2019_10_12 Vigevano Teatro Moderno la stagione 2019-2020 prende il via

AL VIA LA STAGIONE 2019-2020 DEL
TEATRO MODERNO DI VIGEVANO
 LA MAGIA DI LUCA BONO, MAGO E ILLUSIONISTA DI CARATURA MONDIALE INSIEME A MARCO AIMONE, TRA I MASSIMI ESPERTI DI CLOSE UP

Prezzi biglietti:INTERO: 15€ RIDOTTO: 10€
Info e prenotazioni tramite la pagina FB “Teatro Moderno – Associazione Culturale Il Mosaico”
ACQUISTO BIGLIETTI ED ABBONAMENTI:
Informazioni e prenotazioni: www.teatroilmosaico.it | 348.1127776

Sabato 12 Ottobre 2019 - Ore 21.00
Muvix europa presenta:
Luca Bono
WOW - Tra magia e varietà
con: Luca Bono e Marco Aimone e con la partecipazione di: Sabrina Iannece
Una "strana coppia" di maghi protagonista di un caleidoscopico cabaret magico.
Un viaggio tra fantasia e realtà. Lo stupore dell'illusione, la poesia della grande magia. Gesti e parole, illusioni e realtà, la meraviglia, l'incredulità, il disorientamento. In scena due illusionisti: il popolare illusionista Luca Bono (assistito da Sabina Iannece), Campione Italiano di Magia laureato a Parigi con il Madrake d’Oro e protagonista su Boing di Vuuaalà! Che Magia!, e Marco Aimone primo prestigiatore laureato alla Silvan Magic Academy, da diversi anni Presidente del Circolo Amici della Magia di Torino. Un incontro e un confronto tra tecniche e linguaggi magici differenti e complementari. La spontaneità e l’immediatezza del giovane e talentuoso Luca Bono, un ragazzo normale in grado di realizzare cose eccezionali, si alternerà all’ironia e all’esperienza di Marco Aimone, in un cocktail di piccole e grandi illusioni, battute e improvvisazione, in grado di stupire, sorprendere e divertire in un vorticoso susseguirsi di frame magici imprevedibili. La magia declinata con uno stile moderno e originale che supera lo stereotipo del mago impomatato per intraprendere percorsi nuovi, tra innovazione, meraviglia e umorismo, con brio, eleganza e autoironia. 75 minuti di stupore e meraviglia.


LUCA BONO
Luca Bono (Pino Torinese, 1992) è considerato dai media tra i talenti magici più interessanti della sua generazione. Il suo primo importante riconoscimento lo conquista infatti a soli 17 anni con la vittoria al Campionato Italiano di Magia, e due anni dopo si aggiudica il “Mandrake d'Or”, riconosciuto come l'Oscar dell’illusionismo assegnato ogni anno ai più promettenti talenti internazionali. Da allora i successi si susseguono: fa televisione e gira il mondo con Arturo Brachetti, anche suo direttore artistico e regista nello spettacolo “L’illusionista”, prendendo parte al tour di “Brachetti and Friends” e agli spettacoli “Comedy Majik Cho” e “Brachetti che sorpresa!” portati in scena in Canada e in Europa nel corso di 450 date in due anni di tournée con oltre 400.000 spettatori. Luca è stato protagonista di “The illusionist ‐ La grande magia” (Canale 5), primo talent dedicato all’illusione in cui Bono è stato l’unico italiano ad arrivare in finale. È stato insegnante di Marco Columbro e Catherine Spaak nella prima edizione di “Si può fare” (Rai Uno). Il suo primo one man show “L’Illusionista” ha registrato a Torino 23 sold out consecutivi e oltre 6.500 presenze, seguiti da altrettanti consensi di pubblico e critica a Milano, Roma, Trento, Bologna, Asti, Vicenza, Alessandria, Biella e Udine per un totale di oltre 15.000 spettatori.

MARCO AIMONE
Fin da bambino si interessa all’arte magica, infatti è stato il primo a laurearsi alla “Silvan Magic Academy”. È uno dei massimi esperti di Close Up, quella forma di spettacolo che nasce in America negli anni Quaranta che vede il mago interagire con il pubblico a distanza ravvicinata attraverso manipolazioni di carte, monete, corde, dadi e altri oggetti comuni. Da diversi anni è Presidente del Circolo Amici della Magia di Torino, da cui sono usciti i più importanti esponenti della magia a livello internazionale negli ultimi anni. Alexander, Arturo Brachetti, Marco Berry, Luca Bono.
Vanta una cultura sterminata nell’ambito dell’illusionismo che gli consente di fornire consulenze per trasmissioni televisive e spettacoli sulla magia.

SABRINA IANNECE
Sabrina Iannece, classe ’89, inizia da piccolissima a studiare ginnastica artistica per poi avvicinarsi al twirling (disciplina della ginnastica con il bastone) che ha praticato a livello agonistico. La danza è da sempre la sua passione: prima quella jazz, quella contemporanea e hip‐hop, poi la danza acrobatica aerea con i tessuti e la specializzazione con il cerchio.
Nel 2012 l’incontro con Luca Bono, con cui per la prima volta cinque anni fa sale sul palcoscenico come assistente di scena, per poi diventare vera e propria co‐protagonista nello spettacolo “L’illusionista”.

Nessun commento:

Posta un commento

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)