2019_10_04 Cambiale di matrimonio apre la 45a stagione del MAYR-DONIZETTI di Colognola

seguici anche su: Facebook – YouTube - Twitter – Google+
45ª STAGIONE OPERISTICA 2019-2020
 
CIRCOLO MUSICALE
MAYR-DONIZETTI

ente senza fini di lucro - direzione artistica Damiano Maria Carissoni & Valerio Lopane
TEATRO SAN GIOVANNI BOSCO
 
Bergamo – via San Sisto, 9 (quartiere Colognola)
Una realtà dalla produzione impressionante, non c'è altro da dire basta scorrere il numero di rappresentazioni realizzate nel corso delle ultime dieci stagioni ed i titoli (di repertorio ma non solo) che sono stati messi in cartellone.
* variazioni cast con artisti che hanno sostenuto il ruolo

45ª Stagione operistica 2019-2020
Venerdì 4 ottobre 2019_10_04 - ore 21.00 
LA CAMBIALE DI MATRIMONIO
farsa giocosa in un atto, di Gaetano Rossi
musica di Gioachino Rossini
personaggi interpreti
Tobia Mill LUCA GALLO
Fannì ANNA DELFINO
Edoardo Milfort LIVIO SCARPELLINI
Slook ROBERTO MAIETTA
Norton GIOVANNI CESARE GUERINI
Clarina VALENTINA PENNINO
e pagine da IL BARBIERE DI SIVIGLIA
Piccola orchestra dei Colli Morenici
direttore Damiano Maria Carissoni
regia Valerio Lopane
macchinista MARCELLO CAVAGNA - elettricista MARCO CARMINATI
sarte ERMINIA CASTELLETTI, LUIGINA DAMINELLI, AMABILE GHILARDI, DELIZIA LORELLO, ANTONIETTA NAVA
trucco e acconciature Associazione Istituto Scolastico Sistema
scene EMFG - allestimento a cura di VALERIO LOPANE
animazioni ENRICO MAFFI - luci GIAMPIETRO NOZZA - maestro ai sovratitoli NICOLA PREVITALI

venerdì 8 novembre 2019_11_08 - ore 21:00
LUCIA DI LAMMERMOOR
dramma tragico in due parti, di Salvadore Cammarano - ed. Ricordi
musica di Gaetano Donizetti
personaggi interpreti
Lord Enrico Ashton LORENZO BATTAGION
Miss Lucia, sorella di lui LINDA CAMPANELLA
Sir Edgardo di Ravenswood GIORGIO CASCIARRI
Lord Arturo Bucklaw RICCARDO BENLODI
Raimondo Bidebent, educatore di Lucia LUCA GALLO *
Alisa, Damigella di Lucia ELENA BERTOCCHI
Nomanno, capo degli armigeri SIMONE FENOTTI
Piccola orchestra dei Colli Morenici
direttore Damiano Maria Carissoni
Coro lirico Simone Mayr
Maestro del coro MASSIMILIANO DI FINO
macchinista MARCELLO CAVAGNA - elettricista MARCO CARMINATI
sarte ERMINIA CASTELLETTI, LUIGINA DAMINELLI, AMABILE GHILARDI, DELIZIA LORELLO, ANTONIETTA NAVA
trucco e acconciature Associazione Istituto Scolastico Sistema
costumi Sartoria Teatrale Grandi Spettacoli - costumi per Miss Lucia a cura di FRANZ CANCELLI
scene EMFG da bozzetti del 1836 di Francesco Bagnara concesse dal Fondo del Museo Correr di Venezia
animazioni ENRICO MAFFI - luci GIAMPIETRO NOZZA
maestro ai sovratitoli NICOLA PREVITALI - aiuto regia GIORGIO PESENTI
regia Valerio Lopane
Serata dedicata alla memoria dell’amica e mecenate dr. Marisa Bacialli Goggi

venerdì 20 dicembre 2019 _12_20- ore 21:00
MACBETH
melodramma in quattro atti, di Francesco Maria Piave - ed. Ricordi
musica di Giuseppe Verdi
personaggi interpreti
Macbeth MAURIZIO LEONI
Banco PAOLO BATTAGLIA
Lady Macbeth MARIA SIMONA CIANCHI
Dama di Lady Macbeth KATIA DI MUNNO
Macduff , nobile scozzese DANILO FORMAGGIA
Malcom, figlio di Duncano CHRISTIAN LORINI
Medico ANDREA GERVASONI
Domestico di Macbeth ANDREA GERVASONI
Sicario ANDREA GERVASONI
Araldo ANDREA GERVASONI
Piccola orchestra dei Colli Morenici
direttore Damiano Maria Carissoni
Ensemble Coro AsLiCo
Maestro del coro MASSIMO FIOCCHI MALASPINA
regia Valerio Lopane
macchinista MARCELLO CAVAGNA - elettricista MARCO CARMINATI
sarte ERMINIA CASTELLETTI, LUIGINA DAMINELLI, AMABILE GHILARDI, DELIZIA LORELLO, ANTONIETTA NAVA
trucco e acconciature Associazione Istituto Scolastico Sistema
costumi Sartoria Teatrale Grandi Spettacoli - costumi e copricapi delle streghe FRANZ CANCELLI
scene EMFG da tavole originali di FRANZ CANCELLI - animazioni ENRICO MAFFI
luci GIAMPIETRO NOZZA - maestro ai sovratitoli NICOLA PREVITALI - aiuto regia GIORGIO PESENTI
Studio Danza Ieva
Coreografi e ANNA MARIA IEVA
Note di regia
Verdi coglie con puntualità il nodo profondo del dramma shakespeariano: la dannazione in cui Macbeth e la Lady cadono, attratti dalla sete di potere. Questa voluttà del soglio – per dirla con le parole della Lady stessa – è rappresentata allegoricamente della Streghe cardine intorno a cui gira tutta la vicenda. Seguendo l’esempio del musicista, che ci immerge fin dalle prime note nel nocciolo narrativo, con la mia regia vorrei aderire a questo stesso scopo. Per veicolare la centralità di questa bramosia distorta ho operato sul piano visivo puntando su un allestimento straniante e non vincolato ad un puntuale taglio descrittivo: le scene, tratte da tavole originali di Franz Cancelli, sono caratterizzate infatti da una essenzialità atemporale, grazie alla quale vorrei offrire una prospettiva inquietante nella quale i personaggi risultino assorbiti, rivelando le loro aspettative, debolezze, speranze ed illusioni. Valerio Lopane
Il Maestro Damiano Maria Carissoni, sempre alla guida della Piccola orchestra dei Colli Morenici, ha selezionato artisti noti al pubblico del Mayr e sensibili alle ragioni del fraseggio verdiano. Il baritono Maurizio Leoni (applaudito nel ruolo di Luna in Il Trovatore), ed il soprano Maria Simona Cianchi (Tosca e Abigaille nelle scorse stagioni), saranno impegnati nei ruoli di Macbeth e della Lady. Il Circolo saluta il ritorno del basso Paolo Battaglia, Banco, e del tenore Danilo Formaggia, Macduff. Per la prima volta al Mayr-Donizetti il soprano bergamasco d’adozione Katia Di Munno, come Dama della Lady e il tenore Christian Lorini come Malcom. Il basso Andrea Gervasoni, apprezzata voce emergente, anch'essa bergamasca, sarà impegnato nei ruoli comprimari. 
L’Ensemble Coro AsLiCo, diretto ed istruito dal Maestro Massimo Fiocchi Malaspina, animerà le impegnative scene corali legate alla presenza delle Streghe ed il celeberrimo brano Patria Oppressa. Interventi dello Studio Danza Ieva, con le coreografie di Anna Maria Ieva. Costumi Casa d’arte Grandi Spettacoli. Franz Cancelli curerà la realizzazione dei costumi e copricapi delle Streghe, oltre ad essere l’autore delle tavole originali da cui sono state elaborate le scene di EMFG con animazioni Enrico Maffi. Maestro ai sovratitoli Nicola Previtali. Assistente alla regia Giorgio Pesenti, regia di Valerio Lopane. 

venerdì 17 gennaio 2020_01_17 - ore 21:00
DON GIOVANNI
dramma giocoso in due atti, di Lorenzo da Ponte 
musica di Wolfgang Amadeus Mozart
in collaborazione con il Teatro Maggiore di Verbania
personaggi interpreti
Don Giovanni ANDREA PORTA
Donna Anna ANNA RITA TALIENTO
Don Ottavio DANILO FORMAGGIA
Il Commendatore ALBERTO ROTA
Donna Elvira BRIGITTE TORNAY *
Leporello MAURIZIO LEONI
Masetto ENRICO MARIA MARABELLI *
Zerlina MANUELA BARABINO
Piccola orchestra dei Colli Morenici
direttore Damiano Maria Carissoni
Maestro del coro MAURO ROLFI
Coro Gregorio Magno
Mandolino in scena DAVIDE SALVI
Studio Danza Ieva
Coreografi e ANNA MARIA IEVA
regia Valerio Lopane
macchinista MARCELLO CAVAGNA - elettricista MARCO CARMINATI
sarte ERMINIA CASTELLETTI, LUIGINA DAMINELLI, AMABILE GHILARDI, DELIZIA LORELLO, ANTONIETTA NAVA
costumi e copricapo dei demoni sono a cura di FRANZ CANCELLI
costumi Sartoria Teatrale Grandi Spettacoli -scene EMFG - animazioni ENRICO MAFFI
luci GIAMPIETRO NOZZA - maestro ai sovratitoli NICOLA PREVITALI - aiuto regia GIORGIO PESENTI
trucco e acconciature Associazione Istituto Scolastico Sistema
Note di regia
Il cammino dei drammi legati alla figura di Don Giovanni nasce in tempi antichissimi ma vede la conclusione della sua parabola proprio nel Settecento; la vicenda ed i personaggi del capolavoro mozartiano devono infatti molto alla galanterie tipica del luminoso e stilizzato rococò. Da Ponte e Mozart, però, vanno ben oltre. Grande ruolo è giocato infatti da una cupa, decadente e demoniaca irrazionalità. Per rendere a pieno questo duplice carattere, ho deciso di avvalermi di rielaborazioni visive di tele opera della famiglia Guardi, celebre stirpe di pittori settecenteschi. Nei loro quadri si alternano vedute in interno ed esterno di Venezia e Capricci–paesaggi immaginari molto liberi -ora rurali ora urbani- sempre caratterizzati da una pennellata rapida e da contorni tersi. A queste immagini, opportunamente riadattate dallo studio EMFG, affido un ruolo di cornice visiva di schietta e tumultuosa quotidianità settecentesca non priva di screziature malinconiche e meditative.    
Valerio Lopane
Questo dramma giocoso richiede una spiccata vocalità italiana ed una sensibilità musicale quasi strumentale; pertanto il Maestro Damiano Maria Carissoni, anche in questo allestimento alla guida della Piccola orchestra dei Colli Morenici, ha raccolto intorno a sé ottime voci di scuola italiana perfettamente educate alle richieste musicali mozartiane. Il soprano Anna Rita Taliento, sarà Donna Anna; Hitoko Morita, Donna Elvira ed infine Manuela Barabino, Zerlina. Dopo la loro recente partecipazione in Macbeth, avremo il piacere di riascoltare i baritoni Maurizio Leoni e Andrea Gervasoni nei ruoli di Leporello e di Masetto e il tenore Danilo Formaggia, come don Ottavio. I bassi Andrea Porta e Alberto Rota vestiranno i panni di Don Giovanni e del Commendatore.
Sarà presente il Coro Gregorio Magno, diretto ed istruito dal Maestro Mauro Rolfi. Interventi del Ballo Studio Danza Ieva, con coreografie di Anna Maria Ieva. Costumi Casa d’arte Grandi Spettacoli. A cura di Franz Cancelli i costumi e i copricapi dei Demoni del Finale. Le scene di EMFG, rielaborazioni di quadri originali della famiglia Guardi, saranno animate da Enrico Maffi. Maestro ai sovratitoli Nicola Previtali. Assistente alla regia, Giorgio Pesenti, regia di Valerio Lopane.


venerdì 14 febbraio 2020_02_14 - ore 21:00
TURANDOT
dramma lirico in tre atti e cinque quadri, di Giuseppe Adami e Renato Simoni
ed. per piccola orchestra Ricordi
musica di Giacomo Puccini
personaggi interpreti
La Principessa Turandot SARA CERVASIO
L’Imperatore Altoum CHRISTIAN LORINI
Timur, Re tartaro spodestato GIANLUCA BREDA
Il Principe ignoto (Calaf ) GIORGIO CASCIARRI
Liù, giovane schiava, guida di Timur HIROKO MORITA
Ping, gran Cancelliere ANDREA PORTA
Pang, gran Provveditore ROBERTO COVATTA
Pong, Gran Cuciniere LIVIO SCARPELLINI
Un mandarino GIOVANNI CESARE GUERINI
Il Principe di Persia CHRISTIAN LORINI
Orchestra dei Colli Morenici
direttore Damiano Maria Carissoni
Coro Grandi Spettacoli
Maestro del coro MASSIMO FIOCCHI MALASPINA
regia Valerio Lopane
macchinista MARCELLO CAVAGNA - elettricista MARCO CARMINATI
sarte ERMINIA CASTELLETTI, LUIGINA DAMINELLI, AMABILE GHILARDI, DELIZIA LORELLO, ANTONIETTA NAVA
scenofrafi e di LAURA RIZZI montate da EMFG e animate da ENRICO MAFFI
costumi e copricapi originali FRANZ CANCELLI realizzati con ELY NEGRI
e con Associazione Scuola Silv (costumi coro)
luci GIAMPIETRO NOZZA - maestro ai sovratitoli NICOLA PREVITALI
trucco e acconciature Associazione Istituto Scolastico Sistema
Note di regia
Parlando di Turandot spesso si finisce per dimenticare un elemento fondamentale; una nota avverte infatti: ambientata al tempo delle favole. Non solo la vicenda trae origine da una celebre Fiaba Teatrale di Carlo Gozzi di ambientazione chinese, ma tutta l’opera ed i suoi personaggi, la collocazione temporale, l’ambientazione e, di conseguenza, anche la sua musica profumano di narrazione incantata. La mia regia si pone come taglio quello di ricondurre l’opera, senza troppi intellettualismi, in questo suo alveo originale. Per mettere a punto questo clima mi sono rivolto nuovamente alla scenografa Laura Rizzi, che ha rielaborato e arricchito la sua creazione originale realizzata per il precedente allestimento del Mayr-Donizetti (2012). In coerenza con questo taglio interpretativo e per ricreare il carattere onirico e sensuale che pure serpeggia in tutta la vicenda, ho coinvolto nel progetto Franz Cancelli che realizzerà maschere e costumi originali.    
Valerio Lopane
Puccini, per questa sua ultima fatica, richiede voci particolari ed un organico strumentale originale. Coerente a queste necessità il Maestro Damiano Maria Carissoni, alla guida dell'Orchestra dei Colli Morenici, e con un cast di grande esperienza pucciniana, potrà dare saggio della sua personale sensibilità stilistica.Il tenore Giorgio Cascarri e il soprano Sara Cervasio (nuova conoscenza per gli amici del Circolo), sosterranno i ruoli di Calaf e di Turandot. Il soprano Hiroko Morita offrirà la sua liquida vocalità alla fragile Liù. Il basso Gianluca Breda darà spessore al cieco Timur. Le tre maschere saranno appannaggio di esperti caratteristi: Ping, Gran Cancelliere: il basso Andrea Porta (recentemente applaudito nel ruolo protagonista di Don Giovanni), Pang, Gran Provveditore, sarà il tenore Roberto Covatta e Pong, Gran Cuciniere il tenore Livio Scarpellini; completano il cast il tenore Christian Lorini quale Altoum e il Principe di Persia, il baritono Giovanni Guerini come un Mandarino.Il Coro Grandi Spettacoli, diretto ed istruito dal Maestro Massimo Fiocchi Malaspina, darà vita al vero coprotagonista dell’opera: il Popolo di Pechino, nelle sue più svariate sfaccettature.  Coreografie di BMusic School a cura di Giorgia Varano. Maschere e costumi originali di Franz Cancelli coadiuvato per la realizzazione da Ely Negri. Costumi del coro realizzati con la collaborazione della Scuola di Moda Silv. Le scene, tratte da disegni originali di Laura Rizzi per il Mayr-Donizetti, rielaborati da EMFG, saranno animate da Enrico Maffi. Maestro ai sovratitoli Nicola Previtali. Regia di Valerio Lopane.


In ottemperanza alle indicazioni delle autorità in relazione all'attuale epidemia di corona virus dobbiamo purtroppo
SOSPENDERE LA RAPPRESENTAZIONE DI RIGOLETTO DEL 13 MARZO
Ci stiamo adoperando per trovare una data di recupero, che pubblicheremo con una nuova newsletter e sul nostro sito.
A presto e grazie della comprensione!

Venerdì 13 marzo 2020_03_13 - ore 21.00
RIGOLETTO
melodramma in tre atti, di Francesco Maria Piave
Musica di Giuseppe Verdi
personaggi interpreti
Il duca di Mantova DANILO FORMAGGIA
Rigoletto, suo buffone di Corte LORENZO BATTAGION
Gilda, figlia di lui ANNA DELFINO
Sparafucile, bravo PAOLO BATTAGLIA
Maddalena, sorella di lui CINARA SHIRIN
Giovanna, custode di Gilda ELENA BERTOCCHI
Il conte di Monterone RAFFAELE RAFFIO
Marullo, cavaliere CARLO BOMBIERI
Matteo Borsa, cortigiano SIMONE FENOTTI
Il conte di Ceprano GIOVANNI CESARE GUERINI
La contessa di Ceprano ELISABETTA DAMBRUOSO
Paggio della duchessa ELISABETTA DAMBRUOSO
Piccola orchestra dei Colli Morenici
Maestro del coro PIETRO PERINI
Coro lirico Patavino Giuseppe Verdi
direttore Damiano Maria Carissoni

Note di regia
Verdi dimostrò di apprezzare in maniera profonda Le roi s'amuse, il dramma di Victor Hugo da cui Piave ha tratto la trama ed il libretto di Rigoletto. Ad attrarre maggiormente il compositore italiano era il tratto “grottesco” consistente nella forza drammatica insita nella tragedia personale di un uomo costretto, dalla sua deformità fisica, a svendersi come buffone. Ecco la vera e profonda maledizione di Rigoletto. Da questa mostruosità fisica si riverbera un’ancor più terrificante perversità emotiva, rilevabile in tutti i passaggi chiave della vicenda. Da questo tratto prende avvio la mia lettura registica.Le fotografie inedite della città di Mantova, con Palazzo Te e i plausibili luoghi di Rigoletto, realizzate da Federico Gamba, faranno da sfondo allo svolgimento della vicenda. Si alterneranno immagini di affreschi a soggetto ora comico ora grottesco, spaventose gorgoni scultoree, immagini luminose di sale dorate, cupe vie ed argini nebbiosi e deserti. Particolare risalto sarà dato al contrasto tra la bellezza smagliante degli ambienti e la crudezza dei pensieri e dei gesti, sottolineati dal ricorrente apparire di visioni inquietanti.   
Valerio Lopane
L’opera richiede, come spesso accade in Verdi, non solo grandi voci, ma anche grandi interpreti. La sua straordinaria notorietà ha poi creato una grande tradizione interpretativa ben nota al Maestro Damiano Maria Carissoni, ancora una volta alla guida della Piccola Orchestra dei Colli Morenici. Il cast formato dal maestro vanta voci di solido professionismo e care al pubblico del Mayr-Donizetti.Rigoletto sarà il baritono Lorenzo Battagion, recentemente applaudito come Enrico in Lucia di Lammermoor, Gilda sarà il soprano Anna Delfino, che ha inaugurato la stagione con La cambiale di matrimonio, ed il Duca, Danilo Formaggia (Don Ottavio nel recente Don Giovanni). Maddalena sarà il mezzo soprano Cinara Shirin, per la prima volta sulle tavole del San Giovanni Bosco; i bassi Paolo Battaglia e Raffaele Raffio vestiranno i panni di Sparafucile e Monterone. La nutrita compagnia sarà completato dal soprano Elena Bertocchi (Giovanna), Elisabetta Dambruoso (contessa di Ceprano e un paggio); il baritono Carlo Bombieri darà voce a Marullo, il basso Giovanni Guerini al conte di Ceprano e il tenore Simone Fenotti sarà Matteo Borsa.Coro Patavino Giuseppe Verdi, diretto ed istruito dal Maestro Pietro Perini. Interventi di ballo Studio Danza Ieva, con coreografie di Anna Maria Ieva. Scene di EMFG da fotografie originali di Federico Gamba con animazioni di Enrico Maffi. Costumi Grandi Spettacoli. Maestro ai sovratitoli Nicola Previtali. Regia di Valerio Lopane.



44ª stagione operistica  2018-2019
Venerdì 12 ottobre 2018 - ore 21.00 Cavalleria Rusticana
Venerdì 16 novembre 2018 - ore 21.00 La figlia del reggimento
Venerdì 14 dicembre 2018 - ore 21.00 L'italiana in Algeri
Venerdì 8 febbraio 2019 - ore 21.00 Il trovatore
Venerdì 15 marzo 2019 - ore 21.00 Die Entführung aus dem Serail - Il ratto dal serraglio
Venerdì 12 aprile 2019 - ore 21.00 Carmina Burana

43ª stagione operistica  2017-2018
Venerdì 13 ottobre 2017 - ore 21.00 Duetti e terzetti di opere mozartiane & La Dirindina
Venerdì 10 novembre 2017 - ore 21.00 La bohème
Venerdì 12 gennaio 2018 - ore 21.00 Pagliacci
Venerdì 16 febbraio 2018 - ore 21.00 Don Pasquale
Venerdì 16 marzo 2018 - ore 21.00 Die Zauberföte - Il flauto magico
Venerdì 20 aprile 2018 - ore 21.00 Nabucco

42ª stagione operistica  2016-2017
Venerdì 21 ottobre 2016 - ore 21.00 Il campanello dello speziale
Venerdì 18 novembre 2016 - ore 21.00 Il barbiere di Siviglia
Venerdì 16 dicembre 2016 - ore 21.00 Carmen
Venerdì 10 febbraio 2017 - ore 21.00 Don Carlo
Venerdì 3 marzo 2017 - ore 21.00 Tosca
Venerdì 7 aprile 2017 - ore 21.00 La sonnambula

41ª stagione operistica  2015-2016
Venerdì 23 ottobre 2015 - ore 21.00 Concerto Donizettiano
Venerdì 13 novembre 2015 - ore 21.00 Aida
Venerdì 18 dicembre 2015 - ore 21.00 Così fan tutte
Venerdì 26 febbraio 2016 - ore 21.00 I puritani
Venerdì 18 marzo 2016 - ore 21.00 La traviata
Venerdì 15 aprile 2016 - ore 21.00 L'elisir d'amore

40ª stagione operistica  2014-2015
Venerdì 24 ottobre 2014 - ore 21.00 Concerto Pucciniano
Venerdì 14 novembre 2014 - ore 21.00 Madama Butterfly
Venerdì 12 dicembre 2014 - ore 21.00 Manon Lescaut
Venerdì 13 febbraio 2015 - ore 21.00 Un ballo in maschera
Venerdì 20 marzo 2015 - ore 21.00 Norma
Venerdì 17 aprile 2015 - ore 21.00 Le nozze di Figaro

39ª stagione operistica  2013-2014
Venerdì 18 ottobre 2013 - ore 21.00 Lohengrin - pagine scelte e omaggio a Johann Simon Mayr
Venerdì 15 novembre 2013 - ore 21.00 Luisa Miller
Venerdì 13 dicembre 2013 - ore 21.00 Rigoletto
Venerdì 24 gennaio 2014 - ore 21.00 Don Giovanni
Venerdì 21 febbraio 2014 - ore 21.00 Andrea Chénier
Venerdì 21 marzo 2014 - ore 21.00 La Cenerentola
Venerdì 11 aprile 2014 - ore 21.00 Lucia di Lammermoor
Venerdì 5 luglio - ore 21.00 Concerto lirico Giuseppe Verdi e la trilogia popolare

38ª stagione operistica  2012-2013
Venerdì 26 ottobre 2012 - ore 21.00 La serva padrona
Venerdì 23 novembre 2012 - ore 21.00 Turandot
Venerdì 14 dicembre 2012 - ore 21.00 La forza del destino
Venerdì 18 gennaio 2013 - ore 21.00 Otello
Venerdì 22 febbraio 2013 - ore 21.00 Macbeth
Venerdì 22 marzo 2013 - ore 21.00 La figlia del reggimento
Venerdì 19 aprile 2013 - ore 21.00 Il trovatore
Giovedì 9 agosto 2012 - ore 21.00 Concerto lirico "Di Amore e disAmore"

37ª stagione operistica 2011-2012
Venerdì 21 ottobre 2011 - ore 21.00 Rita
Venerdì 11 novembre 2011 - ore 21.00 Nabucco
Venerdì 16 dicembre 2011 - ore 21.00 Carmen
Venerdì 20 gennaio 2012 - ore 21.00 La Bohème
Venerdì 24 febbraio 2012 - ore 21.00 Don Pasquale
Venerdì 23 marzo 2012 - ore 21.00 L'italiana in Algeri
Venerdì 20 aprile 2012 - ore 21.00 Suor Angelica e Cavalleria rusticana

36ª stagione operistica  2010-2011
Venerdì 08 ottobre 2010 - ore 21.00 Concerto Inaugurale
Venerdì 26 novembre 2010 - ore 21.00 La Traviata
Venerdì 10 dicembre 2010 - ore 21.00 Madama Butterfly
Venerdì 21 gennaio 2011 - ore 21.00 Norma
Venerdì 18 febbraio 2011 - ore 21.00 Il barbiere di Siviglia
Venerdì 25 marzo 2011 - ore 21.00 Tosca
Venerdì 29 aprile 2011 - ore 21.00 Aida

35ª stagione operistica 2009-2010
6 novembre 2009 - Concerto lirico. Musiche di Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini
11 dicembre 2009 - Il paese dei campanelli, operetta in due atti. Musiche di Carlo Lombardo e Virgilio Ranzato
8 gennaio 2010 - Lucia di Lammermoor, dramma tragico in due parti. Musiche di Gaetano Donizetti
12 febbraio 2010 - Serenata operistica: tre voci, un pianoforte e un mandolino. Musiche di W. A. Mozart, G. Rossini, G. Donizetti, R. Calace e V. Monti
26 marzo 2010 - L’elisir d’amore, melodramma giocoso. Musiche di Gaetano Donizetti
30 aprile 2010 - Rigoletto, melodramma. Musiche di Giuseppe Verdi

34ª stagione concertistica 2008-2009
21 novembre 2008 - Omaggio a G. Puccini nel 150º anno dalla nascita
12 dicembre 2008 - La vedova allegra, operetta in tre atti. Musiche di Franz Léhar
30 gennaio 2009 - So anch’io la virtù magica: sorrisi lacrime ed emozioni dal mondo dell’opera. Musiche di W. A. Mozart, G. Rossini, G. Donizetti, C. Gounod, P. Mascagni, G. Bizet e J. Offenbach
20 febbraio 2009 - Canta Napoli: verranno eseguite le più belle romanze napoletane
27 marzo 2009 - Donizetti e dintorni. Musiche di Gaetano Donizetti, Gioachino Rossini e Vincenzo Bellini
17 aprile 2009 - Il barbiere di Siviglia, dramma comico. Musiche di Gioacchino Rossini

33ª stagione concertistica 2007-2008
23 novembre 2007 - Le tradizioni della lirica in concerto
14 dicembre 2007 - Al Cavallino Bianco, operetta in due atti. Musiche di Ralph Bénatzky
18 gennaio 2008 - Ecco il magico liquore! Musiche di Gaetano Donizetti, Jacques Offenbach, Pietro Mascagni e Giuseppe Verdi
8 febbraio 2008 - La favorita, dramma serio in quattro atti. Musiche di Gaetano Donizetti
14 marzo 2008 - Omaggio a G. Puccini nel 150º anno dalla nascita
24 aprile 2008 - Sinfonie e intermezzi tratti da opere liriche * Cavalleria rusticana, melodramma in un atto. Musiche di Pietro Mascagni

2020_01_25 Teatro Lirico Magenta Stagione Teatrale 2020

TEATRO LIRICO di MAGENTA
STAGIONE TEATRALE 2020
Direzione artistica TEATRO DEI NAVIGLI

Giovedì 16 Gennaio 2020_01_16,  h. 21
L'ATTIMO FUGGENTE
di T. Schulman - regia di Marco Iacomellì - con Ettore Bassi
produzione ErreTITeatro3O e STM

Mercoledì 05 Febbraio 2020_02_05, h. 21
HOLLYWOOD BURGER
di R.Cavosi - regia di Pino Quartiullo - con Enzo Jacchetti, Pino Quartullo, Fausto Caroli - produzione La Contrada, Stabile di Trieste

Mercoledì 26 Febbraio 2020_02_26, h. 21
LA BIBBIA RIVEDUTA E SCORRETTA
di e con Oblivion - regia di Giorgio Gallione produzione Agidi




STAGIONE MUSICALE: ATTIVITA´ SOSPESA FINO AL 3 APRILE 2020 COMPRESO
Secondo quanto previsto dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 4 marzo per il contenimento del diffondersi del virus Covid ­ 19, le rappresentazioni in programma al Teatro Lirico fino al 3 aprile compreso, inclusi gli appuntamenti della Stagione Musicale, sono annullate.
Raccomandiamo agli abbonati e ai possessori dei biglietti degli spettacoli annullati di conservarli con cura. Potranno essere utilizzati qualora sarà possibile fissare una nuova programmazione
Telefono e Fax: +39 02.97001455



Martedì 17 Marzo 2020_03_17, h. 21
MISURA PER MISURA
d[ Shakespeare - regia di Paolo Valerio - con Massimo Venturiello produzione Teatro della Toscana, Teatro Stabile di verona

Giovedì 02 Aprile 2020_04_02, h. 21
SCHIAVA DI PICASSO
di O. Guerrieri - regia di Blas Roca Rey - con Monica Rogledì e Rossana Casale - produzione Nutrimenti Terrestri

Giovedì 23 Aprile 2020_04_23, h. 21
CHIEDIMI SE SONO DI TURNO
di e con Giacomo Poretti - regia di Andrea Chiodi
produzione Agidi



2020_01_25 Teatro Lirico Magenta Stagione Musicale 2020


Teatro Lirico MagentaStagione Musicale 2020 
Direzione artistica TOTEM 
PROGRAMMA

sabato 25 gennaio 2020_01_25
BEETHOVEN 250
Concerto Sinfonico
Orchestra “Città di Magenta”
Franz Joseph Haydn (1732 - 1809)
Concerto per tromba e orchestra in mi bemolle maggiore, Hob: Vlle:1
Ludwig van Beethoven (1770 - 1827)
Sinfonia n. 6 in fa maggiore, op. 68 "Pastorale"
tromba, Mario Martos Nieto
Direttore Marco Seco

sabato 15 febbraio 2020_02_15
LE STAGIONI DI BUENOS AIRES
Concerto Sinfonico
Orchestra “Città di Magenta”
Antonin Dvoràk (1841 - 1904)
Serenata per archi in mi maggiore, op. 22 (B. 52)
Astor Piazzolla (1921-1992)
Las Cuatros Estaciones Porteñas
fisarmonica, Nadio Marenco
Direttore Andrea Raffanini
Due matrici popolari di latitudine opposta – l’una latinoamericana, l’altra boema – fanno del concerto sinfonico di sabato 15 febbraio “Le Stagioni di Buenos Aires” un appuntamento di sicuro richiamo per chi ama accostamenti musicali non consueti.
L’Orchestra Città di Magenta, sotto la direzione del Maestro Andrea Raffanini, e con la presenza del fisarmonicista Nadio Marenco propone all’ascolto Las cuatro Estaciones porteñas di Astor Piazzolla (1921-1992) che intrecciano felicemente tradizione colta, jazz e ‘nuevo tango’. Le stagioni di Piazzolla richiamano nel nome l’atmosfera e agli aromi del grande porto di Buenos Aires e in qualche modo nascondono frammenti melodici e ritmici delle più note Stagioni di Vivaldi. Anche Piazzolla ci coinvolge in un raffinato gioco in cui paesaggi e sentimenti esprimono affinità e contrasti: dalla dolcezza al dolore, dalla struggente nostalgia alla più veemente passione.
Un’occasione di ascolto da non perdere, anche perché è il debutto come solista nelle Stagioni del Lirico del bandeneon (o della più italiana fisarmonica, come nel nostro caso). Il solista infatti è Nadio Marenco, fisarmonicista dalla corposa carriera che da anni dedica ai più svariati generi: dal jazz alla musica folk, dalla musica classica all’amore per il tango argentino di Astor Piazzolla.
A completare il programma della serata sarà la Serenata per archi in mi maggiore op.22 di Antonin Dvoràk (1841-1904), che fu scritta dall’autore in soli 12 giorni e che trasmettere in modo mirabile a chi ascolta la suggestiva bellezza e l’atmosfera sognante del paesaggio boemo.





STAGIONE MUSICALE: ATTIVITA´ SOSPESA FINO AL 3 APRILE 2020 COMPRESO
Secondo quanto previsto dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 4 marzo per il contenimento del diffondersi del virus Covid ­ 19, le rappresentazioni in programma al Teatro Lirico fino al 3 aprile compreso, inclusi gli appuntamenti della Stagione Musicale, sono annullate.
Raccomandiamo agli abbonati e ai possessori dei biglietti degli spettacoli annullati di conservarli con cura. Potranno essere utilizzati qualora sarà possibile fissare una nuova programmazione
TOTEM la Tribù delle Arti
Via Novara,2 (casella postale n.33)
Magenta (MI) 20013 Italia
Email: info@totemagenta.org

Telefono e Fax: +39 02.97001455



domenica 8 marzo 2020_03_08 ore 18
Festa della Donna
IL DIARIO DI CLARA
Musiche e memorie della più grande pianista dell’800
Musiche di Clara Schumann (1819 -1896)
Trio da camera Totem
pianoforte, Maddalena Miramonti
In scena Sara Cicenia
Drammaturgia Riccardo Colombini
SCHEDIA TEATRO
PRODUZIONE TOTEM


La stagione musicale doveva proseguire domenica 8 marzo alle 18 con “Il diario di Clara”, musiche e memorie di Clara Schumann, le più grande pianista dell’800. Trio da Camera Totem, al pianoforte Maddalena Miramonti, in scena Sara Cicernia. Produzione Totem. Lo spettacolo è fuori abbonamento. Ingresso libero fino a esaurimento posti.


sabato 14 marzo 2020_03_14
I SEI BRANDEBURGHESI
Orchestra Antonio Vivaldi
Concerto Sinfonico
Johann Sebastian Bach (1685-1750)
Concerto Brandeburghese n. 1 in fa maggiore BWV1046
Concerto Brandeburghese n. 2 in fa maggiore BWV1047
Concerto Brandeburghese n. 3 in sol maggiore BWV1048
Concerto Brandeburghese n. 4 in sol maggiore BWV1049
Concerto Brandeburghese n. 5 in re maggiore BWV1050
Concerto Brandeburghese n. 6 in si bemolle maggiore BWV1051
violino solista, Marcello Miramonti
clavicembalo, Marco Cadario
Direttore Lorenzo Passerini

sabato 18 aprile 2020_04_18
I FIATI DI CORELLI
Concerto Sinfonico
Orchestra del Conservatorio “G. Verdi” di Milano
Giuseppe Torelli (1658-1709)
Sinfonia a quattro in do maggiore
Giuseppe Torelli (1658-1709)
Sinfonia a quattro in do maggiore
Georg Friedrich Haendel (1685-1759)
Concerto grosso in si bemolle maggiore op. 3 n. 2 HWV 313
Arcangelo Corelli (1653-1713)
Concerto grosso in re maggiore op. 6 n. 4
Ensemble I Fiati di Corelli
Direttore Federico Maria Sardelli

sabato 9 maggio 2020_05_09
DISNEY SYMPHONY WORLD
Concerto Sinfonico
Orchestra Città di Magenta
Orchestra Giovanile Totem
Da Fantasia al Re Leone le canzoni dei film Disney più amati in una indimenticabile versione sinfonica
Big Bubbles Acoustic Duo
Direttore Andrea Raffanini
Arrangiamenti orchestrali di Matteo Del Soldà



PREZZI STAGIONE MUSICALE 2020

Biglietti e abbonamenti si acquistano alla biglietteria del Teatro Lirico via Cavallari 2, negli orari di apertura: martedì e giovedì 10-12 e 17-19, sabato 10-12. Tel. 0297003255.

Abbonamento
Stagione Musicale (5 Sinfonici) €70 in platea e €50 in galleria - Ridotto (under 26) €40.

Biglietti
Concerto Sinfonico:
Platea €18 - Galleria €12 - Ridotto (under 26) €10


*Prelazione abbonamenti 2020, per chi presenta l’abbonamento 2019, da martedì 12 novembre a sabato 23 novembre 2019

*Vendita abbonamenti da martedì 26 novembre

*Vendita biglietti da sabato 14 dicembre

*Prenotazioni singoli concerti online www.teatroliricomagenta.it a partire dal 7 gennaio e da un mese prima di ogni evento.

Teatro Lirico di Magenta: ecco la Stagione Musicale 2020


Molte novità, numerosi debutti, graditi ritorni, grandi concerti per celebrare importanti ricorrenze che cadono nel 2020: questo e molto altro riserverà la Stagione Musicale presentata ieri nel foyer del teatro comunale alla presenza del Sindaco Chiara Calati.

Il cartellone musicale, sotto la direzione artistica di Totem, prende il via il 25 gennaio e prosegue fino al 9 maggio per complessivi cinque concerti sinfonici ed un concerto dell’8 marzo per la Giornata Internazionale della Donna a ingresso libero. Il cartellone si inserisce nel programma di eventi culturali che per parecchi mesi vedranno il Teatro Lirico protagonista della scena culturale del nostro territorio. 

“Il 2020 celebra i 250 anni della nascita di Ludwig Van Beethoven - ha ricordato il presidente di Totem, Antonella Piras - e per questo abbiamo scelto di aprire la Stagione con la ‘Pastorale’, la più eccentrica ed enigmatica tra le Sinfonie del compositore tedesco, che apre un nuovo capitolo nei rapporti tra musica e natura. Un concetto molto attuale che ci porta a eseguire quest’opera secondo una prospettiva musicale ‘green’, come un invito all’uomo contemporaneo a ‘sentire’ la natura e il pianeta che abitiamo con la stessa sensibilità poetica”.

“La nota caratterizzante della stagione è la presenza sul palco di giovani affermati maestri solisti – prosegue Piras. Il primo concerto farà conoscere al nostro pubblico la bravura dello spagnolo Mario Martos Nieto, tromba solista della Münchner Rundfunkorchester (Orchestra della Radio di Monaco) e uno dei più giovani virtuosi sulla scena internazionale. Apertura di grandi suggestioni, dunque, affidata alla ben nota bacchetta del maestro italo-argentino Marco Seco, garanzia di vigore, passione e raffinatezza”. 

Sotto la direzione di Andrea Raffanini il secondo concerto segnerà il debutto del “bandoneon” (l’italiana fisarmonica) come strumento solista nelle Stagioni del Lirico. Per la prima volta avremo il piacere di ospitare Nadio Marenco, fisarmonicista dalla corposa carriera che proporrà Las cuatro Estaciones porteñas di Astor Piazzolla che intrecciano felicemente tradizione colta, jazz e ‘nuevo tango’. Nel programma della serata anche struggente bellezza dalla Serenata per archi di Dvoràk.

Anche quest’anno per la Giornata Internazionale della Donna l’Associazione Totem dedica un concerto alla figura femminile: protagonista è Clara Wieck, una delle più importanti figure dell’Ottocento musicale tedesco, a duecento anni dalla sua nascita. Non solo moglie del grande compositore romantico Robert Schumann, la Wiek è stata anche pianista dalla carriera brillante, capace di unire una profonda espressività interpretativa ad un virtuosismo trascendentale. L’esecuzione è affidata al Trio da camera Totem con accompagnamento al pianoforte di Maddalena Miramonti e in scena Sara Cicenia. La produzione dello spettacolo è di Totem.

Il quarto concerto propone il ritorno a Magenta del nostro violino solista Marcello Miramonti - dal 2018 impegnato presso la Gewandahusorchester di Lipsia - e dell’Orchestra Antonio Vivaldi condotta dal giovane direttore Lorenzo Passerini. La proposta, nei 270 anni della morte di Bach, è l’esecuzione integrale dei Concerti Brandeburghesi, per la prima volta eseguiti al teatro cittadino. I Brandeburghesi sono non soltanto il culmine della produzione di Bach per la «camera», ma la ricapitolazione più autorevole e definitiva della forma barocca del «Concerto». 

Il quinto concerto è eseguito dai musicisti del Conservatorio di Musica “G. Verdi” che per questa edizione presenta il Laboratorio “I Fiati di Corelli”, progetto condotto in collaborazione con il Conservatorio di Musica “F.E. Dall’Abaco” di Verona. L'esecuzione sarà filologicamente eseguita con strumenti barocchi. Nell’occasione alla guida della formazione che unisce studenti dei Conservatori di Milano e Verona ci sarà Federico Maria Sardelli, direttore d’orchestra, musicologo, compositore, flautista, nonché figura di spicco del mondo della musica antica e barocca. 

La chiusura di stagione è affidata all’Orchestra “Città di Magenta” e all’Orchestra Giovanile Totem che, a grande richiesta, tornano a proporre le colonne sonore, questa volta dei più noti cartoni animati di Walt Disney. Brani conosciutissimi e amati da grandi e piccini che hanno fatto la storia dei “cartoon” nati dalla fantasia e dalla penna del vulcanico “Zio Walt”, musicati dai maggiori compositori del mondo e orchestrati per noi dalla magica scrittura del maestro Matteo Del Soldà.  Questa nuova versione sinfonica sarà arricchita dalla presenza delle Big Bubbles Acoustic Duo, apprezzato duo vocale composto da Arianna Meda e Lucia Montagna. I ragazzi della Giovanile si affiancheranno ai loro maestri e colleghi professionisti, armonizzandosi in un’unica grande orchestra diretta da Andrea Raffanini. 

Maggiori dettagli del programma e dei costi di abbonamenti e biglietti su: 

seguici anche su:
Twitter: TOTEM_Magenta
FB: Totem La Tribù delle Arti
Instagram: Totemlatribudellearti

2020_03_08 MEC - Mercatino Enogastronomico della Certosa sulla Strada delle Abbazie

Data :08/03/2020
MEC - Mercatino Enogastronomico della Certosa sulla Strada delle Abbazie
Sede Corte dei Cistercensi
Città: Morimondo (Mi)
Sezione #concertodautunnonews: altro
Descrizione: Sulla strada delle Abbazie
8 Marzo, gita fuori porta a Morimondo
Alla scoperta dei gioielli storico-architettonici a portata di mano e raggiungibili anche in bicicletta: la seconda domenica di marzo il MEC va in trasferta nel borgo slow alle porte di Milano con il meglio della produzione agricola a chilometro sincero dalle province di Pavia, Milano e Alessandria. E ccellenze enogastronomiche a filiera corta in una suggestiva cornice ricca di storia e bellezza

Mercatino Enogastronomico della Certosa
8 Marzo 2020

Dalle 9 alle 18:30
Corte dei Cistercensi, Morimondo (Mi)
Per informazioni 347 7264448


Morimondo, Marzo 2020. Niente può fermare il MEC: tornano, infatti, domenica 8 marzo le trasferte golose del Mercatino Enogastronomico della Certosa. L'appuntamento per foodies e turisti appassionati del bello e del buono domenica è a Morimondo, alle porte di Milano, borgo Slow e bandiera arancione del circuito dei Borghi più belli d'Italia, sede di una delle abbazie romaniche lombarde più belle e suggestive.
Dalle 9 alle 18,30 i produttori del MEC daranno appuntamento con il loro ricco catalogo di sapori genuini: formaggi, miele, vini, salame di Varzi e altri della norcineria oltrepadana, pasta fresca, confetture, vino e distillati, verdure sott'olio, canapa. E ancora le pluripremiate offelle di Parona, i formaggi del Canavese, il pane e i formaggi erborinati di Marco Bernini, panificatore alchimista di Pozzol Groppo (Al) che crea pani integrali semplici o con cereali (italiani) di segale, farro, grano del faraone.


Gli enogastronauti potranno non solo degustare tipicità ed eccellenze enogastronomiche ma anche lasciarsi andare alla meraviglia di un luogo bellissimo, carico di storia e spiritualità dove arte e cultura si fondono. Non solo cultura del gusto quindi: ogni domenica pomeriggio è possibile visitare l'intero complesso monastico: il chiostro, la sala capitolare, la sala dei fondatori e le sale di lavoro dei monaci, il loggiato, il refettorio, il dormitorio e la chiesa con il suo coro ligneo risalente alla prima metà del Cinquecento.


L'Abbazia di Morimondo fu fondata nel 1136 dai cistercensi provenienti dal monastero francese di Morimond, i quali, trapiantati in Lombardia, conservarono il nome della loro abbazia madre (da "mora", parola della bassa latinità = palude). La basilica, sorta in periodo successivo alla costruzione del monastero (dal 1182), è oggi il monumento di maggior importanza di Morimondo. Rispecchia il disegno delle chiese cistercensi voluto da S. Bernardo: grandiose e solenni in contrasto con l'austerità e la povertà della vita dei monaci, cui è attribuito il merito di aver intrapreso l'opera di bonifica e valorizzazione agricola del territorio. L'esterno in mattoni è in stile gotico francese con elementi romanico-lombardi. La facciata presenta un taglio a capanna; il portale è preceduto da un pronao (porticato posto davanti alla chiesa) aggiunto nel 1736. Un rosone centrale, bifore, aperture cieche e altre a cielo aperto definiscono la parte superiore, coronata da una fila di archetti che continuano sui fianchi. L'interno di forma basilicale, a 3 navate su pilastri con volte a crociera, con transetto e abside rettangolare. Opere: entrando a destra si nota una magnifica acquasantiera trecentesca con rosoni e teste fantastiche. Degno di nota il coro, commissionato dai monaci di Settimo Fiorentino, stabilitisi a Morimondo nel 1490, all'intagliatore abbiatense Francesco Giramo, che lo concluse nel 1522.



Contatti:
Indirizzo e-mail :
Numero di cellulare:
Numero fisso:
Sito Web:

2020_05_17 Don Giovanni al Teatro Cagnoni di VIGEVANO

Teatro Cagnoni di VIGEVANO
Domenica 17 maggio 2020 ore 17.00
Spettacolo di Carnevale
Wolfgang Amadeus Mozart
Don Giovanni
(ovvero: Il dissoluto punito ossia il Don Giovanni, K 527 - 1787)
opera lirica in due atti su libretto di Lorenzo Da Ponte
Con il quale collaborò per Le nozze di Figaro (K 492) e Così fan tutte (K 588)
Prima versione rappresentata il 29 ottobre 1787 al Teatro Teatro degli Stati Generali di Praga
Seconda versione rappresentata il 7 maggio 1788 al Burgtheater di Vienna

ATTENZIONE: lo spettacolo previsto per il 23 febbraio è stato sospeso per emergenza Covi-19 (Corona Virus)

Personaggi ed interpreti:
Don Giovanni (baritono o basso) PIERO TERRANOVA
Il Commendatore (basso profondo) ENRICO RINALDO
Donna Anna (soprano) MELISSA PURNELL
Don Ottavio (tenore) FEDERICO BUTTAZZO
Donna Elvira (soprano) VERONICA CARDULLO
Leporello (basso-baritono o basso) DOMENICO BARBIERI
Masetto (baritono o basso) LORENZO BARBIERI
Zerlina (soprano) MARIA TERESA BECCI
Contadine e contadini, servi, suonatori e coro di sotterra (coro)

Corale I Maestri Cantori di Vigevano
Maestro del Coro Andrea Guarino
Coro oper@lirica di Garlasco
Orchestra Città di Vigevano
Direttore Andrea Raffanini
Regia e scene Fabio Buonocore

Stagione 2019-2020 al Teatro Cagnoni di Vigevano

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)