2023_01_20 TROVATORE aprirà la stagione 2023 del Teatro Coccia di Novara

Teatro C.Coccia di Novara

Venerdì 20 Gennaio 2023_01_20 - ore 20.30 (Turno A)
Sabato 21 Gennaio 2023_01_21 - ore 20.30 (F.A.)
Domenica 22 Gennaio 2023_01_22 - ore 16.00 (Turno B)
IL TROVATORE

Musica di GIUSEPPE VERDI
Orchestra Filarmonica Italiana
Direttore Antonello Allemandi
Regia Deda Cristina Colonna
Coproduzione con Fondazione Pergolesi Spontini, Teatro Sociale di
Rovigo, Teatro Comunale “Mario Del Monaco” di Treviso
CAST:
Leonora Sara Cortolezzis (20-22 Gennaio) / Alessandra Adorno (21 Gennaio)
Manrico Gaston Rivero (20-22 Gennaio) / Sejoon An (21 Gennaio)
Conte di Luna Jorge Nelson Martinez González (20-22 Gennaio) / Luca Bruno (21 Gennaio)
Azucena Carmen Topciu (20-22 Gennaio) / Giulia Diomede (21 Gennaio)
Ferrando Deyan Vatchkov
Ruiz Francesco Marsiglia
Ines Yo Otahara
Maestro del Coro Massimo Fiocchi Malaspina
Comunicato stampa:
La Stagione 2023 del Teatro Coccia di Novara si apre, in occasione delle festività del Santo Patrono, San Gaudenzio, con una delle più amate opere della tradizione verdiana "Il Trovatore".
Deda Cristina Colonna è stata recentemente vincitrice del premio teatrale Jan Kiepura 2022 come migliore regista per la regia e coreografia di Castor et Pollux di J.-Ph. Rameau. 
Sara Cortolezzis, vincitrice del 58° Concorso Internazionale Voci Verdiane Città di Busseto veste i panni di Leonora venerdì 20 e domenica 22.
Con Il Trovatore si dà il La a una nuova consuetudine per gli anni a venire: consegnare a giovani e debuttanti la seconda recita (quella del Sabato sera, fuori abbonamento), a concreto sostegno delle nuove generazioni.
Deda Cristina Colonna note di regia:
“La vicenda de Il trovatore si svolge di notte; è l’ultima notte del Medio Evo, il buio dell’animo umano prigioniero delle superstizioni, dell’odio e dell’ignoranza, l’oscurità in cui si bruciano le streghe, si coltivano sentimenti di inflessibile vendetta, in cui l’amore è espresso come diritto di possesso e la menzogna è sconfitta quando ormai è troppo tardi. ‘Egl’era tuo fratello!’, esclama Azucena alla fine dell’opera; la verità finalmente dichiarata annuncia un’alba di nuova consapevolezza, in cui il Conte di Luna dovrà decidere se e come continuare a vivere (‘E vivo ancor!’).
La trama è ambientata nel XV secolo, epoca in cui gli artisti hanno espresso l’attenzione alla verità umana in un contesto di semplificazione geometrica delle composizioni, nella plastica monumentalità delle figure e nella cerimonialità dei gesti, nell’uso espressivo della luce. Nelle bassedanze - forma tutta italiana di intrattenimento cortese quasi meditativo - lo spazio contiene le evoluzioni dei corpi danzanti in porzioni rigorosamente simmetriche ed in coreografie tese alla ricerca dell’armonia tra gli opposti.
Mi pare che le vicende dei protagonisti de Il trovatore si articolino in spazi emotivi altrettanto simmetrici. Motore della vicenda è la pressione della vendetta che pesa sull’animo di Azucena, che l’ha ricevuta dalla madre e che a sua volta inevitabilmente trasferisce sulle spalle di Manrico. Leonora attorniata dalle religiose nel convento e Manrico accompagnato dai carcerieri nel ‘miserere’ rappresentano momenti paralleli, come pure l’amore di Manrico e del Conte per Leonora, nella quale entrambi cercano la compensazione ed il coronamento dei propri sentimenti estremi. Nella stessa prospettiva, Manrico lascia Azucena per non perdere Leonora, ma in seguito abbandonerà quest’ultima per tentare di salvare la madre.
Lo spazio di ispirazione quattrocentesca che proponiamo per questa regia de Il trovatore si pone come contesto in cui inscrivere proprio questa laboriosa e dolorosa, in fondo ed ovviamente tutta romantica ricerca della verità, intesa come armonizzazione degli opposti.
In questo senso, nella proposta preliminare di Domenico Franchi la regia intende rappresentare anche i momenti che abitualmente vengono immaginati ‘fuori scena’, come l’aria iniziale ed il canto dalla torre del Trovatore, la cerimonia della presa dei voti di Leonora ed il miserere intorno a Manrico. Al rigore geometrico delle architetture che evocano il mondo del Conte di Luna si contrappone la rappresentazione dei Gitani, con una proposta coreografica flamenca nel coro ‘Chi del gitano i giorni abbella?’ Personaggio centrale della vicenda è Leonora. All’inizio giovane entusiasta ed inesperta nella gestione di sentimenti ancora sconosciuti e non misurati, sceglie di morire simbolicamente prendendo i voti quando pensa che Manrico sia morto. In seguito, quando Manrico stabilisce la priorità del proprio ruolo di figlio su quello di coniuge (‘era già figlio prima d’amarti, non può frenarmi il tuo martir’) e l’abbandona per correre a salvare la madre Azucena, Leonora evoca la morte come alternativa matura ad una realtà sentimentalmente sconfortante: ‘Non reggo a colpi tanto funesti… Oh quanto meglio saria morir!’ è il suo commento dopo l’aria ‘Di quella pira’.
Questa presa di consapevolezza traccia l’inevitabile cammino Leonora verso la morte volontaria, vittima della notte del cuore, dominata dal conflitto tra l’amore barbaro ed appassionato del Conte ed il sentimento immaturo e deludente di Manrico.
Nel finale dell’opera, la rappresentazione di una ‘pietà’ in cui Azucena regge il cadavere di Leonora, con il Conte di Luna disperato ai suoi piedi celebra l’alba in cui la luce della verità inaugura il riscatto dell’uomo dalla notte dell’ignoranza e della menzogna.

2022_10_08 Teatro Cagnoni di Vigevano Stagione 2022-2023 calendario cronologico completo

Teatro Cagnoni di Vigevano
Stagione 2022 / 2023

Direzione e Ingresso Artisti:   via Guido da Vigevano, 2 - Vigevano
Biglietteria e Ingresso del Pubblico:   c.so Vittorio Emanuele II, 45 - Vigevano
Informazioni e Biglietteria:   Tel. 0381 82242
Ufficio Direzione:   Tel. 0381 82242 Fax 0381 694185
e-mail :cagnoni@comune.vigevano.pv.it 

CIVICO TEATRO Cagnoni

Città di Vigevano

FONDAZIONE DI PIACENZA E VIGEVANO

STAGIONE 2022 - 2023


La stagione prenderà il via nel mese di ottobre, con l'Inaugurazione sabato 8 Ottobre alle ore 20.30, i biglietti saranno disponibili nei giorni 6-7-8 Ottobre presso la biglietteria del Teatro;
I titolari di voucher avranno la prelazione sugli spettacoli, sarà poi possibile per tutti acquistare i biglietti per le singole rappresentazioni.

La stagione è stata presentata lunedì 19 settembre 2022, nel ridotto del Teatro Cagnoni che torna ad essere accessibile. Presenti il Sindaco, l'Assessore alla Cultura e il riconfermato Direttore artistico Fiorenzo GRASSI.


Il pagamento dei titoli d'ingresso, per gli spettacoli organizzati dal Comune di Vigevano può avvenire solo con bancomat o carta di credito (no contanti e assegni) sul circuito PagoPA.

Un punto molto controverso che rischia di precludere l'accesso agli spettacoli per chi non è al passo con i tempi e la tecnologia attuale.


Il Teatro Cagnoni in corso di allestimento.
 


Il soffitto restaurato

Mercoledì 9 novembre 2022 Ore 21.00

TEATRO BLU

Giovane Compagnia KATAKLÒ

centro di ricerca teatrale

Athletic Dance Theatre

presentano

FELLINI
Musiche: Nino Rota
Testo e regia di Silvia Priori e Roberto Gerbolès
Con Silvia Priori e Roberto Gerbolès
Direzione musicale e arrangiamenti: Ciro Radice


Kataklò Acrobatic performers: Luis Fernando Colombo, Giorgia Magro, Erika Ravot, Francesco Tomasi, Luca Zanni Coreografie: Giulia Staccioli con la collaborazione artistica di Vito Cassano Assistente coreografa: Irene Saltarelli Voce: Francesca Galante Orchestra: Giuseppe Cima (tromba), Norberto Cutillo (percussioni), Ciro Radice (fisarmonica), Stefano Risso (contrabbasso), Gianni Virone (saxofono).
Scenografie video: Simona Picchi Assistenza tecnica: Dario Ermeti
Costumi: Vittoria Papaleo e Maria Barbara De Marco Direttore tecnico: Lorenz Ronchi
BIGLIETTI (comprensivi del diritto di prevendita):
Posto Unico Intero €. 15.50 Posto Unico Ridotto €. 12.00 Loggione €. 8.00


Il soffitto restaurato

Domenica 20 novembre 2022 Ore 17.00

CONCERTO SINFONICO 

Petr Ilic Cajkovskij (1840-1893)
Concerto per violino e orchestra in Re maggiore, Op. 35 

Allegro moderato (re maggiore)

Canzonetta. Andante (sol minore)

Finale. Allegro vivacissimo (re maggiore)

Violino Francesca Bonaita

Ludwig van Beethoven (1770 - 1827)

Sinfonia n. 7 in la maggiore, op. 92

Poco sostenuto - Vivace

Allegretto (la minore)

Presto (fa maggiore)

Allegro con brio

ORCHESTRA CITTA' DI VIGEVANO 

Direttore: Andrea Raffanini

BIGLIETTI (comprensivi del diritto di prevendita): Posto Unico Intero €. 10.00


La buca per l'orchestra che viene riaperta per l'opera lirica


Martedì 22 novembre 2022 Ore 21.00

ECO DI FONDO

presenta 

LA NOTTE DI ANTIGONE 

regia Giacomo Ferraù 

drammaturgia Giacomo Ferraù, Giulia Viana 

con Edoardo Barbone, Enzo Curcurù, Giacomo Ferraù, Ilaria Longo, Giulia Viana

paesaggi sonori Gianluca Agostini

disegno luci e scene Giuliano Almerighi 

regista collaboratore Libero Stelluti

assistenti alla regia Giacomo Nappini, Alessandro Savarese, Daniele Vagnozzi - movimenti scenici Riccardo Olivier - consulenza drammaturgica Carlo Guasconi produzione
Eco di fondo con il sostegno di MiBAC; con il sostegno di 'Next - Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo lombardo"
Edizione 2019/2020 spettacolo inserito nel progetto "ECOMPLEANNO!-10 anni di teatro etico" con il sostegno del Comune di Milano con il patrocinio di Amnesty International - Sez. Italia Ringraziamenti: Teatro Club di Udine, Campo Teatrale e Teatro Elfo Puccini di Milano per l'ospitalità PRIMA NAZIONALE: FESTIVAL PRIMAVERA DEI TEATRI 2020, Castrovillari (CS)
BIGLIETTI (comprensivi del diritto di prevendita): Posto Unico Intero €. 15.50 Posto Unico Ridotto €. 12.00 Loggione €. 8.00

Martedì 6 Dicembre 2022 Ore 20.45

Mercoledì 7 Dicembre 2022 Ore 20.45

Cardellino

presenta

LA VITA DAVANTI A SE'

dal testo "La vie devant a soi" di Romain Gary (Emile Ajar)

riduzione e regia Silvio Orlando 

direzione musicale Simone Campa 

con Ensamble dell'Orchestra Terra Madre 

scene Roberto Crea 

costumi Piera Mura disegno luci Valerio Peroni

BIGLIETTI (comprensivi del diritto di prevendita):

Platea e Palchi Centrali Intero €. 29.00 -

Platea e Palchi Centrali Ridotto €. 27.00 Platea e Palchi Laterali Intero €. 26.00 -

Platea e Palchi Laterali Ridotto €. 24.00 Loggione €. 11.00


 
La visione dei palchi

Giovedì 15 Dicembre 2022 Ore 21.00

Campo Teatrale presenta 

NEL TEMPO CHE CI RESTA 

Elegia per Giovanni Falcone e Paolo Borsellino 

testo e regia César Brie 

con César Brie, Marco Colombo Bolla, Elena D'Agnolo,

Rossella Guidotti, Donato Nubile Musiche Pablo Brie -

variazioni su temi di Verdi 

Arrangiamenti Musicali Matias Wilson 

Luci Stefano Colonna

BIGLIETTI (comprensivi del diritto di prevendita):

Posto Unico Intero €. 15.50 Posto Unico Ridotto €. 12.00 Loggione €. 8.00


Martedì 20 Dicembre 2022 Ore 21.00

TEATRO Linguaggicreativi presenta

MA PURE QUESTO E' AMORE

testo e regia: Simona Migliori 

con Gabriele Genovese e Valeria Perdonò

Spettacolo vincitore del Bando NEXT ed. 2020-2021 e 20212022

Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo (progetto di Regione Lombardia)
BIGLIETTI (comprensivi del diritto di prevendita): Posto Unico Intero €. 15.50 Posto Unico Ridotto €. 12.00 Loggione €. 8.00

L'ingresso al Teatro.

ANNO 2023


Domenica 1 gennaio 2023 Ore 17.00

ORCHESTRA CITTÀ DI VIGEVANO

GRAN VARIETÀ DI CAPODANNO

ORCHESTRA CITTA' DI VIGEVANO 

Direttore: Andrea Raffanini

BIGLIETTI (comprensivi del diritto di prevendita): Posto Unico Intero €. 10.00


Posti al teatro Cagnoni esauriti per uno degli appuntamenti più amati, il concerto di Capodanno, soprano Melissa Purnell, i circa trenta musicisti dell’Orchestra in formazione classica presenti sul palco del teatro cittadino sono passati da sinfonie fino a “tormentoni” natalizi (quelli amati da tutti) e ai brani dei classici Disney.
Tratto da L'informatore vigevanese


Martedì 24 Gennaio 2023 Ore 20,45

Enfi Teatro presenta

Ale&Franz in

COMINCIUM 

di Francesco Villa, Alessandro Besentini, Alberto Ferrari, Antonio De Santis

con Ale e Franz

regia Alberto Ferrari

BIGLIETTI (comprensivi del diritto di prevendita): Platea e Palchi Centrali Intero €. 29.00 - Platea e Palchi Centrali Ridotto €. 27.00 Platea e Palchi Laterali Intero €. 26.00 - Platea e Palchi Laterali Ridotto €. 24.00 Loggione €. 11.00


Martedì 7 Febbraio 2023 Ore 20.45

Gitiesse Artisti Riuniti

presenta 

LUIGI PIRANDELLO

COSÌ È (SE VI PARE)

di Luigi Pirandello (se vi pare)

con Milena Vukotic, Pino Micol, Gianluca Ferrato e con Massimo Lello, Maria Rosaria Carli, Stefania Barca, Vicki Catalano Roberta Rosignoli, Antonio Sarasso, Walter Cerrotta

regia Geppy Gleijeses 

scene Roberto Crea 

costumi Chiara Donato 

musiche Teho Teardo 

videoartist Michelangelo Bastiani

BIGLIETTI (comprensivi del diritto di prevendita): Platea e Palchi Centrali Intero €. 29.00 - Platea e Palchi Centrali Ridotto €. 27.00 Platea e Palchi Laterali Intero €. 26.00 - Platea e Palchi Laterali Ridotto €. 24.00 Loggione €. 11.00

Giovedì 23 Febbraio 2023 Ore 21,00

Compagnie Hervé Koubi presenta 

LES NUITS BARBARES 

ou les premiers matins du monde

coreografia Hervé Koubi 

musiche Wolfgang Amadeus Mozart, Gabriel Fauré, Richard Wagner, musica tradizionale algerina
danzatori Adil BOUSBARA - Kobi ELHARAR - Mohammed ELHILALI - Abdelghani FERRADJI - Pasquale FORTUNATO - Zakaria GHEZAL - Oualid GUENNOUN - Bendehiba MAAMAR - Giovanni MARTINAT - Nadjib MEHERHERA - Mourad MESSAOUD - Houssni MIJEM - Ismail QUBBAJADDI - Issa SANOU - El Houssaini ZAHID
creazione musicale Maxime Bodson | arrangiamenti Guillaume Gabriel
luci Lionel Buzonie costumi e accessori Guillaume Gabriel con l'assistenza di Claudine G-Delattre | coltelli Esteban Cedres maschere gioiello realizzate con il sostegno e con i migliori cristalli Swarovski - Swarovski Elements. 
BIGLIETTI (comprensivi del diritto di prevendita): Posto Unico Intero €. 26.00 Posto Unico Ridotto €. 21.00 Loggione €. 10.00


Domenica 26 febbraio 2023 ore 15.30
OBLIVION RHAPSODY

Un ritorno atteso alla stagione teatrale 2022/2023 del Civico Teatro Cagnoni Vigevano della tradizionale e fortunata rassegna "Arte dei Comici" giunta alla dodicesima edizione. Organizzazione Promoter PV


Giovedì 9 Marzo 2023 Ore 20.45

Essevuteatro srl presenta 

ZORRO 

Un eremita sul marciapiede 

di Margaret Mazzantini 

con Sergio Castellitto 

regia Sergio Castellitto 

aiuto regia Francesca Primavera 

organizzazione generale Marco Micci

responsabile di produzione Rosa Burgio 

consulenze amministrative e del lavoro Marco Tomassetti – Roma

spettacolo realizzato con il sostegno di Banca Intesa Sanpaolo un particolare e affettuoso ringraziamento a Stefano Lucchini produzione Angelo Tumminelli / Prima International Company 2022
BIGLIETTI (comprensivi del diritto di prevendita): Platea e Palchi Centrali Intero €. 29.00 - Platea e Palchi Centrali Ridotto €. 27.00 Platea e Palchi Laterali Intero €. 26.00 - Platea e Palchi Laterali Ridotto €. 24.00 Loggione €. 11.00

Domenica 26 febbraio 2023 ore 15.30
Sabato 18 marzo 2023 ore 20.30
GIACOBAZZI 
con il nuovissimo spettacolo
IL PEDONE

Un ritorno atteso alla stagione teatrale 2022/2023 del Civico Teatro Cagnoni Vigevano della tradizionale e fortunata rassegna "Arte dei Comici" giunta alla dodicesima edizione. Organizzazione Promoter PV


Venerdì 24 Marzo 2023 Ore 20.45

GOLDENART - TEATRO della Toscana

presentano 

LA BOTTEGA DEL CAFFÈ 

di Carlo Goldoni 

regia Paolo Valerio 

con Michele Placido, Luca Altavilla, Emanuele Fortunati, Ester Galazzi, Anna Gargano, Armando Granato, Vito Lopriore, Francesco Migliaccio, Michelangelo Placido, Maria Grazia Plos
BIGLIETTI (comprensivi del diritto di prevendita): Platea e Palchi Centrali Intero €. 29.00 - Platea e Palchi Centrali Ridotto €. 27.00 Platea e Palchi Laterali Intero €. 26.00 - Platea e Palchi Laterali Ridotto €. 24.00 Loggione €. 11.00

§§§


SEGUONO GLI SPETTACOLI GIA' EFFETTUATI:

Sabato 8 ottobre 2022 Ore 20.30

SPETTACOLO INAUGURALE
SPETTACOLO CELEBRATIVO TRENTENNALE

della
FONDAZIONE di PIACENZA e VIGEVANO

Wolfgang Amadeus Mozart

DON GIOVANNI

(ovvero: Il dissoluto punito ossia il Don Giovanni, K 527 - 1787)

Dramma giocoso in due atti su libretto di Lorenzo Da Ponte

Con il quale collaborò per Le nozze di Figaro (K 492) e Così fan tutte (K 588)

Prima versione rappresentata il 29 ottobre 1787 al Teatro Teatro degli Stati Generali di Praga

Seconda versione rappresentata il 7 maggio 1788 al Burgtheater di Vienna


Personaggi ed interpreti:

Don Giovanni (baritono o basso) PIERO TERRANOVA

Il Commendatore (basso profondo) EMIL ABDULLAIEV

Donna Anna (soprano) MELISSA PURNELL

Don Ottavio (tenore) MASSIMILIANO COSTANTINO

Donna Elvira (soprano) VERONICA CARDULLO

Leporello (basso-baritono o basso) FRANCESCO BOSSI

Masetto (baritono o basso) LORENZO BARBIERI

Zerlina (soprano) MARIA TERESA BECCI

Marika Oliva

Contadine e contadini, servi, suonatori e coro di sotterra (coro)

Corale I Maestri Cantori di Vigevano

Maestro del Coro Andrea Guarino

Orchestra Città di Vigevano

Direttore Andrea Raffanini

Regia e scene Fabio Buonocore 

Corpo di Ballo: Vigevano Emozione Danza A.S.D 

Coreografie: Orietta Boari

Costumi: Elena Martelli

INGRESSO GRATUITO PREVIA ASSEGNAZIONE DEL POSTO

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)