2019_07_20 Una Traviata molto travagliata

Sabato 20 Luglio 2019
Bordighera: Giardini Lowe, Villa Etelinda sulla via Romana
G.Verdi 
LA TRAVIATA
Melodramma in tre atti. Musica Giuseppe Verdi
Libretto di Francesco Maria Piave, dal dramma “La Dame aux camélias” di Alexandre Dumas figlio
Prima rappresentazione: Venezia, Teatro La Fenice, 6 marzo 1853
Ore 16.30 presentazione dell'opera
Ore 21:00 spettacolo
Personaggi ed interpreti:
Violetta Valéry (soprano) Gabriella Stimola
Flora Bervoix, sua amica (mezzosoprano) Monica Tagliasacchi
Annina, serva di Violetta, (soprano) Camilla Pomilio
Alfredo Germont (tenore) Tiziano Barontini
Giorgio Germont, suo padre (baritono) Domenico Barbieri
Gastone, Visconte di Létorières (tenore) Nicolas Causero
Il barone Douphol (baritono) Francesco Bossi
Il marchese d'Obigny (basso) Emil Abdullaiev
Il dottor Grenvil (basso) Emil Abdullaiev
Barone Douphol Francesco Bossi
Coro Viotti di Vercelli
Orchestra Città di Vigevano
Direttore Andrea Raffanini
Coreografie Livia Ghizzoni
La rappresentazione sarà in onore di Franco Zeffirelli, maestro del ’900 e protagonista mondiale dell’arte, i  proventi dello spettacolo verranno destinati alla Fondazione Dessì per la prevenzione delle malattie oncologiche.

SCANDALO TRAVIATA: ORCHESTRA DI VIGEVANO E UNA TRAVIATA TRAVAGLIATA. un tragico racconto da Facebook
L'evento ha avuto un eco nazionale e locale da media vari social e TV

Ebbene si... È uno scandalo. E sapete il perché? Un attimo di pazienza e lo spiegherò come meglio possibile, senza farmi trascinare dalla rabbia o dal nervoso.
Ho avuto l'enorme piacere di essere contattata dall'orchestra Città di Vigevano, gente professionale, colleghi e amici. L'opera? La Traviata, stupendo. Il primo spettacolo lo facciamo al Castello di Vigevano, tutto ottimo.
Secondo spettacolo: siamo invitati a Bordighera (Liguria). Iniziamo a suonare, i patti con l'organizzatrice? Ricevere il compenso entro la fine della prima pausa. L'organizzatrice parla, parla e parla ma non paga. Gli spettatori paganti (30€) iniziano giustamente ad agitarsi, la pausa sta durando un po' troppo... Ma noi musicisti, d'accordo con il Maestro decidiamo, ovviamente e giustamente, di aspettare quanto pattuito. Siamo MUSICISTI, non stiamo giocando, non suoniamo così, tanto per. Il fatto che facciamo, che creiamo qualcosa di oggettivamente bello non significa che lo facciamo per la grazia divina. Quindi... Siamo fermi a metà del secondo atto. La signora in questione sparisce. Iniziano a scaldarsi tutti gli animi, anche i nostri.
Scopriamo che non ci sono soldi, che il comune di Bordighera non ne sapeva assolutamente nulla, che nulla era stato fatto in regola. Insomma... Una truffa, e noi tutti truffati. Parla, piagnucola, ma non si risolve nulla. Chiariamo la situazione ai poveri paganti, qualcuno capisce subito, qualcun altro ha bisogno di altre spiegazioni: sembriamo noi i cattivi.
Insomma... Chiariamo e decidiamo di andarcene, l'autista ci aspetta per tornare a casa: 3 h e mezza, forse 4. E indovinate? L'autista doveva essere pagato dalla stessa gentil signora, alchè decidiamo con le buone ad alto volume di andarla a prendere. Noi dobbiamo tornare a casa, non ne possiamo più. Una volta tutti riuniti inizia la fine, o l'inizio, ormai non capisco più niente, del delirio: chiamiamo la polizia locale, arrivano ed ecco. Associazioni, forse, inesistenti, pagamenti mai effettuati... Ripeto: una truffa bella e buona. L'autista dopo 1 h e mezza decide di denunciarla per conto suo e di farci salire per tornare finalmente tutti a casa.
È stata una traviata molto travagliata e non la dimenticherò mai.
Ma sapete la cosa che mi fa più incazzare quale è?
Ci aveva promesso anche il rinfresco, e indovinate? Non abbiamo visto nemmeno quello...

NON CALA L'ECO DI QUESTA ENNESIMA TRUFFA A CARICO
DI ARTISTI DELLA MUSICA 

Tantissimo dispiacere per una situazione sgradevole che ha coinvolto noi artisti ieri sera. 
Una truffa, in sostanza.
La cosa che più mi ha delusa è stato scoprire che molte persone nel pubblico non concepissero il fatto che noi eravamo lì per lavorare ed eravamo stati truffati tanto quanto loro.
Qualcuno ci ha intimato di andare fino in fondo perché loro avevano pagato il biglietto.
Alcune persone hanno gridato al maestro direttore che lui era un truffatore (quando invece era vittima come tutti noi) perché lui non stava lavorando. 
Non stava lavorando. 
Ripeto: non stava lavorando.
Spiacevole anche il comportamento insensibile di alcuni rappresentanti della giunta comunale che ci hanno chiesto di suonare qualcosa tutti assieme per "salutare decorosamente il pubblico". 
Allibita, ho risposto con una domanda: " State scherzando, vero?" 
Giulia Di Saverio Adriá ha risposto che saremmo volentieri saliti sul palco per salutare il pubblico, ma con la manina....🖐 Dignitosamente.
Non ultimo: quando alla fine la situazione è degenerata con un autista (non retribuito anche lui) che non voleva riportarci a casa, ho chiamato la polizia e i sopra citati rappresentanti comunali si sono volatilizzati. Puff....spariti! Magia...!!!
Il sentimento che prevale sopra ogni cosa è la delusione e il dispiacere per il fatto che l'arte, e i lavori ad esso correlati, non vengano ancora percepiti come lavoro.
Quando andate a sentire un concerto, noi stiamo lavorando. 
Quando andate in teatro e assistete ad opere o balletti, noi stiamo lavorando. 
Quando ad una serata di gala o ad una cena, una band o un ensemble allieta la vostra permanenza, noi stiamo lavorando.
Abbiamo la fortuna di fare un lavoro che amiamo, di avere il sorriso stampato in faccia alla fine di una performance se il pubblico ha apprezzato. Abbiamo la fortuna di conoscere tantissime persone interessanti e meravigliose. Abbiamo la fortuna di commuoverci mentre suoniamo capolavori meravigliosi della lirica o quando suoniamo con il coro degli Alpini (uno dei concerti in cui ho pianto di più in assoluto, per inciso...)
Ma stiamo lavorando.
Come un medico, come un docente, un infermiere, un operaio. Come un legale, come un impiegato, come un parrucchiere.
E sì: ci pagano.
Studiamo anni e anni e anni in conservatorio. Per il violino gli anni sono 10. Io ho aggiunto il biennio. E un'accademia di perfezionamento. Ed è la norma.
Percorriamo chilometri e chilometri per lavorare, mangiamo in stazione cambiando treno, torniamo a casa ad orari indicibili la notte. 
Quando nel weekend le persone con un lavoro "normale" si riposano, noi studiamo. O lavoriamo. 
Subiamo situazioni difficili e scomode. Dobbiamo superare sconfitte con noi stessi.
Noi lavoriamo perché c'è un pubblico, questo lo sappiamo. E ciò che possiamo fare è cercare sempre di dare il massimo per chi ci ascolta. 
Quindi se la giornata è stata terribile, ma dobbiamo suonare la festa del Brindisi di Traviata, noi lo facciamo. Per il pubblico e perché stiamo lavorando.
Lo facciamo, perché amiamo il nostro lavoro e abbiamo una fortuna immensa.
Per favore, usciamo dal medioevo culturale e iniziamo a dare dignità, valore e importanza ai lavori artistici. Buona lettura ...

RIVIERA24.IT ecco l'articolo

2019_07_29 Soul, Blues, Funk e ... Festival Ultrapadum

Festival Ultrapadum 2019
XXVII edizione
Per info: 345 427 2076, 335 668 0112
http://www.festivalultrapadum.com
Programma della 27esima edizione Festival Ultrapadum 
con la direzione artistica di Angiolina Sensale e l'organizzazione della società Accademia.

Lunedì 29 luglio 2019 - ore 21.15
GODIASCO - La Parrocchia del Blues - Piazza Cagnoni
Soul, Blues, Funk e Afro-Jazz
con Jane Jeresa , voce
Stefano Sarchi, chitarra
Victor Fiorilli, basso
Massimiliano Pieri, batteria
Ingresso ad offerta

Jane Jeresa è una cantante e autrice afro-italiana con una voce eclettica, potente e calda, che sta emergendo con grande impatto sulla scena Italiana della musica Soul, Blues, Funk e Afro-Jazz. Nonostante la sua giovane formazione, Jane vanta già un serio e nutritissimo percorso live anche in alcuni significativi palcoscenici dedicati alla musica afroamericana in Italia e in Europa. Ha partecipato al programma televisivo Kids Got Talent Italia condotto da Claudio Bisio (2017). 
Due gli Lp finora registrati “Enough is enough” e “Step into the groove”
A Godiasco, presenterà alcuni brani del suo primo album da solista di stampo soul, blues e funk.
Il suo stile vocale (emozionato ed emozionante) e la sua fisicità (energica e sensuale) sono il vettore di una comunicazione semplice e viva, pura e generosa. Nonostante la sua giovane formazione, Jane vanta già un serio e nutritissimo percorso live anche in alcuni significativi palcoscenici dedicati alla musica afroamericana in Italia e in Europa.
Collaborazioni:
Jane ha partecipato al programma televisivo Kids Got Talent Italia condotto da Claudio Bisio (2017). Ha condiviso la scena con artisti a livello internazionale tra cui il pianista jazz Umberto Petrin, gli americani Shawn Jones e il duo Myron & E, la britannica Hannah Williams, il bassista e hammondista M° Vito Di Modugno.
Ha collaborato con il M° Gino Marcelli, pianista jazz, compositore e arrangiatore M° Alessandro Bertozzi e con la figlia d’arte Rossana Banfi nel contesto di un cortometraggio sulla storia del fiume Po.
Discografia: “Enough is enough” e “Step into the groove” (Ammonia Records) sono i due LP registrati con la sua band originaria Jane J's Clan; nel giugno 2017 Jane presenta "Runaway Man", il primo singolo di sua composizione (Ultrasound Records); nel novembre 2017 è uscito “BEAUTIFUL LOVE”, il suo primo EP di brani inediti, connotati da raffinati (ma comunicativi) arrangiamenti che coniugano, in una felice amalgama, ritmi africani a sonorità soul e jazz

2019_07_28 Tradizionale concerto ad Oliva Gessi per il Festival Ultrapadum

Festival Ultrapadum 2019
XXVII edizione
Per info: 345 427 2076, 335 668 0112
http://www.festivalultrapadum.com
Programma della 27esima edizione Festival Ultrapadum 
con la direzione artistica di Angiolina Sensale e l'organizzazione della società Accademia.

Domenica 28 luglio 2019 - ore 21,15
OLIVA GESSI – Piazza della Chiesa
Rovereto Wind Orchestra
Andrea Loss, direttore
Ingresso ad offerta
In caso di maltempo il concerto si terrà alla Chiesa del Pistornile di Casteggio
PROGRAMMA
R. Strauss, Also spracht Zarathustra
A. Ponchielli, Marcia Milano
G. Rossini, Italiana in Algeri
A. Ponchielli, Viva l'esposizione di Cremona
E. Lecuona, La comparsa
E. Morricone, Playing Love
N. Piovani, La vita è bella
E. Morricone, L'estasi dell'oro
E. Morricone, Moment for Morricone
La Rovereto Wind Orchestra di Trento, nata nel 1997 e, sotto la guida del M° Andrea Loss, ha affrontato repertori sempre più complessi ed impegnativi, conseguendo prestigiosi riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale. Tra questi va sicuramente ricordato il primo premio assoluto (medaglia d'oro) nel Concorso Mondiale di Kerkrade (Olanda).

2019_07_26 Festival Ultrapadum e fai ballar la Musica

Festival Ultrapadum 2019
XXVII edizione
Per info: 345 427 2076, 335 668 0112
http://www.festivalultrapadum.com
Programma della 27esima edizione Festival Ultrapadum 
con la direzione artistica di Angiolina Sensale e l'organizzazione della società Accademia.

Venerdì 26 luglio 2019 - ore 21.15
CECIMA – Piazza della Chiesa
… e fai ballar la Musica
con l’Orchestra Filarmonica Mousikè
Savino Acquaviva. direttore
Ingresso 10 euro
Al termine, osservazione del cielo con strumenti portatili a cura dell’Osservatorio Astronomico e Planetario Cà del Monte
In caso di maltempo il concerto si terrà a Ponte Nizza nella struttura “Centrale della frutta”

PROGRAMMA "...e fai ballar la musica..."

Tilman Susato (arr. Manu Mellaerts)
"The Danserye"

Dmitri Shostakovich (arr. Johan de Meij)
"Jazz Suite Nr. 2"
1. March
2. Waltz No. 2
3. Dance II
4. Lyric Waltz
5. Dance I

Igor Stravinsky
"Circus Polka (for a Young Elephant)"

Alfred Reed
"International Dances"
1. Hoe Dowsn
2. Yamabushi Kagura
3. A la Corrida!
4. Hora

Joseph Hellmesberger (arr. Tohru Takahashi)
"Danse Diabolique"

Traditional (arr. Roland Smeets)
"Simple gifts" (from 'The Lord of the Dance')

Savino Acquaviva , clarinettista, saxofonista e direttore d’orchestra, è una personalità rinomata nel mondo musicale nazionale e internazionale. Lo scorso anno, è stato protagonista del concerto “I fiati cantano l’Opera” nell’Orchestra Sinfonica di Sanremo che con i suoi 112 anni di storia, è una delle realtà musicali più antiche e prestigiose nel panorama italiano. Si è fatto apprezzare in tournée in Francia, Austria, Germania, Svizzera, Belgio, Olanda, Spagna, Croazia, Malta, ex Jugoslavia, Repubblica Ceca, Norvegia, Singapore, Stati Uniti.

2019_07_25 Trovatore per fiati al Festival Ultrapadum

Festival Ultrapadum 2019
XXVII edizione
Per info: 345 427 2076, 335 668 0112
http://www.festivalultrapadum.com
Programma della 27esima edizione Festival Ultrapadum 
con la direzione artistica di Angiolina Sensale e l'organizzazione della società Accademia.

Giovedì 25 luglio 2019 - ore 21.15
GREMIASCO – Centro storico
Il Trovatore Ballabile
L’Usignolo con Francesco Gualerzi, Quartino, Sax - Mirco Ghirardini, Quartino - Fabio Codeluppi, Tromba - Valentino Spaggiari, Trombone, Bombardino - Marco Catelli, Genis - Dimer Maccaferri, Corno - Gianluigi Paganelli, Tuba - Silvia Felisetti, Voce
Ingresso libero
In caso di maltempo il concerto si terrà all’interno della Chiesa

Il capolavoro verdiano riletto in versione ‘ballabile’ è uno dei principali progetti portati avanti con successo dal Concerto a Fiato “L’Usignolo” definito dalla stampa “...una proposta di grande valore culturale, di recupero del linguaggio musicale emiliano e un’occasione di autentico divertimento alla scoperta di uno stile prodigioso ed entusiasmante.”.
La trascrizione del Trovatore secondo la tradizione popolare dei ballabili emiliani, specialmente fra le province di Reggio Emilia e Parma, non soltanto risulta stilisticamente riuscitissima, ma sembra addirittura rivelare l’autentica “matrice genetica” delle melodie dell’opera verdiana; del resto è certo che sin dall’infanzia Verdi fosse a contatto con questo linguaggio musicale tipico del territorio in quell’epoca.

2019_07_14 Orobian Pipe Band al Festival Ultrapadum

Festival Ultrapadum 2019
XXVII edizione
Per info: 345 427 2076, 335 668 0112
http://www.festivalultrapadum.com
Programma della 27esima edizione Festival Ultrapadum 
con la direzione artistica di Angiolina Sensale e l'organizzazione della società Accademia.

Domenica 14 luglio 2019 - ore 16.00
ROMAGNESE – Giardino Alpino di Pietra Corva
Orobian Pipe Band
Banda di cornamuse e percussioni scozzesi
Ingresso libero
in caso di maltempo il concerto si terrà presso il Palabrada di via Circonvallazione 1
Per questo spettacolo pomeridiano, una banda di cornamuse e percussioni scozzesi nata nel 2010 sul territorio bergamasco dall’incontro di un gruppo di musicisti, accomunati dalla passione per la musica tradizionale e per la cultura scozzese. Il gruppo conta numerose esibizioni sul territorio italiano ed estero, ed alcune apparizioni su palchi con artisti di notorietà internazionale.
Il tartan adottato, il “National Millenium”, racchiude i colori istituzionali della città e della Provincia di Bergamo, uniti al bianco e al blu della bandiera scozzese.

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)