2013_05_30 Tiziana Caminiti protagonista con I POMERIGGI diretti da Daniele Agiman nel concerto organizzato da Galstaff Multiresine


Giovedì 30 maggio 2013_05_30 ore 20.30
Teatro Dal Verme - Milano
Organizzato da Galstaff Multiresine

CONCERTO LIRICO SINFONICO
Tiziana Caminiti, mezzosoprano
Orchestra I POMERIGGI Musicali di Milano
Direttore Daniele Agiman
Programma:
G. Verdi Ouverture da "La Forza del Destino"
G. Verdi "Stride la vampa" aria di Azucena da "Il Trovatore"
C. Saint Saens "Amour vìens aider ma faibesse" aria di Dalila da "Samson et Dalila"
G. Bizet Entr'Act da "Carmen" Atto III
C. Saint Saens "Mon cour s'ouvre a ta voix" aria di Dalila da "Samson et Dalila"
§§§§§§§§§§§§§§
G. Bizet Entr'Act da "Carmen"
- Preludio
- HabAnera
- Entr'Act secondo Atto
- Séguedlle
- Entr'Acte quarto Atto
- Les tringles des sistres tintaient
J. Strauss Unter Donner und Blitz Polka schnell
L. Bernstein "I'feet pretty" da West Side Story
G. Gershwin "Summertime" da Porgy and Bess
F. Loewe "I could have dance all night" da "My fair lady"
GALSTAFF MULTIRESINE S.P.A.: produzione multiresine e prodotti ausiliari per vernici.
Note sugli artisti:
TIZIANA CAMINITI, mezzosoprano
- http://www.concertodautunno.it/cur/caminitit.html
- http://concertodautunno-cur.blogspot.it/2010/05/tiziana-caminiti-soprano.html
Daniele Agiman, direttore d’orchestra
- http://concertodautunno-cur.blogspot.it/2011/12/daniele-agiman-direttore-dorchestra.html
Orchestra I Pomeriggi Musicali
- http://concertodautunno-cur.blogspot.it/2010/04/20100422-concerto-orchestra-i-pomeriggi.html

2013_05_18 International Opera Awards 2013 al Teatro Comunale di Bologna

Sabato 18 maggio 2013
Teatro Comunale di Bologna

Oscar della lirica 
TENORE: Gregory Kunde
SOPRANO: Daniela Dessì
MEZZOSOPRANO: Elisabetta Fiorillo
BASSO: Roberto Scandiuzzi
BARITONO: Bruno Praticò
ORCHESTRA: Teatro Comunale Di Bologna
COSTUMISTA: Brigitte Reiffenstuel
CORPO DI BALLO: Teatro dell'Opera di Roma Concerti

Premio Speciale alla memoria di Luciano Pavarotti
Premio Speciale Opera al cinema a Franco Zeffirelli
Premio Speciale alla carriera a Raina Kabaivanska
Premio Speciale per la New Generation al tenore Stefano Tanzillo della Fondazione Luciano Pavarotti e al mezzosoprano Chiara Amarù 

Questi i nomi dei premiati, a tutti gli appassionati della lirica sicuramente farà piacere vedere premiati i loro beniamini. Un nota di tristezza per il premio a Luciano Pavarotti che ci ricorda la grande voce che ormai abbiamo perso da alcuni anni.

2013_05_19 Museo degli Strumenti Musicali alla scoperta del Violino

domenica 19 maggio 2013_05_19, ore 11 
Museo degli Strumenti Musicali del Castello Sforzesco di Milano
La MUSICA si racconta!
alla scoperta del Violino

Erika Renai, interprete
Carlo Goj, violino e viola
 
una visita virtuale al Museo
L'appuntamento è dedicato ai bambini e alle famiglie e offre un'introduzione alla vasta famiglia degli archi. Il racconto di alcune brevi e divertenti fiabe, musicate dal vivo con strumenti ad arco di diverso genere, s'interseca con un laboratorio musicale dove i partecipanti sono attivamente coinvolti muovendo così i primi passi nel mondo della musica e degli strumenti musicali.
consigliato per bimbi della scuola primaria
Durata prevista circa un'ora 
Gli appuntamenti si tengono nelle sale del Museo
degli Strumenti Musicali del Castello
Punto ritrovo e accoglienza del pubblico presso la biglietteria del Castello
prenotazione obbligatoria
infotel. 02- 3910 4149
info@levocidellacitta.it
Ingresso € 7,00 bambino accompagnato  (1 bambino + 1 accompagnatore)
€ 7,00 Adulto singolo
i gruppi con caratteristiche particolari o superiori alle 10 unità  possono usufruire di un costo convenzionato
ricordiamo che il biglietto d'ingresso al Museo è valevole per la visita di tutti i musei del castello per l'intera giornata di validità 

Museo degli Strumenti Musicali
Castello Sforzesco di Milano
Piazza Castello, Milano
Nell’ambito del progetto didattico-musicale Il Museo che Suona, il Museo  degli Strumenti Musicali di Milano offre un'ampia proposta di appuntamenti dedicati soprattutto ai bambini e alle famiglie nel segno della scoperta del mondo della musica e dell’avvicinamento agli strumenti musicali in un clima divertente e coinvolgente. 
Le prossime date in programma
domenica 26 maggio, ore 11 - alla scoperta della Voce
domenica 2 giugno, ore 11 - alla scoperta del sassofono 

2013_05_19 Annunciata di Abbiategrasso ritorna in concerto a Milano nella Chiesa di San Antonio Abate


Domenica 19 Maggio 2013 – ore 16.00
Chiesa di S. Antonio Abate Via S. Antonio, Milano
“UN ORA TRA I GRANDI CLASSICI”
Musiche di J.Sebastian Bach -  Corali per organo
F,Joseph Haydn – Sinfonia n. 45 “Gli adii”
W.Amadeus Mozart – Concerto k299 per Flauto e Arpa
Accademia dell’Annunciata di Abbiategrasso
Direttore Riccardo Doni
Ingresso  gratuito 
Concerto alla memoria della Dott.ssa FRANCA CHIAPPA, responsabile per oltre 40 anni dell’ufficio stampa del Policlinico Cà Granda, dagli anni ‘70 si fece promotrice del recupero del complesso monumentale di Mirasole riconsegnandolo alla collettività nel suo splendore originale. Dal mese di Aprile 2013 l’Abbazia è stata affidata ad una congregazione di monaci francesi e una serie di lavori strutturali non hanno permesso l’esecuzione di questo concerto a Mirasole, luogo più consono. La memoria mantenga vivi tutti i nobili intenti della cara Dot.ssa Chiappa sull’utilizzo a fini religiosi e culturali di Mirasole, come la sua storia ha sempre voluto. 
Il concerto è stato finanziato dall’“Associazione per l’Abbazia di Mirasole Istituto Antropologico”.
Si ringrazia il Touring Club italiano, la Fondazione Ambrosiana attività Pastorali e il Rettore Mons. Gianni Zappa.

2013_05_19 Violino e fortepiano al BAF di Piacenza


Domenica 19 maggio 2013 - ore 17.30
Baf - Bibiena Art Festival 2012 - 9ª edizione 
Piacenza, Chiesa di San Cristoforo - via Genocchi ang. via Gregorio X 
il Gruppo Strumentale Ciampi presenta
VERDI: il bicentenario e gli strumenti
RICHARD WAGNER, L'ANTAGONISTA
omaggio nel bicentenario della nascita 1813-1883 
I Solisti Ciampi

Gian Andrea Guerra, violino
Chiara Cipelli, fortepiano
interpretano: R. Wagner                                                                                                                                                                                       
ingresso libero
organizzazione: Gruppo Strumentale Ciampi
coorganizzazione: Progetto Musica - Spazio Rosso Tiziano
con il patrocinio di:Comune di Piacenza
con il particolare contributo di:Banca di Piacenza
con il sostegno di:
Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Regione Emilia-Romagna
Fondazione di Piacenza e Vigevano
Camera di Commercio di Piacenza
sponsor: Squeri e Associati s.r.l.

2013_05_24 Desiderio Mazzoli ricordato in una mostra antologica


dal 24 maggio al 9 giugno 2013
Mostra “ANTOLOGICA”
Spazio B e l’Associazione “Arte in Vigevano” ricorderanno l’amico e Maestro 
Derio Mazzoli 
La Mostra sarà inaugura venerdì 24 maggio 2013_05_24 alle ore 19. 
Aperture: sabato e domenica, dalle ore 16 alle ore 19,30.
Con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale  CITTA’ DI VIGEVANO

Nella storica cornice di Palazzo Sanseverino e con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, dal 24 maggio al 9 giugno Spazio B e l’Associazione “Arte in Vigevano” ricorderanno l’amico e Maestro Derio Mazzoli con una mostra “Antologica” che si propone di ripercorre le tappe più salienti dell’ancora in parte inesplorato percorso artistico del pittore vigevanese recentemente scomparso. Artista schivo, modesto e di grande sensibilità umana, dotato d’una personalità artistica severa - critica e soprattutto autocritica – Derio era nato Novara nel 1936, cresciuto a Gravellona Lomellina e dal 1960 abitava e lavorava a Vigevano. Dopo le prime esperienze autodidattiche, la sua formazione d'artista si perfeziona prima accanto alla figura di un maestro come il Prof. Piero Maccaferri e successivamente con la frequentazione della scuola di pittura dell’Istituto Roncalli sotto la giuda di Oronzo Mastro. Malgrado un’instabile salute che nel corso degli ultimi anni l’aveva costretto ha ridurre i ritmi di lavoro, Derio Mazzoli non aveva mai messo d’essere artista ed intelligente sperimentatore di cromatismi ed immagini ma, soprattutto, di forme che creava a volte con schizzi veloci di penna ed altre ispirandosi a complesse installazioni fatte da piccole sculture, fogli colorati e giochi di luce che fotografava ed elaborava manualmente. “Il suo sguardo attento – è stato scritto - ha attraversato più di mezzo secolo di fermenti d’arte: da qualcuno di questi s’è lasciato sfiorare, da qualche altro s’è fatto un po’ contaminare, con tutti si è confrontato ma da nessuno si è lasciato corrompere. E’ questo uno degli aspetti straordinari della sua pittura, complessa ma accessibile, sempre viva e, nel suo divenire, sempre diversa, in grado di indicare i nuovi traguardi raggiunti.” 
Per lui la tecnica era solo un mezzo, la forma un passaggio, la figura un gesto che andava cercata nelle variabili geometriche della sua fantasia, il quadro uno spazio di pura emozione. 
Non una pittura “semplice” ma, semplicemente, Pittura! 
Apprezzato scultore ed ottimo mosaicista, nel corso degli anni è stato presente in numerose e prestigiose mostre collettive: nei castelli lomellini, con il gruppo “Percorsi d’Artista”, e ad “Arte in Vigevano” ininterrottamente dal 2005 al 2012. 
Nel 2001 aveva realizzato il "Cencio del Palio delle Contrade di Vigevano"; nel 2006 gli era stata dedicata un’importante personale presso la Sala dell'Affresco del Castello di Vigevano e, nel febbraio di quest’anno (2013)
, aveva partecipato alla mostra “Quattro Maestri per un Museo” presso il Museo del Tesoro del Duomo di Vigevano.

2013_07_01 PRIMIERO DOLOMITI FESTIVAL BRASS 2013



Torna dall’1 al 6 luglio 2013 il Primiero Dolomiti Festival Brass, manifestazione trentina che rinnova, per l’ottavo anno consecutivo, il fortunato connubio tra la musica per ottoni e la suggestione delle valli dolomitiche. Come da tradizione, anche l’edizione 2013 ospiterà grandi nomi del panorama musicale internazionale, tra cui il Nordic Brass Ensemble, il Movie Brass Quintet, e per il consueto appuntamento con i Jazz Brass, il gruppo Drumpet con Marco Tamburini. Grande novità del Primiero Dolomiti Festival Brass 2013, il 1° INCONTRO TROMBETTISTICO DELLE DOLOMITI, aperto a tutti i trombettisti con partiture scaricabili dal web.
dal 1 luglio 2013_05_01 al 6 luglio 2013
Valle di Primiero Dolomiti (TN)
PRIMIERO DOLOMITI FESTIVAL BRASS 2013 - Segui i colori della musica
Programma 2013
LUNEDÌ  1 LUGLIO 2013_07_01
ore 10.30 – Centro pedonale|FIERA DI PRIMIERO - INCONTRO TROMBETTISTICO delle DOLOMITI
(Appuntamento aperto a tutti i trombettisti)
ore 17.00 – Giardino del Palazzo Someda|TRANSACQUA (in caso di maltempo presso il Teatro Oratorio di Pieve)
BIMBUMBRASS - Favole musicali dedicate ai bambini… e non solo

MARTEDÌ  2 LUGLIO 2013_07_02
ore 10.30 – Centro pedonale|FIERA DI PRIMIERO - PRIMIERO DOLOMITI BRASS
ore 15.00 – Malga Ces|SAN MARTINO DI CASTROZZA (in caso di maltempo presso la Sala Congressi di San Martino di Castrozza)
PRIMIERO DOLOMITI BRASS
IL CONCERTO E’ PRECEDUTO DA UNA PASSEGGIATA NELLA NATURA
ore 14.00 partenza dal centro visitatori Parco Paneveggio Pale di San Martino. Info: 0439/64722 (facile passeggiata per famiglie di circa 1 ora). ore 15.00 Arrivo passeggiata ed inizio concerto
ore 21.00 – Piazzetta del Marzollo|TONADICO (in caso di maltempo presso il Palazzo Scopoli) 
MOVIE BRASS QUINTET

MERCOLEDÌ  3 LUGLIO 2013_07_03
ore 10.30 – Centro pedonale|FIERA DI PRIMIERO - MAGICABOOLA BRASS BAND
ore 21.00 – Piazzale dei Piazza|IMER - (in caso di maltempo presso le Sieghe) - MAGICABOOLA BRASS BAND

GIOVEDÌ  4 LUGLIO 2013_07_04
ore 10.30 – Centro pedonale|FIERA DI PRIMIERO - MAGICABOOLA BRASS BAND
ore 21.00 – Centro storico “Arco dei Miceli”|MEZZANO - (in caso di maltempo presso la Sala Civica di Mezzano)
SPILIMBRASS  - Musica Brass… su cortometraggio di Stanlio e Ollio

VENERDÌ  5 LUGLIO 2013_07_05
ore 10.30 – Centro pedonale|FIERA DI PRIMIERO - OTTONI della Scuola Musicale di Primiero
ore 21.00 – Piazza Municipio|SIROR - (in caso di maltempo presso la Sala Civica) - DRUMPET & MARCO TAMBURINI

SABATO 6 LUGLIO 2013_07_06
ore 10.00 Centro pedonale|FIERA DI PRIMIERO
ACQUA IN MUSICA - Laboratorio di acquerello emozionale a ritmo di musica dal vivo. L’attività è libera e gratuita
ore 10.30 – Centro pedonale|FIERA DI PRIMIERO - GRUPPO MUSICALE CITTÀ DI MOGLIANO
ore 21.00 – Auditorium di Primiero|TRANSACQUA - NORDIC BRASS ENSEMBLE (Norvegia)

MASTERCLASS PER OTTONI 
DA DOMENICA 30 GIUGNO A MARTEDÌ 2 LUGLIO 2013
Docente: M° Giancarlo Parodi
LE SERIE:
CONCERT BRASS, concerti serali dislocati nelle sale da concerto dei comuni della Valle di Primiero
JAZZ BRASS, protagonista è la musica jazz con ospiti d’eccezione
OPEN AIR BRASS, concerti all’aperto in luoghi suggestivi della Valle
WALKING BRASS, facile passeggiata in musica per adulti e bambini attraverso i boschi ed i pascoli della Malga Ces con partenza da San Martino si Castrozza accompagnati dalle guide del Parco Naturale Paneveggio – Pale di San Martino
DRINK SOUND BRASS, appuntamenti musicali giornalieri, proposti nel centro pedonale di Fiera di Primiero, nell’ora dell’aperitivo a partire dalle ore 10.30, con la partecipazione del Primiero Dolomiti Brass e numerose altre formazioni ottonistiche.

Torna da lunedì 1 a sabato 6 luglio il Primiero Dolomiti Festival Brass, rassegna trentina dedicata alla musica per ottoni giunta all’ottava edizione, organizzata dalla Scuola Musicale di Primiero, con il sostegno dell’Azienda per il Turismo di San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi. La manifestazione è stata presentata oggi a Trento presso la Sala Rombo di Trentino Sviluppo Divisione Turismo, alla presenza di Paolo Orsega, Presidente Scuola Musicale di Primiero, Paolo Scalet, responsabile organizzativo e Direttore della Scuola Musicale di Primiero, Renato Pante, Direttore Artistico del Primiero Dolomiti Festival Brass, e di Paola Toffol, Presidente ApT S.Mart.
Grande novità dell’edizione 2013 è il 1° Incontro Trombettistico delle Dolomiti, raduno aperto a tutti i trombettisti italiani, che si terrà lunedì 1 luglio nel centro pedonale di Fiera di Primiero. E’ previsto un incontro con prova alle ore 9.00, e poi l’esibizione alle ore 10.30. Le partiture per l’esibizione sono disponibili online sul sito della manifestazione www.primierodolomitifestival.it .
Come da tradizione poi, il cartellone 2013 ospiterà artisti prestigiosi e formazioni di primo piano del panorama ottonistico internazionale. Ad aprire la manifestazione, lunedì 1 luglio alle ore 17, i BimBumBrass, con un programma dedicato alle favole musicali per bambini e non solo. Martedì 2 luglio alle ore 21, dopo la passeggiata nella natura, organizzata nel cuore del Parco Paneveggio Pale di San Martino, toccherà al Movie Brass Quintet far risuonare la piazzetta del Marzollo di Tonadico con le musiche delle più belle colonne sonore dei film. Mercoledì 3 e giovedì 4 luglio, ancora spazio all’energia, questa volta della Magicaboola Brass Band, marchin’ band che animerà le piazze di Imer (mercoledì alle 21) e di Fiera di Primiero (giovedì ore 10.30) con la loro performance ad alto tasso di divertimento. La sera di giovedì 4 si cambia atmosfera, ma sempre all’insegna della buona musica, con gli Spilimbrass, quintetto d’ottoni che, in centro storico a Mezzano dalle ore 21, musicherà dal vivo “Musica Classica”, cortometraggio di Stanlio e Ollio. Gli ultimi due giorni della manifestazione ospiteranno il progetto Drumpet, per i Jazz Brass (venerdì 5 luglio ore 21 a Siror), con Marco Tamburini alla tromba, Roberto Cecchetto alla chitarra, Glauco Benedetti al basso tuba, e Roberto Gatto alla batteria, impegnati a fondere le sonorità degli ottoni con il groove della batteria, oscillando tra atmosfere tribali e contemporanee. E per finire, il norvegese Nordic Brass Ensemble, gruppo d’ottoni che condensa alcuni tra i migliori solisti delle orchestre scandinave, che chiuderà la manifestazione sabato 6 luglio alle ore 21.00 a Transacqua (Auditorium di Primiero).
Il Primiero Dolomiti Festival Brass, attraverso la diversificazione delle location e delle tipologie di concerto, ognuna contrassegnata da uno specifico colore identificativo, si conferma per l’ottavo anno consecutivo una manifestazione di grande appeal turistico, oltre che musicale, che garantisce spettacoli coinvolgenti e di grande qualità. Si passa dalla più tradizionale offerta di concerti serali, i CONCERT BRASS, nelle sale da concerto della Valle di Primiero, agli OPEN AIR BRASS, dai JAZZ BRASS, preziose occasioni per ascoltare i grandi nomi del panorama jazzistico internazionale, ai DRINK SOUND BRASS, mattutini aperitivi musicali, quest’anno con la partecipazione di gruppi d’ottoni provenienti da vari conservatori e scuole di musica italiane.
«Come da otto anni a questa parte – commenta Paolo Scalet, ideatore della rassegna e appassionato organizzatore e promotore – il Primiero Dolomiti Festival 2013 ha cercato di rinnovare la proposta artistica arricchendola con succose novità, rispetto all’edizione precedente. Quest’anno abbiamo voluto creare un importante momento di aggregazione non solo musicale, organizzando il 1° Incontro Trombettistico delle Dolomiti, che si rivolge a tutti i trombettisti d’Italia, con partiture scaricabili online. Oltre ai concerti dei big, ritroviamo in calendario formazioni ottonistiche provenienti da vari conservatori e scuole musicali italiani, tra cui Mogliano e Primiero. Siamo contenti perché nonostante le difficoltà del momento storico per la cultura italiana, siamo in grado di offrire per l’ottavo anno consecutivo un festival che attira centinaia di turisti da tutta Europa.».
“Il Primiero Dolomiti Festival Brass – aggiunge Paola Toffol, Presidente ApT S.Mart. – combina alla perfezione musica di alto livello ed un territorio di incomparabile bellezza e rappresenta, insieme agli appuntamenti della rassegna I Suoni delle Dolomiti, uno degli eventi di punta dell’estate 2013. La presenza di artisti di calibro internazionale, basti pensare ai NORDIC BRASS ENSEMBLE, è inoltre un elemento di continuità con le strategie che San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi stanno mettendo in atto al fine di raggiungere in maniera efficace il mercato estero. Visti gli ottimi risultati delle scorse edizioni, siamo certi che anche quest’anno il Festival saprà coinvolgere, divertire ed emozionare i nostri ospiti.”
Carattere dinamico e innovativo degli eventi proposti, rinomanza degli artisti ospitati e, non da ultimo, la splendida cornice dolomitica che gli fa da sfondo, sono solo alcuni dei punti di forza del Primiero Dolomiti Festival Brass che, pur essendo una realtà relativamente giovane, si configura come uno degli eventi di punta dell’estate trentina, anche grazie al supporto delle istituzioni di promozione turistica locale, impegnate a valorizzare il suggestivo connubio tra montagne e musica attraverso pacchetti vacanza studiati ad hoc per i giorni del festival. Dal 2006 la manifestazione ha portato in Valle decine di gruppi, tra le più importanti formazioni ottonistiche a livello internazionale. Per citarne solo alcuni: Enrico Rava e Stefano Bollani, London Brass, German Brass, Mnozil (Austria), Rex Martin (U.S.A.), Andrea Giuffredi, Quintetto d’Ottoni dell’Orchestra Sinfonica della RAI, Gomalan Brass, Italian Brass Quintett, Rimm 4Brass, Spilimbrass, Ensemble Cornistico Italiano di Alessio Allegrini. Nel corso di questi otto anni la manifestazione ha saputo guadagnarsi l’apprezzamento delle centinaia di turisti italiani e stranieri che ogni anno raggiungono la Valle nella prima settimana di luglio. I concerti, tutti nel cuore del Parco Naturale Paneveggio – Pale di San Martino di Castrozza, coinvolgeranno i comuni di Fiera di Primiero, Transacqua, San Martino di Castrozza, Tonadico, Imèr, Mezzano, Siror.
Maggiori informazioni sul sito ufficiale della manifestazione: http://www.primierodolomitifestival.it/pdf/
CONTATTI:
Organizzazione e informazioni:
Scuola Musicale di Primiero
Via Fiume, 10 - 38054 Fiera di Primiero - TN
Tel. 0439 64943 – email: info@scuolamusicaleprimiero.it
Ufficio Stampa claudiacefalo.press@gmail.com
ApT San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi

2013_05_20 Festa di fine festival


Lunedì 20 maggio 2013 – ore 21.00
c/o Il Politeatro Viale Lucania 18 - Milano
La compagnia teatrale
A PIEDI NUDI SUL PALCO insieme alla UILT e a IL POLITEATRO
GRAN GALÀ DI PREMIAZIONE
del Festival Nazionale del Teatro Amatoriale
“CAMMINANDO ATTRAVERSO LA VOCE” 
…gli spettacoli più amati da chi ama la cultura.
L’ingresso è gratuito ma soggetto a prenotazione.
www.uilt.it

La serata, momento di festa con ospiti e tante sorprese, sarà condotta da Luigi Ariotta, Direttore artistico del nazionale UILT, e vedrà protagoniste le otto compagnie che si sono esibite da ottobre sul palco di via Lucania. L’ingresso è gratuito ma soggetto a prenotazione.
Per info e prenotazioni: Luigi Ariotta, Direttore artistico del Festival e consigliere nazionale 2012 a maggio 2013 sul palco di via Lucania. Tel. 339.1622405 - rassegna@apiedinudisulpalco.it
www.camminandoattraversolavoce.it - www.apiedinudisulpalco.it - www.ilpoliteatro.org - www.uilt.it


Alla serata parteciperà anche il Direttore del Teatro San Babila Gennaro D’Avanzo e, in quell’occasione, sarà annunciata la collaborazione del Teatro San Babila in invernale con il Politeatro, per valorizzare e rilanciare questo teatro di periferia.

2013_05_23 Caffè corretto libri a Broni


Giovedì 23 maggio 2013_05_23 il prossimo appuntamento con Caffè corretto libri, letture ad alta voce attorno ai tavoli del Caffè Grande di Broni!
Vediamoci quindi, a partire dalle ore 21.00, nelle accoglienti sale del Caffè di Cristina Colombi, situato in Via Emilia 178! Come di consueto, tutti coloro che vorranno prender parte alla serata potranno leggere ad alta voce, condividendolo così con tutti gli altri partecipanti, un brano di un romanzo, una poesia, un articolo di giornale scelto tra quelli che più hanno amato.
L’iniziativa è patrocinata da Comune di Broni – Assessorato alla cultura, Assessorato al commercio e Biblioteca civica. Per info:    Marco 338   7224628 Cristina 338   2689600

2013_06_02 Otello di Verdi e Boito messo in scena dalla Ass.Spettacolo Cultura


Domenica 2 giugno 2013_06_02 ore 16.00
Teatro Verdi Piazza Oriani 7, 16154 Genova
L’Associazione Spettacolo Cultura presenta
Giuseppe Verdi
OTELLO
Otello MIGUEL OLANO
Desdemona IRENE CARBONCINI
Jago ALESSANDRO PALIAGA
Cassio SAVERIO BAMBI
orchestra “Cantieri d’arte”, di Reggio Emilia
regia Alberto Paloscia e Sergio Licursi
direzione del M° Stefano Giaroli
Coro Lirico Quadrivium
maestro del coro Giovanni Battista Bergamo 

Quest'anno ricorre il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi. L’Otello manca da 45 anni a Genova. Queste due circostanze basterebbero a porre le basi per creare un Evento. Quale occasione migliore quindi per celebrare uno dei più grandi compositori italiani? Verdi, Genova, il mare, un’opera monumentale. La forza distruttrice della passione (che già ci raggiunge con “la tempesta” iniziale e si conclude con il dramma dell’uxoricidio e suicidio del Moro) lega il triangolo Desdemona-Otello-Cassio con la figura emblematica di Iago, che logora ai fianchi e distrugge l'armonia degli amanti. Si tratta di un’opera raffinata, complessa e di rara esecuzione per la difficoltà nel trovare la giusta vocalità del protagonista.
Il cast è di grande prestigio e di levatura internazionale: Miguel Olano, Irene Cerboncini, Alessandro Paliaga e Saverio Bambi.
Il coro lirico Quadrivium di Genova completa, insieme ai comprimari, una grande compagine artistica, mossa esclusivamente dalla passione e dalla volontà di crescita dell’arte lirica e della cultura musicale. L’orchestra “Cantieri d’arte”, di Reggio Emilia, ha al suo attivo centinaia di concerti e opere in tutto il Nord Italia, con la direzione del M° Stefano Giaroli.La regia è affidata ad Alberto Paloscia (direttore del Teatro lirico di Livorno) e Sergio Licursi, drammaturgo dalla spiccata personalità.
Prezzo biglietto: 25€
con l'aiuto di: VTE (porto di Voltri)
SAAR depositi portuali
Hotel Astor; Hotel Esperia 
Per i partecipanti all'opera gli Hotel faranno prezzo speciale
ESPERIA *** ASTOR ****  Singola 60,00 € 75,00 € Doppia 80,00 € 90,00 €
Teatro Verdi Teatro e Botteghino Piazza Oriani 7, 16154 Genova
(dal martedi al sabato dalle 16.30 alle 19 la domenica dalle 15.00 alle 18.30 e durante gli spettacoli)
Telefono +39 010 6148366 Fax +39 010 6012051
prevendite per Cornigliano: La Cantina del Primitivo, via Cornigliano 204 r.

2013_05_19 Armando Carideo in concerto a Roma


Proseguono nella capitale gli appuntamenti con la musica organistica realizzati dall’Istituto dell’Organo Storico Italiano in collaborazione con il Festival Internazionale di Organo e Strumenti Antichi, organizzato dall’Associazione Culturale “Incontri Mediterranei” di Orte.

Domenica 19 maggio 2013_05_19 alle ore 17 
nella Chiesa di Santa Barbara dei Librari, nei pressi di Campo de’ Fiori - Roma
“Madrigali, fughe e recercari”: 
Armando Carideo in concerto a Roma

Armando Carideo, musicologo e organologo, presidente dell’Istituto dell’Organo Storico Italiano e docente di Storia degli Strumenti Musicali all’Università di Roma “Tor Vergata”, si esibirà in “Madrigali, fughe e recercari” – con brani di Luca Marenzio, Giovanni Pellegrini, Giovanni Maria Trabaci, Lorenzo Frescobaldi, Pablo Bruna, François Roberday, Johann Sebastian Bach e Johann Pachelbel – all’Organo di Anonimo databile tra la fine del secolo XVI e l’inizio del secolo XVII, tra i più antichi e meglio conservati a Roma, la cui bellezza del timbro, la cantabilità del Principale e la brillantezza e trasparenza del Ripieno sono apprezzati dai molti visitatori italiani e stranieri.
Questo concerto di maggio pone l’attenzione su tre particolari composizioni.
Il madrigale, la cui forma originale risale al XIV secolo, si diffonde nel Rinascimento e nel Barocco come frutto della trasformazione della frottola, raggiungendo il periodo di massima fortuna e assumendo una netta capacità illustrativa rispetto alle precedenti versioni, con l’arricchimento della trama contrappuntistica attraverso le imitazioni e con l’introduzione di valori musicali e risorse ritmiche e melodiche al servizio di una rappresentazione quasi visiva delle singole parole del testo. Tra la fine del Cinquecento e l’inizio del Seicento, il madrigale accentua le tendenze pateticamente espressive, sottolineando l’esigenza primaria e propulsiva di esprimere gli “affetti” contenuti nel testo.
Seconda composizione è la fuga, ritenuta la più importante forma contrappuntistica strumentale tra Sei e Settecento, tra le più ricche e complesse della musica colta e occidentale. Basata sul principio dell’imitazione e condizionata dal nuovo senso della tonalità ormai diffuso al tempo – è l’elemento tonale infatti ad arricchire il canone – la fuga viene coltivata in forma strumentale e vocale da tutti i maggiori compositori fino al Novecento.
Ultimo il ricercare, vocabolo usato per indicare un antico genere strumentale di forma libera ma di carattere prevalentemente contrappuntistico, sviluppatosi a partire dal Cinquecento ma in auge nel Seicento con Frescobaldi, cui sono seguiti Foglietti, Pasquini, Kerll e Froberger. Nella sua versione contrappuntistico-imitativa, il ricercare sarebbe all’origine della fuga. 

Domenica 19 Maggio 2013, ore 17.00
Roma, Chiesa di Santa Barbari dei Librari,Largo dei Librari
“Madrigali, fughe e recercari”- Armando Carideo, organo
Luca Marenzio (1553-1599) - Madrigale Decimoquinto del Libro Primo dei Madrigali a quattro voci (Intavolatura d'organo tedesca di Torino, Foà IV)
Vincenzo Pellegrini (ca 1562 – 1630) - Canzon quarta detta La Serpentina
Giovanni Maria Trabaci (1575 – 1647) - Sei Versi del Quinto Tono (II Libro, 1615), nn. 1, 2, 3, 4, 5, 6
Girolamo Frescobaldi (1583-1643) da Il Primo Libro di Capricci, Canzon francese e recercari... (1626) - Recercar Terzo
Pablo Bruna (1611 - 1679) - Tiento de falsas de 1° tono
François Roberday (1624 - 1680) - Fugue 9.me
Bernardo Pasquini (1637 - 1710) da I Saggi di Contrappunto (SBPK L. 214)
- Ricercare a 4, n. 2, del I Tono dal ms. autografo Landsberg 215 (p. 419)
- Aria Sesta
Johann Sebastian Bach (1685 – 1750) - Christus, der ist mein Leben (BWV 1112)
Johann Pachelbel (1653 - 1706) dal Magnificat Quinti Toni - Due fughe: nn. 6, 7
Le manifestazioni sono realizzate con il contributo ed il patrocinio delle seguenti istituzioni:
Regione Lazio, Provincia di Viterbo, Comune di Orte, Fondazione Carivit, Fondazione Carit, Archivio di Stato di Viterbo, Soprintendenza Archeologica per l'Etruria Meridionale, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Università degli Studi della Tuscia, Istituto dell'Organo Storico Italiano, Confesercenti, Assoturismo, Camera di Commercio di Viterbo, Tuscia Viterbese.
Il programma completo del Festival è consultabile al link: www.cittadiorte.it
“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa Tel. 0761 402893 – 328 2464626 festivalorgano@email.it

2013_05_21 Ascona Music Festival


Ascona Music Festival 2013
L’ARTE DI FILMARE MUSICA
CICLO DI FILM DI CHRISTOPHER NUPEN

L’Ascona Music Festival nella primavera 2013 festeggia la sua quarta edizione,
proponendo un secondo grande ciclo di film all’affezionato pubblico, che ha accolto nel settembre scorso con gioia la gradita sorpresa di poter conoscere da vicino, anche nella loro umanità, grandi artisti del secolo scorso. 
La primavera vedrà continuare il Festival in questo percorso di ampia creatività, con senso della necessità crescente di diffusione della musica classica, in questo nostro momento storico dove assistiamo a una decadenza della cultura, e dove invece di arte e bellezza hanno preso spazio commercio e tecnica. 

L’ARTE DI FILMARE MUSICA è un ciclo di film del grande regista Christopher Nupen, la cui figura e opera significano arte cinematografica. Egli ci privilegia della sua presenza per illustrarci sull’arte di filmare musica, con le sue meravigliose produzioni dove, come dice nella presentazione il direttore artistico del Festival, il maestro Daniel Levy, “ è possibile vedere come il suono e la musica di grandi compositori provengano da cuori, menti e anime e che attraverso le loro mani si plasmino gli archetipi lasciati per mutare e migliorare gli esseri umani che ascoltano”. 
Il ciclo avrà inizio 

Martedì 21 maggio 2013_05_21 con 
RITRATTO DI JACQUELINE DU PRE’” 
nella Sala della Sopracenerina a Locarno, alle ore 20:00, proiezione del film della grande violoncellista, con la presenza del regista.


Venerdì 24 maggio 2013_05_24
 “LA TROTA-QUINTETTO DI FRANZ SCHUBERT” nella Sala Borghese a Locarno, alle ore 20:00 ,  proiezione del film con Daniel Baremboim, Itzhak Perlman, Pinchas Zukerman, Jacqueline du Prè e Zubin Mehta.

“THE GHOST – TRIO DEGLI SPIRITI DI LUDWIG VAN BEETHOVEN” proiezione del film con Daniel Baremboim, Pinchas Zukerman, Jacqueline du Prè.
Con la presenza del regista.

Martedì 28 maggio 2013_05_28
FRANZ SCHUBERT – IL PIU’ GRANDE AMORE E IL PIU’ GRANDE DOLORE” nella Sala Borghese a Locarno, alle ore 20:00, proiezione del film.

Quattro film in calendario, quattro eventi musicali a Locarno nelle due sale nel cuore della città, la Sopracenerina e la Borghese.
Le proiezioni saranno ad ingresso libero, coerentemente con l’intento divulgativo-educativo.  

L’Ascona Music Festival propone questo programma nella convinzione che far vedere alle nuove generazioni l’arte sublime di questi interpreti del XX secolo, grazie a testimonianze registrate audiovisivamente, sia un modo per apprezzare una forma di servizio alla Musica, che oggi è quasi totalmente trascurata o dimenticata.  
Questi testimoni con la loro vita, la dedizione artistica e l’azione concertistica rappresentano qualcosa di insostituibile ed il loro valore ha una rilevanza molto spesso superiore a quella di un concerto comune, perché questi grandi artisti sono oltre il comune. 
L’Accademia Internazionale di Eufonia è promotrice del Festival, nell’ambito delle sue attività volte a collaborare con la legge sull’Educazione Musicale approvata nel settembre 2012, una importante decisione a livello dell’Umanesimo e dell’Arte Musicale per tutti. Gli eventi che essa organizza intendono cooperare attivamente allo sviluppo dell’Educazione Musicale essendo questa una delle finalità dell’Eufonia. 
Christopher Nupen
Christophen Nupen è un regista specializzatosi in documentari biografici sulla musica e sui musicisti. Nato in Sud Africa in una famiglia di discendenza norvegese – suo padre E.P. “Buster” Nupen (1902-1977) fu un famoso giocatore di cricket – risiede da molti anni in Gran Bretagna. Dopo aver studiato legge all’Università, si trasferì in Gran Bretagna per lavorare nel settore bancario e specializzarsi successivamente come ingegnere del suono per la BBC. Nel 1962 girò High Festival in Siena sui corsi estivi all’Accademia Musicale Chigiana di Siena, per la BBC Radio Tre, e fu successivamente invitato da Huw Weldon come film-maker per la BBC.Utilizzando le tecniche più recenti, ha creato un nuovo, intimo stile di film biografico, iniziando con il "Doppio Concerto" del 1966, con la partecipazione di Vladimir Ashkenazy e Daniel Barenboim. Nel 1968 ha co-fondato Allegro Film, una delle prime compagnie indipendenti di produzione televisiva in Gran Bretagna. Ha lavorato in oltre 70 film e produzioni televisive che riguardano la musica."La Trota", il suo film sull’esecuzione dell’omonimo quintetto di Schubert, con Jacqueline du Prè, Daniel Barenboim, Itzhak Perlman, Pinchas Zuckerman e Zubin Metha, del 30 agosto 1969 al Queen Elizabeth Hall di Londra, è diventato un punto di riferimento per le trasmissioni video di musica classica. La sua stretta collaborazione e amicizia con molti dei musicisti coinvolti nei suoi film, gli ha permesso di trasmettere lo spirito più autentico del lavoro degli artisti, come avviene ad esempio in "Ritratto di Jacqueline Du Pré". Le indagini sulla vita e il lavoro dei compositori hanno avuto una parte di rilievo nei suoi lavori, in particolare nei film su Paganini, Sibelius e Schubert. Il suo film del 2004 "We Want The Light" esplora il significato della musica nell’esperienza umana, focalizzandosi nella relazione tra Ebrei e Tedeschi.
Per info: +41(0)76 265 77 08



2013_05_27 Dopo il Beethoven di Corrado D'Elia ecco Corrado Accordino alle prese con il grande Mozart


Dal 27 maggio al 7 giugno 2013
_05_27
TEATRO LIBERO - Milano Via Savona 10
Mozart
scritto, diretto ed interpretato da
Corrado Accordino
assistente alla regia Valentina Paiano
scene e costumi Maria Chiara Vitali
produzione La Danza Immobile
PREZZI BIGLIETTI
Intero: € 21,00
Under 26: € 17,00
Over 60: € 13,00
allievi con carta TP CARD: € 10,00


Un racconto, un’indagine che diviene al tempo stesso un'appassionata confessione d'amore per Wolfgang Amadeus Mozart.
Corrado Accordino torna a Teatro Libero con una nuova produzione, al debutto milanese, che vede intrecciarsi la storia del grande compositore Wolfgang Amadeus Mozart con quella del protagonista.
“Dove nasce il genio? Dove risiede il talento di generare bellezza?”.
Mozart è stato definito il più grande compositore della storia della musica: si è detto che fosse un precoce genio senza eguali, in grado di trascrivere a memoria un'intera composizione dopo un solo ascolto. Si narra che in una schermaglia musicale con Haydn ebbe il sopravvento usando come undicesimo dito la punta del naso.
Si celebra la sua arte e si ama la sua musica tanto da definirla la “Musica Classica per eccellenza”.
È impossibile non cedere alla fascinazione delle storie che avvolgono la sua figura. Un talento che lo porta ad essere il più acclamato musicista del suo tempo, anche se un declino inevitabile oscurerà i suoi ultimi anni.
Dall'adolescenza fino all'età adulta le vicende del nostro protagonista si sono unite e intrecciate alla vita e alle opere di Mozart.
La sua musica lo ha trasformato nel profondo, ha educato la sua sensibilità, gli ha imposto cambiamenti e scelte decisive.
Un'adolescenza imperfetta e inquieta, l'incontro con il primo amore, la conquista di una propria identità, la sete di libertà e le fatiche economiche, sono solo alcuni dei momenti in cui la vita del genio e del protagonista si sono manifestate e hanno dialogato tra loro.
Ma oggi, nel pieno delle sua maturità, il nostro protagonista torna a porsi alcune domande fondamentali. “Dove nasce il genio? Dove si nasconde la capacità di vedere oltre? Che destino vive quell'uomo la cui anima è posseduta dai demoni dell'arte? Perché l'invisibile, che si manifesta attraverso il talento, lascia poi il suo artefice orfano e ancora assetato? Perché l'essenziale sfugge?”.
ORARIO SPETTACOLI ore 21.00
ORARI BIGLIETTERIA da lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 19.00
Nei giorni di spettacolo:
da lunedì a venerdì fino alle ore 21.30
sabato dalle ore 19.00 alle ore 21.30
domenica dalle ore 19.00 alle ore 21.30
INFO E PRENOTAZIONI 02 8323126 biglietteria@teatrolibero.it
ACQUISTI ONLINE www.teatrolibero.it





2013_05_19 TAGESMUTTER AL MERCATINO ENOGASTRONOMICO DELLA CERTOSA DI PAVIA


Domenica 19 Maggio 2013_05_19 con il MEC
Dalle 9 alle 18
Via del Monumento, Certosa di Pavia (Pv)
Ingresso libero

LE TAGESMUTTER AL MERCATINO ENOGASTRONOMICO DELLA CERTOSA DI PAVIA
Appuntamento con la cultura del gusto dell’Oltrepò, del Pavese e della Lomellina… e inoltre, la vita delle api, degustazioni a km zero  e i bambini protagonisti con i  laboratori delle “Mamme a tempo”

Arte e natura, cultura del gusto e giochi per i bambini. Una domenica per tutti i gusti quella di domenica 19 maggio alla Certosa di Pavia: sotto alberi secolari di fronte alla meravigliosa Abbazia, gioiello dell’architettura religiosa lombarda a pochi chilometri da Milano.
Il variegato programma prevede a partire dalle 11 e per tutta la giornata Degustazioni a km zero delle eccellenze food&wine della food valley distesa tra le province di Pavia, Piacenza e Alessandria. Dalle 11 alle 12 e dalle 15 alle 16, inoltre, verrà allestito un Apiario composto da 4/5 arnie. Sarà possibile osservare le api al lavoro attraverso una piccola arnia di vetro. Spetterà all’apicoltore Beppe Macchia raccontare la magia della vita, dell’operato, i segreti e i prodotti delle api. Quanto al pomeriggio domenicale, questo vedrà come protagonisti i bambini ele TAGESMUTTER, le mamme di giorno della cooperativa RI-CREAZIONE: i bambini presenti saranno coinvolti dalle operatrici di Ri-Creazione in 3 laboratori – riciclo, manipolazione e pittura - dove potranno giocare, divertirsi e tirare fuori il proprio talento artistico da pittori, da scultori o ancora imparare a trasformare oggetti e cose apparentemente non più utili.

Una proposta, quella per la terza domenica di maggio, che non può lasciare indifferenti: buoni sapori, laboratori per bambini, la magia della vita delle api e la bellezza di un monumento ricco di storia e di fascino. La Certosa di Pavia è capolavoro trecentesco dove la pietra sembra quasi lavorata all’uncinetto, un’occasione che permette a foodies e turisti enogastronomici di coniugare la passione per il buon cibo a quella per l’arte e la cultura.
Dal mattino e fino alle ore 18, gli espositori e i produttori rigorosamente a filiera corta animeranno lo spazio verde antistante il monastero cistercense a Certosa di Pavia, sulla direttrice Milano-Pavia.
Buone forchette in trasferta potranno soddisfare curiosità e palato incontrando i produttori e degustando tutto il meglio della produzione enogastronomica del Pavese, della Lomellina, dell'Oltrepò e dell’Alessandrino. Salame di Varzi, vini DOC dell'Oltrepò Paveseformaggi tipici,riso del Pavesemiele, il salame ed il patè d'oca della Lomellina, salse, funghi, marmellate, specialità dolciarie tra cui le offelle di Parona; non mancheranno inoltre i produttori di formaggio di capra della Val Staffora, la pasta fresca, pasticceria e pralineria al cioccolato, grappa, liquori, succhi di frutta, birra artigianale, tisane.
Eccellenze locali a pochi km da casa in un luogo sempre suggestivo: la Certosa di Pavia è infatti uno dei monasteri più celebri e frequentati d'Italia. Facilmente e rapidamente raggiungibile anche in treno da Milano con comodi treni Regionali (uno ogni ora), si trova ad 8 chilometri da Pavia sulla strada che la unisce a Milano, costeggiando il Naviglio Pavese.
Dichiarata monumento nazionale italiano nel 1866 diventando così proprietà del Regno d’italia, la Certosa di Pavia fu eretta a partire dal 1396 per volere di Gian Galeazzo Visconti come sacello funebre della famiglia; il monastero fu ultimato nel 1452 e la chiesa nel 1473. La facciata venne realizzata successivamente dai fratelli Mantegazza e da Giovanni Antonio Amadeo (la parte inferiore) e da Lombardo nel XVI secolo (la parte superiore).


Per informazioni 347 7264448

2013_05_25 Mostra al museo del Tesoro del Duomo di Vigevano

Quarto appuntamento dei percorsi espositivi di Arte contemporanea al Museo del Tesoro del Duomo di Vigevano
“TRASPARENZE – Il fascino della luce” 
La mostra, che si inaugura sabato 25 Maggio 2013_05_25 alle ore 11, sarà visitabile fino al Giugno, tutti i sabati e festivi dalle 14,30 alle 18,30 presso il Museo del Tesoro del Duomo di Vigevano – Piazza S. Ambrogio 14 Vigevano

Protagoniste della mostra saranno le opere di:
- LAURA DELL’ERBA
- BRUNO GUARDAVILLA
- GIOVANNA SIVIERO
- ROBERTO GUARDAVILLA


Con “TRASPARENZE: IL FASCINO DELLA LUCE” proseguono gli appuntamenti di EVENTI 2013, un’iniziativa nata dalla collaborazione tra il Museo del Tesoro del Duomo e l’Associazione “Arte in Vigevano” con l’obiettivo di proporre nella prestigiosa cornice degli spazi museali, l’allestimento di momenti espositivi dedicati all’arte moderna e contemporanea. I percorsi espositivi programmati nell’ambito di EVENTI 2013 si pongono obiettivo di raccontare “l’oggi” del panorama artistico locale attraverso la presentazione di un’ampia selezione dei suoi protagonisti e del loro lavoro. Dal figurativo alle avanguardie concettuali, dall’astratto all’informale, in una varietà pressoché infinita di stili, tecniche e materiali, questi eventi temporanei coinvolgono pittori e scultori appartenenti a generazioni spesso molto distanti tra loro e provenienti da esperienze artistiche diverse, a testimonianza della moltitudine di intrecci, stimoli e contaminazioni che la complessa cultura figurativa dei nostri giorni propone. Il Museo quindi, senza dimenticare la sua funzione istituzionale di custode del prezioso patrimonio di memorie storico artistiche della donazione sforzesca, intende aprire i propri spazi a progetti culturali che lo caratterizzino come possibile laboratorio di nuove visioni, in relazione soprattutto al rapporto con il pubblico e, quindi, allo sviluppo della ricerca, della didattica e della formazione. Protagoniste della mostra saranno le opere di: - LAURA DELL’ERBA - BRUNO GUARDAVILLA - GIOVANNA SIVIERO - ROBERTO GUARDAVILLA 

2013_05_22 Festival Internazionale di Organo e Strumenti Antichi

Mercoledì 22 Maggio 2013, ore 21.00
Bolsena, Teatro Piccolo Cavour in Corso Cavour
“Love, Death and Madness” - Witold Wilczek, pianoforte
(nel 750° anniversario del miracolo eucaristico) 
In programma: 
Johann Sebastian Bach (1685 – 1750)
- Prelude and Fugue in C major from ”Das wohltemperierte Clavier” band I 
Ludwig Van Beethoven (1770 – 1827)
Piano Sonata in A flat major op. 26
- Andante con Variazioni
- Scherzo
- Marcia Funebre ”sulla morte d'un Eroe”
- Allegro 
Enrique Granados (1867 – 1916)
from ”Goyescas”
- Quejas o la maja
- Balada ”el amor y la muerte” 
Sergej Rachmaninov (1873 – 1943)
- Etude, Tableau f minor op. 33 n. 1
- Etude, Tableau a minor op. 39 n. 6 
Witold Wilczek (1988)
- Icy Castle (improvisation) 
Alexander Scriabin (1872 – 1915)

- Sonata n. 4 in f sharp minor op. 30
Il programma completo del Festival è consultabile al link:
www.cittadiorte.it
Incontri Mediterranei - Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
0761 402893 - 328 2464626
festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

Il Festival Internazionale di Organo e Strumenti Antichi, organizzato dall’Associazione “Incontri Mediterranei” di Orte, partecipa ai festeggiamenti del 750° anniversario del miracolo eucaristico di Bolsena con un concerto per pianoforte del giovane artista polacco Witold Wilczek.
Mercoledì 22 maggio, alle ore 21, il Teatro Piccolo Cavour ospiterà “Love, Death and Madness”: una rappresentazione di Amore, Morte e Follia attraverso le musiche di Johann Sebastian Bach, Ludwig Van Beethoven, Enrique Granados, Sergej Rachmaninov, Alexander Scriabin e una improvvisazione dello stesso Wilczek, “Icy Castle”.
Wilzek, da alcuni descritto come il “New Horovitz”, è nato a Cracovia nel 1988. Diplomatosi nella sua città in pianoforte, studiato sin dall’età di 4 anni grazie alla nonna pianista, ha proseguito gli studi in Svizzera e ora si sta perfezionando al Conservatorio di Musica “Karol Szymanowski” di Katowice. Vincitore di numerosi concorsi, da anni collabora regolarmente con l’eccezionale pianista franco-americano Eugen Indjic, tiene regolarmente concerti in tutta Europa come solista e musicista da camera, partecipando anche a prestigiosi festival come la “Biennale di Berna” e “Printemps Musical d'Annecy”. Collabora stabilmente con la cantante Lucja Czarnecka (soprano) e il compositore Janusz Bielec.


2013_05_19 Spazio Teatro 89 Musiche per 2 pianoforti con Emanuele Arciuli e Andrea Rebaudengo

Spazio Teatro 89 stagione 2012-2013

14 Ottobre 2012 - 2 Giugno 2013
Spazio Teatro 89 - Via fratelli Zoia, 89 - 20153 Milano 
In Cooperativa per Amare la Musica - I Concerti di Spazio Teatro 89
12a Rassegna Musicale
in collaborazione con
SERATE MUSICALI

Domenica 19 maggio 2013_05_19, ore 17
Resonances
Musiche per 2 pianoforti di Adams, Nyman, Rzewsky
I due musicisti presenteranno musiche a due pianoforti di Adams, Crumb, Nyman e Rzewsky
Info all’indirizzo email concertispazioteatro89@gmail.com o al numero 335 8359131

Programma
J. Adams (1947): Allelujah Junction
G. Crumb (1929): Otherwordly Resonances
M. Nyman (1944): Water Dances
F. Rzewski (1938): Winnsboro Cotton Mill Blues

2013_05_19 Stagione a San Dionigi presenta l'Histoire du Soldat


APPUNTAMENTI MUSICALI DELLA 
FONDAZIONE PIACENZA E VIGEVANO 2013
Auditorium Chiesa San Dionigi
Domenica 19 Maggio 2013, ore 17.00
La musica si racconta…
Histoire du Soldat
Suggestioni artistiche, immagini sonore attorno ad una favola da tutto il mondo
Violino: Anna Kuntsevich
Clarinetto: Rosa Franciamore
Pianoforte: Moreno Paoletti
Voce recitante e regia: Alessio Zanovello
Ingresso libero
§§§§§§§                                            §§§§§§§
Brani in programma
Giancarlo Menotti (1911 - 2007)
Trio per violino, clarinetto e pianoforte
Capriccio – Romanza - Envoi
Igor' Fëdorovič Stravinskij (1882 - 1971)
Histoire du soldat
Anna Kuntsevich, violino
Nata a Minsk (Bielorussia) intraprende lo studio del violino all’eta di 7 anni . Si diploma nel 2001 con il massimo dei voti e la lode. Dal 2001 al 2006 si perfeziona all’Accademia Statale di Musica a Minsk, specializzandosi in violino e in direzione d’orchestra da camera. Fa parte dell’orchestra dell’Accademia dove ricopre il ruolo del concertino dei primi violini ed effettua diverse produzioni e tournée  ( festival di musica classica d’orchestre giovanili “Youngeuroclassic” in Germania, a Berlino nell’agosto 2005, festival Mozart Wochen Eifel 2005 nel novembre 2005). Dal 2005 a 2008 inoltre fa parte dell’orchestra del Teatro Nazionale Accademico d’opera e balletto di Belarus con la quale effettua nuove tournée e produzioni sia sul territorio bielorusso che all’estero. Trasferitasi in Italia nel settembre 2008, collabora regolarmente con l’orchestra CamerataDucale di Vercelli, Nuova Sinfonica Italiana, etc. A maggio 2009 ha partecipato al master per professori d’orchestra presso l’Accademia della Scala con la quale ha effettuato diverse produzioni e collabora tuttora: di recente ha partecipato alla produzione dell’opera “Don Pasquale” diretto da M° Enrique Mazzola, del balletto “Onegin” diretto da M° Mikhail Tatarnikov (con il corpo di ballo del Teatro alla Scala e con la partecipazione dell’ètoile Roberto Bolle) e con M° Yuri Temirkanov in un programma sinfonico al Teatro La Fenice di Venezia, con la replica al Conservatorio G.Verdi di Milano. Sempre nel 2012 ha inoltre partecipato alla prima esecuzione e sonorizzazione dal vivo italiana del film “The Artist” con l’Orchestra Italiana del Cinema nell’ambito del Festival di Ravello 2012. Nel marzo 2011 ha terminato il corso biennale sperimentale di specializzazione ad indirizzo interpretativo in violino diplomandosi con massimo dei voti e la lode presso l’Istituto Musicale Pareggiato Franco Vittadini di Pavia. Da ottobre 2009 insegna violino al Liceo Musicale V. Appiani di Monza.
Rosa Franciamore, clarinetto
Intraprende in tenera età lo studio del clarinetto diplomandosi nell’Ottobre 2007 sotto la guida di Sergio Casellato presso l’I.S.S.M “F.Vittadini” di Pavia. Dopo aver ottenuto la maturità scientifica prosegue gli studi accademici laureandosi nell’Aprile 2008 presso la facoltà di Musicologia dell’Università di Pavia sede di Cremona. Nel 2009 consegue il diploma di Biennio abilitante per la formazione dei docenti di strumento nelle scuole medie presso l’I.S.S.M. “F.Vittadini” di Pavia e si appresta a terminare, presso la stessa istituzione, il biennio specialistico ad indirizzo interpretativo. Ha frequentato presso l’Accademia Italiana del Flauto (Roma) il Corso Annuale di Perfezionamento tenuto da Calogero Palermo ed ha seguito Masterclass e Corsi estivi di perfezionamento, in Italia e all’estero, sotto la guida di Wenzel Fuchs (Piacenza 2006), Primo Borali (Levico terme 2007), Sabine Meyer (Lugano 2008), Denis Zanchetta (Bertinoro 2007/2009) e Paola Fre (Bertinoro 2007/2009). Ha partecipato ad alcuni concorsi locali (2005 - primo premio al Concorso “Boni-dell’Acqua”) ed internazionali (2007 – ottiene l’Idoneità nelle selezioni dell’Orchestra Giovanile Europea (EUYO), (2010 – secondo premio European Music Competition - Moncalieri). È impegnata in attività concertistica sia in gruppi da camera che in formazioni orchestrali (Pavia: Festival dei saperi 2007/2009/2010; Milano: MiTo 2009). Dal 2005 collabora con la Basilica di S.Babila di Milano suonando in occasione di eventi teatrali (2005: lettura integrale dei Promessi Sposi di Manzoni) così come di eventi strettamente musicali. Ha collaborato con le Orchestre “A.Gavina” di Voghera, “Camerata dei Bardi” di Pavia, Associazione musicale “Vox Aurae” di Arese e Orchestra da Camera pavese. Nel 2008 ha preso parte alla prima esecuzione assoluta della “Messe solenne in fa min.op.19 per soli, voce recitante, coro e orchestra” di R. Allegro a all’incisione della stessa per la Casa Discografica WRecords di Venezia. Insegna clarinetto nella scuole medie ad indirizzo musicale e lavora contestualmente come docente di “Storia della musica” e “Clarinetto” presso i corsi civici dell’I.S.S.M. “F.Vittadini” di Pavia.
Moreno Paoletti, pianoforte
Intraprende lo studio del pianoforte a Perugia sotto la guida del M° Michele Rossetti, prosegue quindi gli studi al Conservatorio “F. Morlacchi” nella classe della M° Salvatorella Coggi e dal 2003 presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, dove consegue il diploma sotto la guida del M° Paolo Bordoni. Frequenta Masterclass di perfezionamento pianistico tenute da maestri di chiara  e partecipa a concorsi pianistici nazionali ed internazionali, tra cui il Concorso Internazionale “Città di Rieti” dove nel 2003 si aggiudica il primo premio. Nel 2007 si aggiudica il primo premio assoluto nel Concorso Internazionale “Città di San Gemini”. Si esibisce regolarmente sia come solista che in formazioni cameristiche per varie istituzioni musicali in Italia, come la “Dino Ciani” di Milano, Arianteo Conservatorio, Festival dei Saperi di Pavia, Accademia Musicale Valdarnese, riscuotendo unanimi successi di critica e di pubblico. Collabora in duo con il M° Gabriele Screpis, I° fagotto della filarmonica della Scala ed in duo con la violinista Anna Kuntsevich . Collabora in qualità di Maestro al pianoforte per le Masterclass di Umbria Classica. Ha concluso il biennio di perfezionamento sotto la guida del M° Andrea Turini presso il conservatorio di Pavia, laureandosi con il massimo dei voti e lode. Frequenta attualmente il corso di composizione con il M° Mario Garuti, presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano. E’ docente di pianoforte presso la Civica scuola di Musica di Corsico (MI).
Alessio Zanovello, attore
Nato nel 1988, ha condotto parallelamente il percorso musicale ed il percorso teatrale. Dal 2006 recita nella compagnia teatrale di Bertoldo dove, sia come musicista che come attore, studia ed approfondisce la farsa ed il teatro musicale sotto la guida dell’illustre regista e maestro Marino Zerbin.
La passione verso il teatro dialettale lo ha impegnato negli ultimi quattro anni con la regia di commedie dialettali nell’Oltrepo pavese nelle quali lo scopo principale è stato quello di conservare il dialetto locale con le sue colorature e la sua musicalità ormai rara e patrimonio inestimabile della cultura italiana.  
Nel 2009 partecipando al corso “La Voce Narrante” tenuto da Stefano Benni, Umberto Petrin e Fabio Vignaroli, ha conosciuto un gruppo di giovani padovani con i quali dal 2010 organizza e crea spettacoli musicali e reading.

2013_05 Appuntamenti a Vigevano


Civica Lucio Mastronardi di Vigevano
Corso Cavour 82
27029 VIGEVANO (PV)
Telefono: 0381.70149

GIORNATA INTERNAZIONALE DEI MUSEI  E NOTTE EUROPEA DEI MUSEI


Il Maggio dei libri continua:

- Venerdì 2013_05_17 maggio - ore 21 - Biblioteca Mastronardi - incontro con l'autore: Pier Emilio Castoldi presenta Theudelinda, noir storico lomellino - a cura di Giallomania associz. culturale - conduce l'editore Riccardo Sedini

- Sabato 2013_05_18 maggio - ore 10 - il Gruppo di lettura Bibliosofia commenterà le opere del grande scrittore Gabriel Garcia Marquez : Cent'anni di solitudine, Dell'amore e di altri demoni, L'amore ai tempi del colera e Cronaca di una morte annunciata - aperto agli interessati

- Martedì 2013_05_21 maggio - ore 17 - Biblioteca Ragazzi - Letture AD Alta Voce in Libertà - Laboratorio interattivo di letture per piccolissimi dai 2 ai 4 anni accompagnati - Entrata libera

- Giovedì 2013_05_23 maggio ore 17 in Biblioteca ragazzi laboratorio GLI ACCHIAPPAVENTO organizzato da LEGAMBIENTE per bambini dai 6 anni. Gratuito su prenotazione: pochissimi posti rimasti!

GIORNATA INTERNAZIONALE DEI MUSEI  E NOTTE EUROPEA DEI MUSEI
- Sabato 2013_05_18 maggio "Occhio...al Museo!": ingresso libero al Museo della Calzatura e alla Pinacoteca civica del Castello dalle 10 alle 17,30 e dalle 21 alle 23, con visite guidate serali e visita consentita anche ai depositi della Pinacoteca; inoltre proiezioni a cura dell'Associazione divulgazione astronomica "Occhi su Saturno"; apertura serale - ore 21/23 - dell'Auditorium s. Dionigi, con visite guidate

- da Domenica 2013_05_19 maggio - ore 15 / 18 - apre il Museo dell'Imprenditoria a palazzo Merula - ingresso libero - interessantissima raccolta sulla storia dell'industri del nostro territorio: da visitare!

e continua anche il M.I.P. Maggio di informazione psicologica:

- Martedì 2013_05_21 maggio - ore 17.30 - Biblioteca Mastronardi - GENITORI SULL’ORLO DI UNA CRISI DI NERVI - Un incontro per riflettere insieme sulle tante emozioni, positive e negative, legate all’essere genitori - con gli psicologi: Antonietta Vescovo, Andrea Gravano, Francesco Marrone, Silvia Gianelli - Sarà attivo uno spazio babysitting gestito dall'Istituto Castoldi - Per la prenotazione sia degli incontri che dell'area bambini: 0381/690754 - ragazzi@comune.vigevano.pv.it

-Domenica 2013_05_19 maggio - ore 21 - presso ART on STAGE, via Via Oberdan 11 - seminario tenuto dalle psicologhe Eleonora Grandi e Jennifer Gramegna PERSONALITÀ: COS'È E QUANDO CREA PROBLEMI - Da che cosa nasce la personalità a quali fattori anche culturali e sociali entrano in gioco andandola a creare e/o modificare

- Domenica 2013_05_19 maggio - ore 17 - Auditorium San Dionigi- sarà di scena l'opera “Histoire du soldat” del grande compositore russo Igor Stravinsky. A proporre questo appuntamento originale e raramente eseguito nella nostra zona, sarà il Trio “Vojage” composto da Anna Kuntsevich al violino, Rosa Franciamore al clarinetto e Moreno Paoletti al pianoforte. Ingresso libero

- da Sabato 2013_05_18 maggio sono aperte al Teatro Cagnoni le prenotazioni per il grande Concerto di fine anno del C.I.M. Costa di domenica 26 maggio ore 21 - in biglietteria da martedì a sabato ore 17 - 20 - gratuito, con prenotaz. obbligatoria

2013_05_18 Brundibar un'operina che sta avendo sempre più successo


sabato 18 maggio 2013_05_18, ore 15.45 
Museo degli Strumenti Musicali del Castello Sforzesco di Milano
Hans Krasa 
BRUNDIBAR
un'opera per bambini
un progrtto allestito e messo in scena dalla scuola musicale U. Cappetti di Monte San Savivo, Arezzo in occasione del settantesimo anniversario della prima rappresentazione nel campo di concentramento di Terezin (1943)
Andrea Meucci, direttore dell’orchestraMari Grazia Donati, direttore del coro
Valeria Gudini, regia
con la direzione artistica di Francesco Attesti

 

Brundibar
(Brundibár) è un'opera per bambini del compositore ceco ebreo Hans Krása su libretto di Adolf Hoffmeister, originariamente rappresentata dai bambini del Campo di Concentramento di Theresienstadt nella Cecoslovacchia occupata. Il nome deriva dal gergo Cecoslovacco per definire il bombo.



Storia
Krása e Hoffmeister scrissero l'opera nel 1938 per un concorso organizzato dal governo, concorso che venne successivamente annullato a causa degli sviluppi politici del tempo. Le prove cominciarono nel 1941 all'orfanotrofio ebraico di Praga, che al momento funzionava anche come struttura educativa temporanea per bambini divisi dai loro genitori dalla guerra. Nell'inverno del 1942 all'orfanotrofio si svolse la prima dell'opera: a quel tempo, il compositore Krása e lo scenografo Frantisek Zelenka erano già stati deportati a Theresienstadt. Nel luglio del 1943 quasi tutti i membri del coro originale e il personale dell'orfanotrofio vennero deportati a Theresienstadt. Solo il librettista Hoffmeister poté scappare da Praga in tempo. Riunito il cast a Theresienstadt, Krása ricostruì l'intera partitura dell'opera, basandosi sulla propria memoria e una parte dello spartito del pianoforte che ancora possedeva, adattandola agli strumenti disponibili al campo: flauto, clarinetto, chitarra, fisarmonica, piano, percussioni, quattro violini, un violoncello e un contrabbasso. La scenografia fu ridisegnata ancora una volta da Frantisek Zelenka, già direttore di palco per il Teatro Nazionale Ceco: come sfondo vennero dipinti diversi palazzi, al primo piano c'era una recinzione con i disegni del gatto, del cane e dell'allodola, con buchi per inserire le loro teste al posto di quelle degli animali. Il 23 settembre del 1943 ebbe luogo la premiere di Brundibár. La produzione fu diretta da Zelenka, con le coreografie di Camilla Rosenbaum, e fu riproposto 55 durante l'anno successivo. Una rappresentazione speciale di Brundibár si tenne nel 1944 per una rappresentanza della Croce Rossa, che andò ad ispezionare le condizioni di vita nel campo; quello che la Croce Rossa non sapeva all'epoca era che la maggior parte di quello che vide durante la visita era mera finzione, e che una delle ragioni per le quali Theresienstadt sembrava così confortevole era che molti dei suoi residenti erano stati deportati ad Auschwitz con lo scopo di ridurre l'affollamento del campo durante la loro visita. Più tardi quell'anno la rappresentazione di Brundibár fu filmata per un film di propaganda Nazista. Le riprese di Brundibár in questo film sono incluse nel documentario "Voices of the Children", vincitore di un Emmy-Award e diretto da Zuzana Justman, una sopravvissuta di Terenzin, che cantò nel coro. Nel film compare anche Ela Weissberger, che interpretava la parte del gatto. La maggior parte dei partecipanti alla rappresentazione di Thereisenstadt, incluso il compositore Krása, furono successivamente trucidati ad Auschwitz.



Trama
La trama dell'opera contiene elementi fiabeschi come per Hansel e Gretel e I musicanti di Brema. Pepícek e Aninka sono fratello e sorella orfani di padre. La loro madre è malata e il dottore dice loro che lei necessita di latte per riprendersi. Purtroppo sono senza soldi e decidono perciò di cantare al mercato per cercare di raccogliere quelli necessari. Ma il malvagio suonatore d'organetto Brundibár (che rappresenta Hitler) li caccia. Ad ogni modo, con l'aiuto di un impavido passero, di un astuto gatto, di un saggio cane e dei bambini del paese, saranno capaci di cacciare Brundibár, e cantare infine nella piazza del mercato e quindi di guadagnare abbastanza soldi per comprare alla mamma il latte.


Simbolismo
L'opera contiene ovvi simbolismi nel trionfo dei bambini bisognosi e abbandonati sul suonatore di organetto, ma non fa esplicitamente riferimento alle condizioni in cui fu scritta e rappresentata. Comunque, alcune frasi, erano chiaramente antinaziste. Sebbene Hoffmeister scrisse il libretto prima dell'invasione da parte di Hitler, alcune battute furono cambiate dal poeta Emil Saudek a Therezin, per enfatizzare il messaggio antinazista. "Mentre l'originale diceva,"Colui che ama così tanto sua madre e suo padre e la sua terra nativa è nostro amico e può giocare con noi," la versione di Saudek diceva "Colui che ama la giustizia e ci convive, e chi non è timoroso è nostro amico, e può giocare con noi." L'opera ha acquisito una crescente popolarità durante gli ultimi anni, ed è stata rappresentata in diverse versioni in Inghilterra, Repubblica Ceca, Israele e negli Stati Uniti. Nel 1995 in Germania e in Austria l'opera fu rappresentata come parte di un progetto scolastico sulla memoria, in collaborazioni con sopravvissuti di Terezin quali Herbert Thomas Mandl o Eva Hermannová. La premiere ufficiale negli Stati Uniti si tenne nel 1994 al National Holocaus Museum con la Washington Opera diretta da Alan Nathan e con Mary Gresock come direttore di scena.

   
tel 02 3910 4149
info@levocidellacitta.it

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)