Aldo Ceccato a favore della Orchestra Sinfonica Abruzzese

Musicarticolo9 vuole dare il suo contributo per l'acquisto delle nuove
attrezzature necessarie alla vita quotidiana dell'Orchestra Sinfonica
Abruzzese e per inviare un segno concreto di solidarietà verso i nostri
amici musicisti.
Chi volesse contribuire può inviare un bonifico: IBAN: IT 81 W 03002 02823
000040467285
Causale: MA9 pro ISA www.musicarticolo9.it

2009 05 08 Accademia dello spettacolo alla Centrale di Vigevano


8-9-10 Maggio "Rassegna Sonno o Passione"
Centrale idroelettrica del 1906 - Vigevano 
20.30 Benvenuto
21.00 Inizio percorso animato
Ingresso libero.
Gradita prenotazione (meglio prenotare per non restare fuori dal gruppo)

NO-WHERE è un viaggio.. 
un viaggio surreale 
attraverso il gioco teatrale e cinematografico 
che diventa “IL VIAGGIO” 
la storia di tutte le storie,
che va a scavare tra il grottesco e il serio
la nostra attualità
e il concetto della migrazione
e dello spostamento di una cultura.

La storia dell'uomo è una storia di umanità in movimento …

….scorrono i bisogni,le motivazioni,i presupposti del “migrare” 
Quest'anno dedicata al tema : "Migrazione, spostamento di una cultura". Ogni serata infatti, mette in cartellone spettacoli teatrali, due cortometraggi, quattro reportages realizzati da altrettanti filmaker, dimostrazioni di tecnica del doppiaggio e, permanentemente, mostre fotografiche ed installazioni scenografiche realizzate dagli allievi dell’Accademia.
Il tutto nel contesto della storica centrale idroelettrica del 1906 ,in stile liberty, di Vigevano "Ludovico il Moro"




una carovana di 20 personaggi,attori accompagnerà il pubblico dentro un vero e proprio viaggio in cui si susseguono racconti,immagini,sogni e desideri,attraverso i testi di Erri de Luca,Baricco,Dante e Omero …. 

L’ arrivo in un posto strano chiamato NO-WHERE ,la partenza,la traversata in mare , il porto e infine , la propria destinazione saranno le tappe del viaggio.

“ …A volte, durante un viaggio, svaniscono improvvisamente tutte le coordinate geografiche, temporali e psicologiche…”

le carovane imparano da loro a calpestare sotto sferza di polvere in colonna, solo il primo ha l’obbligo di sollevare gli occhi gli altri seguono il tallone che precede, il viaggio a piedi è una pista di schiene.  " Erri de Luca"

Si sta consolidando come un appuntamento fisso, e che crea una forte aspettativa, la presenza della Accademia dello Spettacolo di Milano nella Centrale Idroelettrica di Vigevano.
In tre serate a partire da venerdì 8, gli spazi della costruzione, che già normalmente è disponibile per le visite, si sono trasformati in originali contenitori di pièce teatrali, di proiezioni cinematografiche e di immagini che sono il risultato di un anno di studio e formazione che si avvicina alla sua conclusione.
Lo spostamento a maggio è stato particolarmente opportuno in quanto ha evitato il fastidioso disturbo delle zanzare che aveva afflitto le due precedenti edizioni scadenziate in giugno. Alla prima serata di venerdì i cancelli sono stati presi d’assalto da un numero di spettatori ben superiore al previsto e quindi alcuni sono stati forzatamente rimandati a tornare nelle serate seguenti. Era opportuna la prenotazione in quanto i movimenti del percorso tra le varie zone della centrale devono essere controllati e fatti in gruppi. La formula è stata quella già collaudata, con un rinfresco di accoglienza, un primo incontro con i vari membri della compagnia di allievi e quindi via per il viaggio. Un tema della rassegna “Sonno o passione”, quello della “Migrazione, spostamento di una cultura” che ci è sembrato molto ben svolto, più pregnante e coinvolgente degli scorsi anni. Dalla Divina Commedia, il Canto di Ulisse, alla, purtroppo tragica, quotidianità  ci si è interrogati sul senso del viaggiare, sul senso della vita, e sul tema spaventosamente tragico della migrazione. “Quando i marocchini eravamo noi..” ce lo siamo dimenticato, i nostri nonni ormai sono polvere e i nostri ricordi sono sepolti con loro per questo forse non riusciamo neppure a capire cosa provano e da cosa si allontanano e verso cosa stanno viaggiando tanti esseri umani alle ricerca di quell’America che “Qualcuno, c’è sempre qualcuno, che per primo la vede” come dice il citato testo di A.Baricco, qui opportuno più che mai.
Una serata che fa meditare e che è bello vedere sia il risultato del lavoro, dell’impegno e del pensiero di tanti giovani.


2009 04 24 Fondi raccolti pro Abruzzo da IniziativaDonna

Iniziativa Donna - Abbiategrasso
Siamo liete di informare che in occasione della serata del 24 aprile  2009 del ciclo "Percorsi di pace" sono stati raccolti 300 Euro che saranno versati sul conto corrente aperto dal Comune di Abbiategrasso.
Grazie a tutti coloro che hanno generosamente contribuito!

2009 05 10 MOTTA VISCONTI concerto dei CANTOSOCIALE parco dei partigiani

Domenica 10 maggio    ore 16.00
Motta Visconti (MI) Parco della Memoria
al termine di una biciclettata sui luoghi della lotta partigiana del territorio presso un nuovo Parco Pubblico che, verrà per l'occasione dedicato a MELCHIORRE  DE GIULI,MENOTTI   DE MELGAZZI, LUIGI NEGRONI, i 3 cittadini di Motta uccisi nei campi di sterminio nazisti
V O C I   R E S I S T E N T I Ricostituenti
Lo spettacolo dei  C A N T O S O C I A L E
Ricordare, Testimoniare, Pensare, far Festa al 25 APRILE
Canti, Musiche , Storie di Libertà, Pace per una
Sana Costituzione democratica del nostro Paese
Dopo il buon successo negli ultimi anni dei numerosi spettacoli realizzati per tutta Italia i CANTOSOCIALE ripropongono, in versione aggiornata VOCI RESISTENTI. aggiungendo una ricetta RICOSTITUENTE Lo spettacolo in forma di recital propone canti, musiche affiancate a monologhi brevi che raccontano storie (da fonti orali) legate tra loro dall'esigenza di TESTIMONIARE le diverse esperienze della resistenza al nazifascismo e testi che ricordano i valori che la Resistenza ha lasciato in eredità alla nostra Repubblica e alla sua Costituzione: Giustizia, Pace, Libertà... i valori su cui si fonda anche la nostra Costituzione di cui ricorre quest'anno il sessantesimo anniversario. Un doveroso tributo non solo a chi ha combattuto in montagna ma anche a chi ha rischiato la vita facendo da collegamento e da sostegno logistico magari nascondendo e proteggendo i partigiani, i renitenti alla leva e soprattutto si è opposto in vari modi al regime. Questi temi forti legati alla RESISTENZA saranno le tappe di un percorso che si snoda attraverso canti sociali storici , canzoni appositamente scritte dal gruppo, musiche e brevi ma intensi monologhi costruiti su testimonianze e racconti registrati negli anni dagli stessi protagonisti e recentemente pubblicati anche in un libro realizzato in collaborazione con l'associazione culturale Alambrado e l'Archivio di Storia Orale e Popolare "Fiorella Scaglioli". Uno spettacolo quindi per RICORDARE fatto di storie, voci e suoni che ci parlano di gente e luoghi ,di modi diversi con i quali è avvenuta l'opposizione a quel clima culturale di odio, razzismo, guerra, vincendo quotidianamente la paura con coraggio, attraverso la disubbidienza civile se non addirittura con l'eroismo della guerriglia Non mancheranno richiami ai valori della nostra COSTITUZIONE , la giustizia, il lavoro in primis che riteniamo fondanti del nostro vivere civile.
Il repertorio portante dello spettacolo è costituito oltre che dai classici : Bella Ciao(anche in un'inedita versione balcanica), Fischia il vento, Dalle belle città, Oh Germania che sei la più forte...anche da altri canti significativi dell'epoca come la dissacrante"Badoglieide", la Strehleriana "Ma mì", le drammatiche Canto dei Deportati, 13 milioni uomini .Importante anche il recupero di brani simbolo,veri e propri inni delle diverse brigate partigiane, operanti sia nell'Oltrepò che nel piacentino; nell'alessandrino, in Val Sesia e d'Ossola e sull'Appenino ligure'come "La Brigata Garibaldi", "Quando saremo a Varzi" , "Dai monti di Sarzana". Anche la poesia trova il giusto spazio nello spettacolo con suggestivi brani strumentali originali che accompagnano i versi di grandi poeti: Fortini, Pavese, Calvino e un particolare interesse un sentito omaggio a P.P.Pasolini.
Molte infine sono anche le canzoni originali che il gruppo ha composto negli anni e che hanno costituito la colonna sonora dei numerosi spettacoli realizzati sulla Resistenza. Da "Canevino", sulla strenua battaglia combattuta sul colle Ortaiolo nell'Oltrepò Pavese dai resti delle brigate matteottine e vinta sconfiggendo oltre 250 tra soldati della Wermachts e delle Brigate Nere a "Storia di Pozzol Groppo" sulla strage efferata di giovanissimi partigiani della brigata Cornaggia, ad opera dei repubblichini sanguinari della Sicherheits, avvenuta nella scuola del piccolo centro pavese sul crinale della Val Staffora e della Val Curone, senza dimenticare "Zagròs, Cefalonia" sulle ultime ore delle truppe italiane fucilate dai nazisti nell'omonima isola greca e in " I. M. I" le drammatiche vicende degli internati militari italiani costretti alla schiavitù del lavoro coatto in Germania dalle truppe nazifasciste a cui rifiutarono di aderire a costo spesso della vita. Importanti anche le canzoni "Dòn cuntra le guèra" e "l'accento sulla A' tratte dai versi della filastrocche di Gianni Rodari e altri da canti di filanda e risaia come "Oh mama mia tegnim a cà" che aiutano a capire l'importanza di GIUSTIZIA, PACE, LAVORO, UGUAGLIANZA valori su cui si fonda la nostra Repubblica e la Costituzione e che è sempre bene riaffermare .
Un lavoro quello del gruppo non solo di rivalutazione di un repertorio dimenticato ma anche di vera e propria "ricostruzione" di canzoni forse mai cantate di cui grazie all'importante ricerca fatta dagli storici lomellini Marco Savini e Maria Antonietta Arrigoni si sono ritrovati solo i testi senza musica, su fogli volanti e frutto di scritture private. Un'appassionante abbinamento dei versi scritti con musiche originali di atmosfera folk-rock comunque rispettose della matrice popolare ed acustica.
Versi dai canti dello spettacolo
Lasciammo case, scuole ed officine,mutammo in caserme le vecchie cascine,
armammo le mani di bombe e mitraglia,temprammo i muscoli ed i cuori in battaglia.
(DALLE BELLE CITTA')
Oh bella ciao,bella ciao…/ma verrà un giorno che tutte quante lavoreremo in libertà…
ma verrà un giorno che tutte quante lavoreremo e… vivremo in libertà!!…
(BELLA CIAO DELLE MONDINE)
Con un pezzetto di gesso in mano, quel che scrivevo era buon italiano
ho scritto su muri della città,vogliamo pace e libertà
(L'ACCENTO SULLA A Gianni Rodari)
Sei corpi denudati che il piombo aveva infranto,la neve stese un manto, ebbe di lor… pietà (Strage di Pozzol Groppo)
pierocarcano3@tiscali.it. tel 3335740348 www.cantosociale.it

2009 05 10 A Morimondo Musica Laudantes

Abbazia di Morimondo
Piazza S. Bernardo, Morimondo (MI)
Domenica 10 maggio 2009
ore 21.00
"LA MUSICA SENZA TEMPO"
Gruppo vocale MUSICA LAUDANTES
Sax soprano e tenore MASSIMO MALTESE
Pianoforte e organo MATTEO RIBOLDI
Direttore RICCARDO DONI

PROGRAMMA

G. Giacomo Gastoldi Regina coeliMottetto a 4 v.m.
Loyset Compère O bone JesuMottetto a 4 v.m.
Thomas Tomkins My Sheperd is my living Lord Mottetto diminuito per coro a 4 v.m. sax e Organo
G. P. da Palestrina Sicut cervus
Super flumina BabylonisMottetti a 4 v.m.
Jacob Arcadelt O dolci occhi miei
Madrigale diminuito per sax e organo
G. P. Da Palestrina Canite tuba
Rorate coeli Mottetti a 6 v.m.
Trad. Spiritual My Lord what a morning
Per sax e pianoforte
Benjamin Britten Salmo 150 Per coro femminile, sax e pianoforte
Astor Piazzolla Ave Maria Per sax e pianoforte
Randall Thompson Alleluia Per coro a 4/6 v.m. e sax

Uno dei cosiddetti cross-over più importanti degli ultimi anni è stata l'ispirazione che ha guidato questo progetto artistico firmato da Musica Laudantes: si tratta del programma Officium dell'Hilliard Ensemble e il sassofonista Jan Garbarek.
Il programma che proponiamo è una contaminazione tra polifonia rinascimentale e improvvisazione Jazz, per giungere alla musica del XX secolo, epoca in cui questo accostamento è solo apparentemente più idoneo.
Ad alcuni autori della nati alla fine del XV secolo spetta aprire questo speciale programma. Il mottetto "Regina coeli" di Giovan Giacomo Gastoldi apre il concerto dando subito una luce tipicamente italiana; in esso l'alternarsi di ritmi binari e ternari evocano la gioia della resurrezione. Loyset Compère mostra invece in modo evidente la sua appartenenza alla tradizione franco-fiamminga rappresentata da Ockeghem, il quale fu probabilmente suo maestro. Il mottetto "O bone Jesu" è in stile rigoroso, e la sua trasparenza polifonica corrisponde ad una quasi assoluta mancanza di ornamenti surperflui; in questo brano il sax trova terreno fertile per le sue improvvisazioni.
Di Giovanni Pierluigi Da Palestrina saranno eseguiti alcuni tra i mottetti più significativi, stampati nella raccolta del 1581. Nel bellissimo "Sicut cervus" il gioco dei canti festosi sembra ricreare la limpida sorgente che disseta e purifica. Mai come nel "Super fulmina Babylonis" il dramma dell'esilio ha trovato espressione più diretta e intensa. Diviso in tre sezioni, sembra voglia condensare tutto il dolore umano; una pagina musicale la cui altezza sarà eguagliata ma non superata dalle sue più grandi opere. Il solenne "Canite tuba" e il "Rorate coeli" chiudono la parte rinascimentale del programma.
La stessa prassi verrà utilizzata per la sezione novecentesca della serata, nella quale accanto a composizioni originali per sax e pianoforte saranno accostati brani in cui l'improvisazione sarà ancora guida sperimentale.
L'introduzione del sax che improvvisa secondo uno stile contemporaneo fa ricondurre questa musica alle sue forme pre-letterarie: infatti la polifonia rinascimentale era oggetto di sperimentazione e il medesimo pezzo poteva essere eseguito in differenti versioni nelle quali voci e strumenti potevano sostituirsi.
Un altro motivo che ci ha convinti a realizzare questo originale progetto è il concetto di mottetto rinascimentale concepito nella sua struttura puramente armonica, in grado di fornire un fertile tessuto per l'improvvisazione di uno strumento, in questo caso il sax, il cui timbro assomiglia in modo stupefacente a quello della voce umana.
Riccardo Doni


GRUPPO VOCALE E STRUMENTALE "MUSICA LAUDANTES"
Il gruppo vocale e strumentale "Musica Laudantes" opera dal 1984 ed è strutturato in differenti formazioni che consentono l'esecuzione di un ampio repertorio. Svolge regolare attività concertistica in Italia e all'estero. Il repertorio è incentrato in particolare sulla musica del periodo Barocco e Classico ma non viene trascurata la musica corale di altri momenti storici, compresa quella contemporanea. Il gruppo annovera un repertorio assai vasto per il quale rimandiamo al nostro sito www.musicalaudantes.it alla voce repertorio. In modo particolare si annoverano numerose trascrizioni e prime esecuzioni di importanti brani di autori di area milanese e lombarda, risultato di ricerche musicologiche mirate.
Dal 1987 il gruppo organizza a Cesano Boscone una "Rassegna Internazionale di Polifonia Vocale" che ha visto la partecipazione di formazioni corali di notevole prestigio.
Divenuta nel 1997 Associazione Corale, "Musica Laudantes" ha realizzato la registrazione di tre CD dedicati rispettivamente ad Antonio Vivaldi, alla compositrice novarese Isabella Leonarda (per la casa discografica francese "Opus 111") e a musiche per doppio coro e due organi concertanti di Giuseppe Sarti (per la casa discografica Stradivarius). Dal 2004 l'associazione ha una sua collana di registrazioni discografiche.
Dal 1998 collabora con il regista Fabio Battistini alla realizzazione di spettacoli teatrali-musicali che hanno visto la partecipazione di attori quali Marisa Fabbri, Franca Nuti e Andrea Jonasson. Il gruppo viene costantemente incaricato di accompagnare la liturgia nel Duomo di Milano in occasione di particolari celebrazioni. Sempre nel Duomo di Milano dal 2007 è ospite stabile delle serate culturali della Cattedrale su invito di Monsignor Fabio Ravasi. Dal 2006 collabora con Gerardo Placido in occasione di spettacoli teatrali da lui organizzati su testi della Divina Commedia e della Passione.
Nel 1999 ha collaborato con l'Orchestra Sinfonica di Sanremo per eseguire il Requiem di Cherubini in Do minore per coro e orchestra, presso il Teatro dell'Opera di Sanremo. Sempre con la stessa orchestra nel 2008 è stato chiamato ad eseguire la Messa da Requiem di Roberto Hazon, in prima assoluta sotto la direzione di Daniele Rustioni. Nel 2000 ha eseguito la Messa in Si minore di Bach con l'Orchestra stabile di Bergamo "Gaetano Donizetti".
Nel 2001 ha realizzato una serie di concerti in collaborazione con l'ensemble "A. Berruti" costituito da organo, trombe e tromboni dell'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano. Nell'ottobre dello stesso anno ha programmato la realizzazione di un festival dedicato a Giovanni Battista Sammartini nel terzo centenario della nascita, patrocinato dal Comune di Milano. A questa manifestazione hanno partecipato i maggiori studiosi a livello mondiale della musica milanese del XVIII secolo.
Dal 2001 organizza la stagione "Musica per le Abbazie" riscuotendo successi di pubblico e di critica; in quest'ambito ha realizzato, fra gli altri, un programma con il chitarrista Emanuele Segre con il quale a tutt'oggi si è instaurata una stabile collaborazione artistica.
Nel 2002 ha realizzato un esecuzione dell'Ode a Santa Cecilia di Händel e un importante concerto per la stagione "Corona dell'Avvento" del Comune di Milano con un programma dedicato a Giovanni Battista Sammartini e ad Antonio Vivaldi.
Nel 2003 è stato invitato come unico coro italiano nel ciclo "Le Settimane Bach" con l'ensemble "il Giardino Armonico" diretto da Giovanni Antonini. Ha inoltre preso parte alle celebrazioni per il Sesto Centenario di fondazione della Cappella del Duomo di Milano eseguendo un concerto di musiche inedite di Johann Christian Bach con l'orchestra Musica Rara diretta da Arnold Bosman.
Nel 2004, dopo la partecipazione al ciclo "Musica e Poesia in San Maurizio" e un concerto nella Basilica di S. Ambrogio con l'esecuzione della Messa dell'Incoronazione di Mozart e altre musiche mozartiane in collaborazione con l'orchestra "Musica Rara" diretta da Arnold Bosman, l'Associazione ha ripreso, ampliandola, la rassegna "Musica per le Abbazie" coinvolgendo sette tra le più importanti abbazie della Lombardia con dieci concerti nel corso dell'anno.
Direttore artistico e musicale è il Maestro Riccardo Doni coadiuvato da Roberto Ardigò in qualità di maestro sostituto. Lo studio della vocalità è affidato a Loredana Bacchetta, Antonella Gianese e Davide Galassi; per la parte strumentale collaborano con il gruppo Davide Pozzi (organo e clavicembalo) e Matteo Riboldi (pianoforte, organo e clavicembalo).

RICCARDO DONI
Nato a Milano, si è diplomato in Organo e Composizione organistica presso il Conservatorio di Parma sotto la guida del M° Lorenzo Ghielmi. Successivamente si è diplomato in Organo, Clavicembalo e tastiere storiche nella classe di Jean Claude Zehnder presso la Schola Cantorum di Basilea. Ha iniziato gli studi di direzione di coro con il M° Giorgio Bredolo e successivamente ha frequentato corsi di formazione e direzione corale. Dal 1984 è direttore del gruppo vocale dell'Associazione "Musica Laudantes" con il quale svolge una costante attivitá concertistica. Negli oltre 400 concerti eseguiti con questo gruppo, ha approfondito il repertorio corale a cappella e con strumenti, con particolare riferimento alla musica del periodo Barocco e Classico. Dal 1990 al 1996 è stato direttore del coro della "Nuova polifonica ambrosiana" e dalla fondazione al 1998 dei Madrigalisti Ambrosiani con i quali ha tenuto concerti per l'Autunno musicale di Como e per Musica e poesia in S. Maurizio di Milano.
Negli oltre 1500 concerti eseguiti come organista e clavicembalista ha suonato per importanti stagioni concertistiche in Italia e all'estero in veste di accompagnatore e solista. E'organista della Chiesa prepositurale di S. Giovanni Battista di Cesano Boscone (Milano) sul nuovo organo meccanico G. Torri costruito nel 2000.
Dal 1994 è collaboratore stabile del prestigioso ensemble "il Giardino Armonico" di Milano diretto da Giovanni Antonini, nella veste di clavicembalista e organista, con il quale ha tenuto concerti in alcune delle sale piú importanti del mondo, lavorando con personalità del mondo musicale barocco.
E' clavicembalista dell'ensemble "Imaginarium" costituito nel 2002 dal violinista Enrico Onofri per l'esecuzione della musica vocale e strumentale italiana del '600.
Suona costantemente in duo con l'oboista Pietro Corna con il quale ha fondato il gruppo "Concerto Armonico" nel quale, con la cantante Loredana Bacchetta, è stato sviluppato un particolare repertorio di Cantate barocche originali per soprano, oboe e basso continuo.
Ha registrato per Teldec, Naïve, Supraphon, Stradivarius e dal 1997 ha iniziato l'incisione dell'integrale organistica di J. Ludwig Krebs per la Sarx Records di Milano. Dal 2008 registra per Decca con l'ensemble "il Giardino Armonico".
È stato inoltre insegnante presso i conservatori di Milano, Castelfranco Veneto, Ferrara e Frosinone.

La Rassegna Musica per le Abbazie 2009 è realizzata:
con il Patrocinio di
Regione Lombardia – Culture, Identità e Autonomie della Lombardia
Provincia di Milano
e con il Contributo di
Parco agricolo sud Milano
Organizzazione a cura dell'Associazione Musica Laudantes
Sede legale: Piazza S. Giovanni Battista, 2 – 20090 Cesano Boscone (MI)
Uffici: Piazza S. Apollinare, 1 – 20152 Milano - tel e fax 02 47997251
sito web: www.musicalaudantes.it
e-mail: musicalaudantes@hotmail.com

2009 05 08 APPUNTAMENTO AL "RIFUGIO DEL PESCATORE" NONIO (NO)

APPUNTAMENTO AL "RIFUGIO DEL PESCATORE" NONIO (NO)
Venerdi' 8 Maggio 2009
Il piatto forte racconta la
"CENA DEL MIRACOLO"
e fa tappa a nonio sulle alture occidentali del Cusio
Terzo appuntamento per la rassegna culturale ed enogastronomica "Il Piatto Forte" che torna con la sua quinta edizione ad esplorare i luoghi della buona cucina "aperti alla cultura e allo spettacolo" spostandosi per la prossima serata dell'8 maggio sulla riviera occidentale del Cusio.
Tocca dunque a Nonio ospitare la terza "cena-spettacolo" del Piatto Forte, peraltro in un luogo ben conosciuto (sono state diverse, in passato, le tappe della rassegna qui ospitate) com'è il ristorante "Rifugio del Pescatore" in località laghetti.
Giovane ma molto, molto bravo, lo chef-maison Daniele Finetti delizierà gli ospiti con un menù poliedrico e insolito che, dopo un ricco buffet di antipasti (con sformatini di verdure miste, involtino di pancetta e pere e patè di cortile con crostini di pane) proporrà agli ospiti il risotto alla rane e, come secondi piatti, le lumache trifolate con polenta e il persico dorato alle mandorle.
Mandorle protagoniste anche nel dolce, ingredienti di una "crespella" che sarà accompagnata dallo zabaione.
Accompagnano la serata i vini del territorio frutto di un'accurata selezione di cantina.
Come sempre, la cena concorre a dettare il tema della serata insieme allo spettacolo che, questa volta, sarà un autentico "classico" made in Cusio: si tratta della "Cena del Miracolo" in cui l'attore Domenico Brioschi si produrrà nella narrazione di storie senza tempo, di gente semplice ed autentica, con biografie che si raccontano in due minuti.
Un'esercizio di memoria che muove dalla rievocazione di una veglia di 100 anni fa in una modesta casa intorno al lago e prosegue con le novelle officiate dal contastorie, il "casciaball" che raggiungeva le cascine più sperdute con le sue povere mercanzie e le sue preziose storie.
"Per il Piatto Forte 5 – dicono gli organizzatori - si tratta della terza tappa dopo le prime due serate a Galliate e a Pettenasco: il cartellone della rassegna terminerà con la fine del mese di maggio, il 22 a Pella.
Prima, però, ci sarà una quarta tappa sul Lago Maggiore, a Romanico di Baveno il giorno 15. Invitiamo tutti coloro che intendono conoscere più a fondo e dettagliatamente il programma della rassegna a visitare il sito della nostra associazione, che organizza e promuove l'evento: www.lafinestrasullago.com".
Tornando alla serata di venerdì 8 maggio al Rifugio del Pescatore di Nonio, gli interessati possono prenotare direttamente al ristorante telefonando ai numeri 0323.889061 o 335.844221.
Il prezzo per la serata è di euro 30 per persona, vini e spettacolo compresi.

PRESS-OFFICE DE "IL PIATTO FORTE" - JACOPO FONTANETO, NOVARA – CONTATTI STAMPA: tel. 347-2313962

2009 06 04 Nuovo spettacolo di MICROMAGIA TEATRALE di Aurelio Paviato

Giovedì, 4 Giugno 2009 - ore 21,00
Piccolo Teatro Della Martesana
(Auditorium Centro Civico Culturale)
Via Trieste 3G/2 – 20060 Cassina de' Pecchi (Mi)
Tel 02 5811 4535
http://www.teatrocinque.it/martesana/index.shtml
Nuovo spettacolo di "MICROMAGIA TEATRALE"
STORIE DI UN ARTIGIANO DI ILLUSIONI
Viaggio nel tempo e nel mondo dei prestigiatori
Di e con Aurelio Paviato

Per prenotazioni telefonare al teatro:dal lunedì al venerdì dalle ore 10.30 alle ore 14.30.
Posto unico Euro 12,00

Per raggiungere il teatro Metro MM2 Cassina de' Pecchi (+ 5' a piedi).

Auto:
Tangenziale Est Milano: uscita Via Padova in direzione Vimodrone.
Entrati in Cassina De' Pecchi, dopo distributore Shell a destra si è in via Trieste.
Dopo il secondo dosso, subito a sinistra c'è un'area di parcheggio di fronte al complesso che ospita il Teatro

2009 05 09 Mortara on Stage ultimo appuntamento

sabato 9 maggio 2009 ore 21
Auditorium Città di Mortara
L'ORCHESTRA GIOVANILE di FIATI del VCO suona
I GRANDI CLASSICI AMERICANI PER ORCHESTRA DI FIATI
L'intero incasso della serata sarà devoluto all'Orchestra Sinfonica Abruzzese
Orchestra Giovanile di Fiati del VCO
diretta da Stefano Gori e Massimiliano Pidò
 
Programma
PHILIP  SPARKE - Sinfonietta n° 3  (Promenade, Ballad, Interlude, Scherzo),
JOSEPH  HOROVITZ - Bacchus on blue ridge (Moderato, Blues, Vivo),
LEONARD BERNSTEIN - Overture to Candide,
ALFRED REED - Armenian Dances,
OTTORINO RESPIGHI - Pini della via Appia.

Mortara on Stage è giunta all'ultimo appuntamento di una stagione teatrale che ha riscosso enorme successo tra il pubblico, di abbonati e non: sabato 9 maggio ospiterà l'Orchestra Giovanile di Fiati del VCO – vincitrice, lo scorso anno, del primo premio al Concorso Internazionale "Victor de Sabata" di Santa Margherita Ligure – che interpreterà "I grandi classici americani per orchestra di fiati".L'intero incasso della serata sarà devoluto all'Orchestra Sinfonica Abruzzese che, in seguito al devastante terremoto, ha avuto distrutto strumenti, sale prove, uffici e sala da concerto. Dichiara il Maestro Marangoni, Direttore Artistico di Mortara on Stage: "Vogliamo dare un sostegno concreto agli amici musicisti di questa storica orchestra: c'è, infatti, un forte legame tra Victor de Sabata – di cui è nota la generosità e l'amore per i giovani -, l'Orchestra del VCO formata da cinquanta ragazzi bravissimi e l'obiettivo del progetto, che è quello di dare un sostegno ai musicisti aquilani, tuttora senza casa, a cui andrà direttamente il contributo voluto dall'Amministrazione Comunale di Mortara".

Orchestra Giovanile di Fiati del VCO
L'orchestra Giovanile di Fiati nasce nel 2002 come attività didattica rivolta a giovani strumentisti ed è un'emanazione dell'Associazione Musicale Accademia. Nei successivi cinque anni è stato svolto uno stage residenziale a cadenza annuale nelle prime settimane di luglio a Quarna (Settimana Musicale Estiva). Durante il corso i ragazzi hanno potuto analizzare, studiare e approfondire partiture sempre più complesse e tecnicamente difficili, confrontandosi con vari direttori e insegnanti che ne hanno guidato il percorso di apprendimento.
Lo scopo dello stage inoltre è stato ed è quello di sensibilizzare i ragazzi verso un linguaggio musicale, quello dell'orchestra di fiati (banda), dove molti di loro svolgono la loro attività musicale durante tutto l'anno nelle realtà locali di provenienza.
Alla fine di ogni corso sono stati eseguiti più concerti e registrato un CD "live". Dal 2005, attraverso una convenzione firmata con la Provincia del VCO, l'Orchestra Giovanile di Fiati ha avuto la possibilità di eseguire alcuni concerti, durante tutto l'arco dell'anno, partecipando a rassegne musicali sia della provincia che fuori, ultima la tourneé in Umbria nell'estate 2007.
Nel marzo 2008 l'Orchestra ha vinto il primo premio al Concorso Internazionale "Victor De Sabata" di Santa Margherita Ligure.
L'Orchestra si compone di circa 50 musicisti, utilizza tutta la gamma di strumenti a fiato e percussione, esegue un programma di musiche originali per Orchestra di Fiati (Synphony Wind Orchestra) ed è diretta dai maestri Stefano Gori e Massimiliano Pidò.

Info e prevendita biglietti:
Libreria "Le Mille e una pagina" – Corso Garibaldi 7 – Mortara (Pv)
Tel 0384 298493 – auditorium@comune.mortara.pv.it
Ufficio Stampa "Mortara on Stage":
Barbara Robecchi - PromoPavese Comunicazione– Vicolo del Forno 12 – Garlasco (Pv)
Tel 0382 800765 – mob. 347 7892234 – barbara.robecchi@promopavese.it

2009 05 11 Dall'antico al moderno per la Stagione di Ghislierimusica Pavia

Lunedì 11 maggio 2009, ore 21
Aula Magna del Collegio Ghislieri
VII Stagione di Concerti del Collegio Ghislieri
Dall'antico al moderno L'opera sacra di Giacomo Antonio Perti

Yetzabel Arias, soprano
Gloria Banditelli, alto
Krystian Krzeszowiak, tenore
Christian Senn, basso

Arìon Choir & Consort del Collegio Ghislieri
Giulio Prandi, direttore


PROGRAMMA DELLA SERATA:

Giacomo Antonio Perti (Bologna, 1661 • 1756)

Sinfonia dalla Messa a 12 per archi e continuo
Domine, ne in furore tuo a quattro con violini
Rorate, caeli, desuper per alto, 2 violini e continuo
Adoramus te, Christe per coro e continuo
Caeli nubes per basso, 2 violini, 2 viole e continuo
Sinfonia avanti la Messa per archi e continuo
Laudate Dominum in sanctis ejus per coro, 2 trombe, archi e continuo
Messa detta La Lambertina per coro, soli, archi e continuo
Ecce sacerdos magnum per soprano, archi e continuo
Gaude felix, parens Hispania per coro, soli, 2 trombe, oboe, archi e continuo

al termine del concerto
degustazione offerta dal Club del Buttafuoco Storico con Oltrepò pavese D.O.C. Buttafuoco Storico
Leggi le note introduttive al concerto: http://www.ghislierimusica.org/Eventi/note_sala.php?id_replica=79
Arìon Choir & Consort del Collegio Ghislieri
soprani
Grazia Abbà, Irene Alfinito, Valentina Argentieri, Maria Veronica Basualdo, Karin Selva
alti
Silvia Bertoluzza, Morena Carlin, Ilaria Pasotti, Ilaria Ribezzi, Claudia Romano
tenori
Gianfranco Cerreto, Yasuharu Fukushima, Krystian Krzeszowiak, Paolo Tormene, Matteo Zenatti
bassi
Jacopo Binazzi, Daniele Brigante, Carlo Checchi, Paolo Graziano, Alessandro Nuccio

Marco Bianchi**, Chiara Zanisi, Luca Moretti, violini I
Alberto Stevanin*, Laura Mirri, Ulrike Slowik, violini II
Gianni Maraldi*, Elena Confortini, viole
Jorge Alberto Guerrero*, Claudia Poz, violoncelli
Giorgio Sanvito, contrabbasso
Luca Marzana*, Jonathan Pia, trombe
Aviad Gershoni, oboe
Michele Pasotti, tiorba
Maria Cecilia Farina, organo

**di spalla *prime parti

_________________________________________________

Apertura biglietteria presso l'Aula Magna del Collegio Ghislieri: ore 18
Aperture sala: ore 20.30


BIGLIETTI:

Settore A • Intero: € 10
Settore A • Ridotto: € 7
Settore B • Intero: € 7
Settore B • Ridotto: € 5
"Speciale Giovani" • € 5 (Sett. A e B)

Prevendita tramite il circuito VIVATICKET:
• online sui siti www.vivaticket.it e www.ghislierimusica.org
• presso i punti vendita Vivaticket presenti su tutto il territorio nazionale (a Pavia presso la Coop di Viale Campari, 64 – ufficio soci all’ingresso)
• chiamando il callcenter Vivaticket 899.666.805
• con pagamento da effettuarsi tramite carta di credito o presso gli sportelli bancomat del circuito Intesa Sanpaolo abilitati

Hanno diritto ad abbonamenti e biglietti ridotti:
• Over 65, mutilati, invalidi e militari
• Amici di Ghislierimusica
• Allievi, docenti e personale dell'Istituto Parificato e della Civica Scuola di Musica "F. Vittadini"
• Studenti, Ricercatori, Personale docente e Personale tecnico-amministrativo dell'Università di Pavia
• Titolari Carta Più Feltrinelli
• Soci Coop
• Dipendenti associati al CRAL del Comune di Pavia
• Dipendenti ASL Pavia
• Aderenti al Circolo del personale Banca Regionale Europea
• Dipendenti e tesserati Idea Blu
Lo speciale “Ridotto Giovani” è riservato a:
• Under 26
• Iscritti al Coro del Collegio Ghislieri

L'ingresso è gratuito per i ragazzi fino a 12 anni accompagnati da un adulto
Per riservare questa opzione inviare un e-mail a segreteria@ghislierimusica.org

diritto di prevendita: 10% del costo facciale del biglietto a partire da un minimo di € 1,50
non è ammessa la restituzione dei biglietti acquistati – per informazioni: info@ghislierimusica.org

NOTE DAL PROGRAMMA DI SALA

Note al programma

Perti, musica per tre quarti di secolo

Scomparso all'età di 95 anni, Giacomo Antonio Perti (1661-1756) fu per oltre tre quarti di secolo un punto di riferimento non solo per la Bologna musicale al suo interno, ma anche per i numerosi musicisti che dalla città emiliana si riversavano nelle più importanti piazze d'Europa. Compositore portato in palmo di mano da prìncipi e nobildonne, nonché da imperatori e papi, fu anche eccellente didatta e "nonno" in senso artistico di Wolfgang Amadè Mozart (l'allievo prediletto Giambattista Martini impartì a quest'ultimo lezioni determinanti di contrappunto).
Il concerto attuale presenta musiche di genere sacro attinte lungo tutto l'arco della carriera di Perti. La Sinfonia della grandiosa Messa a 12 voci (1687) ha la forma di un doppio movimento nello stile del concerto grosso: il concertino di due violini soli - ripartibile tra ben tre cori - dialoga con l'insieme di tutti gli archi, dimostrando la precoce condivisione felsinea del modello corelliano. Posteriore di quasi sei decenni è il salmo Domine, ne in furore tuo (1746) nella versione testuale per la liturgia funebre: voci di concerto (soli) e voci di ripieno (tutti) si alternano lungo i versetti in una partitura di grave impatto espressivo, dove la franchezza dello stile tardosecentesco torna in auge a dispetto della grazioseria rococò. Due parti di violino scortano la voce di contralto in Rorate, caeli, desuper (1700 ca.), mottetto nuziale che trae spunti letterari dall'antifona d'avvento e dal Cantico dei Cantici. Un altro mottetto a voce sola, Caeli nubes (1682), deve invece l'accuratezza del proprio concerto strumentale e il notevole virtuosismo della scrittura vocale all'esigente musicista cui fu destinato: si tratta con ogni probabilità del basso Lorenzo Gaggiotti, cantante tra i più acclamati dell'epoca e buon amico del giovane Perti. Sequenze armoniche sorprendenti si ascoltano, accanto alla brillante invenzione melodica, in una Sinfonia avanti la Messa (1720 ca.): il brano è raro esempio della disinvoltura che Perti vantò anche nel genere strumentale puro, malgrado la preferenza accordata alla composizione vocale di libera espansione monodica o di rigoroso intreccio polifonico. E composizione vocale celeberrima fu, almeno sino alla metà dell'800, l'Adoramus te, Christe a quattro voci in stile osservato, di difficile datazione ma già citato con orgoglio dall'autore negli abbozzi del proprio Esemplare di contrappunto (1730-40 ca.). Sfolgorante esempio di pagina corale con trombe è a sua volta il Laudate Dominum in sanctis eius (1710 ca.) previsto nella liturgia pasquale, ma probabilmente così approntato da Perti come mottetto per le celebrazioni solennissime della festa di S. Petronio.
La Lambertina (1736) è la sola messa pertiana cui la popolarità goduta abbia associato un soprannome: esso si riferisce di certo al cardinale Prospero Lambertini, vescovo di Bologna e poi papa col nome di Benedetto XIV, oggetto di amicizia e riconoscenza da parte di Perti. Secondo l'uso felsineo, questa messa si articola nell'unico e ampio blocco di Kyrie e Gloria, e lascia le restanti parti fisse all'intonazione in canto gregoriano: non improntata alla monumentalità di altre messe policorali, la Lambertina presenta una scrittura dove trovano sintesi l'antica erudizione del contrappunto, la nuova galanteria del cantabile e la briosa interpunzione degli archi. Le due ultime caratteristiche, insieme con passaggi vocali di virtuosismo estremo, si ritrovano nel Graduale per san Petronio - all'incirca coevo - destinato al soprano solo; l'"Alleluia" conclusivo fu poi significativamente trasportato di peso nel più impervio tra i mottetti pertiani, Aestuat mundi mare. Spettacoloso senza meno è infine Gaude felix, parens Hispania (1712), il mottetto composto in occasione della canonizzazione di Pio V Ghislieri, santo domenicano di rivendicata origine bolognese: tra trionfanti ritornelli strumentali dove le trombe appendono i loro festoni, voci corali intente a declamare omoritmiche o a intessere passaggi fugati, e un'aria dove il contralto solo e l'oboe concertante gareggiano in bravura, la composizione assume la caratteristica forma felsinea dove il coro d'esordio è ripreso a mo' di conclusione.
(FRANCESCO LORA)


Gli interpreti

Nato nel 1977, Giulio Prandi è diplomato in Canto e laureato in Matematica col massimo dei voti presso l'Università di Pavia come alunno del Collegio Ghislieri.
Ha studiato composizione con Bruno Zanolini e direzione di coro con Domenico Zingaro presso il Conservatorio di Milano; attualmente si perfeziona per la direzione d'orchestra sotto la guida di Donato Renzetti.
Direttore caratterizzato da una particolare versatilità di repertorio, ha iniziato giovanissimo l'attività, assumendo la direzione musicale del Collegio Ghislieri di Pavia nel novembre 1997. Debutta dirigendo il Requiem di Mozart per l'Università di Pavia nel febbraio 1999, a soli 21 anni.
Ha fondato e dirige il complesso corale e strumentale barocco Arìon Choir & Consort; ha fondato inoltre Ghislierimusica, l'associazione che gestisce le Stagioni di Concerti e la didattica musicale del Collegio Ghislieri. E' Direttore di ReteOrfeo - Circuito Lombardo di Musica Antica. La sua intensa attività lo ha portato a dirigere per importanti istituzioni quali Teatro Carlo Felice di Genova, AsLiCo - Circuito Lirico Lombardo, Settimane Musicali di Stresa e del Lago Maggiore, Musica Antica a Mantova, Accademia Chigiana, Festival MiTo SettembreMusica, Nuove Settimane Barocche di Brescia, ecc.
Particolarmente rilevanti le sue collaborazioni con importanti artisti sia per il repertorio moderno (tra gli altri Marcella Orsatti Talamanca, Gabriella Sborgi, Leonardo Caimi, Ermanno Olmi, Stefano Monti, Denis Krief, Giovanni Allevi, Claire Gibault) che antico (tra gli altri Maria Grazia Schiavo, Christian Senn, Roberto Balconi, José Maria Lo Monaco, Riccardo Ristori, Hervé Lamy, Sandro Boccardi).
Particolarmente attivo in ambito barocco, si dedica in particolare al repertorio italiano, curando anche numerose prime esecuzioni in tempi moderni. Si esibisce regolarmente anche come direttore d'opera; tra i titoli debuttati ricordiamo Elisir d'amore (Donizetti), La cambiale di matrimonio (Rossini), Apollo e Giacinto e Don Giovanni (Mozart), Didone ed Enea (Purcell). Per il repertorio moderno, infine, ha diretto titoli quali la Messa di Igor Stravinskij, i Carmina Burana di Orff, i Chichester Psalms di Bernstein, la Petite Messe Solennelle di Rossini.
In ambito contemporaneo si segnala la sua collaborazione con gli Strumentisti del Teatro alla Scala e in particolare con il compositore Fabio Vacchi; di questo autore ha diretto con il gruppo scaligero la cantata Sacer Sanctus, inserita nella colonna sonora del film di Ermanno Olmi Cento chiodi, nonché, con Arìon Choir, gli interventi corali dell'opera La Madre del Mostro su libretto di Michele Serra in occasione della prima esecuzione assoluta.
Nel 2009/10, oltre agli impegni discografici e concertistici con Arìon, dirigerà negli Stati Uniti, in Spagna e in Albania.

Arìon Choir & Consort del Collegio Ghislieri di Pavia. Gruppo residente della Stagione di Concerti del Collegio Ghislieri, Arìon Choir & Consort è costituito da un coro di sedici giovani cantori e da un consort strumentale che annovera alcuni dei più qualificati musicisti barocchi italiani, regolarmente presenti in tutti i più importanti gruppi di musica antica (Giardino Armonico, Cappella della Pietà dei Turchini, Europa Galante, Complesso Barocco, ecc.).
Oltre ad affrontare autori consacrati come Monteverdi, Bach, Durante, Vivaldi, Mozart, il gruppo si dedica in particolare alla riscoperta di opere sacre del repertorio settecentesco italiano, proponendo autori quali Caldara, Leo, D'Astorga
Numerose sono le collaborazioni che Arìon Choir & Consort annovera con importanti solisti e personalità del mondo musicale, tra cui si ricordano Christian Senn, Maria Grazia Schiavo, José Maria Lo Monaco, Marcella Orsatti Talamanca, Gabriella Sborgi, Sandro Boccardi.
Nell'aprile 2006 Arìon Choir & Consort ha inaugurato la 45ª edizione delle Settimane Musicali di Stresa e del Lago Maggiore con un programma dedicato a Vivaldi e Monteverdi, mentre in novembre si è esibito con grande successo presso il Teatro Bibiena di Mantova per il Festival "Mozart a Mantova", con un programma incentrato sul giovane Mozart, registrato da Rai Radio3.
Nel giugno 2007, nell'ambito del Progetto Orfeo, Arìon è tornato ad esibirsi presso il Teatro Bibiena, oltre che per la stagione "Tableaux Musicali" del teatro Litta di Milano.
Arìon Choir svolge inoltre una intensa attività concertistica propria che, oltre a frequentare il Barocco, spazia anche in altri repertori, su tutti quello cameristico del '900 storico con escursioni anche nella musica contemporanea. In questo ambito si segnalano in particolare le esecuzioni della cantata Sacer Sanctus di Fabio Vacchi, realizzata insieme agli Strumentisti del Teatro alla Scala e inserita nella colonna sonora del film Cento chiodi di Ermanno Olmi.
Nel luglio 2007, nell'ambito della 64ª Settimana Musicale Senese, Arìon Choir ha partecipato con l'Orchestra Regionale Toscana diretta da Claire Gibault alla prima esecuzione assoluta della nuova opera di Fabio Vacchi La madre del mostro su testo di Michele Serra, commissionata dell'Accademia Chigiana e trasmessa in diretta su Rai Radio3.
In settembre il gruppo è stato invitato alla prima edizione del Festival MiTo SettembreMusica a Milano, dove si è esibito insieme al soprano Maria Grazia Schiavo in un applauditissimo concerto presso la Chiesa di Sant'Antonio Abate. In ottobre Arìon Choir ha partecipato inoltre al Festival delle Nuove Settimane Barocche di Brescia, insieme al complesso Brixia Musicalis.

2009 05 08 1° concerto Arte Organistica IV edizione

Concerto di apertura della IV edizione della stagione organistica
Arte Organistica nel Monferrato

Venerdì 08 maggio 2009, alle ore 21,15

Chiesa dell'Oratorio del Gesu, in via Piccaroli

Casale Monferrato

 

si apre la IV edizione di "Arte Organistica nel Monferrato" che, sulla scia del successo ottenuto negli ultimi tre anni, prosegue il suo percorso di valorizzazione del patrimonio artistico rappresentato dai monumentali organi a canne presenti nel nostro Monferrato, avvalendosi della collaborazione dei Comuni di Casale Monferrato, Giarole, Casorzo e Serralunga di Crea.

L'iniziativa culturale, dell'Associazione musicale Concentus, è sostenuta dall'Assessorato per la Cultura del Comune di Casale Monferrato, dalla Fondazione CRT e dai Comuni coinvolti nella rassegna.

La direzione artistica è di Massimo gabba e Roberto Stirone, e nel sito Internet  "www.arteorganisticanelmonferrato.it" si potranno visualizzare immagini e dati tecnici degli strumenti utilizzati così come le notizie circa i concerti organizzati nella presente e nelle passate edizioni.

La Chiesa dell'Oratorio del Gesu, è dotata un organo storico costruito da Giovanni Mentasti, nel 1878, uno strumento di piccole dimensione adatto al volume della piccola Chiesa.

 

Protagonista di questo concerto è il maestro Massimo Gabba,  organista titolare del Duomo che eseguirà il seguente programma:

 

GEORG MUFFAT (1653 – 1704)

TOCCATA XI dall'Apparatus Musico-Organisticus

 

JOHANN SEBASTIAN BACH (1685 – 1750)

CONCERTO BWV 592a

 

JOHANN PACHELBEL (1653 – 1706)

ARIA SEBALDINA da Hexachordum Apollinis

 

GEORG WILHELM DIETRICH SAXER (? – 1740)

PRAELUDIUM EX D

 

DOMENICO SCARLATTI (1685 – 1757)

SIONATA K.31

 

PADRE DAVIDE DA BERGAMO (1791 – 1863)

ELEVAZIONE IN SIb

 

PADRE DAVIDE DA BERGAMO (1791 – 1863)

SUONATINA IN SOL

 

FRANCESCO MORONI (1800 – 1872)

SINFONIA IN DO

 

 

www.arteorganisticanelmonferrato.it

 

 

Arte Organistica nel Monferrato

Dir. atistica: Massimo Gabba e Roberto Stirone

E-mail massimogabba@arteorganisticanelmonferrato.it

2009 05 15 A Casteggio appuntamenti per tutti i gusti

CASTEGGIO - MAGGIO 2009 IN CERTOSA CANTU' - MAGGIO DI MANIFESTAZIONI ALLA
CERTOSA CANTU' DI CASTEGGIO DA VENERDI 15 E PER TUTTI I WEEKEND SINO A
DOMENICA 31 MAGGIO 2009. La Certosa Cantù - Una sede di eccellenza. Si pensa
a una Certosa e si immaginano marmi e pareti linde, severità di celle
monacali per la meditazione e la preghiera, un rigore elegante o un accordo
di fregi ornamentali. La Certosa Cantù di Casteggio, invece, è un'altra
cosa. E in ciò consiste la sua originalità, perché questo complesso edilizio
(che uno straordinario e intelligente restauro ha riportato nella sua forma
originaria), nacque come luogo sì di preghiera, ma soprattutto di lavoro. E
il lavoro, nel '700 come oggi in Oltrepò, significava coltivazione dell'uva
e produzione del vino. Lo raccontano la Cantina degli Archi e lo racconta -
anche se impossibile da visitare - la cisterna di granito... VAI AL
PROGRAMMA COMPLETO...

2009 05 31 Cantine aperte nel pavese

DOMENICA 31 MAGGIO - CANTINE APERTE 2009. Cantine Aperte, è l'evento più
importante che si svolge in Italia con protagonista il vino, la sua gente e
i suoi territori. Da ben 17 anni, nell'ultima domenica di maggio, le cantine
socie del Movimento Turismo del Vino aprono le proprie porte al pubblico,
favorendo un contatto diretto con gli appassionati del vino. L'interesse
verso l'evento è cresciuto notevolmente di anno in anno ed ha attirato
sempre più l'attenzione di turisti e residenti, incuriositi dalla
manifestazione ma soprattutto desiderosi di fare un'esperienza di grande
valore culturale e umano. DIVERSE SONO LE AZIENDE DELL'OLTREPO' PAVESE CHE
PARTECIPANO DOMENICA 31 MAGGIO A CANTINE APERTE 2009 - VAI ALL'ELENCO
COMPLETO DELLE AZIENDE

2009 08 21 Dancing Venice, Stage di danza a Venezia, Prima edizione 2009

21.08.2009
Dancing Venice - Stage di Danza
Sono aperte le iscrizioni.
Prima edizione con la etoile del NationalOpera and BalletSofia, Vesa Tonova
Il migliore corsista sarà invitato ad esibirsi in Bulgaria! per informazioni www.serdicamusic.com/venice
SerdicaMusic
Reneta Ganeva
Sofia - Bulgaria
serdicamusic@gmail.com

2009 05 15 Il Musical sui San Francesco a sostegno dell'Aism al Coccia di Novara

FORZA VENITE GENTE" IL 15 MAGGIO AL COCCIA

 

 

 

"Forza Venite Gente!" è il titolo del musical sulla storia di San Francesco che sarà di scena venerdì 15 maggio 2009 al Teatro Coccia di Novara alle ore 21.

Lo spettacolo, promosso da Leo Club Novara (di cui è presidente Stefano Monzani), Compagnia Gentes, Associazione Italiana Sclerosi Multipla (Aism, sezione provinciale di Novara, presieduta da Marinella Conti ) ha il sostegno del Comune di Novara, assessorato alla Cultura.

Interpreti saranno artisti non professionisti: le voci saranno dirette dal maestro Paolo Beretta e le coreografie allestite da Palestra Danza Viva e The Wave Dance Crew.

Il ricavato della manifestazione sarà devoluto alla sezione provinciale dell'Aism per la gestione della struttura, che ha sede in via Monte San Gabriele 50, nei locali comunali accanto alla sede del CdQ Sud, e per l'assistenza agli ammalati di sclerosi multipla.

revendita dei biglietti presso la biglietteria del Teatro Coccia. Ingresso euro 10. 

2009 05 06 AL Teatro Arcimboldi: Straordinarie offerte per IL PRINCIPE DELLA GIOVENTU'

Da Mercoledì 6 al 14 maggio 2009
IL PRINCIPE DELLA GIOVENTU' - operamusical di Riz Ortolani
Il Teatro degli Arcimboldi ha messo a disposizione alcuni biglietti al
prezzo speciale di 10,00 € per le repliche de Il Principe della Gioventù.
Visita subito i nostri canali su myspace e youtube, per usufruire di questa
straordinaria offerta!
http://www.e-mailpublisher.com/link.php?M=117049&N=26&L=16&F=H
http://www.e-mailpublisher.com/link.php?M=117049&N=26&L=17&F=H
Il lavoro, di grande respiro artistico culturale, è un progetto originale di
Riz Ortolani, liberamente basato sul famoso fatto storico "La congiura dei
Pazzi", ampiamente descritta nella letteratura internazionale e mai prima d'ora
portato sulle scene. E' la sua prima opera teatrale.

Per maggiori informazioni:

Biglietteria Teatro degli Arcimboldi
Viale dell'Innovazione, 20 – 20126 Milano
Tel. 02 64 11 42 212/214
Aperta dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00

2009 05 17 L'Orchestra I Piccoli Pomeriggi Musicali con l'Ensemble "I Pomeriggi Musicali" conclude la stagione al Teatro Dal Verme

Domenica 17 maggio 2009 ore 11 - Teatro Dal Verme
San Giovanni Sul Muro, 2 – Milano
 
Si conclude con grande successo la Seconda Stagione dell'Orchestra I Piccoli Pomeriggi Musicali con un concerto che vedrà la giovane orchestra sul palco con l' Ensemble dei Pomeriggi Musicali.
Grandi e Piccoli
Direttore -  Daniele Parziani
Voce recitante - Matilde Facheris
Ensemble "I Pomeriggi Musicali"
Orchestra I Piccoli Pomeriggi Musicali
 
Programma:
Alberto Cara: "Gli occhi colore del vino" (Prima esecuzione assoluta)
Ensemble "I Pomeriggi Musicali"
 
Fabrizio Francia: " Il Mulo"
Orchestra I Piccoli Pomeriggi Musicali
 
Anonimo: "Greensleeves"
Ensemble "I Pomeriggi Musicali"
Orchestra I Piccoli Pomeriggi Musicali
 
Daniele Parziani, direttore d'orchestra
Ha studiato al Conservatorio G. Verdi di Milano con Daniele Gay e Fulvio Luciani, diplomandosi con il massimo dei voti. Ha suonato come solista e in diverse formazioni cameristiche per la Società dei Concerti di Milano, gli Amici del Loggione del Teatro alla Scala, Rai Radio Tre, Ravello Festival, la Guildhall School of Music di Londra, il Castello Schlöss Albeck in Austria, la Musik Saal di Düsseldorf, lo Stadt Casino di Basilea, il Palazzo dei Congressi di Madrid, il Palau della Musica Catalana di Barcellona e in diverse altre sale e teatri in Italia e all'estero.
È risultato vincitore di Rassegne e Concorsi (fra cui Vittorio Veneto e Postacchini), nonche' di una borsa di studio di seimila dollari offerta dall'Universita' di Boulder, Colorado-USA.
Amante del Tango, Daniele Parziani è primo violino del Quintetto Mirage, formazione che nasce in collaborazione con il bandoneonista Gilberto Pereyra. Ha inoltre suonato con il gruppo Tangoseis in Italia e all'estero, avendo avuto cosi' l'occasione di lavorare con la voce favorita dal Maestro Astor Piazzolla: quella di Milva. Daniele Parziani si dedica all'attività dell'insegnamento della musica e del violino da diversi anni, lavorando con allievi di ogni età in diverse Scuole Musicali durante l'anno e in Corsi Estivi di Musica.E' il Direttore dell'Orchestra de "I Piccoli Pomeriggi Musicali".
 
 
Matilde Facheris, attrice
Nasce a Bergamo nel 1974. Si diploma come attrice alla Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi.
Lavora negli spettacoli della compagnia teatrale Collettivo Dionisi, della quale è socia fondatrice, fra i quali: "Patate: una parola senza denti sulla guerra"e "Molti amori, diversi odi" entrambi di Renata Ciaravino con la regia di Valeria Talenti. Sempre come attrice lavora con la compagnia teatrale ATIR in "Baccanti" e "Troiane" di Euripide, in "Come un cammello in una grondaia" tratto dalle lettere dei condannati a morte della resistenza europea e in "1989 Crolli" tutti con la regia di Serena Sinigaglia.
Canta e recita nell'"Opera da tre soldi" di Bertolt Brecht con la regia di Francesco Micheli, produzione Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano.
Nel 2008 recita nell'Otello di William Shakespeare con la regia di Claudio Autelli, produzione Teatro Litta di Milano.
Nel 2009 debutta con "All'amore io ci credo" uno spettacolo concerto sull'amore e sulla sua natura cangiante con la regia di Marcela Serli.
Si specializza nell'insegnamento del training fisico e nel canto. Numerose le scuole nelle quali tiene corsi e laboratori: Teatro Prova di Bergamo, Teatro Libero di Milano, Campo Teatrale di Milano, Teatro Inverso di Brescia, palestra Artédanza di Milano. Inoltre insegna training vocale alla Casa di Reclusione di Bollate e di Opera a Milano.
 
Biglietti Adulti Euro 5,00; Bambini Euro 3,00
Informazioni per il Pubblico:
Fondazione I Pomeriggi Musicali: Tel 02 87905
http://www.ipomeriggi.it  http://www.dalverme.org

2009 05 09 A Stresa si riparte con la grande musica

Stresa, sabato 9 maggio 2009
MICHAEL NYMAN
Sabato 9 maggio alle ore 17.00 sul Lungolago "La Palazzola" di Stresa, nella sua magnifica posizione di fronte all'Isola Bella, appuntamento clou della rassegna Pentagramma floreale nell'ambito della 48ª edizione delle Settimane Musicali di Stresa e del Lago Maggiore.
Il celeberrimo pianista e compositore Michael Nyman eseguirà con la sua Michael Nyman Band alcune delle più belle musiche da film da lui composte.
In programma infatti, tra gli altri, brani tratti da I misteri dei Giardini di Compton House e da Lezioni di piano.
Biglietti a € 25, € 17,50 € 10.
In giornata sarà possibile abbinare la visita allo splendido Giardino Alpinia, raggiungibile con la funivia che porta al Mottarone, acquistando un biglietto cumulativo (tragitto a/r + visita) a € 8 anziché € 12.
Per ulteriori informazioni: www.stresafestival.eu

2009 05 15 LA settimana della cultura a Vigevano nelle due biblioteche

BIBLIOTECA CIVICA LUCIO MASTRONARDI

Corso Cavour, 82 - Vigevano

Tel: 038170149 - E-mail: mastronardi@comune.vigevano.pv.it

 

 

VENERDÌ 15 MAGGIO - Ore 21.00

"Le vie del sale. Itinerari tra la pianura e il mare"

Incontro con Fabrizio Capecchi. Presenta Cesare Pavesi.

 

 VENERDÌ 15, SABATO 16 E DOMENICA 17 MAGGIO

"I Ferri Del Mestiere",Mostra dei disegni dell'umorista Ugo Sajini.

 

SABATO 16 MAGGIO - Ore 17.30

Tè letterario : "La casa dei giorni dispersi"

Incontro con l'autrice Michela Franco Celani. Presenta Alessandra De Vizzi

"Workshop di scrittura creativa con Raul Montanari".

- dalle ore 11.00 alle 13.00 "Storia, trama e situazione"

- dalle ore 15.00 alle ore 16.00 esercizio a sorpresa

- dalle ore 16.00 alle 18.00 "I personaggi".

 

DOMENICA 17 MAGGIO

Dalle ore 16.00 "Caccia al tesoro letteraria".

Ore 18.00: "Parole a Manovella: omaggio all'ispirazione di Vinicio Capossela".

 

 

BIBLIOTECA DEI RAGAZZI CORDONE

Via Boldrini, 1 Tel:0381690754 E-mail: ragazzi@comune.vigevano.pv.it

 

VENERDÌ 15 E SABATO 16 MAGGIO

"Gioco libri. Tante letture diventano avventure"

(venerdì: 8.30-13.00 e 14.30-19.00, apertura a tutti con precedenza alle scuole / sabato: 9.00-13.00 e 15.00-18.00, apertura a tutti).

 

SABATO 16 MAGGIO – Ore 21.00

Che storie a Vigevano! Lettura animata

Letture itineranti in luoghi insoliti di Vigevano in compagnia di piccoli lettori, musicisti, giocolieri e trampolieri

 

Scoprite la gastronomia della corsica

Ogni tanto anche il palato vuole la sua parte, provate a fare un giro in
questo sito e vedrete se non vi viene la voglia di farvi tentare.
Buon appetito!!

LE MEILLEUR DE LA GASTRONOMIE CORSE


découvrez la corse au travers de ces spécialités culinaires.
charcuterie,plats cuisinés,fromages,vins et bien d'autres mets
venez découvrir : www.corse-gourmande.fr
http://www.corse-gourmande.fr/charcuterie-artisanale_279192.html

2009 05 07 Tutto Mozart per Arte viva a Cornaredo

Associazione Musicale Arteviva
Giovedì 7 maggio 2009 ore 21.00
Auditorium La Filanda - Piazza Libertà- Cornaredo
Sandra Conte con l'Orchestra da camera Arteviva
 
Wolfgang Amadeus Mozart
Eine Kleine Nachtmusik
Serenata per archi K525
Concerto per pianoforte e orchestra In Do maggiore K 415
Orchestra da camera Arteviva
Pianoforte, Sandra Conte
direttore Matteo Baxiu
Biglietto intero € 10,00 - ridotto € 7,00Dettagli del concerto
NEWS
Audizione coristi per la stagione concertistica 2009-2010
Il Coro Polifonico Theophilus seleziona:
2 soprani
2 contralti (mezzo-soprani)
2 tenori
2 bassi (baritoni)
Si richiedono:buona lettura e solida esperienza corale

Inviare la richiesta e il curriculum all'indirizzo mail curricula@associazionearteviva.eu
Per informazioni 348.3665186
www.associazionearteviva.eu 

2009 05 16 La Corale Laurenziana di Mortara (Pv), diretta da Santino Invernizzi e Mauro Zilioli al festival dei Cori

Sabato 16 Maggio 2009 ore 21.15
Polifonica San Colombano organizza presso
Chiesa Parrocchiale di Santa Giuletta
Sesta rassegna di Cori San Colombano
 
Vedrà la partecipazione del Gruppo Vocale Tiglietese di Tiglieto (GE), diretto da Claudio Martini, della Schola Cantorum "San Sereno", di Biandrate (NO), diretta da Serena Romano, del Coro Cabalestra di Canale (CN), diretto da Mario Barbero, e della Corale Laurenziana di Mortara (Pv), diretta da Santino Invernizzi e Mauro Zilioli.
 
Altri appuntamenti
Il 17 Maggio, alle 16, sarà protagonista un altro Borgo tra i più belli d'Italia: a Fortunago, in piazza del Municipio, sarà in scena il Duo Dissonanze, formato da Roberto Caberlotto e Gilberto Meneghin, con uno speciale dedicato alla fisarmonica. Seguirà, Martedì 19 Maggio alle 21, presso l'ex caserma di Cavalleria di Voghera, "Il favoloso mondo dell'operetta", concerto realizzato dal Comune e ASM nell'ambito della Fiera dell'Ascensione. L'appuntamento conclusivo, previsto per Domenica 24 Maggio, avrà quale cornice la Chiesa parrocchiale di S.Albano: a partire dalle ore 16, spazio a "Una chitarra, cento emozioni", con protagonista la chitarra classica di Silvia Cignoli.

2009 05 10 Il gospel a Pizzale

Domenica 10 Maggio 2009  ore 16
Porana di Pizzale
Esibizione del Ticinum Gospel Choir nella piazza del Municipio
(in caso di maltempo presso la Chiesa di San Crispino a Porana)
 
Al termine della Giornata del Verde Pulito, con partenza da Porana e giro delle cascine del Borgo (annoverato tra i più belli d'Italia) alle 14 , oltre alla piantumazione di fiori nelle aiuole di Pizzale, con i bambini delle scuole
 
 

2009 05 08 Poggi, Beltrametti al piano e le voci di soprano e tenore


Nel prossimo fine settimana segnaliamo un  altro appuntamento di rilievo per
Venerdì 8 Maggio 2009 alle 21
Chiesa del Pistornile di Casteggio
 "Made in Italy: le grandi firme della musica italiana"
Concerto inaugurale della rassegna Oltrevini 2009.
 
Una serata all'insegna della musica lirica firmata dai più noti autori italiani, quali Puccini, Verdi e Rossigni.
duo pianistico formato da Ennio Poggi e Laura Beltrametti
soprano Daniela Stigliano
tenore Luca Bodini
 
Al termine della serata ci si sposterà alla Cetosa Cantù, per assistere all'inaugurazione di "Oltrevini 2009. Da evidenziare, tra l'altro, l'importante riconoscimento ottenuto, proprio in questi giorni, dal maestro Poggi da parte della provincia di Pavia: un attestato di benemerenza "per l'opera instancabile di organizzazione e promozione culturale tesa tra le popolazioni del territorio, in particolare in Oltrepò, la musica come elemento irrinunciabile nella formazione culturale del cittadino".
Per informazioni telefonare allo 0383.804175 (in orari d'ufficio) o consultare il sito www.agenziacreativamente.it. 
 

Agenzia CreativaMente
via Pirandello, 20
27045 - Casteggio (PV)
Tel. 0383.804175
Fax 0383.803007
www.agenziacreativamente.it

2009 05 05 David Riondino al Teatro Sociale di Rovigo

Teatro Sociale di Rovigo
martedì 5 maggio 2009 ore 21.00
Fermata Provvisoria
Recital di e con David Riondino

Parole in scena 2009
rassegna di libri e spettacoli
organizzata dal Comune di Rovigo, Assessorato alla Cultura,
 in collaborazione con associazione Culturale Cuore di Carta.
a cura di Bruna Coscia

Info: Botteghino del Teatro, piazza Garibaldi 14 • tel. 0425.25614 orario 10-13 e 16-19.30
www.paroleinscena.it     www.cuoredicarta.org

Fermata Provvisoria

Un nuovo recital per David Riondino ancora una volta con una formula essenziale: una chitarra, una sedia, un leggio sotto una luce bianca dove il menestrello di oggi, come quelli del passato, si ispira alla radice popolare di ogni letteratura per raccontare storie che si intrecciano tra loro così come tra luoghi e tempi diversi. Un lavoro comico che trova applausi e l'ilarità sulla base di una ricerca storica e letteraria, in una continua attività di reinvenzione e riscrittura.


Lo guardi e ti sembra un comico per caso. Anzi neanche un comico, perché ti appare troppo colto per la sua categoria, perche non si lascia scappare neanche una parolaccia e perché non accenna mai a quelle parti anatomiche che molti suoi colleghi considerano indispensabili allo scatenamento dell'applauso. Lo spettacolo Fermata Provvisoria è uno spettacolo preciso ed impreciso, dato che ci siamo e non ci siamo…… con chitarra sedia e leggio va all'incontro con se stesso, scende al nocciolo popolare di ogni letteratura, lascia scorgere il proprio lavoro di reinvenzione e riscrittura….
David Riondino è una forma formalizzata in acido toscano. Ed è qui il suo segreto.
 
David Riondino
 
Toscano, classe 1953, ha lavorato dieci anni a Firenze come bibliotecario. Artisticamente nasce con la generazione dei cantautori degli anni Settanta: pubblica dischi e compone canzoni in quegli anni abbastanza conosciute, come "La canzone dei piedi" e "Ci ho un rapporto". Giovanissimo (1975) debutta al teatro Zelig di Milano e comincia un percorso professionale che lo porta ad esplorare quasi tutte le forme di comunicazione. Sfuggito grazie alla sua poliedricitá ai piö comuni cliché artistici, definisce l'intellettuale "una persona fisica, che comunica, che partecipa, che sa trasformare la sua esperienza in qualcosa che serva anche agli altri, che non trasforma il sapere in potere, che ha un'idea sentimentale del comunicare" ed è alla ricerca di un nuovo linguaggio, "la perfetta commistione tra musica, scrittura e disegno".
 

2009 05 08 Ultimi appuntamenti della Verdi a Milano

STAGIONE SINFONICA
venerdì 8 maggio 2009 ore 20
sabato 9 maggio 2009 ore 20.30
domenica 10 maggio 2009 ore 16
America e dintorni
Auditorium di Milano Fondazione Cariplo
Leonard Bernstein
Candide, Ouverture
John Corigliano
Elegy for Orchestra
Samuel Barber
Sinfonia n. 1
Antonín Dvořàk
Sinfonia n. 8 in Sol maggiore op. 88

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi
Direttore Leonard Slatkin


Torna all'Auditorium di Milano Fondazione Cariplo il Maestro Leonard Slatkin con un programma dedicato alla musica classica popolare di autori americani del '900.
Il concerto si apre con l'Ouverture dal Candide di Leonard Bernstein, una delle pagine più amate del compositore, insieme a West Side Story. Lavoro dal tono irriverente e dal contenuto libertario, caratterizzato da una scrittura brillante ed eclettica e da un anelito anticonformista, Candide si ispira all'omonima opera di Voltaire; il testo è di Lillian Hellman, la commediografa americana moglie di Dashiell Hammett.
Segue Elegy for Orchestra di John Corigliano, composta nel 1965 e dedicata al compositore americano Samuel Barber. Si tratta di un lavoro giovanile, che nasce in verità come Trio per flauto, clarinetto e arpa per accompagnare un duetto d'amore nella commedia musicale Helen di Wallace Grey. Corigliano é il più conosciuto tra i compositori di colonne sonore di alto profilo: la sua musica per il film Il violino rosso vinse un Premio Oscar nel 1997.
La Sinfonia n. 1 di Samuel Barbera è dedicata a Gian Carlo Menotti e così la descrive il compositore: "La forma della mia sinfonia in un solo movimento è una sorta di sintetico trattamento della classica sinfonia in Quattro movimenti. È costruita su tre temi esposti nella sezione introduttiva che mantengono la loro caratteristica per tutta la composizione... Dopo un breve sviluppo dei tre temi, invece del consueto riepilogo, il primo tema, in diminuzione, prepara la base dello Scherzo (Vivace). Il secondo tema (un oboe su archi smorzati) appare quindi in aumento, in un esteso Andante tranquillo. Un intenso Crescendo introduce il Finale, una sorta di breve passacaglia che si basa sul primo tema (introdotto da violoncelli e contrabbassi)".
Il programma termina con la Sinfonia n. 8 di Antonín Dvořák, che, superata in popolarità solo dalla successiva Sinfonia "Dal Nuovo Mondo", è una delle composizioni più amate di Dvořák per la sua atmosfera serena e per la bellezza delle sue melodie, grazie anche all'assenza di forti contrasti ritmici o melodici.


ABBONATI ALLA VERDI UN ANNO DI MUSICA!
E' aperta la campagna abbonamenti alla Stagione 2009/2010
E' possibile confermare il proprio abbonamento fino al 28 maggio 2009, termine entro il quale scade il diritto di prelazione.



EDUCATIONAL-Prova aperta per le scuole
venerdì 8 maggio 2009 ore 10.30

Auditorium di Milano Fondazione Cariplo
Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi
Direttore Leonard Slatkin
Assistere alle prove dei concerti è un'esperienza che aiuta a compendere la musica e la professione dei musicisti e rappresenta una straordinaria opportunità per scoprire i meccanismi segreti di un'orchestra sinfonica.
Durante gli appuntamenti, preceduti da un'introduzione storico - musicale mirata a facilitare la comprensione dei brani in programma, i ragazzi potranno capire il lavoro necessario per perfezionare ogni frase musicale, prima di arrivare a una perfetta esecuzione del concerto.
Introduzione e guida all'ascolto a cura del Maestro Ruben Jais.

EVENTI IN AUDITORIUM
giovedì 4 maggio 2009 ore 20.30

Auditorium di Milano Fondazione Cariplo
PJ HARVEY e JOHN PARISH 

Unica data italiana della tournée europea, iniziata in Inghilterra ad aprile, che vede sul palco dell'Auditorium di Milano PJ Harvey e John Parish impegnati in una nuova collaborazione.
Il loro nuovo lavoro è stato definito dal giornalista John Harris come "malizioso, estremamente serio, elegante e poetico, e posseduto da una potenza brutale - è poco probabile che quest'anno ascolterete un disco così creativo e musicalmente originale…".
"A Woman A Man Walked By" è il secondo album a vedere la collaborazione tra Polly Jean Harvey e John Perish e arriva dodici anni dopo "Dance All At Louse Point".
Con i due artisti suonerà una band formata da Eric Drew Feldman, Giovanni Ferrario e Jean-Marc Butty. In scaletta brani dell'album di prossima uscita, ma anche i successi della prima collaborazione tra i due, "Dance All At Louse Point" (1996).

EVENTI IN AUDITORIUM
giovedì 7 maggio 2009 ore 20.30

Auditorium di Milano Fondazione Cariplo
Manuel De Falla Danza rituale del fuoco da El amor brujo
Tan Dun Concerto per chitarra e orchestra
Cherles Ives The Unanswered Question
Tan Dun Death and Fire: Dialogue with Paul Klee

Chitarra Sharon Isbin
Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini
Direttore Tan Dun

La Filarmonica Toscanini a Milano
Prima esecuzione italiana all'Auditorium di Milano di un'importante opera del compositore cinese Tan Dun. Sarà lui stesso a dirigere il Concerto per chitarra e orchestra alla testa della Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini, con la partecipazione straordinaria della chitarrista Sharon Isbin, dedicataria del brano.

Sharon Isbin, interprete americana dotata di tecnica raffinata, di un lirismo elegante e di estrema versatilità, è considerata una delle migliori chitarriste di oggi. Fondatrice del primo dipartimento di chitarra classica alla Juilliard School of Music di New York, è l'unica chitarrista classica ad aver vinto un Grammy Award.
 
Tan Dun è noto al grande pubblico per aver ideato l'ormai notissima 'orchestra sinfonica online', ma forse non tutti sanno che è stato l'autore delle musiche utilizzate durante la cerimonia d'apertura delle Olimpiadi di Pechino. Nel marzo del 2001 si è aggiudicato l'Oscar per la colonna sonora del film "La tigre e il dragone" di Ang Lee.

Per la Filarmonica Arturo Toscanini questo concerto a Milano costituisce una nuova occasione per sondare terreni musicali poco esplorati. Costituita con l'obiettivo di rappresentare lo spirito creativo e la tradizione musicale della terra che ha dato i natali a Verdi e Toscanini, la Filarmonica Toscanini sperimenta infatti da alcuni anni percorsi sonori contemporanei che legano generi differenti: il rock di Mike Patton, il pop italiano di Lucio Dalla, il jazz di Stefano Bollani, sono solo alcuni fra i più recenti esempi di tali interazioni musicali che hanno riscontrato un grandissimo gradimento del pubblico e della critica.

Biglietti: da euro 13 a euro 31
 

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)