2018_07_04 Milano, Università Cattolica Choir of St Catharine’s College University of Cambridge

Eventi promossi dal Collegium Vocale di Crema in collaborazione con:
Centro Pastorale dell’Università Cattolica di Milano,
Associazione culturale “Mons. Quartieri” di Lodi,
Basilica di Sant’Ambrogio, Milano, Assessorato alla Cultura del Comune di Crema

I tour dei Cori dei College Inglesi
2005: Royal Holloway London, dir. Lionel Pike
2006: Ensemble Gombert Melbourne, dir. John O’Donnell
2007: Robinson College Cambridge, dir. Simon Williams, Dominic O’Connor Robinson
2009: Pembroke-Brasenose College Oxford, dir. Laurence Lyndon Jones
2010: Somerville College Oxford, dir. David Crown
2011: King’s College London, dir. David Trendell (+)
2012: University of London Chamber Choir, dir. Colin Durrant
2013: Renaissance Singers University of St. Andrews, dir. Claire Luxford
2014: Robinson College Cambridge, dir. Tim Brown
2015: King’s College London, dir. Gareth Wilson
2016: University of London Chamber Choir, dir. Colin Durrant
2017: Oriel College Oxford, dir. David Maw
2018: Choir of St Catharine’s College University of Cambridge
DOVE COLLEGATO VEDI FOTOSERVIZIO CONCERTODAUTUNNO

The Choir of St Catharine’s College University of Cambridge
Diretto da Edward Wickham
Info : http://concertodautunno-cur.blogspot.com/2018/06/the-choir-of-st-catharines-college.html

Sabato 30 giugno  2018_06_30 ore 21.00
Crema, Chiesa di San Bernardino-Auditorium "Manenti"
A. Lotti (1667-1740): Crucifixus
D. Scarlatti (1685-1757): Stabat mater
1. Stabat mater
2. Cuius animam gementem
3. Quis non posset
7. Iuxta crucem
9. Fac ut animae
10. Amen
Matteo Marni, organo
Leonardo Bertazzoni, Cristina Cattaneo, violoncelli
Salmodie della Riforma protestante
C. Goudimel (1514-1572): Or sus serviteurs (‘The Old Hundredth’)
T. Tallis (c.1505-1585): Eight tunes from Archbishop Parker’s Psalter
C. Goudimel: Cantique de Simeon
C.H. Parry (1848-1918): dai Songs of Farewell
Never, weather-beaten sail
M. Duruflé (1902-1986): Quatre motets sur des thèmes grégoriens Op. 10
Ubi caritas et amor
Tota pulchra es
Tu es Petrus
Tantum ergo
C.H. Parry (1848-1918): dai Songs of Farewell
There is an old belief
R. Pearsall (1795-1856): Lay a garland
S. Beamish (b. 1956): Gaudent in caelis
G. Holst (1874-1934): Nunc dimittis

Domenica 1 luglio 2018_07_01 ore 12.15
Milano, Messa nella Basilica di Sant’Ambrogio
Introitus: S. Beamish (b. 1956): Gaudent in caelis
G.P. da Palestrina (ca. 1525-1594): Missa brevis, Kyrie - Gloria
Offertorium: M. Duruflé (1902-1986), Ubi caritas et amor
Sanctus, dalla Missa Brevis di Palestrina
Communio: M. Duruflé (1902-1986), Tantum ergo
Finale: G. Holst (1874-1934): Nunc dimittis

Martedì 3 luglio 2018_07_03 ore 21.00
Lodi, Chiesa di S. Francesco
A. Lotti (1667-1740): Crucifixus
D. Scarlatti (1685-1757): Stabat mater
1. Stabat mater
2. Cuius animam gementem
3. Quis non posset
7. Iuxta crucem
9. Fac ut animae
10. Amen
Matteo Marni, organo, Leonardo Bertazzoni, Cristina Cattaneo, violoncelli
Salmodie della Riforma protestante
C. Goudimel (1514-1572): Or sus serviteurs (‘The Old Hundredth’)
T. Tallis (c.1505-1585): Eight tunes from Archbishop Parker’s Psalter
C. Goudimel: Cantique de Simeon
C.H. Parry (1848-1918): dai Songs of Farewell
Never, weather-beaten sail
M. Duruflé (1902-1986): Quatre motets sur des thèmes grégoriens Op. 10
Ubi caritas et amor
Tota pulchra es
Tu es Petrus
Tantum ergo
C.H. Parry (1848-1918): dai Songs of Farewell
There is an old belief
R. Pearsall (1795-1856): Lay a garland
S. Beamish (b. 1956): Gaudent in caelis
G. Holst (1874-1934): Nunc dimittis

Mercoledì 4 luglio 2018_07_04 ore 21.00
Milano, Università Cattolica
Prove aperte ore 14.30 - Concerto ore 21.00
A. Lotti (1667-1740): Crucifixus
D. Scarlatti (1685-1757): Stabat mater
1. Stabat mater
2. Cuius animam gementem
3. Quis non posset
7. Iuxta crucem
9. Fac ut animae
10. Amen
Matteo Marni, organo
Jan Migenda, violoncello
Salmodie della Riforma protestante
C. Goudimel (1514-1572): Or sus serviteurs (‘The Old Hundredth’)
T. Tallis (c.1505-1585): Eight tunes from Archbishop Parker’s Psalter
C. Goudimel: Cantique de Simeon
M. Duruflé (1902-1986): Quatre motets sur des thèmes grégoriens Op. 10
Ubi caritas et amor
Tota pulchra es
Tu es Petrus
Tantum ergo
Charles Hubert Parry (1848-1918)
In occasione del centenario della morte
dai Songs of Farewell
Never, weather-beaten sail
There is an old belief
(col Coro dello Studium musicale d’Ateneo Note d'Inchiostro)
R. Pearsall (1795-1856): Lay a garland
Sally Beamish (b. 1956): Gaudent in caelis
G. Holst (1874-1934): Nunc dimittis
Col Coro dello Studium musicale “Note d’inChiostro”, Università Cattolica di Milano

https://www.caths.cam.ac.uk/about-us/music/college-choir

Siamo a 13 e il futuro davanti!
Quando nel 2005 il Collegium Vocale di Crema organizzò il tour del Royal Holloway di Londra nessuno pensò che quell’evento, da subito recepito come di alto valore musicale e culturale, sarebbe divenuto un appuntamento annuale fisso e, tantomeno, che il tour dei cori inglesi si sarebbe susseguito per ben 13 anni! Basta scorrere l’elenco dei cori dei college ospitati per capire quanto questa “tradizione” – ormai è la corretta definizione - abbia preso piede nel pubblico che, di anno in anno, attende con impazienza i concerti dei gruppi ospiti; al tempo stesso l’elenco tracciato sopra è prezioso perché mostra come i cori siano provenienti dai più prestigiosi atenei britannici. A questi gruppi non abbiamo offerto solo un’ospitalità ma ci siamo sforzati di capire la tradizione corale inglese, siamo stati attenti osservatori cercando di cogliere i segreti di una vocalità, di uno stile e di un modo di cantare che tutto il mondo invidia alle formazioni britanniche. Tra una prova e l’altra, tra un concerto e l’altro abbiamo tentato di cogliere, non senza un pizzico di invidia, il nocciolo di una tradizione unica al mondo e che in Italia non trova paragone, anzi è quanto mai preoccupante dover sottolineare come la coralità del nostro paese sia profondamente in crisi. Il loro segreto, tuttavia, sembra piuttosto semplice: la storia di cinque secoli di musica corale diviene per loro un punto di partenza unico, ma i successi nascono da un gioco di squadra che i componenti dei cori mettono in atto. Dedizione, spirito di sacrificio per il gruppo, capacità di superare sempre le difficoltà senza mai lamentarsi sono le doti che emergono e che appartengono al “carattere” di una educazione, quella britannica, mai doma e sempre fiera della propria storia. Questo 13° anno di ospitalità, che vede la presenza del coro del St Catharine’s College di Cambridge, suggella il passato nobile di questa “tradizione” del Collegium Vocale e diviene un ponte per il futuro: al momento, se non ci saranno variazioni, si sono prenotati per i prossimi quattro anni altri cori di Cambridge. Un vivo ringraziamento a tutti gli Enti e Associazioni che permettono ogni anno questi eventi speciali e un grazie di cuore agli sponsor che sostengono l’attività indipendente del Collegium Vocale di Crema!
Giampiero Innocente, Direttore del Collegium Vocale di Crema

Nessun commento:

Posta un commento

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)