2016_08_16 Due liuti per Milano Arte Musica nella Sala Capitolare del Bergognone

MAM2016 
MILANO ARTE MUSICA 2016 (X edizione)
dal 7 luglio al 25 agosto 2016
Martedì 16 agosto 2016, ore 16.30, 18.30 e 20.30
Sala Capitolare del Bergognone  (Basilica di Santa Maria della Passione)
Via Conservatorio 16, Milano
A due liuti
BIGLIETTI 16 agosto  posto unico 10 euro
PROGRAMMA

Thomas Robinson (1560-1610) 
Plaine Song
Passomezzo
Queen’s goodnight

Francesco da Milano (1497-1543)Fantasia
Canone
Spagna

John Marchant (XVI-XVII sec)
Fantasy

John Johnson (1545-1594)Flat Pavan
Flat Galliard

Vincenzo Galilei (1520-1591)Contrappunto primo
Contrappunto secondo

Orlando di Lasso (1532-1594)Fantasia nona
Fantasia decima

John Dowland (1563-1626)
My lord Willoughby’s welcome home

John Johnson (1580-1600)
Rogero

Giovanni Antonio Terzi
Canzone a due liuti da Claudio Correggio

L’appuntamento dedicato al liuto, che ogni anno registra il tutto esaurito, si presenta nella decima stagione con un’importante novità. Protagonisti dell’appuntamento saranno infatti ben due liuti, con un’esecuzione affidata a Francesco Tomasi e Fabrizio Carta, entrambi al loro debutto in Milano Arte Musica. In un triplo appuntamento, martedì 16 agosto  (ore 16.30, 18.30 e ore 20.30), nella suggestiva Sala Capitolare del Bergognone, i due liutisti proporranno un programma dedicato alla musica per due liuti composta da alcuni dei più grandi autori della scuola liutistica italiana  (Francesco da Milano, Vincenzo Galilei, Giovanni Antonio Terzi) e inglese  (Thomas Robinson, John Marchant, John Johnson, John Dowland). Il concerto si presenta inoltre come un’ottima occasione per ascoltare, tra i brani proposti di Francesco da Milano, una Fantasia recentemente riscoperta nel manoscritto di Castelfranco Veneto.
Nel vivace panorama musicale europeo rinascimentale, assistiamo ad un impressionante sviluppo della musica strumentale. La tecnica di composizione maggiormente utilizzata dai compositori, il contrappunto di ascendenza fiamminga, costrinse i liutisti a mutare la propria tecnica dal plettro al libero utilizzo delle dita. Tuttavia l’idea del plettro non verrà abbandonata ma sostituita con quella dell’alternanza pollice indice della mano destra.
Nella musica per due liuti, contrappunto e monodia convivono nella formula solista e accompagnatore dove un liuto suonerà una linea monodica sostenuta dal contrappunto eseguito dal secondo liuto.
In questo programma verranno eseguite musiche originali per due liuti dei più importanti compositori italiani e inglesi dell’epoca con l’eccezione di Orlando di Lasso, fiammingo ma romano d’adozione, le cui fantasie proposte vennero composte “per ogni sorta di stromento”. Il brano My lord Willoughby’s welcome home di John Dowland si distingue dagli altri essendo eseguibile anche a liuto solo. Nella musica di Robinson sembra emergere un intento didattico, mentre in Terzi la volontà di sperimentare tutte le possibilità dello strumento si realizza in un virtuosismo estremo equamente ripartito tra i due liuti.

Vendita sul posto, secondo disponibilità, 40 minuti prima di ogni concerto e presso la segreteria parrocchiale di S. Maria della Passione  (via Conservatorio 16) dal lunedì al venerdì dalle 9.15 alle 12.00.
Prevendite biglietti  (diritto di prevendita Euro 1,80):
Circuito Vivaticket www.vivaticket.it
Call center  (servizio a pagamento): Vivaticket 892.234  (from outside Italy: +39.041.2719035)
App Vivaticket Mobile per iPhone e Android disponibile sull’app Store e su Google play
Punti vendita Vivaticket, elenco alla pagina http://www.vivaticket.it/index.php?nvpg[ricercaPV]

Per informazioni:
Associazione Culturale La Cappella Musicale
via Vincenzo Bellini 2 - 20122 Milano
tel e fax 02.76317176 e-mail mail@lacappellamusicale.com
twitter @lacappellamusic

2016_08_12 MILANO ARTE MUSICA Il Giardino Armonico alla Basilica di Santa Maria della Passione

MAM2016 
MILANO ARTE MUSICA 2016 (X edizione)
dal 7 luglio al 25 agosto 2016
Il calendario completo degli appuntamenti

Venerdì 12 agosto 2016, ore 20.30
Basilica di Santa Maria della Passione
Via Conservatorio 16, Milano
La morte della ragione
Giovanni Antonini, flauti, dulciana e direzione
Flauti, dulciana - Giulia Genini,
Cornetto - Andrea Inghisciano
Cornetto, flauti - Gawain Glenton,
Dulciana - Alberto Guerra
Violini, vielle, viole - Stefano Barneschi, Liana Mosca
Violoncello - Paolo Beschi
Violone - Giancarlo De Frenza
Organo e clavicembalo - Riccardo Doni
Arpa barocca e arpa rinascimentale - Margret Köll
Flauti, dulciana, direzione - Giovanni Antonini

BIGLIETTI 12 agosto  posto unico 10 euro

PROGRAMMA

Anonimo Italiano (XVI sec.) Pavana “La Morte della Ragione” (Ms. British Library c.1560)
Giorgio Mainerio(1535-1582) Gagliarda (Primo libro de’ balli, Venezia 1578)
Christopher Tye (c.1505 – ante1573)In Nomine “Crye” 
Hayne van Ghizeghem(c.1445-?) De tous bien playne (“Henry VIII Ms.”, ca.1510-1520)
Alexander Agricola(c.1446-1506)  Tre versioni di “De tous bien plaine”
Josquin Desprez (1450-1521) “De tous biens playne” (Harmonice Musices Odhecaton A, Venezia 1501)
John Dunstable(c.1390-1453) Puzzle Canon (“Henry VIII Ms.”, ca.1510-1520) 
Josquin Desprez La déploration sur la mort de Johannes Ockeghem a cinque
Giovan Pietro Del Buono Obligo LXXVII “di dui Zoppi e dui Ciechi” sull’Ave Maris (XVII sec.)  Stella (Canoni, oblighi et sonate, Palermo 1641) 
Dario Castello  Sonata duodecima a tre (prima metà XVII sec.)  (Sonate Concertate, Venezia 1629)
Thomas Preston(?-c.1563) Uppon la mi re
Giorgio Mainerio Schiarazula marazula, Ungarescha & Saltarello (Primo libro de’ balli, Venezia 1578)
Anonimo Italiano (XVI sec.)/ La Gamba 
Vincenzo Ruffo (1508-1582)
Giovanni Gabrieli (c.1540-1611/12)  Sonata XIII a otto voci (Canzoni et Sonate, Venezia 1615) 
Giovanni de Macque (c.1550-1614) Seconde Stravaganze (Ms British Library, 1617)
Nicolas Gombert(c.1495-c.1560) Diminuzioni su Chanson “La rose” (Canzon...per s
Tarquinio Merula (c.1594-1665) Canzon “La Pedrina” (Canzoni.. op XII, Venezia 1637)
Dario Castello  Sonata 14 a quattro (Sonate concertate in stil moderno  Libro secondo, Venezia 1629) 
Lodovico Grossi da Viadana (1560-1627)   “La Napoletana” a 8 (Sinfonie musicali, Venezia 1610)
John Baldwine(?-1615) 4 Vocum (Ms. British Museum, 1603)
Gesualdo da Venosa(1566-1613) Canzon Francese del Principe (Ms. British Library, 1617)
Cristoforo Caresana (1640-1709)Tarantella (Duo Opera seconda, Napoli 1693)
Jacob van Eyck(1590-1657) Fantasia & Echo  (Der Fluyten Lust-hof, Amsterdam 1649)
Samuel Scheidt(1587-1654) Galliard Battaglia (Ludi Musici, Amburgo 1621)
Giovan Pietro del Buono Sonata VII “Stravagante” sull’Ave Maris Stella  (Canoni, Oblighi..., Palermo 1641)

Il Giardino Armonico, diretto da Giovanni Antonini, presenta venerdì 12 agosto alle ore 20.30, in S. Maria della Passione, “La Morte della ragione”, un programma musicale inedito in Italia e molto apprezzato all’estero.
Il repertorio del programma comprende musiche di origine ed epoche eterogenee (dal sedicesimo al diciassettesimo secolo), organizzate in una sorta di continuum musicale, a volte con accostamenti di brani anche distanti da un punto di vista cronologico ma che rivelano affinità su un piano musicale. Il tema centrale è ben rappresentato da brani come la Battaglia di Samuel Scheidt, celebrazione di un’altra “morte della ragione” - quella della guerra - passando per lo stile “espressivo” di Dario Castello e Giovanni Gabrieli, ecc., ognuno con il proprio personale ed originale contributo nell’ambito della nascente musica barocca. Accostati a questi compositori, altri (ad esempio, di scuola inglese dell’epoca di Shakespeare) caratterizzati dal sofisticato e arcaicizzante uso del contrappunto, che completeranno il programma, a illustrare un’epoca complessa, contraddittoria e frammentata.

“La Morte della Ragione” è una pavana contenuta in un manoscritto anonimo di danze italiane della metà del cinquecento e conservato presso la British Library: in senso più ampio dà il titolo al concerto strumentale.
La morte della ragione simboleggia la vittoria dell’esperienza sensibile nella scrittura musicale: la rottura delle “regole” compositive avvenuta alla fine del Cinquecento per opera dei musicisti più progressisti, al fine di commuovere, sconvolgere l’ascoltatore in un vortice di affetti e sentimenti e contro i quali si scaglia il “conservatore” Giovanni Maria Artusi.
L’uso del cromatismo, delle dissonanze inaspettate, di un’idea formale - anche nelle composizioni puramente strumentali - basato su un concetto teatrale e drammatico (ad esempio le Sonate in stil moderno di Dario Castello) sono alcuni dei mezzi attraverso i quali avviene il trionfo degli “affetti” agli albori dell’epoca barocca.
Il Rinascimento aveva trovato un equilibrio tra arte compositiva (contrappunto) e rappresentazione degli affetti, ma tra la fine del sedicesimo e l’inizio del diciassettesimo secolo l’ossessione per l’espressività estrema e il gusto per il “gesto teatrale” portarono in Italia a una ricerca avanguardistica sul piano delle soluzioni compositive.
In pittura è l’epoca del Manierismo e di Caravaggio, di un’arte in movimento, che cerca di catturare, non idealizzandola, l’essenza dell’esistenza umana, rappresentandola con realismo sensuale e spesso violento. Ad esempio la Santa Teresa d’Avila scolpita dal Bernini (1647-1652) in cui l’estasi religiosa sembra combaciare con quella erotica o le violente decapitazioni di Oloferne da parte di Giuditta nei dipinti di Caravaggio (1599) e Artemisia Gentileschi (1630).
Eppure i due aspetti della creazione musicale, quello puramente intellettuale e quello “sensibile” continueranno a coesistere: musicisti come Monteverdi erano in grado di scrivere i più complessi contrappunti così come semplici canzonette a una voce col basso continuo, e durante tutto il Seicento l’arte della scrittura canonica - il massimo esercizio intellettuale nella composizione musicale - vide una grandissima fioritura tra gli “addetti a i lavori”, nella stessa epoca della nascita e diffusione del teatro d’opera, che diverrà la forma musicale di intrattenimento accessibile e fruibile da tutti, senza necessità di una particolare istruzione musicale. 

Vendita sul posto, secondo disponibilità, 40 minuti prima di ogni concerto e presso la segreteria parrocchiale di S. Maria della Passione (via Conservatorio 16) dal lunedì al venerdì dalle 9.15 alle 12.00.  Prevendite biglietti (diritto di prevendita Euro 1,80):
Circuito Vivaticket www.vivaticket.it
Call center (servizio a pagamento): Vivaticket 892.234 (from outside Italy: +39.041.2719035)
App Vivaticket Mobile per iPhone e Android disponibile sull’app Store e su Google play
Punti vendita Vivaticket, elenco alla pagina http://www.vivaticket.it/index.php?nvpg[ricercaPV]

per informazioni:
Associazione Culturale La Cappella Musicale
via Vincenzo Bellini 2 - 20122 Milano
tel e fax 02.76317176            e-mail mail@lacappellamusicale.com
twitter @lacappellamusic

2016_08_10 laVerdi Estate 2016 Musica dallo Spazio

Mercoledì 10 Agosto 2016_08_10 
Giovedì 11 Agosto 2016_08_11
Auditorium di Milano – largo Mahler 
laVerdi Estate 2016
Musica dallo Spazio 
Space Symphony
Dopo Star Wars, Il Padrino, i Supereroi e Alfred Hitchcock,  è il momento delle colonne sonore dei grandi film di fantascienza, con la Verdi guidata ancora una volta dallo specialista olandese Ernst van Tiel
Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi 
Direttore Ernst van Tiel

Programma SPACE SYMPHONY
Prima parte
1. Alex North 2001 - A Space Odyssey (1968) Suite from the Unused Score  
2. Jerry Goldsmith Planet of the Apes (1968) No Escape  
3. John Williams Close Encounters of the Third Kind (1977) Suite 
4. Jerry Goldsmith Alien (1979) End Title  
5. Jerry Goldsmith Star Trek: The Motion Picture (1979) Main Theme
6. John Williams E.T. the Extra-Terrestrial (1982) Adventures on Earth  
Seconda parte
7. Jerry Goldsmith Total Recall (1990) Suite 
8. Alan Silvestri Contact (1997) End Credits  
9. Don Davis The Matrix (1999) Suite 
10. James Horner Avatar (2009) Suite

Questa volta la musica arriva dallo Spazio: quello con la S maiuscola, ovvero quello che ha fatto da teatro immaginario ai grandi film di fantascienza di Hollywood, facendo sognare milioni di giovanissimi e non solo.   
laVerdi continua così il suo fantasmagorico viaggio estivo attraverso il cinema. Dopo Star Wars, Il Padrino, i Supereroi di celluloide e il grande Alfred Hitchcock, eccoci dunque a un nuovo, esaltante appuntamento che coniuga nel migliore dei modi musica e grande schermo: per Estate 2016 – la stagione estiva de laVerdi, mercoledì 10 (ore 20.30) e giovedì 11 agosto (ore 20.30), all’Auditorium di Milano, saranno protagoniste le colonne sonore di 2001  Odissea nello Spazio, Star Trek, Il pianeta delle scimmie, Alien, Total Recall, Matrix, Avatar, E.T., Incontri ravvicinati del terzo tipo, scritte da maestri del genere quali North, Goldsmith, Williams, Silvestri, Davis, Horner, e raccolte in una specialissima ed esclusiva Space Symphony, in collaborazione con Soundtracks live!. 
L’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi sarà guidata per la terza volta consecutiva dallo specialista Ernst van Tiel: il conductor olandese, direttore principale della Polish Baltic Philharmonic Orchestra dal 2012, ha tra l’altro diretto la Brussels Philharmonic nella registrazione della colonna sonora, composta da Ludovic Bource, del film The Artist, vincitrice di 5 Premi Oscar. 
Al concerto di mercoledì 10 agosto saranno presenti anche i figuranti di Star Trek (Associazione StarFleet 39), con i quali il pubblico potrà farsi fotografare. E, naturalmente, come già per i concerti dedicati a Star Wars, il pubblico è invitato a venire in Auditorium con i travestimenti degli eroi preferiti. 
(Biglietti euro 25,00/10,00; info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler, orari apertura: mar – dom ore 14.30 – 19.00, tel. 02.83389401/2/3; on line: www.laverdi.org o www.vivaticket.it ). 
laVerdi ringrazia per la collaborazione:  COLONNESONORE.NET

2016_08_04 Concerto itinerante per il 40o Festival della Musica Antica di Innsbruck

40th Innsbruck Festival
of Early Music
40o Festival della Musica Antica di Innsbruck

Giovedì 4 agosto 2016
h 11.00 – h 13.00 – h 16.00
Venerdì 5 agosto 2016
h 10.00 – h 14.00 – h 19.00
Concerto Mobile
Music of the Commedia dell'arte in the city of Innsbruck
I BASSIFONDI Ensemble
Simone Vallerotonda - Theorbe, Chitarra und musikalische Leitung
Vincenzo Capezzuto - Countertenor
Gabriele Miracle - Perkussion
Josep Maria Martì-Duran - Colascione basso
in caravan per la città di Innsbruck:
GOLDENES DACHL, WILTENER PLATZL, WALTHERPARK ST. NIKOLAUS
Innsbruck, Austria  
”Sono solo canzonette”
Il seicento italiano vocale e strumentale
Musiche di A. Carbonchi, H. Kapsberger, G. L. Baldano, F. Cavalli, A. Falconieri, M.
Marazzoli, A. Piccinini, F. Corbetta, S. Pessori, C. Calvi, L. Rossi
La maggior parte della musica del ‘600 e ‘700 per Liuto, Chitarra, Tiorba e Arciliuto,  come Kapsberger, Corbetta, Piccinini, de Visée, Granata, Weiss e molti altri, hanno scritto la loro musica con l’aggiunta della parte del basso continuo, oppure hanno trasformato la loro intavolatura per strumento solista, in una partitura a più voci, o hanno, in casi più espliciti, scritto direttamente musica per consort di liuti, o per liuto e altri strumenti. Numerose son le cronache dell’epoca che ci testimoniano una maniera di suonare questa musica “a più strumenti”. Spesso i chitarristi solevano farsi accompagnare da tiorbe, colascioni, liuti e viceversa. Sulla base di testimonianze scritte e di fonti musicali e iconografiche, nascono “I Bassifondi”, ensemble fondato da Simone Vallerotonda, che ha per obiettivo quello di riscoprire e offrire al pubblico questa musica in una versione da camera.   
www.simonevallerotonda.com
https://www.youtube.com/channel/UCSOt1_dUfxKx72a1bWZLiXA

2016_08_06 ARENA DI VERONA Il Trovatore

Sabato 6 Agosto 2016 alle ore 20:45
ARENA DI VERONA
Il Trovatore - Dramma in 4 atti di Giuseppe Verdi
Intrighi familiari e crudeli maledizioni portano a compimento il fatale destino di Leonora e del Conte di Luna, di Manrico e di Azucena. Il Trovatore, con le sue pire incandescenti, debutta sul palco dell’Arena di Verona. Bagliori colorati e duelli con le spade animano il maestoso allestimento con regia e scene di Franco Zeffirelli. Nella prima recita, sabato 6 Agosto alle ore 20:45, Artur Rucinsky e Hui He vestono i panni del Conte di Luna e di Leonora; Violeta Urmana e Marco Berti interpretano i ruoli di Azucena e del trovatore Manrico. Non perdere l’appuntamento con il secondo grande titolo della Trilogia Popolare di G. Verdi, diretto dal M° Daniel Oren.

2016_08_06 Pomeriggi alle Stelline si fa in quattro(ma sassofoni!)

ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI

Direttore Artistico, M° Maurizio Salerno

I POMERIGGI ALLE STELLINE
Stagione Straordinaria in occasione del trentennale della Fondazione Stelline

Chiostro della Magnolia - Palazzo delle Stelline
Corso Magenta, 61 – Milano

Sabato 6 agosto 2016, ore 16.45

Händel, Arrivo della regina di Saba
Vivaldi, La Tempesta di Mare (arr. Pierre Boragno)
Bach, Aria dalla Suite n. 3 in Re maggiore
Bizet, Carmen fantasie
Chauvet, Primier ouatour concertant
Singelée, Allegro de concert
Vellones, Prélude et rondo français
Singelée, Grand quatuor concertant
Grieg, Danza d’Anitra da Peer Gynt, op. 46
Takahashi, L'Arlesienne Exhibition

Quartetto di Sassofoni SaxUPO
Roberto Stuffo, Emanuele Fresia, Claudio Guida, Paolo Firpo

BIGLIETTI Biglietto per il concerto: 5,00 € (+ prevendita)

Ultimo concerto del 2016 per I Pomeriggi alle Stelline. La rassegna di musica en plein air, sabato 6 agosto, dà appuntamento alle 16:45 nel bellissimo Chiostro della Magnolia a Palazzo delle Stelline, per godere di un originale pomeriggio di musica che ha per protagonista i SaxUPO, un talentuoso quartetto di sassofoni. Roberto Stuffo, Emanuele Fresia, Claudio Guida e Paolo Firpo si cimentano in un programma classico che prende le mosse dal Barocco di Händel, Vivaldi e Bach e arriva fino al Novecento, passando per brani di Bizet, Chauvet, Vellones, Singelée, Grieg e Takahashi. Con quest’ultimo appuntamento de I Pomeriggi alle Stelline I Pomeriggi Musicali salutano il proprio pubblico, felici di aver contribuito ai festeggiamenti per il trentennale della Fondazione Stelline, rafforzando la sinergia con una così importante istituzione culturale, e paghi di aver offerto, anche per questo 2016, nuove e interessanti proposte al panorama culturale dell’estate milanese.
Biglietteria Chiostro delle Stelline Corso Magenta, 61 – 20121 Milano Nelle giornate di concerto dalle ore 15.30

2016_08_07 Arena Sferisterio Macerata omaggio a Maria

Dalla Notte dell'Opera, un lungo weekend di Festival!
Vestiti di azzurro per la Notte dell'Opera!
Nuota con noi tra gli oltre 50 eventi gratuiti in città!
Vestiti di azzurro e diventa protagonista per una notte! 


Terzo week end con le storiche rassegne del Festival OFF! 
Andrea Panzavolta, Monia Andreani e Lucio Turchetta, Antonello Calore*, saranno i protagonisti dei tre appuntamenti del weekend con gli Aperitivi Culturali organizzati da Sferisterio Cultura, a cura di Cinzia Maroni.
Alle 12 agli Antichi Forni (Piaggia della Torre)
*accreditato per la formazione forense
Alle 17, nella placida atmosfera di Villa Cozza, risuoneranno arie d'opera con i Fiori Musicali del Maestro Cesarina Compagnoni con gli allievi del conservatorio Pergolesi di Fermo.

Ultima occasione per vedere Norma!
Domenica va in scena l'ultima recita di Norma.
Coprodotta con la Fondazione Teatro Massimo di Palermo, ha registrato un enorme successo di pubblico e di critica. 
Non perdere l'ultima occasione di vederla allo Sferisterio prima del debutto al Teatro Massimo di Palermo, a febbraio 2017.

Domenica 7 agosto 2016 alle 19 taglio del nastro di Medea - Bozzetti in mostra!
Inizia una settimana di Medea! https://www.facebook.com/events/851749814959933/
Domenica non perdere il taglio del nastro dell'allestimento che Mario Montalboddi ha ideato per Contemporary MarcheArt presso il Corridomnia Shopping Park.
Scopri in anteprima i bozzetti che Dante Ferretti ha ideato per la scenografia digitale del gala di beneficenza per Medici Senza Frontiere, Medea - Da Cherubini a Pasolini, che andrà in scena l'11 agosto alle 21 allo Sferisterio.


2016_08_07 Il museo che suona .. in duo

Museo degli Strumenti Musicali del Castello Sforzesco di Milano
domenica 7 agosto 2016, ore 16
il Museo che SUONA!
duo Gavanna Arcari
Laura Arcari, chitarra
Lorenzo Gavanna, flauto
ingresso gratuito
previo ritiro del biglietto d'ingresso al Museo
Ingresso consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili
(è possibile prenotare il posto - Info@levocidellacitta.it)

Programma

A. Vivaldi (1678 – 1741) Sol da te, mio dolce amore. da ''Orlando Furioso''
A. Piazzolla (1921-1992) Histoire Du Tango
M. Ravel (1875-1937) Piece En Forme de Habanera
 J. Rodrigo (1901 – 1999) Serenata Al Alba Del Dia
 P. de Sarasate (1844 -1908) Zigeunerweisen
 A. Thomas  (1811-1896) Fantasia su "La Traviata" di G. Verdi

LORENZO GAVANNA - Diplomato, sotto la guida del Maestro Raffaele Trevisani, presso il Conservatorio G. Verdi di Milano. Dal 2005 partecipa alle Masterclass di perfezionamento del M.° Raffaele Trevisani presso la Villa Bernocchi - Premeno (VB) e dal 2008 partecipa anche alle Masterclasses del M.° Sir James Galway. Attualmente segue il corso di perfezionamento tenuto dal M.° Raffaele Trevisani presso la Civica Scuola di Musica di Milano. Ha partecipato al corso di Perfezionamento di Musica da Camera  presso l’Istituto IES di Milano. Presentando diverse formazioni cameristiche ha suonato, inoltre, per il Comune di Milano, e per concerti presso la Civica Scuola di Musica in occasione della rassegna “Notturni Musicali”. Si è esibito in alcune delle più prestigiose sale del Comune di Milano e provincia quali la sala Verdi del Conservatorio G. Verdi di Milano, il Teatro dal Verme, l’Auditorium Lattuada, l'Auditorium Bicocca, la Sala Merlata presso il Castello Sforzesco di Milano, il Teatro San Pio di Uboldo (VA). Ha partecipato al festival della letteratura di Cremona "Le corde dell'anima 2011" accompagnando con brani di musica classica la presentazione del libro della scrittrice Chicca Gagliardo "Gli occhi degli alberi". Nel Giugno 2011 ha suonato in occasione della rassegna Fringe del MiTo Festival. Ha inoltre collaborato come primo flauto con la BicOrchestra - Orchestra dell'Università Bicocca di Milano. Nel 2015 ha collaborato in diverse occassioni, ricoprendo il ruolo di flauto solista, con l’orhcestra Petite Société. All'attività concertistica affianca l’attività didattica ricoprendo il ruolo di insegnante presso la scuola “Ricordi Music School - La Nuova Musica” di Milano. Nell'Agosto 2010 ha partecipato alla "The James Galway International Flute Convention and Masterclass" e gli è stata assegnata in premio una testata Emanuel Flutes, in argento con caminetto in oro 14k.

LAURA ALESSANDRA ARCARI - Intraprende gli studi chitarristici frequentando la Scuola media ad indirizzo musicale sotto la guida del M.° Giuliana Ferrieri. Nel 2005 partecipa al Concorso Nazionale riservato alle Scuole Medie Statali ad indirizzo musicale dove vince il secondo premio nella sezione “chitarra” e il primo premio nella sezione “libere formazioni” presentandosi all’interno di un sestetto. Dal 2006 frequenta il Corso di Chitarra presso la Civica Scuola di Musica di Milano tenuto dal Maestro Vittorio Casagrande. Dal 2008 al 2010 ha partecipato ai Corsi estivi di chitarra a cura dei Maestri Casagrande, Coppi, Mari e Muneratto presso Oleggio e Borgosesia. Attualmente frequenta il secondo anno del Triennio Accademico AFAM presso la Civica Scuola di Musica di Milano. Presentandosi nella formazione cameristica flauto e chitarra ha suonato in occasione di diversi eventi tra i quali il “Festival dei Beni Confiscati” e la rassegna Step Art Fair presso la Fabbrica del Vapore. Inoltre, ha presso la Civica Scuola di Musica in occasione della rassegna “Notti Trasfigurate”. Si è esibita in alcune tra le più prestigiose sale del Comune di Milano, la Sala delle Merlate presso Il Castello Sforzesco e, collaborando con l’Orchestra di Chitarre Regionale Lombarda presso la sala Verdi del Conservatorio G. Verdi di Milano. All’attività concertistica affianca l’attività didattica ricoprendo il ruolo di insegnante di chitarra classica presso la scuola elementare “Cesare Battisti” di Milano. Suona una chitarra Vailati.

informazioni e prenotazioni
02 3966 3547
info@levocidellacitta.it

2016_08_10 Milano Arte Musica a San Maurizio

MAM2016 
MILANO ARTE MUSICA 2016 (X edizione)
dal 7 luglio al 25 agosto 2016
Il calendario completo degli appuntamenti

Mercoledì 10 agosto 2016, dalle ore 10.30 alle ore 16.30
Coro di San Maurizio al Monastero Maggiore
Corso Magenta 13/15, Milano
Visite e momenti musicali in San Maurizio
Allievi dell’Istituto di Musica Antica della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado e
del Corso di Teatrodanza della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi – Milano

Programma A Ore 10.30 e ore 13.30

Marcantonio Cavazzoni(c.1490-c.1560) Ricercata 
Girolamo Cavazzoni(c.1525-post 1577) Hymnus “Ave maris stella”
Andrea Cima(XVI-XVII sec) Canzon la Novella
Andrea Gabrieli(c.1510-1586) Ricercar arioso
Girolamo Frescobaldi(1583-1643) Canzon dopo l’Epistola
Toccata per l’elevazione (dai Fiori musicali)
Aria detto balletto 
Toccata

Programma B Ore 11.30 e ore 14.30

O Maria, regina gloriae / Audi, pater, salva nos, tu qui es salus / Ya  mottetto
Codice di Bamberg, f. 5v
O Maria, virgo davitica / O Maria, maris stella plena gratie / Veritatem  mottetto
Codice di Bamberg, f. 48v-49
Virginale decus et presidium / Descendi in hortum meum / Alma  mottetto
Codice di Montpellier, f. 379v-381
Salve virgo virginum / O dulcissima virgo  mottetto
Codice di Las Huelgas, f. 106v-107v
Preghiam la dolce vergine Maria  lauda cantasi come Francesco Landini Non creder donna
Codice di Panciatichi, fol. 2v (testo di Franco Sacchetti, in Ch266, n.414, fol. 204r)
Virginis preconia cum melodia / Mellis stella, maris stella, rosa / Domino  mottetto
Codice di Bamberg, f. 36v-36r
Benedicamus Domino
Codice di Faenza, f. 57-58
Guillaume Dufay  (1397-1474) Quel fronte signorille  canzone (c. 1432)
Codice di Oxford, f. 73

Programma C Ore 12.30 e ore 15.30

Jean de Macque(1548-1614) Gagliarda 
Giovanni Felice Sances(1600-1679) Laetemini in Domino 
Ruggero Trofeo(1550-1614) Canzone da suonare a otto decima nona 
Claudio Monteverdi(1567-1643) Laudate Dominum 
Girolamo Frescobaldi(1583-1643) Toccata Settima (dal Secondo libro)  Se l’aura spira 
Sebastiano Geronimo, danzatore
Loredana Tarnovschi, danzatrice

Dopo il successo delle precedenti edizioni, ritorna con un’entusiasmante novità la giornata dedicata ai giovani talenti. L’appuntamento riservato alla riscoperta di uno dei luoghi artistici meno conosciuti eppure più suggestivi di Milano, il coro di San Maurizio al Monastero Maggiore, sarà accompagnato dagli Allievi dell’Istituto di Musica Antica della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado e, per la prima volta, dagli Allievi del Corso di Teatrodanza della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi. Mercoledì 10 agosto dalle ore 10.30 alle ore 16.30 (6 turni: ore 10.30, 11.30, 12.30, 13.30, 14.30 e 15.30), il pubblico sarà accompagnato in un’avventura tra arte, danza e musica, con l’esecuzione di brani strumentali, che vedono protagonista l’organo Antegnati, e vocali di autori del Cinque-Seicento.

I tre programmi offrono uno spaccato sulla vita musicale fra Rinascimento e primo Seicento italiano, nelle sue diverse forme. La musica organistica s’emancipa a poco a poco come repertorio autonomo, anche se i riferimenti al repertorio vocale non mancano. I ricercari dei Cavazzoni, padre e figlio, apparsi a vent’anni di distanza fra loro, nel 1523 e 1543, sono ancora legati al mottetto vocale e alla pratica della diminuzione. Molta musica veniva intavolata, cioè adattata allo strumento con l’aggiunta di abbellimenti. In altri casi l’organo rispondeva al coro, come i versetti sull’inno Ave Maris Stella, alternati al coro. La canzon francese nasce come brano per ‘ogni sorta di strumenti’, ha carattere spiccato e temi brillanti.
Il secondo programma dà un’idea della raffinatezza del cantar sopra uno strumento, cioè con l’accompagnamento, ad esempio, di un liuto. Da notare la politestualità nei mottetti, ovvero la compresenza di testi poetici diversi, a volte in lingue differenti, assegnati alle diverse voci. Questo repertorio nasce come musica riservata, cantata da nobili o letterati, per il proprio diletto e edificazione.
Il terzo programma esplora la relazione fra sacro e profano, da Napoli a Venezia, passando per Roma e Ferrara. Siamo già nel passaggio agli ideali estetici della “Seconda prattica”, il regno degli affetti, dove l’ascoltatore dev’essere rapito e soggiogato dal potere espressivo della musica e del testo poetico.


BIGLIETTI 10 agosto: ingresso gratuito, solo su prenotazione telefonica entro martedì 9 agosto ore 12 al n. 02.76317176 
SEDE DEL CONCERTO
Coro di San Maurizio al Monastero Maggiore Corso Magenta 13/15
MM Cadorna, tram 1, 4, 16, 27, bus 50, 57, 58, 61, 94

Per informazioni:
Associazione Culturale La Cappella Musicale
via Vincenzo Bellini 2 - 20122 Milano
tel e fax 02.76317176            e-mail mail@lacappellamusicale.com
twitter @lacappellamusic

2016_06_18 POMERIGGI ALLE STELLINE apre con un Gala lirico

 Sabato 18 giugno 2016, ore 16.45
ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI

Direttore Artistico, M° Maurizio Salerno
I POMERIGGI ALLE STELLINE
Stagione straordinaria in occasione del trentennale della Fondazione Stelline
Chiostro della Magnolia - Palazzo delle Stelline
Corso Magenta, 61 – Milano
Gala lirico
in programma:
Mozart, Ouverture; Recitativo ed aria di Dorabella, “Smanie implacabili” 
Mezzosoprano: Siri Carbin Åhlund;
Donizetti, Cavatina di Norina, da Don Pasquale Soprano: Frida Hagman
Puccini, “Chi il bel sogno di Doretta”, da La Rondine Soprano: Tanja Soininen
Mascagni, Intermezzo da Guglielmo Ratcliff
Saint-Saëns, “Mon coeur” da Sanson et Dalila Mezzosoprano: Siri Carbin Åhlund;
Verdi, "Tacea la notte placida" Aria di Leonora da Il Trovatore Soprano: Isabella Lundqvist
Léhar, Meine Lippen sie küssen so heiss da Giuditta Soprano: Frida Hagman
Léhar, Vilja Lied da La vedova allegra Soprano: Tanja Soininen
Uti vår hage (canzone popolare svedese) a quattro
Kalman, Heia, in der Bergen ist da The gipsy Princess Soprano: Frida Hagman
Strauss, Csardas da Cavaliere Pásmán
Mezzosoprano: Siri Carbin Åhlund
Soprano: Tanja Soininen
Soprano: Frida Hagman
Soprano: Isabella Lundqvist
(Cantanti selezionati dalla Academy of Music and Drama di Gothenburg)
Orchestra I Pomeriggi Musicali
Direttore: Marcello Mottadelli

Inizia una nuova edizione dei I Pomeriggi alle Stelline, che dopo essere stati ospitati dagli incantevoli Orti di Leonardo durante il 2015, tornano nella splendida cornice del Chiostro della Magnolia per festeggiare proprio la Fondazione Stelline. Quest’anno, infatti, la presenza dei Pomeriggi nello splendido cortile di Corso Magenta si inserisce all’interno delle celebrazioni per il trentennale della Fondazione che tanta parte ha rivestito nella vita culturale, politica e congressuale della città di Milano.
Questa edizione de I Pomeriggi alle Stelline sono una vera e propria festa in musica per i 30 anni di vita della Fondazione Stelline. Il clima di festa, oltre all’ambientazione en plein air, all’ombra della magnolia secolare, impronta di sé anche il programma, estremamente vario e ricco di momenti altamente godibili, magari adagiati sul prato del Chiostro.
M° Maurizio Salerno

E a inaugurare questa festa è un superbo Gala lirico, diretto da una bacchetta che ha fatto della musica operistica un perno su cui fondare la propria carriera internazionale: il M° Marcello Mottadelli. Il programma è una panoramica sulla grande musica lirica, che tra overture, arie e cavatine, ci conduce da Mozart a Strauss, dall’opera all’operetta, con un’escursione fin nella canzone popolare svedese. Protagonisti al fianco della nostra Orchestra saranno: Siri Carbin Åhlund, Tanja Soininen, Frida Hagman, Isabella Lundqvist, giovani e promettenti cantati selezionati dalla Academy of Music and Drama di Gothenburg.
Il 18 giugno coincide poi con l’Open Day Stelline, giornata dedicata all’anniversario della Fondazione, la quale, per questo motivo, ha deciso di riservare un biglietto omaggio ai primi 100 spettatori nati nel 1986 - e quindi “coetanei della Fondazione” - che si prenoteranno per il concerto.
L’ottima musica en plein air sarà come ormai di consueto accompagnata da un elegante aperitivo: l’happy hour nel Caffè Leonardo sarà offerto al 20% di sconto per gli spettatori del concerto.

BIGLIETTI

Biglietto per il concerto: 5,00 € (+ prevendita)
Per festeggiare i suoi 30 anni, la Fondazione Stelline offre il primo concerto del 18 giugno ai nati nel 1986 (l’offerta è valida fino all’esaurimento dei posti a disposizione).

Per prenotare il proprio biglietto omaggio scrivere a: e.collina@stelline.it; oppure telefonare allo: 02/45.462.430
Biglietteria Teatro Dal Verme                                            
Via San Giovanni Sul Muro, 2 – 20121 Milano                   
Tel. 02 87.905.201

Biglietteria Chiostro delle Stelline
Corso Magenta, 61 – 20121 Milano
Nelle giornate di concerto dalle ore 15.30
dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 19.00

TUTTI GLI APPUNTAMENTI 2016 de 
I POMERIGGI alle STELLINE
Sabato 18 Giugno 2016_06_18
Gala lirico
Musiche di Mozart, Donizetti,Verdi, Puccini,
Mascagni, Saint-Saëns, Léhar, Kalman, Strauss
Mezzosoprano Siri Carbin Åhlund
Soprano Tanja Soininen
Soprano Frida Hagman
Soprano Isabella Lundqvist
Orchestra I Pomeriggi Musicali

Sabato 25 Giugno 2016_06_25
Musiche di Molinelli, Dulbecco,
Piazzolla, Swerts, Fitkin, Iturralde
Molinelli Pictures from New York, per sassofono contralto, tenore e pianoforte 
Dulbecco A folk tune 
Piazzolla La Muerte de 'Angel 
Swerts Klonos, per sassofono contralto e pianoforte 
Fitkin Gate, per sassofono soprano e pianoforte 
Iturralde Pequena gzarda, per sassofono contralto e pianoforte
Sassofono Jacopo Taddei
Pianoforte Luigi Nicolardi
In collaborazione con Gioventù Musicale

Sabato 02 Luglio 2016_07_02
Flauto Angela Citterio
Oboe Francesco Quaranta
Clarinetto Laura Magistrelli
Fagotto Annamaria Barbaglia
Corno Alfredo Arcobelli
Franz Ignaz Danzi
(Schwetzingen, 15 giugno 1763 – Karlsruhe, 13 aprile 1826) 
Quintetto n.1 in si bem maggiore
da 3 Quintetti per fiati, op.56/1
1. Allegretto
2. Andante con moto
3. Menuetto. Allegretto
4. Allegretto

W.Amadeus Mozart
carrellata di arie da 
“Die Zauberflöte“ 
nella trascrizione per fiati di Alberto Intrieri.
Sabato 09 Luglio 2016_07_09
Musiche di Haydn e Beethoven
Haydn Concerto per violoncello e orchestra n. 1
Beethoven Sinfonìa n.1 op. 21
Violoncello Andrea Favalessa
Orchestra I Pomeriggi Musicali
Direttore Manuel Busto

Sabato 16 Luglio 2016_07_16
Bach Toccata in do minore BVW 911
Ravel Tombeau de Couperìn
Beethoven Sonata n. 28 op. 101 
Ravel la Valse
Musiche di Bach, Ravel, Beethoven
Pianoforte Nathalia Milstein
In collaborazione con Gioventù Musicale

Sabato 23 Luglio 2016_07_23
Reich Music for pieces of Wood 
Boccadoro Power Station 
Cage Second Construction 
PiazzoHa/Sammut Libertango 
Sollima Millennìum Bug (I tempo) 
Ziykovic Trio per uno (I tempo) 
Riedhammer Challenge 
Lenti Sanno Daìko
Musiche di Reich, Boccadoro, Cage,
Piazzolla/Sammut, Sollima, Zivkovic,
Riedhammer, Lenti
Ensemble di percussioni dei Pomeriggi Musicali:
Gianmaria Romanenghi, Luca Vanoli, Tobias
Gasser, Andrea Pedron, Alessandro Petri

Sabato 30 Luglio 2016_07_30
Musiche di Haydn e Mendelssohn
Haydn Sinfonia concertante per violino, violoncello, oboe, fagotto e orchestra 
Mendelssohn Sinfonìa n, 4 op. 90 "Italiana"
Violino Fatlinda Thaci
Violoncello Andrea Favalessa
Oboe Francesco Quaranta
Fagotto Lorenzo Lumachi
Orchestra I Pomeriggi Musicali

Sabato 06 Agosto 2016_08_06
Musiche di Händel, Vivaldi, Bach, Bizet,
Chauvet, Singelée, Vellones, Singelée,
Grieg, Takahashi
Trascrizioni e brani originali per quartetto di sassofoni
Haendel Arrivo della regina dì Saba
Vivaldi La Tempesta di Mare (arr. Pierre Boragno)
Bach Aria dalla Suite n. 3 in Re maggiore
Bizet Carmen Fantasìe
Chauvet Primìer Quatour Concertant
Singelée Allegro de Concert
Veilones Prelude et Rondo Frangais
Singelée Grand Quatuor Concertant
Grieg Danza d'Anitra da Peer Gynt op. 46
Takahashi L'Arlesienne Exhibition, per quartetto di sassofoni

Quartetto di sassofoni:
Roberto Stuffo, Emanuele Fresia,

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)