2016_10_23 Jeffrey Swann, pf. al Spazio Teatro 89

“IN COOPERATIVA PER AMARE LA MUSICA,
CONCERTI FIOR FIORE COOP” 
D’ogni forma, d’ogni età; seduzioni musicali, libere e plurali

Domenica 23 ottobre 2016, ore 17
Jeffrey Swann, pf.
Spazio Teatro 89, in collaborazione con Serate Musicali, celebra il 400° anniversario di William Shakespeare con un Artista perfettamente a suo agio sia nella musica che nella letteratura, il poliedrico statunitense (milanese d’adozione) Jeffrey Swann, impegnato in un programma ispirato dai drammi del Bardo.
I concerti di Swann sono sempre momenti di grande coinvolgimento per il pubblico, sia per il calore delle sue interpretazioni, sia grazie alla sua capacità di introdurre il repertorio eseguito con uno stile che unisce il brio di una conversazione all’efficacia di una guida all’ascolto in una ben calibrata alternanza di stimolanti riflessioni e brillante aneddotica.
L. van Beethoven (1770-1827): Sonata Op. 31 n.2 "La Tempesta"
S. Prokofiev (1891-1953): 8 Scene da "Romeo e Giulietta” op.75
B. Smetana (1824-1884): Macbeth e le Streghe
C. Debussy (1862-1918): dai Préludes, 1ère livre: XI, La danse de Puck
F. Schubert (1797-1828)/F. Liszt (1811-1886): Ständchen dal Cimbelino di Shakespeare
F. Mendelssohn (1809-1847)/F. Liszt: Marcia nuziale e danza degli elfi da "Sogno di una notte di mezz'estate"
Spazio Teatro 89
via Fratelli Zoia 89 20153, Milano
Autobus: 49, 78; nelle vicinanze MM5 S.Siro Stadio
Accesso disabili: sì
info@spazioteatro89http://www.spazioteatro89.org/
0240914901; 3358359131

2016_11_05 La figura del Vescovo Juan Caramuel y Lobkowitz nelle ricerche di Bianca Garavelli

Sabato 5 Novembre 2016 Ore 10,00
Auditorium della Fondazione di Piacenza,Chiesa di San Dionigi
piazza Martiri per la libertà, 4 Vigevano
Caramuel Vescovo eclettico
a cura di Bianca Garavelli
Mattina di studi sulla figura del Vescovo Juan Caramuel y Lobkowitz, in occasione dell’uscita di Caramuel, Vescovo eclettico (Moretti & Vitali).
Il volume contiene i risultati della ricerca condotta da Bianca Garavelli, per l’Università Cattolica del Sacro Cuore, partendo dai manoscritti in lingua italiana presenti nell’Archivio Storico della Diocesi di Vigevano, con il contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano.
Intervengono:
Monsignor Paolo Bonato, direttore della Biblioteca e dell’Archivio Storico della Diocesi di Vigevano.
Dottoressa Emilia Mangiarotti, archivista dell’Archivio Storico della Diocesi di Vigevano, responsabile del “Fondo Caramuel”.
Professor Danilo Zardin, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Dipartimento di Storia dell’Economia, della Società e di Scienze del territorio “M. Romani”.
Professor Pierantonio Frare, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Dipartimento di Italianistica e Comparatistica;
Don Cesare Silva, dottore di ricerca, Pontificia Università Gregoriana di Roma.
Dottoressa Bianca Garavelli, dottore e assegnista di ricerca, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, curatrice del volume.

2016_10_22 Mortara On Stage 2016-2017 apre con il Requiem di Mozart dedicato a Don Zorzoli

sabato 22 ottobre 2016 alle ore 21,00
Auditorium Città di Mortara
Mortara On Stage 2016-2017
Wolfgang Amadeus Mozart
REQUIEM Kv 626

Ars Cantica Choirpianoforte a 4 mani Marco Vincenzi - Alessandro Marangoni
Marco Berrini, direttore
Requiem di Mozart per don Giovanni con uno dei più importanti cori d'Europa
Il concerto, sabato 22 ottobre alle ore 21, inaugura la stagione Mortara on Stage 2016/2017 e prelude alla mostra multimediale in onore di don Giovanni che si terrà dal 1 al 20 novembre sempre in Auditorium. 
Appuntamento atteso quello di sabato sera con un programma dal grande fascino: il celebre Requiem di Mozart, ultima composizione (incompiuta) del genio di Salisburgo, in una rara e avvincente versione da camera di Czerny. Esecutori d'eccezione, l'Ars Cantica Choir è uno dei più importanti e rinomati cori in Europa, diretto da Marco Berrini, punto di riferimento per la direzione corale a livello mondiale. Al pianoforte a 4 mani, con la virtuosistica versione di Carl Czerny, Marco Vincenzi pianista genovese tra i migliori della sua generazione e Alessandro Marangoni, pianista mortarese di fama internazionale. Questa edizione era particolarmente amata da don Giovanni Zorzoli, così come forte era il legame tra il sacerdote e gli esecutori di questo concerto.
 Prenotazione biglietti presso la Libreria Le Mille e una Pagina di Mortara (0384.298493).

Programma appuntamenti Mortara On Stage 2016-2017

2016_11_06 Gravellona Lomellina alla riscoperta dei colori d'autunno con PERCORSO D'ARTE

GRAVELLONA LOMELLINA Provincia di Pavia
PERCORSO D'ARTE
Via Duglio inizio strada: grande quadro ragazza sulla scogliera del pittore:
•    Filippo PALIZZI
•    Ettore TITO
Corso Insurrezione parcheggio di fronte alla Banca e Via Bellini fino alla Casa di Riposo Esposizione quadri del pittore:
•   Giovanni SEGANTINI
•   Vincenzo IROLLI
Via Bellini civico due esposizione quadri del pittore:
•    PELLIZZA DA VOLPEDO
Proseguendo su Via Bellini (ASILO) esposizione quadri dei pittori:
•   Angelo MORSELLI
•   Giovanni Battista CIOLINA
•    Carlo FORNARA
•    Filippo CARCANO
Sul Corso Insurrezione si possono ammirare sui tetti le streghe e gli spazzacamini - nel vicolo della Ca' di Ratt - Esposizione quadri di pittori vari:
•    Ruggero FOCARDI
•    Mosè BIANCHI
•    Luigi BOCCA
•   Angelo MORBELLI
•    Giovanni FAVRETTO
•    Francesco HAYEZ
•    Gerolamo INDUNO
•    Attilio PUSTERLA
•   Vittorio Matteo CORCOS
Piazza Delucca Murales affissi negli anni nelle prime edizioni della Festa dell'Arte.
Nel vicolo prima della pasticceria che si collega con corso Garibaldi Esposizione quadri di pittori vari:
•   Telemaco SIGNORINI
•    Silvestre LEGA
Oltre l'angolo del vicolo in direzione Corso Garibaldi:
•    Giovanni FATTORI
•    Giuseppe DE NITTIS
•   Angiolo TOMMASI
•    Luigi GIOLI


Via Marconi - Esposizione quadri di pittori vari:
Odoardo BORRANI
Luigi GIOLI
Nicolo CANNICCI
Mulino Via XX Settembre - Esposizione quadri di pittori vari:
•    Giovanni FATTORI
•    Ruggero PANERAI
•    Silvestro LEGA
•    Egisto FERROTTI
•    Edoardo BORRANI
•    Ruggero FOCARDI
•    Ludovico TOMMASI
•    Telemaco SIGNORINI
•    Arnaldo FERRAGUTI
Sul muro a fronte mulino grande quadro di
·         Telemaco SIGNORINI
Corso Matteotti ex convento:
•    Giuseppe DE NITTIS
•    BOLDINI (ritratto di VERDI)
Frazione Cascine Barbavara:
•   Arnaldo FERRAGUTI
•   Giuseppe GRAZIOSI (Ballo paesano)



2016_11_06 ZONA aperitivo TEATRO LIBERO degust)azioni a teatro

ZaTL = ZONA aperitivo TEATRO LIBERO
 via Savona, 10 – 20144 Milano | www.teatrolibero.it

Da un’idea di Debora Mancini, sostenuta da Corrado Accordino e  Manuel Renga, Direttori Artistici di Teatro Libero
progetto curato e realizzato da Debora Mancini e Daniele Longo con la partecipazione di attori e attrici delle Residenze Urbane TLLT (Teatro Libero, Liberi Teatri)
Produzione ASSOCIAZIONE REALTA' DEBORA MANCINI
DOMENICA 6 novembre 2016_11_06
PER…BACCO!
Debora Mancini e Monica Faggiani, attrici
Daniele Longo, pianoforte, tastiere, voce, fisarmonica, cajon, piccole percussioni
Reading musicale dedicato al vino

DOMENICA 12 febbraio 2017_02_12
LA CUCINA E’ BRICCONCELLA! UNA CENA CON ARTUSI
Debora Mancini, attrice
Daniele Longo, pianoforte, tastiere, voce, fisarmonica, cajon, piccole percussioni
Divertimento di musica e parole dedicato al ricettario La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene di Pellegrino Artusi

DOMENICA 12 marzo 2017_03_12
IN PUNTA DI PINTA
Debora Mancini, Sivia Giulia Mendola e Silvia Rubino, attrici Daniele Longo, pianoforte, tastiere, voce, fisarmonica, cajon, piccole percussioni Micro-performance vocale- musicale- degustativa dedicata alla birra

DOMENICA 14 maggio 2017_05_14
LA CUCINA DELLE EMOZIONI. Donne e cibo: passioni lette e suonate a puntino
Debora Mancini, attrice Daniele Longo, pianoforte, tastiere, voce, fisarmonica, cajon, piccole percussioni  Donne e cibo: passioni lette e suonate a puntino Drammaturgia in musica dedicata a tutto ciò che nella cucina come luogo - pietanza - preparazione, mette in movimento: emoziona.
ORARI E PREZZI Domenica mattina ore 11 Biglietto unico 10€


ZaTL, la sfida cultural fusion di Teatro Libero

Da domenica 6 novembre, Teatro Libero di Milano lancia una nuova sfida: andare a teatro di domenica mattina ma per assaggiare chicche letterarie, buona musica e micro degustazioni a tema.  In una città ricca di eventi e spettacoli dal vivo qual è Milano, quando si pensa al teatro,  si pensa sempre meno alla staticità di edifici, che si animano soltanto nelle serate di spettacolo e, sempre più, a centri di produzione di cultura, capaci di offrire al pubblico occasioni d'incontro e d'intrattenimento trasversali e quanto più variegate.
Così la Stagione “Con gli stessi occhi” inaugura una serie di domeniche mattina a teatro, nella fascia oraria dalle 11.00 alle 12.00, alternando assaggi di eccellenze per il palato con degustazioni culturali. Cerimoniere di questi eventi una delle nuove Residenze Urbane di TLLT,  l'Associazione Realtà Debora Mancini, a condividere zone di sosta “caldeggiata”, anziché “vietata”,  col pubblico e con altri padroni di casa al Libero. Il segno di un teatro che si concepisce sempre più come un'esperienza residenziale inclusiva e totalizzante e che desidera includere e contagiare l'altro protagonista irrinunciabile del fatto teatrale, che è il pubblico.
Primo evento sarà "PER...BACCO!", reading dedicato al più fedele amico dell’uomo, ovvero: il vino. Il nettare degli dei, in vino veritas, bacco tabacco e venere...il vino in tutte le sensazioni, le riflessioni e gli stati d’animo che è stato capace di evocare nella storia. Dagli slanci “maledetti” di Baudelaire, ai versi appassionanti di Neruda, al brindisi civettuolo di una giovane “Mirandolina”, ai versi di Sou Che e Li Po intrisi di filosofia Taoista per la quale l’ “ubriaco” rappresenta “colui che si lascia rapire da estasi profonda, pienamente in armonia con la natura circostante, nella continua ricerca di verità e saggezza, rappresentate dalla Luna”. Infine, il vino nella musica: citazioni d’arie d’opera famose alternate a liriche da camera e a melodie di indimenticabili standard jazz.
Al termine dello spettacolo degustazione gratuita di vini biologici dell’azienda Ciù Ciù, Offida (AP)

2016_11_04 QUELLO CHE LE DONNE NON DICONO con Monica Faggiani e Debora Mancini

dal 4 novembre al 10 novembre 2016
 via Savona, 10 – 20144 Milano | www.teatrolibero.it
Residenza Urbana Progetto TLLT
QUELLO CHE LE DONNE NON DICONO
Lady Macbeth Vs Ophelia
di Fabio Banfo
regia Fabio Banfo e Serena Piazza
con Monica Faggiani e Debora Mancini
scene e costumi Serena Piazza.
disegno luci Fabio Banfo
foto Luigi Guaineri
Produzione EFFETTO MORGANA
Testo finalista del premio “Per Voce Sola 2014”, Teatro della Tosse di Genova.

ORARI SPETTACOLO:
Lun-sab ore 21 domenica ore 16
Biglietto intero: 16€ Biglietto ridotto: 12€ CARTALIBERA, 5 ingressi a soli € 50
CARTALIBERA PLUS, 10 ingressi a soli € 90 Info riduzioni e convenzioni: biglietteria@teatrolibero.it
QUELLO CHE LE DONNE NON DICONO: il cortocircuito delle due anime di una donna

Reduce dall'ottimo successo di pubblico della passata stagione, dal 4 al 10 novembre torna, al Teatro Libero di Milano, “Quello che le donne non dicono – Lady Macbeth vs Ophelia” di Effetto Morgana, una delle Residenze Urbane di TLLT (Teatro Libero, Liberi Teatri).
A partire dalla suggestione dell'incontro impossibile tra i due personaggi shakespeariani di Ofelia e Lady Macbeth, Fabio Banfo immagina una storia, che nasce dal corto circuito fra due personalità antitetiche. “Mi interessava parlare, attraverso di loro, della relazione fra uomini  e donne, prendendo due punti di vista estremi: la donna manipolatrice e la vittima, la dominante e la soccombente. Sullo sfondo, il dolore dei legami di sangue, la follia, il suicidio, ma anche i sogni più infantili, i desideri, le piccole favole di cui si nutre un'esistenza”, spiega il drammaturgo.
Da questa materia magmatica e scabrosa, plasma un monologo, che la regia condivisa con Serena Piazza, l'altra anima di Effetto Morgana, sceglie di amplificare e scomporre, squdernandolo in una suggestione di voci differenti. Così la protagonista viene declinata nelle diverse tonalità di una donna, che si racconta. Senza riserve e fino alle estreme conseguenze, confida alla sua migliore amica ed alter ego verità inconfessabili perfino a se stessa; e, chissà che lei, almeno, possa capirla e perdonarla. In scena Monica Faggiani e Debora Mancini, a loro volta facenti parte di altre compagnie TLLT, a testimoniare la coralità e reciprocità del progetto di Residenze Urbane TLLT.

2016_10_31 Torna SHAKESPEARE all'oscuro con Amleto e Macbeth

Dal 31 ottobre  al 1 novembre 2016
 via Savona, 10 – 20144 Milano | www.teatrolibero.it
Residenza Urbana Progetto TLLT

SHAKESPEARE WITHOUT EYES
progetto di Manuel Renga, Vittorio Borsari e Valentina Malcotti
regia di  Manuel Renga
con Manuel Renga, Valentina Malcotti, Paola Giannini, Veronica Franzosi  e Marcello Mochi

Produzione CHRONOS3
ORARI E COSTI:
Performance ogni mezz'ora a partire dalle 19.30 (ultimo turno ore 22).
Costo biglietto: 10€ per il singolo evento, 18€ per chi volesse partecipare a entrambi i percorsi shakespeariani. I posti sono solo 10 per ogni replica e ogni sera ci saranno 6 repliche per cui AFFRETTATEVI A PRENOTARE!
31 ottobre 2016 ore 19.30-20.00-20.30-21.00-21.30-22.00-22.30 (circa)
1 novembre 2016 ore 19.30-20.00-20.30-21.00-21.30-22.00-22.30 (circa)

Per Halloween uno Shakespeare interattivo e ad occhi bendati al Teatro Libero
Una performance sensoriale per pubblico bendato che accompagnerà piccoli gruppi di spettatori (10 al massimo) nelle viscere delle storie del Bardo. Per questa occasione speciale, in prossimità di Halloween, racconteremo Amleto e Macbeth.
10 attori e 10 spettatori condivideranno uno spazio che nell'immaginazione cambierà continuamente, ospiterà feste, battaglie, dialoghi segreti e confessioni terribili. Si mangerà, si annuserà, si ascolterà e si diventerà per 30 minuti (durata massima) protagonisti della storia.

Dal 31 ottobre al 2 novembre, in occasione di Halloween, Teatro Libero di Milano riserva ai suoi spettatori un'esperienza multi sensoriale a tutto tondo a partire da Shakespeare. Come già nel prologo dell’ “Enrico V”, anche in questo “Shakespeare without eyes” si gioca a chiedere al  pubblico di colmare con l’immaginazione ciò che i mezzi teatrali non possono restituire alla vista. Così, ad occhi bendati e in piccoli gruppi, gli spettatori saranno accompagnati per mano direttamente nel cuore delle vicende di “Amleto” e di “Macbeth”. Ascolteranno le voci dei protagonisti, ne indovineranno la presenza dai frusci, siederanno al loro banchetto, ne assaggeranno cibi e bevande, vivendone con tutti i sensi le emozioni sulla propria pelle.
L'idea che ha guidato CHONOS3, compagnia teatrale fra le Residenze Urbane TLLT e che vede fra i suoi esponenti lo stesso Manuel Renga, co direttore del Teatro Libero, è la riflessione di Saramago secondo cui la vera cecità non è quella del non vedente reale, ma di tutti noi, individui della società dell'immagine. Bombardati da una sovra stimolazione visiva, finiamo col restarne abbacinati come falene: ma che succederebbe, se ci venisse chiesto di metterci in contatto col mondo attraverso un altro canale? Quale, il nostro livello di fiducia, una volta chiusi gli occhi, ad abbandonarci all'attore-guida chiamato a condurci in questa singolare esperienza?
Proprio per questo ogni serata si succederanno 6 micro performance di durata variabile tra i 20 e i 30 minuti, in base al grado di disponibilità del pubblico all'interazione, alternando la suggestione dell' “Amleto” a quella del “Macbeth”.

2016_10_22 Giornata del Teatro - Ministero dei Beni culturali si fa bello con i soldi degli altri

Condivido pienamente quanto ha espresso la direzione di Teatro Libero Milano con il comunicato che segue. Non solo la Cultura è sempre la prima voce di spesa che viene tagliata, ma si indice la giornata della Musica, la giornata del Teatro e si invitano "musicisti" e "teatranti" a lavorare gratis.
Ma quando si indirà il "mese della Politica" e si vedranno politici rinunciare ad un mese dei loro "troppo sostanziosi" stipendi e emolumenti vari?

Giornata del Teatro: adesione sì, ma con diritto di deroga.  
A seguito di un accordo siglato tra la direzione generale per lo spettacolo dal vivo del Mibact e Agiser, come si legge dal comunicato stampa: “Il 22 ottobre sarà la Giornata del Teatro, con spettacoli gratuiti e eventi dal mattino alla sera in tutte le sale. Lo storico accordo [...] coinvolge l’insieme delle realtà nazionali pubbliche e private, compresi i teatri stabili, di tradizione e le fondazioni liriche. Dalla Fenice di Venezia allo Stabile di Torino, dall’Argentina di Roma al Biondo di Palermo, dal Mercadante di Napoli alla Scala di Milano, tutti i teatri saranno aperti gratuitamente al pubblico” e prosegue con un progetto di festa teatrale, di cui non si può che condividere la bellezza: “con eventi che andranno dagli spettacoli al mattino, riservati alle scuole, alle visite guidate per far conoscere le meraviglie dei teatri italiani fino agli spettacoli serali previsti nella normale programmazione in cartellone, che saranno di tutti i generi, dalla prosa all'opera alla danza”. Siamo senz'altro felici di immaginare che“Si tratterà di una vera e propria giornata di festa”, come conclude il ministro, e con lui auspichiamo che “chi coglierà questa occasione sarà catturato dalla magia del teatro e deciderà di continuare a frequentarlo”. Al tempo stesso, però, non possiamo non rilevare l'unilateralità dell'iniziativa, che se fa perno sull' “opportunità di riscoprire il piacere dello spettacolo dal vivo” , lo grava, però, in toto alla “generosità e alla sensibilità dei teatri italiani”, a cui l'iniziativa viene di fatto imposta in modo unilaterale. Stando così le cose ed essendo nostra convinzione che un'azione di sensibilizzazione allo spettacolo dal vivo vada condotta, sì, ma che non possa esaurirsi nella vacatio di un semel in anno, scegliamo di declinarla a modo nostro. Chiediamo, a chi verrà al Teatro Libero il 22 ottobre, comunque di corrispondere il prezzo del biglietto; ma c'impegniamo a rimborsarlo, offrendo modo di scegliere fra gli spettacoli dell'intera stagione. Perché il Teatro, come la vita, si fa tutti i giorni. La Direzione Artistica le Residenze Urbane TLLT 

2016_10_24 Frida Kahlo una vita devastata ma irriducibile

Dal 24 al 30 ottobre 2016 
 via Savona, 10 – 20144 Milano | www.teatrolibero.it

“Frida K” 
di Giorni Dispari Teatro, 
partitura biografica della celeberrima pittrice messicana divenuta una delle icone del ventesimo secolo. 
elaborazione drammaturgica di Serena Nardi a partire dai testi di Frida Kahlo
regia di Serena Nardi
con  Sarah Collu e Serena Nardi
video Vittorio Bizzi
musiche originali di Alessandro Cerea
Produzione Giorni Dispari Teatro, Resienza Urbana TLLT

PRIMA NAZIONALE

Frida K: la morte e il suo doppio

Il 24 ottobre, al Teatro Libero di Milano debutta il primo spettacolo delle Residenze Urbane TLLT (Teatro Libero, Liberi Teatri). Quasi ispirandosi al motto di Antonin Artaud “Il teatro e il suo doppio”, Serena Nardi sceglie di ridare voce a Frida Kahlo nella dialettica costante con quell'alter ego, che fu, per lei, la morte, dallo spaventoso incidente occorsole quando aveva soli 18 anni, fino al letto d'agonia, da dove, dopo molti anni e ancor più indicibili sofferenze fisiche e psichiche, scriveva: “Aspetto con gioia la partenza. E spero di non tornare mai più”.  Attraverso un prezioso lavoro di raccordo delle testimonianze autografe dell'artista (lettere, poesie, diario), l'autrice ripercorre le differenti stagioni di questa presenza terribile eppur irrinunciabile, che fu, per Frida, la nera signora: insieme per ogni figlio abortito da quel ventre così martoriato da non poter più generare; insieme in ogni tentativo di suicidio andato a vuoto, perché la vita in lei era così forte da non volerla lasciar andare; insieme ogni volta che ha desiderato di morire per l'ennesimo tradimento da parte dell’uomo della sua vita e, ancor più, dei suoi sogni pur sempre infranti.
Ma neppure questo è bastato. Se alla fine, infatti, quel corpo martoriato è stato liberato, la voce dell'artista, invece, sembra condannata all'eterno racconto di quel suo mondo fatto di solitudine, immobilità, energia, colori esplosivi, desiderio di bianco, ironia, sarcasmo e lacrime tanto irrefrenabili quanto trattenuto fu il suo sorriso beffardo: “Ti rido in faccia, morte. E respiro. Respiro la vita che sono”.
Lo spettacolo è solo un viaggio senza meta. Non sono i colori, questa volta, a raccontare, ma le  parole di Frida, che ci strappano il cuore dal petto e lo espongono. Come un trofeo. Esattamente come aveva fatto tante volte lei con il suo.
Deviazioni: storie di anime allo sbando. Anime portate su un palco che è luogo di infinite possibilità espressive, eco per le voci che hanno bisogno di farsi sentire, e per la diversità, che consideriamo una splendida ricchezza. Il  teatro come punto di incontro per tante storie che, messe in scena, diventano straordinarie casse di risonanza capaci di stimolare il dialogo, il cambiamento, la crescita, il pensiero.
La Compagnia Giorni Dispari Teatro nasce nel 2002. E' costituita dalla sua fondatrice Serena Nardi, attrice, regista e drammaturga, e si avvale di volta in volta della collaborazione di attori e registi provenienti da esperienze formative e professionali diverse. L’associazione ha dato vita al progetto formativo" Scuola Teatro Nuovo”, che dal 2006 offre un’opportunità di espressione personale e sociale e fornisce gli strumenti propedeutici necessari a chi desidera avvicinarsi al teatro in termini seri e costruttivi: una scuola vissuta dunque come opportunità di crescita che ciascuno, secondo modi e tempi propri, potrà applicare in ogni ambito della vita.

Dal 2014 Giorni Dispari Teatro cura , insieme a Sarah Collu e Vittorio Bizzi, la direzione artistica della stagione Red Carpet, producendo e diffondendo spettacoli per ragazzi e adulti con lo scopo primario di mettere in luce le diverse sfaccettature dell’animo umano e mostrarne la bellezza fornendo punti di vista nuovi e inusuali. Un teatro che guardi dietro, di lato, non solo e semplicemente di fronte. Un teatro “da dentro”: dentro di noi, dentro il testo e i personaggi, dentro il pubblico ci auguriamo.

2016_10_01 IL MAGGIORE - Verbania stagione teatrale 2016/2017

 IL MAGGIORE - Verbania
stagione teatrale 2016/2017
da ottobre a maggio un lungo cartellone tra prosa, musica, autori, comici, teatro canzone, danza, musical, narrazioni

Sabato 1 ottobre 2016_10_01 ore 21 – Musica
Mozart, Hayden
Direttore Claude Villaret
Pianoforte Andreas Frölichc

Mercoledì 26 ottobre 2016_10_26 ore 21 – Comici e Autori
Virginia Raffaele
PERFORMANCE
di Virginia Raffaele, Giampiero Solari, Piero Guerrera, Giovanni Todescan
con Virginia Raffaele
Regia di Giampiero Solari
ITC 2000

Domenica 30 ottobre 2016_10_30 ore 21 – Prosa e…
Marco Baliani e Lella Costa
HUMAN
di e con Marco Baliani e Lella Costa
e con Noemi Medas, Davide Piludu Verdigris, Elisa Pistis, Luigi Pusceddu
musiche Paolo Fresu - scene e costumi Antonio Marras
regia di Marco Baliani
MISMAONDA SRL - SARDEGNA TEATRO

Venerdì 11 novembre 2016_11_11 ore 21– Comici e Autori
Teresa Mannino
SONO NATA IL VENTITRÉ
di Teresa Mannino e Giovanna Donini
Con Teresa Mannino
regia di Teresa Mannino
BANANAS

Martedì 15 novembre 2016_11_15 ore 21- Prosa e…
Glauco Mauri e Roberto Sturno
EDIPO. EDIPO RE – EDIPO A COLONO
Di Sofocle
Con Glauco Mauri, Roberto Sturno
Con Ivan Alovisio, Elena Arvigo, Laura Garofoli, Mauro Mandolini,
Roberto Manzi, Giuliano Scarpinato
Musiche Germano Mazzocchetti - Regia Andrea Baracco
Produzione Compagnia Mauri Sturno – Fondazione Teatro della Toscana

Venerdì 18 Novembre 2016_11_18 
Sabato 19 Novembre 2016_11_19ARTURO BRACHETTI
Il nuovo one man show

Sabato 26 novembre 2016_11_26 ore 21 - Danza
SERATA STRAVINSKY
COMPAGNIA EGRIBIANCODANZA
Ideazione e coreografia Raphael Bianco
Musiche: Igor Stravinsky
In collaborazione con la stagione IPUNTIDANZA 2016/2017 promossa dalla Fondazione Egri per la danza

Venerdì 2 dicembre 2016_12_02 ore 21 - Prosa e…
COME VI PIACE
di William Shakespeare
con (in ordine alfabetico) Eugenio Allegri, Matteo Baiardi, Giulio Baraldi, Dario Buccino, Vittorio Camarota, Michele Di Mauro, Marco Gobetti, Mariangela Granelli, Daniele Marmi, Silvia Giulia Mendola, Laura Pozone, Beatrice Vecchione
regia Leo Muscato
TEATRO STABILE DI TORINO – TEATRO NAZIONALE

Giovedì 22 dicembre 2016_12_22 ore 21 - Musica
IL VALZER: STRAUSS E GLI ALTRI
Strauss, Cajkovskij, Dvorak
ORTA FESTIVAL ENSEMBLE
Direttore Amedeo Monetti

Venerdì 20 gennaio 2017_01_20 ore 21 - Musica
STRING TRIO
Ludwig van Beethoven
ASSOCIAZIONE MUSICALE FLORESTANO-EUSEBIO

Giovedì 26 gennaio 2017_01_26 ore 21 – Prosa e…
UN AMERICANO A PARIGI
Musical Tributo a George Gershwin
Lena Sarsen adattamento Tiziana D’Anella
MEDEA PRODUZIONI srls

Sabato 4 febbraio 2017_02_04 ore 21 – Fuori Stagione
Tiromancino in concerto
NEL RESPIRO DEL MONDO LIVE

Sabato 18 febbraio 2017_02_18 ore 21 - Danza
ORLANDO – SUGGESTIONI COREOGRAFICHE SULL’ORLANDO FURIOSO
COMPAGNIA EGRIBIANCODANZA
Ideazione e Coreografia Raphael Bianco
In collaborazione con la stagione IPUNTIDANZA 2016/2017 promossa dalla Fondazione Egri per la danza

Venerdì 24 febbraio 2017_02_24 ore 21 – Prosa e…
Mariangela D’abbraccio e Geppy Gleijeses
FIILUMENA MARTURANO
di Eduardo De Filippo
con Mariangela D’abbraccio e  Geppy Gleijeses
con Nunzia Schiano, Mimmo Mignemi
e con Ylenia Oliviero, Elisabetta Mirra, Agostino Pannone 
Gregorio De Paola, Eduardo Scarpetta, Fabio Pappacena
regia Liliana Cavani
GITIESSE ARTISTI RIUNITI

Venerdì 10 marzo 2017_03_10 ore 21 – Prosa e…
Emilio Solfrizzi
IL BORGHESE GENTILUOMO
di Molière
con Emilio Solfrizzi
con Viviana Altieri, Anita Bartolucci, Fabrizio Contri, Cristiano Dessì, Lisa Galantini
Simone Luglio   Elisabetta Mandalari
regia Armando Pugliese
ERRETITEATRO

Sabato 18 marzo 2017_03_18 ore 21 - Danza
BOLERO
Coreografia András Lukács e Laszlo Velekei
Musica Maurice Ravel
BALLETTO NAZIONALE DI GYÖR
In collaborazione con la stagione IPUNTIDANZA 2016/2017 promossa dalla Fondazione Egri per la danza

Sabato 25 marzo 2017_03_25 ore 21 - Musica
THE ART OF THE CLARINET
Claude Debussy, Francis Poulenc, Johannes Brahms
ASSOCIAZIONE MUSICALE FLORESTANO-EUSEBIO

Giovedì 13 aprile 2017_04_13 ore 21 – Comici e Autori
Ale & Franz
NEL NOSTRO PICCOLO – GABER, JANNACCI, MILANO, NOI
scritto, diretto e interpretato da Ale & Franz
con Luigi Schiavone, Fabrizio Palermo, Francesco Luppi, Marco Orsi
ITC 2000 / FONDAZIONE GIORGIO GABER

Giovedì 27 aprile 2017_04_27, 4 maggio 2017_05_04 e 11 maggio 2017_05_11 ore 21
 Fuori Stagione
Giovanna Bozzolo e Eva Cantarella
STORIE DALL’ODISSEA. Un racconto teatrale in tre puntate

Venerdì 19 maggio 2017_05_19 ore 21 – Fuori Stagione
I Legnanesi
VIAGGIANDO… CON NOI
Provasio, Dalceri, Barlocco, Musazzi
CHI.TE.MA. Srl

I biglietti sono in vendita online sul sito www.ilmaggioreverbania.it, e presso la biglietteria del Teatro. Per ulteriori informazioni URP: 03235421, IAT: 0323503249; oppure cellulare: 3339330083. 

 CENTRO EVENTI MULTIFUNZIONALE IL MAGGIORE
Via S. Bernardino, 49 – 28922 Verbania Pallanza
www.ilmaggioreverbania.it - +39 333.9330083

2016_10_23 Rosate Presentazione del libro "La bussola del dubbio"

Domenica 23 Ottobre 2016 - ore 18.00
Presentazione del libro
"La bussola del dubbio" (Costume & Malcostume)
di Ivo Zùnica
Domenica 23 Ottobre 2016 alle ore 18.00 presso la Sala Consiliare del Comune di Rosate (Via Vittorio Veneto, 2), per la rassegna de "l'Aperitivo con l'Autore" della Biblioteca di Rosate, l'autore Ivo Zùnica presenterà il suo libro "La bussola del dubbio (Costume & Malcostume)" (edizioni "Il Roseto", 2016).
Una raccolta di brevi saggi di tipo divulgativo. Articoli di costume o, piuttosto, di malcostume, che il lettore può leggere con qualche piacere e divertimento saltabeccando da un capitolo all’altro a seconda dei suoi interessi e delle sue curiosità.
Al termine premiazione del concorso fotografico "Un titolo in un click!".
Info: 0290870712 - info@bibliotecarosate.it
L'ingresso è libero.

2016_11_18 ARTURO BRACHETTI al Maggiore di Verbania

Il Maggiore Verbania arriva ARTURO BRACHETTI
due date in anteprima del nuovo one man show SOLO

Venerdì 18 Novembre 2016_11_18 
Sabato 19 Novembre 2016_11_19 

Gradita novità nella programmazione 2016/2017 del Teatro Il Maggiore di Verbania. Fuori stagione arrivano due date in anteprima dello spettacolo SOLO. Il nuovo one man show di Arturo Brachetti, venerdì 18 e sabato 19 novembre 2016 alle 21.

Lo spettacolo.
A distanza di quasi due anni dal grande successo di Brachetti che sorpresa!, a novembe 2016 parte dall’Italia per arrivare in tutto il mondo il nuovo atteso one man show di Arturo Brachetti: SOLO. Un vero e proprio assolo del grande artista, che torna sui palcoscenici come unico protagonista dopo il trionfo dei suoi precedenti one man show L’uomo dai mille voli e Ciak!, applauditi da 2.000.000 di spettatori in tutto il mondo. In questo spettacolo, Brachetti aprirà le porte della sua casa, fatta di ricordi e di fantasie; una casa senza luogo e senza tempo, in cui il sopra diventa il sotto e le scale si scendono per salire.

Dentro ciascuno di noi esiste una casa come questa, dove ognuna delle stanze racconta un aspetto diverso del nostro essere e gli oggetti della vita quotidiana prendono vita, conducendoci in mondi straordinari dove il solo limite è la fantasia. È una casa segreta, senza presente, passato e futuro, in cui conserviamo i sogni e i desideri... Brachetti aprirà la porta di ogni camera, per scoprire la storia che è contenuta e che prenderà vita sul palcoscenico.

Reale e surreale, verità e finzione, magia e realtà: tutto è possibile insieme ad Arturo Brachetti, il grande maestro internazionale di quick change che ritorna con un varietà surrealista e funambolico, in cui immergersi lasciando a casa la razionalità.

Lo spettacolo è integralmente nuovo. Protagonista è il trasformismo, quell’arte che lo ha reso celebre in tutto il mondo e che qui la farà da padrone con oltre 50 personaggi, portati in scena per la prima volta. Ma in SOLO Brachetti propone anche un viaggio nella sua storia artistica, attraverso le altre affascinanti discipline in cui eccelle: grandi classici come le ombre cinesi, il mimo e la chapeaugraphie, e sorprendenti novità come la poetica sand painting e il magnetico raggio laser.

Il mix tra scenografia tradizionale e videomapping permette di enfatizzare i particolari e coinvolgere gli spettatori nello show.
Tra Magritte e la musica pop, passando per le favole e Matrix, Brachetti tiene il ritmo sul palco: 90 minuti di vero spettacolo pensato per tutti, a partire dalle famiglie.

Prima del debutto internazionale, Arturo vuole portare al pubblico italiano il suo spettacolo che approderà ai palcoscenici mondiali nel 2017. Sarà un vero e proprio as-SOLO per uno degli artisti italiani più amati nel mondo, che alla vigilia dei 60 anni torna in scena con entusiasmo per regalare al pubblico il lavoro più completo: SOLO.

Il costo dei biglietti varia come di consueto a seconda del settore del teatro, una speciale riduzione è stata riservata a tutti gli abbonati alla stagione 2016/2017 de Il Maggiore.

Nel dettaglio:
Intero: 45,00 euro I Settore – 38,00 euro II Settore;
Ridotto over 65: 42,00 euro I Settore – 35,00 euro II Settore;
Ridotto per gli abbonati alla stagione de Il Maggiore: 40,00 euro I Settore - 34,00 II Settore;
Ridotto under 26: 35,00 euro I Settore – 30,00 euro II Settore.
A tutti i prezzi va aggiunto +1, 5 euro di prevendita, fino a due ore prima dell’inizio di ogni spettacolo.

A breve verrà resa nota la data di apertura delle vendite. L’acquisto sarà possibile presso il Comune di Verbania a Pallanza con i seguenti orari: Lunedì, martedì e giovedì dalle 8.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.00, mercoledì e venerdì dalle 8.00 alle 12.30, oppure sul sito www.ilmaggioreverbania.it

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)