2017_09_14 Star Trek con musiche dal vito direttore Ernst van Tiel

Giovedì 14 e Venerdì 15 Settembre 2017_09_14 ore 20.30
Auditorium di Milano, largo Mahler
Stagione 2017/18 I FILM
Star Trek
La pellicola di J.J. Abrams, con la musica dell’italo-americano Michael Giacchino, protagonista del terzo appuntamento de laVerdi con i grandi film
e le colonne sonore eseguite in sincrono dal vivo
Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi
Direttore Ernst van Tiel

La saga di Star Trek – prima televisiva, poi cinematografica - ha fatto e continua a far sognare da oltre cinquant’anni intere generazioni di piccoli e grandi spettatori, del piccolo e del grande schermo. Le avventure dell’astronave Enterprise e degli “umani del futuro” continuano ad emanare un fascino inestinguibile, legato certamente al desiderio di conoscenza dell’incognito e alla voglia di avventura presente in tutti i noi.
Così, dopo Ritorno al futuro di Zemeckis e Indiana Jones di Spielberg, è il momento di Star Trek, undicesima pellicola della serie firmata nel 2009 dal regista americano Jeffrey Jacob Abrams, terzo incontro de laVerdi con il grande cinema hollywoodiano.
Doppio appuntamento giovedì 14 e venerdì 15 settembre (ore 20.30), all’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo: Star Trek sarà proiettato su grande schermo in lingua originale con sottotitoli, accompagnato dalla travolgente colonna sonora scritta dall’italo-americano Michael Giacchino, eseguita in sincrono dal vivo dall’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, diretta per l’occasione dallo specialista conductor olandese Ernst van Tiel, ormai di casa in largo Mahler.
Sarà anche la prima occasione in assoluto, per il pubblico presente, di ascoltare dal vivo in Italia la musica composta da Michael Giacchino, americano di origini siciliane e abruzzesi, dal 2009 anche cittadino italiano. Lasciamogli la parola:
“Sono davvero emozionato al pensiero che laVerdi sarà la prima orchestra ad eseguire dal vivo per la prima volta in Italia la musica di Star Trek. Sono legatissimo all’Italia: i miei quattro nonni erano tutti di origine italiana e tre sono nati nel Belpaese; sono orgoglioso di essere anche cittadino italiano. Benchè i miei nonni non fossero musicisti, sono consapevole che c’è un fortissimo spirito artistico profondamente innestato nel tessuto connettivo di questo Paese. È quindi un onore per me che la mia musica diventi in qualche modo parte viva di una città come Milano, dove artisti di ogni genere hanno trovato e continuano a trovare le loro ispirazioni nel corso del tempo”.
In entrambe le date, saranno presenti all’Auditorium i cosplayer del gruppo S.T.A.R. Fleet 39, che resteranno a disposizione del pubblico per fotografie a tema.
(Biglietti: euro 40,00/25,00; info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler, orari apertura: mar/dom, ore 10.00/19.00, tel. 02.83389401/2/3; on line: www.laverdi.org o www.vivaticket.it )
Programma
Il film, diretto da J. J. Abrams nel 2009, è ambientato nel 2233: riprende la serie televisiva Star Trek, prodotta nel 1966 e divenuta in seguito tra le più popolari della storia della televisione, proponendo le prime avventure dei personaggi della saga. La pellicola è stata dedicata alla memoria di Gene Roddenberry, ideatore della serie tv, e di sua moglie Majel Barrett Roddenberry, scomparsa durante la lavorazione del film. Michael Giacchino, autore della colonna sonora, è il musicista che ha accompagnato J.J. Abrams nelle avventure più disparate (Alias, Lost, Mission: Impossible III), adattando le sue composizioni musicali alle trame e alle storie firmate dal prolifico produttore, sceneggiatore e regista hollywoodiano. Incaricato di ricreare le ambientazioni fantascientifiche e spaziali di Star Trek, il compositore italo-americano ha dato vita a un incredibile viaggio sonoro a bordo di una “navetta”, il cui equipaggio è composto da un’orchestra di centosette elementi e un coro di quaranta voci.

DATA ASTRALE 2009: UN VIAGGIO STELLARE
CON LE MUSICHE DI MICHAEL GIACCHINO
di Massimo Privitera e Valerio Mastrangeli
da Colonnesonore.net
Le avventure della mitica astronave Enterprise e del suo equipaggio nel 2009 tornano sul grande schermo in una pellicola indubbiamente carica di novità tali da rispettare la serie classica ma in grado di proporsi con un taglio nuovo nel panorama cinematografico contemporaneo. Il film diretto da J.J. Abrams (il papà di Lost), un vero e proprio reboot (letteralmente dall’inglese: ‘riavvio’) che guarda più all’universo di Star Wars che solo a quello storico delle numerose serie e film di Star Trek – d’altronde Abrams nel 2015 sarà il regista ed anche sceneggiatore del reboot di un’altra celebre saga, già succitata, quella di Guerre Stellari con Star Wars – Il risveglio della forza – è commentato musicalmente dall’inseparabile collaboratore di sempre, Michael Giacchino (Ratatouille, Up, Jurassic World, Rogue One: A Star Wars Story), il quale si cimenta in una scrittura per orchestra e coro coinvolgente e ricca di sfumature timbriche rispettose della serie classica.
Le nuove pagine composte dal giovane artista, unite a soluzioni che ricalcano i canoni più esemplari per questa celebre serie cinematografica e televisiva, si rivelano molto interessanti e piacevoli tanto nell’ascolto isolato dal film quanto attraverso la visione del film stesso.
Il nuovo tema composto si lascia apprezzare fin dai primi istanti grazie ad una costruzione molto lineare ed orecchiabile, capace d’introdursi nella mente dell’ascoltatore in modo assai incisivo. Giacchino fa largo uso dei corni francesi che introducono con moderazione le pagine più vigorose e frenetiche, come nella sequenza iniziale altamente drammatica ed action che apre il film. Giacchino si cimenta in una costruzione variegata che coinvolge le varie sezioni d’orchestra, lasciando spazio tanto a ostinati d’archi e movimenti di grande tensione quanto ad interpretazioni del tema principale particolarmente brillanti, ad opera di una possente sezione d’ottoni. Non mancano variazioni più moderne del leitmotiv, accompagnato da una presenza sintetica non troppo invasiva, su di un tappeto ritmico di percussioni sicuramente gradevole.
Eroico e brillante il tema dell’Enterprise, nel cd intitolato “Enterprising Young Men”, che vede una delle esplosioni più muscolari del Tema Principale dopo una possente introduzione crescente arricchita da presenze di vibranti timpani, e precedere una costruzione sinfonica per archi e timpani particolarmente penetrante, che offre diverse interpretazioni del motivo portante.
Indubbiamente vanno sottolineate le intenzioni del giovane musicista di scrivere pagine arricchite da coloriture timbriche che guardano ai maestri indiscussi di questa fortunata serie fantascientifica: si riflette in alcuni passaggi lo stile del Jerry Goldsmith anni ’70, per lo più legato ad un film sci-fi come Capricorn One, che curò la scrittura di ben quattro film della saga trekkiana e il tema della serie Voyager, ma un ascolto attento rivela anche alcuni stereotipi che appartengono a compositori contemporanei molto giovani e tenuti meno in pianta di mano rispetto a Giacchino, che propongono spesso nelle loro partiture tanto i tromboni vibranti e prorompenti quanto le costruzioni forse a tratti un po’ confuse e dissonanti, ma senza dubbio d’effetto.
Dal punto di vista ritmico la colonna sonora offre costruzioni che spaziano tanto tra la sua datata partitura per il videogame The Lost World, ispirandosi alla composizione di John Williams per l’omonimo film in alcune timbriche, quanto al telefilm Lost, fornendo realizzazioni cariche di ostinati d’archi e performance di percussioni non originalissime ma piuttosto convincenti.
Anche la componente corale fa la sua comparsa nella partitura con una ben dosata presenza di voci possenti e trascinanti, anche se incapace di spiccare autonomamente il volo, forse a causa dell’accostamento sinfonico che tende a rendere il coro più un effetto rafforzativo che non un elemento chiaramente identificabile.
Lo score ripropone lo storico e oramai classico tema originale della serie televisiva composto da Alexander Courage, eseguito dall’orchestra in modo da rispolverare vecchie emozioni e al tempo stesso regalarne di nuove attraverso una esecuzione scintillante e interessante.
La OST composta da Michael Giacchino per il reboot di Star Trek si rivela senza dubbio buona, sotto molti punti di vista, e carica di elementi tematici e timbrici di tutto rispetto, che testimoniano un impegno notevole da parte dell’artista e dei suoi orchestratori, tra i quali spiccano nomi come Chris Tilton e Tim Simonec, nella ricreazione di sonorità e atmosfere rispettose della serie originale.
Michael Giacchino continua ad essere uno degli artisti più promettenti tra le giovani leve, ma ciò non implica una innata esperienza; il musicista ha ancora molta strada da fare per poter diventare una figura completa; Star Trek ha segnato un altro passo nella sua crescita, attraverso una colonna sonora soddisfacente e coinvolgente, che riesce a farsi apprezzare sia tematicamente che timbricamente.

2017_09_06 Torna in Auditorium Milano l'appuntamento con Inti Illimani Historico si ripeterà il successo delle precedenti edizioni

Auditorium di Milano - largo Mahler
#laVerdiEstate 2017

DANZA, i passi della Musica

Biglietti: euro 25,00/15,00; info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler, orari apertura: mar/dom, ore 10.00/19.00, tel. 02.83389401/2/3; on line:www.laverdi.org o www.vivaticket.it

SETTIMO APPUNTAMENTO ed ultimo della rassegna

Mercoledì 6 Settembre 2017_09_06 ore 20.30
Con il patrocinio del Governo del Cile
50 anni di Inti Illimani Historico
Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi
Inti Illimani Historico

La programmazione è consultabile su www.laverdi.org
Largo Gustav Mahler - martedì/domenica 10.00-19.00
telefono 02.83389.401/402/403
info@auditoriumdimilano.org
www.vivaticket.it

50 anni di… Inti Illimani Histórico
laVerdi chiude la stagione estiva con un concerto insieme allo storico gruppo cileno, che festeggia mezzo secolo di attività in un tour internazionale, introdurrà la serata Walter Veltroni
VEDI FOTOSERVIZIO DI CONCERTODAUTUNNO

Programma
INTI CON ORQUESTA
EL ARADO
EL MERCADO DI TESTACCIO
SENSEMAYÁ
ARAUCARIAS (NUEVA)
DANZA
DANZA DI CALA LUNA
CANZONE DEL PESCATORE (NUEVA)
CANNA AUSTINA (NUEVA)

INTI SOLOS
ALTURAS
RITMOS NEGROS
INGÁ
LA FIESTA DE LA TIRANA 
LA ROSA DE LOS VIENTOS
AMERICA NOVIA MIA
LA ESPERANZA
GRACIAS A LA VIDA
EL APARECIDO

Horacio Duran, Horacio Salinas e José Seves: creatori storici e i giovani musicisti cileni Fernando Julio, Camilo Salinas, Danilo Donoso e Hermes Villalobos.

Le precedenti edizioni:
Martedì 22 settembre 2015 ore 20:30
Para no olvidar (Canto per non dimenticare)

Giovedì 29 agosto 2013 ore 20.30
Canto para no olvidar (Canto per non dimenticare)

L’ultima volta fu esattamente due anni fa: l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi e Inti Illimani Histórico tennero un memorabile concerto all’Auditorium di Milano, in occasione di Expo 2015. Due anni dopo, laVerdi e gli Intilli Imani si ritrovano ancora una volta insieme a Milano, per celebrare i 50 anni di attività dello storico gruppo cileno, impegnato in un lungo tour internazionale.
Appuntamento mercoledì 6 settembre (ore 20.30), all’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo in largo Mahler, con la Verdi diretta per l’occasione da Massimiliano Stefanelli: l’evento è patrocinato dal governo del Cile.
Una serie di concerti e presentazioni in Cile, America Latina, Italia ed Europa: sono alcune delle attività che il gruppo sta realizzando, insieme alla presentazione di due nuovi album (a gennaio è uscito il primo cd “Fiesta”), durante il 2017, per festeggiare mezzo secolo di esperienza musicale, culturale e sociale.
Il primo happening si è svolto al Teatro Municipale di Santiago del Cile, il 2 e 3 gennaio scorso, insieme all’orchestra e coro sinfonico della città di Rancagua e la direzione orchestrale di Massimiliano Stefanelli, che vedremo sul palco dell’Auditorium di Milano al suo debutto con laVerdi e che saluta così il suo arrivo in largo Mahler:
“...Finalmente laVerdi!...Per la sua storia, i musicisti che l'hanno formata e la formano, i grandi direttori che l'hanno guidata da Delman a Chailly,  Zhang Xian e ora Flor, la costante e consapevole qualità sempre ascoltata, quello de laVerdi è per un direttore un nome capace di evocare fortissime emozioni e stimolare i più raffinati appetiti musicali. Così mi accingo a questo mio primo appuntamento con l’Orchestra milanese con la curiosità della scoperta e l'entusiasmo dell'incontro a lungo atteso e desiderato, ancora più entusiasmante perché realizzato sul delicato e difficile terreno di una musica, quella degli Inti-Illimani, che - considerata ‘altra’ rispetto alla musica ‘colta’ -è però spesso capace di esercitare il fascino dei grandi capolavori, quei grandi capolavori che mi auguro di poter continuare ad indagare con i musicisti de laVerdi!”.
Il tour mondiale degli Inti Illimani porta il nome di “Cinquant’anni”, ed esprime omaggio e gratitudine al Paese e al popolo italiano che accolsero i componenti del gruppo musicale per 16 anni di esilio, imposto loro dal regime di Augusto Pinochet, durante il quale raggiunsero una grande popolarità in Europa e nel resto del mondo. La loro sonorità fu arricchita dagli influssi mediterranei e celtici che diedero ampiezza e universalità alla loro musica.
Gli Inti Illimani, oggi vivono il re-incontro tra Horacio Duran, Horacio Salinas e José Seves: creatori storici di un repertorio emblematico ed indimenticabile. A loro si sono aggiunti i giovani musicisti cileni Fernando Julio, Camilo Salinas, Danilo Donoso e Hermes Villalobos.
Dal 1967 sotto la direzione musicale di Horacio Salinas, gli Inti Illimani Historico seguono la loro strada di canto e musica, di ritmo vibrante e poesia insieme alla appassionata interpretazione del "charango" – tradizionale strumento a corde - di Horacio Duran e la classica voce di José Seves. 
Il concerto di Milano con laVerdi rappresenta lo spettacolo di punta della lunga tournée del gruppo, cui presenzieranno, tra gli altri,  l'Ambasciatore del Cile in Italia Fernando Ayala e il Console Generale a Milano Pedro González.
Aprirà la serata all’Auditorium di Milano Walter Veltroni, politico, giornalista, scrittore e regista, che racconterà al pubblico la sua esperienza nei primi anni di permanenza del complesso in Italia.

(Biglietti: euro 25,00/15,00; info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler, orari apertura: mar/dom, ore 10.00/19.00, tel. 02.83389401/2/3; on line: www.laverdi.org o www.vivaticket.it ).  

2017_07_18 Settimane Musicali di Stresa e del Lago Maggiore Edizione 2017

Settimane Musicali di Stresa
e del Lago Maggiore
 Edizione 2017


Le Settimane Musicali di Stresa del Lago Maggiore sono senza dubbio una manifestazione di rilievo nel panorama dei festival europei di musica classica, all’interno della quale ogni anno si esibiscono artisti e complessi di fama internazionale.

Midsummer Jazz Concerts

Martedì 18 Luglio 2017_07_18 ore 21.00
€ 30 Stresa, Lungolago La Palazzpla
Chano Dominguez
Trio Chano Dominguez, pianoforte
Horacio Fumerò, contrabbasso
David Xirgu, batteria

Mercoledì 19 Luglio 2017_07_19 ore 21.00
€ 30 Stresa, Lungolago La Palazzola
Oregon
Ralph Towner, chitarra
Paul McCandless, oboe e sax soprano
Paolino Dalla Porta, contrabbasso
Mark Walker, batteria

Giovedì 20 Luglio 2017_07_20 ore 21.00
€ 30 Stresa, Lungolago La Palazzola
Dino Saluzzi Group
Dino Saluzzi, fisarmonica
José Maria Saluzzi, chitarra
Félix "Cuchara" Saluzzi, sax tenore e clarinetto
Matias Saluzzi, basso elettrico e contrabbasso
UT. Gandhi, batterie percussioni
El valle de la infancia

Venerdì 21 Luglio 2017_07_21 ore 21.00
€ 30 Stresa, Lungolago La Palazzola
Enrico Rava - Tomasz Starìko Quintet
Enrico Rava, Tomasz Stahko, trombe
Giovanni Guidi, pianoforte
Dezron Douglas, contrabbasso
Gerald Cleaver, batteria

Sabato 22 Luglio 2017_07_22 ore 21.00
€30 Verbania, Il Maggiore
Enrico Pieranunzi & the Brussels Jazz Orchestra
featuring Bert Joris Enrico Pieranunzi, pianoforte Bert Joris, tromba

Domenica 23 Luglio 2017_07_23 ore 21.00 € 30
Verbania, II Maggiore
Peppe Servillo, voce
Javier Girotte, sax
Fabrizio Bossp, tromba
Furio Di Castri, contrabbasso
Rita Marcotulli, pianoforte
Mattia Barbieri, batteria
Il nostro canto libero
Omaggio a Lucio Battisti

Meditazioni in Musica

Martedì 25 Luglio 2017_07_25 ore 20.30
€ 50* Leggiuno, Eremo di S. Caterina del Sasso
Suite per violoncello solo (I)
Maximilian Hornung, violoncello
J.S. Bach, Suite n. 1 in sol magg. BWV1007
Suite n. 4 in mi bem. magg. BWV 1010
Suite n. 5 in do min. BWV 1011

Mercoledì 26 Luglio 2017_07_26 ore 20.30
€ 50* Leggiuno, Eremo di S. Caterina del Sasso
Suite per violoncello solo (II)
Maximilian Hornung, violoncello
J.S. Bach, Suite n. 3 in do magg. BWV 1009 Suite n. 2 in re min. BWV 1008 Suite n. 6 in re magg. BWV 1012

Giovedì 27 Luglio 2017_07_27 ore 20.00
€ 20 Belgirate, Chiesa Vecchia
Van Kuijk Quartet
F.J. Haydn, Quartetto op. 33 n. 2 "Lo scherzo"
L. Janàcek, Quartetto n. 1 "Sonata a Kreutzer"
M. Ravel, Quartetto in fa magg.
Vincitore del Concorso Wigmore Hall 2015

FESTIVAL Incontri

Mercoledì 23 Agosto 2017_08_23 ore 20.00
€ 60/40/25/20 Stresa, Palazzo dei Congressi
Alda Caiello, soprano
Valter Malosti, voce recitante
Sanpapié, dance and physical theatre
Stresa Festival Ensemble
Duncan Ward, direttore
M. de Falla, Sette canzoni popolari spagnole
(trascrizione Roberto Vetrano)
L. Berio, Folksongs
I. Stravinskij, Histoire du soldat*
*Una produzione Sanpapié su commissione Stresa Festival

Giovedì 24 Agosto 2017_08_24 ore 20.30
€ 50/35* Isola Madre, Loggia del Cashmere
Sergei Nakariakov, trombe flicorno
Gershwin String Quartet
W.A. Mozart, Divertimento in re magg. Quintetto per corno K. 407
F. Kreisler, Liebesleid e Liebesfreud
O. Borirne, Tarantella La Napolitaine
S. Tzintzadze, Four Miniatures
F. Poulenc, Les chemins de l'amour
A. Piazzolla, Tango Ballet
J.B. Arban, Carnevale di Venezia

Venerdì 25 Agosto 2017_08_25 ore 21.00 € 20
Stresa, Regina Palace Hotel
Juan Manuel Canizares, chitarra
Juan Carlos Gó,mez, chitarra
Charo Espino, Angel Munoz, bailaores de flamenco
Scarlatti por Canizares

Sabato 26 Agosto 2017_08_26 ore 20.00
€ 30 Verbania, II Maggiore
Olivia Manescalchi, voce recitante
alTREtracce, teatro delle ombre
Stresa Festival Orchestra
Daniele Rustioni, direttore
D. Sostakovic, Hamlet op. 32a - musiche di scena*
W.A. Mozart, Sinfonia n. 31 "Paris"
S. Prokof'ev, Sinfonia Classica
*Testo originale e drammaturgia di Monica Luccisano

Domenica 27 Agosto 2017_08_27 ore 20.00
€ 60/40/25/20 Stresa, Palazzo dei Congressi
Francesco Piemontesi, pianoforte
Tonhalle-Orchester
Zurich Lionel Bringuier, direttore
J. Brahms, Concerto per pianoforte e orchestra n. 1
E. Grieg, Peer Gynt Suite n. 1
E. Elgar, Variazioni Enigma

Lunedì 28 Agosto 2017_08_28 ore 18.00
Ingresso libero Arona, Villa Ponti
Incontro con Maurizio De Giovanni

Martedì 29 Agosto 2017_08_29 ore 20.00
€ 20 Stresa, Chiesa S. Ambrogio
Kristóf Barati, violino
J.S. Bach, Sonata n. 1 in sol min. BWV 1001 Sonata n. 2 in la min. BWV 1003
Sonata n. 3 in do magg. BWV 1005

Mercoledì 30 Agosto 2017_08_30 ore 20.00
€ 20 Stresa, Chiesa S. Ambrogio
Kristóf Barati, violino
J.S. Bach, Partita n. 3 in mi magg. BWV 1006 Partita n. 1 in si min. BWV 1002
Partita n. 2 in re min. BWV 1004

Giovedì 31 Agosto 2017_08_31 ore 20.00
€ 60/40/25/20 Stresa, Palazzo dei Congressi
Alexander Romanovsky, pianoforte
Francesco Frongia, Ferdinando Bruni, multimedialità
R. Schumann, Arabesque; Carnaval op. 9
M. Musorgskij, Quadri di un'esposizione
* Commissione Stresa Festival

Venerdì 01 Settembre 2017_09_01 ore 20.00
€ 20 Angera, Rocca Borromeo
Teodoro Anzellotti, fisarmonica
J.P. Rameau, Pièces de Clavecin
T. Hosokawa, Slow motion
L. Berio, Sequenza XIII (chanson)
B. Bartók, Sei danze popolari rumene Sz 56

Sabato 02 Settembre 2017_09_02 ore 20.00
€ 30 Verbania, II Maggiore
Fahmi Alqhai, viola da gambe direzione
Arcàngel, cantaor de flamenco
Patricia Guerrero, bailaora de flamenco
Accademia del Piacere
Miguel Àngel Cortes, chitarra flamenca
Agustfn Diassera, percussioni
Marivi Blasco, soprano
Rami Alqhai, viola da gamba
Johanna Rose, viola da gamba
Juan Ramón Lara, violone
Miguel Rincón, chitarra barocca
Las idasy las vueltas, musicas mestizas
Musica barocca dell'era coloniale in dialogo col flamenco

Domenica 03 Settembre 2017_09_03 ore 20.00
€ 60/40/25/20 Stresa, Palazzo dei Congressi
Khatia Buniatishvili, pianoforte
London Symphony Orchestra
Gianandrea Noseda, direttore
S. Prokof'ev, Concerto per pianoforte e orchestra n. 2
P.I. Cajkovskij, Sinfonia n. 4

Lunedì 04 Settembre 2017_09_04 ore 18.00
Stresa, Regina Palace Hotel
Incontro con Erri De Luca
Ingresso libero

Martedì 05 Settembre 2017_09_05 ore 20.30
€ 50* Isola Bella, Salone degli Arazzi
Marco Rizzi, Gabriele Pieranunzi, violini
Simonide Braconi, Francesco Fiore, viole
Enrico Bronzi, violoncello
F. Mendelssohn, Quintetto per archi n. 2 op. 87
J. Brahms, Quintetto per archi n. 2 op. 111 / Quintetti d'archi nel Romanticismo

Mercoledì 06 Settembre 2017_09_06 ore 20.00
€ 20 Stresa, Chiesa S. Ambrogio
Ghislieri Choir
Jorge Alberto Guerrero, violoncello
Maria Cecilia Farina, organo
Giulio Prandi, direttore
Albe tramonto della polifonia barocca
C. Monteverdi, Messa a 4 voci da cappella
B. Zerafa, Improperia per il Venerdì Santo
D. Perez, Mottetto per S. Michele Arcangelo

Giovedì 07 Settembre 2017_09_07 ore 20.30
€ 50* Isola Bella, Salone degli Arazzi
Sergey Khachatryan, violino
Lusme Khachatryan, pianoforte
W.A. Mozart, Sonata in si bem. magg. K. 454
S. Prokof'ev, Sonata n. 2 in re magg. op. 94a
R. Schumann, Sonata n. 2 in re min. op. 121

Venerdì 08 Settembre 2017_09_08 ore 20.00
€ 60/40/25/20 Stresa, Palazzo dei Congressi
Enrico Dindo, violoncello
Filarmonica Teatro Regio Torino
Gianandrea Noseda, direttore
W.F. Bach, Sinfonia in re min.
D. Sostakovic, Concerto per violoncello e orchestra n. 1
L. van Beethoven, Sinfonia n. 6 "Pastorale"

IL PROGRAMMA PUO' ESSERE SOGGETTO A MODIFICHE
UFFICIO DEL FESTIVAL
Via Carducci, 38
28838 Stresa (VB)
Tel. (+39) 0323-31095/30459
Fax (+39) 0323-33006
http://www.stresafestival.eu
Nota: Per gli spettacoli che non sono ne presentati ne commentati in questa pagina consultate il sito ufficiale, grazie

2017_09_05 FREDDIE FOR A DAY

“FREDDIE FOR A DAY”- MARTEDI’ 5 SETTEMBRE 2017

HARD ROCK CAFE E UNIVERSAL MUSIC ITALIA CELEBRANO
IL 71ESIMO COMPLEANNO DI FREDDIE MERCURY

NEI CAFE ITALIANI DI ROMA, VENEZIA E FIRENZE UNA GIORNATA DI FESTEGGIAMENTI CON MUSICA, CONCERTI LIVE E RACCOLTA FONDI  PER LA RICERCA SULL’HIV IN FAVORE DEL MERCURY PHOENIX TRUST ATTRAVERSO LA VENDITA DEI “BAFFI ALLA FREDDIE”

Il 5 settembre del 1946 nasceva Freddie Mercury, una delle voci più belle del Rock che rappresenta ancora oggi un mito per gli appassionati della musica. Martedì 5 settembre 2017 gli Hard Rock Cafe di tutto il mondo celebrano i 71 anni dalla nascita dell’artista di Zanzibar che ha segnato la storia della musica con l’evento internazionale “Freddie For a Day”. Per il quinto anno consecutivo, gli Hard Rock Cafe italiani di Roma, Venezia e Firenze dedicano alla leggenda un’intera giornata di festeggiamenti con musica, concerti live, contest, quiz, estrazioni, menu a tema e raccolta fondi in favore del Mercury Phoenix Trust per sostenere la ricerca contro l’AIDS  e l’HIV.

Esclusivamente nella giornata del 5 settembre, i Cafe italiani proporranno ai fan un Menu a tema ispirato alla musica della leggenda insieme alla promozione 2x1 sulla birra Peroni Nastro Azzurro in bottiglia 33cl, disponibile negli Hard Rock Bar.

Nelle tre location di Roma, Venezia e Firenze sarà possibile acquistare i “baffetti alla Freddie”, al costo di 2 euro. Il ricavato dalla vendita dei i mitici “Freddie moustaches” sarà interamente devoluto al Mercury Phoenix Trust e alle sue attività.

Grazie alla collaborazione con Universal Music Italia, gli appassionati dei Queen e di Freddie Mercury potranno ricevere sorprese e gadget firmati con il brand della casa discografica.

Emma Donoghue della Mercury Phoenix Trust spiega così l’iniziativa:

"Quella con Hard Rock per noi è una importante collaborazione. Siamo sempre grati del grande sforzo e del contributo offerto da Hard Rock per ricordare il compleanno di Freddie. Questa sinergia ed i risultati che ottiene mettendo insieme cibo, divertimento, musica e donazioni ha un valore inestimabile"

Claudia Walker del Mercury Phoenix Trust ha dichiarato:

"Freddie For A Day è una campagna per la raccolta di fondi e per sensibilizzare le persone sul tema dell’AIDS, che consente agli appassionati di tutto il mondo di aiutare il Mercury
Phoenix Trust nel suo lavoro quotidiano. Con questa iniziativa in molte città celebriamo un mito come Freddie ed allo stesso tempo aiutiamo tutte quello persone che hanno bisogno di combattere contro questa terribile malattia".

MERCURY PHOENIX TRUST
La Mercury Phoenix Trust è stata fondata da Brian May, Roger Taylor e dal loro manager manager Jim Beach in memoria di FREDDIE MERCURY cantante icona della storia del rock e leader dei Queen morto nel 1991 di AIDS. www.mercuryphoenixtrust.com

HARD ROCK INTERNATIONAL
Con sedi in 74 paesi diversi, di cui 176 Cafe e 23 Hotels e 10 Casinò, Hard Rock International è uno dei brand più conosciuti al mondo. Tutto cominciò con la chitarra di Eric Clapton ed oggi Hard Rock detiene la più grande collezione di cimeli musicali esistente esposta al pubblico nelle sedi di tutto il mondo. Hard Rock è anche famoso per il noto merchandising, “fashion” e “music-related”, come location per eventi Hard Rock Live e il premiato sito web. Hard Rock International è proprietaria di tutti i marchi Hard Rock del mondo. L’azienda è proprietaria di Cafe ma opera anche in franchising nelle più importanti città del mondo come Londra, New York, San Francisco, Sydney e Dubai. HRI è proprietaria e gestisce anche Hotel e Casinò in tutto il mondo. Tra le strutture ci sono anche i due famosi Hotel e Casinò di Tampa e Hollywood in Florida, entrambe di proprietà e gestione della società madre “Seminole Tribe of Florida”, così come le altre splendide location come Bali, Chicago, Cancun, Ibiza, Las Vegas e San Diego. Prossime aperture di Hard Rock Cafe sono previste a Cairo, Innsbruck, Cape Town e Chengdu. Nuovi progetti di Hard Rock Hotel e Casino riguardano Abu Dhabi, Atlanta, Atlantic City, Berlino, Dubai, Londra, Los Cabos, New York City, Ottawa, e Shenzhen, Dalian e Haikou in China.

UNIVERSAL MUSIC GROUP
Universal Music Group è leader nel mercato della musica globale ed è presente in 60 Paesi nel mondo. Il suo business include Universal Music Publishing Group, fra gli attori principali nell’ambito dei diritti editoriali.
Le etichette di proprietà di Universal Music Group includono A&M Records, Angel, Astralwerks, Blue Note Records, Capitol Christian Music Group, Capitol Records, Capitol Records Nashville, Caroline, Decca, Def Jam Recordings, Deutsche Grammophon, Disa, Emarcy, EMI Records Nashville, Fonovisa, Geffen Records, Harvest, Interscope Records, Island Records, Machete Music, Manhattan, MCA Nashville, Mercury Nashville, Mercury Records, Motown Records, Polydor Records, Republic Records, Universal Music Latino, Verve Music Group, Virgin Records, Virgin EMI Records, oltre a numerose etichette di propretà o distribuite indirettamente. Universal Music Group detiene il più grande catalogo dell’industria musicale, che include gli Artisti più popolare degli ultimi 100 anni e le loro opere registrate. Il catalogo è gestito da 2 differenti divisioni, Universal Music Enterprises (in U.S.A.) e Universal Strategic Marketing (fuori dagli Stati Uniti d’America). Universal Music Group include anche Global Digital Business, la nuova divisione dedicate ai new media e alle nuove tecnologie e  Bravado, dedicata al merchandising.

Universal Music Group è di proprietà di Vivendi.

2017_09_14 Milano, la Galleria Vittorio Emanuele II compie 150 anni

Venerdì 15 Settembre 2017_09_15 
Galleria Vittorio Emanuele II, Milano
CENTOCINQUANTESIMO dalla Costruzione
La più importante architettura in ferro che abbiamo in Italia e che ogni giorno è ammirata da migliaia di turisti provenienti da ogni del mondo, compie 150 anni.
Sei bande partecipanti all’evento in oggetto si raduneranno alle 10.30 in piazzetta reale. Da lì muoveranno per attraversare piazza del duomo, la Galleria Vittorio Emanuele e confluire in piazza della Scala entro le 11.30.
Davanti a palazzo Marino ci sarà la parte conclusiva della festa.
Per celebrare l'occasione ci sarà (13/09) una cena benefica con 500€ di costo di accesso ma finalizzata a fine benefico per "Cena sospesa", ma non solo ci saranno anche eventi musicali, con la sfilata di diverse bande che si riuniranno nell'Ottagono per un momento di musica insieme.
"Rendere omaggio alla Galleria - ha detto il sindaco della città Beppe Sala - significa celebrare la bellezza architettonica e 150 anni di storia della nostra città. Per una città che crede fortemente nel valore della solidarietà, ricordarsi di chi è meno fortunato e ha più bisogno del nostro aiuto è un dovere sempre, soprattutto nei momenti di festa".
La posa della prima pietra della Galleria Vittorio Emanuele II,  progettata in stile neorinascimentale  dall’architetto Giuseppe Mengoni, ,  avvene il 7 marzo 1865. Vedi http://www.ingalleria.com/it/history/1865
Piazza del Duomo, 20123 Milano MI
Il pavimento in mosaico nell'ottagono presenta il toro che ormai ha un grande buco al posto delle sue "xxxxx del toro", vista la diffusa in tutto il mondo credenza che si debba farci sopra un "giro di tacco" per avere fortuna.
Attenzione:
la manifestazione che coinvolge le bande militari, oltre alla civica orchestra di fiati, è prevista per la tarda mattinata di venerdì 15. Il programma è ancora in via di definizione.










Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)