2009 07 28 Serate al Museo protagonista il FADO

Serate al museo 2009
Suoni, parole e immagini per ritrovare i tesori preziosi dell'arte, della musica e della scienza attraverso concerti, conferenze, laboratori e visite guidate nei musei milanesi


MUSEO DELL'800 - VILLA REALE
Via Palestro, 16
Martedì 28 luglio 2009 alle ore 21.15
Da Fatum a Luz
Bevinda canto, Fernanda Primo Da Silva chitarra classica
Philippe de Sousa, chitarra portoghese, Gilles Clement, chitarra acustica
"Non sono io che canto il fado, è il fado che canta in me"
Nasce in luoghi nascosti e diviene una vibrazione danzante nell'aria, arrivando a noi per trasformarsi in un'elettricità lieve, drammatica, dolce e intensa che percorre in un istante tutto il corpo con il solo scopo di emozionarci.
È il fado (dal latino fatum, fato), un canto che parla all'anima, perché viene dall'anima. Nessuno sa bene come e quando sia nato, ma tutti lo identificano con una terra: il Portogallo. Ed è proprio in questo paese ricco di storia, tradizioni, culture che Bévinda Ferriere è nata, benché l'abbia lasciato per andare in Francia quand'era solo una bimba.Questo, però, non le ha impedito di diventare con gli anni una delle interpreti più importanti ed originali di questa musica antica, ma ancora viva. Ed è evidente, ascoltandola, che deve aver portato dentro di sé la sua terra per farla oggi risplendere, anche alla luce del suo attuale status "francese", in nuovi suoni, densi di grazia e suggestioni.
Ingresso gratuito con invito indispensabile per accedere al concerto,da ritirarsi presso l'Urban Center – Galleria Vittorio Emanuele – lunedì 27 luglio dalle ore 9.00 alle ore 18.00 e martedì 28 luglio dalle ore 9.00 alle ore 13.00 fino ad esaurimento dei posti disponibili. Per informazioni 02.88456555

IL RITORNO
Luoghi, memorie, nostalgie... Al cittadino che si voglia avvicinare alla realtà dei musei milanesi, viene chiesto inevitabilmente un piccolo sforzo, quello di ricondurre ad una unità interiore un arcipelago complesso e prezioso, composto da splendidi palazzi, raccolte di valore inestimabile, centri di ricerca, progetti espositivi e singole opere di valore assoluto.
Milano, a differenza di altre grandi città europee, ha sviluppato la sua realtà museale prescindendo, per ragioni storiche e politiche, dalla creazione di un grande museo: ne ha costituiti molti, talvolta piccoli dal punto di vista degli spazi, ma non per questo meno importanti dal punto di vista dei contenuti.
Anche in questa Bella Estate vi invitiamo ad attraversare questo meraviglioso mosaico di arte, musica, scienza e cultura, in un viaggio nella memoria, per riscoprire che, ogni volta che si entra in un museo, si ritorna a qualcosa che ci appartiene.


MUSEO DEL RISORGIMENTO
Via Borgonuovo, 23
Domenica 26 luglio – ore 20 e 21
Il Museo del Risorgimento: un percorso storico rinnovato
Visite guidate gratuite. Per informazioni tel. 02.88464170

 
CASTELLO SFORZESCO
Piazza Castello
Dal 9 giugno al 23 settembre 2009
Notti magiche al Castello – Merlate serali
I camminamenti di ronda che corrono sulle mura del Castello la sera si colorano d'incanto! Questa meravigliosa passeggiata permette di conoscere la storia del Castello, la vita, le passioni e gli intrighi di chi l'ha abitato, e permette inoltre di gettare dal'alto uno sguardo inusuale sulla città di Milano e di osservarla da un punto di vista unico e sorprendente, che non mancherà di affascinare.
Martedì e mercoledì ore 19.30 – € 13,00 intero – € 10,00 ridotto (under 18-over 65)
Prenotazione obbligatoria allo 02.6596937
Dal 12 giugno al 25 settembre 2009
La Strada Coperta della Ghirlanda
Un avventuroso percorso lungo le gallerie che passano sotto il livello del Parco Sempione vi porterà a scoprire la Strada Coperta della Ghirlanda, antico sistema difensivo creato per proteggere il Castello Sforzesco dagli attacchi nemici e, se necessario, a garantire una via di fuga con tunnel che portavano fuori dalle mura della città: un'esperienza che la sera fa provare anche qualche… brivido"
Giovedì e venerdì ore 19.30 e 21 – € 10,00 intero – € 8,00 ridotto (under 18-over 65)
Prenotazione obbligatoria allo 02.6596937
Tutto l'anno
Tour completo dei percorsi segreti
Proseguono inoltre le abituali visite del fine settimana, che comprendono le Merlate, la Stanza delle Guardie allestita nel
Torrione dei Carmini e la Corte Ducale.
Domenica ore 15 – € 13,00 intero – € 10,00 ridotto (under 18-over 65)
Prenotazione obbligatoria allo 02.6596937
Dal 16 giugno al 6 settembre 2009
Visita alle Merlate
Vi presentiamo un'occasione unica per accedere ai camminamenti di ronda del Castello Sforzesco, normalmente non aperti al pubblico, per conoscere, accompagnati da un'esperta guida bilingue (ita/engl), le appassionanti vicende della dimora sforzesca.
Da martedì a domenica ore 11 - 15 - 16.30 – € 5,00 (appuntamento
al Punto Informazioni del Castello Sforzesco, senza prenotazione)

 
CASTELLO SFORZESCO – MUSEO EGIZIO
Giovedì 16 luglio – ore 19 - 20 - 21 - 22 - 23
Riti, misteri e meraviglie dell'antico Egitto
"Il dono del Nilo" secondo Erodoto
Visite guidate gratuite presso il Museo Egizio del Castello Sforzesco.
Per informazioni tel. 02.88465720

Settore Promozione e Cooperazione Culturale
Via Silvio Pellico, 6 - Milano
Settore Musei - Castello Sforzesco Milano
 
Coordinamento
Ufficio Promozione e Relazioni con il Pubblico
 
Serate al Museo
Produzione a cura di C.S.C. MEDIA S.r.l.
Luca Perreca
 
UFFICIO STAMPA PER I CONCERTI
Associazione Amici della Musica - Milano
tel e fax: 02/89122383 -335474872
E-mail: g.marchegiani@amicidellamusicamilano.it

1 commento:

  1. Antonio Pagano16 luglio 2009 09:31

    Fate propaganda per il "museo del risorgimento": ma il "risorgimento" per noi del Sud è stato il Cancro che ha devastato secoli di storia e di economia, è stato la causa dei nostri mali.
    I savoiardi massacrarono le nostre terre, furono messe a fuoco oltre cento città, i morti ammontarono ad oltre un milione e fummo chiamati Briganti.
    In 150 anni questa partitocrazia e la dittatura fascista hanno fatto emigrare 30 milioni di meridionali in tutto il mondo, una diaspora biblica che nemmeno gli ebrei hanno avuto. Oggi i giovani costretti a lasciare il Sud ammontano a 150 mila all’anno.
    Mettete anche questo nella propaganda di questo "museo".
    Antonio Pagano

    RispondiElimina

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)