2013_02_05 Ristorante Café Chantant Operetta e Musical


martedì 5 Febbraio 2013_02_05 alle ore 20.30
Ristorante Café Chantant Dolce Vita di Via Bergamini 11 Milano
per una serata dedicata a
Operetta e Musical
con
Monica Mariani (soprano)
Giovanna Aquilino (soprano)
Andrea Bordonali (violino)
Dante Valente (pianoforte)
Menu fisso Euro 54,00 (vini esclusi)
Prenotazioni: Tel. 02 58303843
Bel Canto a Milano
Ristorante Dolce Vita
Via Bergamini, 11 - 20122 Milano (MI) - Tel 0258303843
www.belcantoamilano.it - E-mail: info@belcantoamilano.it

2013_01_25 FOTOSERVIZIO IN LINEA

Duomo di Sant'Ambrogio - Vigevano

Venerdì 25 gennaio 2013 ore 21:00

Organizzato da Cappella del Duomo
Elevazione spirituale in musica

I Cori di Vigevano e della Bozzola per
le Suore Sacramentine

http://www.concertodautunno.it/130125-cori/130125-cori.htm

2013_01 Calendario Eventi del mese di GENNAIO

Calendario Eventi del mese di GENNAIO 2013


Provincia di Pavia - Settore Cultura,
Turismo, Innovazione Tecnologica,
Politiche della Scuola,
Giovani e Pari Opportunità

Ufficio IAT di Salice Terme
Telefono: 0383-91207
Fax: 0383-944540

2012_02_13 Concerto alla Fondazione Dragan

Mercoledì 13 febbraio 2013_02_13 , ore 16.00
Concerto per la Fondazione Dragan all'Auditorium San Vittore in Via San Vittore 49 Milano.
In programma musiche di Chopin, Albeniz, De Falla, Debussy.
Maurizio Carnelli, pianoforte
Ingresso 10 euro. per info e prenotazione biglietti 02 58371238/48 Fondazione Dragan

2013_02_10 Concerto a Palazzo Marino


Domenica 10 febbraio 2013_02_10 Ore 11
presso la Sala Alessi di Palazzo Marino Milano
Concerto di musica da camera francese in collaborazione con la Civica Scuola di Musica. Brani di Berlioz, Ravel, Debussy, Massenet e Faurè per canto e pianoforte.
Maurizio Carnelli, pianoforte
Ingresso libero

2013_01_25 Riapre il Rosetum con l'opera lirica, il primo titolo sarà Traviata


Centro Culturale Rosetum - Milano
Venerdì 25 gennaio 2013 ore 20:00
Sabato 26 gennaio 2013 ore 20:00
Organizzato da Ass.VoceAllopera
in collaborazione con Centro Culturale Rosetum
Giuseppe Verdi (1813-1901)
La traviata
Opera in tre atti di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave, tratto dalla pièce teatrale di Alexandre Dumas (figlio) La signora delle camelie; fa parte della "trilogia popolare" assieme a Il trovatore e a Rigoletto.
Personaggi e interpreti
Violetta Valéry (soprano) - Maria Rosa Prizzon (25) Akiko Sawayama (26)
Flora Bervoix, sua amica (mezzosoprano) - Gaia Simini
Annina, serva di Violetta, (soprano) - Alessandra Floresta
Alfredo Germont (tenore) - Filippo Pina Castiglioni (25) Giovanni Distefano (26)
Giorgio Germont, suo padre (baritono) - Omar Camata (25) Hayato Kamie (26)
Gastone, Visconte di Létorières (tenore) - Andrea Parmeggiani
Il barone Douphol (baritono) - Gilles Armani
Il marchese d’Obigny (basso) - Lorenzo Malagola Barbieri
Il dottor Grenvil (basso) - Piermarco Vinas
Giuseppe, servo di Violetta (tenore) - Lorenzo Caltagirone
Un domestico di Flora (basso) - Giovanni Todaro
Un commissionario (basso) - Giovanni Todaro
Servi e signori amici di Violetta e Flora, Piccadori e mattadori, zingare,
servi di Violetta e Flora, maschere
Leonardo Cusinato ballerino
Marianna Gentile ballerina
ENSEMBLE STRUMENTALE VOCEALLOPERA
Diretttore d'orchestra Gianluca Fasano 
Regia Gianmaria Aliverta 
Scenografa Claudia Brambilla 
Costumista Elena Rossi 
Maestro del coro Debora Mori
Teatro Rosetum Via Pisanello 1 Milano (MI gambara) -
Ingresso previo tesseramento entro il 23 gennaio (intero 22€, ridotto giovani/anziani 20€)
Info presso teatro/segreteria Rosetum - www.facebook.com/vocellaopera vociallopera@libero.it  tel.349.42.49.181 - 02.4870.7203


Note:
Dopo anni torna finalmente l'opera lirica al teatro francescano Rosetum di Milano in Via Pisanello 1 (MM 1 Gambara), grazie alla collaborazione con l'associazione VoceAllOpera. La stagione prevede, in occasione delle celebrazioni del centenario verdiano, la trilogia popolare. Il primo appuntamento sarà con "La Traviata" venerdì 25 e sabato 26 gennaio con inizio ore 20.00.
Numerosi gli artisti di fama internazionale che hanno aderito a questo ambizioso progetto mettendosi a totale disposizione. A partire dalla prestigiosa giuria che ha selezionato i giovani interpreti che debutteranno i ruoli in programma. Inoltre la Signora Tiziana Fabbricini seguirà i giovani debuttanti con un masterclass sull'interpretazione di Traviata mentre l'altro insegnante Filippo Pina Castiglioni metterà a disposizione la sua voce per la prima recita del 25 gennaio passando poi il testimone agli artisti debuttanti. Una importante novità di questa nuova stagione é lo spazio dedicato ai giovani: giovani sono i musicisti che compongono il piccolo ensemble strumentale così come giovani sono la costumista Elena Rossi (diplomata presso l'Accademia del Teatro Alla Scala di Milano) la Scenografa Claudia Brambilla (laureata presso l'accademia di Brera), entrambe esponenti di Arts of Se, e il regista Gianmaria Aliverta (direttore artistico della Stagione al Rosetum e presidente di VoceAllOpera). Infine l'allestimento che viene proposto si basa sul riciclo dei materiali, a dimostrare che più che grandi investimenti é importante essere supportati da buone idee.

Comunicato Stampa


Comunicato Stampa
LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DELLA SIAE, GIANLUIGI RONDI
Dopo aver impugnato il nuovo Statuto, le associazioni ACEP, ARCI e AUDIOCOOP chiedono al Commissario Rondi di sospendere le prossime elezioni SIAE, previste per il 1° marzo 2013, con richiesta di pubblicazione di questa lettera aperta sul sito web della SIAE.
Lettera_a_Rondi.pdf

CARO RONDI, FERMI LE ELEZIONI
Articolo dell'Avv. Guido Scorza
  
AUMENTO DELLE QUOTE SOCIALI ANNUE DELLA SIAE 
Dal 1° gennaio 2013 le quote sociali annue della SIAE sono state aumentate del 67% per l'autore (da 89,70 euro a 150 euro) e del 45% per l'editore (da 413,10 euro a 600 euro).  Un aumento elevato, immotivato e improvviso, deliberato il 13 novembre 2012 e comunicato sul sito della SIAE soltanto il 4 gennaio 2013, cioé pochi giorni prima della ripartizione semestrale dei diritti.  Continuano le brutte sorprese di questa gestione commissariale la quale, con effetto dal 1° gennaio 2012, ha abolito le previgenti prestazioni del Fondo di solidarietà, mentre dal 1° gennaio 2013 ci ha regalato questo sostanzioso aumento delle quote associative.
SIETE DISPOSTI A PROTESTARE INSIEME A NOI?
ATTENDIAMO LA VOSTRA RISPOSTA!

ACEP, ARCI E AUDIOCOOP
Associazione Acep - Autori, Compositori e Piccoli Editori - Sito: www.assoacep.com - E-mail: news@assoacep.com - Via Flaminia, 185/B - 47900 Rimini (RN) - Tel.  0541 307371 - Fax  0541 630064 - Cell. 336 378555
Arci - Associazione Ricreativa Culturale Italiana - Sito: www.arci.it - E-mail: ufficiostampa@arci.it - Via Monti di Pietralata, 16 - 00157 Roma - Tel. 06.41609267 - Fax 06.41609269
AudioCoop - Coordinamento tra le Etichette Discografiche Indipendenti in Italia - Sito: www.audiocoop.it - E-mail:comunicazioni@audiocoop.it - Via della Valle 71 - 48018 Faenza (Ra) - Tel. 0546.24647 - Cell. 349 4461825

2013_02_02 Una serata di presentazione del tour scozzese del Collegium Vocale di Crema

Sabato 2 febbraio 2013_02_02
Sala Pietro da Cemmo del Museo civico di Crema
“Crema nel mondo”
Una serata di presentazione del tour scozzese del
Collegium Vocale di  Crema
“Crema nel mondo”. E’ un titolo evocativo, quello che alle 21 radunerà tanti cremaschi nella sala Pietro da Cemmo del Museo civico di Crema. Un titolo sotto cui si snoderà la presentazione del tour scozzese del Collegium vocale, il prossimo giugno, ma anche la prima proiezione di nuovo un filmato: “Crema nel mondo”, giustappunto. Quattro minuti che attingono al passato della nostra città, culla di musicisti, di costruttori di organi, di campane. Che inscrivono la trasferta del coro e dell’orchestra diretti da Giampiero Innocente – grazie a cui la nostra città ormai da anni può beneficiare della presenza di un coro inglese, a luglio - in questo glorioso passato. E che invitano tutti i cremaschi, eredi di una secolare tradizione, a contribuire per le spese di viaggio nell’intento di portare “Crema nel mondo”. Ma dietro questo supporto c’è ben di più: un vero e proprio progetto di comunicazione, a cura del Centro culturale diocesano “G. Lucchi” e  sostenuto in modo convinto dal Comune, che verrà presentato all’incontro del 2 febbraio. Un momento corale, in tutti i sensi. Perché si tratterà di una presentazione in musica perfettamente bilanciata tra interventi parlati e cantati. In avvio di  serata, la presentazione dell’amicizia che ormai da anni lega il Collegium Vocale alle realtà corali d’oltremanica. Il direttore, i coristi, gli amministratori della città presenti e passati, il Centro culturale diocesano: saranno in tanti a portare la loro testimonianza, quelle stesse figure che nei rispettivi ambiti di competenza hanno collaborato nell’accogliere e valorizzare nella nostra terra la presenza dei vari cori inglesi succedutisi negli anni. E, cuore dell’evento, la presentazione del filmato e della trasferta che attenderà a giugno Innocente con i suoi musicisti. Il tutto, “cucito” dai mottetti di scuola tedesca che risuoneranno nell’ex refettorio monastico del complesso agostiniano. Una serata da non perdere, per i cremaschi doc. Ma anche per tutti coloro che vogliono toccare con mano le vette cui elevano passione, tenacia ed amicizia.
Ecco il link del video promozionale del tour scozzese del Collegium Vocale di Crema.
http://www.youtube.com/watch?v=mWv4mY4DAV4



2013_02_01 Macbeth sanguinario al Fraschini con la regia di De Rosa


Da venerdì 1 a domenica 3 febbraio 2013_02_01

Domenica ore 16.00.

STAGIONE DI PROSA 
MACBETH
Il testo di William Shakespeariano nella versione contemporanea e sanguinaria di Andrea  De Rosa. In scena Giuseppe Battiston e Frédérique Lolite.
Nel cast Ivan Alovisio, Marco Vergani, Riccardo Lombardo, Stefano Scandaletti, Valentina Diana, G
ennaro Di Colandrea.
Macbeth è considerata la tragedia più cruenta scritta William Shakespeare. A dirigerla è Andrea De Rosa che sceglie una chiave psicologica, alla ricerca delle ragioni del male. Prima di lui, il fascino di questo personaggio, che rappresenta l’aspetto insondabile e misterioso della coscienza umana, ha colpito attori e registi in tutto l’arco del  Novecento: tra gli altri ne hanno riscritto la vicenda  Eugène Ionesco, Giovanni Testori, Orson Welles e Roman Polanski.
In questo allestimento, sotto una luce contemporanea,  concentrato sul sangue, con la presenza sempre spaventosa dei bambini morti, Macbeth è segregato in un salottino moderno, anonimo, con una parete a vetri che inghiotte tutto, asserragliato dagli incubi della mente, insieme ad una Lady nevrotica e sgarbata. Un percorso inquietante nell’abisso inesplorato a cui danno corpo e voce un  Macbeth fanciullesco e minaccioso interpretato da Giuseppe Battiston e la Lady  arida  e straniante di Frédérique Lolite.
Macbeth (1605 - 1606), tragedia in cinque atti, si colloca storicamente durante il regno di Giacomo I. La vicenda si riferisce all’ambizioso generale scozzese che agisce compiendo le azioni più efferate per accaparrarsi il trono, punito per il sangue versato con la morte della moglie impazzita e con la sua stessa morte. Personaggio emblematico che desidera la propria affermazione ad ogni costo e che, pur tra  mille incertezze ed ansie, diviene vittima del proprio piano. La scrittura shakespeariana amplifica efficacemente questo gorgo nel quale precipitano i due coniugi: atmosfere tetre e sanguinarie, sete di potere, ambizione e ambiguità rivivono nelle vicende di Macbeth e di sua moglie (spietata all’inverosimile),  personaggi dominati dal male e da pensieri bestiali, che agitano incessantemente le loro anime. Il Bardo  intuì, quando scrisse questo dramma, uno degli aspetti più inquietanti della natura umana: quando essa si imbatte nel male, non sa quello che fa. A Thomas Middleton si deve probabilmente l’inserimento di alcune scene, tra cui quella delle streghe, tipiche figure della tradizione nordica, considerate la forza propulsiva dell’opera.

2013_02_08 Teatro Arcimboldi in scena Siddharta


Venerdì 8 febbraio 2013_02_08 ore 21,00
Sabato 9 febbraio 2013_02_09 ore 21,00
Domenica 10 febbraio 2013_02_10 ore 16,00
Venerdì 15 febbraio 2013_02_15 ore 21,00

Sabato 16 febbraio 2013_02_16 ore 21,00
Domenica 17 febbraio 2013_02_17 ore 16,00


Edv Eventi
Siddharta The Musical

Siddharta – Giorgio Adamo
Siddharta Narrante – Paolo Scheriani
Re Shuddodana/Mercante Kamaswami – Paolo Gatti
Govinda – Michelangelo Nari
Kamala – Katy Desario
Regina Maya – Chiara Sarcinella
Regina Amita – Roberta Serrati
Vasudeva – Gaetano Caruso
Ishan – Daniele Arceri
Yashodora – Benedetta Imperatore
Gotama – Rosario Capalbo
Nisha/Asita – Margò Volo
Figlio – Michela Plos


Regia IsaBeau
coreografie di Chiara Valli
musica originali
Isabella Biffi, Fabio Codega, Beppe Carletti
scenografie Roberta Volpe
costumi Mitra Abadian
light design Alessandro Velletrani
produzione Esecutiva Fabrizio Carbon


Ensamble
Elisa Cunselmo, Martina Fossati, Nadira Lisi, Giorgia Stizzioli, Valentina Patti Cristian Ciccone, Nino De Monteverde, Pippo Lopez, Giordano Orchi

BIGLIETTERIA Biglietti:  da 20,00 a 35,00 euro +PV
sono previste riduzioni per giovani, anziani e gruppi di almeno 10 presenze
Info gruppi: gruppi@ipomeriggi.it 02/641142213



PROGRAMMA
Sinossi
Primo Atto
Introdotto dal racconto del Siddharta Narrante (Paolo Scheriani), la storia si apre (Siddharta chi sei), con la nascita del principe Siddharta. Viene ricevuto a corte l’astrologo eremita Asita (Margò Volo), che annuncia al re Shuddodana (Paolo Gatti) e alla regina Maya (Chiara Sarcinella), che il nascituro sarà il signore del mondo, il suo redentore. Contrariato da questa rivelazione (... segue)

Sito ufficiale della produzione



2013_02_02 UN ISPETTORE IN CASA BIRLING


Amici del Teatro Cagnoni
Appuntamenti mese di febbraio 2013
sabato 02 febbraio 2013_02_02 – ore 18,30
ridotto del Teatro Cagnoni
INCONTRO CON L’ATTORE
UN ISPETTORE IN CASA BIRLING
incontro con i protagonisti
Paolo Ferrari Andrea Giordana
presentate dalla prof.ssa Mariuccia Passadore
Ingresso libero (fino a esaurimento posti)

2013_01_28 Fummo schiavi in Egitto- l'affascinante racconto della Pasqua Ebraica



Lunedì 28 gennaio 2013_01_28 ore 10.15
Sala dell'Istituto Salesiano- Viale Partigiano-Treviglio
L'affascinante racconto della Pasqua Ebraica פֶּסַח
Cinzia Bauci, contralto, Pier Gallesi, pianoforte e fisarmonica, Commento a cura di Ruth Cerruto
Fummo schiavi in Egitto, liberamente ispirato al racconto pasquale di Tradizione, è un’idea di Cinzia Bauci e Pier Gallesi, in arte Stellerranti, due inquieti cantastorie del nostro tempo. Il duo ripropone, in chiave contemporanea, suggestioni e atmosfere della grande stagione del “cabaret berlinese” e del Teatro Yiddish moderno che hanno ispirato il lavoro di artisti popolarissimi, Mel Brooks, Tim Burton e molti altri, e la feconda stagione pionieristica della musica e delle arti israeliane. Un’intrigante mescolanza fra conferenza, declamazione, sacro e profano, teatro e musica sia classica, sia popolare

Ufficio Scolastico Territoriale Bergamo
Consulta Provinciale degli Studenti Bergamo
Commissione Territoriale Bassa Bergamasca

2013_02_11 CIN'ACUSMONIUM: 2001 ODISSEA NELLO SPAZIO

Lunedì 11 febbraio 2013_02_11
CIN'ACUSMONIUM: 2001 ODISSEA NELLO SPAZIO

h:18:00 - Prima Proiezione
h: 21:00- Seconda proiezione
Prevendita consigliata, solo in auditorium: Via Hoepli 3/b
(LUN - VEN 10.00-12.30 e 14.00-18.30)
Intero 8 euro; studenti e convenzionati 5 euro

A 45 anni dall’uscita nelle sale di 2001: Odissea nello spazio, la Fondazione Culturale San Fedele di Milano celebra il capolavoro di Stanley Kubrick con due proiezioni della copia restaurata e in lingua originale del film (con sottotitoli italiani).
Inoltre, per la prima volta il film verrà proiettato con l'ACUSMONIUM, un sistema audio di 40 altoparlanti che rielabora lo spazio sonoro della sala per giungere a una maggiore unità tra immagine e suono.
Con l'Acusmonium si crea infatti una nuova modalità di fruizione cinematografica, dove non vengono creati nuovi effetti speciali o sonori, ma, attraverso la spazializzazione, si immerge lo spettatore in un ambiente sonoro di una vertiginosa profondità.
Un' occasione unica per riscoprire in sala una delle pietre miliari della storia del cinema mondiale.
Proiezione acusmatica: Dante Tanzi e Giovanni Cospito
I biglietti possono essere acquistati in pre-vendita presso la segreteria dell'auditorium dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 14:00 alle 18.30; per informazioni segreteria.ccsf@sanfedele.net

MUSICA A PIÙ DIMENSIONI (dalle note di sala)

SINOSSI
Alba dell'umanità: un gruppo di scimmie umanoidi viene visitata da un grande parallelepipedo nero, un monolite misterioso in contatto con il misterioso oggetto determina l'invenzione della prima arma e il primo omicidio.
Anno 2001: seguiamo il dottor Floyd sulla base lunare di Clavius. Nella massima segretezza è stato scoperto, sotterrato in un cratere lunare quattro milioni di anni prima, un monolito nero; alla presenza degli scienziati, esso inizia a emettere un segnale che uccide gli uomini.
Diciotto mesi dopo: una missione diretta verso Giove; oltre a tre membri ibernati, ne fanno parte David Bowrnan e Frank Pooìe. L'astronave è completamente controllata da! calcolatore HAL 9000, capace non solo di interagire con gli umani per mezzo della parola, ma anche di provare, in misura ancora non accertata, emozioni umane. Quando il computer commette un errore e i due astronauti progettano di disattivarlo, la macchina impazzisce e uccide i membri dell'equipaggio. Sopravvive solo Bowman.
S. KUBRICK, il regista
«Il nostro amore per gli strumenti e le armi, siano un'automobile o una pistola, è innegabile. C'è un rapporto molto profondo tra noi e loro. C'è un'estetica della macchina, come un erotismo della macchina. Nell'industria spaziale americana l'aggettivo "sexy" fa ormai parte del gergo tecnico, per definire una bella macchina. L'uomo, in un futuro molto tecnicizzato, dovrà giungere a una maggior disciplina e controllo di sé. inversamente, la macchina, per comunicare con l'uomo e allargare il suo orizzonte, deve diventare più umana. La cosa è scientificamente prevista. Molti esperti in ordinatori elettronici pensano che le macchine, divenendo più complesse e perfezionate, saranno probabilmente soggette alle nostre stesse malattie e che potranno avere dei problemi "psicologici"».
«Guardando a un lontano futuro, credo non sia inconcepibile lo sviluppo di una semicosciente cultura di robot-computer che un giorno potrebbe decidere di non aver più bisogno dell'uomo».
«Il concetto di Dio sta al cuore di 2001: Odissea nello spazio, ma non quello delle immagini tradizionali e antropomorfkhe di Dio. Si potrebbe costruire un'affascinante e interessante definizione "Scientifica" di Dio, se si accetta il fatto che ci sono circa 100 miliardi di stelle nella nostra sola galassia, che ogni stella può essere un Sole che da vita e che esistono circa 100 miliardi di galassie nel solo universo visibile. Le qualità che potrebbero avere entità extraterrestri sviluppate fino all'incorporeità, sono molto simili a quelle che si usa attribuire a Dio. In ciò mi ha affascinato il soggetto».
«Si discuteva sui mezzi di tradurre fotograficamente una creatura extraterrestre in modo che fosse sconvolgente come lo sarebbe stata ''realmente". Presto fu chiaro che non si può immaginare l'inimmaginabile, li massimo che si può fare è cercare di rappresentarlo in un qualche modo artistico che comunichi qualcuna delle sue qualità. Così decidemmo per i! monolito nero, che ha certo in sé qualcosa dell'archetipo junghìano, ed è anche un simpatico esempio di "arie minimale"».
APPUNTI SULLA COLONNA SONORA
Dal punto di vista sonoro 2001 è un film molto spoglio, sebbene la stereofonia ne metta in risalto soprattutto i passaggi musicali, sinfonici e corali. Il lavoro sulle voci è molto sottile e consiste in leggere differenze di tono, di risonanza, d'accento. L'incipit musicale del film, in forma di Ouverture a schermo spento, viene affidato all'enigmatico Atmosphères di G. Ligeti: si tratta di un brano del 1961 che lo stesso compositore accosta idealmente a uno specchio d'acqua. Dopo due minuti ecco che sullo spettatore sì abbattono gli accenti incandescenti di Così parlò Zarathustra di R. Strauss programmaticamente allineata all'asse che congiunge Terra, Luna e Sole. Kubrick intende rappresentare simbolicamente il principio originario del creato attraverso i principi fondanti della musica tonale stessa, ovvero tonica, dominante, modo maggiore e modo minore.
Il brano musicale successivo, il Kyrie dal Requiem di Ligeti, debutta in coincidenza con la prima apparizione del monoiito e ritorna in forma più estesa con la seconda entrata in scena del monolito, questa volta in un cratere della base lunare Clavius. Ma prima lo spettatore aveva ascoltato una ripresa del Così parlò Zarathustra seguita, di lì a poco, dalle sontuose movenze di Sul bel Danubio blu di J. Strauss jr.
Tutt'altro che accidentale, invece, ci sembra la ripresa di Sul bel Danubio blu ad accompagnare i titoli di coda e quindi il congedo dello spettatore dal film: dietro questa soluzione ci sembra di scorgere gli stessi provvedimenti tranquillanti a beneficio di una platea verosimilmente disorientata da prospettive immaginative
così imprevedibili e enigmatiche.
Ascoltiamo Lux Aeterna di G. Ligeti mentre Fioyd e i suoi assistenti sorvolano la superficie lunare. Questo breve frammento è quello cui Kubrick sembra attribuire la massima inerzia emotiva e univocità semantica. Al comparire del cantiere di scavo, il coro di voci a cappella del Lux Aeterna lascia il campo al coro virile del Requiem ìigetiano, sorta dì manifestazione musicale del monolito.
Il lungo    racconto della   missione   verso   Giove  si dispiega all'insegna di una precisa tripartizione sonora: suoni oggettivi, collegati a funzioni e malfunzioni delle apparecchiature di bordo; suoni soggettivi, in forma di sibilo e atti respiratori che cadenzano la soggettiva sonora di Bowman; e infine, ancora una volta, il silenzio, filo conduttore occulto del film: qui si tratta del silenzio cosmico, assoluto, inconcepibile, tanto più oppressivo in quanto Kubrick è il primo a rappresentare correttamente i! vuoto spaziale come una spugna nera che inghiotte ogni rumore, ogni manifestazione acustica della vita (S. Bassetti).


Musica elettronica in ortofonìa di Alberto Carretero
Fondazione Culturale San Fedele
Piazza San Fedele, 4 - 20121 Milano - tei. 02 86352231 - www.centrosanfedele.net

2013_02_10 Concerto operistico di beneficenza


Associazione  Nazionale Carabinieri
Sezione Milano Porta  Magenta
Concerto operistico di beneficenza   
con la partecipazione della Fanfara del 3° Battaglione Carabinieri “Lombardia”
che si terrà domenica 10 febbraio 2013 alle ore 21.00
presso l’Auditorium del Centro Congressi della Provincia di Milano (via Corridoni 16)
Si ringrazia la Presidenza del Consiglio Provinciale di Milano
Unione Nazionale
Ufficiali in congedo d’Italia
Sezione Milano
Segreteria: tel.02 76008863-02 43510466 - 335 7693638
email unucilombardia@unucilombardia.org - presidente@ancmilanomagenta.org 
Con la partecipazione del basso Luciano Andreoli

2013_01_31 Roberta Invernizzi all'ex Convento dell'Annunciata


Giovedì 31 gennaio 2013_01_31 ore 21
presso la Chiesa dell'ex Convento dell'Annunciata
"Concerto di canto barocco con il soprano Roberta Invernizzi"
Concerto-premiazione di fine Masterclass, organizzata dall'Accademia Musicale dell'Annunciata in collaborazione con i Servizi Culturali del Comune di Abbiategrasso.

Per info : Servizi Culturali del Comune di Abbiategrasso, tel. 02/94692220-295.
mail : cultura@comune.abbiategrasso.mi.it

2013_01_27 ORCHESTRA BAROCCA DI MILANO nella stagione di Milano Classica


domenica 27 gennaio 2013_01_27, ore 11.00
Palazzina Liberty - Largo Marinai d'Italia, Milano
ORCHESTRA BAROCCA DI MILANO
CIVICA SCUOLA DI MUSICA
In programma:
Francesco Geminiani (1687-1782)
“La foresta incantata”, suite per orchestra e basso continuo, ispirata ai canti XIII e XVIII de La Gerusalemme liberata di Torquato Tasso
Orchestra Barocca di Milano Civica Scuola di Musica
Beniamino Borciani voce recitante
Marcello Gatti direzione
Il soggetto de La foresta incantata, pubblicata a Londra ma in realtà composta per Parigi, è tratto dai canti XIII e XVIII de La Gerusalemme liberata di Torquato Tasso. Un intreccio che dava modo a Servandoni, architetto e regista, di realizzare effetti ottici e illusionistici sorprendenti con le moderne e straordinarie macchine teatrali che aveva a disposizione. L’opera fu rappresentata come pantomima teatrale al teatro del Palazzo delle Tuileries nel 1754: Geminiani era già un famoso compositore italiano, noto in tutta Europa soprattutto per i suoi concerti grossi.
Una voce recitante leggerà alcuni versi di Torquato Tasso per accompagnare l’ascoltatore durante lo sviluppo musicale.
www.milanoclassica.it

ORCHESTRA DA CAMERA MILANO CLASSICA
Via Leoncavallo 8 - 20131 MILANO
Tel. 02-28510173   Fax 02-28510174
info@milanoclassica.it

2013_01_26 Abbiategrasso l'attualità del messaggio buddhista


SABATO 26 GENNAIO 2013 ore 16.30
ex convento dell'Annunciata - Abbiategrasso (MI)

PRESENTI AL PRESENTE
L'attualità del messaggio buddhista.
Conferenza con Marilia Albanese

Ingresso libero

Nella nostra società il bisogno di benessere fisico, mentale e culturale è in continua crescita. In tempi di crisi l’uomo è spinto a cercare percorsi che possano accompagnarlo verso uno stato di equilibrio, al di là dei contesti oggettivi e delle situazioni economiche, sociali e culturali che si presentano.
Indicata da un principe che divenne asceta, la via del Buddha educa alla pacificazione della mente e al sereno distacco. Il ridimensionamento del valore dato al proprio ego favorisce la comprensione degli altri, e la consapevolezza che la vita di ciascuno sia strettamente interconnessa con quella di tutti rende più rispettosi e responsabili.
Scopo della conferenza “Presenti al presente” è quello di diffondere una maggiore consapevolezza, equilibrio e “benessere culturale”, oltre che sociale, attingendo alla cultura indiana e dalle filosofie orientali.
E inoltre, inizative gratuite su prenotazione:
ore 10: lezione gratuita di yoga con Patrizia Lattuada
ore 20.30: meditazione guidata vipassana

Sinapsi
via Machiavelli 5 Abbiategrasso, MI 20081 Italy
Associazione Sinapsi   (info@sinapsionline.net)

2013_01_31 Concerto Ufficiale per la festa patronale di San Gaudenzio


San GAUDENZIO FESTA PATRONALE dal 12 al 31 gennaio 2013
Giovedì 31 gennaio 2013_01_31 ore 20.45
Basilica di San Gaudenzio - Novara
Concerto Ufficiale
Festa Patronale di San Gaudenzio
Organizzato dal Comune di Novara
con il contributo della Fondazione
Banca Popolare di Novara per il territorio.
INGRESSO AD OFFERTA
Il Lions Club Novara Ticino curerà la raccolta di fondi a favore della “Mensa e Armadio del Povero” gestita dai Frati di San Nazzaro della Costa di Novara

W.A. Mozart
da “La clemenza di Tito”
Ouverture
Non più fiori, aria

G. Verdi
da "Otello"
Ave Maria

A.Dvorák
Sinfonia n° 9 in mi minore op.95
“Dal nuovo mondo“

Teresa Romano Soprano
Orchestra Sinfonica Carlo Coccia
Direttore Michele Brescia

Spettacoli a Trecate, Arluno e Gallarate dello Schedia Teatro


Newsletter Schedía Teatro

Vi ricordiamo i nostri prossimi appuntamenti!

26 gennaio 2013_01_26 ore 10
Teatro "Silvio Pellico", Trecate (NO)
SUSSURRI 
lo spettacolo>
MAPPA>

30 gennaio 2013_01_30 ore 10 e ore 21
Cinemateatro "Sant'Ambrogio", Arluno (MI)
L'ISTRUTTORIA 

Lettura scenica da Peter Weiss
la lettura>
MAPPA>

03 febbraio 2013_02_03 ore 16
Ridotto del Teatro "Vittorio Gassman", Gallarate (VA)
LA VOCE DELLA LUNA
lo spettacolo>
MAPPA>

Schedía Teatro
via A. Volta 65 Marcallo con Casone, MI 20010 Italy

TI RACCONTO UN LIBRO JUNIOR 2013


CinemaTeatro Nuovo di Magenta
Dopo l'enorme successo delle varie edizioni di TI RACCONTO UN LIBRO (per i "grandi") ecco ora una rassegna dedicata ai ragazzi

TRUL ovvero T)i R)acconto U)n L)ibro
Inizio spettacoli ore 16,00
Ingresso 3€
Prevendita dall'16 al 27 gennaio 2013 Mercoledì e Giovedì dalle 17.00 alle 19.00 e nei normali orari di apertura della sala. Si avverte il gentile pubblico che alle 16.00 i posti non occupati saranno riassegnati. - La prevendita sarà effettuata presso cinemateatroNuovo Via san Martino 19 - Magenta.

Domenica 27 gennaio 2013_01_27 - ore 16.00
LE AVVENTURE DI PINOCCHIO
di Carlo Collodi
Compagnia: Rami
inizio ore: 16:00
cinemateatroNuovo
Via San Marino 19 - Magenta
Ingresso Euro 3,00
"C’era una volta...
- Un re! - diranno subito i miei piccoli lettori.
No ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta un pezzo di legno."
Nella bottega del falegname mastro Ciliegia si trova un pezzo di legno di poco valore, che il  falegname intende trasformare in una gamba di tavolino.
All’improvviso, però, il pezzo di legno comincia a parlare e mastro Ciliegia, spaventato, lo regala all’amico Geppetto, capitato in quel momento nella sua bottega per chiedergli un pezzo di legno per costruire un burattino. Ma ...
Pinocchio. O meglio, Le avventure di Pinocchio.
La storia del burattino più amato al mondo.
Una storia ricca, una storia divertente, una storia densa.
Incontri, personaggi, luoghi, emozioni che giocano a sorprendere e fanno crescere Pinocchio, ognuno di noi.
Tutti abbiamo bisogno di un Geppetto che si prenda cura di noi, tutti conosciamo un Grillo Parlante, tutti siamo tentati da una Volpe e da un Gatto, tutti vogliamo bene a una Fata Turchina.
Il burattino di legno si racconta grazie a due attori e a un legno davvero speciale: quello del palcoscenico.
Per altr info sulla rassegna http://www.teatronuovo.com/libro.asp 


GIORNATA DELLA MEMORIA 2013 spettacolo dei Cantosociale

SABATO 26 GENNAIO 2013_01__26 ore 21:00
BUSSERO  AUDITORIUM
GIORNATA DELLA MEMORIA 2013
Con lo spettacolo –testimonianza dei
CANTOSOCIALE
TRIANGOLO BLU, TRIANGOLO ROSA, 
TRIANGOLO ROSSO…
LORO PORTAVANO
IL TRIANGOLO GIALLO

Storie, Canti, Musiche, Memorie di
DIVERSE  Deportazioni
Concerto-Recital
CANTOSOCIALE
Piero Carcano : voce, canto, recitazione, kazoo….
Cristian Anzaldi: fisarmonica, chitarra acustica elettr., banjo
Grisolia Vittorio : violino, flauti etnici,baghèt,mandolino…
Buratti Davide:contrabbasso
Gianni Rota: voce, chitarra, flauto, percussioni

" Prima vennero per i criminali e non parlai. Poi cominciarono a prendere gli ebrei e quando presero i sindacalisti io non parlai. Quando presero gli studenti di teologia, ammassarono gli omosessuali poi raccolsero gli immigrati e gli zingari, internarono i cattolici ,eliminarono i disabili, io non parlai. "


Berlino, 1932. Attribuita anche al pastore Martin Niemöller
Dai sermoni “Als die Nazis die die Kommunisten holten” versione originale
Prima di tutto vennero a prendere gli zingari
e fui contento, perché rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei
e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere gli omosessuali,
e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.
Poi vennero a prendere i comunisti,
ed io non dissi niente, perché non ero comunista.
Un giorno vennero a prendere me,
e non c'era rimasto nessuno a protestare.
Autore: Bertold Brecht

2013_01_28 Teatro Libero debutta il nuovo spettacolo MI CHIAMO ARAM E SONO ITALIANO


Dal 28 gennaio al 3 febbraio 2013
lunedì 28 gennaio 2013_01_28 ore 21.00
IDODIRAGNO PRODUZIONI
MI CHIAMO ARAM E SONO ITALIANO
STORIE DA SYNAGOSYTY

di Aram Kian e Gabriele Vacis
con Aram Kian
regia Gabriele Vacis
scenofonia Roberto Tarasco
produzione Nidodiragno

Un testo che racconta la convivenza tra identità culturali che spesso si contrappongono.
Una storia di nuovi italiani, i figli degli immigrati, la cosiddetta "generazione Balotelli".
Un’analisi della storia contemporanea che abbandona i confini del nostro Paese per spingersi agli estremi confini del mondo, in un tempo in cui le barriere politiche e religiose cadono, senza riuscire ad annullare il pregiudizio.
Divertente e assolutamente autentico, Aram è uno Zanni padano-orientale che racconta le sue sventure con irresistibile comicità, sempre con lucida ironia, qualche volta con legittima rabbia.
La sua particolare condizione di uomo senza identità è un problema di bruciante attualità.
Un problema che riguarda tutti, che Gabriele Vacis propone attraverso una scrittura deliberatamente “leggera”.
Teatro Libero via Savona, 10 Milano

JENCEK CANTA SHAKESPEARE


Sabato 9 febbraio 2013_02_09 ore 17
PARCO ESPOSIZIONI DI NOVEGRO (MILANO)
ANNA JENCEK A VINILMANIA SHORTCUTS 
PRESENTAZIONE DEL DISCO
JENCEK CANTA SHAKESPEARE

Sabato 9 febbraio 2013 alle ore 17 Anna Jencek presenterà il disco “Jencek canta Shakespeare” (Moletto/ distr. Edel) a Vinilmania ShortCuts www.vinilmaniaitalia.com, la più importante manifestazione italiana dedicata al collezionismo discografico, che si tiene al Parco Esposizioni di Novegro, nei pressi dell’Aeroporto di Milano Linate.
Per l’occasione Anna Jencek canterà dal vivo alcune delle composizioni contenute nell’album, affiancata da Elisa Gestri, attrice, e da due danzatrici dell’Atelier Mara Terzi. Francesco Steca alla chitarra classica eseguirà alcuni intermezzi musicali.
L’introduzione sarà a cura di Dario Toffolon.
Uscito lo scorso 13 novembre l’album “Jencek canta Shaekespeare” contiene 20 sonetti più prologo ed epilogo per un totale di 22 composizioni musicali.
È un progetto prezioso in cui i sonetti di William Shakespeare, tradotti da Giuseppe Ungaretti, sono stati composti musicalmente da Anna Jencek con sensibilità moderna, traendo ispirazione dal mondo barocco ma utilizzando un’orchestrazione contemporaneo-elettronica con qualche strumento dal vivo (chitarre, viola, arpa, percussioni) che suggerisce gli incanti di quella poesia.
L’album è disponibile nei negozi e in download su iTunes e le altre piattaforme digitali.

IL FILO DELLA MEMORIA

GIORNATA DELLA MEMORIA 2013
IL FILO DELLA MEMORIA

Sala Consiliare del Castello Visconteo: 
"DUE POPOLI UN SOLO DESTINO"- Mostra didattica e fotografica sui campi di concentramento, a cura di ANPI sezione di Abbiategrasso.
Inaugurazione ore 18 del 25 gennaio.
Orari mostra dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18

26 gennaio 2013_01_26
h. 18 nei sotterranei del Castello Visconteo
"Sono andato per lunghe strade" percorso sensoriale ed emotivo attraverso il quale rivivere l'esperienza dell'esilio e del lager.
Letture, danze e canti a cura dell'Associazione HUMUS IN FABULA.

27 gennaio 2013_01_27
h. 17 nei sotterranei del Castello Visconteo
"Tutti nati in libertà" monologo teatrale sul tema della memoria, a cura di Dario Leone, promosso dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Abbiategrasso;
h. 21 ex Convento dell'Annunciata
"Viaggio nella cultura Ebraica, Rom, Armena...attraverso danze, poesie e racconti della tradizione popolare" spettacolo di danze popolari con coinvolgimento del pubblico, a cura delle Associazioni SELENE e ARCIpelago.

1 febbraio 2013_02_01
h. 21 ex Convento dell'Annunciata
"La scelta di Sophie" di Alan J. Pakula : proiezione film con introduzione di Fabrizio Tassi, a cura dell'Associazione INIZIATIVA DONNA.

L'ingresso a tutti gli eventi è gratuito. Per informazioni rivolgersi ai Servizi Culturali del Comune di Abbiategrasso tel. 02/94692220-295.

Incontri alla Biblioteca Mastronardi di Vigevano

Biblioteca Civica “Lucio Mastronardi”
Corso Cavour, 82 - Vigevano

Venerdì 25 gennaio 2013_01_25  - ore 21,00 - in biblioteca Mastronardi - incontro con Marina Regno e presentazione del testo teatrale "Non sarà domani" sulla violenza sulle donne

Venerdì 25 gennaio 2013_01_25  ore 21,00 - Auditorium s.Dionigi "Dante e i suoi contemporanei" - incontro a cura di Vox Organi

Domenica 27 gennaio 2013_01_27 - Mascalcia del castello - partono i laboratori per ragazzi di "Domenicarte" - proposti da Dedalo e Vigevano promotion in collaborazione con i Musei civici - primo appuntamento. "Impariamo a disegnarci" studiamo le proporzioni del nostro volto e creiamo il nostro autoritratto - segue merenda; per info e prenotazioni 0381 641636 - costo €. 5 - prenotazione obbligatoria

Sabato 26 gennaio 2013_01_26  per IL RUMORE DELLA MEMORIA Shoah: parole e visioni per ricordare... la Biblioteca dei ragazzi propone alle ore 10.30 la lettura di Il mestolo di Adele di Luis Ruiz Mignone e Piccolo Blu e Piccolo Giallo di Lio Lionni con riflessioni sui diritti umani. A seguire laboratorio per la costruzione del treno dei buoni ricordi.
Ingresso libero e gratuito a partire dai 6 anni di età

Martedì 29 gennaio 2013_01_29
ore 15.30 LUDOBUS in Biblioteca! Ultimo incontro con gli educatori della Caritas che ancora una volta coinvolgeranno tutti in giochi strepitosi
ore 17 letture ad alta voce per i piccolissimi: Storia di Lumacone e Giulio Coniglio fa il bagno

APERTE ancora per poco LE ISCRIZIONI PER I CORSI DI:
Costruiamo un libro e Inglese per piccolissimi - informiamo che il numero minimo di iscritti è stato raggiunto in entrambi i corsi per cui sicuramente verranno effettuati

Le Biblioteche di Vigevano si offrono di aiutare le famiglie con l'iscrizione on line alle prime classi delle scuole di ogni ordine e grado. Mettono infatti e a disposizione postazioni internet e affiancamento alla compilazione da parte del bibliotecario. Il servizio è GRATUITO ed è disponibile da martedì 22 gennaio a giovedì 28 febbraio negli orari di apertura delle biblioteche, compatibilmente con le esigenze di servizio.

"Il rumore della memoria - Shoah: parole e visioni per ricordare..."
incontro del 30 gennaio 2013_01_30 - ore 21,00 - Auditorium s.Dionigi - con il prof. Frediano Sessi, scrittore, traduttore, saggista sul tema: "Il lungo viaggio di Primo Levi. L'arresto, l'internamento a Fossoli e la deportazione verso Auschwitz" - conduce M.Antonietta Arrigoni
Città di Vigevano 
Assessorato alla Valorizzazione culturale 
Assessorato Politiche educative e giovanili

La celebrazione della giornata della memoria, riportandoci in quel periodo buio della Storia in cui la  follia umana sembrava avere avuto il sopravvento sulla ragione, deve essere soprattutto un momento di riflessione per tutti noi, in particolare per i giovani che sono il futuro della nostra società. È importante tener ben presente che la tragedia della Shoah non deve essere considerata dalle nuove generazioni solo un episodio drammatico della storia da studiare per un’interrogazione, ma anche e soprattutto deve insegnare loro che quella pagina orribile della storia del XX secolo, ha fatto sì che, negli anni successivi alla sconfitta del nazifascismo, nascesse una delle esperienze più democratiche della nostra storia. In quei giorni drammatici che hanno visto la morte atroce di milioni di uomini, donne e bambini, ha saputo anche risplendere la luce di migliaia di persone che, credendo in un ideale di libertà e giustizia e a rischio della loro stessa vita, hanno creato un movimento spontaneo e silenzioso che è riuscito a salvare molti innocenti.
Questo è il messaggio che tutti noi dovremmo trarre da questa tragedia immane: trovare sempre e comunque il coraggio di perseguire le proprie idee e combattere per quello che si ritiene giusto.
Il Sindaco

26 gennaio 2013_01_26 - BIBLIOTECA DEI RAGAZZI G. CORDONE - ORE 10.30
IL MESTOLO DI ADELE - Di Luis Ruiz Mignone - Letture e approfondimenti  a partire dai 6 anni di età

30 gennaio 2013_01_30 - AUDITORIUM S. DIONIGI - ORE 21.00
Presentazione del libro 
IL LUNGO VIAGGIO DI PRIMO LEVI. L’ARRESTO, L’INTERNAMENTO A FOSSOLI E 
LA DEPORTAZIONE VERSO AUSCHWITZ
Incontro con l’autore, Prof. Frediano Sessi,  scrittore, traduttore, saggista; Professore di Sociologia generale 
presso l’Università di Brescia e Direttore Generale della Fondazione Università di Mantova 
Conduce l’incontro la Prof.ssa Antonietta Arrigoni - Liceo Cairoli di Vigevano

31 gennaio 2013_01_31 - CAVALLERIZZA DEL CASTELLO - ORE 10.00
LA SHOAH ATTRAVERSO LA STORIA TACIUTA DI PRIMO LEVI
Il Prof. Frediano Sessi, incontra gli studenti delle scuole secondarie di 1° e 2° grado di Vigevano
A conclusione si terrà la premiazione dei migliori elaborati del Concorso “Dalla Shoah alla pace”
Per informazioni e prenotazioni gruppi classe tel.0381 299331

01 febbraio 2013_02_01 - BIBLIOTECA CIVICA MASTRONARDI, SALA FRANZOSO - ORE 21.00
LA SHOAH E IL PERDONO  
Incontro a cura dell’ Associazione Culturale delle Genti Lucane.
Interverranno il Prof. Giuseppe Vico, pedagogista e la Prof.ssa Caterina Cotta - Liceo Cairoli di Vigevano

08 febbraio 2013_02_08 - BIBLIOTECA L. MASTRONARDI, SALA FRANZOSO - ORE 21.00
Film in Biblioteca - VENTO DI PRIMAVERA - Francia, 2010 - Regia Roselyne Bosch  
LA FIAMMA DELLA MEMORIA di Elena Crosio - Messa in scena da Associazione Culturale di volontariato Il Grillo Onlus - AUDITORIUM MUSSINI, V.LE LIBERTÀ, 25

Tutti gli appuntamenti  sono ad ingresso libero per informazioni tel. 0381 70149




2013_01_30 ESORDIO DEI COMICI CON LILLO e GREG


Teatro Fraschini di Pavia 

Stagione 2012/2013

Mercoledì 30 gennaio 2013_01_30 ore 21.00

LILLO e GREG

Si apre la rassegna “Il Teatro che ride” con la coppia Lillo e Greg mercoledì 30 gennaio 2013_01_30 alle ore 21.
Sketch & Soda è uno spettacolo che racchiude in sé alcuni tra gli sketch più divertenti dell’ultima produzione di Lillo & Greg. Un’ora e mezza di risate sulla corda tesa in equilibrio tra una comicità surreale e un grottesco e cinico umorismo con cui  si passano in rassegna i vizi dell’animo umano.
Lo show passa con scanzonata leggerezza dalla satira pungente a territori surreali a metà tra sogno e realtà, con ritmo veloce.
“Numeri” del loro scoppiettante repertorio come “L’Audizione” con un esilarante carosello di parole senza un confine preciso tra la battuta e la situazione reale.
In ‘Calcola’, invece, due individui inscenano una sorta di gara verbale sugli episodi più incredibili che sono capaci di fare, fino a superare la realtà.
Nel ‘Latte Quiz Show’ un presentatore televisivo (Greg), durante un quiz telefonico incappa in due
singolari massaie ed un maniaco-molestatore telefonico (Lillo).
Il divertente ‘Disco boom’ ambientata in un negozio di dischi dove l’acquirente, per far capire
al venditore quale disco sta cercando inizia a cantarne il motivo, fino all’intera esecuzione…
Tanti e unici questi brevi ‘atti’ che descrivono l’animo umano, le piccolezze e le
stranezze che ci circondano.
Ad accompagnare i due attori sul palco c’è l’attrice VANIA DELLA BIDIA.
BIGLIETTERIA
I biglietti dello spettacolo sono in vendita al Teatro Fraschini
Costo da 24 euro a 7 euro.
Orari di apertura di biglietteria: dalle 11 alle 13  e dalle 17 alle 19 (da lunedì a sabato). Telefono: 0382/371214
fondazione Teatro Fraschini - C.so Strada Nuova 136 - 27100 Pavia

Ciclo di incontri sugli ultimi quattro secoli di musica con Adriano Bassi


Associazione culturale Accademia del tempo libero
CORSO
DA J.S.BACH A VASCO ROSSI:
STORIA DELLA MUSICA RACCONTATA E ASCOLTATA
Maestro Adriano Bassi
PRIMO INCONTRO ( 5 marzo 2013_03_05 - ore 18.00/19.30)
1600
Nel primo incontro serata si svilupperà un percorso conoscitivo riguardante il XVII° secolo con spiegazioni riguardanti le mutazioni stilistiche che in quel periodo hanno contraddistinto la musica senza disgiungerla dalle altre arti e discipline.
Si inizierà dal Madrigale passando attraverso il grande compositore Caudio Monteverdi per comprendere profondamente la condizione sociale del musicista che operava prevalentemente alla corte dei nobili, senza trascurare la musica strumentale e la musica da ballo, elemento significativo del secolo.
Inoltre l’aneddoto sarà utilizzato come momento di riflessione e di verifica dei cambiamenti stilistici che con Monteverdi sono avvenuti in profondità.
La rappresentazione teatrale sarà  analizzata in tutte le sue forme prendendo spunto dalle trame e dalle vicende o storie che in quel periodo venivano considerate il centro vitale dello spettacolo e della filosofia musicale intesa come oggetto significante del divertimento.
In questo modo si scoprirà  la vita quotidiana della nobiltà che si rifugiava nello spettacolo teatrale come catarsi dalla noia.
Infine si parlerà della musica luterana con i canti vicini alla cultura del popolo, concludendo con la nascita dei germi operistici analizzandola nelle sue evoluzioni stilistiche.
Anche la musica sacra avrà  uno spazio estremamente significativo con l’avvento di modifiche al testo e alla notazione musicale.
I nomi citati verranno studiati  nelle loro più profonde pieghe stilistiche ed umane cercando di capire la loro filosofia e i loro limiti e debolezze.
Il tutto verrà accompagnato da ascolti registrati o con esempi dal vivo al pianoforte.

SECONDO INCONTRO
1700
(12 marzo 2013_03_12 - 18.00/19.30)
Verranno sviluppate le tematiche relative al XVIII ° secolo considerando come punti di riferimento due compositori vitali per l’evoluzione della storia musicale e cioè  J.S.Bach e G.F.Haendel . Verrà fatta una comparazione approfondita fra i due musicisti cercando di cogliere le differenze compositive ma anche le diversità nel carattere e nella scelta di vita privata.
Fra Bach e Haendel ci fu una netta divisione non solo musicale ma anche filosofica , poiché per il primo la musica era l’unica possibilità per dialogare con Dio , mentre per il secondo la musica era un prezioso tramite per raggiungere il successo e la ricchezza.
Ci si addentrerà nel concetto di musica descrittiva con le grandi scuole di A. Vivaldi, D. Scarlatti e A Corelli , dove l’attenzione per la natura ed i suoi suoni cominciarono ad occupare uno spazio importante nell’osservazione dei compositori. Inoltre il compositore stesso incominciò a voler riprodurre con gli strumenti e perciò con determinati effetti artificiali i suoni della natura, riuscendovi, oppure lavorando espressamente sull’aspetto psicologico .Il mondo della Sinfonia la farà da protagonista considerando la mastodontica evoluzione di questa fondamentale struttura della musica.
Mozart sarà sempre al centro dell’incontro anche se diventerà spunto per comprendere le numerose evoluzioni musicali che contraddistinguevano il periodo settecentesco.
Il personaggio di W. A. Mozart verrà studiato e analizzato attraverso l’analisi del suo carattere , la conoscenza del suo importante epistolario.
Inoltre anche la musicoterapia non verrà dimenticata, dato che ultimamente da più parti molti musicologi e scienziati asseriscono che la musica mozartiana ha delle possibilità curative.
La voce “committenza” avrà  un’importanza vitale nell’evoluzione politico-sociale del 1700 proprio nello studio e analisi del Melodramma . Da tutto ciò scaturirà  la nuova figura dell’Impresario teatrale che avrà il suo primo germe dopo la Rivoluzione francese e progredirà nel proprio cammino fino ai giorni nostri con tutte le evoluzioni determinate dai cambiamenti della società poiché egli fu sempre attento osservatore e giudice dei cambiamenti , anche drammatici, del suo tempo. Il titolo del nostro incontro, sempre provocatorio , ci offrirà lo spunto per identificare esattamente il concetto di sordità sia fisica che spirituale.

TERZO INCONTRO
1800
(19 marzo 2013_03_19 - 18.00/ 19.30)
Si tratterà del Grand- Opera e dell’Opera Comique , importante e naturale evoluzione del Melodramma partito nei secoli precedenti fino a raggiungere la sua apoteosi nell’Ottocento e la sua decadenza nella prima metà del Novecento. Si parlerà dei Salotti musicali , vitali protagonisti del mondo della musica e non solo, dove si creavano e consolidavano amicizie, politica e potere e prenderemo in considerazione nomi illustri della musica quali F. Chopin , F. Liszt ed altri ancora.
Un nome e un argomento a parte lo meriterà N. Paganini evidenziando la sua difficile e introversa personalità unita al proverbiale virtuosismo che caratterizzò la famosa frase : “Paganini non ripete” e che ha una sua risposta molto precisa.
Si parlerà del Poema sinfonico , della filosofia in musica e l’evoluzione dell’opera tracciando un profilo dell’Operetta.
All’appello non potranno mancare i nomi di G. Rossini ( con il suo famoso silenzio) , studiando lo stile operistico di netta derivazione mozartiana e S. Mercadante, G. Donizetti, V. Bellini con lo sviluppo completo e articolato del personaggio di G. Verdi con tutte le sue problematiche e vicissitudini familiari, accomunandolo nell’analisi a R. Wagner.

QUARTO INCONTRO
1900 –  2000
(26 marzo 2013_03_26 – 18.00/19.30)
XX° e XXI° secolo , fase importante e centrale del passaggio dalla musica colta ad altri generi quali il jazz, la musica folkloristica e la musica leggera. E’ proprio in questo secolo che la musica leggera inizia ad avere un’importanza significativa nel panorama musicale e da questa nuova realtà sfocerà una nuova figura , quella dell’arrangiatore , del cantautore che prenderà spunto dalla figura medioevale del cantastorie. Si evidenzieranno le problematiche che hanno portato alla frattura nella musica classica fra il vecchio e il nuovo sistema di scrittura e di composizione , citando e analizzando la Scuola di Vienna e personaggi quali A. Schoenberg, A. Berg, considerando nel percorso anche le altre nazioni quali la Francia con E. Satie , C. Debussy, M. Ravel oppure la Germania con K. Weil , le quali sono uscite volutamente e coscientemente dalle logiche dell’Accademia per spingersi nel mondo del Night, del Cabaret e in altre forme di spettacolo che nel passato venivano condannate. Quindi un ampliamento ed un arricchimento della musica andando oltre i vecchi schemi.
L’America con G. Gershwin, il Melodramma italiano con G. Puccini saranno spunto di importanti analisi con incursioni nel mondo del jazz e della musica leggera con C. Baglioni , L. Battisti, V. Rossi ed altri ancora non trascurando i Beatles…

CONCLUSIONE
Negli incontri cercheremo di porre il problema dell’esistenza della musica come certezza e divertimento , cercando di trovare una risposta esaustiva che possa andare bene al nostro modo di sentire e di vedere le cose. Ne discuteremo!


ASSOCIAZIONE CULTURALE
ACCADEMIA DEL TEMPO LIBERO – VIA VITRUVIO 41 Milano
TEL. 02-66987091/2


2013_01_29 COMPAGNIA DECONSTRUCTIONS DI DANIEL EZRALOW


martedì 29 gennaio 2013_01_29 alle ore 21 
Teatro Fraschini Pavia
STAGIONE DI DANZA
COMPAGNIA DECONSTRUCTIONS DI DANIEL EZRALOW
La stagione di Danza del Fraschini prosegue con il secondo appuntamento in cartellone martedì 29  gennaio alle ore 21 dal titolo 
OPEN
con la Compagnia diretta dal coreografo Daniel Ezralow.
In scena Chelsey Arce, Dalila Frassanito, Santo Giuliano, Stephen Hernandez, Kelsey Landers, Re'Sean Pates, Marlon Pelayo, Anthea Young


Con “Open” il coreografo americano rende omaggio allo spirito democratico americano,  e lo fa  attraverso un’originale selezione del repertorio della sua carriera, con quadri fulminanti. E’ anche un inno alla libertà creativa,  perché è costruito con l’impegno della sua nuova compagnia, che prende il nome di Deconstructions, proprio per questa naturale propensione di Ezralow alla destrutturazione degli schemi.
La messa in scena inizia con una dimensione metropolitana per evolvere verso uno schema più libero e meno imbrigliato. Motivo conduttore sarà la musica classica,  che ha una funzione basilare, quella cioè di “risvegliare il corpo”: le musiche  spaziano da Beethoven a Wagner, passando per Ciajkovskij.
Assistente alle coreografie è Michael Pena che ha collaborato con vari artisti e importanti progetti tra cui Paul McCartney e Anastacia. Ha partecipato agli MTV Awards per Rihanna e in "Austin Powers". Per la televisione e il cinema ha partecipato anche ad "Avatar", "The Office", "Trueblood" "Madmen". E’ stato coreografo per Nickelodeon e per Disney. In Italia, Michael ha lavorato con Daniel Ezralow in diverse stagioni di “Amici”, per il Festival di Sanremo, nel tour italiano di "Cats" della Compagnia della Rancia e ha firmato le coreografie “Il Mondo in Un Secondo Tour” di Alessandra Amoroso.
Daniel Ezralow, artista cinquantaseienne, di origine ebrea, figlio di un russo e di una polacca scappata in Palestina al tempo del nazismo, è cresciuto a Los Angeles. Si è avvicinato alla danza giovanissimo studiando  a UC Berkley in California. Nella memoria collettiva del pubblico è tra i protagonisti di due formazioni leggendarie, Momix (di cui è uno dei fondatori) e ISO (acronimo di I’m So Optimistic) e da sempre è sinonimo di agilità, stupore, fantasia. Spicca da subito come ballerino solista, ma il suo estro creativo lo porta a firmare balletti per molti festival e prestigiose compagnie (Hubbard Street Dance Company Chicago, Paris Opera Ballet,  Maggio Musicale Fiorentino e molte altre formazioni prestigiose). L’Italia è sempre stata “una seconda patria”. Qui lavora per il musical “Tosca” di Lucio Dalla,  in televisione per Adriano Celentano, Maria De Filippi, il Festival di Sanremo e Fiorello. Prende parte alla realizzazione di film (“La visione del sabba” di Marco Belloccio, “L’ultimo concerto” di Francesco Laudario, “Un complicato intrigo…”di Lina Wertmuller, “Ulisse” di Vittorio Gassman, “Casa ricordi” di Mauro Bolognini).

BIGLIETTERIA
I biglietti dello spettacolo sono in vendita al Teatro Fraschini dal lunedì al sabato
Costo: da 30 euro a 7 euro.
Orari di apertura di biglietteria: dalle 11 alle 13  e dalle 17 alle 19 (da lunedì a sabato). Telefono: 0382/371214
Sono riconosciute riduzioni, oltre che di legge, anche per le scuole e gli studenti universitari.
Tutti i prezzi sono pubblicati sul sito www.teatrofraschini.org
ACQUISTO ON LINE
Call center Vivaticket by Charta 899.666.805
Call center 89.24.24 Pronto PagineGialle 
Fondazione Teatro Fraschini 
fondazione Teatro Fraschini - C.so Strada Nuova 136 - 27100 Pavia 

LaVerdi e il Bicentenario Verdiano


domenica 27 gennaio 2013_01_27alle ore 12
Grand Hotel et de Milan, Via Manzoni, 29 -  Milano
RICORDO DI GIUSEPPE VERDI
L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

Giuseppe Verdi moriva il 27 gennaio alle ore 2 e 55 nella sua stanza dell’Hotel et de Milan che era diventata la sua casa.  
Aveva 87 anni.
Le lunghe ore della sua agonia furono vissute da tutti i milanesi con partecipazione e affetto (basti pensare alle carrozze che erano state “silenziate” avvolgendo delle pezze intorno agli zoccoli dei cavalli e spargendo paglia sul pavè della strada per non disturbare il maestro quando passavano per la Via Manzoni) e i suoi funerali videro la partecipazione commossa di tutta la città.

Nel giorno della sua morte, l’Orchestra Verdi ricorderà il Maestro partecipando a due eventi.
Il mattino di domenica 27 gennaio 2013_01_27alle ore 12, nella hall dell’Hotel et de Milan di via Manzoni verrà eseguito il Quartetto in mi minore composto da Verdi a Napoli nel 1873 e rappresentato per la prima volta davanti a un gruppo di amici. Al termine dell’esecuzione il Maestro esclamò: “Bello o brutto che sia, questo è comunque un vero quartetto!”.
La musica da camera composta da Verdi ebbe subito un discreto successo al di fuori dell’Italia, mentre nel nostro paese dovette attendere il 1901 per la “prima” ufficiale a Milano.

Il brano di Verdi sarà eseguito dal Quartetto d’archi de laVerdi composto da
Luca Santaniello, Lycia Viganò - violino
Gabriele Mugnai - viola
Mario Shirai Grigolato - violoncello

domenica 27 gennaio 2013_01_27, alle ore 20.30
Teatro Verdi di Busseto
RICORDO DI GIUSEPPE VERDI
La sera di domenica 27 gennaio, alle ore 20.30, presso il Teatro Verdi di Busseto laVerdi parteciperà con un concerto all’inaugurazione delle celebrazioni del bicentenario Verdiano. 
I Parte:
Giuseppe Verdi: "Quartetto"
Luca Santaniello, Lycia Viganò - violino
Gabriele Mugnai - viola
Mario Shirai Grigolato - violoncello
 
II Parte:
Giuseppe Verdi:
'O Signore dal tetto natio' - I Lombardi alla I Crociata
'Gli arredi festivi' - Nabucco;
'La Vergine degli Angeli' - Forza del Destino
Interludio pianistico: Franz Liszt 'Grande parafrasi da concerto su Ernani di Verdi'
Giuseppe Verdi:
'Si ridesti il Leon di Castiglia' - Ernani;
'Le zingarelle' - Traviata;
'Patria oppressa' - Macbeth;
'Chi del gitano' - Il Trovatore
Luigi Ripamonti, pianoforte
Erina Gambarini, Maestro del Coro
Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi

Biglietto €15,00 (posto unico)
acquistabile presso l'Ufficio Turistico di Busseto.
 
Per informazioni: 
tel. 0524 92487

2013_01_24 Mendelssohn e Brahms in programma all'Auditorium di Milano

STAGIONE SINFONICA - MENDELLSOHN E BRAHMS 
giovedì 24 gennaio 2013_01_24, ore 20.30
sabato 26 gennaio 2013_01_26, ore 20 CAMBIO DATA
domenica 27 gennaio 2013_01_27, ore 16
Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Gustav Mahler


Brahms e Mendelssohn: due giganti della musica dell’ottocento sono protagonisti del quarto concerto della Stagione Sinfonica delaVerdi.
Di Brahms ascolteremo il Concerto n.1 in Re minore per pianoforte e orchestra con il solista Roberto Prosseda,
A seguire la sontuosa Quinta Sinfonia, universalmente conosciuta come La Riforma del secondo, scritta da Mendellsohn per la celebrazione del trecentesimo anniversario della Confessione di Augusta (1530), prima esposizione ufficiale dei principi del protestantesimo luterano, divenuta nel tempo una sorta di “manifesto musicale” del luteranesimo.
A dirigere l’Orchestra Verdi il Maestro Jader Bignamini

ascolta la presentazione audio>>
acquista il biglietto>>

ATTENZIONE AL CAMBIO DATA
Contrariamente agli altri concerti della stagione sinfonica la replica del venerdì è spostata al sabato in quanto venerdì 25 gennaio l’Auditorium ospiterà il concerto per l’apertura dell’Anno Giudiziario.

laVerdi replica il concerto a Lecco al Teatro Sociale mercoledì 23 gennaio 2013_01_23 alle ore 20.30

APERTURA ANNO GIUDIZIARIO
venerdì 25 gennaio 2013_01_25, ore 21.00
Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo MahlerPer il terzo anno consecutivo l'Auditorium di Milano ospiterà il concerto per l'apertura dell'Anno Giudiziario.
Sul palco, la Corale Polifonica Nazariana, diretta da Lucio Nardi, che nel 2013 festeggia i 25 anni dalla fondazione.
Alla serata parteciperanno, tra gli altri, il Procuratore generale Manlio Minale, il Presidente della Corte d'Appello Giovanni Canzio, il Presidente dell'ordine degli Avvocati Paolo Giuggioli.
La serata è a inviti, che possono essere ritirati, fino ad esaurimento, presso l'ufficio dell'Ordine degli Avvocati, a Palazzo di Giustizia, da lunedì a venerdì (orario 9.00 - 13.00).

CRESCENDO IN MUSICA
sabato 24 gennaio 2013_01_24, ore 15.30
Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler
IMPARIAMO A COLPIRE LE PERCUSSIONI 
Dopo il successo di sabato scorso, ritorna la rassegna del sabato pomeriggio per i ragazzi, i bambini e le loro famiglie, giunta alla quattordicesima edizione.

Questa volta sono di scena  le percussioni de laVerdi.
Non solo quelle classiche come il vibrafono o la batteria, ma anche quelle “di strada” come i semplici” bidoni”.
Anche in questo caso il coinvolgimento del giovanissimo pubblico e dei loro genitori sarà “in crescendo” fino al finale decisamente coinvolgente con la Disco Music, regina degli anni ’70.
A guidare questa avventura appassionante sarà Ivan Fossati, primo percussionista de laVerdi.

Biglietti posto unico
adulti: 14.00 euro, 12.50 euro ridotto;
bambini: 7 euro
 
Per biglietti e informazioni rivolgetevi a:
tel 02/83389302; 02/83389236
 
LA MUSICA DELLA MEMORIA e MONI OVADIA 
mercoledì 30 gennaio 2013_01_30, ore 20
Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Gustav Mahler
 
Nell’ambito dell’iniziativa Costruttori di Armonie, mercoledi 30 gennaio una serata davvero speciale alla quale sono invitati tutti gli amici de laVerdi.
 
Questa speciale serata viene aperta alle ore 20 dal toccante filmato dedicato ai violini della memoria di Amnon Weinstein, il liutaio israeliano che da decenni colleziona e restaura violini appartenuti a musicisti morti nei campi di sterminio o dispersi nella Shoah. Nella sua bottega di Tel Aviv i suoi “violini della speranza” riprendono vita e tornano a suonare nelle mani di grandi musicisti.
 
Introduce il filmato Paolo Bodini, presidente della Fondazione Antonio Stradivari di Cremona.
Al seguire alle 20.30 CABARET YIDDISH  di e con MONI OVADIA.
Questo grande artista ci ha voluto regalare uno dei suoi più famosi spettacoli, il travolgente viaggio nella diaspora attraverso un alternanza continua di toni e registri: dal canto alla musica, dal racconto alla danza. Una straordinaria e coinvolgente immersione nella cultura ebraica per raccontare la condizione universale dell’Ebreo errante.

INIZIATIVE CULTURALI
giovedì 24 gennaio  2013_01_24, ore 18.30
Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, foyer del bar

Ciclo Brahms-Bruckner-Strauss. V.  BRAHMS (Concerto per piano op. 15)
Relatori: Enrico Reggiani e Vincenza Patrizia Iannone

Domenica 27 Gennaio 2013 ore 20.30, in concomitanza dell'anniversario della morte di Giuseppe Verdi, avvenuta il 27 gennaio del 1901 presso il Teatro Verdi di Busseto l’Orchestra Verdi parteciperà con un concertoall’inaugurazione delle celebrazioni del bicentenario Verdiano.
Si esibiranno il Quartetto d'archi de laVerdi e il Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi diretto dal Maestro Erina Gambarini e con Luigi Ripamonti al pianoforte.

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)