2022_05_29 Musica a San Dionigi - appuntamenti Musicali della Fondazione Piacenza e Vigevano

Appuntamenti Musicali  della
Fondazione Piacenza e Vigevano 
Auditorium Chiesa San Dionigi Vigevano
Musica a San Dionigi 2022
&
PAVIA BAROCCA
 
Appuntamenti a partire da domenica 29 maggio  a 3 luglio 2022
Per assistere al concerto è obbligatorio l’uso della mascherina.

Realizzato d’intesa e con il contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano e della Regione Lombardia. 

Torna il 29 maggio Musica a San Dionigi, la rassegna musicale di Fondazione Piacenza e Vigevano organizzata sempre dal Centro di Musica Antica Ghislieri. Come già improntata nella scorsa edizione, anche quest’anno il M° Giulio Prandi, direttore artistico, ha scelto di dare largo spazio alle nuove generazioni portando quindi nuove ed fresche letture del repertorio musicale e antico. Tre sono i primi concerti della rassegna proposti prima del caldo estivo.   Musica a San Dionigi continuerà poi a ottobre per il ciclo autunnale. 


Domenica 29 Maggio 2022_05_29 - ore 17.00 
Vigevano, Auditorium di S. Dionigi
CELLO X 2 = 5
Il Quintetto per due violoncelli agli antipodi del Classicismo: Boccherini e Schubert 
ENSEMBLE TAMUZ:
Hed Yaron-Meyerson e Diego Castelli, violini
Avishai Chameides, viola
Bruno Hurtado Gosalvez e Constance Ricard, violoncelli

Nell'ambito della residenza presso il Centro di Musica Antica Ghislieri, l'ensemble Tamuz apre la stagione il 29 maggio alle ore 17 presso l’Auditorium San Dionigi con un programma intorno al Quintetto per archi con due violoncelli. 
Il concerto sarà introdotto da un intervento del professor Clive Brown – riferimento internazionale della ricerca musicologica per il periodo classico e romantico – in cui verranno affrontati gli aspetti cruciali dell’interpretazione che emergono dai manoscritti, dalle prime edizioni e dalle fonti dell’epoca.
Genere che vede la luce grazie all'opera del compositore e violoncellista lucchese Luigi Boccherini nella seconda metà del Settecento, il Quintetto con due violoncelli trova probabilmente una delle sue espressioni più alte nel Quintetto in Do maggiore D 956 di Franz Schubert (1828). 
Ispirato dallo studio approfondito della prassi storica e dall'utilizzo di strumenti originali, l'ensemble Tamuz vuole infondere nuova forza espressiva a queste pagine del Classicismo. 

Domenica 29 maggio si è tenuto nell’Auditorium ex chiesa di San Dionigi il primo del ciclo di tre concerti che la fondazione di Piacenza e Vigevano ha ideato in collaborazione con il Centro di Musica Antica Ghislieri di Pavia.
Come già nella prima realizzazione di questa collaborazione a Vigevano saranno presenti alcuni giovani musicisti di valore internazionale, impegnati in questi tre appuntamenti di cui il prossimo si terrà domenica 19 giugno alle ore 17 sempre nell'auditorium di San Dionigi con musiche di Monteverdi, Rossi e Sabbioni; il successivo ed ultimo invece si terrà alle ore 21 di martedì 5 luglio nella chiesa di San Pietro Martire in quanto il complesso The Explorer è una formazione di almeno una ventina di elementi e quindi non sarebbe possibile poi ospitare il pubblico a San Dionigi per i noti problemi di agibilità.
Il primo concerto di ieri è stato tenuto dall’Ensemble Tamuz, un quintetto d'Archi internazionale formato da Hed Yaron-Meyerson e Diego Castelli ai violini, Avishai Chameides alla viola e Bruno Hurtado Gosalvez e Constance Ricard ai violoncelli.
Hanno presentato due quintetti di Boccherini e di Franz Schubert, composizioni piuttosto impegnative, soprattutto quello di Schubert per la sua notevole durata, brano che è stato più volte interrotto tra un tempo e l'altro dagli applausi del pubblico che ha gradito notevolmente queste proposte ottenendo come bis  un autore francese non molto conosciuto George Onslow che sarà al centro di un concerto che questo Ensemble porterà nel prossimo autunno a Colonia. L’affluenza del pubblico è stata molto buona arrivando a sfiorare il tutto esaurito e con la disponibilità al 100% dei posti a sedere non è più neanche necessario prenotare assolutamente l'ingresso, così oltre a quanti avevano prenotato si sono potuti inserire tranquillamente tutti gli altri che sono venuti all'ultimo momento. [mm]




ANNULLATOA causa di un focolaio di Covid-19 che ha colpito alcuni artisti di La Palatine, il concerto di Pavia Barocca IL N’Y A PAS D’AMOUR HEUREUX  previsto per domenica 19 giugno è stato annullato!


Domenica 19 Giugno 2022_06_19 - ore 17.00 
Vigevano, Auditorium di S. Dionigi
IL N’Y A PAS D’AMOUR HEUREUX
Musiche di Monteverdi, Rossi, Savioni, Kapsberger
Marie Theoleyre, soprano 
Noémie Lenhof, violino e violoncello
Guillaume Haldenwang, clavicembalo
Nicolas Wattinne, liutista 
nell’ambito del Progetto EEEMERGING+
in collaborazione con il Monteverdi Festival e Fondazione Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona
Il secondo appuntamento, il 19 giugno alle ore 17 sempre presso l’Auditorium San Dionigi, è tenuto da un ‘rising ensemble’ del progetto europeo EEEMERGING+: La Palatine. 
Normalmente dedito alla musica francese, quest’anno affronterà il repertorio italiano affrontando il tema delle passioni e sentimenti. Particolarità della presenza del gruppo è la collaborazione con il Monteverdi Festival e Fondazione Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona che daranno ospitalità all’ensemble per una residenza di studio. 
Tra i loro video disponibili: G. Brassens Il n'y a pas d'amour heureux; D. Mazzocchi Lagrime Amare; C. Monteverdi Lamento d'Arianna


Domenica 03 Luglio 2022_07_03 - ore 21.00  
Vigevano, Chiesa di San Pietro Martire
THE EXPLORERS
Mozart, Haydn, Boccherini
Ambronay EEEMERGING+ Academy e Butter Quartet
Ophélie Gaillard, violoncello e direzione
nell’ambito del Progetto EEEMERGING+ anteprima della tournée europea 2022
L’ultimo evento sarà un concerto serale, alle ore 21, presso la Chiesa di San Pietro Martire. Il concerto sarà la prima esecuzione della tournée europea del progetto musicale dell’ Ambronay EEEMERGING+ Academy, l’orchestra laboratoriale di alta formazione per giovani musicisti che quest’anno vede come Maestro preparatore la violoncellista Ophélie Gaillard. Il laboratorio prevede anche la collaborazione di un gruppo EEEMERGING+ per lo svolgimento dell’attività che quest’anno vede il coinvolgimento di Butter Quartet, un quartetto di archi olandese. Questo programma esplora un periodo affascinante della storia della musica in cui la razionalità dell'Illuminismo e il fuoco del primo Romanticismo hanno alimentato un discorso musicale in piena mutazione, in un momento in cui tra l’altro la nascita della democrazia sconvolgeva le corti europee. Gli autori che verranno eseguiti saranno Mozart, Haydn e Boccherini. 
 
PRENOTAZIONE: La prenotazione del posto è obbligatoria.
Ingresso gratuito Per prenotare il proprio posto occorrerà inviare una mail a biglietteria@ghislieri.it 
specificando:
- NOME E COGNOME
- UN CONTATTO TELEFONICO
- N° DEI POSTI
La prenotazione sarà valida, solamente nel caso in cui si riceva mail di conferma di avvenuta prenotazione.
Per assistere ai concerti è obbligatorio l’uso della mascherina.
Per informazioni 0382 3786266 – biglietteria@ghislieri.it
Fondazione Piacenza Vigevano
+39 0523 311111  +39 0523 311190
Via S. Eufemia 13 - 29121 Piacenza 

Centro di Musica Antica Ghislieri
PAVIA BAROCCA 
Appuntamenti a partire da sabato 28 maggio 2022
I biglietti saranno in vendita il giorno del concerto a partire dalle ore 19:30 presso la sede del concerto.
Prevendita su Vivaticket.it
€ 15,00 settore unico numerato – tariffa intera
€ 10,00 settore unico numerato – tariffa ridotta per: Over 65, Soci di Ghislierimusica, dipendenti di UniPV, dipendenti Comune di Pavia.
€ 5,00 settore unico numerato – tariffa ridotta per: Under30, studenti del Conservatorio di Musica Franco Vittadini, e studenti della scuola CrescendoInMusica Pavia.
Ingresso gratuito: alunni Collegio Ghislieri, dipendenti Fondazione Ghislieri, bambini sotto i 12 anni (è richiesto un documento di identità).
Per assistere al concerto è obbligatorio l’utilizzo della mascherina.

Sabato 28 Maggio 2022_05_28 ore 21:00
Aula Goldoniana, Collegio Ghislieri
PAVIA BAROCCA – CELLO X2 = 5
Realizzato d’intesa e con il contributo del Comune di Pavia.
Nell'ambito di "La città come palcoscenico".
IL QUINTETTO PER DUE VIOLONCELLI AGLI ANTIPODI DEL CLASSICISMO: 
BOCCHERINI E SCHUBERT
Ensemble Tamuz:
Hed Yaron-Meyerson e Diego Castelli, violini
Avishai Chameides, viola
Bruno Hurtado Gosalvez e Constance Ricard, violoncelli
Nell'ambito della residenza presso il Centro di Musica Antica Ghislieri, l’ensemble Tamuz propone un programma intorno al Quintetto per archi con due violoncelli.
Genere che vede la luce grazie all’opera del compositore e violoncellista lucchese Luigi Boccherini nella seconda metà del Settecento, il Quintetto con due violoncelli trova probabilmente una delle sue espressioni più alte nel Quintetto in Do maggiore D 956 di Franz Schubert (1828).
Ispirato dallo studio approfondito della prassi storica e dall’utilizzo di strumenti originali, l’ensemble Tamuz vuole infondere nuova forza espressiva a queste pagine del Classicismo.
Il concerto sarà introdotto da un intervento del professor Clive Brown – riferimento internazionale della ricerca musicologica per il periodo classico e romantico – in cui verranno affrontati gli aspetti cruciali dell’interpretazione che emergono dai manoscritti, dalle prime edizioni e dalle fonti dell’epoca.

Domenica 29 Maggio 2022_05_29 - dalle ore 17:00
Oasi di Sant'Alessio
PAVIA BAROCCA - UDITE LA VITTORIA!
BATTAGLIE MUSICALI TRA SACRO E PROFANO
Coro Universitario del Collegio Ghislieri | Into the Winds
Maria Dalia Albertini, soprano – Maria Chiara Gallo, alto
Paolo Borgonovo, tenore – Lorenzo Tosi, basso
Luca Colombo, direttore
Realizzato d’intesa e con il contributo del Comune di Pavia e del Comune di Sant’Alessio con Vialone.

Il 13 e 14 settembre del 1515 a Marignano, quest’oggi Melegnano, si combatte una cruenta battaglia che vede fronteggiarsi l’esercito dell’alleanza franco-veneta, capeggiato da Francesco I, e l’esercito svizzero con i soldati del Ducato di Milano sotto la guida di Massimiliano Sforza. L’esito di questa battaglia, la vittoria del re francese, porterà, oltre alla dominazione di Milano da parte dei francesi, alla composizione della prima battaglia musicale della storia. In un’epoca in cui la musica era uno degli strumenti prediletti per la celebrazione di tutti gli eventi importanti, Clément Janequin diede alle stampe la chanson La Bataille, che descrive la battaglia di Marignano in tutte le sue fasi come fosse una cronaca: racconta i movimenti degli eserciti, imita l’incedere dei cavalieri e gli strepiti delle armi, fino alla solenne celebrazione della vittoria.
Questa battaglia musicale avrà un tale successo nell’Europa rinascimentale da essere utilizzata come melodia di riferimento per la composizione di moltissimi brani anche sacri. Nel 1600 il compositore spagnolo, ma attivo a Roma, Tomas Luis de Victoria dà alle stampe la Missa Pro Victoria a nove voci proprio ispirata alla musica di Janequin.
Quando il 24 Febbraio del 1525 a Pavia si celebrò il secondo atto delle guerre tra Francesco I e il Ducato di Milano capitanato da Francesco Sforza, appoggiato sempre dagli Svizzeri e dall’imperatore Carlo V, fu Matthias Hermans Werrecore, maestro di cappella del Duomo di Milano, a celebrare l’esito ribaltato e la vittoria milanese in una battaglia musicale. Questa battaglia, oltre a descrivere minuziosamente i fatti e a celebrare la vittoria milanese, utilizza in maniera ironica la musica che il collega Francese Janequin aveva utilizzato per la vittoria Francese.
La forma musicale della battaglia, in cui il compositore cerca di ricreare attraverso la musica le varie fasi di un combattimento, ebbe una grande fortuna per tutto il XVI secolo ed oltre; tanto da influenzare stili compositivi molto differenti come i brani sacri, in particolare le Messe. Il percorso ricercato è proprio quello di una rappresentazione completa delle tipologie di composizioni legate alle battaglie e soprattutto alle vittorie: militari e non solo.

Lunedì 6 giugno 2022_06_06 ore 21:00
W. A. MOZART &  F. J. HAYDN
W. A. MOZART
SINFONIA N. 40 IN SOL MINORE
F. J. HAYDN
MISSA SANCTI NICOLAI
Coro Universitario del Collegio Ghislieri
Orchestra Hemiolia
Davide Massiglia, direttore
Il Coro Universitario Ghislieri torna per un altro concerto, questa volta in collaborazione con la Scuola Crescendoinmusica e la sua Orchestra Hemiolia con cui ha collaborato spesso negli anni precedenti. Il concerto è l’esito di un laboratorio orchestrale seguito dal direttore e contrabbassista Vanni Moretto. Alla direzione un giovanissimo Davide Massiglia ex tenore del Coro Universitario Ghislieri, e che si sta affermando in Italia presso diverse formazioni orchestrali di prestigio.

Martedì 21  Giugno 2022_06_21 - ore 21.00 
Pavia, Salone San Pio del Collegio Ghislieri Piazza Ghislieri, 5
IL N’Y A PAS D’AMOUR HEUREUX
Musiche di Monteverdi, Rossi, Savioni, Kapsberger
La Palatine
nell’ambito del Progetto EEEMERGING+
in collaborazione con il Monteverdi Festival e Fondazione Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona
Il secondo appuntamento, il 19 giugno alle ore 17 sempre presso l’Auditorium San Dionigi, è tenuto da un ‘rising ensemble’ del progetto europeo EEEMERGING+: La Palatine. 
Normalmente dedito alla musica francese, quest’anno affronterà il repertorio italiano affrontando il tema delle passioni e sentimenti. Particolarità della presenza del gruppo è la collaborazione con il Monteverdi Festival e Fondazione Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona che daranno ospitalità all’ensemble per una residenza di studio. 

Martedì  05 Luglio 2022_07_05 - ore 21.00  
Pavia, Basilica di San Michele Maggiore
THE EXPLORERS
Mozart, Haydn, Boccherini
Ambronay EEEMERGING+ Academy e Butter Quartet
Ophélie Gaillard, violoncello e direzione
nell’ambito del Progetto EEEMERGING+ anteprima della tournée europea 2022
L’ultimo evento sarà un concerto serale, alle ore 21, presso la Chiesa di San Pietro Martire. Il concerto sarà la prima esecuzione della tournée europea del progetto musicale dell’ Ambronay EEEMERGING+ Academy, l’orchestra laboratoriale di alta formazione per giovani musicisti che quest’anno vede come Maestro preparatore la violoncellista Ophélie Gaillard. Il laboratorio prevede anche la collaborazione di un gruppo EEEMERGING+ per lo svolgimento dell’attività che quest’anno vede il coinvolgimento di Butter Quartet, un quartetto di archi olandese. Questo programma esplora un periodo affascinante della storia della musica in cui la razionalità dell'Illuminismo e il fuoco del primo Romanticismo hanno alimentato un discorso musicale in piena mutazione, in un momento in cui tra l’altro la nascita della democrazia sconvolgeva le corti europee. Gli autori che verranno eseguiti saranno Mozart, Haydn e Boccherini. 

BAROCCO FUORI
MOMENTO MUSICALE PRESSO IL FOSSATO DEL CASTELLO VISCONTEO
Domenica 26 Giugno 2022_06_26  ore 19:00 - 19:30 Pavia, Fossato del Castello Visconteo 

MOMENTO MUSICALE PRESSO IL LOGGIATO DEL CASTELLO VISCONTEO
Venerdì 01 Luglio 2022_07_01 ore 18:00 - 18:30 Pavia, Loggiato del Castello Visconteo, Castello Visconteo 

Prevendita su Vivaticket.it
I biglietti saranno in vendita il giorno del concerto a partire dalle ore 19:30 presso la sede del concerto. 
Ingresso gratuito: alunni Collegio Ghislieri, dipendenti Fondazione Ghislieri, bambini sotto i 12 anni (è richiesto un documento di identità).
Per assistere al concerto è obbligatorio l’utilizzo della mascherina.


Nessun commento:

Posta un commento

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)