2022_03_25 DANTEdì manifestazione a Vigevano e on-line

25 MARZO DANTEDì
VIGEVANO
Stellerranti per Bianca Garavelli
Venerdì, 25 marzo 2022 ore 21:00 
Chiesa di Santa Maria della Neve - Vigevano
VERSO LA LUCE DIVINA
Purgatorio, Canto V


In omaggio e ricordo della dantista e scrittrice Bianca Garavelli (1958-2021)
Commento a cura di Laura Pasquino, lettura scenica del duo Stellerranti, all’organo Gian Mauro Banzòla.
A cura di Biblioteca Civica di Vigevano L. Mastronardi
#concertodautunnonews

La voce di Dante è in circolo!

Tante voci, una voce...i Bibliotecari di Effatà leggono Dante per celebrare la Giornata Nazionale dedicata al Sommo Poeta. Ascolta i celebri versi danteschi nelle Biblioteche gestite da Effatà o segui la playlist "Dantedì" di Effatà sui social e ascoltala dove vuoi tu. Nella Biblioteca di Rosate potrete ascoltare i versi giovedì 24 e sabato 26 marzo!

2022_04_10 Doppio appuntamento domenica 10 aprile al Teatro Belloni di Barlassina

Teatro Antonio Belloni - Barlassina
Via Colombo 38
domenica 10 aprile 2022, ore 15
Teatro Antonio Belloni
GALA INAUGURALE

In programma:
WOLFGANG AMADEUS MOZART
Le nozze di Figaro, ‘Giunse alfin il momento … Deh vieni, non tardar’
GIOACHINO ROSSINI
Tancredi, 'Di tanti palpiti’
Semiramide, ‘Deh! ti ferma, ti placa, perdona’
L’italiana in Algeri, ‘Cruda sorte! Amor tiranno!’, ‘Già d’insolito ardore nel petto’
Guillaume Tell, Divertissement, N. 16 Pas de Soldats., ‘Sois immobile’
Les Soirées Musicales, N. 5 ‘L’invito’ Bolero.
SERGEJ RACHMANINOV
Aleko, Introduzione, Cavatina di Aleko
Cast
Lucia Rubedo, soprano lirico leggero
Asya Allakhverdova, mezzosoprano
Elcin Huseynov, baritono
Stefano Giannini, concertatore e pianista
Andrea Scarduelli, narratore
Biglietti: 30 Euro adulti, 20 Euro bambini e ragazzi sino ai 14 anni

domenica 10 aprile 2022 alle ore 18:30
CHOPIN & LISZT À PARIS
FRYDERYK CHOPIN | 12 Études Op. 10 | Nocturne N. 13 in Do minore Op. 48 N. 1
FERENC LISZT | Après une lecture du Dante, Fantasia quasi Sonata, S. 161/7
Monica Zhang | pianista
Andrea Scarduelli | narratore 

Il sipario del Teatro Antonio Belloni si aprirà domenica 10 aprile alle ore 15 sulla tredicesima stagione lirica, concerti e spettacoli che nel corso di questi anni hanno reso ‘Il Teatro d'Opera più piccolo al mondo’ un vero punto di riferimento per gli appassionati.
L'inaugurazione sarà affidata per l'ottavo anno consecutivo a uno ‘Spettacolo Narrato’ cifra stilistica ed esclusiva del Teatro Belloni, ideato e condotto da Andrea Scarduelli.
Maestro concertatore e pianista sarà Stefano Giannini alla guida di un prestigioso cast vocale.
Presenza preziosa sarà quella del baritono Elcin Huseynov, ospite fisso a Pesaro al ‘Rossini Opera Festival’ e artista di livello internazionale, affiancato dalla mezzosoprano Asya Allakhverdova e dalla soprano Lucia Rubedo in un programma quasi integralmente dedicato a Rossini e a due preziose pagine di Mozart e Rachmaninov.
L’aria della Susanna mozartiana e la cavatina di Aleko di Rachmaninov sono due tra i momenti musicali più emozionanti della storia dell’opera.
Potete prenotare telefonando alla signora Pamela Lizio, coordinatrice del Teatro Belloni al numero 338 5901328 oppure presso la biglietteria elettronica del Teatro

Inoltre, per festeggiare l'inizio della 13° Stagione, la Direzione del Teatro Belloni vi offre l'opportunità di una giornata musicale d'eccezione con due eventi a un prezzo speciale: Concerto di Gala di Apertura domenica 10 aprile alle ore 15 e a seguire, Concerto pianistico di Monica Zhang con brani di Chopin e Liszt alle ore 18:30.
Adulti 40 Euro invece di 50 Euro
Bambini e ragazzi sino ai 14 anni 30 Euro invece di 35 Euro

2022_01_08 TEATRO il MAGGIORE di VERBANIA LAMPI SUL LOGGIONE 35^ edizione della stagione teatrale di Verbania

TEATRO il MAGGIORE di VERBANIA
GREEN PASS e MASCHERINA FFP2 obbligatori per assistere agli spettacoli
Per ulteriori informazioni consultare il sito www.ilmaggioreverbania.it

Sabato 8 gennaio 2022_01_08  ore 21.00
LAMPI SUL LOGGIONE
 35^ edizione della stagione teatrale di Verbania
organizzata dall'Associazione LAMPI SUL TEATRO e Fondazione Il Maggiore
Primo appuntamento con lo spettacolo LOCKE con FILIPPO DINI, regista e interprete dello spettacolo
LOCKE, trasposizione teatrale del grande successo cinematografico diretto da Steven Knight con protagonista Tom Hardy.
Gli altri spettacoli della stagione sono:

Sabato 12 febbraio 2022_02_12 (ore 21.00) 
LUCIDO
uno spettacolo di Rafael Spregelburd con la regia di Jurij Ferrini.
COMUNICAZIONE RINVIO
Lo spettacolo LUCIDO, secondo appuntamento della rassegna Lampi Sul Loggione, è stato rinviato al 30 MARZO a causa di un grave problema di salute occorso a uno dei protagonisti.
I biglietti già in possesso degli spettatori restano validi per la nuova data; è già possibile acquistare i biglietti per la nuova data al link: https://toptix1.mioticket.it/fondazioneilmaggiore/ 
Per ulteriori informazioni consultare il sito www.ilmaggioreverbania.it

Venerdì 18 marzo 2022_03_18 (ore 21.00) 
ALMENO TU NELL’UNIVERSO: 
OMAGGIO A MIA MARTINI 
con le tre attrici cantanti Matilde Facheris, Virginia Zini, Sandra Zoccolan
Pianoforte e arrangiamento Mell Morcone
Produzione ATIR Teatro. 

Domenica Rita Adriana Berté, in arte Mia Martini, è una delle voci femminili più belle ed espressive della musica italiana, caratterizzata da una fortissima intensità espressiva: “una voce con il sangue, con la carne”.
Matilde Facheris, Virginia Zini, Sandra Zoccolan: tre attrici-cantanti cercano di restituirne la grandezza e la fragilità con un racconto variegato che spazia dalle sue splendide canzoni (dalle più conosciute ai gioielli più nascosti) fino a ricordi personali, racconti e testimonianze dei suoi tanti amici artisti, fra cui la amata e odiata sorella Loredana Berté e naturalmente Ivano Fossati, autore di molte sue canzoni, compagno fondamentale di bellissimi progetti artistici e di una travagliata e profonda storia d'amore.
Mia Martini era un'anima mediterranea, calda, solare ma sembra averla sempre accompagnata uno strano senso di solitudine.
Momenti bui e periodi luminosi. Il rapporto con il padre, l'esperienza del carcere, la terribile nomea di “iettatrice” diffusasi nel mondo dello spettacolo dovuta all'invidia per quella voce così potente, nuova e commovente; ma anche la capacità di riproporsi, di ricominciare da capo, ogni volta, il successo e le collaborazioni con tanti artisti e compagni di viaggio.
Un racconto in musica e parole di una delle voci più intense della musica italiana. Un omaggio. Un ritratto. Un dono.  

Da venerdì 25 a domenica 27 marzo 2022_03_25
ARRIVA A VERBANIA IL FESTIVAL DEL GIALLO
È STATO IL MAGGIORDOMO
Appuntamento con autori di libri gialli, con nomi noti e non solo
Il mese di marzo porterà un’attesa novità per i lettori di Verbania e non solo: la città organizza infatti la prima edizione del festival del libro giallo intitolato È STATO IL MAGGIORDOMO, con appuntamenti da venerdì 25 a domenica 27 marzo. Il festival nasce dalla collaborazione fra il Comune di Verbania e l’Associazione Culturale Il Picchio, con la direzione artistica di Gino Marchitelli e porterà a Verbania alcuni autori di libri gialli, dai più famosi a quelli ancora poco noti.

Venerdì 25 marzo 2022_03_25 dalle ore 18.00 
saranno ospiti gli autori Daniele Biacchessi, autore di “Il Sogno e la ragione. Da Harlem a Black Lives Matter” (Jaka Book), Matteo Severgnini, il cui ultimo libro è “La regola del rischio” (Todaro) e Bruno Vallepiano, che ha pubblicato recentemente “Trappola per lupi” (Golem edizioni).
Sabato 26 marzo 2022_03_26 dalle ore 16.30
l’incontro sarà con Gabriella Genisi, autrice dei romanzi da cui è tratta la serie TV “Le indagini di Lolita Lobosco”, che presenterà il suo ultimo libro “Terrarossa”, in pubblicazione a marzo.
Fra gli ospiti di sabato anche Cecilia Scerbanenco, che ha scritto il libro “Il fabbricante di storie. Vita di Giorgio Scerbanenco” (La nave di Teseo), in cui ricostruisce per la prima volta la storia del padre e noto scrittore milanese. Ancora sabato sarà presente l’autore Fabrizio Borgio, che presenterà il libro “Panni sporchi per Martinengo” (Fratelli Frilli Editori).

Venerdì 1 aprile 2022_04_01 (ore 21.00) 
FESTENIl Gioco della Verità di Thomas VINTERBERG, Mogens Rukov & BO Hr. Hansen
Adattamento per il Teatro di David Eldridge

Prima produzione Marla Rubin Productions Ltd, a Londra
Per gentile concessione di Nordiska ApS, Copenhagen
Versione italiana e adattamento di Lorenzo De Iacovo e Marco Lorenzi
Con Danilo Nigrelli, Irene Ivaldi e (in ordine alfabetico) Roberta Calia, Yuri D'Agostino, Elio D'Alessandro, Roberta Lanave, Barbara Mazzi, Raffaele Musella, Angelo Tronca
Regia Marco Lorenzi
Assistente alla regia Noemi Grasso
Dramaturg Anne Hirth
Visual concept e video Eleonora Diana
Costumi Alessio Rosati
Sound designer Giorgio Tedesco
Luci Link-Boy (Eleonora Diana & Giorgio Tedesco)
Consulente musicale e vocal coach Bruno De Franceschi
Direttore di scena e macchinista Giorgio Tedesco
Capo elettricista e tecnico video Gian Andrea Francescutti
Fonico Francesco Dina
Sarta di compagnia Milena Nicoletti / Cristina Bandini
Foto di scena Giuseppe Di Stefano
Il gioco della verità, grande sfida con un testo che in Europa è considerato ormai un classico e che in Italia viene messo in scena per la prima volta. FESTEN. Il gioco della verità è una produzione TPE - Teatro Piemonte Europa, tratta dalla sceneggiatura dell’omonimo film danese del 1998 diretto da Thomas Vinterberg, scritto da Mogens Rukov e BO Hr. Hansen e prima opera aderente al manifesto Dogma 95.
A firmarne la regia in questo primo adattamento italiano è Marco Lorenzi, regista diplomato alla Scuola per attori del Teatro Stabile e fondatore della compagnia torinese Il Mulino di Amleto, vincitrice Premio della Critica ANCT 2021, della quale TPE ha già coprodotto alcuni lavori: Ruy Blas di Victor Hugo, Platonov di Anton Čechov e Kollaps di Philipp Löhle, quest’ultimo inserito in Summer Plays 2020 al Teatro Carignano. Festen è stato inserito tra i 10 spettacoli imperdibili nel 2022 per la rivista Birdmen.
Lo spettacolo è sostenuto dall’impegno produttivo di TPE – Teatro Piemonte Europa, con Elsinor Centro di Produzione Teatrale, Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti in collaborazione con Il Mulino di Amleto.

Sabato 9 aprile 2022_04_09 (ore 21.00) 
STAY HUNGRY, previsto per, spettacolo vincitore del premio INBOX 2020, Vincitore del Nolo Fringe Festival 2019.

Giovedì 21 aprile 2022_04_21 (ore 21.00) 
LUCIDO, uno spettacolo di Rafael Spregelburd con la regia di Jurij Ferrini.
COMUNICAZIONE RINVIO
Lo spettacolo LUCIDO,secondo appuntamento della rassegna Lampi Sul Loggione, già rinviato al 30 MARZO, è stato ulteriormente rinviato a giovedì 21 APRILE.

I biglietti già in possesso degli spettatori restano validi per la nuova data; è già possibile acquistare i biglietti per la nuova data al link: https://toptix1.mioticket.it/fondazioneilmaggiore/calendar/2022-04-21  
Per ulteriori informazioni consultare il sito www.ilmaggioreverbania.it


2022_03_26 Tempio Valdese di Milano Trio Debussy Musiche di Debussy, Ravel e Ibert

Tempio Valdese di Milano  
L’ingresso è come sempre libero con libera offerta per sostenere l’attività di Musica al Tempio in favore della musica e dei musicisti.
Musica al Tempio
Tempio Valdese di Milano
Via Francesco Sforza 12/A


Sabato 26/3/2022 ore 20:30
Trio Debussy
Lorenzo Messina, ‍flauto
Giacomo Lucato, ‍viola
Francesca Marini‍, arpa
Musiche di Debussy, Ravel e Ibert

PROGRAMMA
Claude Debussy
Sonata n. 2 in fa maggiore per flauto, viola e arpa

Maurice Ravel
Sonatine en Trio per flauto, viola e arpa

Trascrizione di Carlos Salzedo della Sonatine op. 40

Jacques Ibert
Deux Interludes

2022_03_26 HABITAT - RIGENERARE IL PIANETA

dal 26 Marzo al 17 Aprile 2022
Strada Sotterranea Castello Visconteo Sforzesco di Vigevano
Portone di via XX Settembre
Massimo Facchinetti
HABITAT - RIGENERARE IL PIANETA
a cura di Fortunato D’Amico
Orari di apertura: Sabato e Domenica ore 10.30 -12.30 | 16.00 - 19.00 
 INAUGURAZIONE sabato 26 Marzo 2022 ore 16.00


Progettare una società migliore non è solo un obiettivo, ma è anche il motore dello sviluppo sostenibile e il criterio informativo che organizza le attività dell’architettura e del design, legate alla pratica professionale dell’architetto e designer Massimo Facchinetti. La mostra Habitat - Rigenerare il Pianeta è una raccolta selezionata di lavori realizzati nei lunghi anni di esperienza progettuale acquisita in Italia e all’estero, dall’architetto bergamasco.
Interessato a sviluppare le sue ricerche nel campo del design, fonda nel 1997 la società Massimo Facchinetti designer by Prototipi. Nel 2004 insieme ad Alessandra Boccalari e Carlo Bono, costituisce lo studio associato Facchinetti & Partners, specializzandosi nei settori dell’architettura, del paesaggio dell’urbanistica.
Traslazioni e Osmosi, questo è il nome dato ai due percorsi paralleli allestiti all’interno della Strada Sotterranea, uno dedicato al fenomeno architettonico, e l’altro al settore del design, oltre a presentare lavori già realizzati dallo studio, evidenziano le peculiarità che informano la stesura dei progetti finalizzati alla sostenibiità sociale, ambientale, economica.
Nella produzione architettonica l’innovazione tecnologica applicata alla costruzione degli edifici segue il criterio della progettazione green, che pone una particolare attenzione al risparmio, al beneficio energetico degli edifici, all’impegno nella decarbonizzazione edilizia, ambientale e territoriale. La ricerca e l’innovazione tecnologica è conseguita invece attraverso utilizzo di materiali innovativi applicati sia nell’architettura privata che in quella pubblica. Particolare attenzione viene posta anche per l’utilizzo del colore, indagato come elemento per esplorare una quarta dimensione e progettato come “artefatto sensoriale”.
Il design funzionale proposto da Massimo Facchinetti, è utile alle persone ed è alla portata di tutti, perché interprete di esigenze reali, affrontate grazie al know-how universale e con un punto di vista innovativo. E’ un design ecosostenibile che si propone l’integrazione degli oggetti nell’habitat e persegue l’obiettivo della qualità totale e del beneficio energetico. Le competenze acquisite in questo settore coprono ogni fase del processo produttivo, dal concept alla progettazione, al coordinamento di tutte le fasi di ingegnerizzazione e prototipazione, fino all’assistenza per la messa in produzione.
Massimo Facchinetti, è nato il 19 maggio 1965, si è laureato nel 1992 presso la Facoltà di architettura del Politecnico di Milano con indirizzo in progettazione industriale e design. Dallo stesso anno esercita la professione di architetto, svolgendo attività didattica presso le Università di Milano, Firenze, Torino, Brescia, Mantova.
Lo studio Facchinetti & Partners Architetti Associati fondato da Massimo Facchinetti, Carlo Bono, Alessandra Boccalari, si costituisce all’inizio del 2004, integrandosi e sostituendosi alla precedente struttura tecnica, organizzata e gestita da più di un decennio dallo stesso Massimo Facchinetti, si occupa di progettazione, pianificazione urbanistica e territoriale di opere sia pubbliche che private.

2022_01_23 Spazio Teatro 89 concerti Cooperativa per amare la Musica edizione 2022

Spazio Teatro 89
Milano via Fratelli Zoia, 89 
21ma Rassegna Musicale
"In Cooperativa per amare la Musica - I concerti Fior Fiore Coop"
Inizio concerto ore 17.00
Apertura cassa e bar ore 16.30
Biglietteria: intero € 10.00 - ridotto € 7.00
Riduzioni: under 25 / over 65
Convenzioni:
Arci, Feltrinelli, Socio Coop, Touring Club, IBS, Coop Degradi, CPM Music Institute
DURANTE GLI EVENTI E' OBBLIGATORIO MANTENERE LA MASCHERINA CORRETTAMENTE INDOSSATA
+39 02 40.914.901  -  info@spazioteatro89.org   www.spazioteatro89.org

Domenica 23 gennaio 2022 ore 17.00
Garbo, espressione e magia
I Quartetti per flauto e archi di Mozart
ZauberQuartet:
Chiara Pavan, flauto
Giacomo Cultraro, violino
Silvia Rossi, viola
Matteo Vercelloni, violoncello

Domenica 6 febbraio 2022, ore 17.00
Concertiamo!
Külli Tomingas, mezzosoprano
Luca Schieppati, pianoforte
Orchestra d’archi del MaMu Ensemble

Domenica 20 febbraio 2022 ore 17.00
Tempi modernissimi
Il quintetto di ottoni dal Novecento ai giorni nostri
21ma Rassegna Musicale "In Cooperativa per amare la Musica - I concerti Fior Fiore Coop"
Canaja Brass Band:
Erika Patrucco e Michele Tarabbia, trombe;
Nicolò Bombelli, trombone; Federico Armari, corno; Marina Boselli, euphonium

Domenica 6 marzo 2022 ore 17.00
Tre, per Duo
Franck, Debussy e Ravel per violino e pianoforte
Anca Vasile Caraman, violino
Alberto Ferro, pianoforte
Programma:
César Franck (1822 – 1890): 
Sonata in la maggiore per violino e pianoforte
Allegretto ben moderato; Allegro; Recitativo-Fantasia; Allegretto poco mosso
Claude Debussy (1862 – 1918): 
Sonata n. 3 in sol minore per violino e pianoforte, L 148
(Allegro vivo; Intermède - Fantasque et léger; Finale - Très animé)
Maurice Ravel (1875 – 1937): 
Tzigane, Rapsodia da concerto
Anca Vasile Caraman e Alberto Ferro sono artisti che, nonostante la giovane età, già vantano individualmente allori meritatamente conquistati e traguardi importanti nella loro sempre più brillante attività concertistica e discografica. Inevitabile che dal loro incontro nascesse il desiderio di confrontarsi con alcuni capisaldi del repertorio per violino e pianoforte, come per esempio la Sonata di Franck, che fin dal suo debutto nel 1886 conquistò i favori dei grandi interpreti e del pubblico per il suo perfetto, sapiente equilibrio fra virtuosismo, eloquenza e misticismo. Ingiustamente meno nota ma non per questo meno rilevante nella storia del repertorio è la Sonata di Claude Debussy, del 1917, intessuta di compiaciuti rimandi allo stile elegante ed essenziale del ‘700 francese ma capace anche, soprattutto nell’Intermezzo “Fantasque et léger”, di divaganti, modernissime escursioni attraverso linguaggi tonalmente e ritmicamente ambigui e cangianti. Il programma si concluderà con le magie timbriche e il funambolico parossismo strumentale della Tzigane di Maurice Ravel, magistrale sintesi di asperità tecniche mutuate dai Capricci di Paganini e di caratteri espressivi attinti dalle Rapsodie ungheresi di Liszt, composta nel 1924 (nel ‘22 la versione con orchestra) per la violinista ungherese Jelly d’Aranyi.
https://concertodautunno.blogspot.com/2022/03/20220306-spazio-teatro-89-tre-per-duo.html

Domenica 20 marzo 2022 ore 17.00
Vie nuove 1853: Incontri e risvegli a Casa Schumann
concerto di Paolo Ehrenheim a ST89
Paolo Ehrenheim, pianoforte
Robert Schumann: Gesänge der Frühe op. 133
Clara Wieck-Schumann: Variazioni su un Tema di Schumann
Johannes Brahms: Sonata op. 5
“Vi è un giovane di Amburgo dotato di un tale genio che eclissa tutti gli altri giovani compositori” 
Queste alcune delle parole, tutte al massimo grado elogiative e, col nostro senno di poi, pienamente profetiche, che Robert Schumann dedicò a Johannes Brahms dopo averlo conosciuto personalmente il 30 settembre del 1853 nella sua casa di Düsseldorf. 
Brahms in quell’occasione presentò ed eseguì alcune sue composizioni, tra cui probabilmente anche la Sonata op. 5, recentemente ultimata. Un mese dopo Schumann compose la sua opera estrema per pianoforte solo, i Gesänge der Frühe, la cui enigmatica aura espressiva fu colta immediatamente dalla moglie Clara che li definì “molto originali come sempre, ma anche molto difficili da comprendere, perché suonano tanto strani”. 
A sua volta Clara, raffinata compositrice oltre che osannata interprete, nel giugno 1853 aveva scritto le Variazioni op. 20 su un tema di Robert, il numero 4 dei "Bunte Blätter op. 99". 
Il programma proposto dal giovane e ispirato talento di Paolo Ehrenheim riunisce in stimolante triangolazione queste tre opere concepite in così ravvicinata cronologia, rendendo in tal modo evidenti le “affinità elettive” artistiche e umane condivise dagli Autori.

Venerdì 25 marzo 2022_03_25 - dalle ore 20.00
“UN'ALTRA PRIMAVERA”
LES ENFANTS in concerto a sostegno di Ecole Unautremonde
I Les Enfants suoneranno il loro nuovo spettacolo, creato per promuovere l'ultimo disco "BRILLA" (Costello's Records, 2021). Insieme a loro sul palco ci saranno due musicisti aggiunti, Luca alla chitarra/cori e Martin al violino, per portarvi dentro un live etereo, emozionante e coinvolgente.
Evento promosso da Fabbrica Utopie Odv e Associazione Culturale Compagnia Carnevale // Tel. 339.2064547 // info@fabbricautopie.org
L’incasso della serata verrà devoluto a ÉCOLE UNAUTREMONDE
Ingresso con offerta consigliata 10€

Sabato 26 marzo 2022_03_26 - ore 21.30
CHEAP WINE -  "FACES" TOUR
Marco Diamantini - chitarra, voce, armonica
Michele Diamantini - chitarra elettrica e acustica
Alan Giannini - batteria
Alessio Raffaelli - tastiere
Andrea Giaro - basso
Nel mese di ottobre 2019 è uscito “Faces”, il nuovo album dei Cheap Wine, distribuito da IRD.
I Cheap Wine sono attivi dal 1997 e vantano la più lunga ed intensa storia di autoproduzione mai realizzata in Italia nell’ambito della musica rock. 
Energia allo stato puro, unita ad una padronanza tecnica straordinaria: un concerto dei Cheap Wine è sempre qualcosa di imperdibile.
BIGLIETTERIA : intero 13 - ridotto 10
Apertura cassa e bar ore 20.30 

Domenica 27 marzo 2022_03_27 - ore 11.00
L'elefantino 2-5 anni 
Compagnia La Baracca – Testoni ragazzi
con Margherita Molinazzi – Testo e regia: Bruno Cappagli 
Mamma e papà hanno dato a Bubu l’incarico di lavare tutti i calzini della famiglia.
Mentre lava - grazie ai calzini che prendono vita e si trasformano in animali della giungla ed alle canzoni ad esse collegate – si racconta la storia del piccolo elefantino dal piccolo naso, dotato di un’insaziabile curiosità, che fu il primo di tutti gli elefanti ad avere la proboscide e di come scoprì quanto questa gli fosse utile.
Tratto molto liberamente da un racconto di Rudyard Kipling. 
BIGLIETTERIA : intero € 8.00 + prevendita (sia bambini che adulti)
Apertura cassa e bar ore 10.00 - inizio spettacolo ore 11.00

Lunedì 28 marzo 2022_03_28, ore 21.00
IL SOLISTA NEL CLASSICISMO
SOLOXTUTTI - L’Estro armonico, rassegna musicale di tre concerti
musiche di Mozart, Schubert, Carulli, Bottesini, Haydn
I Solisti e Gli Archi del Rusconi, direttore Piercarlo Sacco
Ingresso gratuito, gradita la prenotazione
Apertura ore 20.00 - Inizio concerto ore 21.00

Venerdì 8 Aprile 2022 ore 21:30
Posto unico a sedere: € 15,00 + prev.
LOVESICK DUO
Dopo il tutto esaurito a MILANO
La band torna nel capoluogo per uno show allo SPAZIO TEATRO 89
È passato poco meno di un mese dal concerto dei Lovesick Duo all’Arci Bellezza di Milano, e data la calorosissima accoglienza del pubblico la formazione ha deciso di tornare a fare visita al capoluogo lombardo venerdì 8 aprile allo Spazio Teatro 89 di Milano. I biglietti sono già sui circuiti Ticketmaster e Ticketone.
Il duo ha da poco pubblicato A Country Music Adventure ed è impegnato dalla scorsa estate in un tour che li ha portati in giro per l’Italia e l’Europa. L’11 dicembre saranno al Covo Club di Bologna, e presto ci saranno nuovi aggiornamenti di calendario!
Dalle country ballad ai momenti di fusione con il blues e il rock and roll, tutte le tracce di A Country Music Adventure sono eseguite con vigore, freschezza e nuovi arrangiamenti, con l’ausilio in alcuni brani di Alessandro Cosentino al violino e Filippo Lambertucci alla batteria.
Il nuovo album è accompagnato da un libro-fumetto in edizione limitata, una vera e propria graphic novel illustrata da Lorenzo Menini, ed ideata in collaborazione con A-Z Press, dove i Lovesick Duo sono protagonisti di bizzarre avventure tutte da scoprire assieme a protagonisti e leggende della Country Music. A Country Music Adventure è disponibile in formato graphic novel + CD, CD e su tutte le piattaforme digitali.
Paolo Roberto Pianezza e Francesca Alinovi dei Lovesick Duo aggiungono: «La Country Music è un modo di raccontare storie di vita, ma anche molto di più. C’è una profondità d’animo nelle vite dei pionieri di questo genere musicale che sorprende sempre più man a mano che se ne va a fondo. Per esempio la vita dannata di Hank Williams, morto giovanissimo e nel giorno in cui morì il suo brano “I’ll never get out of this world alive” (non uscirò mai vivo da questo mondo) finì nella #Top1 country singles o i trascorsi e le lunghe e brillanti carriere di Johnny Cash, Willie Nelson, Merle Haggard e Kris Kristofferson, solo per citarne alcuni».
www.lovesickduo.com

2022_04_05 Concerti di Primavera alle Grazie con ARTEVIVA

Milano - Basilica di Santa Maria delle Grazie
Concerti di Primavera alle Grazie

Martedì 05 Aprile 2022_04_05 21:15
Il Requiem di Mozart alle Grazie
Wolfgang Amadeus Mozart
Messa da Requiem in re minore kv 626
Introitus
Kyrie
Sequentia: Dies irae – Tuba mirum – Rex tremendae
Recordare – Confutatis – Lacrimosa
Offertorium: Domine, Jesu Christe! – Hostias et preces tibi
Sanctus – Benedictus
Agnus Dei
Communio: Lux aeterna
Solisti
Elizaveta Martirosyan Soprano
Alessandra Fratelli Contralto
Oreste Cosimo Tenore
Alberto Rota Basso
Coro Canticum Novum
Maestro del coro: Erina Gambarini
Orchestra Arteviva
Direttore Benedikt Sauer

Martedì 10 Maggio 2022_05_10 21:15
Mozart e Schubert alle Grazie
Wolfgang Amadeus Mozart
Sinfonia n. 40 in sol minore k 550
Franz Schubert
Sinfonia n. 8 "Incompiuta" in si minore d 759
Orchestra Arteviva
Direttore ospite Benedikt Sauer
https://www.associazionearteviva.com/concerto/mozart-e-schubert-alle-grazie/

Martedì 07 Giugno 2022_06_07 21:15
Ciajkovskij e Brahms alle Grazie
J. Brahms 
Ouverture tragica in re minore, op. 81
P. I. Ciajkovskij
Sinfonia n. 4 in fa minore, op. 36
Orchestra Arteviva
Direttore Matteo Baxiu
Acquista biglietti
SETTORE A1: € 40 
SETTORE A: € 25  
SETTORE B: € 18
https://www.associazionearteviva.com/concerto/ciajkovskij-e-brahms-alle-grazie/
I prezzi sopra indicati non comprendono i costi di prevendita (10%).
* Settore A1 selezione automatica del posto migliore.

Riprendono i concerti di Primavera alle Grazie! 
Dopo due anni riprendono i concerti di Primavera della Stagione Concertistica di Arteviva presso la splendida Basilica di Santa Maria delle Grazie a Milano.
Primo appuntamento il 5 aprile con l'attesa Messa da Requiem di Mozart. Il concerto, che quest'anno ci accompagnerà verso la Settimana Santa, vedrà come protagonisti il coro Canticum Novum, i solisti E. Martirosyan, A. Fratelli, O. Cosimo e A. Rota e l'Orchestra Arteviva diretta da Matteo Baxiu.
A seguire, il 10 maggio l'Orchestra Arteviva e il direttore ospite Benedikt Sauer offriranno al pubblico una serata con due grandi titoli: la celebre Sinfonia n. 40 di Wolfgang Amadeus Mozart e la Sinfonia Incompiuta di Franz Schubert.
In chiusura di stagione, il 7 giugno, tornerà sul podio dell'Orchestra Arteviva il suo direttore stabile Matteo Baxiu con un meraviglioso programma: la Sinfonia n. 4 di Pyotr Ilyich Ciajkovskij e la maestosa Ouverture Tragica di Johannes Brahms.

Biglietti a partire da 18 euro.
Agevolazioni per studenti, ragazzi under 14 e diversamente abili.
Informazioni e biglietti sul sito www.associazionearteviva.eu  
Associazione Musicale Arteviva - Via Sardegna 46, Milano - biglietteria@associazionearteviva.eu

2022_03_22 JOSHUA BELL, SHAI WOSNER in duo da camera il celebre divo violinista arriva al Conservatorio Verdi di Milano per la Società del Quartetto

Società del Quartetto Joshua Bell violino
MARTEDÌ 22 MARZO 2022 ORE 20.30
Conservatorio di Musica "Giuseppe Verdi"
Via Conservatorio, 12, 20100 Milano MI, Italia
CONCERTO DA CAMERA con
Joshua Bell violino
Shai Wosner pianoforte
PROGRAMMA
Franz Schubert
Sonatina n. 1 in re maggiore per violino e pianoforte, op. 137 n. 1, D. 384 (1816)
Ludwing van Beethoven
Sonata n. 7 in do minore op. 30 n. 2 (1802)
Ernest Bloch
Baal Shem. Tre quadri di vita Cassidica (1923)
Maurice  Ravel
Sonata n. 2 in sol maggiore per violino e pianoforte (1923)
Per info e prenotazioni info@quartettomilano.it oppure chiamare allo 02 795393. 
La biglietteria (via Durini 24) è aperta dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 17.30. 
#concertodautunnonews

Note della organizzazione: La superstar americana del violino Joshua Bell torna alla Società del Quartetto di Milano, in duo con il pianista israelo-statunitense Shai Wosner, dopo il concerto nel 2018.
Con una carriera costellata di successi che copre quasi quarant’anni, Bell ha collaborato con le formazioni e i direttori più importanti al mondo. Vincitore di un Grammy Award nel 2018, di un Avery Fisher Prize nel 2007 e di un Indiana Governor’s Arts Award nel 2003, è stato nominato sei volte ai Grammy Awards e “Instrumentalist of the Year” da Musical America nel 2010. Dal 2011 è Direttore Musicale dell’Academy of St Martin in the Fields.
Il programma del concerto comprende quattro capisaldi della letteratura per violino e pianoforte fra classicismo viennese e folklore novecentesco. Dall’amabile Sonatina in re maggiore op. 137 n. 1 D 384 di Schubert al vigore drammatico della Sonata n. 7 in do minore op. 30 n. 2 di Beethoven, fino alle incursioni blues e rapsodiche della Sonata n. 2 in sol maggiore di Ravel e della Baal Shem Suite di Bloch.

2022_03_22 Debutta al Franco Parenti un nuovo progetto di Alberto Oliva su Dostoevskij

Teatro Franco Parenti
Cartellone 2021 - 2022
dal 22 Marzo al 10 Aprile 2022
IL SOSIA
dal romanzo di Fëdor Dostoevskij
progetto e regia Alberto Oliva
adattamento Fabio Bussotti
con Elia Schilton e Fabio Bussotti
scene Csaba Antal
luci Paolo Casati
video Alberto Sansone
costumi Simona Dondoni
assistente alla regia Fabrizio Kofler
maschera Ilaria Ariemme
macchinista Filippo Strametto
elettricista Gianni Gajardo
fonico Mike Allen Reyes
sarto Giacomo Viganò
produzione Teatro Franco Parenti

La follia della vita e la crisi dell'Io. È realtà o allucinazione?
Goljadkin è un personaggio del sottosuolo, drogato di vita, ma sempre più inadatto alle relazioni sociali. Apre la porta – o forse è uno specchio? – e gli appare un sosia allucinato e spaventoso, divertente e assurdo, in grado di sconvolgere completamente la sua esistenza. L’allucinazione del doppio produce sogno, smarrimento, visioni, ogni riflessione si sdoppia, ogni esperienza si divide in un gioco di specchi dal grande potenziale teatrale.
Goljadkin piano piano perde coscienza di ciò che è reale e di ciò che esiste solo nella sua immaginazione. La scissione dell’io, lo scontro tra un io impacciato, tormentato, goffo, eternamente perseguitato e un io sfrontato, aggressivo.
Dostoevskij racconta la follia della vita, l'assurdità dell'orgoglio e la crisi dell'io. Dove finisce la realtà e inizia l'allucinazione?
Nota: L’intero incasso della prima dello spettacolo verrà devoluto al fondo #MilanoAiutaUcraina, il fondo costituito dalla Fondazione di Comunità Milano su impulso del Comune di Milano per sostenere progetti di aiuto ed accoglienza della popolazione ucraina, promossi da organizzazioni pubbliche e/o del privato sociale presenti nel territorio di riferimento della Fondazione.

ATTENZIONE: Per le varie date controllare orario inizio spettacolo diverso per ogni giorno:
Martedì 22 Marzo 2022_03_22 
Mercoledì 23 Marzo 2022_03_23 
Giovedì 24 Marzo 2022_03_24 
Venerdì 25 Marzo 2022_03_25 
Sabato 26 Marzo 2022_03_26 
Domenica 27 Marzo 2022_03_27 

Martedì 29 Marzo 2022_03_29 
Mercoledì 30 Marzo 2022_03_30 
Giovedì 31 Marzo 2022_03_31 
Venerdì 01 Aprile 2022_04_01 
Sabato 02 Aprile 2022_04_02 
Domenica 03 Aprile 2022_04_03 

Martedì 05 Aprile 2022_04_05 
Mercoledì 06 Aprile 2022_04_06 
Giovedì 07 Aprile 2022_04_07 
Venerdì 08 Aprile 2022_04_08 
Sabato 09 Aprile 2022_04_09 
Domenica 10 Aprile 2022_04_10 

2022_04_08 Requiem di Mozart i doppia serata venerdì a Parabiago e domenica a Albairate

Venerdì 8 aprile 2022 alle ore 21:00
Chiesa dei Santi Gervasio e Protasio (Parabiago)
W.A. Mozart
Requiem in re minore K626
Stefania Vietri, soprano
Mirea Marchetto Mollica, mezzosoprano
Luciano Grassi, tenore
Giorgio Valerio, baritono
Coro ed Orchestra MusiCuMozart
Carlo Roman, direttore

Evento di Associazione Musicumozart Nerviano  
La chiesa dei Santi Gervasio e Protasio è la chiesa prepositurale di Parabiago.
Ingresso libero con super green pass e mascherina FFP2

Domenica 10 aprile 2022 alle ore 16:00
Chiesa Parrocchiale di san Giorgio(Albairate)
Via del Parco, 27, 20080 Albairate MI
W.A. Mozart
Requiem in re minore K626
Annalisa Ferrara, soprano
Mirca Marchetto Mollica, mezzo soprano
Luciano Grassi, tenore
Corrado Cappitta, baritono
Coro ed Orchestra MusiCuMozart
Carlo Roman, direttore

Evento di Associazione Musicumozart Nerviano  
Ingresso libero con super green pass e mascherina FFP2

2022_03_26 Cavalleria rusticana in due recite al San Babila di Milano

Teatro San Babila - Milano
Sabato 26 marzo 2022
Pietro Mascagni
CAVALLERIA RUSTICANA
Libretto Giovanni Targioni-Tozzetti e Guido Menasci
dalla novella omonima di Giovanni Verga
Prima rappr. 17 maggio 1890 Teatro Costanzi, Roma
Due recite alle ore 15.30 e alle ore 20.30
Personaggi ed interpreti:
Santuzza, giovane contadina (soprano)  ALESSANDRA FLORESTA
Turiddu, giovane contadino (tenore) FILIPPO GIOVAGNORIO
Lucia , madre di Turiddu (contralto) PAOLA PARATO
Alfio, carrettiere (baritono) ALLA RIZZETTI
Lola, moglie di Alfio (mezzosoprano) LUCIA ESCRIBANO
Orchestra, coro e costumi
MUSICA IN SCENA
Direttore d'Orchestra 
PAOLO MARCHESE
Scene Sormani Cardaropoli
Luci Gianfranco Ferrari

Info
Teatro San Babila
Corso Venezia 2/a Milano
Tel.02 46513734

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)