Sabato 12 novembre 2011_11_12 alle ore 21.00

Tempo Moderno 4, la Stagione Teatrale 2011/2012 del Teatro Moderno, riparte dopo il grande successo dello spettacolo di apertura: “Niente sesso, siamo inglesi!”, portato in scena dall'Accademia di TeaMus di Costermano (VR), ha registrato infatti il tutto esaurito e un alto punteggio di gradimento del pubblico nelle votazioni che assegneranno al termine della Stagione il 1° Premio “Città di Vigevano”.
Teatro Impiria di Verona
“ULTIMA CHIAMATA”
...Tu da che parte stai?
thriller in due atti di Andrea Castelletti
E’ possibile prenotare i biglietti telefonicamente (348 1127776) o comodamente online all’indirizzo www.teatroilmosaico.it; oppure, acquistarli direttamente in prevendita senza sovrapprezzo presso il Teatro ogni sabato dello spettacolo dalle 17.30 alle 18.30.
LO SPETTACOLO
Un giovane rampante del sistema politico italiano si intrattiene a telefonare alla sua amante da una cabina telefonica.
Da quella cabina non potrà più uscire, tenuto sotto tiro da un cecchino serbo che intende vendicarsi delle ingiustizie della nostra società.
L’intervento della moglie dell’uomo, della polizia e di altre figure protagoniste della vicenda amplificano il dramma in un continuo di colpi di scena.
Tutto lo spettacolo è costruito sul filo del telefono, a cui è appesa la vita dei personaggi in gioco. La cabina telefonica si trasfigura in un moderno confessionale e l’intera platea diviene scenario di inattesi accadimenti.
La situazione ad alta tensione tiene gli spettatori col fiato sospeso sino alla fine. E non tanto per il susseguirsi degli eventi, comunque imprevedibili, quanto piuttosto nel sentirsi coinvolti intellettivamente nel duello psicologico messo in scena dai due protagonisti, la vittima e l’assassino, che porta il pubblico a chiedersi continuamente da quale parte stare. Lo spessore dato ai due personaggi, il loro vissuto, le loro opere ed azioni (a)morali, li pongono infatti su un piano paritario: nessuno è innocente e nessuno è tanto colpevole da essere giudicato “il cattivo” a priori.
Idealmente e silenziosamente, la platea si dividerà quindi tra coloro che sono dalla parte del politico e coloro che sono dalla parte del cecchino. E vi sarà anche chi - battuta dopo battuta - propenderà ora per l’uno ora per l’altro.

NOTE DI REGIA
Lo spettacolo è liberamente tratto dal film “Phone booth”, da cui si è colta la situazione di base e lo sviluppo narrativo, mentre i personaggi e i dialoghi sono stati reinventati, sdoganando l’opera dal contesto americaneggiante del film per avvicinarla al gusto ed al sentire del pubblico italiano.
L’obiettivo di questo progetto teatrale è duplice: da una parte, si vuole stimolare un dibattito sulla credibilità del mondo della politica, reo di non operare negli interessi della collettività ma secondo logiche ed equilibri interni al sistema stesso. Dall’altra, lo scopo è emozionare, ossia riuscire a far provare allo spettatore forti emozioni che non si aspetterebbe di provare in teatro.
La prima operazione è stata, quindi, quella di avvicinare i personaggi ad una situazione reale che ciascuno di noi vive, con partecipazione, nel quotidiano.
Dopodiché, per far sentire il pubblico ultroneamente coinvolto anche fisicamente - oltre che intellettivamente – lo spazio scenico in cui si svolge il dramma viene imprevedibilmente esteso a tutto il teatro (palco e platea), andando ad avvolgere gli spettatori e fagocitandoli nell’azione. Lo spettatore si sentirà dentro il dramma, con la testa, col cuore e con tutto il corpo.

LA COMPAGNIA (www.teatroimpiria.net)
Il Teatro Impiria è composto da attori di esperienza provenienti da diverse compagini veronesi e da attori dai trascorsi semiprofessionali.
Caratteristica propria del nostro progetto teatrale è il coinvolgimento di diversi artisti (attori, registi, musicisti, autori e compositori), nonchè diverse forme d’arte per le nostre produzioni, mirando alla realizzazione di spettacoli di pregevolezza per qualità e dimensione artistica.
La produzione teatrale di Teatro Impiria si caratterizza per proposte di testi teatrali non rappresentati, drammaturgie originali, riduzioni di soggetti non teatrali.
La compagnia nasce nel dicembre del 2005, costituendosi nell’ambito della Associazione Culturale San Marco.
Il Teatro Impiria, è una realtà che in questi ultimi anni si sta imponendo all’attenzione degli operatori per la bontà delle numerose iniziative e manifestazioni promosse, tutte distinte per la professionalità e qualità con cui sono state realizzate e per il successo raccolto, riscontrando i consensi della critica e del numeroso pubblico sempre convenuto nelle varie occasioni.
Negli anni molti sono stati i riconoscimenti ottenuti dalla Compagnia, in particolare con il celeberrimo “Rumori fuori scena”.
Tempo Moderno 4 è realizzato in collaborazione con:
Portmoka - Studio Tecnico Biessequadro - Cattaneo Marcellino
Associazione Culturale Il Mosaico
Teatro Moderno, Via S.Pio V 8
27029 Vigevano (PV)
Tel. 348 1127776
info@teatroilmosaico.it
www.teatroilmosaico.it
teatro@gliantinati.it
www.gliantinati.it

2011_11_20 Scala Milano cambio di programma

Domenica 20 novembre 2011_11_20
Teatro alla Scala Milano
Concerto per pianoforte
Omaggio a Liszt
Michele Campanella, piano
Per una indisponibilità sopravvenuta, il recital del 20 novembre 2011_11_20 non sarà più sostenuto dalla pianista Yuja Wang, ma da Michele Campanella. Il concerto, che rientra nel Ciclo Omaggio a Liszt, è in parte mutato anche nel programma, che risulta ora interamente dedicato al musicista ungherese: Années de pèlerinage. Troisième Année R. 10e nella prima parte e Sonata in si minore R.21 nella seconda.

Michele Campanella è considerato internazionalmente come uno dei maggiori virtuosi e interpreti di Liszt, alla cui musica ha infatti dedicato tutti i suoi concerti solisti dell’anno 2011, bicentenario lisztiano.

Campanella, che già nell’ottobre scorso ha avuto modo di suonare lo Steinway della Scala, ultimo strumento appartenuto a Liszt e da poco meravigliosamente restaurato, dimostra la sua “lisztianità” mettendo in locandina tutti e sette i brani del terzo Anno degli Années, raramente eseguiti proprio per la loro difficoltà: Angelus! Prière aux anges gardiens; Aux cyprès de la Villa d’Este, «thrénodie» n. 1; Aux cyprès de la Villa d’Este, «thrénodie» n. 2; Les jeux d’eau à la Villa d’Este; Sunt lacrymae rerum, «en mode hongrois»; Marche funèbre; Sursum corda. Erhebet eure Herzen.

Concerti nella Chiesa di Ponte Sant'Angelo

Piazza Ponte Sant'Angelo, Roma
(Castel Sant'Angelo)

Venerdì 18 novembre 2011_11_18 ore 19.00
Marco Algenti violoncello
Angelo Aliberti pianoforte
musiche di Piazzolla, Stravinsky, Casella

Sabato 19 novembre 2011_11_19 ore 19.00
Maurizio Orefice flauto
Fabiana Biasini pianoforte
musiche di Bach, Vivaldi, Rossini, Donizetti

Domenica 20 novembre 2011_11_20 ore 21.00
Rossini Open Trio
Marco Marzocchi pianoforte
Andrea Montefoschi flauto
Marco Dionette fagotto
musiche di Beethoven, Rossini, Donizetti, Morlacchi

dopo il concerto sarà offerto dalla cantina Gentili in Toscana dell'ottimo vino rosso.
per informazioni e prenotazioni: tel.: 389.1533055

2011_11_12 Organi del Castello Sforzesco - Milano

Sabato 12 novembre 2011_11_12
Museo Degli Strumenti Musicali del Castello Sforzesco  - Milano
Sala della Balla Piazza Castello, Milano
Le voci della città
concerti e visite guidate per riscoprire Milano e il suo ricco patrimonio d'arte e di storia
Gli Antichi Organi del Castello
Matteo Galli, organi e narrazione
Un percorso fra musica e parola dedicato alla riscoperta degli antichi organi custoditi in Sala della Balla.
Ingresso + visita libera del Museo
Euro 3,00 Ridotti 1,50

Una stimolante conversazione concerto che permette la riscoperta del funzionamento di questi interessantissimi strumenti musicali originali. Si tratta di organi di piccole dimensioni, perfettamente restaurati, quindi funzionanti in ogni parte. Il pubblico può ascoltare il concerto e osservare direttamente i particolari costruttivi da vicino. Si tratta di una condizione favorevolissima che solo in un museo è possibile ricreare e che rende l'appuntamento un'occasione didattica da non perdere.  Il programma musicale permette al pubblico di esplorare tutta la tavolozza timbrica dei due piccoli strumenti. Si tratta certamente di un'occasione particolare che permette di toccare direttamente con la propria mano il variegato mondo sonoro della "dimensione organo" che racchiude sotto il mantello di un unico nome una varietà di strumenti che in comune possono avere solo il principio fisico di emissione del suono. Canne, tastiera e vento. Ad esempio, pochissimo in comune può esserci, fra gli organi del castello, unici nel loro genere, e gli strumenti sinfonici delle chiese milanesi. Trecento canne contro diverse migliaia! Eppure questi strumenti, piccoli, autentici spiccano per la loro completa originalità.

I ticket d'ingresso si acquistano alla biglietteria del Museo
Consigliamo di raggiungere il Castello con un sufficiente margine di anticipo
I posti disponibili in Sala delle Balla sono limitati e il percorso per raggiungere il luogo dell'incontro musicale può richiedere alcuni minuti
INFO:
Le Voci della Città
info@levocidellacitta.org
tel 02. 3910 4149
www.levocidellacitta.org

2011_11_19 Musica sacra, quattro concerti per Vox Organi

Sabato 19 novembre 2011_11_19 ore 21.00
Chiesa di San Bartolomeo a Cassolnovo
Musicae Sacrae Disciplina
Manuel Signorelli, organo
Beatrice Oteri, flauto
Musiche di Bach a Franck, Telemann.
 
L'associazione Culturale Vox Organi di Vìgevano presenta una nuova rassegna, di musica organistica intitolata Musicae Sacrae Disciplina. L'obiettivo è di sottolineare i diversi momenti dell'anno liturgico. con altrettanti concerti in cui l'organo sarà protagonista unico o con l'accompagnamento di altri strumenti musicali e della voce umana.
In preparazione all'Avvento, il primo concerto della rassegna vedrà protagonisti l'organista Manuel Signorelli e la flautista Beatrice Oteri in Bach a Franck, passando per Telemann.
L'appuntamento è fissato per sabato 19 novembre alle ore 21 presso la chiesa di San Bartolomeo a Cassolnovo, La rassegna proseguirà con altri tre concerti che saranno dedicati al Natale, alla Quaresima e alla Pasqua. Come per tutti gii eventi di Vox Organi, l'ingresso è gratuito.
Info: www.voxor-gani.it, tel. 339-6470217.
 

2011_12_18 Vespri di Mozart

Domenica 18 dicembre 2011_12_18
Crema, Chiesa di San Bernardino ore 21.00
Evento promosso in collaborazione col Centro Culturale Diocesano “G. Lucchi”
finalizzato alla raccolta fondi per i restauri della Cattedrale

Wolfgang Amadeus MOZART
Vesperae solemnes de confessore K339

Solisti: Lucrezia Drei, Roberto Quintarelli,
Angelo Arpini, Nicolò Bartoli
Coro e Orchestra del Collegium Vocale di Crema
Direttore Giampiero Innocente
www.collegiumvocale.it

2011_11_11 Romeo e Juliette di Gounod arriva al Grande di Brescia

Venerdì 11 Novembre 2011 ore 20.30
Domenica 13 Novembre 2011 ore 15.30
Teatro Grande Brescia
Charles Gounod
Roméo et Juliette
Direttore: Michael Balke
Scene e Regia: Andrea Cigni

CAST
Juliette: Serena Gamberoni
Stephano: Silvia Regazzo
Gertrude: Nadiya Petrenko
Roméo: Jean-Francois Borras
Tybaly: Saverio Fiore
Benvolio: Marco Voleri
Mercutio: Mihail Dogotari
Paris: Francesco Musinu
Gregorio:Romano Dalzovo
Capulet: Taihwan Park
Frère Laurent: Abramo Rosalen (nella foto)
Le Duc de Vérone: Carlo Di Cristoforo

Gli artisti della agenzia Aliopera Milano, Abramo Rosalen, Taihwan Park e Marco Voleri, si esibiscono questa sera ne "Roméo et Juliette" nei rispettivi ruoli di Frère Laurent, Capulet e Benvolio.
L’opera di C. Gounod costituisce un’importante appuntamento per il pubblico del Grande: questo Roméo et Juliette manca infatti dal cartellone bresciano da ben 99 anni.

2011_11_11 Solidarietà per il Giappone

laVERDI Milano
Venerdì 11 novembre 2011 dalle 19 alle 21
Presso Frigoriferi Milanesi, via G.B. Piranesi 10, Milano
I Frigoriferi Milanesi hanno il piacere di  invitarvi a "Undici Arie per Sendai", serata di raccolta fondi destinati alla ricostruzione dell'Auditorium di Sendai - Giappone - distrutto dal terremoto dell'11 marzo 2011.
Alla serata parteciperanno diversi artisti giapponesi:
Setsuko Watanabe, mezzo soprano, accompagnata al pianoforte da Sugiko Chinen, canterà undici arie su poesie giapponesi di Shoya Saito.
L'Ikebana e lo spirito giapponese saranno raccontati dal Centro di Cultura Giapponese.
Akiko Kozato dirigerà il Coro delle Voci Bianche Giapponesi, accompagnato al pianoforte da Sugiko Chinen.

Esposizione fotografica di Yamamoto Masao (visitabile su appuntamento scrivendo a Info@frigoriferimilanesi.it  dal 7 al 13 novembre 2011).
L'iniziativa è ideata, organizzata e promossa da C.P.S.M. Corsi Popolari di Musica, con il patrocinio del Consolato Generale del Giappone a Milano e con la partecipazione di Motoko Tanaka, presidente dell'Associazione L'Isola della Speranza.

L'ingresso è a offerta libera con obbligo di prenotazione a: info@frigoriferimilanesi.it  o info@cpsm.net 

2011_11_13 laVERDI BAROCCA

laVERDI BAROCCA
domenica 13 novembre 2011_11_13 ore 11
Auditorium di Milano Fondazione Cariplo
10 matinée domenicali dirette da Giuseppe Grazioli che, insieme all'Orchestra Verdi, ci condurranno in un viaggio attraverso la storia della musica in cui verranno messi a confronto musicisti maggiormente eseguiti, accanto ad altri più raramente eseguiti. 
Il quarto incontro è dedicato a Schubert Clementi, Krommer. Clarinetti solisti Raffaella Ciapponi e Fausto Ghiazza.
acquista ora>>
vai alla scheda>>

2011_11_11 Appuntamenti in Auditorium Mahler Milano

STAGIONE SINFONICA LA VERDI MILANO
venerdì 11 novembre 2011_11_11 ore 20.00
sabato 12 novembre 2011_11_12 ore 20.30
domenica 13 novembre 2011_11_13 ore 16
 

Auditorium di Milano Fondazione Cariplo
Tra Beethoven e Rossini rivisitato da Britten  
Zhang Xian, direttore musicale dell'Orchestra Verdi, torna sul podio de laVerdi con un programma singolare e affascinante dopo una  trasferta all'estero che l'ha vista impegnata in Scozia e negli Stati Uniti. Si comincia con Rossini, di cui laVerdi eseguirà la popolarissimaOuverture del Guglielmo Tell,  per passare a Britten, che rivisita le Matinées Musicales e le Soirées Musicales (rispettivamente da Rossini op. 24 e da Rossini op. 9) per concludere con la Settima Sinfonia di Beethoven
Tale programma, con la sola esclusione di Britten, sarà eseguito dall'Orchestra Verdi a Francoforte, il prossimo 17 novembre, nel'ambito dei Cultural Days della Banca Centrale Europea. 

 
INIZIATIVE CULTURALI 
venerdì 11 novembre 2011_11_11 ore 18
 
Auditorium di Milano Fondazione Cariplo
Ciclo "Cultura musicale britannica e irlandese".
Il Rossini di Benjamin Britten: Soirées Musicales op. 9 (1936) e  Matineés musicales, op. 24 (1941).
Relatore: Prof. Enrico Reggiani, Università Cattolica
Ingresso libero 
 
IL BUFFET AL CONCERTO
Un'ora prima dei concerti è disponibile un buffet presso il bar dell'auditorium al prezzo di 12 euro.


2011_11_08 laVERDI BAROCCA da Lecco a Milano

laVERDI BAROCCA
Martedì 8 Novembre 2011_11_08 ore 20.30
Auditorium Camera Di Commercio di Lecco via Tonale 28/30 

Mercoledì 9 novembre 2011_11_09 ore 20.30
Auditorium di Milano Fondazione Cariplo 

Non poteva che cominciare con due grandi classici la terza stagione de laVerdi Barocca. Infatti l'ensemble di musica barocca, fondato e diretto dal maestro Ruben Jais, sarà impegnato in un programma all'insegna di due mostri sacri del periodo barocco: Antonio Vivaldi (1678–1741) e Johann Sebastian Bach (1685-1750). Del compositore veneziano saranno eseguite Le Quattro Stagioni, mentre del genio di Eisenach si eseguiranno il primo e il terzo Concerto Brandeburghese.

Per il 1° concerto Brandeburghese è stato messo a disposizione dalla 'Heyligers Violin House' di Cremona -(http://www.heyligerscremona.com) un violino piccolo originale (c.1750) che suonerà il M° Gianfranco Ricci, spalla della formazione barocca.  
    
acquista ora>>
vai alla scheda>>
leggi il comunicato stampa>>

2011_11_08 STAGIONE SINFONICA LA VERDI MILANO

CONCERTO DEL CIRCOLO CULTURALE ITALO POLACCO
martedì 8 novembre 2011_11_08 ore 21 

Auditorium di Milano Fondazione Cariplo 
Il Circolo Culturale Italo Polacco in Lombardia, come ogni anno, rinnova la sua collaborazione con laVerdi organizzando all'Auditorium di Milano Fondazione Cariplo il recital pianistico da Scarlatti a Liszt.
Il concerto è un omaggio ai 150 anni dell'Unità d'Italia in occasione della Presidenza della Polonia al Consiglio della UE.
Saranno eseguiti brani di Scarlatti, Mozart, Liszt, Chopin
Al pianoforte Marcin Koziak dell' Accademia Musicale di Cracovia

Acquista ora >>
vai al programma>>

2011_11_17 Magenta all'ospedale la musica allieta i pazienti

Giovedì 17 novembre 2011_11_17 ore 16.00
LA MUSICA VICINO AL MALATO
ciclo di concerti mensili nel Reparto di Medicina
Presso il soggiorno appena ristrutturato del Reparto di medicina, al nono piano
Maddalena Miramonti, pianoforte
Il programma è "a sorpresa", con brani che la pianista annuncerà in diretta ai pazienti.
INGRESSO LIBERO

Al Fornaroli di Magenta la musica sale fino ai reparti per essere più vicina al malato e ai familiari in visita con il ciclo di concerti pomeridiani inaugurato il 28 ottobre scorso.
I concerti in reparto si affiancano così a quelli proposti la sera nella Sala Rotonda dell'ospedale, aperti anche al pubblico esterno.
Giovanissima, classe 1989, Maddalena Miramonti si è diplomata quest'anno a pieni voti al Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Milano.
Già nota al pubblico magentino con esibizioni da solista al teatro Lirico della città, da anni forma un affiatato duo col fratello violinista in concerti tenuti in varie città d'Italia e all'estero.
Grazie al servizio di accompagnamento dei Volontari delle associazioni AVO, Croce Bianca e Aicit di Magenta anche i ricoverarti degli altri reparti del Fornaroli potranno assistere al concerto.
Una simpatica "merenda" preparata dai cuochi dell'Azienda ospedaliera renderà l'atmosfera gustosa e quasi di casa.
Prossimo appuntamento l'1 dicembre col pianista Luca Scaccabarozzi.

2011_11_18 Annunciata in concerto con Sergio Delmastro

Venerdì 18 novembre 2011_11_18 alle ore 21
Chiesa dell'Ex Convento dell'Annunciata - ABbiategrasso
CONCERTO PUBBLICO
Accademia della Annunciata
Dirigerà l'orchestra il maestro Sergio Delmastro
INGRESSO GRATUITO
I servizi Culturali del comune di Abbiategrasso hanno il piacere di comunicare che, successivamente allo svolgimento del Campus musicale per giovani strumentisti a fiato che si svolgerà a cura dl Maestro Sergio Delmastro nei giorni 16, 17 e 18 novembre, nella serata di
Si ricorda infine che i biglietti per i concerti e gli abbonamenti per la stagione 2011 – 2012 potranno essere acquistati all'ufficio Cultura del Comune di Abbiategrasso – P.zza G. Marconi, 1 - dalle 15 alle 17 da lunedì a venerdì e allo Sportello Turistico – P.zza Castello – dalle 15 alle 19 del sabato oppure le sere dei concerti, presso la biglietteria d'entrata.
Costo del Biglietto posto unico € 10,00 (ridotti - under 16 e over 75 - € 8.00)
Costo dell'Abbonamento € 52,00 (ridotti - under 16 e over 75 - € 42.00)

2011_11_12 Tavazzano Voci del PO di e con VITTORIO VACCARO e i CANTOSOCIALE

SABATO 12 NOVEMBRE 2011_11_12  ore 21.00 
TEATRO NEBIOLO -TAVAZZANO con VILLAVESCO (Lo)
Teatro dell'Urlo presenta
Voci del PO
... di e con VITTORIO VACCARO
con la partecipazione musicale dei CANTOSOCIALE
Piero Carcano canto,kazoo… Gianni Rota chitarra, flauto Davide Buratti contrabbasso

Il Po, grande vena del Nord. Intorno ad esso molti uomini e donne hanno costruito ponti e alzato mura, praticato commerci e messo dazi, amato e odiato, hanno costruito la loro vita intrecciando relazioni, vivendo affetti ,emozioni.. Gente che con il fiume ha Immaginato, Scritto, Cantato di tutto questo, guidata da quelle acque veicolo di scambi , viaggi, lavori..

Un viaggio emozionale di testi, poesie,canti, canzoni, filastrocche , ninnannanne, tiritere... Le parole scritte da Manzoni a Gadda,Soldati, Zavattini, Berselli,… insieme ai versi della tradizione popolare ci accompagneranno in un tempo sospeso tra sogni e disillusioni in quelle terre ancora oggi degne di essere vissute e amate ,quel bacino dove scorre il grande fiume di nome PO

recensione da IL Cittadino (quotidiano storico della provincia di lodi)
Voci del Po: suoni e colori della Bassa (28 agosto 2011)
«Sarà uno spettacolo tutto dedicato ai suoni, ai colori e ai sapori caratteristici della Bassa Lombarda, fondato al 60% sulla musica dei Cantosociale, che per l'occasione hanno trascritto alcuni canti tramandati oralmente dalle mondine». Con una premessa così, uno si aspetta il solito pezzo di "teatro-nostalgia", una rievocazione più o meno coinvolgente di quanto si stava bene una volta a vivere in cascina, le feste sull'aia, la campagna bucolica e compagnia bella... Ma le intenzioni di Vittorio Vaccaro sono altre e le sue Voci del Po non sono affatto l'eco di un paradiso perduto: hanno il timbro vivace del presente. Una bella sorpresa per gli spettatori seduti venerdì sera nel chiostro del liceo Verri, curiosi di assistere al debutto di questo spettacolo scritto dal regista lodigiano setacciando le pagine della letteratura moderna e contemporanea, a caccia di quegli autori di area lombarda particolarmente sensibili al fascino del grande fiume.
Manzoni e Ada Negri le penne più autorevoli, poi Antonia Pozzi, Cesare Zavattini, Ugo Cornia e altre firme meno note, il tutto condito dalla musica del trio folk Cantosociale, specializzato in rivisitazioni blues(anche con una punta di rock e jazz) di vecchie canzoni, canti popolari, stornelli, filastrocche insomma di cultura orale, popolare rivisitata con sentimento e rispetto. La miscela funziona benissimo. Musica e recitazione si confondono l'una nell'altra fino ad acquisire una nuova sostanza, come due liquidi di diverso colore colati nello stesso recipiente: la seriosa ricetta del risotto alla milanese diventa facile da digerire se la si accompagna con una filastrocca cantata in dialetto; a Crapa Pelada, invece, tocca l'onore di introdurre un piatto di quadretti in brodo, serviti al posto dei tortellini sulla tavola delle signorine Nannini.
Vaccaro adegua la recitazione al tenore del testo: carezzevole quando interpreta le liriche della poetessa milanese Antonia Pozzi, istrionica quando racconta come nacque sua maestà il gorgonzola, divertita nel leggere di Saponetta e della sua leggendaria evacuazione, tratta da un racconto dello scrittore modenese Ugo Cornia. Nella piccola antologia dedicata al fiume c'è posto anche per Ada Negri e la sua Nel paese di mia madre: dai lievi versi della poetessa lodigiana traspare l'immagine di una terra in cui le rogge scorrono «fra alti argini, dritte, e non si sa dove vanno a finire», dove nascono «ponti di nebbia, che il vento solleva da placidi fiumi» e «il tramonto s'insanguina obliquo sui prati». Paesaggi che si incontrano di frequente seguendo il corso del Po - nel Lodigiano, a Cremona, a Mantova, giù fino a Comacchio e al ravennate. Il viaggio di Vaccaro non segue un itinerario geograficamente corretto, ma finisce comunque là dove il fiume si getta in mare, tra i fumi delle anguille pescate nelle valli salmastre. Immaginare il loro aroma fa venire l'acquolina persino al clielo: a pochi minuti dal termine dello spettacolo, quattro-gocce-quattro cadono sugli spettatori, illusi che un temporale sia in arrivo con un po' di fresco. Niente da fare: Lodi, come scriveva Ada, «sotto la vampa d'agosto immobile sta». [Silvia Canevara]

Nuovi corsi International Performing Arts Lab - Italy

IUGTE and ArtUniverse have announced five scholarships
The scholarship amount is 300 EUR and covers part of the participation fee
International Performing Arts Lab - Italy
Dicembre dal 2 al 4 2011_12_04

Organized by IUGTE & ArtUniverse with the support of 
A.B.I.T. Academy Armata Brancaleone - International Theatre Academy - Italia


PARTICIPANTS

The program is designed for experienced actors, dancers, actors of physical theatre, circus performers, choreographers and directors - performing arts practitioners with professional stage experience working in various genres, techniques and styles - interested to find new international network opportunities and collaborators.

To apply for the scholarship, candidates should send CV/resume with photo and a cover letter to physiktheater@gmail.com 

The programme includes intensive practical training with the Russian theatre director and teacher Sergei Ostrenko. The Lab is a great opportunity to approach a unique methodological and practical material that will enrich your professional skills and will offer you the possibility to share an intense creative experience at a global level. Moreover, the Lab represents a wonderful chance to start new collaboration projects in Russian repertory theatres
 
Participants can receive the Certificate of Participation.

The working language is English.

Past eventshttp://picasaweb.google.com/globtheatre

Lab programmehttp://www.iugte.com/projects/lab
http://youtu.be/8pN6pCaJhXA

IUGTE
www.iugte.com

2011_11_10 Terzo Concerto Festival Liszt e Mahler

Giovedì 10 novembre 2011_11_10 alle 21.00
Spirito Ungherese Spirito Zigano
Terzo Concerto Festival Liszt e Mahler
Sala Verdi via Conservatorio 12 Milano
Antonín Dvorák (1841-1904)
Ciganské Melodie op. 55
Monika Lukacs soprano - Stefano Ligoratti pianoforte

Franz Liszt (1811-1886)
Rapsodia ungherese n. 12 in do diesis minore
Federico Ercoli pianoforte

Pablo de Sarasate (1844-1908)
Zigeunerweisen op. 20 per violino e pianoforte
George Botusina violino - Monica Cattarossi pianoforte

Franz Liszt
Rhapsodie espagnole. Folies d’Espagne et Jota aragonesa
Alice Baccalini pianoforte

Maurice Ravel (1875-1937)
Tzigane. Rapsodie de concert per violino e pianoforte
Cesare Zanfini violino - Maddalena Miramonti pianoforte

Franz Liszt
Rapsodia ungherese n. 2 in do minore
Stefano Ligoratti pianoforte

Cesare Giardini in mostra allo Spazio Rocco Scotellaro

Sabato 12 novembre 2011_11_12 ore 17,30
Spazio Rocco Scotellaro" di Vigevano via Cesarea 49
Mostra personale
PITTURE
del pittore vigevanese Cesare Giardini

Alcuni appuntamenti precedenti:

Venerdì 4 novembre 2011_11_04  ore 21.00
Sala Franzoso della Biblioteca Civica di Vigevano (corso Cavour, 82)
Associazione Culturale delle Genti Lucane,
presentazione dell'ultimo libro di Giuseppe Vico
Raccontami del filo d'erba
Un momento di riflessione sulla devianza e l'educazione dei giovani

Sabato 15 ottobre 2011_10_15 alle ore 17.30
Archivio Storico di Vigevano via Merula 40
Inaugurazione della collocazione permanente della mostra
30-30x30 (i colori della nostra bandiera)
Una mostra di 30 artisti che hanno realizzato un'opera di cm. 30x30, in piena libertà stilistica e tematica con l'unico vincolo di inserire all'interno dell'opera anche i tre colori della bandiera italiana , rendendole così omaggio, tutto questo in occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia. La sensibilità degli artisti ha permesso di non sciogliere questa collezione decidendo così per la donazione permanente al Comune di Vigevano, a testimonianza di questa importante ricorrenza.

Domenica 09 ottobre 2011_10_09 alle ore 17
Spazio Rocco Scotellaro
aderisce alla manifestazione artistica
Atelier aperti
una mostra con opere di: Mario Castellani - Marco Coldesina - Luigi Dellatorre - Michele Paladino - Nicola Palermo - Nicola Claudio Palermo - Vincenzo Pellitta - Maurizio Pinto.
Inaugurazione 
All'Atelier Carlo Vella opere di : Carlo Vella – Alberto Clementi – Antonio Scarioni, domenica i due writers Puro e Noez faranno un intervento in loco. accompagnerà il tutto una jam session musicale. 
Allo Spazio ART on STAGE opere di: Marco Favazzi – Sara Cecconello – Puro – Gaia Rotango – Chiara Milesi.
Allo Spazio Rocco Scotellaro opere di: Mario Castellani – Marco Coldesina – Luigi Dellatorre – Michele Paladino – Nicola Palermo – Nicola Claudio Palermo – Vincenzo Pellitta – Maurizio Pinto, con interventi musicali di Paolo Robino.
Galleria Magnani personale di: Cinquemani
Allo SpazioB: collettiva di pittura e scultura 
Comitato organizzativo: Davide Avogadro – Vincenzo Pellitta – Maurizio Pinto.
Orari: dom.09 dalle 17 alle 20 - lun.10 dalle 15 alle 20 

Sabato 24 settembre 2011_09_24 alle ore 17,30
Spazio Rocco Scotellaro di Vigevano, via Cesarea 49
Collettiva di pittura e scultura
Quando l'acqua unisce l'arte
a cura del Prof.Giuseppe Castelli
Alcuni artisti provenienti dall'Oltrepò e dalla Lomellina si sono incontrati ed hanno deciso di creare un sodalizio artistico. Il "Grande Fiume", un tempo confine e limite di due mondi lontani e spesso estranei, oggi diventa un punto di contatto, di unione, motivo conduttore di un'avventura artistica ancora tutta da scrivere.
 
Vincenzo Pellitta – responsabile artistico e vice presidente dell'Associazione delle Genti Lucane. 

TEATRO FRASCHINI VENDITA dei BIGLIETTI

A partire da lunedì 7 novembre 2011 il Teatro Fraschini sono in vendita gli ultimi biglietti disponibili per assistere agli spettacoli di Danza – dal Balletto di Georgia, Compagnia Antonio Gades, Balletto di Riga, Rudra Béjart, Eifman Ballet, Altri Percosi che quest’anno ha registrato un incremento delle vendite degli abbonamenti e che presenta i testi teatrali più speculativi della nostra società contemporanea con Marina Massironi, Neri Marcorè, Paolo Hendel, Stefano Accorsi, Valerio Aprea e molti altri.
Infine si apre la vendita anche delle due Operette Can Can e Il Paese dei Campanelli messi in scena dalla Compagnia Corrado Abbati.
In vendita anche gli ultimi biglietti per Oblivion, Antonio Albanese, Enzo Iacchetti e Giobbe Covatta, Teresa Mannino, Flavio Oreglio

BIGLIETTERIA
C.so Strada Nuova 136 - Pavia
Aperta dal lunedì al sabato dalle ore 11 alle 13 e dalle 17 alle 19
Aperta un’ora prima di ogni spettacolo Tel. 0382-371214
Tutti i prezzi sono pubblicati sul sito www.teatrofraschini.org
ACQUISTO ON LINE
www.teatrofraschini.org
Call center Vivaticket by Charta 899.666.805
Call center 89.24.24 Pronto PagineGialle

2011_11_24 Barbiere di Siviglia al Fraschini

Tra opere liriche, prosa e concerti si inseriscono nella stagione del Teatro Fraschini alcuni appuntamenti di grande pregnanza sociale in una società come la nostra che vede complicarsi sempre di più la rete di rapporti tra generazioni o diverse professioni religiose. In occasione della presentazione al Fraschini dello spettacolo "Mia figlia vuole portare il velo", prodotto dal Teatro Fraschini e dal Teatro Out Off di Milano, che sarà in scena a Pavia a partire dal 30 novembre, Sabina Negri, autrice del testo, e Lorenzo Loris, regista teatrale, incontreranno gli studenti e la cittadinanza, all'interno di un dibattito organizzato che si terrà lunedì 14 novembre alle ore 16.00 (ingresso libero) presso l'Aula Grande della Facoltà di Scienze Politiche (Palazzo Centrale dell'Università in C.so Strada Nuova). Ma ne frattempo fremono le attività per la produzione dello spettacolo lirico che tocca al Fraschini come membro del circuito lirico lombardo. Una produzione che nasce a Pavia e si rappresenterà nei teatri  lombardi associati, si tratta de "Il barbiere di Siviglia" capolavoro di G.Rossini. Sarà il terzo tiolo in programma dopo il Rigoletto di G.Verdi e Puritani di V.Bellini.

Una piece in primo luogo teatrale dove arie, duetti e concertati si susseguono in una perfetta macchina scenica, senza ovviamente trascurare una scrittura musicale di grande difficoltà tecnica ma piena di verve.

La storia del trafficone Figaro, che ha le mani in pasta in ogni affare che si compia in Siviglia si concentra sui maneggi per favorire il Conte Almaviva nella conquista della bella e furba Rosina, pupilla del barbogio Don Bartolo.

L'opera di Rossini debutterà giovedì 24 novembre (replica il 26) ore 20.30, in questo nuovo atteso allestimento dell'opera prodotto dal Fraschini insieme ad As.li.Co. Vede impegnati il giovane direttore Matteo Beltrami alla direzione e Federico Grazzini alla regia. Si preannuncia un allestimento con una chiave di lettura originale: l'opera infatti sarà ambientata nell'America degli anni '50. Il regista ha scelto come sfondo la società americana del dopoguerra. Nel mondo dispotico di Bartolo è possibile, secondo il regista, trovare molte corrispondenze con i valori borghesi individualistici e di santificazione del denaro tipici del "sogno americano".

Il Barbiere, secondo le indicazioni registiche, si preannuncia anche "metateatrale":  la finzione è dichiarata, i personaggi si muovono su una pedana verde che rimanda al "campo da gioco" sul quale, secondo Grazzini, Bartolo giocherà la sua partita contro tutti.


2011_11_10 La confessione tratto da I Demoni al Libero di Milano

PRIMA NAZIONALE 
TEATRO LIBERO
Produzione Associazione I DEMONI

LA CONFESSIONE

Il capitolo censurato dei Demoni
da Fedor Dostoevskij
dal 10 al 19 novembre
VIETATO AI MINORI DI 14 ANNI
adattamento e interpretazione di Mino Manni
con la collaborazione di Alberto Oliva


«Tu non sei né freddo né caldo. Magari tu fossi freddo o caldo! Ma, poiché sei tiepido, sto per vomitarti dalla mia bocca. »
Da L'APOCALISSE di Giovanni

Con la citazione dall'Apocalisse, Stavrogin, il protagonista dei DEMONI di Dostoevskji,  affronta la confessione a padre Tichon nel capitolo più famoso del romanzo, quello che per molti anni fu vietato dalla censura e che ancora oggi in molte edizioni del capolavoro viene aggiunto solo alla fine.

Nel monologo che abbiamo scelto di adattare per la scena, Dostoevskij affronta il tema scabroso della pedofilia, senza prendere mai una posizione né dare mai un giudizio definitivo:  il grande autore russo rappresenta,infatti, l'ambiguità dell'animo umano senza alcun tipo di compiacimento, ilsuo intento è esclusivamente quello di approfondire la natura contraddittoria dell'uomo, attraverso un grande richiamo alla libertà.

E' questo uno dei principali obiettivi del nostro modo di intendere il teatro ed è il motivo principale che ci ha portato a scegliere Dostoevskij come guida e come fonte di ispirazione.

Stavrogin è diviso interiormente tra bene e male ma non riesce a decidere quale via intraprendere e da questo stato di sospensione nasce il suo dolore:

"Ho provato dappertutto la mia forza... ma a che cosa applicare questa forza, ecco che cosa non ho mai visto, e non vedo neppure ora... posso sempre, come potevo prima, desiderare di fare un'azione buona e ne sento piacere; insieme però ne desidero anche una cattiva e ne sento ugualmente piacere...". 

Nel monologo, interpretato da Mino Manni e accompagnato dalle musiche di una violinista, si sondano le radici del male, il male come frutto di una libertà illimitata e arbitraria  ma anche  come  fallimentare esaltazione di sé al di là di ogni regola: 

"Ho provato una grande depravazione e ho esaurito in essa le mie forze. So che dovrei uccidermi, spazzarmi via dalla terra come un vile insetto, ma temo il suicidio perchè temo di mostrare magnanimità. So che sarebbe un altro inganno, l'ultimo inganno in questa serie infinita di inganni..."

Per informazioni e prenotazioni:
tel. 02-8323126 
e-mail: 
biglietteria@teatrolibero.it


Teatro Libero Lezioni gratuite ultima settimana!

E' l'ultima settimana per prenotare le lezioni di prova gratuite al corsi di recitazione, dizione e clowneria!
Un'occasione golosa per sperimentare tre universi diversissimi e meravigliosi: basta il coraggio di provare...
Arte antica cui si sono ispirati alcuni dei più grandi teorici teatrali, la clowneria da spazio a quella particolarissima e impalpabile forma di comicità poetica e acuta che coinvolge la mimica del corpo e del cuore in egual misura.

http://www.teatripossibili.it/i/it/scuola-teatro/corsi-tecnici/clowneria.html

Il corso di dizione si propone invece di insegnare l'arte del ben parlare, per arrivare a pronunciare correttamente ed esprimere in modo incisivo ciò che si intende comunicare.
http://www.teatripossibili.it/i/it/scuola-teatro/corsi-tecnici/dizione.html

Il corso di recitazione è dedicato a chi vuole vivere pienamente emozioni e sensazioni, passando dal training fisico agli esercizi sensoriali, dal lavoro sulle emozioni all'analisi del testo e del personaggio, dall'interpretazione alla messa in scena.
http://www.teatripossibili.it/i/it/scuola-teatro/corsi-recitazione/primo-anno.html

Ecco il calendario delle prossime lezioni di prova:

CLOWNERIA William Medini martedì 8 e 15 novembre 21:00-23:00

DIZIONE Dominique Evoli giovedì 10 e 17 novembre 21:00-23:00

RECITAZIONE

1° anno Elisabetta Torlasco lunedì 7 e lunedì 14 novembre ore 21:00-23:00

1° anno Andrea Tibaldi martedì 8 e martedì 15 novembre 19:00-21:00

1° anno Marisa Miritello mercoledì 9 novembre  21:00-23:00

1° anno Arturo Di Tullio giovedì 10 novembre 19:00-21:00

Ricordiamo poi che gli allievi TP hanno il 10% di sconto sul secondo corso frequentato!!!

E questo vale, oltre che per tutte le iniziative sopra citate, anche per il Corso avanzato di di Voce e lettura interpretata in partenza giovedì 10 novembre dalle 19:00 alle 21:00.

http://www.teatripossibili.it/i/it/scuola-teatro/corsi-tecnici/voce-lettura-interpretata.html

 Insomma, le occasioni sono tante.... ma ATTENZIONE: le richieste sono numerossissime!!! Faremo di tutto per accontentarvi ma chiamateci quanto prima se volete approfittare!

2011_11_29 SOCIETA' DEL QUARTETTO di MILANO concerto di András Schiff

Martedì 29 novembre 2011_11_29 alle h. 20,30
Sala Verdi del Conservatorio - Milano
Stagione SOCIETA' DEL QUARTETTO di MILANO
per il suo terzo appuntamento proporrà un concerto "dedicato a un altro raffinato programma, incentrato su una delle forme musicali più antiche e fertili di sviluppi innovativi, la variazione".
Il grande pianista András Schiff eseguirà il seguente programma:
W.A. Mozart   - 12 Variazioni su un Allegretto in si bemolle maggiore K 500
F. Mendelssohn   - Variations Sérieuses in re minore op. 54 
F.J. Haydn   - Variazioni in fa minore Hob.XVII.6
R. Schumann   - Tema con 5 Variazioni in mi bemolle maggiore WoO 24 "Geistervariationen" 
L. van Beethoven   - 33 Variazioni in do maggiore su un tema di valzer di Diabelli op. 120
Il biglietto di ingresso al concerto è di  35,00 (intero); la partecipazione al concerto tramite l' Associazione Ma.Ni. consente una riduzione del prezzo a 28,00.
ATTENZIONE! Per i Giovani (fino a 26 anni): riduzione speciale a 5,00!!!
Si comunica che l' Associazione Ma.Ni., per i costi di segreteria e organizzazione, aggiunge al costo del singolo biglietto un sovrapprezzo di 2,00 ¤.
Ma.Ni. ha a disposizione 20 biglietti! 
Associazione Ma.Ni.
tel.: + 39 02 - 47.95.60.08
cell.: +39 327 - 79.68.987

2011_11_10 Brian Norsa e Stellerranti in Biblioteca per Sarajevo

giovedì 10 novembre /2011_11_10 h. 20.30
Biblioteca Baggio, via Pistoia 10 MI
Biblioteca Luogo della Memoria
progetto di Stellerranti e Brian Norsa a sostegno di "Books4vijecnika".
Proiezione film: "Sarajevo. I figli di Abramo" di Brian Norsa
con la presenza dell'autore.
Conduce la scrittrice e poetessa Elena Petrassi.
Brani di Tradizione scelti, arrangiati ed eseguiti dalle Stellerranti.
www.books4vijecnica.com
www.stellerranti.com
ingresso libero
20 novembre 2011 11.00 -
Teatro Alighieri - Sala Corelli - Comune di Ravenna
Concerto de
Stefano Mhanna-Alberto Galletti 

Programma di sala
Johann Sebastian Bach (1685-1750): Ciaccona dalla II partita in re min BWV 1004
Niccolò Paganini (1782-1840): I Palpiti, variazioni sul tema "Di Tanti Palpiti"
Piotr Ilyich Tchaikowsky (1840-1893): "Souvenir D'un Lieu Cher" op.42:
Meditazione - Scherzo - Melodia.
Maurice Ravel (1875-1937): Tzigane, Rapsodie de Concert
Henri Wieniawski (1835-1880): Polonaise de Concert, Opus 4
Posto unico € 7,50

2011_11_26 Carmen primo titolo del cartellone lirico al Besostri di Mede

 TEATRO BESOSTRI
MEDE

PROMOZIONE SERA DELLA PRIMA

SABATO 26 NOVEMBRE 2011_11_26 oRE 21.00

CARMEN
oPERA LIRICA DI GEORGES BIZET


INGRESSO eURO 30,00
ANZICHE' EURO 35,00


L'OFFERTA è VALIDA PER DUE PERSONE ESIBENDO LA PRESENTE NOTIZIA STAMPATA
ALLA BIGLIETTERIA DEL TEATRO
(mercoledi' e venerdi' dalle ore 9.30 alle ore 12.30 - c/o Comune di mede-
e la sera dello spettacolo a partire dalle ore 20.00)


I GRUPPI ORGANIZZATI INOLTRE POTRANNO USUFRUIRE DI UN INGRESSO GRATUITO OGNI 10 (DIECI) BIGLIETTI ACQUISTATI.

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

TEL 0384 822204
CELL. 335 7848613

2011_11_11 Concerto a Bereguardo

Venerdì 11 Novembre 2011_11_11 ore 21.15
Chiesa Parrocchiale di S. Antonio Abate - Bereguardo (PV)
Concerto di musica sacra
in ricordo di Sua Eminenza il Cardinale
VIRGILIO NOE'

Schola Regina Pacis
Marcella Moroni, mezzosoprano
Michael Elphinstone, flauto
Simone Quaroni, organo
Enrico Vercesi, direttore
Ingresso Libero
Info:

Programma
PRIMA PARTE
Organo
D. Buxtehude(1637 – 1707) Praeludium in G minor BWX 149
Coro e organo
V. Miserachs(1943) Grau Cantate Domino
G. di P. da Palestrina(1525 – 1594) Sicut cervus
G. de Bouzignac (1590 – 1640) Ave Maria
Organo solo
G. Frescobaldi (1583 – 1643) Capriccio sopra "La Bergamasca"
Organo e flauto
C. P. E. Bach (1714 – 1788) Sonate in G-dur Wq 85:- Allegretto- Andantino- Allegro
Organo e coro
J. Schnabel (1767 – 1831) Vexilla Regis
SECONDA PARTE
Coro a cappella
D. de Séverac (1873 – 1921)Tantum Ergo
M. Burgo (1958) Anima Christi
M. Lauridsen (1959) O Magnum Mysterium
Organo e flauto
C. P. E. Bach (1714 – 1788) Sonate in G-dur Wq 86:- Andante- Allegretto- Allegro
J. C. Bach (1735 – 1782) Sonata Op. 16 n. 1- Allegro assai- Andante grazioso
Organo e coro
J. Habert (1833 – 1896) Haec Dies

Direzione artistica Simone Quaroni
Ringraziamenti alla ditta
"Alessandro Venchi – restauro e costruzione organi a canne" s. a. s. di Pavia
che ha restaurato l'organo "Angelo Amati" (1858) di Bereguardo nell'anno 2011 ed ha fornito assistenza tecnica per la preparazione di questo concerto.

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)