2019_10_18 Società del Quartetto 2019-2020 in Sala Verdi del Conservatorio milanese

Stagione della Società del Quartetto Milano
Stagione 2019-2020
dal 1 ottobre 2019 al 19 maggio 2020
Sala Verdi del Conservatorio, in via Conservatorio 12, Milano.

Venerdì 18 Ottobre 2019_10_18 
Jordi Savall, Le Concert des Nations
Martedì 05 Novembre 2019_11_05 
zArt Quartett e Quartetto Echos
Martedì 12 Novembre 2019_11_12 
Quartetto Takács
Martedì 26 Novembre 2019_11_26 
Jan Lisiecki, pianoforte
Martedì 03 Dicembre 2019_12_03 
Quartetto Haas
Martedì 14 Gennaio 2020_01_14 
Raffaele Pe, La Lira di Orfeo
Venerdì 31 Gennaio 2020_01_31 
András Schiff, pianoforte
Martedì 04 Febbraio 2020_02_04 
Emmanuel Tjeknavorian, Aaron Pilsan
Martedì 11 Febbraio 2020_02_11 
Trio di Parma, Alessandro Carbonare
Martedì 25 Febbraio 2020_02_25 
Alexander Malofeev, pianoforte
Martedì 03 Marzo 2020_03_03 
Sheku e Isata Kanneh-Mason
Martedì 10 Marzo 2020_03_10 
Orchestra Sinfonica del Conservatorio OSCoM
Martedì 24 Marzo 2020_03_24 
Angela Hewitt, pianoforte
Martedì 31 Marzo 2020_03_31 
Vision String quartet
Martedì 07 Aprile 2020_04_07 
Trio di Parma, Guglielmo Pellarin
Martedì 21 Aprile 2020_04_21 
Francesco Piemontesi, pianoforte
Martedì 05 Maggio 2020_05_05 
Andrea Lucchesini, pianoforte
Martedì 12 Maggio 2020_05_12 
MDI ENSEMBLE
Martedì 19 Maggio 2020_05_19 
Maxim Vengerov, Polina Osetinskaya




Stagione del Quartetto 2019-2020 programma eventi 


MERCOLEDÌ 4 DICEMBRE 2019_12_04, ORE 21:00
Concerto de La Società dei Concerti di Milano
Eccezionale recital del pianista Evgeny Kissin
PROGRAMMA
Beethoven - Sonata n. 8 in do minore op. 13 “Patetica”
- Variazioni e Fuga in mi bem. maggiore op. 35 “Eroica Variations”
- Sonata n. 17 in re minore op. 31 n. 2 “Tempesta”
- Sonata n. 21 in do maggiore op. 53 “Waldstein”
prezzo agevolato per i Soci del Quartetto
Dopo sei anni dall’ultimo recital milanese, Evgeny Kissin, tra i più amati pianisti contemporanei, ritorna in Sala Verdi per la terza edizione del “Concerto per Antonio”, mercoledì 4 dicembre ore 21:00, con un programma interamente dedicato a Beethoven, anticipazione delle celebrazioni dei 250 anni dalla nascita.
Ex enfant prodige, di lui colpiscono la profonda musicalità, lo straordinario virtuosismo, la vastità del repertorio nonché il prestigio dei musicisti con cui ha collaborato nel corso della sua intensa carriera.
In virtù di una collaborazione con la Società del Quartetto di Milano e il suo Presidente Ilaria Borletti Buitoni, i soci e gli abbonati 2019/20 del Quartetto possono usufruire delle stesse agevolazioni per l’acquisto dei biglietti degli abbonati Fondazione La Società dei Concerti. Gli interessati potranno acquistare i biglietti scontati solamente recandosi presso la sede della Fondazione (Corso di Porta Vittoria 18, Milano) dietro presentazione della tessera dell’abbonamento in corso di validità.

MARTEDÌ 26 NOVEMBRE 2019_11_26, ORE 20.30
Jan Lisiecki pianoforte
Programma
Bach – Capriccio sopra la lontananza del suo fratello dilettissimo BWV 992
Mendelssohn – Lieder ohne Worte op. 67 n. 1-6
Chopin – Due Notturni op. 27
Beethoven – Rondò a capriccio in sol maggiore op. 129
Mendelssohn – Rondò Capriccioso op. 14
Rubinstein – Valse-Caprice in mi bemolle maggiore
Chopin – Due Notturni op. 62
Mendelssohn – Variations sérieuses op. 54
Chopin – Ballata n. 4 in fa minore op. 52
È trascorso poco più di un anno dal suo ultimo concerto al Quartetto (febbraio 2018) ma ritrovarlo subito è un piacere e un dovere. Jan Lisiecki, 24 anni, talento esploso quando era adolescente (a 15 anni la Deutsche Grammophon lo blindò con un ‘esclusiva clamorosa), fama da professionista già affermato a livello internazionale, più di 100 concerti l’anno, impegno costante di studio (“Mi alleno di continuo, come un atleta che punta all’oro olimpico”). Nato in Canada da genitori polacchi, in Italia si è segnalato nel 2013 quando prima Antonio Pappano e poi Claudio Abbado lo hanno chiamato per sostituire un improvviso forfait di Martha Argerich. Chopin è tuttora il nume tutelare di Lisiecki, che ha avuto l’onore nel 2010 di registrarne i Concerti nella casa natale del compositore. Si coglie anche in questo programma: Chopin alternato con espressività e leggerezze con autori prima, accanto e dopo di lui.

MARTEDÌ 12 NOVEMBRE 2019_11_12, ore 20.30
Quartetto Takács
Ciclo Beethoven / Bartók – V
Programma
Beethoven – Quartetto n. 3 in re maggiore op. 18 n. 3
Bartók – Quartetto n. 6 SZ 114
Beethoven – Quartetto n. 16 in fa maggiore op. 135
Il Takács torna al Quartetto per il penultimo concerto del ciclo che ha preso il via la scorsa stagione che accosta l’esecuzione di Bartók a Beethoven.
Fondato a Budapest nel 1975, il Quartetto Takács è riconosciuto come uno dei migliori quartetti d’archi dei nostri tempi. Dei quattro amici dell’Accademia di Budapest oggi rimane il violoncellista András Fejér, ma spirito e qualità del suono originari sono intatti. Celebre per i suoi programmi innovativi, il quartetto Takács ha eseguito Everyman di Philip Roth per la prima volta alla Carnegie Hall, nel 2007, con recitante Philip Seymour Hoffman e poi a Princeton e a Toronto con Meryl Streep. È stato in tournée in 14 città con il poeta Robert Pinsky, e ha collaborato con il gruppo folkloristico ungherese Muzsikas. Con David Lawrence Morse ha realizzato un progetto teatrale sugli ultimi quartetti di Beethoven. La sua storia è raccontata nel libro di Edward Dussinberre, Beethoven for a Later Age: The Journey of a String Quartet.

MARTEDÌ 5 NOVEMBRE 2019_11_05, ore 20.30
Serie Nuovi Talenti
Quartetto Echos
Programma
Vincitore II premio del Concorso Sergio Dragoni per quartetti d’archi
Janáček – Quartetto per archi n. 2 “Lettere intime”
zArt Quartett
Vincitore I premio del Concorso Sergio Dragoni per quartetti d’archi
Colasanti – “Aria” per quartetto d’archi
Debussy – Quartetto in sol minore op. 10
Sono giovani, i due quartetti d’archi che si affacciano per la prima volta al pubblico della nostra Società. Sono italiani e bravi: il Quartetto zArt ha vinto il Primo premio del Concorso nazionale per quartetti d’archi Sergio Dragoni che si è svolto a Casa Verdi a Milano a fine maggio 2019. Si è anche aggiudicato il Premio speciale per l’esecuzione del brano Aria commissionato per l’occasione a Silvia Colasanti, e il Premio del pubblico. Il Quartetto Echos ha conteso il podio ai colleghi e si è classificato al secondo gradino.
Questa sera avremo l’opportunità di ascoltare i due Quartetti in successione, per accompagnare l’inizio del loro percorso musicale. Dal palcoscenico del Quartetto è partita la luminosa carriera di molti grandi concertisti, e ci auguriamo che così sia anche per questi giovani musicisti.


laFIL – FILARMONICA DI MILANO:
BRAHMS: QUATTRO SINFONIE, QUATTRO CONCERTI IN DUE GIORNI
Daniele Gatti direttore
Frank Peter Zimmermann violino
Natalino Ricciardo corno
Enrico Pace pianoforte
Jan Vogler violoncello

Sabato 26 e domenica 27 ottobre, Sala Verdi del Conservatorio
1. SABATO 26 OTTOBRE 2019_10_26, ore 17
Brahms – Trio in mi bemolle maggiore per violino, corno e pianoforte op. 40
Frank Peter Zimmermann violino
Natalino Ricciardo corno
Enrico Pace pianoforte
Brahms – Tragische Ouvertüre in re minore per orchestra op. 81
– Sinfonia n. 1 in do minore op. 68

2. SABATO 26 OTTOBRE 2019_10_26, ore 20.30
Beethoven – Concerto per violino e orchestra in re maggiore op. 61
Frank Peter Zimmermann violino
Brahms– Sinfonia n. 3 in fa maggiore op. 90

3. DOMENICA 27 OTTOBRE 2019_10_27, ore 17.30
Schumann – Concerto per violoncello e orchestra in la minore op. 129
Jan Vogler violoncello
Brahms – Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73

4. DOMENICA 27 OTTOBRE 2019_10_27, ore 20.30
Brahms – Variazioni per orchestra su un tema di Haydn op. 56a
– Sinfonia n. 4 in mi minore op. 98

VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019_10_18, ore 20.30
Le Concert des Nations
Programma
Accademia Beethoven 250
Jordi Savall direttore
Beethoven – Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 “Eroica”
– Sinfonia n. 5 in do minore op. 67
Uno come Jordi Savall, che ben conosciamo grazie alle sue tante presenze al Quartetto, non s’inquadra in una sola direzione. È uno di quegli artisti che nel corso della carriera hanno saputo trovare forme sempre nuove per esprimere la propria visione della musica. Dopo tanta musica antica, Savall ha deciso di leggere a modo suo le sinfonie di Beethoven. Ha riunito un’Accademia europea –  formata da 35 musicisti del suo storico Concert des Nations integrata da altri 16 giovani musicisti-studenti ben selezionati – che fra 2020 al 2022 porterà nel mondo l’integrale delle Nove Sinfonie. Prima, Seconda e Quarta sono già state eseguite in un tour europeo. Ora tocca a Terza e Quinta, che ascolteremo in Sala Verdi.

MARTEDÌ 1 OTTOBRE 2019_10_01, ore 20.30 
Krystian Zimerman pianoforte
Marysia Nowak violino
Katarzyna Budnik viola
Yuya Okamoto violoncello
Brahms – Quartetto con pianoforte n. 3 in do minore op. 60
Brahms – Quartetto con pianoforte n. 2 in la maggiore op. 26
La stagione del Quartetto si apre con un concerto che non è azzardato definire un evento. Torna ancora una volta Krystian Zimerman, nostro ospite fin dal 1977, uno dei protagonisti più amati del concertismo internazionale. Lo conosciamo bene come solista e mago del pianoforte, ma lo riscopriremo come “primus inter pares” in una formazione da camera che vive di delicati equilibri fra archi e tastiera. Raffinatissima è poi la scelta del programma, con perfetto omaggio al pieno romanticismo viennese. Avremo lo slancio prima scalpitante e poi più temperato di Brahms. E ascolteremo una vera (e breve) rarità: il primo e unico (e incompiuto) lavoro cameristico di un Mahler ancora studente e ammaliato dal suono brahmsiano.

Società del Quartetto Via Durini 24 – 20121 Milano
tel. 0039 02 76005500
info@quartettomilano.it www.quartettomilano.it
In vendita presso: Società del Quartetto, via Durini 24, da lunedì a venerdì ore 10 – 17.30
Sul luogo del concerto, da un’ora prima di ogni concerto, secondo disponibilità.

Nessun commento:

Posta un commento

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)