2018_05_11 Cenerentola in scena allo SPAZIO TEATRO 89 per la Stagione lirica VoceAllOpera

SPAZIO TEATRO 89
Indirizzo: via Fratelli Zoia 89, Milano, tel: 0240914901.
Biglietti: intero 20 euro; ridotto 18 euro.

Stagione lirica VoceAllOpera

Venerdì 11 maggio 2018 ore 20.00
Domenica 13 maggio 2018_05_13 ore 1600
Gioachino Rossini
LA CENERENTOLA

Su libretto di Jacopo Ferretti
#150rossini
Continua la stagione di lirica nell’auditorium milanese di via Fratelli Zoia 89 con uno dei tra capolavori comici di Rossini con il celebre "Il barbiere di Siviglia" e "L'italiana in Algeri".
Mercoledì 9 maggio ore 20.00 (prova aperta riservata a under25 e over65)

INTERPRETI
Don Ramiro - Pasquale Conticelli
Dandini, suo cameriere – Carlo Checchi
Don Magnifico - Fabio La Mattina
Clorinda – Chiara Iaia
Tisbe – Marianna Mennitti
Angelina, sotto il nome di Cenerentola, figliastra di Don Magnifico – Angela Schisano/Elena Caccamo
Alidoro, filosofo, maestro di Don Ramiro – Elcin Huseynov
Costumi – Sara Marcucci e Simone Martini
Le Scene sono state offerte dalla fondazione Castellini di Melegnano e realizzate dagli ospiti della comunità psichiatrica “La casa di Anania”
Scene ideate da Alessia Colosso e Gianmaria Aliverta
Coro di VoceAllOpera
Orchestra Testori
Direttori – Marco Alibrando (11) – Nicolò Jacopo Suppa (13)
Regia – Gianmaria Aliverta
Assistente alla Regia - Luisa Travaglini
Segreteria organizzativa – Vittorio Dante Ceragioli
Ufficio Stampa Gaetano Moraca
Direzione artistica – Gianmaria Aliverta

Si conclude la stagione lirica organizzata dall’associazione VoceAllOpera presso lo Spazio Teatro 89 di Milano: il prossimo appuntamento è in programma, nell’auditorium milanese di via Fratelli Zoia 89, nel mese di maggio con “La Cenerentola” di Gioacchino Rossini, nell’anno in cui si celebra il 150° anniversario della sua morte. Mercoledì 9 maggio (ore 20; ingresso 10 euro) è prevista la prova aperta, riservata agli under 25 e agli over 65, mentre venerdì 11 (ore 20) e domenica 13 maggio (ore 16) si svolgeranno le due repliche (ingresso 18- 22 euro).
A firmare la regia torna Gianmaria Aliverta, direttore artistico della stagione e presidente di VoceAllOpera, appena rientrato da due importanti appuntamenti: la finale degli International Opera Awards (finalista come unico regista italiano nella categoria Newcomer) e una rassegna di eventi lirici che si è svolta, per la prima volta, nell’isola caraibica di Antigua.
La Cenerentola di Aliverta lascia un po’ da parte l’anima fiabesca della vicenda che, invece, viene calata nel mondo dell’Alta moda, luogo in cui apparenza ed essenza, arrivismo e umiltà sono costantemente in lotta fra loro. Angelina, con la sua bontà d’animo e la sua semplicità, riuscirà a venire fuori da un mondo di squali e a conquistare il cuore di Don Ramiro.
La direzione dell’Orchestra Testori sarà affidata a Marco Alibrando (classe ’87, alle spalle esperienze al Rossini Opera Festival di Pesaro e in grandi orchestre italiane) nella serata dell’11 maggio, mente domenica 13 gli subentrerà Nicolò Jacopo Suppa (classe ’93, già apprezzato violista e responsabile d’orchestra in svariate produzioni di VoceAllOpera), al suo debutto in questa veste. Nei panni di Angelina-Cenerentola debuttano anche Elena Caccamo, classe 1993, reduce dalla Carmen organizzata da Opera Education di AsLiCo, e Angela Schisano, classe ’92, per la prima volta su un palcoscenico.
VoceAllOpera continua così, da otto anni a questa parte, a dare la possibilità a giovani cantanti di stare sotto le luci della ribalta. Per molti artisti (Michele Spotti, Maria Mudryak, Chiara Isotton, Barbara Massaro, Elena Caccamo, Niccolò Donini) l’associazione ha rappresentato il classico trampolino di lancio.
Don Ramiro sarà interpretato da Pasquale Conticelli; Dandini, il suo cameriere, da Carlo Checchi; Don Magnifico da Fabio La Mattina; Clorinda da Chiara Iaia; Tisbe da Marianna Mennitti; Alidoro, filosofo e maestro di Don Ramiro, da Elcin Huseynov. A dirigere l’affiatato Coro di VoceAllOpera ci sarà Fabio Maggio, mentre il Maestro al fortepiano sarà Claudio Marchetti.
Le scenografie ideate da Aliverta e Alessia Colosso sono state realizzate dagli ospiti della comunità psichiatrica riabilitativa “La Casa di Anania” della Fondazione Castellini di Melegnano, in cui è attivo un laboratorio di falegnameria. Infine, i costumi sono a cura di Sara Marcucci e Simone Martini.

Nessun commento:

Posta un commento

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)