2015_11_07 laVerdi doppio apuntamento con la Banda Osiris

Sabato 7 novembre 2015_11_07 - ore 15.30
(in replica alle 20.30)
Auditorium di Milano - largo Mahler 
Crescendo in musica 2014/15
La Banda Osiris sale in cattedra
Una “Storia della Musica” un po’ speciale, raccontata a piccini (e grandi) dalla più dissacrante delle band, con laVerdi diretta da Carlo Tenan 

Sabato 7 novembre 2015 ore 20:30Concerto straordinarioBANDA OSIRISe
ORCHESTRA SINFONICA GIUSEPPE VERDI MILANO
Direttore CARLO TENAN

Con la partecipazione di Luca Bonucci, Pianoforte
http://www.concertodautunno.it/151107-laverdi-osiris/151107-laverdi.htm

Si tratta certamente di docenti un po’ speciali, che raccontano una “Storia della Musica” altrettanto speciale (per ascoltatori distratti), ma sempre Storia con la “S” maiuscola. Così la Banda Osiris (Sandro Berti, mandolino, chitarra, violino, trombone; Gianluigi Carlone, voce, sax, flauto; Roberto Carlone, trombone, basso, tastiere; Giancarlo Macrì, percussioni, batteria, bassotuba), dopo avere interpretato, naturalmente a proprio modo, giganti della musica del calibro di Mozart, Beethoven, Prokofiev e Vivaldi, torna sabato 7 novembre (ore 16.00, in replica alle 20.30) all’Auditorium di Milano in largo Mahler, ospite di Crescendo in musica, la rassegna de laVerdi per i bambini e le famiglie. Con la divertente e divertita partecipazione dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, diretta per l'occasione da Carlo Tenan e l’orchestrazione di Fabio Gurian, la mitica band sfoglierà insieme al pubblico - giovanissimo, giovane e meno giovane - alcune pagine di questa storia meravigliosa che è la Storia della Musica appunto.
Penetrando le nebbie di lontanissimi tempi, potremo ascoltare i ritmi primitivi dei tamburi e la voce dell’uomo trasformarsi in canto, addentrarci nelle ombre dei chiostri per udire gli inni che i monaci innalzavano fino a Dio, immergerci nei riccioli e nelle volute della musica barocca di Vivaldi e nella possente preghiera di Händel, stupirci delle supreme architetture sonore di Bach, meravigliarci del genio precoce di Mozart, commuoverci di fronte al romanticismo di Beethoven, cantare le celebri arie delle opere di Rossini e di Verdi, rallegrarci tra gli arabeschi sonori di Offenbach e di Johann Strauss, emozionarci per lo stile ardito di Wagner, volteggiare con i danzatori nelle opere di Ciajkowskij e di Ravel, tentare di comprendere il difficile mondo dell’avanguardia musicale del primo Novecento, fino a giungere, perché no, alla musica leggera.
Questa è la vera Storia della Musica; la nostra è un’altra storia…                                                                                               
Uno spettacolo, lezione, concerto, dove predomina la fantasia e l’ironia e che conferma una volta di più la Banda Osiris come un originale gruppo portatore sano di una musica animata, giocata, sfiatata, esilarante, elegante, dissacrante e strabiliante.

Biglietti: spettacolo pomeridiano (ore 15.30):  Euro 15,00/7.50 
spettacolo serale (ore 20.30):  Euro  25,00/10,00.
Info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler, orari apertura: mar – dom ore 14.30 – 19.00, tel. 02.83389401/2/3; on line:  www.laverdi.org o www.vivaticket.it). 

2015_11_08 Il duo Luciani-Motterle torna al M.A.C. con un concerto dedicato alla riscoperta del Genio di Bonn

BEETHOVEN, OVVERO L’INVENZIONE DELLA MUSICA
Il violino di Fulvio Luciani e il pianoforte di Massimiliano Motterle tornano al M.A.C. di Piazza Tito Lucrezio Caro 1 per la rassegna di Musica da Camera de laVerdi, con un appuntamento dal titoloBeethoven, l’invenzione della musica, dedicato alla riscoperta di Ludwig van Beethoven, attraverso il confronto con altri compositori..
Domenica 8 novembre (ore 11.30), l’affermato duo milanese aprirà il programma con il genio di Bonn appunto (Sonata  n. 1 in La maggiore op. 30), per proseguire con Schumann (Sonata in La minore op. 105) e terminare con Janácek (Sonata per violino e pianoforte).
(Biglietti: euro 15,00/9,00; Info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, orari apertura: mar – dom, ore 14.30 – 19.00, chiuso lunedì Tel. 02.83389401/2/3; on line: www.laverdi.org o www.vivaticket.it.)

2015_10_22 POMERIGGI MUSICALI MILANO LA STAGIONE 2015-2016

POMERIGGI MUSICALI 71ª STAGIONE SINFONICA 2015-2016
Direttore Artistico, M° Maurizio Salerno
Teatro Dal Verme Via San Giovanni sul Muro 2 – Milano
POMERIGGI20152016


Primo appuntamento della nuova stagione
Giovedì 22 Ottobre 2015_10_22 ore 21
Sabato 24 ottobre 2015_10_24 ore 17
Chopin Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 op. 11
Guastella Zaira tra le misure del suo spazio, commissione I Pomeriggi Musicali
Schumann Sinfonia n. 4 (rev. Mahler) op.120
Direttore Aldo Ceccato
Pianoforte Pietro De Maria

Orchestra I Pomeriggi Musicali

BIGLIETTI
Interi
Primo Settore (Platea, dalla fila 1 alla 30): € 19,00 + prevendita
Secondo Settore (Platea, dalla fila 31 alla 40): € 13,50 + prevendita
Balconata: € 10,50 + prevendita
Ridotti (Giovani under 26; Anziani over 60; Cral; Ass.
Culturali, Biblioteche; Gruppi; Scuole e Università)
Primo Settore (Platea, dalla fila 1 alla fila 30) € 15,00 + prevendita
Secondo Settore (Platea, dalla fila 31 alla fila 40) € 11,50 + prevendita
Balconata € 8,50 + prevendita
Biglietteria TicketOne
Teatro Dal Verme  Via San Giovanni Sul Muro, 2 – 20121 Milano  Tel. 02 87.905.201
dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 18.00
Biglietteria on-line: www.ticketone.it



2015_11_12 Teatro della Luna - Assago (MI) “Cabaret”

Giovedì 12 Novembre 2015_11_12 
Cabaret

Arriva dal prossimo 12 novembre al Teatro della Luna lo spettacolo che ha aperto con grande successo in estate l’edizione 2015 del Todi Festival (10 minuti di applausi e critiche entusiastiche): si tratta di “Cabaret”, prodotto da Compagnia della Rancia con la regia di Saverio Marconi. Il testo di Joe Masteroff, basato sulla commedia di John Van Druten e sui racconti di Christopher Isherwood, con le musiche di John Kander e le liriche Fred Ebb (traduzioni di Michele Renzullo) è un classico del teatro musicale (famosissimo anche per il film del 1972 con Liza Minnelli).
Dice il regista Saverio Marconi: ““Cabaret” è uno spettacolo a cui tengo molto, ho lavorato a tre edizioni in tre periodi differenti della mia vita e questa che ha debuttato a Todi è un “Cabaret” come voglio io, risultato di un testo e di una storia che conosco molto bene, con una nuova e profonda sincerità nell’affrontare lo spettacolo. Una lettura molto più dura, con alcuni momenti di teatro nel teatro. Molto più attuale, dunque, costringerà gli spettatori a mettersi di fronte alla tendenza di oggi a lamentarsi, senza però mai affrontare davvero la realtà. Credo che sia un tema che non muore mai: l’indifferenza della gente che non si occupa (o preoccupa) di quello che gli succede intorno se non viene toccata direttamente. Allora nacque il nazismo, oggi cosa nascerà?”
Un ruolo completamente differente dalla comicità del Dottor Frankenstein - che ha portato con successo in tour con la Rancia per ben tre stagioni – per Giampiero Ingrassia/Maestro di Cerimonie, il personaggio di “Cabaret” che prende vita solo sul palcoscenico del Kit Kat Klub. È il filo conduttore che rappresenta l’aspetto ludico della storia - vuole che tutti si lascino travolgere dall’atmosfera licenziosa del locale e si divertano per dimenticare i problemi che esistono realmente - e allo stesso tempo quello ambiguo e stravagante. Un Maestro di Cerimonie ammiccante, ammaliante, tentatore, che apre agli spettatori le porte del club berlinese, sempre pronto a ridere e scherzare, ma con una morale corrotta e decadente, sottolineata anche dal trucco sapiente (un misto tra Joker, il Corvo e il cantante dei Kiss Gene Simmons), una maschera che trasuda inquietudine. Ingrassia si cimenta in un ruolo complesso e dalle mille sfaccettature: recita ma soprattutto canta, con un momento di particolare intensità in “I don’t care much/Non importa”. E nell’invito di Ingrassia agli spettatori ad affrontare la realtà e ad abbandonare l’indifferenza è racchiuso il senso profondo dello spettacolo: “Vi emozionerete, piangerete, sicuramente, e vi farete molte domande”.
Fragile ed evanescente, Sally Bowles (Giulia Ottonello) è la giovanissima stella del club berlinese “che splenderà più di una stella” e inizia una relazione tempestosa con il giovane romanziere americano in cerca di ispirazione Cliff Bradshaw (Mauro Simone). E, mentre Sally sogna di diventare una grande attrice, fuori dalla porta del trasgressivo Kit Kat Klub il mondo va avanti nella direzione sbagliata.
Nella Berlino dei primi anni Trenta, sullo sfondo dell’avvento del nazismo, si intrecciano così le storie degli altri personaggi (Altea Russo/Fräulein Schneider e Michele Renzullo/Herr Schultz – insieme in un romantico e delicato duetto; Valentina Gullace/Fräulein Kost e Alessandro Di Giulio/Ernst Ludwig) mentre sulla Germania, e sulle vite di tutti, sta per abbattersi la furia hitleriana.
Questo nuovo allestimento di “Cabaret” (il terzo per la Compagnia della Rancia dopo le edizioni del 1992 e del 2007) è teatro nel teatro, con una scenografia che “invade” il palcoscenico, firmata da Gabriele Moreschi e dallo stesso Saverio Marconi. Eleganti e frutto di ricerca storica i costumi di Carla Accoramboni, che, insieme al disegno luci di Valerio Tiberi, regalano allo spettacolo atmosfere ora intense ora quasi sospese. Esplosivi i quadri musicali del Kit Kat Klub, con le potenti coreografie di Gillian Bruce tra cui spicca la travolgente “Mein Herr”, in cui la voce di Giulia Ottonello si fonde con le sensuali interpretazioni delle ragazze del cabaret (Ilaria Suss, Nadia Scherani, Marta Belloni); completano il cast Andrea Verzicco e Gianluca Pilla.
“Cabaret” vanta una colonna sonora straordinaria, a diritto entrata nel patrimonio dei musical grazie a brani intramontabili come “Wilkommen”, “Money”, “Maybe This Time” (Questa volta) e “Life is a cabaret” (La vita è un cabaret) eseguiti dall’orchestra dal vivo (Alessandro Cassani al contrabbasso, Martino Malacrida alla batteria, Tiziano Cannas Aghedu al violino, tromba e fisarmonica, Adalberto Ferrari al clarinetto e sax tenore) diretta da Riccardo Di Paola, anche al pianoforte; la supervisione musicale è di Marco Iacomelli, il disegno fonico di Enrico Porcelli.

Il Teatro della Luna, a soli 3 km da Milano, è facilmente raggiungibile in auto e si trova all’incrocio tra il tratto iniziale dell’A7 Milano-Genova e la Tangenziale Ovest di Milano, uscita Assago-Milanofiori.
Il Teatro della Luna è inoltre servito da una fermata della Linea 2 (verde) della Metropolitana: Assago - Milanofiori Forum, a sole 7 fermate da Cadorna; consulta gli orari.
Teatro della Luna
v. G. Di Vittorio, 6
20090 Assago (MI)


2015_11_05 Pomeriggi Musicali 71ª STAGIONE SINFONICA

POMERIGGI MUSICALI 71ª STAGIONE SINFONICA 2015-2016
Direttore Artistico, M° Maurizio Salerno
Teatro Dal Verme Via San Giovanni sul Muro 2 – Milano
POMERIGGI20152016
CONCERTO SINFONICO
Giovedì 5 novembre 2015_11_05, ore 21.00
Direttore: Gianluca Capuano
Tromba: Sergio Casesi
Orchestra I Pomeriggi Musicali
In programma:
Manzini, A chi si trova un mattino in Anastasia, commissione I Pomeriggi Musicali
Hummel, Concerto per tromba e orchestra Mozart, Sinfonia n. 38, “Praga”, K 504


POMERIGGI MUSICALI
71ª STAGIONE SINFONICA 2015-2016

Teatro Dal Verme Via San Giovanni sul Muro 2 – Milano
Giovedì 5 novembre 2015, ore 21.00
CONCERTO SINFONICO
Tromba: Sergio Casesi
Orchestra I Pomeriggi Musicali
Direttore: Gianluca Capuano


Appuntamento singolo per questa settimana con l’Orchestra I Pomeriggi Musicali. In questo periodo impegnata con successo nel cartellone lirico di Opera Lombardia, che visita con splendidi allestimenti i teatri di tradizione della regione, la nostra orchestra, sabato, lascerà il palco del Teatro dal Verme all’Orchestra di Padova e del Veneto, non prima però di averci fatto ascoltare un nuovo programma giovedì sera alle 21:00. Proseguendo il viaggio, lungo tutta la nostra stagione, tra Le città invisibili, la serata inizia conA chi si trova un mattino in Anastasia, nuova commissione dei Pomeriggi Musicali a Giovanni Dario Manzini, ispirata dalla calviniana Anastasia, la “città ingannatrice” che “non fa che risvegliare i desideri uno per volta per obbligarti a soffocarli”. A completare il programma della serata sono poi il Concerto per tromba e orchestra di Hummel, scritto per il più grande virtuoso e divulgatore ottocentesco della tromba barocca, il viennese Anton Weidinger, e eseguito dalla nostra Prima tromba, Sergio Casesi, e la bellissima Sinfonia n. 38, “Praga” di Wolfgang Amadeus Mozart. A dirigere l’Orchestra è chiamata una bacchetta esperta nel repertorio Barocco e Tardo Barocco: il M° Gianluca Capuano.

BIGLIETTI
Interi
Primo Settore (Platea, dalla fila 1 alla 30): € 19,00 + prevendita
Secondo Settore (Platea, dalla fila 31 alla 40): € 13,50 + prevendita
Balconata: € 10,50 + prevendita
Ridotti (Giovani under 26; Anziani over 60; Cral; Ass.
Culturali, Biblioteche; Gruppi; Scuole e Università)
Primo Settore (Platea, dalla fila 1 alla fila 30) € 15,00 + prevendita
Secondo Settore (Platea, dalla fila 31 alla fila 40) € 11,50 + prevendita
Balconata € 8,50 + prevendita
Biglietteria TicketOne
Teatro Dal Verme  Via San Giovanni Sul Muro, 2 – 20121 Milano  Tel. 02 87.905.201
dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 18.00
Biglietteria on-line: www.ticketone.it

2015_11_12 Pomeriggi Musicali ospitano importanti formazioni orchestrali italiane

71ª STAGIONE SINFONICA
ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI
Direttore Artistico, M° Maurizio Salerno

Stagione 2014-2015 
Giovedì 12 novembre 2015, ore 21.00
  
Teatro Dal Verme
Via San Giovanni sul Muro 2 – Milano

Direttore e violoncello: Enrico Bronzi
Orchestra Da Camera di Mantova

J. S. Bach, Contrapuctus I e Contrapunctus III (dall’Arte della fuga)
C. P. E. Bach, Concerto per violoncello e orchestra in La maggiore
W. F. Bach, Sinfonia in Fa maggiore
J. C. F. Bach, Sinfonia in re minore
C. P. E. Bach, Concerto per violoncello e orchestra in la minone
J. S. Bach, Contrapunctus XIV  (dall’Arte della fuga)

Altro appuntamento singolo con un’orchestra ospite al Teatro Dal Verme questa settimana. È l’Orchestra da Camera di Mantova a dare lustro allo storico palcoscenico di via San Giovanni sul Muro giovedì sera alle ore 21:00. Il programma è interamente dedicato alla famiglia Bach: dal grande Johan Sebastian a Carl Philipp Emanuel, suo secondo genito e figlio più famoso fra i venti di Bach, passando per la musica del suo primogenito Wilhelm Friedemann, si ritorna al sommo genio del contrappunto. A dirigere l’orchestra mantovana in questa vera e propria festa d’armonia è il Enrico Bronzi, impegnato anche nel ruolo di solista al violoncello. 

Biglietteria TicketOne
Teatro Dal Verme
Via San Giovanni Sul Muro, 2 – 20121 Milano
Tel. 02 87.905.201
dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 18.00

Biglietteria on-line: www.ticketone.it

2015_11_07 Aurelio Paviato porterà in scena “Storie di un artigiano di illusioni” al Teatro Murialdo di Torino

Sabato, 7 Novembre 2015 - Ore 21,00
Presso TEATRO MURIALDO P.zza Chiesa della Salute, 17/b  Torino
AURELIO PAVIATO MUVIX EUROPA Srl
PRESENTANO
STORIE DI UN ARTIGIANO DI ILLUSIONI

Intero Euro 15,00 - Ridotto Euro 10,00
Prenotazione obbligatoria: tel. 340.2950160,
oppure mail:
commerciale@muvixeuropa.it

Sabato 7 novembre alle ore 21, il Campione del Mondo di Magia Aurelio Paviato porterà in scena “Storie di un artigiano di illusioni” al Teatro Murialdo di Torino.
Un viaggio onirico, surreale e coinvolgente in cui si potranno toccare con mano effetti magici e vivere l’esperienza di uno spettacolo unico!

***** ***** ***** *****
Storie di un Artigiano di Illusioni
Vedi video

Recensione dello spettacolo
L'Eco di Bergamo

***** ***** ***** *****

www.aureliopaviato.com
aurelio@aureliopaviato.com

2015_11_05 Appuntamenti a Vigevano

Giovedì 05 Novembre 2015_11_05
 - ore 16 e 21,15 - Cinema Odeon - I toni dell'amore di Ira Sachs
 - ore 21 - Auditorium s.Dionigi - Uomini di musica-Claudio Abbado Il democratico musicale - relatore Paolo Zeccara, a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano

Venerdì 06 Novembre 2015_11_06 
- ore 21 - biblioteca civica - "Effetti psicologici dei processi di separazione e divorzio nel rapporto genitori-figli"- Relatrici: Federica Rossi e Antonella Auletta, per il ciclo: Forme di disagio psicologico nell'epoca post moderna, a cura del Centro Psicoterapia di Vigevano

Sabato 07 Novembre 2015_11_07
- ore 10 - biblioteca civica - il Gdl Bibliosofia commenta "Cecità" di J.Saramago, premio Nobel per la letteratura
- ore 10 - Auditorium s.Dionigi - Vigevano e Milano: una storia comune, relatore Mario Cantella, introduce Andrea Sala
- ore 10.30 - narrazioni ad alta voce in Biblioteca dei ragazzi. Al termine consueto Aperisucco per tutti i partecipanti - Gli incontri sono liberi e gratuiti e rivolti ai bambini dai 4 anni (anche ogni martedì ore 17)
ore 18 - libreria Le notti bianche - aperitivo d'Autore, presentazione del libro "La vita in generale" di Tito Faraci (Feltrinelli), introduce Alessandra de Vizzi

Mercoledì 11 Novembre 2015_11_11 
- ore 18,30 - Ridotto teatro Cagnoni - presentazione del libro "Giù le mani dalle donne" (Mondadori) di Alessia Sorgato, a cura di Soroptimist internaz. d'Italia
- ore 21 - libreria Le Notti bianche - Gruppo di lettura narrativa

- Mese di Novembre - androne di Palazzo Crespi - "Acquarelli" mostra di Luisa Bonomi
- Museo della Calzatura - Mostra "Tacchi proibiti" prorogata fino al 6 gennaio 2016

Domenica 06 Dicembre 2015_12_06
- Associazione culturale Amici di Palazzo Crespi - Gita al Castello di Stupinigi e Mercatini di Venaria Reale - prenotazioni martedì ore 15-18 e sabato ore 10-12 - info: 3661449081

2015_11_11 Concerto di San Martino a Magenta

Mercoledì 11 Novembre 2015 
Basilica di San Martino ore 21
Concerto di San Martino
Tradizionale concerto
Conferimento del 17° San Martino d'Oro
Ensemble Orchestra "Città di Magenta" Totem
Coro Civico "Città di Magenta"
Maestro del Coro, Tatiana Borodai
Direttore, Andrea Raffanini

PROGRAMMA
Francois Devienne (1759 -1803)
Concerto n.7 in mi minore per flauto e orchestra
flauto, Enea Luzzani
Franz Joseph Haydn (1732 -1809)
Sinfonia n. 44 in Mi minore "Trauersinfonie"
Dmitrij Bortnianskij (1751 -1825)
Tre brani dalla liturgia per coro a 3 voci
• Gloria
• Padre nostro
• Lodate il Signore
Georg F. Handel (1685-1759)
dal Messiah:
"How beautiful are the feet"
"Rejoice"
soprano, Tatiana Borodai
Anton Diabelli (1781-1858)
"Vias tuas" per coro e orchestra
INGRESSO LIBERO SINO AD ESAURIMENTO POSTI

Il riconoscimento assegnato dall’Amministrazione comunale, dalla Parrocchia di San Martino e dalla Pro Loco all’associazione o al cittadino che si sia particolarmente distinto a favore della crescita sociale e culturale della nostra città.


2015_11_05 Pomeriggi Musicali al Teatro dal Verme con il favoloso concerto di Hummel per tromba

GIOVEDÌ 05 NOVEMBRE 2015 ORE 21:00
Apre la stagione dei Pomeriggi Musicali al Teatro dal Verme
con il favoloso concerto di Hummel per tromba
Musica Classica e Sinfonica
71ª Stagione Sinfonica Orchestra I Pomeriggi Musicali
Direttore Gianluca Capuano
Tromba Sergio Casesi
in programma
Dario Manzini (1978) : A chi si trova un mattino in Anastasia, commissione I Pomeriggi Musicali
Johann Nepomuk Hummel (1778-1837)
Concerto per tromba e orchestra in Mi bemolle maggiore
I. Allegro con spirito
II. Andante
III. Rondo: Allegro
Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)
Sinfonia n. 38 in Re maggiore K 504 “Praga”
I. Adagio: Allegro
II. Andante
III. Presto

2015_10_31 Teatro di Milano concerto dedicato ai PINK FLOYD - THE WALL

Sabato 31 ottobre 2015
PINK FLOYD - THE WALL
ARRIVANO GLI ANDERSON COUNCIL CON UN
TRIBUTO A THE WALL
ALBUM-MITO DEI PINK FLOYD

The Wall, una delle pietra miliari nella storia della musica. Alla fine degli anni '70 i Pink Floyd erano all’apice della loro fama dopo l’uscita di capolavori come The Dark Side of The Moon, Wish You Were Here e Animals. Ma non è oro tutto ciò che luccica, la band era sotto l’enorme incudine di tutto il mondo mediatico e delle case produttrici. Tutti aspettavano con impazienza un nuovo capolavoro, ma loro si sentivano sempre più stretti nel ruolo di rock-star e cercavano rifugio in progetti alternativi. Roger Waters più di tutti sentiva quell’oppressione che sfociò nella creazione del concept album che racchiude in sè tutte le frustrazioni, le ansie, le paure, l’alienazione e il delirio di un uomo che si ritrova solo in se stesso e dà sfogo alla follia e alla voglia di distruzione, ma abbattuto Il Muro vede la luce dell’amicizia e ritrova la speranza. Un opera d’arte in musica presentata da Live Music Association che gli Anderson Council eseguiranno dal vivo al Teatro di Milano sabato 31 ottobre 2015.

Teatro di Milano - Via Fezzan 11, Milan, Mi 20146, Italy

2015_11_07 Teatro di Milano Il Salotto Milanese un "One Man Show" meneghino

Sabato 7 NOVEMBRE 2015
Teatro di Milano Via Fezzan, 11


IL SALOTTO MILANESE
WALTER DI GEMMA
ARRIVA WALTER DI GEMMA CON IL SALOTTO MILANESE, DIRETTAMENTE DAGLI SCHERMI DI ANTENNA TRE!

Con Walter Di Gemma il divertimento è assicurato! E allo stesso tempo si riscopre la cultura musicale della nostra città, che tanto ha dato allo spettacolo italiano, rivivendo l'atmosfera del cabaret e dei cantautori. "Il Salotto Milanese" è un'occasione per sentirsi parte di quella Milano raccontata e cantata da Walter Valdi, Gianni Magni, Nanni Svampa e altri ancora. Sono anzitutto la passione e l'ammirazione per tali icone della ribalta milanese che spingono il protagonista ad affrontare con successo un repertorio che abbraccia la cultura popolare, la musica e la poesia. Il tutto naturalmente all'insegna del tipico umorismo meneghino. Un'operazione ricca di talento e sfumature a cui Di Gemma dedica sempre la stessa cura e raffinatezza, creando dei piccoli gioielli per la realtà musicale e letteraria della Milano contemporanea. È attualmente senz'altro l'unico che possa distinguersi per spessore e qualità. Lo spettacolo "Il Salotto Milanese" è un "One Man Show" meneghino, una combinazione perfetta di elementi che avvicinano anche spettatori molto giovani, alcuni giovanissimi, per conoscere ed apprezzare ciò che molti hanno purtroppo dimenticato.

Info al  02/42297313

2015_11_12 Teatro della LUNA di Assago la stagione 2015-2016

Teatro della Luna - Assago (MI)
Stagione 2015-2016

Giovedì 12 Novembre 2015_11_12 
Cabaret
vedi ...

Giovedì 31 Dicembre 2015_12_31 (ore 21.30)
Venerdì 01 Gennaio 2016_01_01 (ore 17) 
The Magic of Erix Logan e Sara Maya

Sabato 02 Gennaio 2016_01_02  ore 21.30
Pëtr Il'ič Čajkovskij
“Il Lago dei Cigni”Compagnia Nazionale di Raffaele Paganini

21 gennaio 2016 “Grease”
17,18 e 19 febbraio 2016 “Forever Queen” 
26 febbraio  2016_02_26 “Next to Normal
5 e 6 marzo 2016 “Celtic Legends” 
11 e 12 marzo  mago Antonio Casanova
19 e 20 marzo compagnia Puppazia dalla Russia

Il Teatro della Luna presenta il suo dodicesimo cartellone che come sempre trova nel teatro musicale la propria vocazione principale. Ma, sempre nel genere musical, offrirà quest’anno una gamma ancora più diversificata di titoli.
Intanto, fino al 18 ottobre, per accompagnare l’ultimo periodo di EXPO 2015, è nuovamente in scena proprio lo show per cui il teatro stesso era stato inaugurato nel 2003: il family-entertainment di “Pinocchio il grande musical”, lo spettacolo di Saverio Marconi, scritto con Pierluigi Ronchetti con le musiche dei Pooh e Manuel Frattini nel ruolo del burattino più famoso.
La nuova stagione si aprirà invece ufficialmente il 12 novembre 2015con “Cabaret”, musical che ha debuttato in estate al Festival di Todi ottenendo un grande e unanime successo di pubblico e critiche entusiastiche. Diretto da Saverio Marconi per la Compagnia della Rancia, vede in scena Giampiero Ingrassia come Maestro di Cerimonie e Giulia Ottonello nel ruolo di Sally Bowles che consacrò cinematograficamente Liza Minnelli. «Un “Cabaret” come voglio io, completamente differente dalla prime due edizioni. – dice Saverio Marconi - Una lettura molto più dura, con alcuni momenti di teatro nel teatro. Molto più attuale, dunque, costringerà gli spettatori a mettersi di fronte alla tendenza di oggi a lamentarsi, senza però mai affrontare davvero la realtà. Quel «chissenefrega» che in “Cabaret” dà modo al nazismo di insinuarsi e di affermarsi.»
Il 31 dicembre e l’1 gennaio il teatro ospiterà un grande show di illusionismo: “The Magic of Erix Logan + Sara Maya”.  Si tratta di uno spettacolo fatto per stupire: è allo stesso tempo circo, teatro, illusione, festa di effetti speciali. Con Erix Logan sul palco anche la cantante Sara Maya; la regia è di Maurizio Colombi.
 A seguire, il 2 gennaio, un “classico” del periodo delle festività: “Il Lago dei cigni”, celeberrimo balletto di Čajkovskij, in una versione rivisitata dal coreografo Luigi Martelletta per la Compagnia Nazionale di Raffaele Paganini.
Ormai un appuntamento fisso che non ha bisogno di presentazioni quello in scena dal 21 gennaio: “Grease”: la greasemania conquista tutti, confermandosi, stagione dopo stagione, un vero e proprio fenomeno di costume “pop” che fa impazzire gli spettatori e guarda alle nuove generazioni, con l’intramontabile storia d’amore tra Danny (Giuseppe Verzicco) e Sandy (Beatrice Baldaccini) e tanto rock’n’roll. Grease ha cambiato il modo di vivere l’esperienza di andare a teatro: è una festa da condividere con amici, figli, famiglie intere o in coppia, è trascorrere due ore spensierate, è non riuscire a restare fermi sulle poltrone ma scatenarsi a ballare, tra gonne a ruota, giubbotti di pelle e, naturalmente, tanta brillantina. La regia è di Saverio Marconi per la Compagnia della Rancia.
Il 17,18 e 19 febbraio il Teatro dedicherà una tre giorni a grandi gruppi musicali con 3 concerti-tributo davvero interessanti: “Forever Queen” con il gruppo Queenmania accompagnato da Katia Ricciarelli; “Pink Floyd History”, con coinvolgenti scenografie, emozionanti giochi di luce e proiezioni dei filmati originali dei Pink Floyd con effetti multimediali per un live trascinante; ed infine “Revolution the Show” dove i Beatbox faranno rivivere sulla scena i leggendari Beatles.
Il 26 febbraio debutterà al Teatro della Luna uno dei titoli più interessanti ed innovativi di teatro musicale contemporaneo: “Next to Normal”: uno spettacolo che è perfetto connubio tra musica e testi e tra testi ed i sei attori. La scenografia, settimo interprete, parla da sé. La famiglia Goodman arriva in Italia dopo aver affascinato Broadway con la sua storia "quasi normale" nella sua cruda realtà fatta di emozioni forti: psicofarmaci, amore, dolore e disattenzioni, il tutto mascherato da quotidianità apparentemente “normale”. La cura per ogni dettaglio fa di questo spettacolo un paio di ore di Teatro puro: quel genere di spettacolo che ti fa uscire...non più uguale a prima. Prodotto da STM in collaborazione con Compagnia della Rancia, vede in scena quali straordinari interpreti Antonello Angiolillo, Francesca Taverni, Luca Giacomelli Ferrarini, Laura Adriani, Brian Boccuni, Renato Crudo per la regia di Marco Iacomelli.
Ancora due trascinanti concerti il 3 e 4 marzo: il primo, dedicato a Lucio Battisti, vedrà in scena un’orchestra sinfonica , i 2 Mondi e Vent Ensemble; il secondo è un ritorno per il terzo anno “a grande richiesta”: “Abbadream”, per ballare e sognare con le celebri ed intramontabili canzoni degli Abba.
Il 5 e 6 marzo una proposta davvero interessante ed inusuale: La compagnia “Celtic Legends” presenterà il proprio show irlandese che cattura con la passionalità del ritmo, la trascinante melodia e la perfezione nell'esecuzione coreografica. Sostenuto da un orchestra composta da cinque giovani e talentuosi musicisti, il corpo di ballo di 20 interpreti, danza sulle musiche del repertorio tradizionale irlandese.
L’11 e 12 marzo dopo il sold-out dello scorso anno il mago Antonio Casanova tonerà a conquistare il pubblico del Teatro della Luna con le sue straordinarie illusioni nello spettacolo “Ænigma”, per la regia di Enrico Botta.
Il 19 e 20 marzo la compagnia Puppazia dalla Russia presenterà “Le quattro stagioni”, uno spettacolo di bambole e attori difficile da descrivere ma da vedersi assolutamente: per tutta la famiglia.
Inoltre, per tutta la durata della stagione, il Teatro della Luna continua ad essere la residenza della Compagnia La Casa delle Storie, ospitando nel foyer del Teatro il sabato pomeriggio e la domenica mattina spettacoli per bambini “da 3 a 96 anni”, ispirati alle più celebri fiabe della letteratura per l’infanzia: Il Lupo e i  7 Capretti -  Il Gatto con gli Stivali  -  I 3 Porcellini - Cappuccetto Rosso - Hansel e Gretel - Il Brutto Anatroccolo - Il Pifferaio Magico. Si tratta una delle più appassionanti esperienze in circolazione di teatro interattivo: non si tratta semplicemente di fiabe da ascoltare, ma da fare insieme, rendendo lo “SpettAttore” (bambini naturalmente, ma anche genitori, nonni, parenti coinvolti in prima persona) parte attiva e protagonista dello spettacolo.
Fuori stagione poi il Teatro della Luna ospiterà anche numerosi concerti. Già annunciati sono quello di  Joe Satriani il 5 ottobre, di The Musical Box il 2 novembre e di Caro Emerald il 7 novembre.
I biglietti per gli spettacoli della stagione sono in vendita in tutti i punti vendita TicketOne, on line su www.ticketone.it e telefonicamente al numero unico nazionale 892.101 (numero a pagamento).

Il Teatro della Luna, a soli 3 km da Milano, è facilmente raggiungibile in auto e si trova all’incrocio tra il tratto iniziale dell’A7 Milano-Genova e la Tangenziale Ovest di Milano, uscita Assago-Milanofiori.
Il Teatro della Luna è inoltre servito da una fermata della Linea 2 (verde) della Metropolitana: Assago - Milanofiori Forum, a sole 7 fermate da Cadorna; consulta gli orari.
Teatro della Luna
v. G. Di Vittorio, 6
20090 Assago (MI)

2015_11_20 RIGOLETTO in scena al Sociale di Mantova

Venerdì 20 Novembre 2015_11_20 ore 20:30
Teatro Sociale - Mantova
Giuseppe Verdi
RIGOLETTO
Personaggi e Interpreti
Duca di Mantova - Angelo Fiore
Rigoletto - Marzio Giossi
Gilda - Linda Campanella
Sparafucile - Tullio Silvio Falzoni
Maddalena - Silvia Pasini
Giovanna / Contessa di Ceprano - Piera Coppola
Il Conte di Monterone - Davide Ruberti
Marullo - Bruno Boni
Matteo Borsa - Angelo Goffredi
Conte di Ceprano - Luca Bauce
Paggio - Iris Composta
Un usciere di Corte - Coro
Cavalieri, dame, paggi, alabardieri - Coro
CORO LIRICO SAN FILIPPO NERI
GRUPPO STORICO "CITTÀ DI SABBIONETA"
ORCHESTRA SINFONICA DEI COLLI MORENICI
Direttore Musicale Riccardo León Boeretto
Regia Giampaolo Zennaro
Maestro del Coro Ubaldo Composta
Assistente alla Regia e Coreografie
Marina Genovesi
Costumista Elettra del Mistro
Costumi e Scenografie Mosuiké Drama Workshop
www.scenografie-costumi.it
Si ringrazia per la collaborazione Zanini Arte di San Benedetto Po.
www.mousikevenicecompany.com

PREZZO DEI BIGLIETTI
PLATEA E PALCHI
Intero: €45,00   Ridotto: €40,00
LOGGIA E LOGGIONE
Intero: €36,00   Ridotto: €30,00
I biglietti ridotti sono riservati ai membri delle associazioni convenzionate con il Teatro Sociale di Mantova già in possesso del codice, over 70 e under 18.
RITIRO BIGLIETTI ACQUISTATI ON LINE (PLATEA, LOGGIA E LOGGIONE)
I biglietti acquistati online possono essere ritirati in qualunque momento presso la Biglietteria del Teatro negli orari di apertura, presentando la ricevuta inviata dal sistema. È possibile effettuare il ritiro anche la sera stessa dello spettacolo.
PRENOTAZIONE PALCHI
È possibile effettuare la prenotazione di un palco telefonando al numero 0376 197 4836 negli orari di apertura del botteghino del Teatro o recandosi in Biglietteria. I biglietti per i palchi prenotati dovranno essere ritirati e acquistati tassativamente presso la biglietteria del Teatro mercoledì 18 Novembre 2015 dalle 17.00 alle 19.00. Il palco prenotato verrà assegnato tra i palchi liberi e in base all’ordine di prenotazione.
INFO
Biglietteria: p.zza Cavallotti 14/A - Mantova
Orari: martedì e giovedi 10.30-12.30, mercoledì e venerdì 17.00-19.00 e un’ora prima dell’inizio di ogni spettacolo.
Si accettano pagamenti con carta di credito, bancomat e contanti.
Disabile + accompagnatore: 1 intero + 1 gratuito dietro presentazione di documentazione.
Telefono: 0376 197 4836 Email Biglietteria

2015_11_07 POMERIGGI MUSICALI Direttore Gérard Korsten

71ª STAGIONE SINFONICA 
ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI
Direttore Artistico, M° Maurizio Salerno

Stagione 2015-2016
Sabato 7 novembre 2015, ore 17.00 
Teatro Dal Verme Via San Giovanni sul Muro 2 – Milano 
Direttore: Gérard Korsten
Orchestra I Pomeriggi Musicali
Beethoven, Sinfonia n. 4, in Si bemolle maggiore, op. 60
Beethoven, Sinfonia n. 3, "Eroica", in Mi bemolle maggiore op. 55

Primo appuntamento con i concerti delle orchestre ospiti nella 71ª Stagione sinfonica dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali. Sabato sarà l’Orchestra di Padova e del Veneto a calcare il palcoscenico del Teatro Dal Verme alle ore 17:00. Un programma tutto dedicato al “Generale dei musicisti”, la formazione veneta si esibisce infatti nella Sinfonia n. 4 e nella Sinfonia n. 3, “Eroica”, di Ludwig van Beethoven. A dirigere l’Orchestra è il Gérard Korsten. Il prossimo appuntamento in stagione, in programma per giovedì 12 novembre alle ore 21:00, vedrà protagonista l’Orchestra da Camera di Mantova.
Biglietteria TicketOne
Teatro Dal Verme
Via San Giovanni Sul Muro, 2 – 20121 Milano
Tel. 02 87.905.201
dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 18.00

Biglietteria on-line: www.ticketone.it

2015_11_15 LA DOLCE GUERRA

Associazione Culturale ARCI Ohibò Milano
Domenica 15 novembre 2015_11_15 – ore 20.30
LA DOLCE GUERRA
Di e con Elena Ferrari e Mariano Arenella
Disegno luci Vanni Vallino
Costumi Norma Uglietti
Ufficio Stampa Clarissa Egle Mambrini
Foto di scena Paolo Migliavacca
Produzione Compagnia Ferrari/Arenella
“Non conta quel che è avvenuto davvero, conta quel che noi ne pensiamo.
Possiamo fingerci la realtà che ci pare. E immaginarci, così, socialmente utili”.

Lo spettacolo La dolce guerra ha come protagonisti un pioniere del cinema italiano e una maestra elementare.
1914. Olmo e Ada amano il proprio lavoro. Ogni giorno lui si affanna per girare una scena del proprio film, lei per educare i bambini a diventare dei giovani “italiani”. Possono farlo. Il periodo storico in cui vivono è carico di entusiasmo, la fiducia nel futuro è alta, e la loro vitalità sarà sicuramente premiata.
Ma come si racconta una storia vera?
Quali immagini devono rimanere impresse nella pellicola?
Quali parole devono essere dettate durante una lezione?
Domande che anche oggi dovrebbero essere alla base del lavoro di insegnanti, giornalisti e artisti.
Senza rendersene conto, ottengono dei successi inaspettati, e convincono milioni di persone ad abbandonare lo splendore della Belle Epoque per vivere gli orrori della guerra. Fino a quando la guerra non li coinvolgerà direttamente e, vittime della loro stessa manipolazione, entreranno in una terra di disperazione che li porterà a spegnere la cinepresa e a strappare ogni pagina dettata.

È facile raccontare la realtà. Difficile è capire quale realtà raccontare.

La Prima Guerra Mondiale compie cento anni. Un conflitto che nel nostro immaginario collettivo viene ricordato principalmente per le trincee, le città di Trento, Trieste, e la disfatta di Caporetto. Ma non tutti ricordano che, per la prima volta nella storia, il governo italiano ebbe bisogno del consenso popolare per convincere oltre trenta milioni di persone ad imbracciare le armi. E così nel teatro della guerra fecero il loro debutto i gas asfissianti, il carro armato, l’aereo, ma anche la mistificazione del linguaggio, della realtà e dei sogni.
Il neonato cinema e la vecchia scuola ebbero un ruolo fondamentale in tutto ciò: da innocui e spensierati mezzi culturali divennero potenti mezzi di propaganda.

Le vicende dei due protagonisti scelti prendono spunto dalle biografie di personaggi storici realmente esistiti: lui segue le orme di Giovanni Pastrone, pioniere del cinema italiano, che trasformò, con la sua precisa determinazione e la sua visionaria creatività, la produzione cinematografica da banale divertimento a industria mondiale. Lei quelle tracciate da Fanny del Ry, una giovane maestra, che venuta in contatto con le teorie di Maria Montessori, si staccò dal panorama pedagogico comune portando nella scuola il suo rivoluzionario impegno femminista e antimilitarista.
Trailer
Lo spettacolo, che ha debuttato lo scorso maggio, è stato scelto quale progetto rientrante nel Programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della Prima Guerra mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale.
Prima dello spettacolo, per respirare l’atmosfera cospiratoria degli anni del proibizionismo e far rivivere la leggerezza luccicante dei tempi andati, come ogni domenica l’Arci Ohibò ospita “Ape retrò”. Un “aperitivo proibizionista”, con musica d’epoca dal vivo (concerti swing, dixiland, manouche…) e drink ispirati agli anni ‘20-‘30.
L’aperitivo in musica va dalle 18.30 alle 20.30.
Gradito abbigliamento a tema, boa, piume, paillettes e papillon.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Associazione Culturale ARCI Ohibò
Via Benaco 1, Milano (metro Lodi)

Tel. 02.39468399
info@associazioneohibo.it

Ingresso
€ 5,00 spettacolo + € 5,00 tessera Arci 2015
oppure
€ 5,00 spettacolo + € 13,00 tessera Arci 2016
INIZIO SPETTACOLO Ore 20.30

INIZIO APERITIVO Ore 18.30

2015_11_07 Teatro Antonio Belloni di Barlassina ospita le Regine dell’Opera

Sabato 7 novembre 2015 alle ore 17
Domenica 8 novembre 2015 alle ore 17
REGINE nell’opera lirica
Semiramide | Cleopatra | Lady Macbeth | Anna Bolena
Elisabetta I | Maria Stuarda | Elisabetta di Valois | La regina della notte
Uran Urtnasan Cozzoli | Larissa Yudina | Carlos Cardoso
Elisa De Luigi | Andrea Scarduelli
Ingresso € 25
Informazioni e prenotazioni | 349 43 59 917 | messaggio dal sito

Un concerto-spettacolo narrato da Andrea Scarduelli, concertato da Elisa De Luigi, con la partecipazione delle voci di Uran Urtnasan Cozzoli, Larissa Yudina e Carlos Cardoso vi porterà nell’incanto di Semiramide, regina della Leggenda, di Astrifiammante, regina della Fiaba e di Cleopatra, Lady Macbeth, Anna Bolena, Elisabetta I, Maria Stuarda, Elisabetta di Valois, regine della Storia.

Programma del Concerto
Semiramide regina Assira | Regina nella Leggenda
GIOACHINO ROSSINI Semiramide (1823)
‘Bel raggio lusinghier, di speme e di piacer’
Uran Urtnasan Cozzoli | Semiramide

Cleopatra regina di Egitto | 69 a.C. - 30 a.C.
GEORG FRIEDRIC HÄNDEL
Giulio Cesare in Egitto (1724)
‘Piangerò la sorte mia, sì crudele e tanto ria’
Larissa Yudina | Cleopatra

Lady Macbeth regina di Scozia |XI secolo d.C.
GIUSEPPE VERDI Macbeth (1847 – 1865 - 1874)
‘La luce langue, il faro spegnesi’
Larissa Yudina | Lady

Anna Bolena regina di Inghilterra | 1499 – 1536
GAETANO DONIZETTI Anna Bolena (1830)
‘Vivi tu, te ne scongiuro … Nel veder la tua costanza’
Carlos Cardoso | Lord Riccardo Percy

Elisabetta I regina di Inghilterra | 1533 – 1603
GAETANO DONIZETTI Roberto Devereux (1837)
‘Come uno spirto angelico … bagnato il sen di lagrime’
Carlos Cardoso | Roberto Devereux conte di Essex

Maria Stuarda regina di Scozia | 1542 - 1587
GAETANO DONIZETTI Maria Stuarda (1835)
‘Era d’amor l’immagine degli anni sull’aurora’
Larissa Yudina | Elisabetta I, regina d’Inghilterra
Carlos Cardoso | Roberto conte di Leicester

Elisabetta di Valois regina di Spagna | 1545 - 1568
GIUSEPPE VERDI Don Carlo (1867 – 1884 - 1886)
‘Tu che le vanità conoscesti del mondo’
Larissa Yudina | Elisabetta di Valois

Astrifiammante regina della notte | Regina nella Fiaba
WOLFGANG AMADEUS MOZART Die Zauberflöte (Il flauto magico) (1791)
‘Der Hölle Rache kocht in meinem Herzen’ (La vendetta dell’inferno ribolle nel mio cuore)
Uran Urtnasan Cozzoli | La regina della notte

TEATRO ANTONIO BELLONI - Associazione culturale - via Colombo 38 - 20825 BARLASSINA MB - Tel. 0362.561420



Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)