C.W. Gluck, G. Rossini, C. C. Saint-Saëns, M. Linneman, J. Ibert, G. Fauré
I ESECUZIONE ASSOLUTA di un brano composto per l'occasione da
SERGIO LANZA



    Per tutti gli eventi, INFORMAZIONI, COMUNICATO STAMPA, CURRICULA, FOTO nei siti:



    Associazione Culturale Musicale ALCHIMEA:   cell. + 39 347 45 85 836    e-mail: alchimea@alchimea.it

2016_10_22 QUADRIFOGLIO SONORO Quinta Edizione

Rassegna Musicale-Quinta Edizione 2016
QUADRIFOGLIO SONORO
Organizzato da Associazione Culturale Due Spade

Giunge quest'anno alla sua quinta edizione la rassegna musicale organizzata dall'Associazione Culturale due spade di Cilavegna che ha preso il titolo di "Quadrifoglio sonoro".
Nata nel 2012 al Teatro Polifunzionale di Cilavegna, stagione dopo stagione ha esteso la sua programmazione anche in altri ambiti della zona Lomellina, infatti quest'anno "Quadrifoglio sonoro" prenderà il via dal Teatro degli Agricoltori via Mazzini a Sant'Angelo Lomellina con un concerto tenuto da Marco Clerici accompagnato al pianoforte da Veronica Fasanelli, che sarà intitolato "Il sacro, il popolo e il Teatro Lirico". Nel corso del quale Marco Clerici poporrà brani dal opere famose, canzoni popolari italiane e classici del sacro come Ave Maria o Panis Angelicus. [Sabato 22 ottobre 2016 - ore 21 TEATRO DEGLI AGRICOLTORI VIA DOTT. MAZZINI 27030 SANT’ANGELO LOMELLINA (PV) ingresso 15€].
I successivi appuntamenti saranno poi sabato 29 ottobre al Teatro Martinetti di Garlasco con un quartetto di strumentisti per JAZZ E MOVIES ingresso €10; successivamente si toccherà sabato 5 novembre il teatro Mastroianni di San Martino Siccomario con una RECITAL del soprano Elisa Maffi, del tenore Angelo scardina con l'accompagnamento di Isabella Inzaghi al pianoforte ingresso €15; la chiusura della edizione 2016 sarà sabato 12 novembre, ritornando nella sede del teatro polifunzionale di Cilavegna, con MASTER OF SWING e con un pianista di eccezione quale Rossano Sportiello con a fianco Alfredo Ferrario Aldo Zunino e Massimo Caracca ingresso €15.

Circolo Società Agricola Santangelese
Sabato 22 ottobre 2016_10_22 - ore 21

TEATRO DEGLI AGRICOLTORI
VIA DOTT. MAZZINI 27030 SANT’ANGELO LOMELLINA (PV)
“Il Sacro, il Popolo e il Teatro Lirico ”
MARCO CLERICI – tenore
VERONICA FASANELLI - pianoforte

IL SACROO MIO SIGNOR- Handel
PIETA’ SIGNORE - Stradella
PANIS ANGELICUS - Franck
AVE MARIA – Gounod

IL POPOLOMAMMA
NON TI SCORDAR DI ME
O SOLE MIO
CARUSO

IL TEATRO LIRICOUNA FURTIVA LAGRIMA
LA DONNA E’ MOBILE
NESSUN DORMA

Pro Loco di Garlasco
Sabato 29 ottobre 2016_10_29 - ore 21
TEATRO MARTINETTI VIA SANTISSIMA TRINITA’ 6 27026 GARLASCO (PV)
“Jazz & Movies”
MICHELE GORI-flauto
ROBERTO OLZER-pianoforte
ROBERTO PICCOLO - contrabbasso
NICOLA STRANIERI - batteria

Pro Loco di San Martino Siccomario
Sabato 05 novembre 2016_11_05 - ore 21
TEATRO MASTROIANNI
VIA PIEMONTE 8 - 27028 SAN MARTINO SICCOMARIO (PV)
“Arie e Canzoni con Passi di Danza di Ieri
di Oggi e di Sempre”

ELISA MAFFI-soprano
 ANGELO SCARDINA-tenore
ISABELLA INZAGHI-pianoforte
MARIO MAININO-presentatore
CORPO DI BALLO ACADEMY PAVIA
direttrice, Marilina Piemontese
PRIMA PARTE
Corpo di Ballo Academy Pavia Balletto
Angelo Scardina e Isabella Inzaghi: Una furtiva lagrima da Elisir d'amore di Donizetti
Elisa Maffi e Isabella inzaghi: Je veux vivre da Romeo e Juliette di Gounod
Angelo Scardina e Isabella Inzaghi Che gelida manina da Boheme di Puccini
Elisa Maffi e Isabella inzaghi Mi chiamano Mimi da Boheme di Puccini
Elisa Maffi, Angelo Scardina e Isabella Inzaghi O soave fanciulla da Boheme di Puccini
Isabella Inzaghi Intermezzo Cavalleria Rusticana di Mascagni
INTERVALLO
SECONDA PARTE
Corpo di Ballo Academy Pavia Balletto
Angelo Scardina e Isabella Inzaghi: La donna e' mobile da Rigoletto di Verdi
Elisa Maffi e Isabella Inzaghi O mio babbino caro da Gianni Schicchi di Puccini
Angelo Scardina e Isabella Inzaghi A vucchella
Elisa Maffi e Isabella Inzaghi Summertime di Gershwin
Angelo Scardina e Isabella Inzaghi I te vurria vasa’
Elisa Maffi e Isabella Inzaghi La vita e' bella di Piovani
Isabella Inzaghi : Libertango di Astor Piazzolla
Elisa Maffi,Angelo Scardina e Isabella inzaghi Brindisi della Traviata di Verdi

Associazione Culturale Due Spade di Cilavegna
Sabato 12 novembre 2016 - ore 21

CILAVEGNA – TEATRO POLIFUNZIONALE
“Masters of Swing”
ROSSANO SPORTIELLO - pianoforte
ALFREDO FERRARIO - clarinetto
ALDO ZUNINO - contrabbasso
MASSIMO CARACCA – batteria

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)